Passaparola -La transizione verso le economie locali - Rob Hopkins

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
La transizione verso le economie locali
(08:30)
rhopkins-transitionTown.jpg

“Se la crescita globale e globalizzata andava bene per il ventesimo secolo, quando c’erano combustibili fossili a basso prezzo, ora non è più fattibile, bisogna utilizzare la resilienza e far sì che siano le persone normali a fare accadere il cambiamento.
Io viaggio per tutto il mondo e vedo che queste cose stanno accadendo.
I governi possono fare delle cose, le aziende e le imprese possono farne altre, ma per superare la crisi ci vuole la gente normale, che rappresenta la grande riserva di risorse, di energia, non sfruttata”. Rob Hopkins

Ciao, sono Rob Hopkins, uno dei fondatori del movimento “Transition Town Transition Network”. Uno dei progetti che abbiamo in atto è proprio la Transition Town, la Totnes. Sono a Milano per un paio di eventi che hanno a che fare con Transition.
Transition è un processo bottom up, parte dal basso verso l’alto per rendere la comunità locale resiliente. Non è un movimento politico, non è una cosa di destra odi sinistra, non è verde, non è contro la crescita né a favore della crescita, ma mira semplicemente a coinvolgere tutte le persone, la popolazione locale, nel creare questa forma di resilienza come forma di sviluppo economico.
Come forma di sviluppo abbiamo la creazione di società energetiche, di piccole società agricole, l'agricoltura urbana, il tentativo di rivitalizzare a livello locale le comunità, dare supporto a agli imprenditori locali. Nella città di Bristol, una delle Transition Town, c’è la valuta locale, hanno fatto la Sterlina di Bristol con il supporto dell'amministrazione comunale.
Se la crescita globale e globalizzata andava bene per il ventesimo secolo, quando c’erano combustibili fossili a basso prezzo, ora non è più fattibile, bisogna utilizzare la resilienza e far sì che siano le persone normali a fare accadere il cambiamento.
Io viaggio per tutto il mondo e vedo che queste cose stanno accadendo.
I governi possono fare delle cose, le aziende e le imprese possono farne altre, ma per superare la crisi ci vuole la gente normale, che rappresenta la grande riserva di risorse, di energia, non sfruttata.
Uno dei progetti realizzato recentemente da Transition Network è “The New Economy in Twenty Enterprises”, la nuova economia in venti imprese. Abbiamo mappato tutto il territorio del
Regno Unito e scelto venti imprese rappresentative dell’economia di transizione, che potevano essere replicate ovunque, non dipendenti perciò da una particolare situazione geografica o altro. Abbiamo scelto una banca della comunità, la comunità che aveva la propria valuta, piuttosto che il proprio sistema di trasporti, gestito dalla comunità, l’agricoltura, le aziende agricole della comunità, fonti energetiche, etc.. Alcune di queste iniziative nascono e si sviluppano in modo del tutto spontaneo, la differenza che fa Transition è creare un collegamento tra tutte queste cose.
Infatti dalla natura, dall’ecologia, abbiamo imparato che la cosa potente è il collegamento tra i vari elementi che vanno così a formare un sistema. Transition fa questo: tesse il tessuto che collega l’economia locale consentendo a queste iniziative di parlare le une con le altre facendo sì che la resilienza della comunità diventi una forma di sviluppo economico.
Transition è nata nel Regno Unito nel 2005, e da allora si è diffusa in tutto il mondo, siamo presenti in 44 paesi e ci sono migliaia di iniziative Transition in tutto il mondo, che è un movimento che si auto-organizza, nel senso che noi non siamo come un franchising della Coca Cola, che è sempre uguale ovunque esso si trovi, il nostro modello è diverso a seconda di dove nasce. C’è un movimento Transition, un’organizzazione, un Network Transition anche in Italia, che è stato uno dei primi posti a replicarlo, con grande successo, nel paese di Monte Veglio, in provincia di Bologna.C’è questa storia molto positiva, dove l’amministrazione locale ha promulgato una risoluzione per rendere il paese più resiliente, quindi esiste Transition Italy, se c’è qualcuno che sta ascoltando ed è interessato sappiate che ci sono a disposizione possibilità di training, di collaborare a dei progetti, c’è una rete molto attiva, molto vitale, in Italia, cui ci si può collegare se si è interessati a Transition.
Spesso pensiamo che il cambiamento possa accadere soltanto attraverso le proteste, i picchetti con i cartelli, le dimostrazioni, etc., e sottovalutiamo quello che è il potere di ritirare il nostro supporto a ciò che non ci piace.
C’è un movimento negli Stati Uniti che si chiama Divest, cioè disinvestite, che invita e incoraggia a disinvestire dal combustibile fossile per investire invece nelle rinnovabili.
Si può disinvestire in un modo molto semplice, cioè con la spesa che facciamo ogni giorno, invece di fare delle scelte di acquisto che vanno a privilegiare l’economia corporate, quella delle grandi aziende, si scelgono prodotti che stimolano la resilienza locale, una economia locale, più inclusiva.
Oogni giorno possiamo scegliere dove depositare i nostri risparmi, se dare supporto alle aziende locali o meno.
Ho letto, per esempio, che negli Stati Uniti, prima che scoppiasse la guerra con l’Iraq,l’amministrazione Bush aveva previsto, le dimostrazioni, ma era anche altrettanto sicuro che questa protesta non si sarebbe tradotta in cambiamento di modello del consumo, infatti non le persone non hanno smesso di comprare benzina.
Quindi il sistema è concepito proprio per lasciare sfogo a questo rumore, a queste dimostrazioni, perché tanto questo non corrisponde a un cambiamento delle azioni delle persone.
Oggi dare supporto all’economia locale rappresenta una delle scelte più radicali che si possano fare.
Passate parola !

Grazie allaFondazione Cariplo, per aver organizzato il Convegno sulle "Comunità resilienti", e per aver reso possibile l'intervento di Rob Hopkins sul Blog.

Clicca sul banner per scaricare il volantino:
banner_europee.jpg

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • bruno p. Utente certificato 3 anni fa
    :) http://www.giornalettismo.com/archives/1244015/il-730-di-beppe-grillo/
    • M.P. 3 anni fa
      MISTERI DI QUESTA VITA TERRENA...??? SPERIAMO CHE QUALCUNO LI SVELI.
  • Rosa Anna 3 anni fa
    Egreg sig Napolitano Nessuno di noi dimentica i morti dell'eccidio delle fosse Ardeatine ne quelli di altre migliaia di caduti per la democrazia A vivere di rendita sulla retorica è troppo facile mentre i cittadini perdono i diritti conquistati con il loro sangue A screditare la libertà conquistata sono coloro che hanno tradito quei ideali per asservirci al liberalismo Quelli che non rispettano la costituzione e la vogliono screditare
  • F F (thats all folks) Utente certificato 3 anni fa
    Scusate ma credo di dovervi questa spiegazione. Conoscere le Leggi è di fondamentale importanza. Ma non tanto quelle che scriviamo noi umani. Intendo le Leggi di natura. Conoscere, e se siamo qui è proprio per questo, da libertà. La libertà sta anche nel'usare l'opposto di quello che il cuore sa essere un buon comportamento (e la cosa bella è che lui lo sa a prescindere da ciò che s'è imparato o c'hanno insegnato ... E' la famosa BIBLIOTECA interiore citata nel Buddismo). Se lo si lascia fare, per così dire, in automatico, sortisce effetti dannosi. Se si segue la Legge, se il cuore s'insinua in una Legge e la accondiscende, sa perfettamente di non avere un buon comportamento ma di ridare in forza uguale e contraria ciò che s'è ricevuto. Per ciò, per quello che ho scritto, mi comporto in alcune maniere che so freddarvi e che ovviamente noto. Me ne dispiace ma non ho crucci, questo è luogo popolare dove scrivere sempre forbito può divenire anche spunto ma è soprattutto discorsi da club di fortunati. Ritengo che a volte, alla violenza verbale di certi individui, che con falso perbenismo hanno nelle loro parole il terrore di Attila, stare a raccontare la parabola del buon samaritano sia superfluo, se non inutile. Di fronte a certe Leggi che si dipanano, come accennato, in parole forbite ma assassine, conviene, e sempre secondo me, dare pane al pane e vino al vino ... ma non con finti intelletti, con sane, tranquille, popolari e sane parolacce. Alla fine dei conti, questi individui che pARLANO DI MORTE DEBBONO SAPERE CHE QUALCUNO SA PARLAR DI MORTE PEGGIO DI LORO ... Debbono sapere che a pistolettate si risponderà a pistolettate ... non è che parlano d'amore certi individui ... parlano di morte. E comunque, come accennato, è solo una legge. Amici miei, siamo in guerra, abbiamo deciso di farla pacificamente, ne sono felice. Se qualcuno mostra i muscoli, bisogna far vedere loro che li abbiamo anche noi. Tutto qui. Viva la libertà.
    • Nico C. Utente certificato 3 anni fa
      Grande Coraggio....Grande Cuore....nel mio passato, in Libano, ti avrei scelto sicuramente come compagno....mai giudicato nessuno nella mia vita......ognuno è responsabile di se stesso...USQUE AD FINEM Notte Francè!!!!!
    • Arjuna Utente certificato 3 anni fa
      Leggo e ascolto tutto ma non credo in niente, cerco di essere luce a me stesso. Uno dei Maestri che più mi hanno influenzato è J. Krishnamurti.
    • Claudio C. Utente certificato 3 anni fa
      Francesco io mi considero un po' "gandhiano" ma se mi fanno incaz ... incavolare ... di rabbia me ne esce parecchia ... ma penso che a volte sia meglio fare come diceva Dante ... non ti curar di loro ma guarda e passa ... Buonanotte a te ... (^_^)
    • F F (thats all folks) Utente certificato 3 anni fa
      Ciao Arjuna, tu segui qualcosa?
    • Arjuna Utente certificato 3 anni fa
      Eravamo in 2 (evidentemente) quando il Signore Krishna ci esortò alla battaglia dicendo: "avete diritto all'azione, non ai suoi frutti!" Grande Francesco! ;)
  • Viviana Vi Utente certificato 3 anni fa
    39 anni fa... sembra ieri feroce giorno in cui un poeta è caduto 1976 Pasolini sparito, ucciso come un cane bastardo in una sgomenta periferia di fango in un giomo di novembre mai più ritornerai in questa Italia del miracolo dove la tecnocrazia fra poco trionferà, il conformismo dei nuovi padroni, laidi nazisti atei o cattolici di un dissenso solo nominale che perseguita i diversi, distruggendo ogni anarchia, ogni bellezza ideale; vista mai dimenticata per te vivendoti accanto per tanti anni ormai poeta dimenticato, incrostato nelle tue menzogne radiose di poeta civile sublime compagno di notti in terra ferma parlando di libri e di amori. Questa poesia proviene da: Poesie di Dario Bellezza
    • Danila R. Utente certificato 3 anni fa
      Si scusa Viviana, l'ho capito solo dopo aver inviato il commento :)
    • Viviana Vi Utente certificato 3 anni fa
      Danila, è la poesia è stata scritta nel 76
    • Danila R. Utente certificato 3 anni fa
      "I so" leggila intelligentone, poi chiediti se Pasolini è stato ucciso per la sua omosessualità, quantomeno ti verranno dei dubbi!
    • Romano Mastrogiacomo Utente certificato 3 anni fa mostra
      si, ci mettiamo a piangere a vita per 365 giorni all'anno per uno che ani fa , di notte, su una spiaggia si voleva fare un giovane. peccato che il giovanotto era un tantinello incazzato e non voglioso di ricevere questo dono sessuale altre vostre icone per cui mettersi a piangere , non ne avete ?
    • Danila R. Utente certificato 3 anni fa
      Ciao Viviana, solo per la precisione, Pasolini è morto il 2 novembre del 1975. Il mondo dovrebbe piangere ogni giorno per il suo omicidio. Capito tu che qui sotto scrivi queste bestialità?
    • Romano Mastrogiacomo Utente certificato 3 anni fa
      scusa, ma il pier paolo stava tentando di inc.. pardon infinocchiare un giovincello... : che cosa pretendeva ? di essere fatto santo per voler far sapere al mondo intero che omosex e' bello ?
  • Lady Dodi 3 anni fa
    La Merkel ovviamente è per l'euro, il PD pure, unico partito ormai nel panorama italiano e francamente pensavo che in Germania, dessero una manciata di miliarduzzi al Bamboccione per agevolarlo nelle prossime europee. Un pò di fumo negli occhi per la plebe. Invece manco quello! Sprovveduta anche la Merkel! Non aiutare un povero ragazzo!
  • Lady Dodi 3 anni fa
    Sentito l'ultima di Renzi? Gli 80 euro promessi in busta paga a chi guadagna poco NON saranno più dovuti ad un abbassamento di un punto di IRPEF bensì sarà ( se lo sarà) una regalia! Sapete vero cosa vuol dire? Che Non ci sarà un abbassamento delle tasse ma un regalino magari una-tantum che al mese successivo, può essere abolito perchè non c'è copertura!!!! Era meglio niente! Questo è una presa in giro bella e buona!
  • Patty Ghera Utente certificato 3 anni fa
    Ripartiamo con l'autodeterminazione e che ognuno governi in casa propria, come stanno cercando di fare i veneti. Risolveremmo gran parte dei problemi. E Roma si lascia ai romani.
  • lady Dodi 3 anni fa
    L'Asino è cascato prima del previsto. Potevano almeno fingere fino alle elezioni europee, e invece no, come se niente fosse ai telegrionali hanno fatto sapere che con ogni probabilità NON ci sarà alcun abbassamento di un punto IRPEF per i redditi più basi, ma forse, da quel che ho capito, una specie di social card di 80 euro. Finchè ci sarà ah ah ah ah ah ah....
  • Claudio C. Utente certificato 3 anni fa
    @ Orovitz Lios 25.03.14 10.05 Ci ho riflettuto bene ... I punti del programma si possono realizzare se si dispone della maggioranza ... quando governeremo noi e non li attueremo potrai porre questa critica ... Per ora abbiamo svolto in maniera impeccabile un ruolo di vera opposizione che in questo Paese mancava da decenni (ed anche qualcosina abbiamo ottenuto) ... Sulla linea del "capo" che è legge ti rimando a Di Battista (guarda il video della sua partecipazione da Scanzi, sulla destra) ... Qualcuno è stato eletto con meno di 200 voti ? Pensa ai tanti degli altri partiti eletti con 1 solo voto: quello di chi li ha "nominati" ... Pensa che Renzi è PdC con soli 136 voti ed han votato "solo" i vertici del "suo" partito (e contro un PdC in carica dello "stesso" partito)... 18 se ne sono andati o sono stati allontanati ? La cosa non mi spaventa e non mi preoccupa ... siamo un Mov giovane e qualche errore penso ci sia concesso ... impareremo dai nostri errori e per il futuro cercheremo di non ripeterli ... Io credo nel M5S ma per tutti gli altri che non ci credono dico: abbiamo dimostrato di essere dalla parte della gente, abbiamo dimostrato, con i fatti ... coerenza onestà (restituendo i soldi) rispetto della gente che lavora (contribuendo al fondo pro PMI) e tanto altro ... gli altri partiti hanno fatto (nei decenni) altrettanto ??? Io ho votato M5S convinto ma agli altri dico : se non vi piace dover votare il "meno peggio" che fate? votate il "peggio" ... Buona giornata ... (^_^)
    • Orovitz Lios 3 anni fa
      "Bhe se è per quello anche io voto e ho votato M5S. Qualora avessi una delusione dal M5S non credo voterei qualcun'altro, semplicemente perchè non vedo nessuno allo stato attuale che sia degno di meritare fiducia oltre il movimento. Ma forse io sono troppo combattivo e sfiduciato politicamente per aspettare altri 10 anni (forse) e chissà quanti altri imprenditori morti causati da Equitalia, prima di fare le barricate. Questa è una guerra vero ? Ma una guerra non la combatti lanciando coriandoli e stelle filanti. Comunque che vi devo dire...Speriamo bene ma...... credo che chiunque...anche voi....e forse anche Grillo......se alle prossime elezioni dovessimo perdere ancora voti e rimanere all'opposizione....prenderebbe atto che ci avviavo pverso il fallimento....se per vittoria, significa, mandiamoli a casa tutti."
    • Luca M. Utente certificato 3 anni fa
      bravo claudio!!
  • Paolo Rivera Utente certificato 3 anni fa
    CARO BAMBIN GESU' Mi sono scaricato il calendario del C.A.M.B.I.A.M.E.N.T.O. "PER CAMBIARE IL MENTO in cambiamento" (ci vuole la barba). ^__^ Aloha! p.s.: mi piace la banca del tempo
    • er fruttarolo Utente certificato 3 anni fa
      Barba...me sovviene 'n pezzo... http://youtu.be/lzD0sRRJI3U
  • Lady Dodi 3 anni fa
    Io non penso minimamente a Berlusconi. Ha quasi ottant'anni ed è senza eredi. Vi ricordate un paio d'anni fa, forse nemmeno, che offriva il suo Partito a chiunque lo volesse? Il PD, invece, pur non essendo mai stato "vero" è un'IDRA a sette teste. Lo immagino come un "Comitato D'Affari",una Chiesa oscura e una sanguisuga opportunista e infernale. Per cui caro movimento Anti PD, ovunque tu sia, sono con te.
  • Lady Dodi 3 anni fa
    Viricordate di quando dicevo che Letta avrebbe mentito anche a chi gli avesse chiesto l'ora? Ebbene,il successore lo batte 10 a 0 ! La mattina dice una cosa e la sera il suo esatto contrario! Tenete conto che io ascolto TUTTO quello che dicono. la domanda è ; Come pensano di farla franca?
  • vito asaro 3 anni fa
    una volta un amico molto più anziano di me mi disse:caro vito,qui il problema non è la destra o la sinistra.il problema è l'uomo....che è un gran testa di minchia.allora ero troppo giovane e affascinato da potere operaio per cui non tenni in considerazione le sue parole.adesso che tanti anni sono passati ed ho l'età che,allora,aveva lui non posso che confermare:il problema è l'uomo....che è un gran testa di minchia.
    • simone calligaris Utente certificato 3 anni fa
      Ciao Claudio, ciao charles... Scusate ma mi sono assopito. I miei sono sfoghi che esternano la mia incredulità dinanzi alla stupidità dell'uomo nelle sue azioni quotidiane. Mi ci metto anch'io in mezzo, naturalmente. Secondo me l'intelligenza dell'uomo permette di rendersi conto delle stronzate che quotidianamente compie.
    • Claudio C. Utente certificato 3 anni fa
      Ciao Vito ... concordo con il tuo amico ... A Simone vorrei dire che basta riflettere ... qualsiasi animale (privo di tanta intelligenza che noi invece "riteniamo" di avere) basa le sue azioni sugli istinti innati di cui dispone ... questi sempre lo spingono alla sopravvivenza di se e della propria specie, a qualunque costo, limitandosi al necessario ed escludendo il superfluo ... L'animale uomo ha sopito l'istinto dentro di se (a vantaggio dell'uso del raziocinio) ed il risultato quale è? Il risultato di tanta intelligenza è che l'animale uomo è l'unico essere vivente che (per cupidigia e sete di denaro e potere) avvelena quello che mangia, quello che beve, quello che respira !!! E' l'unico essere vivente che ricerca il superfluo anche se questo comporta che suoi simili manchino del necessario per vivere ... Ed il bello è che poi disquisisce sul "futuro" ... Buonanotte a tutti ... (^_^)
    • charles bronson Utente certificato 3 anni fa
      simone , intendevo ben altro ,ma non è questa la sede per parlarne .
    • simone calligaris Utente certificato 3 anni fa
      L'intelligenza si misura con la capacità di conservazione della specie e dell'ambiente che lo ospita. Ognuno tragga le sue conclusioni. Che specie di merda....
    • charles bronson Utente certificato 3 anni fa
      il punto è che l'uomo ancora non ha capito perchè è diventato intelligente e a cosa gli serve esserlo.
    • simone calligaris Utente certificato 3 anni fa
      L'essere umano è l'unica specie vivente che merita l'estinzione.
  • Lady Dodi 3 anni fa
    Pensate che l'EU era andata in Ucraina presentando subito le sue condizioni per farla entrare nel glorioso consesso. Erano esattamente quelle applicate in Grecia! Yonucovic o chiunque fosse stato al suo posto, naturalmente c'è rimasto di stucco. Credevano che in Ucraina non fossero arrivate notizie dalla Grecia? Allora pare abbiano fomentato la famosa "rivolta" di piazza. Ah ah ah ah ..... L'Europa, come ha detto Letta (anche lui per una volta ne ha detta una giusta) non ha più appeal!
  • Lady Dodi 3 anni fa
    Cosa bisogna dire alla gente? Di ascoltare si quello che dicono ma soprattutto di guardare quello che FANNO! Troverete da sfondare porte aperte, chè la gente è meno stupida di quel che si crede!
  • Lady Dodi 3 anni fa
    E in fondo il PD non è nemmeno intelligente. L'Ebet....Renzi, poteva lasciar fare il " Lavoro sporco" a Letta e presentarsi poi come Salvatore della Patria e Uomo della Provvidenza. Invece la voracità, che mi fa dubitare assai della sua avvedutezza lo farà "bruciare" quanto prima. Voglio vedere come mantiene ad esempio l'eliminazione del Senato. Al massimo gli potrà cambiare il nome. E dello sgravio fiscale in busta paga , ho detto prima.
    • MOVIMENTO ANTI-PD Utente certificato 3 anni fa
      Quello è un partito di perdenti sfigati che perdono le elezioni anche se si presentano da soli. Hanno perso per anni contro Berlusconi ed ora tutto è pronto perchè vengano spazzolati dal M5S. Se il progetto dell'uro viene sostenuto da sfigati del genere è destinato a fallire di sicuro!
    • P. S. (ilmionomeènessuno27) Utente certificato 3 anni fa
      lo hanno adulato, preparato, vezzeggiato e poi.. con un calcio in culo l'hanno buttato nella fossa dei leoni....sarà la prossima vittima p.s. però, il Pd và di magro ultimamente :-))))
    • giorgio r. Utente certificato 3 anni fa
      anch'io non me lo spiego...
  • Nando Meliconi (in arte "l'americano") Utente certificato 3 anni fa
    PASSAPAROLA -LA TRANSIZIONE VERSO LE ECONOMIE LOCALI. Rob Hopkins. Mi sembra che si parli di una ristrutturazione "locale" in questo Passaparola, qualcosa di simile alle Civic Company Comunali di cui parlo io da anni. È la "sudditanza" economico-lavorativa il nocciolo della situazione! Avere indipendenza da un mondo del lavoro governato sempre dagli stessi e da un sistema economico della stessa natura, è la cosa principale da ottenere. Di Civic Company Comunali ne parlò anche il premier britannico tempo fa, e lo faceva perchè, è a livello locale che si devono fare le prime mosse. Quello espresso oggi nel Post è un concetto di "Comunità", di sinergie e obiettivi condivisi, ma a livello locale. Uno perchè nello stesso posto la gente si conosce meglio, due perchè a livello nazionale sarebbe più difficile. Aziende agricole, investire sulle rinnovabili, tutti nella stessa banca, produzione e consumo locale. TRANSITION NETWORK propone da anni un modello di autonomia locale gestito dagli stessi abitanti del posto, nulla di più semplice, di più "Copmune". Poi bisogna vedere se questo sistema può funzionare, ma di sicuro in momenti di difficoltà può aiutare, il problema è che va a sballare tutti gli equilibri in gioco. Lavoro e soldi, sono queste le chiavi di volta per ripartire. Dobbiamo essere in grado di reinventarci il lavoro e di gestirci economicamente. Se passa il messaggio della "necessità", le persone si attaccheranno a quello che passa il convento, se vedessero "soluzioni diverse", chissà? Elemosinare per un tozzo di pane e aspettare la manna dal cielo, non mi sembra la soluzione migliore, a meno che non vi piaccia! Sono anni che lo scrivo, e lo faccio qui perchè è questo il luogo dove c'è un Comunità da mettere in "rete"! Arrivederci e grazie. Nando da Roma.
    • P. S. (ilmionomeènessuno27) Utente certificato 3 anni fa
      vero, è ora di riprendersi i mercatini rionali, di riscoprire il negozietto sotto casa, i centri commerciali sono diventati puramente banche materialistiche: ti vestono, ti puliscono, ti abbronzano, ti nutrono subito o mensilmente... io ci vado, ma se posso li evito, purtroppo la gente li ha confusi perfino con i giardini pubblici, al riparo dal sole, dal vento, dal caldo, dal freddo... condizionati....fuori e dentro!
  • Franco Rinaldin 3 anni fa
    Dal 01 agosto 2013 condanna definitiva per frode fiscale 235 giorni: Berlusconi ancora a piede libero
    • Giuseppe V. Utente certificato 3 anni fa
      Quello in galera non andrà mai. La GIUSTIZIA sappiamo che non è uguale per tutti, in particolare con i delinquenti incalliti.
  • Fabrizio . Utente certificato 3 anni fa
    Alza la fronte Stirpe di Scipio. Hai insegnato a barbari cacciatori e pescatori l'arte dell'agricoltura, il teatro e la letteratura. Con la poesia hai ingentilito lo spirito dell'uomo bruto e selvaggio. Hai lastricato il mondo conosciuto di allora, realizzato opere immense che ancora oggi lasciano attoniti i molti. Riscopri la zappa, la lima, il martello. Forgia come forgiarono i Tuoi avi strumenti, arnesi, dimore, cloache. Anche spade, lance, pili, gladi, corazze. Ritrova l'amore per l'umida terra. Vanga, zappa, ara, semina, prega gli dei panici perchè il raccolto non venga distrutto dalla tempesta, raccogli e fa festa. C'è l'amicizia, l'amore,l'amore per la natura e per i segreti dell'universo, la passione per l'ignoto, il bello, il far bene ogni cosa, l'armonia dell'arte e della filosofia. Stirpe di Scipio, adunati in schiere e Legioni, preparati alla guerra se necessario. Difendi la sacralità della terra, Tua e degli Altri. Torna a praticare la via dell'onore, del rispetto della sacralità degli antichi valori che furono Civiltà per millenni. Torna a praticare l'arte, la bellezza, l'estetica, la poesia, la musica, l'architettura, la filosofia, l'arte delle lettere. Stirpe di Scipio, l'Italia è dei Popoli che ci vivono. Caccia il barbaro invasore che oggi usa la finanza per intrudere e distruggere e insegna di nuovo al mondo l'orizzonte di una nuova civiltà del vivere e del prosperare, dell'amare e del rispettare, ma soprattutto del fare Arte. Grazie Signor Hopkins, figlio della Roma Antica.
  • Lady Dodi 3 anni fa
    Hai ragione MOVIMENTO: se il PD sostiene l'euro, euro addio! E pensare che io personalmente non sono tanto convinta di doverne uscire. Francamente ho paura di un'iperinflazione. Sai le cose gestite in Italialand....
    • andrea cotza 3 anni fa
      ECCO IL VERO GUAIO CHE HANNO BEN INCULCATO NELLE MENTI :"LA PAURA". La paura è la bara del cervello
    • MOVIMENTO ANTI-PD Utente certificato 3 anni fa
      IL problema non è tanto stare nell'euro, ma starci se c'è il PD. Rimanere nell'euro con il PD è da suicidio, senza PD potrebbe ancora funzionare. Basta madare a trattare con la Merkel della gente seria e non un bamboccione.
  • Lady Dodi 3 anni fa
    Ad ogni buon conto la nostra sorte non sarà decisa ne da ebeti ne da mongoloidi: quel che ci capiterà dipende, anche se vi sembra strano, da quel che succede in Ucraina . E dalle elezioni europee. Un modo per dire , comunque fuori dall'Italia. P.S. per chi non se ne fosse accorto: E' il terzo Governo NON votato che abbiamo!
    • OPS Roma 3 anni fa
      Pensa un pò,non ce ne eravamo accorti! Eppure mandiamo giù tutto come gli struzzi,
  • davide lak (davlak) Utente certificato 3 anni fa
    parlo di RESILIENZA da quando ancora non era stato coniato il termine. o meglio, non era utilizzato in ecologia. possiamo girarci intorno quanto vogliamo, ma finchè non capiremo che all'equilibrio ci si arriva attraverso un passaggio nei LOCALISMI, contro la globalizzazione e l'esternalizzazione, non avremo afferrato il concetto fino in fondo. nel corso della storia sono già esistite delle comunità perfettamente RESILIENTI, autosufficienti, ecosostenibili, solidali ed evolute, e si chiamano SOCIETA' GILANICHE e sono fiorite in quella porzione di storia che NON ci viene insegnata perché TROPPO SCOMODA per il SISTEMA e lo STATUS-QUO, a cavallo tra l'ottavo e il secondo millennio A.C. nel GILANISMO non esisteva nemmeno il concetto di GUERRA, non esisteva la violenza di genere, perché erano sostanzialmente MATRIARCALI (la BIBBIA e le religioni monoteiste erano ancora di là da venire) e le comunità erano fortemente AUTOCTONE pur avendo sviluppato scambi commerciali e culturali. oggi, con le conoscenze scientifiche e le energie rinnovabili, potrebbero facilmente rinascere quel tipo di società sostanzialmente ACEFALE, strutturate ORIZZONTALMENTE, senza gerarchie, senza capi, e sostanzialmente COMUNITARISTE. avremmo in più, rispetto a quel lontano periodo della storia, la sanità, i trasporti e la tecnologia ecosostenibile al servizio della collettività e il denaro cadrebbe persino in disuso fino ad essere abolito. è per questo che molti di voi non sanno nemmeno cosa sono le società GILANICHE, perché nessuno aveva interesse a che voi ne foste a conoscenza. in sintesi vi posso dire, però, che erano, ante litteram, delle SOCIETA' a 5 STELLE...
  • Lady Dodi 3 anni fa
    Dovendo aiutare una nipote a preparare gli esami di maturità, mi sono di recente ristudiata la Rivoluzione d'Ottobre. E' stato un momento altissimo dell'Umanità, pur fra errori vari. Ma come avrebbero potuto far tutto perfettino? Comunque grandi momenti storici. Ma questi che se ne proclamano eredi, che mer...cce sono?
    • F F (thats all folks) Utente certificato 3 anni fa
      OPS Roma ... non è sul fatto diu studiare ... ma dove studiare. OPS farlo sul manuale delle giovani marmotte come fai tu non vale. Quello è un libretto per bambini. Studiare richiede grandi letture e delle più disparate e la capacità di ottime connessioni intellettuali (le memorie). Ciao OPS ... vatti a riporre cortesemente ... :)
    • A.panino 3 anni fa
      se lo dici tu ...
    • OPS Roma 3 anni fa
      A.panino, ma dovi le trovi queste panzane? Studiati un po di storia, I testi storici del periodo,inglesi e usa del periodo ante guerra.Post guerra sono quelli: guai ai vinti.
    • A.panino 3 anni fa
      a si adesso il duce ha fatto un capolavoro con il fascismo questa è buona,chiunque in quel momento avrebbe fatto di meglio ,tutto ciò che è stato fatto dal fascismo lo stavano facendo nel resto dell'europa non ha fatto altro che copiare ,poteva anche fare di meglio ma ha pensato bene di rimanere alla modalità italiana,vedi la mafia si è tenuto molto lontano dal toccarla come tutti del resto.
    • harry haller Utente certificato 3 anni fa
      Noi, abbiamo fatto l'Involuzione di Marzo: da Gramsci a Renzi (immaginare Gramsci che dice "compro una vocale", mi viene un po' difficile...)
    • OPS Roma 3 anni fa
      Non credo che ci siano stati errori! E' stato un capolavoro come il fascismo ed il nazismo. Il fascismo è stato anche un capolavoro economico attraverso Beneduce.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus