Rinnovabili: l'esempio vien dalla Norvegia

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

norvegiarinno.jpg

"Se c’è qualcuno che si sta veramente dando da fare sulle energie rinnovabili e la mobilità sostenibile, quella è la Norvegia. L’idea del governo, adesso, è creare una flotta di navi elettriche per poter solcare in tutta sostenibilità i numerosi e caratteristici fiordi, intorno ai quali si sviluppa buona parte del commercio.

È la sfida più imponente che il Paese lancia alla comunità internazionale: le altre le ha già vinte tutte. Negli ultimi 20 anni ha costruito una rete elettrica nazionale che oggi permette un approvvigionamento fino al 90% da fonti rinnovabili: idroelettrico, eolico e fotovoltaico. La città di Oslo ha recentemente annunciato che prevede di eliminare 350 mila vetture dal quartiere degli affari e di vietarle del tutto entro il 2020.
Ora è il momento di andare oltre, puntando sul trasporto che nessuno aveva ancora osato toccare: quello navale. Le navi emettono enormi quantità di anidride carbonica in atmosfera durante ogni viaggio. Alcune stime suggeriscono una grande nave container sia responsabile di un inquinamento atmosferico pari a quello di 50 milioni di auto. Le sostanze più presenti nelle emissioni navali sono quelle di anidride solforosa.

VIDEO SolarImpulse2: “L’aereo a energia solare parla italiano”

Oslo sta già organizzandosi per diventare la prima della classe: i funzionari di governo e leader del settore stanno lavorando al Green Coastal Shipping Programme, un programma per la navigazione costiera sostenibile che mira a mettere in acqua le imbarcazioni più ecologiche del pianeta. Nessun tipo di natante verrà risparmiato: navi cisterna, navi da carico, navi container, navi passeggeri, traghetti, pescherecci, rimorchiatori e tutto ciò che resta dovranno garantire una trazione elettrica o ibrida (gas naturale - batterie). Non bisogna partire da zero: la Norvegia ha già inaugurato il suo primo traghetto elettrico al 100%.
Non mancherà, all’interno del programma, la progettazione di un porto a basso consumo energetico con una impronta carbonica minima. Al suo interno opereranno veicoli plug-in e gru elettriche, si potranno trovare stazioni di ricarica per le navi a batteria. Secondo Monica Mæland, il Ministro del Commercio e dell’Industria, «il settore dei trasporti marittimi è molto ben attrezzato per aprire la strada della transizione verde. Tutto ciò può contribuire alle esportazioni di buone soluzioni orientate al futuro e rispettose dell’ambiente»." Rinnovabili.it

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Franz M. Utente certificato 2 anni fa
    x quanto riguarda il il divieto per la circolazione delle auto nel centro di Oslo, bisogna ringraziare MDG: https://www.mdg.no Grazie a loro i bambini potranno respirare aria pulita e i ciclisti o quelli che amano muoversi useranno le gambe come mezzo di trasporto: 60km di piste ciclabili + https://www.mdg.no/flere-ladestasjoner/ il loro programma: https://www.mdg.no/content/uploads/2013/06/MDG_Arbeidsprogram_web.pdf Sono sicuro che sia molto simile a quello del movimento.. Si dice che MDG stia rivoluzionando la vecchia politica norvegese...
    • Franz M. Utente certificato 2 anni fa
      Il primo traghetto elettrico; peccato che la bottiglia dello spumante non si sia frantumata a primo colpo. Speriamo che non gli porti iella.. http://www.nrk.no/hordaland/her-er-verdens-forste-elektriske-bil--og-passasjerferge-1.12002868
  • Andrea Zanella Utente certificato 2 anni fa
    E noi abbiamo il sole.
    • giorgio l. Utente certificato 2 anni fa
      ...inutilizzato!
  • Paolo Z. Utente certificato 2 anni fa
    Non so da che parte cominciare... E' un post dei sogni... La Norvegia è più grande dell'Italia, (un 20%) e ha solo 5 milioni di abitanti. Noi 60. Ha acqua e vento. In Italia abbiamo problemi di desertificazione al sud, e l'energia idroelettrica era già sfruttata già negli anni '50. Il vento in Italia è poco, in Norvegia, Scozia, Irlanda ecc ce n'è tanto. La Norvegia ha: 1] fatto i soldi anche con il petrolio del mare del Nord. E ne sta cercando ancora nel mar di Barents ( circolo polare artico ) http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2014-05-02/eni-avanza-mare-barents-nuova-scoperta-offshore-norvegese-130735.shtml?uuid=ABOBlGFB 2] ha centrali atomiche Kjeller e Halden 3] Sta studiando centrali atomiche al torio http://formiche.net/2012/12/13/dalluranio-al-torio-la-via-norvegese/ Poi, far trasportare container dalla Cina con le batterie, è equivalente che ogni mezza giornata, o meno, una nave deve ricaricare le batterie... L'alternativa è l'idrogeno, ma è più ingombrante (la benzina al chilo dà un tot di energia, meno il gasolio, meno il metano, mano l'idrogeno, meno la legna...) e è molto rischioso; è una bomba... Paolo TV
    • giorgio l. Utente certificato 2 anni fa
      .....ecco perchè noi Veneti dovremmo andarcene dall'Italia (anzi, dovrebbe essere l'Italia ad andarsene dal Veneto)....NOI VENETI SAREMMO MOLTO PIU' RICCHI !!!!
  • nicole Sdunzick Utente certificato 2 anni fa
    ASSISTENZA FINANZIARIA /// sdunzicknicole12@gmail.com Buongiorno costoso amico, metto a vostra disposizione un prestito di 2000 euro almeno ad un importo di 10000000 euro con un tasso d'interesse fisso del 3% l'anno. Infatti, io quest'offerta vi conta tuta di numeroso che correte ogni giorno e la mancanza di sovvenire ai vostri fabbisogni finanziari è diventata la vostra preoccupazione ogni giorno. Allora non mancate questa possibilità di avere il vostro prestito in 48 ora con condizioni molto favorevoli. Resto in attesa della vostra risposta da aiutarli. I nostri indirizzi mail o contattarli: sdunzicknicole12@gmail.com
    • Clesippo Geganio Utente certificato 2 anni fa
      questi post di carattere commerciale poco chiari e al quanto fuorvianti andrebbero cancellati.
    • old dog 2 anni fa
      prima di scrivere un annuncio di questo tipo si dovrebbe sapere l'italiano.
  • Luca S. Utente certificato 2 anni fa
    Post Scriptum: A questo paese di lettori della Gazzetta dello Sport e di Opinionisti da Barbiere serve un bel disastro ecologico prima di muovere il culo e di pretendere una vita decente.
  • Luca S. Utente certificato 2 anni fa
    Viene da piangere a pensare che noi viviamo in un Paese che vuole sbudellare l'Adriatico e intere regioni con le trivelle, senza contare il Fraking che ti terremota la Padania. Esiste l'assoluta volontà (per interessi dei partiti che ingrassano)di dipendere ancora da dei Beduini-Yankee che oltre ad impoverirti ti ammazzano con il loro schifosissimo petrolio e tengono intere aree del pianeta in perenne stato di guerra.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus