Unipol: la peste rossa non si ferma

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

poletti_unipol.jpg

>>> Oggi tutti in piazza San Giovanni a Roma a partire dalle 18 per la festa del MoVimento 5 Stelle. Io arriverò poco prima delle 19 in camper insieme a Gianroberto. Alle 19 farò l'intervento di apertura e alle 21 quello di chiusura. Alle 21.40 sarò su RAI3 per la tribuna elettorale in diretta da Piazza San Giovanni, la diretta sarà trasmessa anche sui maxischermi della piazza. Ci vediamo a Roma. #VinciamoNoi

"Era il 9 marzo 2013, esattamente un anno e due mesi fa, quando denunciavamo (nel silenzio assoluto dei media italiani e degli organi di controllo che avrebbero dovuto vigilare) il disgustoso aumento di capitale messo in atto da Unipol nell'estate del 2012.
L'operazione bruciò gli investimenti di più di 110.000 piccoli investitori che si ritrovarono con un pugno di mosche in mano dopo aver tentato invano per 3 giorni di vendere le proprie azioni. Gli investitori istituzionali che possedevano importanti e consistenti pacchetti azionari invece uscirono qualche giorno prima dell'aumento di capitale vendendo in blocco le proprie azioni. Si può pensare che siano stati molto fortunati e che per questo non siano rimasti schiacciati dall'operazione di aumento di capitale che ha dilapidato i risparmi dei piccoli investitori, ma, a voler essere maliziosi, si potrebbe anche ipotizzare qualcosa di diverso e di molto meno limpido e casuale.
Era poi il 5 maggio 2013 quando, dopo aver letto il verbale dell’assemblea ordinaria della società “Unipol Gruppo finanziario S.p.a”, venivamo a conoscenza delle cifre che Unipol investiva annualmente per le campagne pubblicitarie sui Media italiani. (Ad esempio: 229.000 euro al corriere della sera, 217.000 euro a il sole 24 ore, 170.000 euro a SKY Italia, 102.000 euro a il resto del carlino, ecc.)
Ora noi non possiamo dire che queste cifre abbiano fatto sì che fino ad oggi nessuno, o quasi nessuno, abbia dato spazio alle nostre segnalazioni sul caso UNIPOL-FONSAI e sulle tante cose poche chiare che hanno preceduto il processo di fusione fra le due compagnie assicurative, ma è con una certa soddisfazione che accogliamo le notizie di questi giorni che ci raccontano di un'intensa attività delle fiamme gialle all'interno della sede bolognese di UNIPOLSAI.
Indagato l'Ad Carlo Cimbri per aggiotaggio dalla Procura di Milano nell'inchiesta che riguarda presunti illeciti nell'operazione di fusione che ha dato vita alla società UNIPOLSAI. Insieme a lui sono indagati anche Roberto Giay, già amministratore delegato di Premafin Finanziaria; Fabio Cerchiai, ex presidente del consiglio di amministrazione di Milano Assicurazioni; e Vanes Galanti, in passato presidente del consiglio di amministrazione di Unipol Assicurazioni.
Forse dopo il 25 maggio potremo iniziare a sognare un Paese davvero diverso. Un Paese in cui queste operazioni vengano vietate, controllate e pesantemente sanzionate. Un Paese in cui i grandi investitori istituzionali informino i cittadini in merito al loro desiderio di vendere le azioni a pochi giorni dall'aumento di capitale spiegandone le motivazioni. Un Paese in cui il mercato non venga drogato e in cui ci si possa fidare dei manager che guidano le grandi aziende. Un Paese in cui l'informazione non sia al 68esimo posto ma magari al primo posto proprio perché non tace ossequiosamente davanti ad operazioni del genere. L'iceberg sta crollando. #Vinciamonoi!"
Max Bugani

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • TrollllllllllMN 3 anni fa mostra
    HO DATO UNA OCCHIATA AI CANDIDATI DEL M5S CHE MI SONO TROVATO SUI MANIFESTI ELETTORALI CI HO TROVATO UN SACCO DI COGNOMI NON PROPRIAMENTE DI MILANO E UNO O UNA "NATA NEL PRINCIPATO DI MONACO". ARI STI CAZZI!
  • TrollllllllllMN 3 anni fa mostra
    ARI STI CAZZI .... CHE EUFORIA MINCHIOSTELLATI. CHE C'E' POI DA VINCERE ..... NON LO SAPETE NEMMENO VOI!
    • graziano . Utente certificato 3 anni fa mostra
      cavolo pensavo che i rincoglioniti fossero finiti e invece eccone uno, ciao bischero, che aria tira dalle parti del'ebetino? si sta cagando addosso? digli di star sereno
    • UOMINI SIATE E NON PECORE MATTE… Utente certificato 3 anni fa mostra
      Un portachiavi col tuo nome, ti sembra poco!
  • Ernesto Dellagiovanna Utente certificato 3 anni fa mostra
    l'ultima speranza per l'italia e' al lega nord: l'alternativa e' il voto totale!
  • Ernesto Dellagiovanna Utente certificato 3 anni fa mostra
    Salvini e Lega; gli unici che ragionano!!! «se andiamo avanti con la cura euro e con questa disoccupazione mai vista diventeremo tutti barboni». euro: «È una moneta finita, sei mesi e non ci sarà più. Serve una moneta italiana che farà vendere prodotti italiani e assumere persone». Tornare alla lira significa svalutare di molto i risparmi. «E in questi anni di euro? Chi con 5000 € compra quello che si comprava con 10000000 di lire?». Berlusconi è stato fatto cadere con un complotto internazionale? Decidono tutto all'estero? «Ma certo. Monti, Letta e Renzi sono telecomandati da Berlino e Bruxelles». Mica vorrà dire che tutti i mali dell'Italia dipendano solo dalla finanza internazionale. «La disoccupazione è colpa dell'euro. In questi 4 mesi hanno già chiuso 23mila aziende. Una strage». <<<Bravo Salvini. Vorrei ricordare, così en passant, ai cosiddetti italiani che, fra i tanti difetti, hanno anche quello della memoria labile, che la Lombardia "elargisce" o, meglio gli vengono estorti ogni anno 50 miliardi di euro, per mantenere tutta una pletora di nullafacenti che, fra le altre cose, si dilettano a scrivere amenità sui commentari come questo, asserendo assurdità tipo che "gli italiani pagano il lauto stipendio di Salvini"... semmai lo paghiamo noi Lombardi. Comunque, un Lombardo che non vota la Lega è uno che sputa sulla tomba dei suoi Padri. ps: inutile nascondere la testa sotto la sabbia. la scabbia ? non l'avevamo più, in sicilia lo sanno, nel 45 all'arrivo degli americani, avendo loro il ddt li hanno privati di questi animaletti, l'arrivo della pulizia corporale ha sventato tante malattie. i vaccini per i bambini sono i vari capi imbecilli dei paesi arabi e musulmani e negri a vietarli. E noi li facciamo entrare in italia come se fossero gente per bene, e invece sono dei gran animali che sputano per terra , e se passi di lì ti sputano addosso. non facciamo i buonisti per convenienza e, come dice salvini, saremo presto dei barboni .
  • Ernesto Dellagiovanna Utente certificato 3 anni fa mostra
    La Merkel taglia i sussidi agli immigrati fannulloni La Cancelliera contro i "turisti del welfare", stranieri che si trasferiscono in Germania solo per ottenere le generose indennità di disoccupazione solo i sinistrati e grulli continuano a chiamare richiedenti asilo sta massa di furbini africani. domanda ai grulli anche se nessuno rispondera': ma se volete prendere in casa tutta l'africa , mi dite con che soldi li manterremo ?
    • Pierluigi c. Utente certificato 3 anni fa mostra
      ernesto sparalesto.. spara meno cazzate che gli schizzi di merda ammorbano l'aria del blog.. vai al cesso.. dove potrai guardarti allo specchio per quello che sei
    • GIANNI PARLANTE Utente certificato 3 anni fa mostra
      forse ti sfugge un particolare, non governiamo noi mentre voi l'avete fatto e siete anche in Europa. Credi che non sappia che a voi gli immigrati fanno comodo? E' l'unico argomento che avete. Così come i poveri fanno comodo ai comunisti e ai sindacati. Se si aspettano che li sollevino stanno freschi.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus