RAI: gli Happy Five e i segreti della Tarantola

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

happy_days_rai.jpg

Tarantola perché non rispondi? Chi sono gli "happy five" che prendono la maggior parte dei 2 miliardi dati all'esterno ogni anno dalla RAI? Quanti sono i precari RAI? 40.000? 30.000? 20.000? Chi ha deciso la trasmissione a reti unificate del discorso di Berlusconi dopo la sua condanna? Chi ha nominato i 622 dirigenti RAI, uno ogni 18 persone, che prendono complessivamente 100 milioni di euro all'anno e per quali meriti?
Gli happy days alla RAI stanno finendo per le "happy five" e per i partiti. E' tempo di pulizia.

"Ho incontrato la Presidente della Rai Annamaria Tarantola per un confronto sulle richieste di documentazione avanzate dalla Commissione Vigilanza Rai. La Presidente Tarantola ha voluto personalmente portare in Commissione parte dei documenti richiesti, ma su altri atti la Rai ha opposto resistenza argomentando che non rientra tra i compiti della Commissione il controllo sui singoli atti gestionali dell’azienda pubblica. I documenti che l’organismo bicamerale di vigilanza chiede ancora di analizzare sono:
- il verbale della seduta del Cda in cui è stato respinto il testo del nuovo regolamento dello stesso Consiglio
- elenco delle società che hanno attualmente in essere un contratto con la Rai
- dati puntuali sulle "happy five", società cosi definite dal consigliere Antonio Pilati (durante l’audizione del Cda Rai davanti la Commissione Vigilanza il 18 luglio), che più di altre lavorerebbero con l'azienda pubblica
- una nota sul dispositivo SKY che permette di vedere in chiaro programmi criptati RAI
- il testo dei pareri richiesti sul bilancio, corredato dal nome degli studi che li hanno espressi
- l'elenco completo delle località del territorio nazionale nelle quali si registrano difficoltà o interferenze nella ricezione del segnale RAI, nonché di quelle nelle quali è totalmente assente
- il numero complessivo dei dipendenti, dirigenti e quadri della RAI e loro distribuzione; il numero dei contratti di consulenza o collaborazione attualmente in essere; il numero complessivo dei giornalisti
- circa la programmazione televisiva, si richiede la trasmissione dei palinsesti autunnali approvati dal Cda e presentati agli inserzionisti pubblicitari, nonché di conoscere in quale percentuale la programmazione annuale della RAI è realizzata da società di produzione esterne all'azienda
- copia del bilancio di previsione per l'anno 2013
La Commissione non può quindi prendere visione di alcuni dei documenti richiesti “per motivi di riservatezza”, come si legge nella lettera ufficiale a me indirizzata. Si mostra una certa reticenza nel fornirci informazioni più dettagliate su argomenti pur di interesse collettivo. La Presidenza e il Cda della Rai, riunitosi due giorni fa proprio per discutere delle richieste di documentazione, hanno ritenuto necessario richiedere un parere a competenti organi consultivi (tramite l’Azionista, il Ministero dell’Economia) riguardo la legittimità delle istanze avanzate dalla Vigilanza e la definizione del perimetro di informativa tra la Rai e la Commissione stessa. Vogliono che un ente terzo dichiari cosa debbano o non debbano trasmettere alla Vigilanza. Perché? Noi ovviamente continueremo ad insistere sul punto nell’interesse di tutti. I cittadini e coloro che pagano il canone devono poter essere tutelati e devono poter avere un’immagine chiara delle effettive condizioni della Radiotelevisione Italiana e di come questa spende le risorse derivanti dal canone di abbonamento. Esigeremo la totale trasparenza, principio che dall’inizio contraddistingue l’operato di questa Commissione." Roberto Fico

PS: Sono pervenute numerose segnalazioni a proposito delle trasmissioni e dei telegiornali Rai andati in onda dopo la lettura della sentenza della Cassazione riguardante Silvio Berlusconi. Ho ritenuto opportuno verificare il corretto trattamento della notizia. Se necessario, agiremo in seno alla Commissione di Vigilanza Rai.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Norberto Longhi Utente certificato 4 anni fa mostra
    Boldrini, la finta francescana: una carriera nei salotti del potere viene paragonata al nuovo Pontefice, ma è figlia della solita casta di sinistra Roma - Un po' sul serio, un po' con ironia fioccano i paragoni tra Laura Boldrini e Papa Francesco. Già si preparano quelli con la missionaria madre Teresa di Calcutta, ma forse sarebbe meglio con qualche «pasionaria» rossa della guerriglia sudamericana. Prese le Camere ora vogliono il Quirinale Manca solo l'aureola. E la sua provenienza dalle fila del Sel di Nichi Vendola dà all'impegno umanitario quella luce di ideologia politica facile da enfatizzare. Ma troppo entusiasmo può riservare anche amare delusioni. Perché chi conosce bene Laura Boldrini e la sua folgorante carriera sotto i riflettori internazionali assicura che è figlia di una casta radical snob ben ammanicata nelle stanze del potere e il suo percorso è stato, per così dire, preferenziale. Tanto che il suo ruolo all'Unhcr scompare con lei, perché le è stato tagliato addosso come un vestito d'alta moda. Alla faccia di tanti che avrebbero voluto subentrare in quella posizione, così ricca di soddisfazioni e così libera del ferreo controllo riservato ad altri ruoli. La maceratese Laura viene da quella società marchigiana fatta di famiglie tradizionali e un po' bucoliche, colte e all'antica, molte di riservata nobiltà altre di solidi patrimoni, che spesso avviano i rampolli ad un futuro in diplomazia o comunque in organismi internazionali. È sempre stato uno dei giardini più ambiti dall'alta società e con quell'obiettivo si fanno studiare i giovani nei migliori collegi, d'estate si iscrivono ai corsi di lingue e si organizzano viaggi per conoscere il mondo, li si iscrive a università di fama e si pagano stage e master all'estero dopo la laurea. Un'esperienza nel mondo del volontariato, in certi circoli radical-snob, è d'obbligo per far brillare il curriculum.
    • er fruttarolo Utente certificato 4 anni fa mostra
      O pagherà er canone?? http://youtu.be/6W5yce4u6nk
    • Norberto Longhi Utente certificato 4 anni fa mostra
      Fa molto nobiltà d'animo e i genitori raccontano con orgoglio nei salotti le esperienze vissute lontano da casa dei figli. Se poi da grandi compiono il grande salto, certo è merito loro, ma il trampolino di lancio ad altri è precluso. Laura, nipote di un petroliere, dopo la maturità vola nelle risaie del Venezuela e poi si regala un lungo viaggio in tutto il Centroamerica. Poi arriva la laurea. Ora che tutti si entusiasmano per il nuovo stile della presidente della Camera, che all'investitura si presenta con una giacchetta nera striminzita e sale a piedi al Quirinale per la prima visita al Capo dello Stato, bisognerà pur chiedersi se la Boldrini non abbia avuto la strada spianata come pochi. Visto che è entrata in Rai come giornalista negli anni Ottanta, ha fatto tappa all'agenzia giornalistica Agi di proprietà Eni, per poi dare un calcio ad un posto ambito e solido per tuffarsi nelle sue avventure nel mondo. Entrando, certo grazie alle sue doti e alla sua tenacia prima alla Fao, poi all'Onu nel 1989. Infine, l'approdo all'Alto commissariato per i rifugiati nel 1998. Medaglie e riconoscimenti si sprecano, compresa la nomina nel 2009 ad «Italiano dell'anno» di Famiglia Cristiana. Laura, la francescana, ha lo stesso pedrigree sociale e castaiolo di una Melandri o di una Concita De Gregorio, solo che il suo orizzonte è più internazionale. Sa come incantare le masse e il potere. Su twitter ha raccontato il suo incontro con Napolitano. Il presidente l'ha salutata con queste parole: «Sangue freddo, fatica e successo». Nessuna paura: Laura Boldrini è una predestinata.
  • Norberto Longhi Utente certificato 4 anni fa mostra
    Confesso la mia ignoranza, ma io non avevo mai sentito parlare del "celebre" artista Andrea Boldrini. Solo ora che la sorella è Presidente della Camera , tutti si sono accorti del grande artista. Mostre sponsorizzare dalla Regione Lazio, dalla Provincia di Roma e altri Enti, sono organizzate a tappeto. Una si tiene a Frascati, mentre il Campus Bio Medico di Trigoria (Roma) in tutti i piani espone quadri del suddetto artista. Ripeto, io non lo conoscevo, ma questa coincidenza di tempi mi costringe a malignare.
    • Giacomo Lodger Utente certificato 4 anni fa mostra
      http://www.ilgiornale.it/news/interni/boldrini-allergica-ai-fischi-contestata-ai-fori-imperiali-941080.html
  • Norberto Longhi Utente certificato 4 anni fa mostra
    Boldrini è allergica ai fischi: contestata ai Fori imperiali abbandona l'inaugurazione ma perche' dobbiamo mantenere sta cazzo di radical chic miliardaria che spinge per la rovina dell'italia insieme alla collega congolese ? speriamo cada subito sto governo e cosi' se ne andranno a lavorare!!!
  • Norberto Longhi Utente certificato 4 anni fa mostra
    IO SONO INNOCENTEEE IO NON MOLLOOOOO «Vi devo dire, guardandovi negli occhi come ho fatto con i giudici, che io sono innocente!» «una parte della magistratura é fortemente ideologizzata e politicizzata e lo dichiarano in chiaro. Ci sono alcuni aderenti che sono segreti perché non dicono a quale associazione appartengono e sono convinti di dover usare il loro temuto potere per toglierlo ai cittadini "La magistratura ha tentato di buttarmi fuori per 20 anni dalla politica, ora hanno raggiunto il loro traguardo", Sono passato in questi giorni attraverso delle giornate più angosciose di tutta la mia vita" "Ho ripassato quello che io ho fatto come figlio, come padre, come imprenditore e come cittadino e servitore dello stato “C'è "una magistratura fatta di impiegati statali (NDR : MILIARDARI STATALI , DEL SUD CON VENDETTA NEL SANGUE TIPICO DELLA ZONA: TUTTI CON UN PIEDE NELLA FOSSA) che hanno fatto un compitino, vincendo un concorso, e che ora sono liberi, indipendenti, irresponsabili perché non subiscono nessun controllo e mettono sotto gli altri poteri dello Stato, quello esecutivo e quello legislativo. lunga vita a berlusconi!!!!
  • Norberto Longhi Utente certificato 4 anni fa mostra
    possibile che dei 5 giudici che hanno condannato B, 3 sono della Campania e 2 della Puglia? Avere una maggiore integrazione fra nord, centro e sud è impossibile? Qualcuno potrà dire: ecco, B si lamenta dei giudici di Milano, adesso che sono del sud si lamenta lo stesso! Sbagliato! De Pasquale è di Palermo, la Boccassini di Napoli... Possibile che le migliori menti del diritto nascano da Napoli in giù? La giustizia è in mano ai figli del sud... Domandatevi quanti sono i magistrati nati sopra lo spartiacque del Po, e troverete che tra questi molti hanno radici meridionali; facciamo lo stesso per prefetti e questori e vedremo che le percentuali sono più o meno le stesse. Ci piaccia o no, la cultura meridionalista (checché se ne dica c’è) è ben radicata; quella che un tempo si chiamava savoiarda e austro-ungarica ha perso.
  • Norberto Longhi Utente certificato 4 anni fa mostra
    Tre paesi diversi: Iraq, Libia, Pakistan. Obiettivi identici: prigioni (in teoria) di massima sicurezza. Il risultato comune: una maxi evasione. Quasi 2 mila detenuti fatti fuggire da spettacolari azioni condotte da formazioni di ispirazione qaedista. Il primo episodio è avvenuto una settimana fa contro la prigione di Abu Ghraib, in Iraq. Cinquanta i soldati uccisi, centinaia gli evasi. I militanti di Al Qaeda hanno usato lanciagranate, kamikaze, veicoli-ariete per neutralizzare le difese. Un attacco che ha lasciato il segno, mostrando l’inefficacia degli apparati iracheni. Un assalto che si salda ad una spaventosa serie di attentati che hanno provocato solo in luglio oltre 900 vittime. Il secondo evento a Bengasi (Libia), città dove gli integralisti continuano ad essere molto forti. Una rivolta nel carcere di Koyfiya accompagnata da un’incursione dall’esterno da parte di un gruppo armato ha portato alla fuga di 1200 prigionieri. Infine, lunedì, un robusto contingente di talebani ha attaccato la prigione di Dera Ismail Khan, nel nord ovest del Pakistan. Anche in questo caso sono stati impiegati attentatori suicidi, mortai, autobombe. Per le autorità 248 detenuti sono riusciti a scappare. Gli esperti che seguono i movimenti qaedisti sono convinti che si verificheranno presto altri assalti contro le carceri. tra non molto , a 50 alla volta, ce li ritroveremo tutti qui da mantenere!!!
  • Norberto Longhi Utente certificato 4 anni fa mostra
    <Sbarchi, intercettato gommone con 22 persone a largo coste calabresi 22 ore fa <Notte di sbarchi a Lampedusa: oltre 250 ... <Sbarchi, 84 migranti soccorsi nella notte a 70 miglia da Lampedusa 19 ore fa <Sbarchi a Lampedusa, soccorsi 84 migranti nel Canale di Sicilia 21 ore fa dentro tutti , avanti che c'e' ancora posto!!! adesso porteremo subito la lieta novella al papa, alla boldrini e alla congolese: impazziranno dalla gioia !!!
  • Marco Z. Utente certificato 4 anni fa mostra
    Io proprio non capisco perchè in questo Blog non ho mai visto un solo POST contro la giustizia in questo senzo (sentenza di Silvio a Parte) ma del tipo perche si lasciano delinquere senza fare vera giustizia criminali immigrati stupratori e si mettono in galera brave persone che nn possono più arrivare a fine mese. ECCO BEPPE MA NEMMENO UN POST A RIGUARDO eppure ti seguo da tanto ... Ho adesso dei grossi dubbi che tu mica non stai facendo il furbetto insieme a Casaleggio ?
    • Norberto Longhi Utente certificato 4 anni fa mostra
      guarda che, se c'e un sciupafemmine, e' perche' vi sono le femmine che si lasciano sciupare!!
    • Maria Cristina Cataldo Utente certificato 4 anni fa mostra
      Gli stupratori sono sempre stupratori, a prescindere dalla loro carta d'identità. Per tanti anni, in Italia, ha predominato l'indirizzo berlusconiano dello sciupafemmine. Cerchiamo di prendere le distanze da questi modelli deleteri. Chi sbaglia deve pagare, ma non venirmi a dire che sono solo gli stranieri a commettere crimini, perché un Italiano è stato giudicato ieri l'altro, con tanto di sentenza di cassazione!
  • Norberto Longhi Utente certificato 4 anni fa mostra
    La Boldrini è pienamente rossa: una vita a protestare, contestare ecc. ecc. Poi appena la contestano mette il broncio e se ne va. Poverina non sa neanche il significato di coerenza. L'unica sua qualità è che in effetti e' una bella donna: ma di questo non ne ha di merito. Ma invece di andare a raccogliere fischi, perchè non va a dare una mano a tutte quelle persone che arrivano sul nostro suolo , in parte richiamate anche da lei e la sua collega congolese ?
  • Norberto Longhi Utente certificato 4 anni fa mostra
    Boldrini è allergica ai fischi: contestata ai Fori imperiali abbandona l'inaugurazione La dea del politically correct, proveniente da quella accozzaglia di fuori di testa capeggiati da vendola, la dea che si indigna per le frasi razziste verso l'altra buonista congolese, la dea che si schiera sempre con i più deboli e svantaggiati ha calato la maschera, é precipitata dal piedistallo politico della presunzione e si é frantumata come una statua di gesso contro la realtà drammatica del rapporto tra cittadini e istituzioni. (ma quanto spende in vestiti ?) Super raccomandata, mantenuta da decenni con i soldi dei Contribuenti Italiani, la boldrini continua ad essere arrogante e presuntuosa,come tutti i sinistri radical chic! .....ma che vada a lavorare davvero e rispetti chi non condivide le sue idee... tanto , a breve se ne andra' a casa!!| PS: Confesso la mia ignoranza, ma io non avevo mai sentito parlare del "celebre" artista Andrea Boldrini. Solo ora che la sorella è Presidente della Camera (Andrea è il fratello di Laura), tutti si sono accorti del grande artista. Mostre sponsorizzare dalla Regione Lazio, dalla Provincia di Roma e altri Enti, sono organizzate a tappeto. Una si tiene a Frascati, mentre il Campus Bio Medico di Trigoria (Roma) in tutti i piani espone quadri del suddetto artista. Ripeto, io non lo conoscevo, ma questa coincidenza di tempi mi costringe a malignare.
    • mister x Utente certificato 4 anni fa mostra
      ah, neanche il fratello fa un cazzo? allora è proprio nei loro geni.
  • oreste m****** Utente certificato 4 anni fa
    Sono andati a ruba tubetti di Cucckident e di pannoloni di ricambio!
  • dario del sogno Utente certificato 4 anni fa
    mussolini - troia bastarda ringrazia il cielo che non ti facciamo fare la fine del tuo porco nonno ! puah!|
    • oreste m****** Utente certificato 4 anni fa
      Caro Dario questa ha navigato nella merda,ha galleggiato nella Destra,come Casini...galleggia ,galleggia,ma se gli togli l'acqua(finanziamento pubblico) l'oca non galleggia! Ricordo le sceneggiate con starace.....furto di elenchi elettorali...hahahhha...adesso sono insieme a loro insaputa hahahha...che schifo questa politica di questi ladri politicanti.
    • GIORGIO S. Utente certificato 4 anni fa
      non certo come te. Sei del pdl? Fai parte dell'esercito?
    • Saro Catricala' Utente certificato 4 anni fa mostra
      ma voi grulli rivoluzionari, siete tutti cosi ?
  • Saro Catricala' Utente certificato 4 anni fa mostra
    iooo non mollooooooooooooo!! grillini, scordatevi una sua uscita di scena: e' piu' facile per voi , che si arrivi allo spappolamento del fegato e perdita della bile !!
    • NANDO C 4 anni fa mostra
      MI fai scompisciare dalle risate come il tuo capo nano!!
    • GIORGIO S. Utente certificato 4 anni fa mostra
      Dici? Io non provo nessun bruciore nè al fegato nè allo stomaco.
    • dario del sogno Utente certificato 4 anni fa mostra
      "Aho... hai preso più cazzi te che 'n pappagallo d'ospedale"
  • Saro Catricala' Utente certificato 4 anni fa mostra
    << ieri sera: il gommone è stato fermato ed abbordato, i migranti sono stati trasferiti sulle motovedette. Si tratta di 22 uomini di presunta nazionalità siriana ed in discrete condizioni, << 7 ORE FA : Immigrati: notte di sbarchi a Lampedusa, 250 migranti soccorsi << CIRCA 3 ORE FA: Un gruppo di 90 somali, tra cui 14 donne, su un gommone alla deriva nel Canale di Sicilia è stato soccorso da una nave mercantile. <<< AVANTI, C'E' POSTO PER TUTTI !! DENTRO TUTTI!! FINCHE' CE N'E' , VIVA IL RE !!
    • Saro Catricala' Utente certificato 4 anni fa mostra
      battista: la piuma!!!! un fumato grillino ha fatto una battuta per gli acculturati peones rivoluzionari : solo loro possono riderci sopra.
    • dario del sogno Utente certificato 4 anni fa mostra
      Brancaleone: Quella pallida ma appetibile chi è? Teofilatto: Mia sorella. Brancaleone: No, intendo quella a latere con la faccia di baldracca. Teofilatto: Mia matre. Abacuc: Ah!
    • mister x Utente certificato 4 anni fa mostra
      il problema è che io vorrei emigrare, ma gli altri stati mica fanno entrare tutti...
  • Saro Catricala' Utente certificato 4 anni fa mostra
    IO SONO INNOCENTEEE IO NON MOLLOOOOO «Vi devo dire, guardandovi negli occhi come ho fatto con i giudici, che io sono innocente!» «una parte della magistratura é fortemente ideologizzata e politicizzata e lo dichiarano in chiaro. Ci sono alcuni aderenti che sono segreti perché non dicono a quale associazione appartengono e sono convinti di dover usare il loro temuto potere per toglierlo ai cittadini "La magistratura ha tentato di buttarmi fuori per 20 anni dalla politica, ora hanno raggiunto il loro traguardo", Sono passato in questi giorni attraverso delle giornate più angosciose di tutta la mia vita" "Ho ripassato quello che io ho fatto come figlio, come padre, come imprenditore e come cittadino e servitore dello stato MA LA MIGLIORE E' QUESTA: “C'è "una magistratura fatta di impiegati statali (NDR : MILIARDARI STATALI , DEL SUD CON VENDETTA NEL SANGUE TIPICO DELLA ZONA: TUTTI CON UN PIEDE NELLA FOSSA) che hanno fatto un compitino, vincendo un concorso, e che ora sono liberi, indipendenti, irresponsabili perché non subiscono nessun controllo e mettono sotto gli altri poteri dello Stato, quello esecutivo e quello legislativo. PS: possibile che dei 5 giudici che hanno condannato B, 3 sono della Campania e 2 della Puglia? Avere una maggiore integrazione fra nord, centro e sud è impossibile? Qualcuno potrà dire: ecco, B si lamenta dei giudici di Milano, adesso che sono del sud si lamenta lo stesso! Sbagliato! De Pasquale è di Palermo, la Boccassini di Napoli... Possibile che le migliori menti del diritto nascano da Napoli in giù? La giustizia è in mano ai figli del sud... Domandatevi quanti sono i magistrati nati sopra lo spartiacque del Po, e troverete che tra questi molti hanno radici meridionali; facciamo lo stesso per prefetti e questori e vedremo che le percentuali sono più o meno le stesse. Ci piaccia o no, la cultura meridionalista (checché se ne dica c’è) è ben radicata; quella che un tempo si chiamava savoiarda e austro-ungarica ha perso.
  • Saro Catricala' Utente certificato 4 anni fa mostra
    un grande Berlusconi, alla facciaccia di chi gli vuol male!!!!
    • Andrea P. Utente certificato 4 anni fa mostra
      Un grande criminale, seguito la lacchè che raccolgono le briciole del suo bottino
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus