Avete salvato i banchieri e massacrato i risparmiatori #IoNonDimentico

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

La Costituzione tutela il risparmio, chi la vuole stravolgere tutela i banchieri. Io non dimentico. Il 4 dicembre vota NO.

di MoVimento 5 Stelle

Siamo a un anno esatto da quella domenica notte che ha cambiato per sempre il rapporto in Italia tra politica, intermediari e risparmio privato. Banca popolare dell'Etruria e del Lazio, Banca Marche, Cariferrara, Carichieti fecero da cavie per un primo assaggio di bail-in, malgrado il meccanismo del "salvataggio interno" sarebbe entrato pienamente in vigore solo a inizio 2016. Sì, proprio quel bail-in che tutti i partiti votarono e che ora tutti disconoscono.

Un figlio senza più i suoi molti padri. La risoluzione voluta dal governo e orchestrata da Bankitalia con la supervisione del Meccanismo unico di vigilanza europeo costrinse in pratica al fallimento (con una svalutazione draconiana degli asset deteriorati) quattro istituti che stavano messi male, ma non così male da dover chiudere per forza. Fu un'operazione che il M5S denunciò fin dal primo momento. La procedura costò al sistema bancario 3,6 miliardi in prima battuta. Di essi quasi due sono già andati in fumo con il valore azzerato delle quattro "banche ponte" (la tagliola sui tempi della loro vendita è un favore enorme ai potenziali compratori, leggi Ubi). Nel frattempo l'azione della Rev Gestioni crediti (la bad bank che doveva valorizzare i crediti deteriorati) non ha dato ancora frutti e addirittura abbiamo assistito a guerre e veleni intestini, sfociati nelle improvvise dimissioni della presidente, il magistrato Livia Pomodoro.

Lo Stato, poi, ci rimetterà anche in modo diretto, perché la risoluzione contempla una garanzia di Cdp (inizialmente prevista per soli 400 milioni, salvo poi scoprire che arriva a 1,6 miliardi) sul prestito ponte fino a 4 miliardi potenziali che tre banche (Unicredit, Intesa e Ubi) misero un anno fa sul piatto in aggiunta ai contributi del sistema bancario nel suo complesso al fondo di risoluzione di Bankitalia. Soldi che sarebbero dovuti rientrare con i proventi della vendita delle quattro new bank. E che difficilmente rientreranno, dato che queste ultime hanno nel frattempo maturato quasi 4 miliardi di crediti deteriorati lordi e il candidato compratore, Ubi, punta a prenderne tre al prezzo simbolico di un euro, dovendosi accollare gli attivi deteriorati (con relativo aumento di capitale).

Il governo, compresa la portata del pasticcio, continua a infilare qui e lì dei regalini da far approvare al Parlamento che rendano meno fallimentare l'operazione e meno indigesta la minestra alle banche. Ricordate il puntello ai quattro nuovi istituti grazie al trasferimento in loro favore dei crediti fiscali generati dalle imposte anticipate differite (Dta) per le svalutazioni dei prestiti delle banche fallite? Adesso, in legge di Bilancio e nel decreto fiscale collegato, il governo ci ha provato almeno due o tre volte ad alleggerire ancora la palla al piede di Ubi e del sistema bancario. Ma il M5S ha sempre denunciato marchette che poi sono state sistematicamente bocciate o comunque respinte.

E i risparmiatori truffati? Mentre in Italia le autorità di vigilanza si muovono con estremo ritardo nell'individuare reati, abusi e nel punire i colpevoli tra banchieri e dirigenti, a un anno dalla risoluzione del 22 novembre 2015 appena 4mila piccoli investitori stanno ottenendo rimborsi soltanto parziali. Nel frattempo restano in alto mare le regole della procedura arbitrale alternativa al risarcimento forfettario e il ministero dell'Economia non ha nemmeno chiarito come questi ristori saranno tassati.

Intanto il decreto 'salva-banchieri' ha causato direttamente e indirettamente disagio, disperazione e persino suicidi. Una catastrofe in molti territori che si aggiunge al disastro delle due ex popolari venete, al fallimento quasi annunciato di Mps, alla nuova tragedia che si profila all'orizzonte per la Popolare di Bari e a un lungo elenco di altri casi di forti dissesti bancari, Carige in testa.

Il governo che vuole stravolgere la Costituzione non rispetta nessuno dei suoi principi fondamentali, men che meno quello della tutela del risparmio. Il M5S si schiera accanto ai truffati del salva-banchieri e punta a una vera separazione bancaria, con la vigilanza autorevole di una Banca d'Italia finalmente pubblica.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • giancarlo ricomini Utente certificato 1 anno fa
    questo cialtrone che si reputa uno statista ha fatto rubare dalle banche i risparmi ha migliaia di persone lui assieme ha miss mani lunghe sono venuti tardi ma hanno imparato presto di questo e anche colpevole giorgio napolitano il peggiore presidente che l italia abbia avuto avanti savoia
  • davilla ATIGNON Utente certificato 1 anno fa
    Buongiorno tutti Per quelli che cerca sostiene finanziere, serietà e rapida per l'acquisto della vostra automobile, comperare la vostra casa, iniziare una piccola impresa, o di necessità personali, ma non possono beneficiare dell'aiuto nella sua banca. Più preoccupazioni; non perdete più il tempo. Mettiamo a vostra disposizione le offerte finanziarie ad un tasso d'interesse accessibile. Se siete interessati, volete contattarli su quest'indirizzo: developpement.aide@gmail.com Non fuorviarli più di persone, io signora Anissa Kherallah sono per aiutarli in qualsiasi sincerità
  • antonio 1 anno fa
    Questi politici sono in delirio di onnipotenza.Speriamo che i cittadini quando vanno a votare si ricordino di quanto hanno vissuto sulla loro pelle.Per il bene del paese:fermateli!!!!
  • GIUSEPPE CORSARO 1 anno fa
    Che ne pensano i 5 stelle della legge Fornero? Hanno voglia di cambiarla e come? grz della risposta Giuseppe
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 1 anno fa
    È' un caso da manuale che spiega come avere la vista corta in politica produca danni seri e spesso irrimediabili. Quelle quattro banche e le altre in situazione analoga o in bilico avrebbero potuto essere salvate per tempo se la politica se ne fosse occupata quando ancora non c'era il bail in o almeno prima di approvarlo. Purtroppo i governanti che abbiamo avuto finora sono stati più attenti alle loro poltrone, alle loro maggioranze, ai loro giochi di potere che a governare decentemente il Paese. I cittadini che li hanno votati hanno tutte le ragioni per essere indignati e protestare, ma la migliore protesta resta sempre quella del voto.
    • roberto ricco 1 anno fa
      sarebbero potuti.....
    • andrea a44 Utente certificato 1 anno fa
      a me sembra questione di vista lunga, molto lunga e preparata a tempo e a luogo ,semplicemente erano tutti d'accordo che con il furto ci si arricchisce prima.
  • Carlos suarez Utente certificato 1 anno fa
    Ciao Aiuto è il miglior modo di condividendo il suo amore eterno è ciò che ci spinge a mettere vostro erogazione di prestiti rimborsabili da 500 a 1.000.000 EURO e anche più; in termini molto semplici a tutte le persone che possono rimborsare indipendentemente dalla razza. Facciamo anche investimenti e prestiti tra individui di tutti i tipi. Offro prestiti a breve, medio e lungo termine in collaborazione con il dipartimento delle finanze e economia e un periodo di rimborso a prezzi accessibili. I trasferimenti sono forniti da una banca per la sicurezza della transazione. Per tutte le vostre richieste. proposte rispetto con le tariffe e le procedure dei pagamenti. . Per ulteriori informazioni si prega di contattare da e-mail:agapitojaime7@gmail.com
    • Carlo A. Utente certificato 1 anno fa
      ma perchè lasciare spazio a questi strozzini ?? Facciamo in modo da eliminarli vero?????
    • andrea a44 Utente certificato 1 anno fa
      aiutate il cravattaro fate un'offerta
    • oreste ★★★★★ °.° Utente certificato 1 anno fa
      strozzino!
  • vincenzodigiorgio 1 anno fa
    Strano che dei figli di banchieri aiutino le banche dei pappà .
  • Ernesto✰✰✰✰✰ - La Habana 1 anno fa
    O.T.: sisma in Giappone - 7.4 scala Richter - - morti nessuno - - danni nessuno - Saludos.
    • andrea a44 Utente certificato 1 anno fa
      terremoto in i taglia 5,6 scala gratter crollano i palazzi i ponti le strade le montagne sprofondano laghi e fiumi crollano i tralicci e gli aerei ed elicotteri di passaggio. come mai?,e che si sono mangiati tutti i diners. saluti
    • id &as Utente certificato 1 anno fa
      -scoop delle iene nessuno- http://bit.ly/2gchohv
  • vincenzodigiorgio 1 anno fa
    Chi prenderà il posto di Napolitano quando volerà in cielo ? Dove troveremo un altro uomo così , un uomo tutto d'un pezzo che non ha esitato a stravolgere le regole per assicurare un governo al Paese ! Con un gesto che solo i grandi hanno ha preso il toro per le corna e ha messo tutti in riga e sull'attenti nel sacro parlamento ! Ci ha imposto un altro grande figlio di questa Italia e di questo lo ringrazieremo sempre , anche quando non ci sarà più rivolgeremo il pensiero a lui benedicendolo !
    • Carlo A. Utente certificato 1 anno fa
      io gia' piango......................
  • pabblo 1 anno fa
    ot giorgio napoltano mattarella e altri... 1995 presentano una proposta di legge costituzionale... che all'articolo 4 prevedeva: "ART. 4. 1. Il primo comma dell’articolo 138 della Costituzione è sostituito dal seguente: «Le leggi di revisione della Costituzione e le altre leggi costituzionali sono approvate da ciascuna Camera a maggioranza dei due terzi dei suoi componenti con due successive deliberazioni separate da un intervallo non inferiore a tre mesi ». 2. Il terzo comma dell’articolo 138 della Costituzione è sostituito dal seguente: «Il referendum è richiesto e indetto per ciascuna delle disposizio ni sottoposta a revisione, o per gruppi di disposizioni tra loro collegate per identità di materia. Se sulle medesime disposizioni sono presentate più richieste di referendum, o se sorgono contestazioni sulla aggregazione delle disposizioni da sottoporre a ciascun referendum, la decisione è rimessa alla Corte costituzionale». "" insomma cercavano di evitare che la sola maggioranza mettesse mano alla modifica della costituzione... oggi s'è invaghito dei toscani...mah... prosit...
  • Aldo S Utente certificato 1 anno fa
    Basta! Di Battista Di Maio e & si devono tagliare lo stipendio 10. mila euro al mese sono troppi.Renzì dice (ed è vero) che prende la metà di loro.Non possiamo farci prendere in giro da questo perrsonaggio solo per far fare la bella vita a quelli che dovevano essere solo i nostri portavoce e che adesso si fa sempre piu fatica a distinguerli dagli altri. Di Maio soprattutto,con i suoi viaggi e le sue spese pazze è sempre più Casta. Grillo deve intervenire per ristabilire le regole Viva il M5S
    • Carlo A. Utente certificato 1 anno fa
      ma cosa hai fumato ??.................
    • oreste ★★★★★ °.° Utente certificato 1 anno fa
      ma va a cagare!
  • silvana rocca Utente certificato 1 anno fa
    VISCO, si intromette nel referendum costituzionale per indicare il non cambiamento sia per il sì che per il nò! Lui , l'intenditore a capo della banca d'italia!Lui che doveva vigilare sul fallimento delle banche (etruria ecc.) , che non ha fatto nulla per i risparmiatori disperati , che han perso tutto!Ma chi serve visco? Quanto guadagna? Quanti sono in banch'italia? Quali compiti hanno? Quali incarichi? QUESTE DOMANDE_RISPOSTE QUANDO CE LE DARA' ??????
    • andrea a44 Utente certificato 1 anno fa
      SI SA PER SENTITO DIRE CHE A VOLTE IL NOME DELLE PERSONE SIA SINONIMO DI CIO' CHE FANNO, VISCHIO ,VISCOSO, VISCO ,,SIGNIFICA MELMOSO APPICICOSO INVISCHIATO, E QUELLO CHE HA SEMPRE PRODOTTO IN OGNI SEDIA O BANCO CHE HA OCCUPATO IL NOSTRO.
  • Franco Mas 1 anno fa
    Quando a La7 la conduttrice ha evidenziato la protesta dei 5Stelle contro questo governo sostenitore degli interessi finanziari, gli ospiti piddini presenti in studio (praticamente tutti) hanno lanciato risa scomposte corredate da una gestualità tutta napoletana. Sì, come se non fosse vero! Poi hanno continuato a smozzicare frasi perché non sanno più cosa dire per convincere a votare “si”. Cominciano a sentire la possibilità di perdere, hanno il fiato del nemico sul collo e non riescono a distanziarlo. Buon segno
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 anno fa
    Simone Casadei ‏@SCasadei Ci sedemmo dalla parte dell'#accozzaglia perché i posti dalla parte dei servi erano già tutti occupati.
  • Daniele C. Utente certificato 1 anno fa
    Fate schifo piddini.
  • Peppa Pimpa Utente certificato 1 anno fa
    Il M5S “punta a una vera separazione bancaria, con la vigilanza autorevole di una Banca d'Italia finalmente pubblica.” Poiché non mi fido di alcun vigilante, anche se autorevole, e ritengo che in questo regime la tutela non sarà mai per i piccoli risparmiatori ma per i grossi capitalisti, prego il M5S (o chi per esso) di prestare attenzione al punto 4) del seguente Programma Titolo La sovranità appartiene al popolo - Democrazia Diretta - Ognuno conta uno Premessa Il M5S, nato per realizzare la Democrazia Diretta, si impegna ad operare gli interventi necessari affinché la Costituzione conferisca al popolo una reale e piena sovranità. Sovranità esercitata attraverso PortaVoce - terminali dei cittadini nelle Istituzioni- locali, nazionali od europee. 1) Ad ogni elettore sarà fornita gratuitamente una firma digitale di accesso alla Piattaforma e-democracy anti delega uno vale uno. Piattaforma su cui potrà sia proporre e votare proposte, sia esprimersi annualmente sull’ammontare del gettito fiscale e su come vadano reperite e investite tali risorse pubbliche (Bilancio Partecipato). 2) Il M5S intende promuovere un ordinamento Europeo di tipo confederale e realizzare un ordinamento statale di tipo federale. Ordinamenti in cui il potere sia esercitato dal basso verso l'alto. 3) Qualsiasi accordo internazionale che comporti anche una parziale cessione di sovranità, sarà sottoposto a referendum popolare. 4) La riserva aurea appartiene al popolo. Sarà custodita in una Banca italiana pubblica il cui Dirigente, eletto dal popolo in concomitanza con le elezioni dei PortaVoce, avrà il compito di stampare - moneta del popolo italiano - e di gestirla in base a un programma etico-sociale approvato dal popolo. 5) .. 6) .. 7) .. Programma che posterò integralmente su Rousseau, appena sarà possibile. Grazie.
    • Carlo A. Utente certificato 1 anno fa
      Ma senza perdersi troppo in chiacchiere e pacche sulle spalle, io aspetto il NO vincente per vedere se cambiera' qualche cosa. Per tutto il resto.....WM5*****
    • Massimo Trento (orbo e semisordo) Utente certificato 1 anno fa
      Rispondo alla tua precedente richiesta di consiglio a me indirizzata. Ma vale anche per questo tuo commento... Dovresti in primo luogo riconoscere al volo le priorita'. Esercizio nel quale tu difetti per poca esperienza politica o per imperizia di volta in volta strategica o tattica. Ebbi gia' occasione di spiegarti la abnorme differenza tra anarchia -nella accezzione piu' casereccia e ignorante del termine- e la democrazia direttissima. Io im quest'ultima ci sono nato (vediti Landsgemeinde canton Glarona). Non ti entro nel merito, potendo tu intuire dalla lettura su Google cosa cio' implichi. Mi limito a un principio: piu' la democrazia e' diretta, piu' stringente e' l'autodisciplina. Ne parleremo im altre occasioni magari. Per ora il tuo principio categorico e' votare No. Ps: cambia nick... Mi fa venire una oscena voglia di femmina e mi ti immagino con un irresistibile culo da fattrice.
  • Corrado Lanfranchi 1 anno fa
    È bene ricordare agli italiani le malefatte di questo Governo, a mio giudizio il peggiore degli ultimi trent'anni, perché noi siamo un popolo che si lascia scivolare tutto addosso e dimentica in fretta. Raccomandava Martin Luther King: "Vi scongiuro, indignatevi!" Noi non siamo più capaci di indignarci, accettiamo tutto passivamente.
    • vincenzodigiorgio 1 anno fa
      Il peggior governo degli ultimi trentanni . No caro mio , non conosci la storia , questo è il peggiore di tutta la storia italiana degli ultimi trentamila anni .
  • Luca M. Utente certificato 1 anno fa
    chi vota pd sostiene queste cose!!
  • oreste ★★★★★ °.° Utente certificato 1 anno fa
    @ franco rosso: il "fogliaccio" ha detto anche del Piemonte: leggi... di Andrea Giambartolomei | 2 marzo 2016
  • oreste ★★★★★ °.° Utente certificato 1 anno fa
    Anche Brunettolo ieri sera sulla 4 ha trattato il problema.... 200 creditori rimborsati "parzialmente"...della serie faremo "cose di sinistra"!
  • pabblo 1 anno fa
    ot ribadisco... votate no... e..chi può..controlli le buste :) la riforma non apporta nessun beneficio al popolo italiano... checchenedicano..
    • pabblo 1 anno fa
      si, ma stavolta le buste sono più numerose..e.. pericolose..faranno più danni..
    • oreste ★★★★★ °.° Utente certificato 1 anno fa
      Ciao pabblo, prima delle buste ,purtroppo ce stanno e bustarelle!
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus