Il fisco contro i creditori

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

agenziaentratecredito.jpg
In Italia anche un bilancio in utile può diventare una trappola mortale.
Il fisco non è solo contro il risparmio, è anche scatenato contro i creditori.
Mi è accaduto di chiudere un bel bilancio in utile, per effetto di un processo civile che finalmente ha riconosciuto un credito verso un ministero. Di questi tempi sembrerebbe un caso fortunato no? Invece è una tegola in testa, perché devi emettere la fattura e iscrivere il credito subito a bilancio. Così ti ritrovi a pagare subito l'IVA più le imposte sul reddito d'impresa, senza aver ancora incassato un'euro.
In soldoni : lo Stato italiano con una sentenza riconosce di doverti 100 ma non te li paga, mentre il fisco ne vuole subito 30 di imposte sul reddito e 21 di IVA. Cosicché ti ritrovi a chiedere un prestito in banca per 51 euro e più indebitato di prima. È una cosa semplicemente folle.
Paolo C.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus