I 4 dell'Ave Maria, reloaded

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
4avemaria_reloaded.jpg

"Per i quattro senatori in quota PD e PDmenoElle che, contemporaneamente, ricoprono la carica di presidenti e vicepresidenti di ordini professionali sanitari è arrivato il momento di calare la maschera da finti benefattori. I membri della Giunta per le elezioni del Senato devono fare una scelta: riconoscere l’incompatibilità tra il ruolo di parlamentare e quello di dirigente di un ente pubblico (e gli ordini professionali sono enti pubblici non economici), così come prescritto dalla legge, oppure difendere ancora una volta le posizioni della casta degli ordini. Per un qualunque cittadino dotato di buonsenso e di onestà la decisione che deve prendere la Giunta è ovvia. Ma qui, in questo Paese, la politica delle poltrone ci ha abituato ad autoassoluzioni ad castam. Tutto questo grazie al potere e all’influenza delle lobby degli ordini professionali, potere legato alla gestione di un fiume di soldi e all'accumulo di poltrone. Se n’è reso conto anche il Presidente dell'Autorità Anticorruzione, Raffaele Cantone, che si è occupato delle incompatibilità, pronunciandosi in modo netto circa la possibilità di cumulare la carica di parlamentare con quella di un presidente di un ordine: E' vietato. Il 4 novembre Cantone dichiarava: "Sto avendo più problemi dalle lobby degli Ordini professionali che non dal Mose o l'Expo, è una cosa pazzesca". Per questa ragione Mercoledì 11 alle ore 20.00 Raffaele Canton verrà sentito per rispondere in audizione Commissioni Affari Sociali e Costituzionali congiunte, circa i mancati adempimenti della legge Anticorruzione in seno agli Ordini Professionali. Noi, che siamo stati gli unici a sollevare il caso, dei tentativi da parte delle lobby degli ordini professionali di sottrarsi alle norme anticorruzione, abbiamo cominciato questa battaglia da oltre un anno. Un accentramento di potere che non ci ha spaventato. Anzi ci ha spinto ad andare fino in fondo, per la trasparenza e contro i conflitti d'interessi." Massimo Enrico Baroni e la Commissione Affari Sociali M5S

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • FABRIZIO P. Utente certificato 2 anni fa
    dopo le dichiarazioni di cantone non si è mosso nulla ....vedremo in questi giorni cosa succede grazie anche a voi
  • alvise fossa 2 anni fa
    CHISSA' CHE SI DECIDANO A CALA RE LA MASCHERA I QUATTRO DELL'AVE MARIA
  • Ester Valla 2 anni fa
    Cuperlo, Bindi,Civati, Boccia , Fassina, Ma non vi vergognate? Dire sempre sì anche allo scempio della Costituzione. Nascondetevi tanto la vostra lucrosa carriera è finita.Nemmeno come servi vi vorranno più. E il presidente di questa Repubblica che per legge è il tutore della Costituzione e che suggerisce agli italiani di rispettare il principio di legalità? ma quali leggi devono rispettare? Quelle leggi che stuprano la Costituzione senza interpellare il popolo che l'ha fatta con il proprio sangue? Spero proprio che la pagherete. Firmato Angelo Pantè di anni 84. Maledetti nei secoli vi predico lacrime per quanto avete ipocritamente raccontato agli italiani creduloni. Infami, la pagherete.
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 2 anni fa
    Non e' casuale che diversi presidenti di ordini professionali siedano in parlamento. Essi gestiscono non solo un grande potere economico ma anche elettorale, in un circolo vizioso che consente loro di condizionare le campagne elettorali, di contribuire sostanzialmente alla elezione di numerosi altri parlamentari e poi di utilizzarli a vantaggio del proprio ordine professionale nell'iter normativo. Si spiegano cosi' le tante leggi a favore degli ordini professionali e, al contrario, le enormi difficolta' che si incontrano quando si tenta di riformarli. Basti pensare alla potenziale influenza che hanno i farmacisti e i medici di base sull'elettorato, soprattutto nei piccoli paesi. Piu' in generale, la pessima qualita' e chiarezza delle leggi italiane non dipendono da incapacita' o ignoranza ma sono finalizzate all'utilizzo di quelle leggi da parte di avvocati, notai e commercialisti. Le leggi infatti, grazie alle lobby dei professionisti, non sono pensate e approvate nell'interesse dei cittadini bensi' degli avvocati, dei commercialisti e dei notai che sulla difficolta' di linguaggio e di interpretazione delle leggi ci campano. I notai in particolare sono un residuo ormai inutile di un tempo passato, in quanto le loro funzioni potrebbero essere ugualmente svolte, gratuitamente, da impiegati dei Comuni con una enorme semplificazione delle procedure e un e un altrettanto enorme risparmio per i cittadini. Sono riforme come queste che vanno a vantaggio dei cittadini e non la riforma, peraltro peggiorativa, del Senato o della legge elettorale.
  • giorgio peruffo Utente certificato 2 anni fa
    Bravi!! Felice di avervi dato il mio voto.
  • Alessandro morigi Utente certificato 2 anni fa
    Penne schierate prima della battaglia. Penne barricate in trincea che periodicamente sventano un attacco e si richiudono subito dentro al tappo. Penne nascoste tra il profumo della salvia ma mai caricate a salve e il cielo con la carta igienica al mattino saltuariamente le imbavaglia. Penne che lasciano le mani sporche ma consentono ancora di non consegnare di persona il mio cuore onesto alle loro forche. Penne che ancora illuminano dell’Inverno le giornate più corte e disegnando languide stelline compongono le nostre corte. Ma non credo sia del cielo una transumanza, ne del vecchio sentiero una reminiscenza, forse del vero un’obbedienza. In quei freddi, tiepidi o caldi 360 giorni l’anno (365) in cui ci coricheremo, in sovraccarico di leggerezza d’animo, su letto a due piazze con la sconfitta al nostro fianco, ma con la slealtà, la calunnia e la cattiva interpretazione sopra al nostro comodino sotto il lume, ci potremo considerare vincitori di questo sistema dispotico e corrotto. Fa male vedere le nostri inconsapevoli genti pasturate di quotidiana fandonia. Una fandonia figlia della calunnia, oltraggiata e non inoltrata, mai ricercata e approfondita. Fa male vedere una società come pesci allevati dentro 3 mq di rete e pasturati di calunnia nei confronti di quel pesce che si offerto di aiutarli a scappare dalla trappola adagiata in alto mare. Repellente è vedere i nostri vecchi (comando della società) nelle ore isolate del mattino, pasturati dalla Rai con finte idee di OGM che smentiscono gli onesti, senza possibilità di replica, dal momento che le classi più giovani sono impegnate nel quotidiano e meritato lavoro. Programmi televisivi sempre più controllati dalle Lobby, quelle lobby un tempo combattute e ora rivendicano in modo sleale , facendo della gente un gregge di pecore, la piazza. Ci stanno regalando a basso costo l’ignoranza e la semplicità di essere servi del loro sistema.
  • uno dissenziente al massimo 2 anni fa
    Arthur Schopenhauer L'Arte di Ottenere Ragione Come riuscire ad ottenere ragione in un dialogo a due o a più persone? Quest’opera del filosofo tedesco vi insegnerà come fare attraverso 38 stratagemmi utili per attaccare senza esclusione di colpi la tesi dell’avversario e difendere quella da noi esposta. Mi sa tanto che i politicanti l'hanno letto tutti tranne quelli del M5S.
    • uno dissenziente al massimo 2 anni fa
      solo che il piddì usa questi stratagemmi per dire che gli extracomuntari fanno bene al paese perché servono per pagare le pensioni agli italiani, che i gay sono la normalità ecc. ecc. ecc. mtrre la santadeché le usa per far credere a tutti che è una bella e simpatica figa!
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus