Emergenza banche: il governo vuole farla pagare ai cittadini

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di MoVimento 5 Stelle

La politica incapace e schiava dei poteri forti non sa più che pesci prendere di fronte all’emergenza banche. Il governo non ne azzecca una, gli errori si susseguono e le ultime idee messe sul terreno sono:
1) coprire con nuovo debito pubblico le nefandezze dei banchieri che hanno prestato agli amici degli amici insolventi e che così hanno generato la mina delle sofferenze;
2) aggredire i risparmi (a partire da quelli previdenziali) degli italiani per coprire i buchi creati dai manager di molti istituti di credito da quando il sistema è stato privatizzato all’inizio degli anni ’90.
Il MoVimento 5 Stelle da sempre contempla la possibilità di un intervento diretto dello Stato nel settore del credito, la cui funzione è di interesse pubblico e deve essere rivolta a sostegno dell’economia reale e soprattutto delle Pmi. Ma non è tollerabile che si ricattino con un decreto, su cui si pone l’ennesima fiducia, i piccoli imprenditori attraverso lo spauracchio degli espropri diretti e al tempo stesso si utilizzino i soldi dei cittadini (si ventilano addirittura 30-40 miliardi di nuovo debito) per stabilizzare le banche senza prima una “due diligence” sulla genesi dei crediti deteriorati che piagano i bilanci degli intermediari.
Non si possono scassare i conti dello Stato per nascondere sotto il tappeto le malefatte dei banchieri.
Sappiamo che almeno il 70% delle sofferenze riguarda prestiti oltre il mezzo milione di euro. Dunque, gli artigiani o le Pmi non sono i colpevoli della crisi bancaria. Eppure adesso l’esecutivo la fa pagare a loro.
Il Fondo Atlante dovrebbe salvare le banche, a partire dalle due venete (Bpvi e Veneto Banca), che hanno gonfiato artificialmente il capitale azionario per taroccare i bilanci. E poi, in determinati momenti, hanno salvato i soci forti, gli amici degli amici, scaricando poi la fregatura sui piccoli azionisti.
Atlante è stato da subito sbandierato quale operazione di sistema, privata e di mercato. “Sono le banche che salvano esse stesse”, si è detto. Non è vero. Nel capitale del Fondo ci sono 500 milioni di Cassa depositi e prestiti, 240 milioni di Poste Vita (danari in qualche modo riconducibili al settore pubblico) e poi aziende assicurative come Cattolica, Allianz, Generali. Sono 1,5 miliardi dei 4,2 di Atlante che non arrivano dalle banche.
Dopo aver ricapitalizzato i due istituti veneti in crisi con 2,5 miliardi, ora Atlante, con appena 1,7 miliardi residui di risorse, dovrebbe alleviare il fardello da 84 miliardi di sofferenze nette. Una favola.
Il governo cerca di far cassa su uno degli ultimi tesoretti rimasti nel Paese: il risparmio previdenziale degli italiani. Cresce la pressione politica su casse di previdenza e fondi pensione: parliamo di 140 miliardi di patrimonio e 210 miliardi di risorse pensionistiche gestite.
Secondo il governo “Atlante 2” dovrebbe giovarsi di una parte di queste risorse.
Il Bomba e Padoan pensano sia necessario mettere le mani sulla futura vecchiaia di 9 milioni di cittadini (gli iscritti a fondi e casse) per salvare ancora una volta i buchi di manager bancari come Gianni Zonin, Giuseppe Fornasari o papà Pier Luigi Boschi.
Chi vigila sulle assicurazioni (Ivass) ha precisato che i prodotti di risparmio con rischio a carico dell’assicurato non possono avere come sottostante un investimento in Atlante. Ma il controllore ha ammesso che è consentito “alle imprese di assicurazione di scegliere liberamente i propri investimenti, anche a copertura delle riserve tecniche”. Dunque, le assicurazioni possono mettere in gioco le riserve tecniche (parte del patrimonio) per investire in Atlante.
Eppure, se Atlante è un’ottima soluzione di mercato, perchè nessun fondo estero ci mette un euro?
Padoan la smetta di coprire i soliti banchieri e di ricattare le Pmi. Il governo tolga le mani dalle future pensioni degli italiani.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Calì Marco (sapienzafinanziaria) Utente certificato 1 anno fa
    Caro Beppe, come sai sono già stato ospite per un'intervista nel tuo blog (MI AVEVA CHIAMATO PERSONALMENTE IL GRANDISSIMO GIANROBERTO CASALEGGIO), per parlare di banche. Fra l'altro sono stato intervistato anche da Striscia la Notizia perché ho smascherato una banca che ha ha restituito, grazie a me, OLTRE 100.000.000 (CENTO MILIONI di EURO) ai clienti. Ora ho scritto un libro che può essere utile a tante persone.... Ovviamente, caro Beppe, sono disponibile per un'intervista in cui potrei spiegare i contenuti di tale libro e non solo. E VISTO CHE LA GENTE DEVE SAPERE, HO DECISO DI REGALARE LE PRIME 1.000 COPIE DI QUESTO LIBRO. Puoi averlo da qui www.sapienzafinanziaria.com/libro U. Marco Calì
    • viviana vivarelli Utente certificato 1 anno fa
      .. e allora, illuminaci!
    • Giacinto Rossi Utente certificato 1 anno fa mostra
      Il Grillo invita a parlare delle banche solo quelli della casta.
    • Leopoldo Leopo Utente certificato 1 anno fa
      Finalmente Calì, torni a commentare in questo blog. Era da non so quanto tempo che aspettavo un tuo illuminate suggerimento. Ordino il libro immediatamente!!!!
  • LA VERITA' 1 anno fa mostra
    C'avete fatto caso che i post del Blog sono come i discorsi di Dibba, d'a coatta de Quarticciolo o del demente di Napoli ? Tutto fumo e niente arrosto ? Chiacchiere al fulmicotone, senza nessun obbiettivo di realizzo e di contrasto concreto ? Solo parole ? Questi vi stanno portrando al macello con uno zuccherino e una carezza, occhio !
  • m.a.n.t.o.v.a.n.o.d.o.c. 1 anno fa mostra
    Fedez l'anticonformista recita in una fiction Rai MA CHI L'AVREBBE MAI DETTO! AH AH AH AH AH AH AH
  • m.a.n.t.o.v.a.n.o.d.o.c. 1 anno fa mostra
    E LO SPREAD, QUALCUNO L'HA VISTO?
    • lalla b. Utente certificato 1 anno fa mostra
      il giorno del brexit era a 185
  • m.a.n.t.o.v.a.n.o.d.o.c. 1 anno fa mostra
    Matteo Salvini 11 h · Leggo che Alessandro Gassman, dopo la vittoria della Brexit, ha twittato una mia foto insultandomi con la scritta ‪#‎mancolicani‬. Dovrei prendermela? +++++++++++++++ NO. NOI SUI GASSMAN CI CAGHIAMO IN TESTA E CE NE SBATTIAMO I COGLIONI DELLA LORO OPINIONE!
  • m.a.n.t.o.v.a.n.o.d.o.c. 1 anno fa mostra
    IL NUOVO LOGO PER IL MOVIMENTO 5 STELLE. https://masadanew.files.wordpress.com/2010/09/lavoriamopervoi.jpg?w=300
  • m.a.n.t.o.v.a.n.o.d.o.c. 1 anno fa mostra
    Paola Taverna provoca: «La nazionale di Conte? E’ come il Movimento 5 stelle» ++++++++++++++++++ A ME FA TANTA TENEREZZA.
  • m.a.n.t.o.v.a.n.o.d.o.c. 1 anno fa mostra
    Martina Carletti 29 min · Questo, tale Borrelli, è un europarlamentare del Movimento 5 Stelle. Marco Zanni, anch'egli europarlamentare grillino, sostiene l'esatto opposto. Praticamente è un partito in cui vale tutto ed il contrario di tutto, e ognuno dice la sua poiché non vale niente nessuno di loro e nessuno di essi decide nulla. Sono dei bravi attori, formati a PNL e "vaffanculo", in attesa della velina del capo. Però, casualità estrema, a fare le interviste in tv mandano chi di loro è europeista. A MIO AVVISO "LE VELINE" NON GLI ARRIVANO NE DA BEPPE GRILLO E NEMMENO DA TROTALEGGIO!
  • m.a.n.t.o.v.a.n.o.d.o.c. 1 anno fa mostra
    Ernesto Tinazzi Leone 3 h · io ho una laurea in economia ed un master , poca cosa . Non accetto lezioni di economia , finanza , doppie valute, scenari economici , valutari ...da un cazzone fuori corso di giurisprudenza che non ha dato un esame. Piu' che lezioni , affermazioni buttate li' da 4 soldi..... Torniamo al basso , i mediocri possono essere ottimi interpreti ed attori di successo in politica , ma capre rimangono. ++++++++++++++++++++ METTITI IL CUORE IN PACE! UN CAZZONE FUORICORSO IN GIURISPRUDENZA, MODERATAMENTE DEMOCRISTIANO E SPESSO FRAINTESO (POVERO OMINO INCOMPRESO) TI HA ROTTAMATO CON IL BENEPLACITO DEL PADRONE GENOVESE!
  • m.a.n.t.o.v.a.n.o.d.o.c. 1 anno fa mostra
    Ernesto Tinazzi Leone 2 h · Solo un pirla , dinosauro estinto , neo direttore dell'unità puo' equiparare l'M5S a Farage o fascismo.....o peggio Sono i democristiani dei giorni d'oggi , funzionali al sistema che non solo rispettano ma vogliono migliorare per far entrare molti dei loro... +++++++++++++++++++++ RICEVERE DEL PIRLA, DEL DINOSAURO ESTINTO DA UNO CHE CI HA SPESO 10 ANNI PER COMPRENDERE IL PACCO DEMOCRISTIANO DI BEPPE GRILLO, NON E' UN PO' TROPPO?
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus