Gli 11 regali del governo alle banche dal 2013 a oggi

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

rivogliamosoldi.jpg

Potere al popolo, non alle banche!

di Elio Lannutti (Presidente Adusbef) e Carla Ruocco (Portavoce M5S Camera dei Deputati)

Il Governo, che non trova pochi spiccioli per risarcire le vittime del salva banche, 130.000 famiglie di Banca Etruria (la mangiatoia di Arezzo, con la famiglia del ministro Elena Boschi ed il cerchio magico del presidente Renzi, protagonisti e beneficiari di una gestione criminale del credito e del risparmio), Banca Marche, CariChieti, CariFerrara truffate ed espropriate dalla Banca d’Italia e dallo Stato con il decreto del 22 novembre 2015, trova fondi enormi legiferando solo a favore dei banchieri. Sono ben 11 i regali alle banche dal 2013, con l’ultimo sbandierato come il divieto all'odiosa capitalizzazione degli interessi su prestiti e fidi, uscito dalla porta e fatto rientrare dalla finestra con l'ingannevole messaggio di un suo divieto, l’anatocismo legalizzato, vanificando così 25 anni di battaglie giudiziarie e pronunce plurime, incontrovertibili e consolidate, l'ennesimo inganno, per favorire gli esclusivi interessi delle banche e danneggiare i consumatori, che oltre al danno devono subire perfino la beffa, sia sugli interessi di mora che potranno produrre ulteriori interessi in contrasto con le consolidate sentenze di Cassazione, che con il consenso preventivo richiesto dalle banche ai consumatori affinché gli interessi passivi possano diventare capitale, se non pagati entro 60 giorni dal 31 dicembre di ogni anno, generando quindi ulteriori interessi.

VIDEO Il M5S insieme ai truffati del Salva Banche

Ci sono anche altri 10 bei 'regali' concessi dal 2013 e nell’attuale legislatura alle banche da governi e maggioranza, il cui valore di gran lunga superiore ai 750 milioni di euro necessari per risarcire tutte le vittime del salva banche, generosi cadeaux che devono essere divulgati e resi pubblici rompendo così la censura dei mass media di regime, per offrire ai cittadini vessati, strangolati ed usurati dal sistema bancario, materia di conoscenza e riflessione sul ruolo di governi ‘camerieri prediletti dei banchieri’.
Riassumiamoli tutti:
1) Nel 2013 il primo provvedimento a favore delle banche dal Governo di Enrico Letta, la fiscalità di vantaggio sulla deducibilità delle perdite, passate da 18 anni a 5 anni, valutato da Mediobanca 19,8 miliardi di euro; (portato di recente dal Governo Renzi ad 1 anno);
2) Le garanzie sulle obbligazioni tossiche appioppate dalle banche allo Stato per un valore di 160 miliardi di euro, che hanno generato esborsi alle banche di affari di 25 miliardi di euro dal 2011 al 2015;
3) La pubblica malleva sulla Cassa Depositi e Prestiti per consentire alle banche di pagare i dividendi alle Fondazioni bancarie;
4) La rivalutazione delle quote di Banca d'Italia, da 156.000 euro a 7,5 miliardi di euro per offrire dividendi pari a 380 milioni di euro annui alle banche socie, con la durissima battaglia in Parlamento dei portavoce del M5S, espulsi dall’aula perché gridavano ‘onestà’;
5) Il recepimento della direttiva BRRD (bail-in) per l'esproprio criminale del risparmio approvato in Europa all’insaputa del Governatore di Bankitalia Ignazio Visco e del Ministro Pier Carlo Padoan, che ne hanno chiesto la successiva revisione;
6) A novembre 2015 il decreto salva-banche, che ha azzerato i risparmi di una vita a 130.000 famiglie, truffate e prese in giro da un Governo ostile, che a 4 mesi dal ‘misfatto’ non ha effettuato alcun risarcimento promesso, prova di odio feroce verso le vittime che reclamano i propri diritti, con manifestazioni, presidi e sit-in;
7) L'esproprio delle case in mancanza di 7 rate (portate a 18 dopo le dure proteste del M5S) di mutuo non pagate, direttamente dalla banca, senza passare per la legittimità di un giudice terzo;
8) Lo sconto per i trasferimenti immobiliari nell'ambito di vendite giudiziarie con l'imposta di registro, ipotecaria e catastale, non più assoggettata da un'aliquota del 9%, ma nella misura fissa di 200 euro;
9) Il prestito vitalizio ipotecario a tassi esagerati e ricapitalizzati per sottrarre agli eredi i risparmi immobiliari;
10) La Bad Bank con la garanzia statale sulle cartolarizzazioni dei crediti morosi (la Gacs), concessa alle banche ed anche agli altri intermediari finanziari, con la dotazione iniziale del Tesoro che passa da 100 a 120 milioni.
11) La ricapitalizzazione degli interessi, che genera 2 miliardi di euro l’anno a favore delle banche, disposto dal nuovo art.120 del Tub (Testo Unico Bancario) entrato con legge dello Stato nella prassi bancaria, trionfalmente figurata dalla stampa di regime, come norma che ha determinato "la fine dell’anatocismo”, prima vietato nel 2014 e poi resuscitato a cadenza annuale, in pieno spregio della Giurisprudenza unanime che ha vietato la possibilità di configurare l’anatocismo ex ante, ovvero anteriormente alla scadenza degli interessi, sarà oggetto di battaglie giudiziarie per riaffermare il buon diritto e la legalità violata.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Incasnero 1 anno fa mostra
    fr fo r ..FriFrocio... tu sei il tipico radical frocio a cui piacciono tanto i cazzi specialmente quelli neri..i tuoi denti vorrei tanto farteli contare per terra..ciao brutta..
    • Patty Ghera Utente certificato 1 anno fa mostra
      Sei proprio un tipo pasquale.....
  • Pietro Avellini Utente certificato 1 anno fa mostra
    Possibile che si debba sempre criticare senza avere in testa neppure una briciola di idea di come risolvere ciò che si critica?
    • harry haller Utente certificato 1 anno fa mostra
      "proprio"....
    • harry haller Utente certificato 1 anno fa mostra
      Si risolve con la galera certa a chi doveva controllare, vigilare e non l'ha fatto, a chi doveva gestire nell'interesse generale e non nell'interesse propri e/o degli "amici" (anche se questi si chiamasse Pierluigi Boschi, ad esempio...).
    • pappagallino 1 1 anno fa mostra
      Possibile che si debba sempre criticare senza avere in testa neppure una briciola di idea di come risolvere ciò che si critica?
  • Pietro Avellini Utente certificato 1 anno fa mostra
    Stamane a Roma (Zona Cinecittà) sono entrato in un Bar per fare colazione. Il Barista era un ragazzo italiano che sfoggiava una di quelle Barbe stile Mussulmano che pare comincino ad andare di moda.Sono uscito e ho cambiato Bar
    • cazzodevoradermi 1 anno fa mostra
      ...e certo... metti che je cadevano du' peli ner caffè.... CHE SCHIFO!!!
  • tantoperdirlatutta 1 anno fa mostra
    Anche il ‘Microcredito’ è nel circuito delle banche, a cominciare da Intesa San Paolo dove l’ PMI, se un ha il finanziamento da 25mila euro a 5 anni con una casa messa a garanzia ottiene un tasso del 2,5-3%, quello con garanzia del bando microcredito ha un tasso del 5,5-6 per cento, con punte del 9,63% di Bnl/Artigiancassa, oltre a dover pagare un professionista per la redazione del business plan. È evidente che si tratta di un’operazione di propaganda politica: se il partito cinque stelle voleva aiutare la piccola impresa avrebbe dovuto trovare altri modi per finanziarla, non passare per le banche. ------------------- http://www.linkiesta.it/it/article/2016/02/11/microcredito-a-cinque-stelle-il-fondo-per-le-piccole-imprese-e-una-cos/29231/
    • dirla tutta 1 anno fa mostra
      Il post di 'critica' alle banche, mica l'ho pubblicato io....
    • Alessandro P. Utente certificato 1 anno fa mostra
      Purtroppo attualmente è legalmente impossibile fare microcredito senza passare per le banche in quanto il credito è in Italia un monopolio in cui le leggi discriminano fra creditori e sfavoriscono fiscalmente i prestatori che non siano banche.
    • brucia? 1 anno fa mostra
      Cos'è, ragazzi, brucia tanto trovare la verità diffusa in rete? Peccato non siate ancora in grado di CENSURARE tutto, ma sicuramente, se arriverete al POTERE. Totò, non fai onore alla bella città che ti ospita
    • Toto A. Utente certificato 1 anno fa mostra
      Max, fai prima a metterglielo in culo che in testa, fiato sprecato !!!!! Cordialità
    • perdirlatutta 1 anno fa mostra
      ...E' facile aprire le banche con i soldi degli altri...
    • perdirlatutta 1 anno fa mostra
      Non critica, ma le cose come stanno e non dette per intero.
    • Max Stirner Utente certificato 1 anno fa mostra
      Lo trovi tu il mezzo? Lo sai che per gestire il credito occorre essere una banca o una finanziaria? Possibile che si debba sempre criticare senza avere in testa neppure una briciola di idea di come risolvere ciò che si critica?
  • Leila M. Utente certificato 1 anno fa mostra
    @Oreste10,06 “Leggi il Non statuto e il programma del Movimento e poi sappimi dire dove c'è scritto che è un MOVIMENTO RIVOLUZIONARIO!” ------------- Se intendi rivoluzione armata non c’è scritto da nessuna parte. Se intendi rivoluzione culturale e politica, non so come interpreti Tu il Non Statuto ma a me pare affermi che la FINALITA' del m5s è quella di: - testimoniare che il ruolo di governo ed indirizzo può essere attribuito all'intelligenza collettiva condivisa in Rete e non a pochi, leader o rappresentanti che siano; - testimoniare che l'intelligenza collettiva può far valere le proprie istanze tramite un confronto democratico, efficiente ed efficace, proprio perchè avviene su una Piattaforma di Rete, al di fuori di quei "legami associativi e partitici e senza la mediazione di organismi direttivi o rappresentativi" tipici dei partiti. Ovvero tipici dello status quo che il MOVIMENTO leaderless intende RIVOLUZIONARE proprio offrendo TESTIMONIANZA di come una comunità possa autogovernarsi senza deleghe, per mezzo DI UNA PIATTAFORMA E-DEMOCRACY UNOVALEUNO. Se poi, contravvenendo a quanto scritto nel Non Statuto, il Movimento si da una struttura tipica di partito, basata su leader e organismi direttivi o rappresentativi, mi pare chiaro che, in pratica, la Finalità non è più dare una Testimonianza RIVOLUZIONARIA. http://www.beppegrillo.it/listeciviche/forum/2015/10/il-movimento-5-stelle-non-e-un-partito-politico-ne-si-intende-che-lo-diventi-in-futuro-1.html Buona Pasqua di resurrezione !
    • Fr. Fo. Utente certificato 1 anno fa mostra
      Sei una falsa e bugiarda. Tu sei qui esclusivamente per porpaganda (da te affermato con tanto di sarcasmo), aggiungo ai danni del M5S e a favore di chissà chi. Non solo; ma chiagni e fotti, visto che ti bei dei bannaggi altrui e ti lamenti dei tuoi. Ripeto che diversi blogger ti hanno risposto o proposto dei confronti. Tu hai sempre rifiutato ripresentando esclusivamente la tua litania. Falsa e piagnona. Matta e birbona. Ma soprattutto ... Ottusangola. E poi, per concludere, non sei donna ti fingi donna per far presa sul pietismo dei babbei ... Imbelle te e i tuoi sodali!
    • oreste ★★★★★ °.° Utente certificato 1 anno fa mostra
      Leila (oggi) mi stai tirando per la giacchetta. Credimi a me basta il blog e ne avanza. Partecipo alla stesura delle proposte delle leggi e voto i candidati del Movimento! Tutto questo alla luce della mia esperienza passata è più che valida. Orofini e Giacchetti(PD) ieri hanno detto che il comune ha perso 71 milioni di euro? Senza menzionare che lo stesso giorno che dicevano queste falsità le azioni dell'ACE erano in positivo!Ecco se ci fosse la "Piattaforma" cambierebbe qualcosa? Tieni presente che il Comune di roma ha il 51% e caltagirone il 16%... secondo te la azioni chi le ha vendute,se hanno avuto un calo,Caltagirone? Non credo quello ci vuole guadagnare,il Comune? Non credo visto che attualmente c'è un commissario. Quindi quello della piattaforma non è un problema,il problema sono : La disinformazione La cattiva politica La TV e tutti i disonesti che ci hanno amministrato. Come rivoluzione,sta avvenendo,ma forse non ce ne stiamo accorgendo ,loro però si : hanno una paura fottuta di perdere le poltrone! Ciao cara,capisco il tuo cruccio per la piattaforma,ma porta pazienza la rivoluzione"democratica" non avviene in tre giorni! Buona resurrezione al m5Stelle!
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus