Una gita in Svizzera per Sabino Cassese

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di MoVimento 5 Stelle

Sabino Cassese oggi sul Corriere della Sera: "[...] L’idea, poi, dei grillini di introdurre referendum cittadini senza quorum si presta a manipolazioni della volontà popolare, perché così nessuno mai saprà quante persone sostengono una proposta e quante vi si oppongono, dov’è la maggioranza e dove la minoranza. Consiglierei agli autori di queste strampalate proposte di rileggere un saggio di Norberto Bobbio del 1978, poi ripubblicato nel volume dello stesso autore su Il futuro della democrazia, del 1984. Lì Bobbio definiva impossibile che tutti decidano su tutto in società complesse, e insensato proporlo."

Si consiglia all'autore di questo strampalato articolo di fare una gita in Svizzera dove, così come nella maggioranza degli Stati del mondo, non è previsto il raggiungimento del quorum per rendere valido il risultato di un referendum. Norberto Bobbio nel giugno 1990 denunziò l’astensionismo come un "trucco" per far saltare il quorum e invalidare un referendum, questa argomentazione è una delle più forti utilizzate dai sostenitori del referendum senza quorum. Perché mantenendo una soglia di partecipazione e invitando all'astensione, il governo può manipolare la volontà popolare, come avvenuto con il referendum delle trivelle dell'anno scorso. Cassese: studiare a memoria non basta.

UPDATE: Dalla Rete ci segnalano che a pagina 54 del libro citato da Cassese "Il futuro della democrazia" Norberto Bobbio specifica la posizione e afferma: "Nessuno può immaginare uno stato che possa essere governato attraverso il continuo appello al popolo: tenendo conto delle leggi che vengono emanate nel nostro paese all'incirca ogni anno si dovrebbe prevedere in media una chiamata al giorno. Salvo nella ipotesi per ora fantascientifica che ogni cittadino possa trasmettere il proprio voto a un cervello elettronico standosene comodamente a casa e schiacciando un bottone.". Oggi, 32 anni dopo, questa ipotesi non è più fantascientifica. Cassese aveva saltato una pagina.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Valentina 19 ore fa
    Buongiorno a tutti; Siete vietato bancario, non arrivate più a a farne uscire finanziariamente. Per aiutarli a realizzare il vostro sognati ed i vostri progetti, metto a vostra disposizione un'opportunità di prestito di denaro a breve e lungo termine sul 3% di interessi. Di 6000€ a 7.000.000€ ad ogni persona capace di rimborsare. Per ulteriori informazioni, contatta per mail: ( regnovalentina@gmail.com )
  • Valentina 19 ore fa
    Buongiorno a tutti. Sono persone che mette propone di pronta di denaro a disposizione delle persone nella necessità di un prestito e capace di rimborsare entro fine ben ragionevole. Accordo prestiti ad un tasso d'interessi del 3% su ogni solo un'ultima domanda. Di 5000 euro a 7.000.000 euro per ogni solo un'ultima domanda ed all'impresa nel fabbisogno finanziario. Per più informazione, ecco il mio indirizzo di posta:( regnovalentina@gmail.com )
  • Valentina 19 ore fa
    Denaro offerta di prestito a chi ha bisogno urgente. 5000€ a 7.000.000€. Per ulteriori informazioni, contattare me attraverso il mio indirizzo e-mail: ( regnovalentina@gmail.com )
  • Ezio D'Alessandro Utente certificato 24 giorni fa
    Attenzione! Le previsioni legislative non si fondano sulle effimere situazioni di pochi. Norberto Bobbio ha condannato, come voi riferite, l'astensionismo. Il quorum è il baluardo democratico alla volontà di pochi che possono mobilitare molti loro servitori, che farebbero prevalere la volontà dell'OLIGARCHIA contro quella di molti, la democrazia.
    • Gianfranco B. Utente certificato 23 giorni fa
      Quindi? Talelbano
  • Gianfranco B. Utente certificato 24 giorni fa
    Gino, non conosco, come molti e molto altro, Gjerstad. Credo, per sentito dire, fosse un archeologo, ma non ne sono sicuro. Dovrai fare ameno del mio prezioso giudizio e, cosa ancor più grave, della mia illuminata valutazione. Buona serata Talelbano
    • Gianfranco B. Utente certificato 23 giorni fa
      Cercherò d'approdire la cosa, che mi sembra interessante. Ciao Talelbano
    • Gino Sighicelli Utente certificato 23 giorni fa
      fu colui che (mai tradotto in italiano), riclassificò i reperti del boni (tra l'altro, stabilendo, inconfutabilmente, la datazione della fondazione dell'etrusca città di Roma (tra il 580 e il 570 a.C.) l'unico che ne parlò fu Momigliano (8° contributo, tra l'altro), per dire però: tranquilli, non spaventatevi
  • Aldo B. 24 giorni fa
    Sabino? Vuoi dire qualche 'ccosa? Tutto a 'pposto? Tutto a 'pposto!
  • pablo mirta Utente certificato 25 giorni fa
    Ciao Per la realizzazione dei vostri progetti che si cura di cui non hai abbastanza fondi, la soluzione è che la signora Josina gomez offerte di prestito diversi per i vostri progetti prima fino a 70.000 euro con un tasso del 2% -Viaggi e project financing per studi all'estero -costruzione sfondo imprese e gli investimenti in vari commercio e costruzione progetto e altro -Acquisto di affitto casa e appartamento -Acquisto di auto e prestito per la salute e l'educazione dei vostri figli -pronto soccorso per chiunque in pericolo -settore agricolo e mondo degli affari -finanziamento del progetto milioni Contattare il servizio di posta elettronica: prestitobancario2017@gmail.com
  • Oronzo Barberio Utente certificato 25 giorni fa
    Secondo me c'è stato un grosso equivoco. Ho ascoltato Cassese su una trasmissione su La7 (non nomino). Stringendo stringendo ha detto che nella lettera non ha detto la cosa più importante, cioè che il referendum deve avere funzione consultiva e non per le decisioni, che è quanto sostenuto da tanti in questi commenti. Del resto molti protestano al riguardo e si rendono conto dei problemi, per es. per le votazioni. Prima o poi ne dovremo discutere.
    • Oronzo Barberio Utente certificato 24 giorni fa
      Errore mio. Non intendevo consultivo nel senso proprio di sola consulenza, ma nel senso di decisione sulle grandi linee; molti pensano che si debba decidere su tutto, ed anche tu dici che è un'assurdità. Sempre favorevole ai dissensi ed alle discussioni che portano a capire i motivi dei dissensi. Sono sempre stato favorevole a sentire il cittadino o l'interessato, e per es. sui referendum abrogativi sono favorevole al no quorum, ma tutto è nato dal fatto che Cassese secondo me è stato frainteso. E su alcuni punti ha anche ragione.
    • Gianfranco B. Utente certificato 25 giorni fa
      D’accordo sul dover, necessariamente, discutere sulle votazioni, modalità, trasparenza e tempi. Mi sembra evidente che ci sia qualcosa che non va. Sul fatto che Cassese abbia affermato che il il referendum debba essere consultivo e non sulle decisioni, non sono minimamente d'accordo per le seguenti ragioni: 1) Partendo dal presupposto che i rappresentanti siano nei binari del mandat/programma, il referendum consultivo che non presuppone una decisione coincidente con la volontà espressa, non avrebbe senso. 2) Il referendum consultivo potrà avere un ragione d’essere se l’esecutivo è in procinto di prendere un certo indirizzo che, successivamente, porterà a certe scelte, decisioni. A quel punto dovrà esserci il referendum per l’approvazione o meno delle decisioni da confermare. Per farti un esempio, l’indirizzo è fare un’alleanza militare difensiva. Il referendum consultivo si esprime a favore. L’alleanza militare potrebbe essere fatta con i paesi UE, con gli USA, con la Russia o con la Cina. Mi consentirai di esprimere il mio assenso per una di queste opzioni? Come vedi, i referendum hanno sempre una ragione d’essere ma con funzioni e obiettivi diversi. Ciao Talelbano
  • rodrig entréprise Utente certificato 25 giorni fa
    offrire prestiti tra particolare in 48h se avete bisogno di soldi per finanziare un progetto / società / o immobiliare / gestione di olio / gas chiedere il prestito. o di pagare per un appartamento / autoveicolo / casa o per un investimento. Essi offrono prestiti da € 90.000 a € 6.700.000 ad un tasso del 3%, a seconda della quantità di prestare a particolari non violare la legge sull'usura. vi offre la possibilità di rimborsare il denaro prestato entro da 1 a 25 anni, a seconda dell'importo del prestito. Attualmente risiede a France.si siate interessati vi preghiamo di non contattare me questa mail;diogorose89@gmail.com
  • Oronzo Barberio Utente certificato 25 giorni fa
    Un giorno qualcuno dovrebbe mettere un bel post spiegando cos'è la democrazia, sia diretta che indiretta, come e perché sono nate, quali ne sono i pregi ed i difetti ed i limiti. Fino ad allora sento tanti slogan ed anche tante cazzate. Giannuli!! Datti da fare almeno tu.
    • Oronzo Barberio Utente certificato 24 giorni fa
      Non conosco quella discussione, se è corretta andrebbe magari tirata fuori ogni tanto; ma qualunque atto o discussione vada contro dati di fatto non ha senso. Nella storia quello che forse si avvicina di più alla democrazia diretta (ma solo uomini!) erano le assemblee vichinghe dove vigeva il principio UNA LANCIA UN VOTO. Non per nulla le nazioni derivate sono tra le più civili al mondo. In ogni caso anche la democrazia più diretta in una piccolissima comunità è sottoposta alle leggi della dinamica di gruppo, come sanno tutti quelli che partecipano alle riunioni dei vari meet up. Assoggettarsi a quelle leggi o a quelle della democrazia rappresentativa? Ripeto che l'argomento è delicato, complesso e non si può trattare nel blog. Aspetto sempre Giannuli.
    • Gino Sighicelli Utente certificato 24 giorni fa
      a me pare che la discussione che svolgemmo in “Non voglio rappresentanti, sì alla democrazia diretta, di Michel Houellebecq” fosse stata sufficientemente valida ed esaustiva in particolare, io apprezzai i contributi di Leonello Zaquini e di viviana vivarelli (sic!)
    • Gianfranco B. Utente certificato 25 giorni fa
      Condivido. Talelbano
  • enzo bargellini Utente certificato 25 giorni fa
    Carissimi,"consultare" più persone possibile circa decisioni da prendere da parte degli Eletti;ancorchè la rapidità delle moderne tecnologie possa talora introdurre l'alea dell'impulsività;è miglioria rispetto alle cd."segreterie di partiti" ove tali decisioni erano e sono determinate da pochi,restano tuttavia al momento "consultazioni limitate". QVanto ai..."REFERENDUM"...mi limito ad osservarVi che l'art.75 definisce,capostipite gerarchico,tale istituto con DUE condizioni:OLTRE metà di PARTECIPANTI e OLTRE CINQUANTA PERCENTO DEI LORO CONSENSI (all'abrogazione o alla conferma della NORMA SOTTOPOSTA A GIUDIZIO POPOLARE). Quanto all'art.138 esso DEVE,a maggior ragione a mio modesto parere,sottostare a tali VINCOLI. Le conflittualità e le complicanze giuridiche introdotte con la cd."riforma del titoloV" del 2001 "omologata" come noto ne sono oggettiva dimostrazione. Con molti Saluti e cordialità a Tutti dalla solatia RROMAgna.
  • pablo mirta Utente certificato 25 giorni fa
    Ciao Aiuta a Lady Josina gomez persone che hanno bisogno di lei offre prestiti presso l'international livello, in particolare a breve e a lungo termine in 72 ore lei offre prestiti in suo dominio diverso -Prestito immobiliare -Investimenti prestito -Prestito auto -Prestito personale -investimento Vi preghiamo di contattarci via e-mail per ulteriori dettagli E-mail: prestitobancario2017@gmail.com
  • F 25 giorni fa
    CITARE QUESTE PERSONE CORRISPONDE A DARGLI IMPORTANZA !!! GUARDARE L'EFFICIENZA DELLA VICINA SVIZZERA !!! TRA L'ALTRO HA UN GOVERNO FORMATO DA SETTE RAPPRESENTANTI DI TUTTE LE FORZE CON MAGGIOR CONSENSI TRA CUI IL PRESIDENTE DELLA CONFEDERAZIONE CHE CAMBIA OGNI ANNO !!!
  • FABRIZIO P. Utente certificato 25 giorni fa
    ho provato ad ascoltare il " cazzese" ...qualche volta ...ha 1 idea " particolare " della democrazia ...mooolto particolare ..spesso e volentieri si inventa ..discorsi ...alla renzi ...e in effetti è " leggermente " presuntuoso
  • Gianfranco B. Utente certificato 25 giorni fa
    Che i cittadini non possano decidere tutto è talmente ovvio che mi meraviglio che ancora se ne discuta. Mi sembra evidente che su tutti i processi d’ordinaria amministrazione le decisioni spettino alle presone preposte in quel ruolo. Che i cittadini debbano decidere su tutte le linee guida, che andranno ad incidere sulla sua vita, non debbono esserne dubbi, ne se ne ma. In una democrazia diretta, i rappresentanti debbono portare avanti le linee guida. Esempio sull’energia, la linea à energia pulita: ovviamente il rappresentale lo faranno nel modo più opportuno ma non potranno dare il minimo spazio a petrolio, fossili ecc. Questi sofismi, del quorum sui referendum, sono tipici di professa la democrazia purché non ci sia. In un paese civile, chi non si occupa di politica, per libera scelta o disinteresse, dovrà accettare, senza lamentarsene dopo, che la politica si occupi di lui, nel migliore senso del termine. Non come adesso, dove la politica, a prescindere se partecipi o meno, si occupa di te, ma del tuo posteriore. Poi, per dirla tutto, a me di cosa dicono questi soloni, o grosse sole, non m’interessa minimamente. Talelbano
    • Gianfranco B. Utente certificato 24 giorni fa
      Carissimo Gino, non conosco, come molti e molto altro, Gjerstad. Credo, per sentito dire, fosse un archeologo, ma non ne sono sicuro. Dovrai fare ameno del mio prezioso giudizio e, cosa ancor più grave, della mia illuminata valutazione. Buona serata Talelbano
    • Gino Sighicelli Utente certificato 24 giorni fa
      gianfranco, mi piacerebbe sapere qual'è il tuo giudizio/valutazione di Einar Gjerstad
    • Gianfranco B. Utente certificato 24 giorni fa
      Gino, per cortesia, non ti offendere, non è il caso. Lo stesso si potrebbe dire per l’utilizzo del termine populista e altro che si presta alla doppia interpretazione. Mi sembra evidente che l’utilizzo, nello specifico, sia spregiativo, dato il contesto. Mi sembra altrettanto ovvio che Solone, in quanto tale, non possa rientrare in questo tipo d’interpretazione, nemmeno lontanamente. Comunque, è abbastanza ricorrente contrapporre, in senso dispregiativo, il massimo del positivo. Personalmente non ci trovo nessuna controindicazione. A tale proposito, ti faccio un esempio storico pratico. Per dare dell’incendiario, ancora oggi, si usa dire ; sei peggio di NERONE. A distanza di 2000 anni , Nerone è colui che ha incendiato Roma e suonava la lira, sul balcone, mentre Roma Bruciava. Questo e quello che li storici dell’epoca, Svetonio in testa, ci hanno tramandato e voluto far credere. Le cose sono andate in modo molto diverso. Nerone, quando Roma prese fuoco, era ad Anzio, si precipito a Roma appena saputo dell’incendio, sequestro terreni, immobili e derrate alimentari, ai patrizi romani, per aiutare la popolazione. Dopo l’incendio, fece la riforma urbanistica, per rendere sicure le abitazioni di Roma. Ma la cosa per cui fu tanto odiato, fino alla mistificazione storica, fu la riforma della moneta, tale riforma danneggio, in solido, i patrizi i quali, essendo gli unici depositari della cultura e della scrittura, sono riusciti tramandare l’immagine di Nerone l’incendiario, il pazzo, l'ambizioso sfrenato fino ad oggi. Questo per dirti che se uso Nerone come incendiario e vero che sbaglio nella sostanza, ma nella forma e nel comune modo di dire tale uso non è scorretto. Ciao Talelbano
    • Gianfranco B. Utente certificato 25 giorni fa
      Oronzo, non ho messo in discussione Cassese come giurista ma la sua affermazione nello specifico che, strumentalmente, citando N.Bobbio in merito, ha trascurato il particolare, fondamentale, che N. Bobbio ha specificato successivamente. Inoltre devo aggiungere che, personalmente, sono uso a valutare l’affermazione nel cotesto in cui si colloca. Penso che come i medici, che spesso sono fuori dalla realtà, per ragioni corporative, tante altre corporazioni incorrano, sistematicamente, negli stessi errori; giudici, avvocati, commercialisti, farmacisti, notai ecc. Altra considerazione, che anche tu avrai fatto, riguarda la corporazione dei giuristi. Noi dovremmo essere, storicamente, la patria del diritto ma, purtroppo, siamo la patria del rovescio. Per far funzionare, peggio di come funziona in Italia, la giustizia bisogna metterci impegno. Che molti pensino che le decisioni debbano essere solo le loro e evidente. Condivido con te che per avere un’effettiva consultazione on line i tempi saranno lunghi. Sarà essenziale non confondere la consultazione on line con l’impartire ordini individuali all’esecutivo. Eesempio: c’è da pulire un quartiere- Si- No; se passa il Si, non dovrò votare sul tipo scopa, detergente, da quale parte cominciare, entro quando dovrà essere pulito ecc. L’obiettivo è pulire il quartiere. Magari dovrò essere in condizione di controllare, quando lo riterrò opportuno, se il quartiere è stato pulito, come e quanto è costata l’operazione. Sai Oronzo, confondere la democrazia diretta con una visione personale, magari distorta, della democrazia e di una facilità estrema. Anche per questo dovrà passare del tempo, prima di poterne fare un uso realmente corretto della democrazia diretta. Ciao. Talelbano
    • Oronzo Barberio Utente certificato 25 giorni fa
      A Gianfranco, guarda che molti sono convinti e lo strillano a forza che le decisioni vanno prese insieme da tutti, cosa impossibile, come hai giustamente affermato. Mentre per la condivisione on line penso che i tempi saranno ancora lunghi. E non so quanti di questi che strillano non pensino sotto sotto che le decisioni le dovrebbero prendere loro e solo loro.
    • Oronzo Barberio Utente certificato 25 giorni fa
      Ovviamente non dico che sono d'accordo con Cassese, non si fraintenda; solo che prima di liquidarlo va letto attentamente, molti argomenti non sono campati in aria, questa non è la sede per discuterne.
    • Oronzo Barberio Utente certificato 25 giorni fa
      Sabino Cassese è uno dei migliori giuristi che abbiamo, consiglio di leggerlo bene ed imparare prima di dire sciocchezze prese da Wikipedia, che in genere informa di prendere le notizie con le molle. Non confondete la conoscenza di qualcosa con la ricerca su Google. Tanti anni fa, in tempi non sospetti, Cassese dichiarò primo assoluto che i Medici vivevano in un clima talmente al di fuori di ogni legalità che ormai neanche se ne accorgevano. Quando si nominavano le Commissioni nei Concorsi nella Sanità i Sindacati medici nominavano un rappresentante sindacale. Confondendo i sindacati medici (che ovviamente nominavano un medico) con la CGIL (che in un caso che conosco nominò il lavandaio del paese, ben tesserato, che ovviamente non c'entrava in un concorso medico) Cassese decise di togliere il sindacato medico dalla Commissione, ovviamente peggiorando proprio la situazione della trasparenza. Caso classico, qui si, del Professore che fa scientificamente danni.
    • Gino Sighicelli Utente certificato 25 giorni fa
      per cortesia, gianfranco, non parlare più di soloni (è cosa che mi offende, offendendo la memoria storica (mai, a mio parere, alcun altro fu fattivamente più grande e democratico di Solone (l'arconte che, mediante dittatura (seppure essendo discendente dell'ultimo re di atene), consapevolmente gettò le fondamenta della democrazia)) 'soloni' fu un'aggettivazione invalsa ai fini del discredito della democrazia; entrata (acriticamente) nel lessico comune a causa di assuefazione vai su wikipedia, vedrai che in gran parte troverai conferma alle mie parole una valida conoscenza della storia mai potrai ottenerla mediante wikipedia (lo standard è infatti sempre quello della storia tramandata dai vincitori) ai fini di una completa nozione della storia servono indagini molto approfondite, condotte in anni ed anni di attenzione dedicata. Autori che consiglio, seppure non esaustivi: moses finley, oswin murray, ostwald (solamente in inglese), vidal naquet, cavalli sforza, jared diamond ho appena fatto ricerche mediante due differenti motori di ricerca di "soloni dispregiativo" è per me un insulto già il solo fatto che ambedue pretendano che al riguardo di tale interrogazione non vi sia risposta ...
    • Gianfranco B. Utente certificato 25 giorni fa
      Non so se mi sono espresso male o non hai letto bene. Nessuna contradizione, in quanto non credo che quotidianamente tu stia o debba votare l'ativita dei tuoi rappresentanti. Voterai su l'indirizzi e su tutti gli aspetti fondamentali, non sarebbe comunque possibile votare sull'attività ordinaria (purché stia nei binari votati), a meno che tu non faccia di professione il votante. Talelbano
    • Mario Piazza 25 giorni fa
      Quindi contraddici quanto detto in questo articolo, in cui si afferma che con i mezzi attualmente a disposizione tutti potrebbero partecipare da casa ad ogni decisione con un semplice clic? Quindi contraddici la linea del M5S secondo cui ormai il parlamento è un ferrovecchio?
    • Gianfranco B. Utente certificato 25 giorni fa
      Sono erto che Norberto Bobbio se fosse in vita, per la visione che aveva, avrebbe aderito al movimento 5 stelle. Talelbano
  • giovanni c. Utente certificato 25 giorni fa
    Egregio Cassese , non le sembra strano che dopo aver sostenuto un "SI" ad un referendum confusionario mi venga a parlare di democrazie anomale citando un Bobbio. Credo che Lei abbia fatto il suo tempo e quindi la prego di astenersi da quei passaggi acrobatici che odorano solo di "PARTITO PRESO" e di null'altro. Stia in buona salute e viva tranquillamente la sua pensione con serenità.
    • Gianfranco B. Utente certificato 24 giorni fa
      Chi fa parte di un certo entourage, lo sostiene anche mentendo sapendo di mentire. Sai quale è la cosa che più mi disturba in certi personaggi? La loro caparbietà nel voler sostenere cose, situazioni o tesi che sanno essere sbagliate anche quando, data l'età e il non avere più niente da perdere, potrebbero avere un sussulto d'onestà intellettuale. Talelbano
  • Axel 1 Utente certificato 25 giorni fa
    Signor DelBARIO Alexio è un grande uomo che ha ottenuto Risparmia durante il mio periodo più buio. È un creditore particolare affidabile. Queste transazioni sono approvati da un avvocato e garantire da una banca. Grazie, signor sembrava. Suo indirizzo email: E_mail: delbarioalexio@gmail.com
  • Gianluca Barducci 25 giorni fa
    Ahahahaha grandi!!!
  • Gino Sighicelli Utente certificato 25 giorni fa
    Tutti nascemmo catechizzati; tutti, dodicenni, poi ci ritrovammo in un nuovo mondo 'ben' compreso, in virtù di un ulteriore 'layer' di nostra catechesi; molti (i più sfortunati) poi si ritrovarono triplamente catechizzati, alla fine di loro 'alti' studi. Il nome dell'intero fenomeno è « retaggio » ad esempio, guardando con i nostri occhi, vediamo un mondo fatto di linee e di colori; è un mondo 'interpretato', mediante efficaci 'nostre' scommesse evolutive: nei secoli esse si dimostrarono vincenti, pertanto divennero “nostre scommesse” (lo stesso è vero in relazione alla logica degli umani) ad esempio, ad un certo punto della nostra storia, descartes tentò una sua scommessa sull'inerzia; successivamente newton l'utilizzò, ma talmente efficacemente che esso divenne infine un fondamentale principio (della nostra 'sapiente' Scienza); un falso principio, poiché esistono alternative più valide (scommesse sostitutive (ed anche capaci di spiegare), tali da poter venire utilizzate in sostituzione di quella ch'è solamente una dogmatica approssimazione (seppure approssimativamente valida)) oggi è molta comune l'adesione al principio della « non violenza ». anch'esso è solamente una scommessa, in alcune circostanze dimostratasi storicamente valida (valida quando venga utilizzata tra 'benpensanti')
    • Gino Sighicelli Utente certificato 25 giorni fa
      la bellezza di una lingua la nostra è lingua 'sessista': noi utilizziamo maschili e femminili, e raramente il neutro mediante l'uso che facciamo di maschili e femminili, anche possiamo 'disambiguare' le nostre discussioni il sesso degli aggettivi è 'previsto' dipendere dal sesso dei sostantivi pertanto, a noi italiani è possibile l'utilizzo disambiguato di aggettivi che altrimenti non sapremmo se dover noi interpretare come riferiti a questo o quell'altro sostantivo, precedentemente utilizzato: se l'aggettivo è femminile, allora potrà venire riferito solamente a sostantivo femminile precedentemente utilizzato normalmente ciò lo facciamo automaticamente (a me talvolta piace 'notare' i miei automatismi)
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 25 giorni fa
    Solo applicando nella pratica le nostre teorie potremo sapere se funzionano. Tenendo presente che di referendum si può' anche morire.
    • Rosa Anna 25 giorni fa
      La politica elvetica di referendum non ne è mai morta
  • Giovanni M. Utente certificato 25 giorni fa
    BOBBIO E' LA BIBBIA ? «nulla rischia di uccidere la democrazia più che un eccesso di democrazia». Cosa è la DEMOCRAZIA ? Sicuramente, non è la DEMOCRAZIA RAPPRESENTATIVA. Termine "alternativo" per indicare un OLIGARCHIA. Solo un co..ione, fatto e finito, può sostenere che circa 1000 individui possono rappresentre 60.000.000 e più, di ITALIANI. E' contraddizione di fondo. UNO non è ZERO. Io desidero rappresentare me stesso, e nessun altro. Desidero essere responsabile in prima persona. Non delegare altri. Partecipare direttamente. Ma, sopratutto come puoi condividere tutto, ma proprio tutto con chi hai delegato ? O condividere completamente un PROGRAMMA ? Così, è IDOLATRIA. Per IDIOTI. "Eccesso di DEMOCRAZIA" è un'altra ca..ata immane. La DEMOCRAZIA non ha ECCESSI, se non per chi non è DEMOCRATICO. Ma è un OLIGARCA. Se non per chi pensa di partecipare alla spartizione delle poltrone. DEMOCRAZIA.PUNTO, senza andare a (e avere un) CAPO. Spesso, la fantascienza è arrivata prima della scienza. Ma, un INNOVATORE ha anticipato sempre un RETROGRADO. PS:OT (ma non troppo) Quelli di DESTRA, dicono che siamo di SINISTRA. Quelli di SINISTRA, dicono che siamo di DESTRA. BERSANI ? Quelli di CENTRO dicono che siamo di CENTRO.;-) In REALTA', Siamo OLTRE. Vi abbiamo SUPERATO. Vi abbiamo SVERNICIATO.
    • Giovanni M. Utente certificato 23 giorni fa
      AVANTI UN ALTRO... IDEALE ? E' REALE. Oggi OGGETTIVAMENTE è possibile. La DEMOCRAZIA DIRETTA è REALIZZABILE grazie alla RETE. Oggi esistono le condizioni, come ipotizza lo stesso BOBBIO.(leggi sopra) Comunque. Spesso non ho votato qui per una semplice formuletta, che spesso ripeto: Chi conosce, può scegliere. Riconoscendo la mia IGNORANZA, quindi il mio limite di conoscenza dell'argomento trattato. Quindi, mi sono autolimitato. Anche, per questo motivo non deve esistere il QUORUM. Come dire: Sei stato invitato alla FESTA, ma non partecipi. Il problema, è solo tuo. Grillo ? Sono il "papà" di UNO VALE UNO e dell' OLTRE. Ma sopratutto non voto da 25 anni. Secondo te, mi affido ad ALTRI ? Secondo te, faccio copia ed incolla ? Poi,pensa.Nella DEMOCRAZIA RAPPRESENTATIVA fai di peggio. Non fai copia e incolla. I tuoi COMPITI, li fanno ALTRI. Poi, come un co..ione qualsiasi, ti tocca stare in CURVA, con la BANDIERINA a difendere spesso IDEE non tue. ALTRUI. VOTO ? ZERO. Io PARTECIPO. I miei COMPITI, li scrivo io, DIRETTAMENTE, in modo DIRETTO. (ROUSSEAU) Non li affido ad ALTRI.Come fai tu. In sintesi, la differenza tra DEMOCRAZIA RAPPRESENTATIVA rispetto la DEMOCRAZIA DIRETTA è: Votare (o avere) IDOLI (per IDIOTI) o votare (o avere)IDEE. PS: Ma tu, i tuoi COMPITI, li fai fare da Razzi o Scillipoti ? Auguri! PS:Se ,invece, sei un OLIGARCA, tutto quello che ho scritto non ha VALORE. Ma il tuo VALORE è ZERO.
    • Gianfranco B. Utente certificato 24 giorni fa
      Caro Mario, da i tuoi interventi arguisco che ti stai ponendo delle domande sulla democrazia diretta e questo è un fatto positivo. Per il resto, delle tue perplessità, anche giustificate, dovresti chiediti se coloro che ci hanno portato in questo fogna, erano così informati, preparati e coscienti su quello che stavano facendo o stavano votando. Parti da un presupposto semplice ; se il problema/quesito lo poni nella sua essenzialità in modo chiaro e non strumentale, chiunque, a prescindere del livello d'istruzione, sarà in grado di capirlo. Poi magari prenderà la decisione sbagliata, ma almeno dovrà sentirsi responsabile. Questi sono i processi di reale maturazione democratica. Ciao Talelbano
    • Mario Piazza 25 giorni fa
      Quindi ritieni di essere in grado di essere sempre informato adeguatamente (cioé quanto basta per poter decidere se una formulazione della legge è giusta e sbagliata) su ognuna delle questione che in ogni minuto, nel mondo ideale di cui parlate, sarai chiamato a dare il tuo parere?! E il tempo per farti un parere su ognuna di quelle questioni come lo troverai? Chiederai a Grillo, o copierai dal tuo vicino il compito che lui sta svolgendo, sperando che lui ne sappia più di te?!
  • Stanisław 25 giorni fa
    Cassa Cassa, ma ci sei o ci fai l'ignorantello.... Munisciti di zappa e va a fare ciò che ti compete, invece di citare Bobbio.
  • Danyda bologna Utente certificato 26 giorni fa
    Comment ? .... O no comment ? ..... Comment !!! Cassese è un claudicante intellettuale trascinatosi fino a Noi dal paleozoico. Sappiamo da che parte sta ..... Cassese: “Nessun rischio autoritario, giuste le modifiche alla Carta”...... Articolo apparso sull'Unità per sostenere le riforme prostituzionali volute da Miss Etruria Boschi & C. Ecco cosa pensa, chi ben conosce la letteratura di Norberto Bobbio, dell'odierna esternazione di Cassase: Nadia Urbinati "L'articolo di Sabino Cassese (Corriere) di critica della decisione capitolina di adottare forme di democrazia web non è attento a quel che succede nel mondo con la sperimentazione digitale ........> " https://www.facebook.com/nadia.urbinati.5/posts/10155285340947941
  • Franco Mas 26 giorni fa
    Non si tratta di essere giovani o meno giovani, il problema è avere la volontà di riflettere con la propria testa per fare una scelta libera e priva di giudizi preconfezionati, spesso mettendo in discussione le proprie radicate convinzioni. Se il Movimento oggi gode di milioni di consensi vuol dire che in Italia queste persone ci sono, così come è scontato che non tutti siano capaci di operare un simile sforzo intellettuale. Diciamo le cose come stanno, il non cambiare mai ti mette in pace con la coscienza ma ti frega l’intelligenza.
    • Gino Sighicelli Utente certificato 24 giorni fa
      "mettendo in discussione le proprie radicate convinzioni" è l'arte a cui ciascuno dovrebbe dedicarsi appassionatamente (come se fosse l'unico vero scopo della propria vita (mia ponderatissima opinione))
  • jazz00 26 giorni fa
    Cassese si aggiunge alla lista dei pennivendoli a 5 euro al pezzo (preferibilmente in nero)
  • inclemente mastengo Utente certificato 26 giorni fa
    Un altro fregnacciaro un tanto ad articolo.
  • Pier luigi 26 giorni fa
    Tutti sanno che una cosa è impossibile da realizzare, finché arriva uno sprovveduto che non lo sa e la inventa. Albert Einstein.. questo vale per Cassese e che non ha memoria ma neppure futuro.. questo vale anche per Fassino che disse ha Grillo se vuoi candidarti fonda un partito".. Questo vale anche per chi come nel Pd sta aspettando Godot “Non bisogna aspettare che finisca il petrolio: l’età della pietra non è finita perché sono finite le pietre.”
    • Oronzo Barberio Utente certificato 25 giorni fa
      Ringrazia Fassino........
  • glago 26 giorni fa
    forse è un analfabeta di ritorno... (chiarimento:per qualcuno che vorrebbe far sparire i vecchiacci...non tutti sono così! la maggioranza ha fatto l'Italia lavorando e a costo di enormi sacrifici e rinunce ha permesso a voi giovani di studiare, cosa che non era per la massa del dopo guerra e come ricompensa ora vogliamo farli morire?...forse sarebbe ora far lavorare i pochi neuroni che avete in testa.è proprio vero il detto:chi fa del bene deve saper sopportare l'ingratitudine)
    • Giovanni M. Utente certificato 26 giorni fa
      Gli uomini di dividono in "giovani" e "vecchi". Non esiste nessun legame con l'età anagrafica. ROUSSEAU è morto, è antico, ma non ANTIQUATO. PS:Lo STUDIO ? La mancanza di CONOSCENZA è IGNORANZA. La mancanza di COSCIENZA è DEFICIENZA.
  • Aldo Masotti Utente certificato 26 giorni fa
    La battaglia del Little Bighorn (quella del generale Custer) avvenne il 25 giugno 1876: alle ore 17 circa Custer muore ed il settimo cavalleggeri USA viene sconfitto. Si seppe il giorno dopo a Washington , 5 giorni dopo lo pubblico' il Corriere della Sera in Italia. Il cavo telegrafico che collegava l'America all'Europa c'era da 10 anni circa (1866). La tecnologia di allora consentiva alle notizie di viaggiare dal Montana a Milano in 6 giorni. Oggi tale tempo e' zero: non seve che citi FaceBook , WhatsApp , Skype ecc ecc . Quando ero piccolo andare al mare era considerato un “viaggio” , non una “gita” . Oggi per me un viaggio e' fare da Verona a Miami o New York . Con la tecnologia la democrazia rappresentativa puo' diventare democrazia diretta: era rappresentativa perche' dal Nevada alla capiatle federale erano giorni di viaggio , anche col treno. La tecnologia o la cavalchi o ti sotterra.
  • Canzio R. Utente certificato 26 giorni fa
    Con(tutti questi giovani) i napolitano,gli scalfari ,i cassese,i prodi, gli amato,i violante, poi c'è sempre la ...consulta che sistema..tutto, (da 32 mila euro a testa, al mese)abbiamo avuto come risultato in Italia, tutti "QUESTI PRIMATI CHE IL MONDO... C'INVIDIA"Il giorno dopo le votazioni, questi personaggi, andranno a vivere ,finalmente da pensionati...su Marte.
  • Giovanni M. Utente certificato 26 giorni fa
    IO SONO 5S PEZZO DI ...ANTIQUARIATO. CASSESE ? Vecchio ? No,"Vecchio"! PS: In sintesi, ANTIQUATO. OBSOLETO. ORNAMENTO. SOPRAMMOBILE IMMOBILE.
  • Filippo 26 giorni fa
    Il Sig. Cassese trascura inoltre l'aspetto propedeutico ed educativo nei confronti dei cittadini indolenti e menefreghisti e cioè obbligarli a partecipare alla consultazione per cercare di far vincere la propria idea, innalzando così il livello di partecipazione democratica
  • undefined 26 giorni fa
    QUESTO VECCHIO è uno dei tanti VECCHI che con la loro stupidità, ignoranza e malafede hanno contribuito a distruggere la nostra amata patria. Non so davvero come fanno a non vergognarsi e nascondersi. La dice molto lunga su come sono concepiti e come rapportarsi a questa gentaglia. RICORDATEVI CHE LE TIRANNIE NON HANNO PIÙ E SPAZIO in questo mondo, CARI VECCHI!!! Avete distrutto l Italia è dovrete andare nella tomba con questo ultimo pensiero.
  • severino turco Utente certificato 26 giorni fa
    Avesse fatto anche il contadino fra una università e l'altra,zappa e badile intendo, magari avrebbe una percezione più precisa della realtà quotidiana.
  • giovanni . Utente certificato 26 giorni fa
    SABINO CASSESE HA FATTO UNA FIGURA DI M..DA Cassese ti consiglio di studiare di più e parlare di meno
  • giorgio peruffo Utente certificato 26 giorni fa
    Ma non c'è un articolo del Codice Penale contro gli imbecilli?
  • Maria primerano 26 giorni fa
    GRANDI!!!!! Vi voglio bene 8)
  • Giorgio Mura 26 giorni fa
    Purtroppo il corriere della sera da 3 anni a questa parte e' diventato il corriere di Renzi, Giornale di partito piu' dell'unita' e repubblica. Le migliori firme indipendenti se ne sono dovute andare, direttore super renziano ed e' arrivata la Meli. E dire che lo leggevo tutti i giorni. Quando sparira' il finanziamento pubblico si spera che ritorni piu' obiettivo ed indipendente .
  • giuseppe de rubertis 26 giorni fa
    fino all'avvento del colore, il "corriere della sera" era un buon giornale; completo nella sua terza pagina e abbastanza completo sulla pagina estera. Ora assomiglia sempre di più a uno di quei tabloid inglesi come il Daily Mirror ricco di notizie sciocche urlate a titoli cubitali in copertina. peccato. Ma d'altra parte, guardando la fine dell'Unità.. non c'è molto da dire..l'epilogo rimane lo stesso..risultano illeggibili.
  • Giacomo E. Utente certificato 26 giorni fa
    Ma cavolo, ma dico io, se fanno le leggi e non ci piacciono ci lamentiamo, se ci danno l'opportunità di partecipare realmente alla creazione delle leggi ci lamentiamo...e cazzo..ci vuole solo un po di responsabilità!! Sembra quasi che il popolo non ha voglia di occuparsi delle leggi che lo interessano!! ITALIANI SVEGLIA!!! Senza il M5S restiamo succubi dei finti rappresentanti del popolo che fin'ora hanno fatto il loro porco comodo fregandosene di chi li ha messi a governare!!
  • Claudio Rizzo 26 giorni fa
    Pertanto le assemblee condominiali sono quasi tutte illegali. Viviamo in una sorta di regime condominiale dittatoriale perché comanderebbe una minoranza che nessuno conosce (parole di Cassese). A me sembra solo un estremo tentativo di salvaguardare i privilegi di casta.
  • Claudio Merli Utente certificato 26 giorni fa
    Condivisibili argomentazioni di Cassese. Bisogna prendersi le responsabilità.
    • Oronzo Barberio Utente certificato 25 giorni fa
      Cassese è un teorico eccezionale, e credo che le sue argomentazioni vanno studiate e bene. Che poi uno decida un'altra cosa, va bene lo stesso, ma con cognizione di causa: ricordate quando Giannuli prima delle votazioni sul sistema elettorale spiegava il significato e le conseguenze dei diversi voti? Esempio: in un sistema proporzionale sono molto forti i partiti di centro perché (come il PSI) danno la maggioranza a chi vogliono; in un sistema maggioritario sono forti i partiti agli estremi per lo stesso motivo di prima. Poi io preferisco il proporzionale, ma devo sapere a cosa vado incontro.
    • GIANNI E. Utente certificato 26 giorni fa
      Infatti le sue argomentazioni le ha condivise con il Corriere della Serva.
  • Roberto P. 26 giorni fa
    Queste cariatidi non riescono a concepire un mondo in cui i cittadini siano protagonisti del loro destino. Che senso ha il quorum? Se non ti interessi di politica la politica si interessa di te e quindi ben venga la scelta affidata al popolo che vuole dicidere della propria esistenza anche se in percentuale inferiore al 50%. Gli altri, la prossima volta, o si interesseranno o rispettaranno quanto deciso per loro dai loro pari.
    • pietro marceddu (sarduspater4) Utente certificato 26 giorni fa
      le cariatidi almeno sostenevano il frontone dei templi, questi invece ci cagano sopra
  • Roberto 26 giorni fa
    Soluzione per la vostra esigenze o il vostro prestito Nell'attuale situazione economica del nostro paese. Oggi anche coloro che sono già imprenditori, la situazione è difficile. Poi, a pensarci, abbiamo deciso di aiutare tutte le persone con progetti in cui sarebbe un prestito per svolgere le loro attività. Ma il nostro tasso di interesse è del 2%, perché essendo una coalizione che non vogliamo violare la legge sull'usura. Ricordatevi di contattarci via e-mail questo: loanprivate.invest@gmail.com
  • Aldo B. 26 giorni fa
    Pippo ( Zucchero Fornaciari) Guarda come ride quando scrivi tu. Senti cosa dice, non ne posso più. Sabino! Che casso fai? Sabino! Oh noo... Sabino! Che Cassese sei? Sabino! Sul corriere anche lei! Senti come ride, dimmi cosa vuoi. Sei venuto a bere, o a cercare guai? Sabino! Ma quando mai? Sabino! Oh noo... Sabino! Ma come no? Sabino, non siam ciechi, no! Grillo se la ride, lo vedo, mentre si parla di te. Stai denigrando sul Corriere della Sera...? Tanto san che la notizia non è vera! Sei venuto a bere, o a cercare guai? sai che non ce ne frega niente, beh, beh, di tutto quel che fai. Sabino! Che Cassese sei? Sabino! Oh noo... Sabino! Ma come no? Sabino, non si può, vai a casa, non si può!
  • Tex A. Utente certificato 26 giorni fa
    Ma questo SOLONE, che scrive su un giornale che prende soldi pubblici per stare in piedi ma che ha come "padroni" banche, assicurazioni e gruppi di potere, si riempie la bocca di concetti fuori dal modo democratico di concepire le VOTAZIONI e il REFERENDUM? Non mi sembra che sia previsto il QUORUM nelle votazioni (politiche, comunali e regionali) ma esiste il quorum per i REFERENDUM. Non perdo tempo a spiegargli che in Paesi più evoluti democraticamente (tipo la Svizzera) il quorum NON esiste. SE NON TI ESPRIMI DEVI SOTTOSTARE A CIO' CHE DECIDE LA MAGGIORANZA.
  • Rosa 26 giorni fa
    "Il cittadino votando, o meno, decide di contare sulle scelte. Poi la differenza abissale tra la vecchia politica e quella partecipata è di fondo. In ballo fra queste due tipologie c'e' una cosa molto semplice: l'ascolto. La vecchia politica non ascolta i cittadini, decide sulla convenienza del rappresentante e di coloro che sostengono il rappresentante, dimenticandosi del popolo. Nella politica partecipata le decisioni sono prese ascoltanto le esigenze dei cittadini. Un candidato sindaco che va per piazze a raccogliere le esigenze della gente, credo sia il massimo che un cittadino possa ambire, cioè veder realizzati i bisogni di una comunit
  • Giuliano Bendinelli Utente certificato 26 giorni fa
    Quando vogliono fare diventare difficili cose che non lo sono, quando una persona che può votare decide di non esprimersi, quella persona si dovrà attenere a quella maggioranza che emergerà da chi invece avrà usato la facoltà di poter esprimere la propria opinione votando il referendum. Si chiama democrazia signor Cassese.
  • Michele P. Utente certificato 26 giorni fa
    Bisognerà che qualcuno avverta Cassese che dal 1984 ad oggi è cambiato qualcosina.... Se per sbaglio gli fanno leggere qualche libro francese del 1700 magari potrebbe difendere il diritto di voto per censo e riscoprire i motivi per cui sono nate le prefetture..
  • terenzio eleuteri Utente certificato 26 giorni fa
    Basta pensare di agire correttamente ed onestamente e.....tutto sarà più semplice!
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus