Disastro ambientale a Gela

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

gela_petrolio.jpg
"Gela 04 giugno 2013: nel fiume di Gela migliaia di litri di petrolio. Il fattaccio è da attribuire alla rottura di una valvola dell'impianto topping 1 della Raffineria di Gela, si dovrebbero essere attivati sensori e marchingegni altamente tecnologici per evitare il disastro ambientale, ma non hanno funzionato. L'allarme non è partito dalla raffineria, dalla Capitaneria, né da addetti alla sicurezza ambientale e cittadina, l'allarme è stato lanciato dai CITTADINI che hanno notato l'enorme macchia di petrolio sul canale della Raffineria, sul fiume di Gela e sul mare, mentre una parte di greggio risaliva le sponde del fiume verso l'entroterra. Tutto ciò si aggiunge ad un altro disastro ambientale provocato dalla rottura della conduttura che porta il greggio dai pozzi di Giuarone (GELA) alla raffineria (non è dato sapere quante tonnellate di petrolio in questa zona sono state versate nei campi di carciofeti e frumento). Una trentina di persone si sono ritrovate davanti il palazzo di vetro della raffineria e pacificamente hanno deciso di occupare il prato verde di fronte l'entrata. Mentre i cittadini venivano a conoscenza dei sit in grazie ai social network, i media, il sindaco e i Consiglieri comunali, sindacalisti, dipendenti eni e consiglieri comunali, tutti compatti a sminuire ed a insabbiare tutto l'accaduto." Giuseppe Lo Monaco, M5S Gela

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • TomasAnkara 4 anni fa
    Porci,figli di puttana, infami..che disastro,andate a riempirvi le vostre case di merda maledetti!!!
    • simone rogai 4 anni fa
      come si fà con tutta stà tecnologia ha non riuscire a fare qualcosa, non sò dei galleggianti e pompe che tirino via roba.... stiamo affondando siamo alla frutta, povera italia... anzi per la crisi abbiamo saputo la notizia, se cerano i militari chiudevano la zona e via, ma chi li paga??
  • Marco S. 4 anni fa
    Mamma mia che paese di cioccolatai, con tutto il rispetto per chi di professione fa il cioccolataio). Ma é ovvio che avvicinandosi il periodo delle vacanze le amministrazioni e i responsabili delle catastrofi ecologiche vogliano mettere tutto a tacere e tenere un basso profilo confidando nell´ignoranza della gente, che cosi´ingnorante poi non é sempre. Sono come i bambini colti con le mani nella marmellata. Andate avanti, ragazzi del M5S, noi vi sosteniamo come possiamo dall´estero. Un caro saluto. Marco.
  • GIOVANNI I. Utente certificato 4 anni fa
    Scendete in piazza questo è lo spirito del M5S, lo so che da lavoro ma ha che prezzò . Stesso discorso di Taranto . Quando le nuove tecnologie prenderanno piede anche da voi , rimarrà solo deserto . Non potrete neanche più coltivare la terra per sfamare chi verrà dopo di voi . Il futuro e energia verde e produzioni biologiche , e chi meglio della Sicilia può avere queste semplici opportunità ???? Quindi se non lo volete fare per voi , fatelo per i vostri figli e nipoti , PROTESTATE
  • fabfour 4 anni fa
    si continua a pretendere dal m5s che in 3 mesi risova i problemi di 20 anni,non si puo' risolvere il problema dell'ilva di gela etc etc se prima non si gettano le basi dell'edificio e cioe' mandare a casa tutti i cialtroni politici e burocrati che occupano le varie sedi istituzionali solo dopo si potra' affrontare la situazione di degrado della nostra terra che pero' bisogna ricordare è anche dovuta alla nostra noncuranza di tutto cio che vediamo intorno e che pretendiamo che siano sempre gli altri a risolvere il problema,dobbiamo essere noi ad affrontare ogni situazione di potenziale degrado,scendendo in campo anche a costo di rischiare qualcosa della nostra liberta',non possiamo pretendere che sia sempre grillo ad esporsi anche noi dobbiamo entrare in gioco altrimenti ci sara' sempre un problema "ILVA" in qualche parte d'italia.Vai Beppe Ora e sempre M5S.
  • gabriella bezzo Utente certificato 4 anni fa
    Ciao Beppe , io credo negli extraterrestri e credo che quelli siamo noi..... gli unici esseri viventi della terra a non avere rispetto per questo meraviglioso pianeta !!!!!"
  • gabriella bezzo 4 anni fa
    Ciao Beppe , io credo negli extraterrestri e credo che quelli siamo noi..... gli unici esseri viventi della terra a non avere rispetto per questo meraviglioso pianeta !!!!!
  • FRANCO MASTRONUZZI 4 anni fa
    ... non ho piu' fiducia del M5S... noi a taranto abbiamo un disastro ambientale indesrivibile .. ed il M5S lo ignora, nessuna presa di posizione ed in parlamento nessuna proposta !!!
    • maurizio morelli 4 anni fa
      intanto te l'hanno detta, cosa che gli altri se ne sono guardati bene dal fare no? Guarda che questi sono appena arrivati e non puoi pretendere che con la bacchetta magica cambi tutto in un giorno, ci vorranno dieci anni minimo cosa credevi?
  • Anton Ross Utente certificato 4 anni fa
    E QUESTI SONO GLI STESSI BASTARDI CHE CI FANNO LE PUBBLICITA' SUL FATTO CHE UN CAMBIO DI OLIO VERSATO E NON SMALTITO CORRETTAMENTE..INQUINA 2 PISCINE OLIMPICHE. VOGLIO IL REATO PENALE DI INQUINAMENTO CON PENE DA 5 ANNI IN SU', SENZA ATTENUANTI NE' PATTEGGIAMENTI NE' PRESCRIZIONI! In carcere fino a quanto dura l'inquinamento!
  • lucianalucarella 4 anni fa
    Ripeto all' infinito che le parole non servono in questo momento,le persone capiscono quello che è successo e che succede ogni giorno,bisogna costringere questi amministratori,chiamiamoli così a fare tutto ciò che hanno lasciato andare in malora,è come un'incendio doloso perpetrato ai danni di un'intera nazione su tutto il suo territorio, la sete del denaro è arrivata a questo e dall'inizio del nuovo governo che cosa hanno fatto?è tutto maledettamente uguale,ci vogliono far mangiare pane e cicoria,o forse vorrebbero che muoriamo tutti per fare tranquillamente le loro scorribande come i lanzicchenecchi.
  • mirco sangalli Utente certificato 4 anni fa
    http://www.lulu.com/it/it/shop/adriano-sofo/tecniche-di-biorisanamento-in-situ-ed-ex-situ-con-particolare-riferimento-alla-biodegradazione-in-siti-contaminati-da-idrocarburi/paperback/product-20433195.html
  • Emanuele Ippolito 4 anni fa
    I Siciliani, come gli italiani raccolgono ciò che hanno, in misura, seminato. Gli impiegati begli uffici della Regione Siciliana, sono presssocchè tutti Venduti, non fanno un' emerito corbezzolo e guadagnano a palate, quindi sono parte attiva dello Schifo! Protestano nei loro bar e fra loro ma ben sanno che sono gli Artefici principali della Nefasta condizione in cui versa l' Isola Sicilia. I venduti sono Schiavi e non possono parlare! Ippolito Emanuele, nativo di quella Perla di Isola che è appunto la Sicilia. I mafiosi ? Se non fossero protetti dalla Legge italiana e da " Roma " sarebbero stati già eliminati fisicamente senza troppi complimenti!
  • Luciano Riela 4 anni fa
    per i due Giuda da 30 denari, DIMISSIONI SUBITO senza se e senza ma, adoperiamoci per ottenerle
  • Riccardo Parodi Utente certificato 4 anni fa
    Queste cose fanno ribollire il sangue, diventa sempre più difficile mantenere la calma, la razionalità, da un lato mi rendo conto che la violenza porta solo altra violenza dall'altro mi rendo conto che con le buone maniere contro lo stato-mafia si ottiene poco o nulla, mi domando quanto ancora dovremo sopportare prima di esplodere, quel che mi preoccupa è che più aumenta la pressione più l'esplosione sarà violenta.
  • Luciano Riela 4 anni fa
    Per i due dissidenti dei 30 Denari, dimissioni subito, senza se e senza ma, adoperiamoci per ottenerle
  • angelo zanfrognini 4 anni fa
    come stanno le cose in italia con la i minuscola ormai lo sappiamo tutti.cosa facciamo.serve una rivolta armata?io credo di si,ma non è democratico e allora cosa facciamo??
  • lucianalucarella 4 anni fa
    Sembra che una parte d'Italia soffra di ansia di distruzione per arricchirsi,carpe diem, malattia strana ma molto contagiosa,la mia immagine è quella di un cesto di mele dove la quantità di quelle marce ha già superato la media,non si può assolutamente sorvolare su questo particolare altrimenti il degrado crescerà a dismisura proprio come accade nei luoghi dove vivono individui allo stato primitivo che anzi li è forse anche meglio.
  • gennaro esposito 4 anni fa
    A CHI NON ERA ABITUATO ALLE CARAMELLE... Vincenza Labriola e Alessandro Furnari vanno al gruppo misto, si sentono "onorevoli", avendo dimenticato che cosa erano andati a fare in parlamento. Stanno prendendo caramelle dagli sconosciuti. Se prima non ne davano già loro... Naturalmente ho "creduto" a repubblica.it sino ad un certo punto. Non aspettavano altro. E non è solo uno spettacolo sconfortante. Il potere costituito cerca di non mollare il potere e il conflitto d'interessi che glielo dà. Perché quando B beneficia ad personam le sue aziende, l'identikit per quanto sia preciso, non può evitare di spargere benefici anche sul suo principale avversario (nemico), de benedetti. C'è naturalmente il pd che lo perora. E questo sono diventati al pd, dei lobbisti, a cui chi coltiva la memoria della Resistenza e dei Partigiani, dà il voto per creduloneria. Gli altri elettori del pd lo votano "per mangiare", con un po' d'ipocrisia in più degli elettori del pdl. Non sono più buoni. Sono "cattivi bambini" anche loro! Ma fingono di stare dalla parte dei buoni. Si consideri per esempio lo spettacolo dato dalla finocchiaro, che ha anche il marito inquisito. Se viene meno il M5S, vi saranno le sommosse delle vittime di questa società. C'è chi sta "sopra" e chi sta "sotto". E se muore anche la speranza, chi sta sotto, dice che le regole che lo stanno uccidendo NON valgono più,si cambia gioco. Non pensano più il RIFORMISMO sia il modo giusto. Si arrendono all'idea di RIVOLUZIONE. C'è la sommossa. Quella cosa per cui si va a prendere per le orecchie i parassiti e i papponi ai vertici istituzionali di questa marcia società dei partiti ladroni. La finanza manovra le pedine della, e per cooptazione cerca di annichilire la speranza di rinnovamento che viene dal M5S. Pensano di fare una bella mossa reazionaria stile "piano rinascita" della P2. Bolzaneto. Genova. I poveracci che per gli emolumenti e la promessa di essere ricandidati hanno fatto i conti solo con la calcolatrice
  • Fabio Viola 4 anni fa
    Caro Beppe, Tra le innumerevoli cose da fare (e tantissime che già state - stiamo - facendo) il M5S ha il dovere di "adottare" una causa che è ormai rimasta orfana in Italia. Nel paese in cui i dirigenti del Ministero dell'Ambiente ritengono gli "ambientalisti" una controparte (!) , nel paese in cui una forza politica specula a fini propagandistici addirittura nel nome (Sinistra "Ecologia" e Libertà è uno stupro alla verità - non v'e' traccia di sinistra o di ecologia - con Vendola amico dei Riva e Mercegaglia - o di libertà , vista la finta opposizione pro-premio di maggioranza) ; ecco in questo paese il M5S ha il dovere di appropriarsi della causa ambientalista, della difesa del territorio anche dal punto di vista paesaggistico ed ambientale. Magari proprio partendo da Taranto, da sempre luogo di "sperimentazioni" - le più distruttive - ma proprio per questo candidata, credo, a potenziale avanguardia. Il Movimento può - deve - ridare rappresentatività e cittadinanza a tutti coloro che vivono la questione Taranto come simbolo del colonialismo dei partiti, e del loro intrinseco disprezzo per la Res Publica e la loro inesauribile disonestà intellettuale. L'onestà andrà di moda
  • Donato Gallo 4 anni fa
    Oltre alla solidarietà, per i cittadini di Gela, vorrei condividere con voi la possibilità di raggiungere i ricercatori di Tot Vergata, qualcuno sa come fare per entrare in contatto con loro? Mi risulta che abbiano messo a punto una nanotecnologia in grado di rendere delle spugne molto efficienti nel separare e raccogliere l'olio dall'acqua. Non sarebbe il caso di verificare se è possibile usare detta tecnologia per ripulire Gela? Mentre si cercano i responsabili, si istruiscono i processi ecc.. Ho paura che poi finisca che mentre siamo tutti concentrati a cercare i responsabili per una punizione esemplare, il mare muoia nell'indifferenza. Fate girare per favore. Grazie.
  • davide brasile 4 anni fa
    peppe ti sosteniamo .. convinciamoli a convertire verso una produzione ecosostenibile.. salvaguardiamo la nostra terra il nostro mare la nostra aria...il nostro mondo!!! ma allora non ci conviene venire o paisi ppi ffarini quattru bagni!!!! ti vogliamo bene!!!! francesca davide e il piccolo alessio
  • Luigi Delli Paoli 4 anni fa
    quando una parte del nostro territorio viene soffocata dalla cementificazione selvaggia o come in questo caso viene viene uccisa con un disastro ecologico è come se fossimo in lutto nazionale perchè abbiamo perso una parte importante della nostra identità
  • Luca De Benedictis 4 anni fa
    le piccole e medie imprese dovrebbero non pagare imposte per i prossimi dieci anni se si vuole uscire realmente dalla crisi, il dovuto delle imprese sane dovrebbe essere pagato da queste multinazionali attraverso royalties, incremento di imposte e risarcimenti danni all'ambiente!
  • CRISTINA DI FRANCO difranco Utente certificato 4 anni fa
    un'appello ai delinquenti politici italiani, imprenditor,ecc...... per sprofondare sempre di più l'italia, nella merda per distruggere sempre di più l'ambiente in cui voi stessi respirate,vivete,è semplice continuate così che lo state facendo bene quello che è importante è che continuate,a gonfiare il conto in banca,a diventare sempre più egoisti, disumani,assassini del mondo,animale e umano che vi circonda
  • Simone 4 anni fa
    Altro semi disastro avvenuto domenica nel pavese dove una raffineria ha "preso fuoco" con forti odori acri anche a distanza e "proiettili" in aria ... W l'Italia che non c'è .... tanto quanto l'informazione ...
  • Jorge Corona Utente certificato 4 anni fa
    Assieme al problema endemico dello smaltimento dei rifiuti urbani quest'ennesima catastrofe ambientale dovrebbe fare riflettere sul nucleare, sempre palesato, da alcuni, come soluzione energetica: Affoghiamo nell'inquinamento industriale e non siamo in grado di gestire i rifiuti urbani. Come dovremmo essere in grado di gestire quelli nucleari? Nessun "giornalista" ha fatto mai questa domanda? Non possiamo mandarli a quel paese perchè già ci stanno, solo dobbiamo riprendercelo quel paese togliendolo dalle mani di questi delinquenti.
  • GIULIO EDONI Utente certificato 4 anni fa
    ne parlerà la stipendiata Eni Annunziata?
  • Pietro Mantelli 4 anni fa
    EVVIVA L'ITALIA !! Viene dimostrato (neanche ne avessimo ancora bisogno)di come si affrontano tutti i problemi nel nostro PAESE, alla carlona e senza controlli preimpianto e post impianto!
  • guido ligazzolo Utente certificato 4 anni fa
    bravi, avanti cosi: cambiare si puó bisogna solo volerlo!
  • Francesco DISSEGNA Utente certificato 4 anni fa
    Come al solito quando parli di dipendenti statali parli di persone che non hanno nessuna voglia di lavorare senza il benché minimo senso dello stato. Licenziarli tutti subito in tronco, dimissioni immediate dei vertici e causa nei loro confronti per disastro ambientale. Punire pochi per educare molti. È solo un sogno questo paese è già morto è pieno fino all inverosimile di parassiti!
  • francesco c. Utente certificato 4 anni fa
    bene adesso costruiamo le centrali nucleari!
  • Giovanni Trapani 4 anni fa
    Tutti gli impianti industriali sono altamente inquinanti e si è dimostrato ad Augusta, Priolo, Gela, Porto Torres. Ovunque inquinamento mortale che mai si potrà eliminare. I Governi e gli industriali sanno che è così e ricattano le popolazioni con i posti di lavoro e quindi con la povertà. A Porto Torres, dopo la chiusura della chimica con la promessa delle bonifiche che non verranno mai fatte, ci stanno propinando la chimica verde che sarà più inquinante della precedente. La malvagità di quella gentaglia non finirà mai davanti al vil denaro.
  • alvise fossa 4 anni fa
    CIAO BEPPE, MOVIMENTO 5 STELLE GELA,NON MOLLATE ALVISE
  • antonio b. Utente certificato 4 anni fa
    SOLIDARIETA A TUTTI I CITTADINI DELLA SICILIA, SICILINI LA VOSTRA ISOLA E BELLISSIMA IN ALTRI PAESI PIU IN CRISI DI NOI TIPO IL NORD AFRICA TUTTI SOPRA LE CASE HANNO I PANNELLI SOLARI RIBBELLATEVI CONTRO QUESTI MAFIOSI PULITE LA MAGNA GRECIA VIVETE VIVA LA DEMOCRAZIA VIVA IL M5* UN ABBRACCIO A TUTTI I SICILIANI
  • pietro denisi Utente certificato 4 anni fa
    Tengono famiglia tutti quanti! Ma a pensarci bene: la famiglia in salute conta così poco? Il Sindaco sulla sanità ha grandi responsabilità. Lo sa?
  • Francesco S. Utente certificato 4 anni fa
    ma i magistrati in sicilia che cosa fanno, vanno sempre dietro a contadini, ma datevi una sveglia siamo una colonia, ma arrivera un giorno in cui bruceremo tuttio e tutti
  • Stefano Dell'Aria Utente certificato 4 anni fa
    OMERTÀ !!! Solo per l'ILVA vale l'impegno dei Governi romani, per i poli industriali siciliani, Gela-Augusta-Milazzo, c'è da sempre inascoltata denuncia d'inquinamento selvaggio con alto tasso di tumori e devastazione ambientale e gravi malformazioni sia negli uomini che nei pesci,le tasse le pagano in Lombardia. Riqualifichiamo e saniamo seriamente la nostra terra, ne va del futuro, abbiamo assistito a troppe morti già !!! Ne Crocetta ne le altre organizzazioni politiche e i sindacati ne parlano,troppo collusi, tacciano chiunque si arrischia a parlarne l'affare è troppo grosso e troppi interessi sulla gestione della raffinazione del petrolio, troppe morti in silenzio, ancora OMERTÀ' !!! I fatto è URGENTE, bisogna intervenire anche al livello europeo per denunciare questo stato di cose, se fosse vero al meno la metà di quello che ho scritto, ancora più in fretta necessita intervenire. Aiutoooo a tutte le coscienze ancora attive !!!
  • Paolo r. Utente certificato 4 anni fa
    ah si? insabbiano? provassero ad insabbiare il petrolio fuoriuscito allora!!!
  • Fabio Farfaglio 4 anni fa
    Multa da 1 milione di Euro al giorno fino che puliscano tutto il petrolio dal territorio, aggiustare le royalties al 40% non siate troppo timidi, In Norvegia pagano 80%.
  • alvise fossa 4 anni fa
    CIAO BEPPE, MOVIMNETO 5 STELLE GELA NOPN MOLLATE E CONTINUATEA DENUCIARE ALVISE
  • Mirella Santamato 4 anni fa
    Sono sempre più disgustata e spaventata dalla nostra classe dirigente mafiosa e corrotta. Come facciamo ad eliminarli? hanno fatto un vero Golpe e l'Italia è sotto scacco matto. Che cosa bisogna fare, oltre a votare contro, cioè il Movimento?
  • Tullio Mucciolo Utente certificato 4 anni fa
    Un altro bell'esempio di come si tutela il bene comune degli italiani: il nostro ambiente. Vergogna!!!!
  • ammu nit Utente certificato 4 anni fa
    basta con questo cazzo di petrolio non ha un pregio, uno non ce l'ha! una merda di risorsa che fa arricchire poche persone e morire l'ecosistema. e' ora di invertire questo trend imposto con il proibizionismo negli anni 30 da menti diaboliche e lungimiranti. BASTA PETROLIO!
  • umberto battaglioli Utente certificato 4 anni fa
    sempre più,e convinto che bisogna ELIMINARLI TUTTI FISICAMENTE e basta!
  • enrico caserza Utente certificato 4 anni fa
    Questo fatto ricorda quello del Monte dei Paschi di Siena. Truffa da miliardi di €, ma tutti gli organi di controllo, Banca d'Italia in primis, hanno vigilato e fatto il loro dovere, difesi da tutti (se non sbaglio anche dal capo dello stato). Mi spiace per gli amici della Sicilia.
  • stefano manetta 4 anni fa
    siete mai stati a Gela?? io si, vi posso assicurare che non ho mai visto un paese più inquinato in italia, a parte Taranto... ma ciò che è peggio della raffineria è il paese in se stesso, la delinquenza e l'ignoranza, la strafottenza di gran parte della popolazione, e la sottomissione di persone normali da parte di bande di ragazzini viziati figli di mafiosi locali, l'inoperosità delle forze dell'ordine che arrivano sempre dopo e mai in tempo, la scusa è sempre la stessa "anche noi abbiamo famiglia", temono ritorsioni. capirete che in questo contesto forse ha davvero ragione un mio amico gelese quando mi dice che la raffineria e l'inquinamento non solo il male peggiore per il paese. in queste realtà si deve a mio avviso, prima bonificare dalla mafia locale, e dopo pensare a fornire almeno l'acqua potabile, già, a Gela l'acqua potabile non esiste, dai rubinetti esce una roba liquida marroncina, e magari fornire il paese anche di fogne e depuratori, qualche litro di petrolio sversato nelle campagne non peggiora sicuramente le condizioni ambientali del posto
  • Alessandro P. Utente certificato 4 anni fa
    Essendo Nazzi Fascista,esplicito il mio dissenso nei confronti dell'individuo chiamato Letta,3 motivi per definirlo incompetente ed inqualificato.Uno perche compie azioni solo per il suo tipo di mentalita ,mentre è a capo di 60000000 di persone,due perche c'è chi ama vivere al mare e non in campagna,tre perche agisce come se fosse l'unico uomo sulla terra,come tutti gli ebrei.Profittevoli e distruttori per i propri interessi.Mai a visualizzare i sviluppi futuri di interessi Popolari,a cui lui stesso si è reso responsabile,avendo accettato la carica da Presidente della Camera.
  • simone trinchero Utente certificato 4 anni fa
    Nooo! La mia cara Gela. (Con i ricordi del mal di testa che mi prendeva quando il vento tirava dalla direzione della raffineria). Un abbraccio a tutti i cittadini di Gela.
  • VINCENZO CACCAMO 4 anni fa
    ***** "Due cose non ho mai capito: l’intelligenza degli animali e la bestialità degli uomini." ***** Libraio di una città fantasma
  • Lorenzo- Cosenza 4 anni fa
    E in Calabria le cose non vanno affatto meglio: http://laclessidra.net/societa/20-calabria-liquida
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus