I terremotati sono una priorità? In Parlamento pare di no

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di MoVimento 5 Stelle

Il decreto terremoto e i bisogni degli cittadini e degli Amministratori del Cratere rappresentano una priorità nel cuore di tutti gli italiani, ma per la Camera dei Deputati non lo sono affatto, almeno a giudicare dall'andamento dei lavori. In questo momento, infatti, il testo del decreto è fermo in commissione Ambiente, messo in coda alla Legge sui parchi che è un provvedimento che di urgente non ha nulla. E’ impossibile che i partiti di maggioranza non abbiano idea di quale dramma sia in corso, allora perché continuano a infilare il provvedimento sul terremoto sotto la pila degli arretrati?

Il 7 marzo abbiamo dovuto tutti consegnare di corsa gli emendamenti
come se si fosse in dirittura d’arrivo, poi improvvisamente la maggioranza ha deciso di dare priorità al Ddl Parchi. Forse c’è un “piccolo” conflitto di interessi tra cittadini e politici: i primi vogliono trovare soluzioni efficaci e rapide ad una drammatica situazione rimasta finora congelata; i secondi, invece, paiono molto più interessati a discutere i metodi di elezione del direttore di un parco. Per loro, la vera emergenza sono sempre le poltrone.

Oppure, come cominciamo a sospettare e come spesso abbiamo già visto alla Camera, tanta lentezza serve solo a non esaminare in modo approfondito e serio il Dl terremoto e che, con la scusa dei tempi stretti, si voglia poi chiudere il tutto in fretta e furia. Niente emendamenti, niente miglioramenti, niente discussioni. E meno male che si chiama “parlamento”.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • antonie amdronia Utente certificato 21 ore fa
    Ciao Per la realizzazione dei vostri progetti che si cura di cui non hai abbastanza fondi, la soluzione è le offerte di Lady Josina gomez di prestito diversi per vostri progetti prima fino a 70.000 euro con un tasso del 2% di contattare il servizio prestitobancario2017@gmail.com
  • Shahab Shirakbari Utente certificato ieri
    IL TERREMOTO COME BUSINESS.. Tutto cambia nel mondo, uomo no, dalle false dichiarazione di abitazioni lesionate, falsi terremotati, ai raccolta di denaro per beneficenza truffa... Uomo non ne ragione ne pietà ne vergogna per niente e nessuno tutto deve rendere, tutto si trasforma tragicamente ai danni dei veri terremotati in un affare colossale.
  • mario di genova 3 giorni fa
    togli il 'pare' ! la priorità da anni è la poltrona, lo stipendio e diritti acquisiti essendo affermati politicanti e non vocati politici.
  • Shahab Shirakbari Utente certificato 3 giorni fa
    LA DISORGANIZZAZIONE PER RITARDI E SPRECHI RENDONO.. I disaggi causati ai ritardi di mesi hanno causato enormi danni sia ai terremotati con freddo e neve che alla economia del centro Italia in particolare Umbria e Marche. Per esempio c'erano già dai precedenti terremoti case di legno pronti da consegnare ai terremotati, ma si è preferito fare nuovi a costo di 60 mila Euro. VOLUTAMENTE IN RITARDO...
  • Aldo B. 3 giorni fa
    "Niente emendamenti, niente miglioramenti, niente discussioni. E meno male che si chiama: “Parlamento” Infatti l'etimologia della parola "Parlamento" deriva appunto dall'unione delle parole: "Parlo e Mento"
  • flavio guglielmetto mugion Utente certificato 3 giorni fa
    Mi pare che debba pensarci il Welfare del Governo.
  • Renato . Utente certificato 3 giorni fa
    Lo STATO rifiuta 5000mq di casette gratis per i terremotati https://www.youtube.com/watch?v=gzVPmFuVQpo
  • Ti. Bi. 4 giorni fa
    Voi certamente non siete dei pivelli ma noi non siamo dei pirla. Il decreto terremoto langue perché tempi, costi, modi, condizioni, sono stati materia di discussione e decisione, altrove. Arriverà fra capo e collo a Ferragosto quando, col caldo che darà alla testa, avrà un approdo più facile.
  • Giampaolo M5S Utente certificato 4 giorni fa
    L'Italia cade e i politici che ci governano sono sempre più ricchi..
  • mario c. Utente certificato 4 giorni fa
    Intervenire con urgenza non permette di rubare. Quindi prima ci si mette d'accordo tra politici e imprenditori, poi con la scusa del ritardo si approvano opere in urgenza senza controlli, le opere che per l'appunto erano state concorate tra i furbetti. Film già visto in passato. Ciao, Mario
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 4 giorni fa
    Può' darsi che vogliano guadagnare tempo per mettere insieme un po' di euro visto che le casse sono vuote e che gli interventi vanno pagati, prima o poi.
    • massimo s. Utente certificato 3 giorni fa
      casse vuote ? certo finche i soldi non servono a loro e ai loro amici! i soldi per le banche li hanno trovati subito !!
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus