Più piccole opere utili, più felicità: il #Rally riparte dal ponte di Casalmaggiore

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Luigi Di Maio

Mantova è una città bellissima! Siamo arrivati ieri sera con il candidato presidente in Lombardia Dario Violi e abbiamo incontrato i piccoli imprenditori della CNA con cui ci siamo confrontati un paio d'ore e a cui ho parlato del nostro programma per le imprese, in particolare l'eliminazione di centinaia di leggi che rendono loro la vita impossibile e l'abolizione dell'IMU sui capannoni. Misure concrete e subito realizzabili.

Il Rally oggi riparte da Casalmaggiore, un piccolo comune di 15.000 abitanti sulle rive del Po, che vive un problema che sta impattando brutalmente sulla qualità di vita di questa comunità. Il ponte che lo collega all'altra riva del fiume è inagibile. Sembra una piccola cosa, ma a queste persone ha cambiato la vita: in peggio. Famiglie divise, disagi per i pendolari, mamme costrette a orari impossibili per conciliare figli e lavoro. La situazione si trascina da mesi e ancora non è stata risolta. Il ponte va rimesso in sesto e va restituita ai cittadini una vita normale.

L'Italia ha bisogno di queste piccole grandi opere perchè di casi come questi ce ne sono a centinaia, migliaia. Anzichè concentrarci su poche, faraoniche opere che non vedranno mai luce ma che drenano miliardi di euro alle casse pubbliche dobbiamo investire sul rimettere in sesto i piccoli ponti, le strade, le ferrovie che rendono la vita migliore a milioni di persone. Oggi incontrerò questa comunità per raccontargli questa idea di Paese e incontrerò le persone che hanno vissuto disagi assurdi in questi mesi. Rendiamo migliore la qualità di vita dai cittadini a partire dalle piccole opere utili. Di seguito trovate l'articolo di un giornale locale che racconta la storia di una delle mamme di Casalmaggiore e di come l'inagibilità del ponte ha devastato la sua vita e quella dei figli. Il suo diritto alla felicità va ripristinato e noi ci batteremo per questo. Oggi sarà una giornata a tutta velocità e fitta di incontri: qui tutti gli appuntamenti.

da Oglioponews

C’è un grandissimo malessere sociale a Casalmaggiore. L’ha definita così, ieri sera, in poche parole che racchiudono tutto, l’avvocato Paolo Antonini, la situazione che da settanta giorni ormai il territorio vive. Il territorio, inteso come la sua gente. Persone normali, genitori e lavoratori, precipitati da un giorno all’altro in un girone infernale che chissà per quanto altro tempo ancora dovranno sopportare.

Perchè poi è così, la chiusura di un ponte non è solo la morte di un’infrastruttura, pietre e ferro posate a cavallo di un fiume: è il malessere, il disagio quotidiano di tante persone, ognuna con una storia da raccontare. Sono storie pesanti, di fatica che si aggiunge alla fatica, di tempo portato via ai propri figli e – quel che dovrebbe essere assolutamente inaccettabile – di figli che cambiano vita, che pagano il prezzo della diffusa incapacità di trovare soluzioni in tempi rapidi. Il territorio è la sua terra, ma è ancor prima la sua gente. Quella che sta soffrendo i più grandi disagi, che cerca di adattarsi ma lo fa con una – giustificabile – rabbia.

Laura Accomando è madre di tre bambini, e lavora a Colorno. Sei chilometri prima del giorno zero, tre volte tanto adesso. Con tutte le incognite del caso, legate ai camion e all’aumento del traffico veicolare che soprattutto sull’argine tra Brescello e Coenzo crea più di un disagio e di un problema.

Sono sveglia dalle 5.30 per riuscire a prepararmi senza togliere tempo ai miei figli – racconta Laura – facciamo due conti: se ieri sono tornata a casa alle 22 ho cenato, mi sono lavata, a che ora sono andata a letto? Alle 23.15. Quante ore ho dormito? Ormai le 8 ore sono un optional! Grazie a voi carissimi che vi prendete cura del vostro popolo”.

Il ‘carissimi’ è riferito a chi siede nelle stanze dei bottoni: “Lavoro a Colorno – prosegue Laura – oggi mio marito ha il turno di mattina e pure io, quindi alle 6.30 sveglierò i miei figli, tutti e tre. Alle 7.30 porterò la più piccina al nido, la mezzana da una zia che alle 8.15 la porterà a scuola e il più grande grazie a Dio è autonomo. Poi partirò per il lavoro. Sarò di ritorno alle 14 circa, ieri sera sono tornata a casa alle 22 perché ero in turno fino le 21, ditemi voi quanto ho riposato. Quindi oggi torno a casa con la stanchezza che ho ancora di ieri, mangerò un boccone, mi do una sistemata e faccio il giro per le scuole nido, elementari, vado a fare la spesa torno a casa alle 17.30 circa. Preparo la cena e alle 21.30 sono di nuovo a letto. Sfido uno di voi, solo uno a passare una giornata con me o con uno dei pendolari che fa questa vita di merda da due mesi e passa. Ve lo dico io: sarebbero già iniziati i lavori del ponte”.

Poi chiude con una frase che il disagio lo racchiude tutto: “Finché la fatica la faccio io ok, ma i miei figli no!”.

http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/17_ottobre_01/casalmaggiore-vite-separate-ponte-chiuso-fiume-po-682081e0-a621-11e7-8477-789085dabc53.shtml

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • semetlilianesolance 1 mese fa
    Ciao Io sono il vice Presidente del consiglio di amministrazione della banca Crédit Agricole, conosci questa banca ? non è?si tratta di una banca per un mondo che cambia. La nostra banca attualmente prestiti per tutti coloro che sentono il bisogno per i loro progetti.I nostri prestiti vanno da 2000 a 10 000 000 di euro, pesos o dollari a lungo termine ad un tasso annuo del 2 per cento, secondo votren momento del rimborso.Poi mi ha fatto sapere se avete bisogno di un prestito da parte di contattarmi tramite il mio indirizzo e-mail. Mail:semetlilianesolance@gmail.com Grazie.
  • Mazzotti Santo 1 mese fa
    (Continuo e finisco il commento): Per quanto riguarda invece il progettato mega collettore fognario dal Lago di Garda al Fiume Chiese, La prego, Onorevole Di Maio, di impegnarsi in Parlamento, affinché i promessi finanziamenti per la salvaguardia ecologica delle acque del Lago di Garda siano subordinali all’impegno al cambiamento del progetto stesso, in maniera da vietare la realizzazione di un mostruoso mega condotto fognario, che causerebbe al Fiume Chiese ed alle sue zone di influenza un disastro ambientale irreparabile. Questo anche al fine di non costringere poi le gente, se appaltati i lavori, ad intraprendere di nuovo le necessarie azioni legali per fermare anche qui i lavori stessi. Santo Mazzotti, Remedello (Bs)
  • Raffaele Cavallo 1 mese fa
    Benissimo la strada giusta verso una vita più sana e più partecipata parte dalle piccole cose quotidiane se vengono a mancare non creano problemi agli altri ma a Te per questo devi contribuire al controllo del tuo territorio con costanza,con coerenza, ma soprattutto con DEMOCRAZIA.
  • giovanni c. Utente certificato 1 mese fa
    Questo ragazzotto è ammirevole ,convincente e propositivo. Scelta oculata da parte del movimento . Ciò non toglie che gli altri ns rappresentanti sono puledri di razza. In famiglia il voto per le politiche sono state già stampigliate a fuoco su ogni componente. Auguriamoci auguri !
  • Patty Ghera Utente certificato 1 mese fa
    Sulla legge Fornero ora la sinistra recita il mea culpa. E lo fa con Landini da Palermo e la Camusso per le strade di Roma durante la mobilitazione nazionale sul lavoro indetta dalla Cgil in cinque piazze d’Italia. Meglio tardi che mai, perciò: “Quando nel 2011 l’allora governo Monti decise di intervenire drasticamente sulle pensioni si è aperta una ferita. Allora il sindacato unitariamente si è limitato a tre ore di sciopero. Oggi bisogna riconoscere che abbiamo commesso un errore a non contrapporci a quella riforma sbagliata” ha affermato il segretario confederale della Cgil, Landini, parlando dal capoluogo siciliano. “Ci hanno detto che era necessario intervenire sulle pensioni, cancellare l’articolo 18, abolire le province e avremmo risolto tutti i nostri problemi – ha proseguito – Tutte queste cose sono state fatte ma la situazione continua a non girare, anzi disoccupazione e precarietà sono aumentate”. “I risultati di quelle politiche sono sotto gli occhi di tutti: la disoccupazione, soprattutto quella giovanile, è a livelli insopportabili soprattutto al Sud, i conti non tornano e le diseguaglianze sono cresciute” ha concluso Landini. Che perciò, seppur con ritardo, s’è accorto della cappellata fatta dal sindacato per non disturbare il governo Monti che volle approvare a tutti i costi la legge Fornero. Anche Susanna Camusso ha piegato le ragioni dell’iniziativa del sindacato, che non si fermano all’opposizione alla Fornero: ”Siamo in piazza perché non c’è l’attenzione che deve essere data al lavoro ; perché il governo ha disatteso l’impegno che aveva preso con noi un anno fa; perché bisogna dare una svolta sulla qualità del lavoro ; perché bisogna pensare al futuro di questo paese in particolare ai giovani, alle donne ai quali continuano a non venir date risposte”. ***************** Mi pare tardi.....
  • Patty Ghera Utente certificato 1 mese fa
    Alessandra Mussolini, lite con Mauro Corona all'Aria che tira: si alza e se ne va quasi in lacrime Lite e porte in faccia all'Aria che tira, il programma pomeridiano di Myrta Merlino su La7. Dopo che si era appena concluso un battibecco sui migranti tra Alessandra Mussolini e lo scrittore Mauro Corona, la deputata di Forza Italia lascia la trasmissione: "Da voi sono sempre stata benissimo ma oggi sono stanca". E se ne va. Corona in malo modo aveva rifiutato di parlare con lei: "Io rispondo alle domande della conduttrice, con lei non parlo". "Non ho parole", ha detto la Mussolini. "Mi hanno attaccato ieri in Rai, un episodio grave", aggiunge. La replica di Corona: "Ho visto la trasmissione Rai ieri, non volevo accadesse lo stesso". La Mussolini abbandona lo studio quasi in lacrime. ************** Certuni dialogano volentieri con i migranti ma non con chi la pensa diversamente.
    • Patty Ghera Utente certificato 1 mese fa
      Ciao Toto.
    • Toto A. Utente certificato 1 mese fa
      Sinistri !!!!! Ciao Patty
  • oreste .. Utente certificato 1 mese fa
    Altra uscita meravigliosa dei nostri futuri governanti...(propaganda elettorale)... Flat tax, la ricetta che unisce Forza Italia e Lega Funzionamento e rischi dell’aliquota unica PERCHE’ NO – Vincenzo Visco: “Limita la tassazione sui più ricchi e penalizza la classe media” PERCHE’ SI’ – Dario Stevanato: “La progressività è già morta. Vale solo per i dipendenti e i pensionati” ^^^^^^^^ e con questo mettiamo sotto i piedi un art della costituzione: Articolo 53 Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva. Il sistema tributario è informato a criteri di progressività. ^^^ Povero Stevenato... gli Italiani li credi proprio dei coglioni?
    • oreste .. Utente certificato 1 mese fa
      in conclusione il pensionato al minimo ha la stessa aliquota del Nano di Arcore! Questa è giustizia Fiscale! hahahha....
    • oreste .. Utente certificato 1 mese fa
      è vero epos!!! é la progressività della "Democrazia"...che manca! Ciaooo!
    • Eposmail. ,, Utente certificato 1 mese fa
      ..ciao oreste, in termini di progressività si può far di tutto. faccio un esempio solamente numerico che non ha nessun riferimento con eventuali aliquote. 100, 120, 140, 160,180..ecc. 100, 101, 102, 103,104..ecc. Entrambe sono progressività ,...ma entrambe sono distanti anni luce... tra di loro. La costituzione può essere utilizzata ad uso e consumo di chi ha il potere.... della propria convenienza.
  • vincenzodigiorgio 1 mese fa
    Molte delle persone che ho convinto a preferire il Movimento cominciano a guardarmi storto e a scuotere la testa , qualcuno mi esprime le sue perplessità con richieste di chiarimenti sull'improvvida iniziativa della Baldassarre e dei mille o cinquecento che siano di euro elargiti come ricompensa per chi ospita un immigrato . Non so che rispondere .
    • steveeeee64 1 mese fa
      Non è una cattiva idea secondo me,se dobbiamo accollarci i soldi del mantenimento degli immigrati così come controfirmato da Renzi nell'accordo Triton, tanto vale farne godere famiglie che si dimostrano ospitali verso gli immigrati, che si aiuti l'integrazione questo è certo, in più famiglie disponibili possono averne un beneficio. Dato che non è un 'obbligo, non vedo perchè non provare.
    • oreste .. Utente certificato 1 mese fa
      Se ti serve leggi qua e poi hai un'idea di quello che sta facendo la Raggi: https://www.ilfattoquotidiano.it/2017/11/29/roma-la-proposta-del-campidoglio-richiedenti-asilo-ospitati-nelle-case-500-euro-alle-famiglie-che-li-accolgono/4007581/
  • Luisa Dimeio 1 mese fa mostra
    Caro Di Maio, concordo sulla priorità di piccole opere e lavori utili per il popolo. Come recita infatti la Costituzione : L’Italia è una Repubblica fondata sul lavoro, la sovranità appartiene al popolo. La priorità dello Stato sarebbe quindi impiegare le risorse pubbliche per remunerare il lavoro che in Italia NON manca, a cominciare dall’ambiente (art. 9) che va a pezzi, dalla sanità (art. 32) che per avere una visita specialistica ci vogliono nove mesi, altrimenti te la paghi, dalla giustizia dove i pochi Magistrati, se iniziano un processo, non si sa se e quando lo finiscono. Il fatto è che la sovranità NON appartiene al popolo e lo Stato è una Oligarchia che impone una tassazione oltre il 50%, la più alta al mondo. Una Oligarchia che, fra imposte dirette e indirette, incassa circa 275.000 milioni di euro l’anno e ... cosa fa? Prende soldi in prestito dalla BCE, aumenta il debito pubblico e ... diminuisce i posti di lavoro. E io ... cosa farò? Quando Rousseau consentirà “ un programma deciso dagli iscritti”, metterò in votazione 2 punti programmatici : 1) Una Banca APPARTENENTE al popolo, il cui Dirigente viene eletto dal popolo azionista con il compito di custodire la riserva aurea APPARTENENTE al popolo, di stampare moneta APPARTENENTE al popolo e di gestirla per remunerare lavori di pubblica utilità, come deciso Direttamente dal popolo azionista. 2) Un ordinamento Statale Federale e uno Europeo Confederale, ordinamenti in cui il potere sia esercitato dal basso, dai cittadini di ciascuna Regione, i quali decidono Direttamente l’ammontare del gettito fiscale regionale e come reperire e investire tali risorse, sia per gli interventi locali, sia per quelli extra locali, nazionali o sovra nazionali che li coinvolgono. .. il punto 2) .. continua sotto ..
    • Luisa Dimeio 1 mese fa mostra
      - Per il coordinamento degli interventi extra locali ognuna delle 20 Regioni elegge da 2 a 5 Portavoce regionali (in proporzione ai suoi abitanti) per un totale di 80 Portavoce. Ciascuno candidato Portavoce si presenta alle elezioni nella propria Regione, affiancato da un Collaboratore Ufficiale di sua fiducia. - Gli 80 Portavoce eleggono poi in Parlamento i 60 incaricati del lavoro Legislativo sugli interventi -extra locali- indicati dalle Regioni, e i 20 che svolgeranno il conseguente lavoro Esecutivo. - In caso di interventi -sovra nazionali- la cui discussione e votazione in sede Confederale sia richiesta dalla maggioranza dei Portavoce verranno designati in Parlamento 73 fra i Collaboratori Ufficiali, i quali affronteranno il caso nel Parlamento Europeo, ognuno sotto la responsabilità diretta del Portavoce di riferimento. (Parlamento EU di cui sarà finanziata dagli italiani una sola sede) - Trascorso un anno dalle elezioni, se la maggioranza dei cittadini di una Regione si dichiara insoddisfatta di un proprio Portavoce, ha diritto di esercitare il recall e di sostituirlo con il primo nella lista degli esclusi. Buongiorno
  • vincenzodigiorgio 1 mese fa
    Tranne mia cugina tutti i miei parenti , amici , conoscenti e non votano per il Movimento , o almeno così dicono . Molti li ho martirizzati per anni , altri già lo facevano e altri lo faranno man mano che scendiamo sempre più nella melma prodotta dal PD e soci ! Sono centinaia se non migliaia di persone a cui ho fortemente rotto le scatole con la politica e molto mi ha aiutato l'opera dei vari politici di sinistra che fanno cose che farebbero incazzare pure Gandi ! "Le cose vanno male e dovete fare sacrifici " ! Mai concetto fu più cretino ! Eppure c'è gente che li vota , non tanta come appare , non certo un quarto degli italiani , diciamo un 10 per cento , il resto sono brogli e propaganda . Noi saremo senz'altro oltre il 40 ma non lo sappiamo perchè non abbiamo l'informazione in mano , siamo il primo partito e non abbiamo una rete tv delle tre nazionali ! Perchè ? Dovremmo pretenderla e invece mandiamo Fico a fare la foglia alle bestialità della Maggioni e soci !
  • oreste .. Utente certificato 1 mese fa
    Credo che gli Italiani si sveglieranno quando sarà troppo tardi. Hanno abbassato i livelli stipendiali,grazie alle importazioni di braccia extraeuropee ed europee. Hanno de-localizzato aziende. Hanno distrutto il futuro dei nostri giovani. Hanno distrutto l'economia reale. Hanno lucrato sugli immigrati,su la loro accoglienza,e sulla loro integrazione dicendoci che tutto era una risorsa. Hanno acconsentito che accordi firmati da mezzo secolo fossero funzionanti solo ai loro interessi europeistici e di oltre atlantico. Hanno permesso di dissanguare l'Italia solo per il loro potere. La grecia dovrebbe essere lo specchio di ciò che diventeremo....ma l'Italiano finche non lo tocchi nella sua borsa.... tranquillamente vivrà e voterà ancora questi farabutti. Rimarrà una speranza....un lumicino il m5s che governerà sulle macerie che loro hanno creato,ma sarà dura,sarà dura. Mi auguro di rivedere questi governanti presi a calci nel culo da popolo.... sarà un sogno? Coraggio riprendiamoci la nostra Italia prima che sia troppo tardi!
  • vincenzodigiorgio 1 mese fa
    Non ne usciamo senza danni , senza vittime , senza sofferenze ! Ci vogliono in rovina e ci siamo vicini ! L'Italia e la Grecia con le reni spezzate , l'Inghilterra fuori come da tradizione alleata dell'America e l'Europa non c'è più ! Niente di tragico ! Abbiamo vissuto bene senza Europa per 50 anni prima che si stringesse il cappio , ora dobbiamo tornare a essere allo stato nazione e gli americani ci lasceranno in pace e ci toglieranno dalle palbebre Renzi !
  • Fabio T. Utente certificato 1 mese fa
    La memoria corta , la compiacenza servile dei giornalai e la gioia che procura l' essere manipolati comprando quei fogli schifosi, perché si è intossicati. Oggi renzi considera un totem ideologico l' art. 18. Da sindaco diceva questo: "In questo momento nel mio territorio ci sono almeno 3 crisi aziendali di aziende di 150 persone che hanno deciso dalla mattina alla sera di chiudere e di andarsene. L’articolo 18 per loro non è un problema e per quel lavoratore non è una sicurezza. Ho detto sull’articolo 18 e lo ripeto qui che non ho trovato un solo imprenditore, in tre anni che faccio il sindaco, che mi abbia detto “Caro Renzi, io non lavoro a Firenze o in Italia, non porto i soldi, perché c’è l’articolo 18″. Nessuno me l’ha detto. Non c’è un imprenditore che ponga l’articolo 18 come un problema." https://youtu.be/1OrKTUWyL8A Beh, sicuramente coloro che bevono da certi giornali liberi, equidistanti e soprattutto rassicuranti perché antifascisti , queste notiziole le trovano .. Il pd è alla deriva , le menzogne non pagano signori lettori di fogliacci scadenti e bugiardi, smettetela di farvi manipolare e guardate la realtà, e sarà un dolore piacevole perché vi riabilitate.
  • Giuseppe 1 mese fa
    Magari si lamentano adesso, pero' fino a ieri non votavano M5S perche' non sono i 'professionisti della politica'! Incapaci come li definiscono gli intellettuali. A riveder la stelle! Beppe grandissimo!
  • harry haller Utente certificato 1 mese fa
    ...."pauperisti", c'ha chiamati "pauperisti", er Pauperon de'Pauperoni de noantri, quello che ha davero inizziato a mette 'e pezze ar culo de l'Italiani: mannallo affanculo, è sempre n'azzione bona er meritevole....
  • Luisa Dimeio 1 mese fa mostra
    Concordo sulla priorità di piccole opere e lavori utili per il popolo. Come recita infatti la Costituzione: L’Italia è una Repubblica fondata sul lavoro, la sovranità appartiene al popolo. La priorità dello Stato sarebbe quindi impiegare le risorse pubbliche per remunerare il lavoro che in Italia NON manca, a cominciare dall’ ambiente (art. 9) che va a pezzi, dalla sanità (art. 32) che per avere una visita specialistica ci vogliono nove mesi, altrimenti te la paghi, dalla giustizia dove i pochi Magistrati, se iniziano un processo, non si sa se e quando lo finiscono. Il fatto è che la sovranità NON appartiene al popolo e lo Stato è una Oligarchia che impone la tassazione più alta al mondo (oltre il 50%). Una Oligarchia che, fra imposte dirette e indirette, incassa circa 275.000 milioni di euro l’anno e... cosa fa? Prende soldi in prestito dalla BCE, aumenta il debito pubblico e... diminuisce i posti di lavoro. E io ... cosa farò? Quando Rousseau consentirà “un programma deciso dagli iscritti”, metterò in votazione 2 punti programmatici: 1) Un ordinamento Statale Federale e uno Europeo Confederale, ordinamenti in cui il potere sia esercitato dal basso, dai cittadini di ciascuna Regione, i quali decidono Direttamente l’ammontare del gettito fiscale regionale e come reperire e investire tali risorse, sia per gli interventi locali, sia per quelli extra locali, nazionali o sovra nazionali che li coinvolgono. 2) Una Banca APPARTENENTE al popolo, il cui Dirigente viene eletto dal popolo azionista con il compito di custodire la riserva aurea APPARTENENTE al popolo, di stampare moneta APPARTENENTE al popolo e di gestirla per remunerare lavori di pubblica utilità, come deciso Direttamente dal popolo azionista. Buongiorno
  • harry haller Utente certificato 1 mese fa
    ....'mmmazza, 'sto "rally"..... https://www.youtube.com/watch?v=zJFMxO61Meo
    • harry haller Utente certificato 1 mese fa
      ...volevo pure fa' na piccola donazzione, ma 'sta faccenda der "Rally" me indispone : ar massimo, ve manno 'na lattina de olio 5W40 e n'firtro de l'aria...(co' cento "rallies" possono sempre torna' utili....)
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    E' pazzesco in che condizioni la Raggi deve lavorare! Rosanna Paciotti Accusati di sabotaggio, cioè di avere fermato i treni della metro di Roma per guasti inesistenti o trascurabili, 18 macchinisti hanno ricevuto una lettera di sospensione da parte di Atac in cui, oltre alla decurtazione in busta paga, si paventa una misura ancora più drastica: la società del Campidoglio valuta di chiedere i danni ai suoi conducenti infedeli. Per ogni corsa saltata la municipalizzata dei trasporti romani perde 300 euro dal contratto di servizio col Comune. Considerando che ogni turno da macchinista prevede 6 corse, i conducenti potrebbero vedersi chiedere fino a 1.800 euro per ogni giorno in cui hanno simulato un malfunzionamento o ne hanno amplificato la gravità. . Ma licenziateli tutti!!!
    • harry haller Utente certificato 1 mese fa
      ...se capisce che 'sti fiji de 'na mignotta, pensano e/o so' sicuri d'averce protezzioni in alto loco....
    • oreste .. Utente certificato 1 mese fa
      seee 'ntanto je trova lavoro er bischero... dentro ar PD!
    • harry haller Utente certificato 1 mese fa
      ....quando si configuri un'azione così smaccatamente predeterminata a fini squisitamente politici e tesi a mettere in cattiva luce l'amministrazione pubblica , senz'altro: licenziamento in tronco.
  • harry haller Utente certificato 1 mese fa
    Er "TGCOM24", è fortissimo: spaccia pe' servizzio giornalistico er monologo completo der pedoporno Nano perennemente sotto inchiesta pe' quarcosa de delinquenziale; er Mostro de Arcore, ovviamente, n'aprofitta pe' vomità ogni sorta de cazzata sur M5S: definisce Beppe come n'"vecchio comico": ma che cazzo se dovrebbe dì de lui, n' vecchio debbosciato, corruttore, pedòfilo, evasore fiscale, colluso co' 'a Mafia??? Nun c'è confronto che gli Itagliani mafiosi se tengano quer lurido rottame; l'Italiani onesti, preferiscono er "vecchio" comico ( comunque molto più ggiovane de Tutankazzon......)
    • harry haller Utente certificato 1 mese fa
      ...e comprimenti ar Nano pe' 'a dentiera nova; certo, ce deve ancora fa' l'abituddine.... (perchè ar momento, pare che Tutankazzon c'abbia avuta 'na paresi facciale e che, più de parla', biascichi come n' centoventenne co' l'Alzheimer...)
  • Noè SulVortice Utente certificato 1 mese fa
    Sullo sfondo del video si può intravvedere un tipico paesaggio lombardo veneto. Poi certe persone fanno scelte di vita per loro azzardate. Bisogna stare attenti e rendersi conto delle proprie possibilità nel contesto e periodo storico in cui si vive.
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    Laura Tonino Tra Berlusconi e Jocker non avrei dubbi. Jocker ha i capelli verdi, più naturali e più fashion. Jocker ha fatto soldi in modo più onesto. Jocker fa ridere di più. Jocker ha un sorriso più naturale. Jocker lo batti in un film, perchè dalla sua ha solo una banda di scagnozzi. Il Pirata dei Caraibi, invece, dalla sua ha tutti i parassiti d'italia. Smemorati che l'ultima nave sia affondata nel 2011 ed il comando è andato a Monti. E allora ti interrompono per farlo parlare, e Lui parla: "I 5 stelle non hanno fatto nulla di buono per le loro famiglie" Il giorno dopo, lui, toglie gli alimenti alla moglie, cornuta. E non basta il conto di persone suicidatesi e imprese fallite con lui al governo..... mentre i 5 stelle vantano 7000 imprese nuove aperte con i soldi tagliati e messi nel micro-credito. Chi ha resuscitato Berlusconi? Non gli italiani, che hanno smesso di votarlo e di credergli da tempo. Ma questo sistema di lecchini e di interessati, che senza qualcuno a cui baciare le chiappe, rischiano l'estinzione
  • pabblo 1 mese fa
    ot oggi.... "Renzi: "Reintrodurre art. 18? Se dipenderà da me, mai. È un totem ideologico""... tempo fa..ma non al tempo degli assiri... "Renzi: "Reintrodurre art. 18? Se dipenderà da me, mai. È un totem ideologico"Non c’è un imprenditore che ponga l’articolo 18 come un problema. Perché, mi dicono, c’è un problema di burocrazia, di tasse, di giustizia, non dell’articolo 18. E non ho mai trovato neanche un ragazzo, precario, che mi abbia detto “Sogno l’articolo 18”. Per quello che mi riguarda l’articolo 18 è un problema mediatico. E’ un problema che si è posto soltanto nel dibattito mediatico”... sto aspettando che passi da "il reddito minimo è incostituzionale" a "il reddito minimo è una priorità del piddì" almeno ne farà una giusta... ps matteorenzi oggi: improvvise.. adapt...fail :)
    • pabblo 1 mese fa
      ho fatto un piccolo errore..ho copiato due volte la stessa frase...sorry imperdonabile comunque...adieu... :)
  • Veronica2 1 mese fa
    Sembrerebbe che il nostro esercito, i nostri soldati non siano più disponibili per interventi sul territorio italiano. Questo si può rilevare da ciò che si legge in diverse occasioni. A Rigopiano c'è stata una lite fra i dirigenti perchè non hanno voluto chiedere l'intervento dell'esercito. Alcune settimane fa si è suicidato un generale pare per il peso di ciò che è successo a Rigopiano. Ultimamente a Ostia, Virginia aveva chiesto l'esercito, ma la Pinotti non si è resa disponibile. Allora sorge una domanda, dov'è il nostro esercito, dove sono i nostri soldati? Forse sono stati tutti inviati a fare le guerre in giro per il mondo? C'è qualcuno che può darci una spiegazione?
    • antonnio d. Utente certificato 1 mese fa
      Harry, il bello è che si danno anche le pensioni da 462.000 euro/anno. Quanto mancano 8 mesi dalla pensione promuovono tutti di grado e vanno in pensione con l'ultimo stipendio.
    • harry haller Utente certificato 1 mese fa
      ...praticamente, so' tutti Ufficiali: se danno l'ordini da soli e si disubbidiscono, se danno pure 'a punizzione...(sempre molto blanda, ma se sa: bisogna tratta' bbene 'i sordati...)
    • antonnio d. Utente certificato 1 mese fa
      Perchè nel nostro esercito, non ci sono soldati semplici. Sono tutti Ufficiali. l'Itaglia, ha 5 volte i generali USA che ha un esercito 5 volte quello Itagliano.
  • anna quercia Utente certificato 1 mese fa
    http://rumoriapiancogno-annaquercia.blogspot.it/2017/12/caro-staf-del-5s-vi-chiedo-di-fare.html caro staf del 5s, vi chiedo di fare intervenire la magistratura, di fare denuncia penale, ci stanno censurando ,boicottando,su Facebook,google e meno Twitter siamo nella merda, e voi zitti,mica vivete solo del vostro blog, se non ci siamo noi siete zero,cacchio ma fate denuncia, ma non capite che vi lavorano ai fianchi, mica ci vuole un genio per capire che caxxo stanno facendo quelli del governo e berlusconi., dovete voi come M5S, movimento politico in parlamento fare denuncia penale per il modo che ci trattano nei social e vi svegliate altrimenti siamo tutti nella merda, è il web la nostra forza e ci stanno censurando,rallentando, io ho un blog senza pubblicità, perchè si sono rifiutati di darmela visto gli argomenti che tratto,cioè di solito metto un'articolo di un giornale e commento, ma per google sono una sovversiva, Facebook, mi rallenta, non mi fa mettere la locandina, mi ha bloccato con scuse cretine per 10 giorni , lo fanno con tutti noi grillini, e sarà sempre peggio, voi dovete fare una denuncia alla magistratura, perchè trattasi di censura e persecuzione politica verso un gruppo di simpatizzanti e iscritti al movimento e svegliatevi, vogliamo vincere, non apparire, capito
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    I MIRACOLI DI VIRGINIA RAGGI Laura Tonino 1)Muove una comunità intera ad affrontare con coraggio gli Spada per le strade di Ostia e regge al 2° turno la disaffezione 2)Fa sparire Meloni e Salvini per 2 settimane dalla cronaca e dai radar.Chi si aspettava l'effetto mitragliate di fango,dalle colonne comunicative del bunga-bunga,si ritrova un rinculata con 20 punti di distacco.A quanto pare i diamanti del Madagascar,le spranghe e la maschera di cera(pompati ed elevati dialetticamente a "cdx united")senza Genovese e i malati di Alzheimer a votare non vincono 3)E poi la perla.Scova 1600 furbetti a Roma,nel silenzio generale.Con redditi da 700 mila € in case popolari e famiglie con 18 immobili sparsi per Roma a piangere miseria togliendo il posto ai veri bisognosi.Che se l'avesse fatto un Marino,un Veltroni o un Rutelli saremmo già a celebrarli tra Vangelo e Omelia progettandone statue commemorative in ogni piazza d'Italia da ogni tromba comunicativa tele-radio-cartacea Toh! 4° miracolo.Roma balza di 21 posizioni nella classifica della qualità della vita nelle città Ovviamente merito del predecessore Romolo Augustolo Questa è già il miglior sindaco che Roma abbia avuto nell'ultimo quarto di secolo. Toh 5° miracolo di Raggi in un mese! Standing ovation -35 euro al giorno(quanto costa in cooperativa) dati alla famiglia che accoglie il migrante, moltiplicato per 30 giorni quanto fa? 1050 € -In mano a chi è,oggi,il business delle cooperative? I migranti si integrerebbero meglio in una cooperativa(con cibo da maiali) o in una famiglia che sente di avere lo spirito per accogliere un "caso sociale"? -Meglio dare 1050 euro al mese per 12 mesi per 10.000 richiedenti asilo per 10 anni ad una cooperativa di Buzzi (1,25 miliardi di euro) o 125 mila euro a 10 mila famiglie romane? -E che risultati avremmo a lungo termine? -Dato per certo che non possiamo eliminare il problema sociale(ci sono già già queste persone e bisogna gestirle),che voto dare a questa iniziativa di Virginia?
  • Beppe A. Utente certificato 1 mese fa
    Ma fraccaro che e' stato in giappone, non poteva chiedere come hanno trovato nel giro di 72 ore 180 miliardi di $ per la ricostruzione post terremoto, e noi non si trovano spiccioli per un ponticello?
  • antonnio d. Utente certificato 1 mese fa
    Piccolew opere: Sgarbi e Tremonti, lanciano il partito Rinascimento. Ma si tratterà di Mento o di Culo?
  • ferdinando santoro 1 mese fa
    ma per il ponte si è pensato al genio militare come misura temporanea?
    • gabriele f. Utente certificato 1 mese fa
      SI FAREBBE PRIMA CON IL GENIO DELLA LAMPADA
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    Laura Tonino Piú li pagano e piú schienati sono. Toh sesto miracolo di Virginia! Record storico di Acea. In 4 anni da 4 euro a oltre 16 euro per azione. Azzerati i prelievi da Bracciano e ridotte le perdite.
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    Annamaria "Ci avete paura de perde a zizzarella voi camerati pddini renzisti?" Hanno il terrore che qualcuno li butti fuori dalla loro comoda nicchia di potere e privilegi, per questo odiano il m5s. Dal più grosso al più piccolo-per intenderci, dall'ex fascista Scalfari al piccolo blogger, la sostanza non cambia: il terrore e l'odio sono esattamente gli stessi, come è identico il disperato bisogno di esorcizzare gli alieni a qualunque costo: qualunque intruglio, qualunque accozzaglia, qualunque porcheria di palazzo, per loro andrà tutto benissimo. Guarda un po' come già stanno bene in Sicilia, tutti insieme al caldo con Musumeci, con Sgarbi e Genovese. E non abbiamo visto ancora niente: prossimamente assisteremo a molto altro e a molto, molto peggio.
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    Laura Tonino Toh quinto miracolo di Raggi in un mese! Standing ovation. - 35 euro al giorno (quanto costa in cooperativa), moltiplicato per 30 giorni quanto fa? 1050 euro. - In mano a chi è, oggi, il business delle cooperative? - Si integrerebbero meglio in una cooperativa (con cibo da maiali), o in una famiglia che sente di avere lo spirito per accogliere un "caso sociale"? - Meglio dare 1050 euro al mese per 12 mesi per 10.000 richiedenti asilo per 10 anni ad una cooperativa di Buzzi (1,25 miliardi di euro), o 125 mila euro a 10 mila famiglie romane? - E che risultati avremmo a lungo termine? - Dato per certo che non possiamo eliminare il problema sociale (ci sono già queste persone e bisogna gestirle), che voto dare a questa iniziativa di Virginia?
  • Luca M. Utente certificato 1 mese fa
    https://www.ilfattoquotidiano.it/2017/12/01/luigi-di-maio-in-versione-dc-cosi-il-m5s-moderato-perdera/4013231/ trovo utile l'articolo di sansa e penso che sia una critica seria e sulla quale riflettere e che mi trova d'accordo.restiamo uniti ma arrabbiati e più vicini alla nostra base!
  • Armando Pace 1 mese fa
    Lo dirò sempre e colpa di tutti i cazzari contaballe alla ronzino ..ma più colpa dei leccaculi giovani e no che gli stanno intorno...MALEDETTI tutti..contaballe perfino a se stessi...
  • Italo 1 mese fa
    Effetto Serra e siccità esigono urgenti costruzioni di dighe sulle montagne. Il Nord Italia,abituato all'abbondanza d'acqua, è ora più esposto persino della Sardegna, che ha ben 30 dighe. Italo
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    seguito 2 cosa che va evitata con tutti i raggiri possibili della democrazia ed anche, eventualmente, con il piano di Licio Gelli (già avviato dal Renzi) perché è il governo che deve educare il popolo e scegliersi il popolo e non è il popolo che deve scegliersi il governo. Non si può permettere al popolo di farsi governare dal partito che come maggioranza si è scelto, verrebbero meno le prebende della classe dominante, degli intellettuali e dell'élite. “Dovremmo forse lavorare anche noi ed i nostri figli? Noi siamo esseri superiori. A Noi!! Vieni con noi, cainano nero, caro fratello massone”.
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    seguito 1 Un po' come quando le forze non fasciste si unirono nel listone alle destre vere, per meglio profittare della legge elettorale imposta fascisticamente dal Mussolini, con la conseguente inevitabile catena di eventi, che hanno portato alla necessità progressiva di una sempre più violenta virata verso una dx dittatoriale. In tal modo si garantisce un dislivello fra le masse sempre maggiore, aumentando da una parte il disagio di tanti e dall'altra il privilegio di pochi. Pochi che mai avrebbero accettato redistribuzione in tasse o giuste retribuzioni e welfare, per cui la diga di mantenimento si è dovuta sempre più schierare contro il nemico interno (comunisti, socialisti, intellettuali, democratici, liberali, liberi pensatori, poeti, comici, satira, libera informazione, lavoratori, cattolici, chiesa ed infine partigiani e dissidenti), e creare illusioni di risorse esterne e miglioramenti a cui attingere per le classi deboli con guerre di conquiste e depredazioni all'estero. Che tristezza i vecchi che da vecchi ritornano giovani (giovani fascisti della prima ora), che già non bastava la richiesta di epurazioni a Bersani quando la sinistra Pd osava contestare l'appoggio a Monti, imposto e non eletto o le sue scelte legislative. Ed ora ci tocca sentirlo nell'elogio della classe dominante che merita di dominare gli inferiori, la maggioranza scialba e schiava dei subumani che essendo cosi impegnati a sopravvivere e produrre per la classe eletta, non hanno le capacità intellettive e sceglierebbero (da populisti) un governo che sarebbe anche capace di fare scelte scellerate (tipo tassare i ricchi e le rendite di posizione e diminuire i privilegi, redistribuire, rendere pubblici i beni pubblici, mettere dei dubbi nel meccanismo ben oliato dei soldi pubblici ad armaioli, cementificatori, concessionari, inquinatori, biscazzieri, editori, big pharma, prebende, rovinando l'economia ed egemonia dei parassiti) segue
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    CASTAROLO (dal blog di Gilioli) Che tristezza Scalfari, che per difendersi da quello che ha detto contro Di Maio pro Berlusconi, ha finito con filosofeggiare concludendo che sostanzialmente: -Mussolini aveva ragione (non lo ha detto nominandolo ma portando le sue tesi) -il popolo italiano non merita una democrazia, non ha diritto di scegliersi il partito che lo deve governare, ma merita un padre padrone, non scelto da lui ma imposto dai ceti dominanti e, personalmente, il vecchio (che fa parte e lavora per detti ceti col suo entourage, anche familiare e le sue connessioni) non vuole, come il potere costituito e le classi dominanti, un governo che cambi realmente l'acqua fetida di questo stagno, perché loro in questo stagno ci sguazzano bene e ci porciscono bene e Berlusconi questo lo garantirebbe (come Mussolini garantiva i ceti dominanti direi io, cioè il mestiere della dx reazionaria e conservatrice degli interessi costituiti). Quindi quello che lui stesso definisce un gangster, sostanzialmente, può essere lo sgherro ed il mercenario a pagamento che li possa garantire, in continuità, nei loro privilegi, facendo e proseguendo il lavoro sporco fatto già dal Renzi. Il vecchio torna alle sue nostalgie giovanili, di quando era un pluripremiato giovane fascista in uniforme, per cui l'importante non era la democrazia ed il benessere dei più (magari il miglioramento per i deboli), non era la libera scelta del popolo, ma la garanzia di una governabilità del suo giusto governo (quello giusto per la minoranza che sta bene) e poco importa se sia imposta con una legge elettorale truffa incostituzionale pro governo della minoranza e per di più con coalizione fra finta sx e vera dx, e non importa se si cambia la Costituzione partigiana anti dittature con una mostruosità. segue
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    -Anche Di Maio dice: “L’Italia ha bisogno di crescita demografica!” No, davvero. L’Italia non ha bisogni di molti figli, ha bisogno di cittadini, grandi o piccoli, curati meglio dallo Stato. Tutti questi pianti sulla denatalità e i 100.000 bambini italiani in meno li capisco solo fino a un certo punto. Il controllo delle nascite è la norma nei Paesi sviluppati dove si è indebolito l'imperio delle chiese sul dovere delle donne di fare figli, dove le donne sono emancipate, lavorano, fanno figli più tardi che possono, se hanno una carriera non vogliono rinunciarvi, se sono in difficoltà economiche hanno bisogno di lavorare e non hanno più il supporto delle famiglie allargate di un tempo, o sono senza un partner nell'allevamento dei figli o non hanno aiuti pubblici, come asili gratuiti e assistenza all'infanzia, o vengono addirittura licenziate se incinte. Ormai in Italia nascono per lo più bambini stranieri. I minori stranieri in Italia nel 2015 erano 1.085.734, rispetto ai 933.228 del 2011: in pratica 152.000 bambini in più in 4 anni. In Italia il 13% dei bambini sotto i 5 anni è straniero. Nel 2016 la popolazione europea è aumentata di 1,5 milioni di persone per effetto dell'arrivo di migranti. In Italia abbiamo già 206 abitanti per kmq. Siamo al top. Non mi sembra il caso di auspicare altri aumenti di popolazione, visto che con un solo reddito spesso non si vive, il welfare non fa che diminuire, il lavoro manca, le garanzie di futuro sono state spazzate via, gli aiuti pubblici sono precari e saltuari, non si fa che fare tagli alla sanità e alla scuola... Il tasso di natalità italiano è 1,26, e, dato che, per fare un bambino, ci vogliono due persone, ciò significa un lieve calo della popolazione italiana, compensato dall'arrivo dei migranti. Per un italiano che non nasce, uno arriva. In Italia nel 2015 sono arrivate 153.000 persone. Nel 2016 181.000. Quest'anno, a novembre, solo 8.300. NASCONO MENO BAMBINI? DEO GRATIAS!
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 mese fa
    *Stiamo rapidamente diventando un Paese ad etnia mista e si rassegnino i razzisti!In futuro questo aumenterà Del resto tutto l'Occidente vede diminuire le nascite.E per fortuna!Vista la crisi,l'austerità e la corrosione di risorse per cui a livello mondo, abbiamo superato il tetto della sostenibilità! Di popolazione in Italia ce n'è anche troppa e non c'è sussistenza per tutti Siamo il Paese dove nascono meno bambini e già questo è un atto di accusa per il Governo,ma non è poi che negli altri Paesi europei vada molto meglio. Germania,Spagna e Svizzera sono a 1,41 per donna,Olanda: 1,72. Non vorremmo certo essere come in MO:2,5 figli per donna. O come in Congo,6,7. O in Nigeria:5,32 In genere, più un Paese è povero, più figli fa e più è alta la mortalità infantile. I troppi figli spesso sono causati da ignoranza delle donne o violenza fisiche o mentali su di loro. Il vero problema è che quei pochi bambini che nascono dovrebbero essere curati come tesori da uno Stato efficiente. Risulta invece ridicolo il bonus bebé dato da Renzi indiscriminatamente al figlio della poveretta come a Falco Briatore. Come risulta ridicola la povera Lorenzin che si sbraccia in una campagna pro natalità di tipo fascista. Sono stati ridicoli gli 80 euro, dati a chi un reddito ce l'aveva e tolti a 966.000 italiani che hanno dovuto restituirlo per intero, perché il loro reddito si era abbassato e altri 765mila in parte.Risulta ridicolo il reddito di inclusione,dato solo per 18 mesi e a famiglie di 5 o più persone e con un reddito Isee non superiore a 6.000 euro l'anno,dunque a una minoranza Dobbiamo leggere boiate come:"La donna ha rinunciato alla sua funzione primaria!,primaria un accidente! «Il destino delle donne non è fare figli,ma vivere».Quando lo sentirò dire da qualche uomo,soprattutto prete,l'Italia avrà fatto un passo avanti.Preferisco la Aspesi:"La libertà di non fare figli è la più grande conquista femminile".La retorica catto-fascista Chiesa che i figli non li ha protetti mai.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus