SMS terremoto: facciamo chiarezza

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Laura Castelli

I soldi del terremoto non sono spariti, sono parcheggiati, ostaggio della burocrazia.
Il MoVimento 5 Stelle ha sempre detto la verità, e mai ha affermato che il Governo abbia fatto sparire i soldi.

Lo chiarisco perché qualcuno in queste ore ha provato a manipolare l’informazione.
Quattro giorni fa abbiamo chiesto al Governo perché i soldi donati dagli italiani, alle popolazioni colpite dal terremoto, siano fermi in un conto del Tesoro. Soldi fermi per colpa di un “protocollo” che li destina alla ricostruzione e che di fatto verranno usate non prima di un anno.

Si, perché questi 28 milioni raccolti tramite sms e bonifici, per protocollo, non si possono usare per le emergenze. Ma se ci pensate bene, che assurdità.
I politici che stipulano “protocolli" di questo genere sono lontani dalla vita reale. Nessuna persona “normale” stipulerebbe un contratto del genere permettendo a 28 milioni di arrivare dopo così tanto tempo.

Questi soldi non sono spariti, ma sono FERMI.
Così come sono fermi i soldi del decreto terremoto destinati a scuole, lavoratori e vigili del fuoco.
Io Stato fermo quando fuori dai palazzi ci sono persone isolate dalla corrente elettrica per settimane, senza acqua calda, costretti a vivere in situazioni ingenti, vedendo i loro animali morire di freddo perché senza cibo e coperture.
L’emergenza è adesso e si deve provvedere adesso.

La solidarietà degli italiani è grande e non deve essere frenata dalla burocrazia.
Con questo ribadiamo che non vogliamo fare polemica ma essere costruttivi, pratici e veloci. Queste devono essere le parole d’ordine di uno Stato in emergenza.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Fabio Ciottoli Utente certificato 11 mesi fa
    ...che vergogna! ...Dio li perdoni!
  • Shahab Shirakbari Utente certificato 11 mesi fa
    LA BUROCRAZIA E AMMINISTRATOTI FANNO PIÙ PAURA DI DISASTRI NATURALI... Dell'Irpinia magnitudo 6.9, che nel 1980 seppellì quasi 3 mila persone, a Norcia 5.6 negli ultimi 35 anni i disastri naturali non hanno mai abbandonato italia di fronte i quali gli oltre 22 milioni di italiani circa 6000 nuclei familiari vivono in zona altamente sismiche. Emergenza, di tanta neve e valanghe, emergenza pioggia e alluvioni, emergenza siccità quando non piove, il concetto di prevenire non è nella mentalità della burocrazia e dei amministratori, c'è di più probabilmente coloro che gestiscono la situazioni di emergenza non vogliono prevenire perché emergenza significa facciamo come ci pare e rende? La somma complessiva dei costi solo per i terremoti a circa 149 miliardi complessivi. con 1 terzo di spese in questi ultimi 35 anni avremmo potuto salvare migliaia di vite umane, proteggere le città e ambiente e il patrimonio architettonico. Servono amministratori capace e sensibili per capire i problemi e trovare la soluzione ma purtroppo la burocrazia e amministratori fanno più paura di disastri neutrali Occorre avviare in tutti i Comuni e Regioni con "Urgenza" un piano per consolidamento dei edifici, per disseto ambientale. l'Italia non può dichiarare la guerra contro con la natura.
  • Dar T. Utente certificato 11 mesi fa
    Cara Laura, i soldi non sono spariti sono solo "parcheggiati" ma in qualche banca compiacente asservita alla politica di regime, tipo MPS! La colpa non è del governo, assolutamente no! La colpa è della Slavina! No, é stata la Turbina! Il governo è buono! Il governo è bravo! Acquista ottimi equipaggiamenti per i vigili del fuoco! Per le unità di soccorso! Il governo utilizza i soldi delle donazioni dei cittadini (28 milioni!) per le emergenze! Anche se magari dopo un anno! Dopo che si sia esaurito il "protocollo"! Ecco nelle mani di chi siamo! Italiani per favore cercate di ragionare! Cercate di capire! Non fatevi ingannare da due lacrimuccie estorte d Bruno Vespa (voce di Regime e grande incantatore di serpenti e sindaci!) ricavate ad arte per le sue trasmissioni! Ragionate per favore!!!
  • .pablo portugal gomez Utente certificato 11 mesi fa
    La ringrazio, signora. Anissa KHERALLAH ( developpement.aide@gmail.com per il vostro gentile aiuto oggi.All'inizio non avevo preso sul serio il vostro business, ma oggi quando ho visto il credito che ho voluto nel mio account , grande è la mia gioia e sinceramente chiedo scusa per aver dubitato di te e la tua abilità per aiutare le persone. Grazie e grazie per la vostra attenzione. Grazie a voi ho dovuto pagare i miei debiti .
  • Gianfranco B. Utente certificato 11 mesi fa
    Affidare i soldi allo STATO è come affidare un' EMOTECA ad una congrega di VAMPIRI. Per favore, vediamo di convogliare la generosità dell'italiani lontano dalle grinfie dello stato. Ci sono dei modi alternativi? Se non ci fossero, sarebbe l'ora di attivarli. Potrebbe essere aperto un CC 5 stelle con lo scopo specifico di aiutare i terremotati. Rendicoantando, in tempo reale entrate e uscite, verso chi, cosa. Saluti Talelbano
  • diana fidelia Utente certificato 11 mesi fa
    Ciao quasi 5 anni, il Crédit Mutuel Bank ha fatto una buona cosa nel nostro paese, l'Italia. Questo è tutto pronto per i nostri concittadini che hanno bisogno di prestito. Così ho preso a condividere questo messaggio, questa azione della banca non riconosce il nostro stato. Così se si ha realmente bisogno di prendere in prestito, si prega di contattare questa e-mail perché ho preparato per vedere anche persona diversa. Ecco la mail: octaviorodrigo15@gmail.com
  • sergio girelli Utente certificato 11 mesi fa
    ... Lacedonia e Aquilonia che videro distrutto il 70% degli edifici furono completamente ricostruite. Da notare che l’opera di assistenza alle popolazioni colpite fu gestita totalmente dallo Stato con i suoi uomini e non scaricata, come avviene oggi, sulle spalle dei volontari. PS- a quel tempo chi rubava soldi pubblici, era certo, andare in galera.
  • sergio girelli Utente certificato 11 mesi fa
    Riporto dal circolo culturale Excalibur: Il 23/07/1930 un violentissimo terremoto (6,7 Scala Richter), peggiore di quello analogo del novembre 1980 (6 Scala Richter), colpì la Basilicata, la Campania e la Puglia. Interessò 50 comuni e 7 provincie. I morti furono 1.400 e circa 50.000 i senzatetto. Tuttavia, la gigantesca catastrofe fu assorbita in brevissimo tempo grazie alla predisposizione di un “Piano di emergenza e soccorso” elaborato dal Governo per affrontare eventuali cataclismi. Nel giro di pochissime ore fu attuato il trasferimento di tutti gli uffici del Genio Civile e del personale tecnico nella zona terremotata. Il Ministro delle Opere pubbliche Araldo Di Crollalanza per tutto il periodo della ricostruzione non si allontanò mai dalla zona sinistrata, prese alloggio sul treno speciale attrezzato di viveri e mezzi di scavo, indumenti e tende che faceva la spola tra le varie aree disastrate. In meno di 24 ore i 63 centri colpiti dal sisma nelle 7 provincie furono raggiunti dal convoglio dei soccorsi. Dopo quattro giorni dal terremoto era stato completato l’allestimento della tendopoli per i 50.000 sfollati, mentre squadre di tecnici e di operai avviavano su tutto il territorio colpito operazioni di scavo, rimozione delle macerie o abbattimento dei muri pericolanti e, da subito, si iniziò la costruzione di case in muratura con criteri antisismici, evitando in tal modo le inospitali e comunque costose baracche che avrebbero rimandato ad un avvenire imprecisato l’edificazione di vere e proprie case. Ma il resoconto della cronaca di quei tragici giorni colpisce e fa scalpore per un altro incredibile aspetto, se consideriamo che ci stiamo riferendo ad avvenimenti accaduti settanta anni fa, con la tecnologia e con i mezzi meccanici dell’epoca. Il 28 ottobre, tre mesi dopo il terremoto, il Ministero delle Opere pubbliche presentò un inconfutabile resoconto: consegnate 3.746 case in muratura – riparate 5.190 case lesionate – demoliti 2.500 fabbricati –
  • Shahab Shirakbari Utente certificato 11 mesi fa
    PREVENIRE SIGNIFICA INTERVENIRE CON UN PIANO DI ADEGUAMENTO SISMICO PER NON CONTARE I MORTI... Quattro miliardi di euro spesi in media ogni anno dalle casse pubbliche possono essere visti come il costo della mancata prevenzione”. Adeguamento sismico edifici esistenti e Tutelare il patrimonio architettonico. Il Sisma Bonus è stato prorogato nella Legge di Stabilità fino al 2021. A seconda dell’intervento, le detrazioni sono del 50-70-80% per le case; del 50-75-80% per i condomini. Di base, l’agevolazione è al 50% in cinque anni, dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2021. Nel caso di interventi che portano a una classe di rischio inferiore: – 70 % e 80 % nel caso di passaggio a una o due classi di rischio in meno, – 75 e 85 % se gli interventi riguardano le parti comuni di edifici condominiali. Vengono proposte due importanti novità: – applicare lo sconto diretto a tutti i proprietari di appartamenti in condominio, che siano incapienti o meno – anche la parte del 35% a carico dei privati verrebbe anticipata dal fondo tramite la Esco, e ripagandosi con il risparmio energetico sulle future bollette. A beneficiare del Sismabonus saranno anche le seconde case, i condomini e gli enti locali che dovranno mettere in sicurezza gli edifici pubblici.
  • Paolo Z. Utente certificato 11 mesi fa
    Stavo per fare il 45500 qualche giorno fa, ma mia moglie mi ha detto che sono matto, perchè quei soldi non arriveranno mai. Va ben, ditegli di arrangiarsi. Paolo TV
  • Paolo Z. Utente certificato 11 mesi fa
    L'emergenza, costa. Ho visto in Televisione che nelle zone terremotate, stavano arrivando dei gruppi elettrogeni di una ditta trevisana. (in zona ci sono almeno 3 ditte che fanno gruppi elettrogeni, o generatori ). Pochi giorni prima, ho letto nel giornale locale, che questa ditta, stava facendo i salti mortali per fare i gruppi per l'ENEL. Premesso che fino a 15 anni fa facevo quel prodotto, anche per l'ENEL, devo comunicarvi che 1) quando l'Enel ci comandava i gruppi, erano sempre con un bando, e chiedeva il prodotto con i suoi criteri, i suoi parametri. 2) Dall'ordine, all'installazione, passavano anche 24 mesi. 3) Ogni macchina veniva controllata sia in ditta, sia durante l'installazione dai tecnici ENEL, che erano esigenti. Tutto bene. Ma ovviamente in questo caso non sarà successo niente di tutto questo, (parametri, test ecc.) per mancanza di tempo, è già un miracolo che una ditta abbia in magazzino 10 motori + 10 alternatori da 150 kva... Spero che la ditta si sia fatta pagare solo il triplo del valore delle macchine.... Eh, l'emergenza, costa!!! Paolo TV
  • Rocco Rocco 11 mesi fa
    Prima dicevano di donare per l'emergenza terremoto, ora dicono di donare per ricostruire le scuole( ma le scuole non le dovrebbe già costruire lo stato con tutti i soldi di tasse che paghiamo , a già ,quelli servono per pagare gli interessi a quei criminali falsari legalizzati dei banchieri), Quando questa emergenza , BASTA CON LE CAZZATE, BASTA LAMENTARSI DIETRO UN PC, tutti i cittadini che ci tengono alla DEMOCRAZIA dovranno invadere tutte le PIAZZE Italiane e cominciare a farci sentire, se il M5S non organizzerà una grande manifestazione non andrò neanche a votare.
  • Settimo C. Utente certificato 11 mesi fa
    Ricevo condivido e giro. Per protesta la sera di Sanremo spegniamo tutti la TV per piacere… altro che share e Canone RAI!! Non devono vedere un euro da noi!! Anche i grandi VIP si vergognassero!! 650 mila euro a Carlo Conti!! Date da mangiare alla povera gente delle zone terremotate!! FATE GIRARE QUESTO MESSAGGIO. ---> 650.000 euro corrispondono a circa 6500 abbonamenti!! --->> E poi hanno il coraggio di mettere il canone nella bolletta della luce!! --->>> CHE SCHIFO.
    • Paolo Z. Utente certificato 11 mesi fa
      per me va bene che il canone sia nella bolletta perchè: 1) avendolo sempre pagato, mi va bene che il canone sia sceso. 2) Non devo andare in posta a pagarlo. 3) Oltretutto Non mi interessa un piffero di San Remo.. Paolo TV
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 11 mesi fa
    Con calma, che fretta c'è' . Devono ancora finire i terremoti, le nevicate, le slavine e poi verranno anche le alluvioni. Vediamo prima quanti riescono a sopravvivere e solo dopo riceveranno (forse) il premio di una assistenza dignitosa.
  • Fasog Gi 11 mesi fa
    Ma che fretta ragazzi......ci vuole un po'di tempo per studiare il sistema legale di come farli confluire alle Coop bianco-rosse.
  • Helio J. Utente certificato 11 mesi fa
    Si, si, si...come no!!...sono "parcheggiati" proprio come quelli donati per il terremoto dell'aquila!!,dell'umbria!! e addirittura quelli del terremoto dell'irpinia del 80!!..cosa ci dovremo aspettare di un governo ladro corrotto che invece di usare i soldi subito li "parcheggia", ma stiamo scherzando?? il M5S non centra niente in questa vicenda!!,lo so benissimo che farete di tutto pur di soluzionare il problema..ma lo so benissimo anche che questi soldi non arriveranno mai a destinazione!!...perché per risolvere il problema dovrete salire al governo con la maggioranza di governo!!
  • mario di genova 11 mesi fa
    ma da un branco di ladri cosa vi aspettate ! che il denaro sparisca poi il motivo si troverà ! per il governo l'urgenza è relativa, è più urgente salvare banche, amici, clandestini mentre il terremoto & neve vanno accettati in quanto sono calamità naturali ! e/o forse il governo pretende che il tempo sistemi naturalmente tutto ! spendiamo 70 milioni/€ al giorno per stare nella nato !
  • simona verde Utente certificato 11 mesi fa
    Ed ora sempre tramite sms cercano soldi per ricostruire le scuole nei paesi terremotati...ma non si vergognano di fare una richiesta simile? Dopo aver fatto sparire i 28 MILIONI DI EURO da noi donati e AVER REGALATO MILIONI DI EURO DI FINANZIAMENTI ALLE SCUOLE PRIVATE, che non ne hanno nessuno bisogno visto che le rette che fanno pagare sono in media di 400-500 euro mensili quando non arrivano a 1000, mentre LE SCUOLE STATALI CADONO A PEZZI. Abbiamo una politica VERGOGNOSA e CRIMINALE ma evidentemente c'è ancora molta gente che sta bene, altrimenti non si potrebbe rimanere immobili a guardare mentre loro DISTRUGGONO NOI E IL FUTURO DELLE NUOVE GENERAZIONI
  • Pasquale Cafiero 11 mesi fa
    Non date niente , è acclarato che se li mangiano i politici papponi.
  • aniello robustelli 11 mesi fa
    Soldi fermi significa anche liquidità per le banche che di sicuro useranno e sui quali avranno plusvalenze tramite interessi
  • Fabio Modena Utente certificato 11 mesi fa
    28 milioni di ragioni per inventarsi il modo di fregarsi le somme a disposizione, vedasi quello che sta accadendo a corsico - ndrangheta - o quello scoperto da Gratteri tra catanzaro/reggio calabria. Se non si interviene rapidamente non resterà più nulla
  • mauro 11 mesi fa
    speculano dalle tragedie per DERUBARE la massa dei raggirati.... sfruttando i disastri di cui sono corresponsabili consapevole che i fessi IGNORANO DI AVER GIÀ PAGATO IN TASSE le risorse necessarie per situazioni di urgenza. Distruggono un Paese intero e con qualche SLOGAN PROPAGANDISTICO mandano i fessi a pulire le loro porcherie definendoli "angeli del fango" (manipolando attraverso la VANITÀ con cui ottenere SERVILE SOTTOMISSIONE).
    • Helio J. Utente certificato 11 mesi fa
      E' proprio per questa ragione che io invito sempre a non donare soldi per niente!!..questo disastro cosi come tutti gli altri sono già stati strapagati con i soldi delle innumerevoli tasse che ci fanno pagare ogni anno!!..tasse che continuano a salire in modo spropositato!! !!RISOLVERE QUESTI DISASTRI E'UNA RESPONSABILITA' UNICA ED ESCLUSIVAMENTE DELLO STATO!!..ed in più questo governo, cosi come tutti gli altri si rubano questi soldi utilizzandoli per risanare o fare gli interessi delle banche degli amici degli amici!!..MPS & Co ad esempio!!
  • manuela di nicola 11 mesi fa
    Buona sera, è da parecchio che seguo il tutto e mi vengono in mente tanti dubbi e domande. Ad esempio chi controlla, ad esempio, i volontari i volontari della protezione civile? Chi controlla che la merce spedita per i terremotati finisca veramente a loro? I soldi donati tramite via sms chi li gestisce? Che ci fanno? I tipi che non hanno creduto alla richiesta di aiuto disperata del professore e dello chef pagheranno? Lo faranno diventare capo della protezione civile? E'mai possibile che tutti i sindaci di questi comuni, che sanno benissimo che in inverno nevicherà non abbiano mai pensato di comprare le turbine? Quando ci sveglieremo da questo torpore e ci ribelleremo? Mi sento veramente presa per i fondelli (notare l'eufemismo) vorrei tanto che noi italiani cominciassimo a ribellarci
  • Rosa Angela Romeo Utente certificato 11 mesi fa
    Ma possibile che ci prendano sempre per i fondelli? Ma veramente pensano che il popolo italiano sia così imbecille?? Oddio, se siamo a questi punti un motivo ci sarà, altrimenti saremmo già insorti, e non solo con i forconi, ma a tutto c'è un limite. La loro protervia è veramente immensa!! Per inciso non darò mai un centesimo a questi pseudo salvadanai, piuttosto glieli porto io a piedi ma a questa gentaglia nemmeno un fiammifero!!
  • Alessandra ciaffaroni 11 mesi fa
    Quello a cui stiamo assistendo in questi giorni è esattamente lo specchio della nazione: la parte politica burocrata e distaccata, il popolo combattivo e solidale nonostante tutto! Contro la neve, il terremoto, lo stato!! Ma ora bastaaa!!! I vigili del fuoco, i soccorritori e tutti gli uomini e donne che si stando spendendo senza condizione con tutte le loro forze per salvare anche una sola vita umana, ci stanno dando un'enorme lezione di vita a cui non si può rimanere indifferenti!!! Loro dovrebbero darci la forza di alzare la voce è pretendere che i soldi che abbiamo donato siano svincolati subito!!! Voi che siete più vicino alle forze politiche per favore fate qualcosa per sbloccare questi soldi!!! Vogliamo chiarezza subito !!! La gente è stanca e non si può accettare che una "lotteria " decida l'assegnazione delle casette ... Inaccettabile !! Noi siamo più numerosi di loro. Cosa possiamo fare?? Grazie
  • EMANUELE SORBO 11 mesi fa
    Penso CHE QUESTI FONDI dovevano essere utilizzati subito! Qui in queste situazioni manca proprionla forza decisionale del Governo e del Presidente della Repubblica! Abbiamo bisogno di esempi d'azione veloci e chiari! La polituca deteriorata lavora contro queste soluzioni. Vivono in un mondo lontanissimo da chi salta un pasto magari ogni due giorni! sono dei perdenti e spero che in futuro si cambi totalmente, ne abbiamo bisogno assolutamente. Dobbiamo riconoscere per me, che il Movimento 5S lavora di brutto per i cittadini! Da quell'esempio ai procede anche per le cose gravi con la prevenzione e investimenti. Stiamo quasi come se fossimo in guerra da almeno da 8 anni e questi dicono che devono cominciare a pensarci!
  • sebastiano b. Utente certificato 11 mesi fa
    Buonasera Questo si chiama CAOS, mentre ci dicono con perplessità... SE ANDATE AL GOVERNO SAPRETE GOVERNARE? Quelli BRAVI hanno imparato prima a RUBARE, per il resto c'è tempo...
    • Helio J. Utente certificato 11 mesi fa
      Non capisco che centra il tuo commento..qui si parla dei soldi donati dai cittadini che sono fermi in un conto della tesoreria dell stato e che dovevano e devono essere utilizzati subito!!, non si stà parlando ne de caos ne di capacità di governare..!!IN PRATICA QUI SI PARLA DI CORRUZIONE E DI MALA GOVERNANCE!!...
  • Amalia Francesca riso 11 mesi fa
    Bisogna PRETENDERE i soldi donati dai cittàdini SUBITO ! BASTA ABUSI DI POTERE, BUROCRAZIE IDIOTE E SPECULATIVE, È ORA DI ALZARE LA VOCE , ORGANIZZARE GPUPPI DI INTERVENTO , METTERE A DISPOSIZIONE LE RISORSE UMANE DEL MOVIMENTO CIASCUNO PER COMPETENZE E DISPONIBILITÀ , È ORA DI ATTUARE UN MOVIMENTO VELOCE E OPERATIVO. IN ULTIMA ANALISI OCCUPARE IL TESORO . TROPPE CHIACCHIERE, IO SONO DISPONIBILE. Dove non arriva lo Stato Arrivano gli Italiani , è sempre successo, se non avessimo avuto i volontari l'Italia sarebbe rimasta in braghe di tela da molti molti anni . E basta sfilate di politici , se si va sul luogo si spala la neve con gli altri ! Anche Il Presidente della Repubblica.... Per dare il buon esempio . Saluti a tutti
  • Taipan X Utente certificato 11 mesi fa
    Non donate mai un centesimo per queste cose,i politici mafiosi e marci che ci sono nell'italietta li rubano e basta,esattamente come fanno le finte associazioni benefiche come unicef,onlus ecc ecc. Pagate già le tasse e i merdosi devono usare quelli,non date mai nulla con queste finte richieste di aiuto. Puntano sulle emozioni della gente,esattamente come fa il Vaticano. Inizi a pagare le tasse il Vaticano e a tirare fuori i soldi per queste emergenze,al posto di blaterare e dire sempre e solo cagate. Au Revoir.
  • Pietro D. Utente certificato 11 mesi fa
    c
  • antonio 11 mesi fa
    però quando i soldi li devono prendere i politici o gli amici dei politici,non c'è protocollo che tenga.
  • Juanne-Giovanni Loi Utente certificato 11 mesi fa
    ...la questione denari raccolti per i terremotati, a mio parere, VI vede TROPPO MORBIDI, e sempre secondo me, DOVETE PESTARE I PUGNI ed IMPORVI.....Kzzz, SIETE / SIAMO LA FORZA POLITICA PIU' CONSISTENTE DI TUTTO IL PANORAMA NAZIONALE, e NON PRETENDETE CHE VENGANO UTILIZZATI DA SUBITO ????....O almeno, aveste preso i denari relativi ai rimborsi elettorali, almeno quelli relativi all' anno in corso, per COMPRARE DI VOSTRA INIZIATIVA TUTTE LE CASETTE CHE SIA POSSIBILE COMPRARE CON QUELLA CIFRA, MA NON DALL'ITALY, CHE PARE VOGLIANO SPECULARE ANCHE SU QUELLE....E Buon Lavoro !!!
  • gerardo ghetti 11 mesi fa
    Ho letto su L'Unita', che il protocollo lo avete approvato anche voi, sia alla camera che al senato e' vero? E' possibile modificare questo protocollo e se si come grazie.
    • Pietro D. Utente certificato 11 mesi fa
      Se i poveri disgraziati che vivono questa disgrazia non possono ribellarsi lo dobbiamo fare noi. ADESSO. tutto il resto sono solo parole. Siamo la prima forza politica in Italia. <Muoviamo il culo e uguale come. Ne abbiamo la possibilità e il diritto. Basta parole.
  • giancarlo s. Utente certificato 11 mesi fa
    I soldi delle donazioni devono essere inviati ai comuni interessati pubblicando il numero IBAN del comune stesso e non istituire numeri per la raccolta che non si sa da chi viene gestita e che fine fanno. Mettere un commissario per la ricostruzione significa creare un ulteriore problema in quanto bisogna stabilire ulteriori procedure per la consegna e distribuzione delle risorse. Meglio sarebbe stato dare mandato ai sindaci per organizzare tutte le fasi relative all'evento terremoto. Così si è fatto in Friuli, per il terremoto del 1976, ed ha funzionato.
  • Rosa Anna 11 mesi fa
    Circola in rete un'informazione Le casette prefabbricate costano 1075 euro al mq E sono fornite da una discussa cooperativa romana
    • Juanne-Giovanni Loi Utente certificato 11 mesi fa
      ...esiste in Espana un azienda che le manda pronte da montare, a 12000 CADAUNA, dunque, venga stracciato il contratto con la coop romana e si compri dall'ESTERO...
  • Marco Emilio Giovanni Maltese 11 mesi fa
    E quindi produrranno interessi per un anno per la banca che li tiene. Ottima mossa. Sulle spalle della popolazione, al solito. Non ha senso che i soldi stiano bloccati per un anno, come non ha senso agire dopo un anno per le EMERGENZE. Chiunque abbia creato questo assurdo inghippo burocratico dovrebbe essere estromesso e bandito dagli uffici pubblici immediatamente.
  • Adriano mecagni 11 mesi fa
    Gl. Anni che devono passare prima di essere utilizzati sono 10 e non 1....è quando si dice che vengono fatti sparire di fatto e vero perché per dieci anni nessuno li può toccare neppure le banche se non per le spese di conto....è noi tutti sappiamo molto bene come è quante sono le spese di conto corrente e quanto le si può modificare (le spese di conto)se nessuno dice niente......è alla fine rimane poco.....io la so così voi potete verificare....ma vedrete mi sbaglio di poco
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus