Alfano dimettiti!

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

alfano_dimettiti.jpg
"Alfano si dimetta. La gestione del caso della famiglia Ablyazov, dissidente kazako, in cui una donna e la sua figlioletta sono state strappate a forza dal loro letto e tradotte immediatamente in un Cie per essere rimpatriate in tempi record in base alla falsa informazione di passaporti non validi è stata imbarazzante. Il Viminale non poteva non sapere e, se non sapeva, significa che nel nostro Paese c'è una polizia parallela che agisce a propria discrezione e all'insaputa dei vertici soprattutto considerando che la notizia era online fin dal 5 Giugno scorso. La dignità italiana è stata calpestata, nell'ignorare brutalmente i diritti umani di una bambina e della sua mamma. E tutto solo per obbedire agli ordini di uno Stato straniero". M5S Camera e Senato

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Lucio P. Utente certificato 4 anni fa mostra
    ...(continua) Infine scrivi che “sembra che la bambina vada in un orfanotrofio ( le accoglienti strutture dei paesi dell’EST)”. A parte che non si tratta di una notizia ma di un allarme giustamente lanciato dalla madre, il fatto che tu continui a denigrare milioni di persone, decine di popoli e nazioni con quel pregiudizio tipico degli occidentali sui “paesi dell’est” (comunisti!), che assomiglia molto ad una nuova forma di razzismo dissimulato, la dice lunga sulla nostra capacità di esprimere giudizi sereni ed oggettivi, lontani dalle manipolazioni mediatiche! E’ intanto è di pochi giorni fa la notizia della scoperta di una clinica lager per disabili, ma non nei vituperati paesi dell’est, ma in Italia e queste notizie hanno una cadenza mensile!
  • Lucio P. Utente certificato 4 anni fa mostra
    Non voglio tirare fuori la Legge di Godwin, però quando si arriva a schematizzare tutto citando a sproposito il nazismo allora vuol dire la discussione è satura e non ha più argomenti reali ma solo forzature propagandistiche. Tu sostieni che la Shalabayeva “è andata via dal suo paese dopo aver subito prigionia e torture di tutti i tipi”. Vogliamo fare discorsi seri o fare a gara a chi la spara più grossa? Puoi provare quello che hai scritto? Che si tratti di un paese con pesanti accuse di praticare la persecuzione per motivi politici è un fatto, ma quello che tu dici non risulta da nessuna parte, nemmeno sul sito di Amnesty International! Mentre ho ben chiari negli occhi le immagini delle torture delle prigioni americane di Abu Ghraib, di quella di Guantanamo (che è al di fuori di ogni legge internazionale) i racconti delle torture a Bolzaneto, la mattanza della Scuola Diaz e i casi di persone malmenate e uccise dalle forze dell’ordine a seguito di un controllo o di un fermo. Tu dici che “l’Italia ha una forte ammirazione per i paesi democratici dell’Est governati da una sola persona” come ad insinuare che abbiano a che fare con qualche residuo di socialismo reale (che non c’è più), quando in realtà molti di questi governi sono il “meraviglioso frutto” di quelle cosiddette “rivoluzioni democratiche” che hanno aperto la strada alla miseria di milioni di persone, alla corruzione, alla mafia, alla svendita di grandi colossi di stato per l’arricchimento di poche persone, il tutto con l’appoggio dall’occidente “libero e democratico”, che aveva bisogno solo di allargare i propri mercati ormai saturi... (continua)
  • Lucio P. Utente certificato 4 anni fa mostra
    Condannare le parole imbecilli di Calderoli non vuol mica dire dare la “stima” e “profondissima” solidarietà ad un quadro del PD-L come la Kyenge che fa parte a tutti gli effetti della casta, è ministro di un governo golpista ed ha la scorta dal primo giorno! http://www.youtube.com/watch?v=xbKmNJsFUUM (con relativo commento) Condannare l’irruzione banditesca di alcuni poliziotti e l’espulsione inumana di una donna con la sua bambina non vuol dire dare la “stima” e “profondissima” solidarietà ad Ablyazov, un ricco imprenditore ed un politico corrotto che vive nel lusso più sfrenato a Londra ed è indagato per appropriazione indebita, frode e reati finanziari vari. Nella sola Inghilterra è oggetto di sette azioni legali presso la Suprema Corte britannica per un totale di 3,7 miliardi di dollari, con tanto di pena restrittiva. La Russia ha emesso nei suoi confronti un mandato di arresto con di quattro capi d'imputazione e fa parte di una lista di ricercati internazionali. Quindi le definizioni semplicistiche di dissidente sono solo uno strumento utile al mondo occidentale per liquidare questioni ben più complesse di natura geopolitica, di cui il Kazakistan è un crocevia.
    • mario 4 anni fa mostra
      Fate caso alla data del documento AI: 2003. Questa storia non inizia ora.
    • mario 4 anni fa mostra
      http://tinyurl.com/omlcsjz E non solo: nel respingere eventualmente un richiedente asilo gli stati hanno l'obbligo di non rispedirlo a casa (principio del non refoulement). In questo caso l'italia non ha respinto in Kazakhstan Ablyazov, capo di un partito di opposizione, incriminato proprio lui per reati economici in un paese in cui la corruzione è routine. No, l'italia ha respinto verso il Kazakhstan la moglie e il figlio minorenne. Quindi tutta la mia solidarietà al Ministro Kyenge, chiamata "orango" da una persona che non voglio qualificare; e anche alla famiglia di Ablyazov, la cui moglie e il figlio sono stati irritualmente (eufemismo) rispediti in kazakhstan alla faccia dei principi di diritto internazionale. E forza italia... che siete tantissimi... :-|
  • Lucio P. Utente certificato 4 anni fa mostra
    Cosi Alma Shalabayeva racconta l’irruzione di una cinquantina di poliziotti nella villa di Roma dove si trovava: "Trenta, trenatacinque sono entrati in casa, venti sono rimasti fuori. Si trattava di un intero gruppo armato. AVEVANO UN ASPETTO SPAVENTOSO, ALCUNI PORTAVANO L'ORECCHINO, ALTRI GROSSE CATENE D'ORO, VESTIVANO ABITI NERI CONSUMATI, Non si presentano, non mostrano alcun mandato. Ho chiesto: chi siete, polizia? Non riuscivo a capire: erano delinquenti o poliziotti in abiti civili?" Ecco, bella domanda…. Io qualche risposta ce l'avrei, non solo su certi poliziotti ma soprattutto su chi li dirige a tutti i livelli, compreso quello politico.
  • Sal Rossi 4 anni fa
    in merito al summenzionato "oppositore" rispettivamente truffatore internazionale dovete sapere che certi giornalisti (The International Consortium of Investigative Journalists - www.icij.org) scrivono "Ablyazov stands accused of embezzling up to $5 billion from a state-owned Kazakhstan bank in what British media describe as the biggest fraud in history. An individual later named in U.K. court documents as a front man for Mukhtar Ablyazov set up 31 companies in 2006 and 2007 in the British Virgin Islands. Ablyazov's attorneys in London did not respond to a request for comment. Ablyazov has denied the fraud allegations in the past. " Pertanto, in considerazione anche del comprovato stile di vita che ha condotto questo signore in Inghilterra (e forse anche in Italia) negli ultimi anni avrei qualche remora a definirlo un oppositore di regime. Il personaggio è abbastanza scaltro ed intelligente da utilizzare lo status di cosiddetto oppositore per coprire la sua vera natura di ladro in grande stile e truffatore bancario. Quest'individuo ha frodato centinaia se non migliaia di suoi connazionali risparmiatori nonchè altri istituti internazionali (tra cui anche gruppi bancari italiani) facendo fallire la BTA Bank in Kazachistan, dove egli stesso era il maggiore dirigente! Spero con ciò possa venire data una luce migliore alla vicenda evitando di far creare alla stampa nazionale dei voluti e fantasiosi 'Robin Hood' a cui purtroppo anch'io vorrei credere.....ritengo giusto che questo signore nonchè i beneficiari delle sue rendite vengano perseguiti in modo che che coloro che sono stati truffati siano tutelati. L'Italia ha avuto solo meriti ad indagare e permettere che a quest'individuo smaliziato e furbo venga fatta pressione affinchè riconsegni il maltolto nascosto in isole caraibiche e sconti la sua pena. Non fatevi fuorviare su un terreno illegittimamente politico solo perchè casualmente il Presidente del Kazachistan ha legami a detta di taluni privilegiati con alcuni
    • Lucio P. Utente certificato 4 anni fa mostra
      @ pelli v., roma Guarda che invece sei tu a seguire il pensiero unico e a non ragionare con la tua testa, che è quello che poi ha portato l’Italia sul baratro. Basta avere letto in passato un po’ di cronaca estera oppure gurdarsi la pagina di Wikipedia su Ablyazov per capire che si tratta di un ricco imprenditore ed un politico corrotto, indagato per appropriazione indebita, frode e reati finanziari vari. Nella sola Inghilterra è oggetto di sette azioni legali presso la Suprema Corte britannica per un totale di 3,7 miliardi di dollari, con tanto di pena restrittiva. La Russia ha emesso nei suoi confronti un mandato di arresto con di quattro capi d'imputazione e fa parte di una lista di ricercati internazionali. Quindi le definizioni semplicistiche di dissidente sono solo uno strumento utile al mondo occidentale per liquidare questioni ben più complesse di natura geopolitica, di cui il Kazakistan è un crocevia. Quello che è stato fatto alla Shalabayeva è vergognoso non perchè moglie di Ablyazov, ma semplicemente perché ha violato i suoi diritti di persona, ne più ne meno come quelli di qualsiasi altri immigrato. Altrimenti vorrebbe dire che la moglie di un famoso personaggio corrotto che vive nel lusso più sfrenato a Londra, deve essere più tutelata di un povero straccione immigrato! Casomai dovrebbe essere l’esatto contrario!
    • pelli v. Utente certificato 4 anni fa
      CAVOLO SEI L'UNICO A SAPERE LA VERITà!!NON TI SENTI SOLO???
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus