La strage degli innocenti di Foggia si poteva evitare?

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Nello Trocchia, giornalista e scrittore

La mafia uccide chi lavora, ammazza due contadini, gente che ha visto l'alba ogni giorno, che ha vissuto nella quotidiana fatica. Luigi e Aurelio Luciani non torneranno più a casa, morti ammazzati dai killer perché testimoni. Aurelio Luciani non vedrà la nascita della sua terza figlia. Cosa racconteranno alla bimba? Papà è morto ammazzato in terra di sud dove si muore in pieno giorno nel silenzio e nell'indifferenza perché il mezzogiorno e le mafie sono diventate questioni marginali nell'agenda di palazzo e nella scaletta dei tg. Non oggi, da tempo, ormai. Intanto ci si occupa di Ong (a chi salva vite umane la mia profonda gratitudine), di migranti, si fissano priorità vacue, si parla per giorni e giorni del nulla, si insegue l'ultimo tormentone scomodando l'ovvio. Io vorrei vedere i partiti confrontarsi su come distruggere le mafie e la corruzione, groviglio immondo che affossa il paese. Chi ha contribuito a fissare altre priorità si interroghi perché penso abbia profondamente sbagliato.

Eppure c'era chi di questa situazione aveva parlato. Qualcuno anni fa aveva lanciato l'allarme alla politica, caduto totalmente nel vuoto. L'ex questore di Foggia Piernicola Silvis, nel 2014 ai parlamentari della commissione sui reati contro gli amministratori pubblici, diceva senza mezzi termini: "Questo è un territorio devastato dalla criminalità di tutti i tipi. C'è un'illegalità diffusa che fa paura". Devastato diceva il questore ai parlamentari. Devastato. Ci sarebbe da chiedersi da allora cosa è stato fatto per evitare di arrivare a questo punto, poco, troppo poco, quasi nulla. Il questore disse: “Non possiamo aspettare che facciano una strage - in cui muore qualche innocente - per ricordarci che a Foggia c'è l'associazione criminale di stampo mafioso”. Esattamente quello che è accaduto dopo 3 anni.

Sono stato a fine luglio per Nemo, Rai2, in quella terra. Ne ho portato via un brutto ricordo, un'aggressione mentre documentavo l'ennesimo omicidio, uno ogni sette giorni dallo scorso aprile. Dopo l'aggressione molti, amici e colleghi, non certo il mio ordine professionale regionale, mi hanno espresso solidarietà. Da allora mi interrogo se serve davvero un'ulteriore riflessione sul sud, sulla protervia mafiosa, sulle aggressioni ai cronisti che si moltiplicano, sulla politica che ara il terreno della delegittimazione perché meno stampa libera significa meno controllo. A me è andata bene, un trauma contusivo facciale, spavento tanto e qualche ora al pronto soccorso. Ho denunciato l'aggressore. Passa, passa tutto, ma alcune cose restano tutte e sempre uguali. Da due anni convivo con un'altra situazione le minacce di un boss e di suo fratello, carpite dalle cimici dei carabinieri.

Allora, quando seppi della notizia da un giornale, scrissi: “Continuo a fare il mio lavoro”. Questa volta non ho avuto la forza. Ma non è per l'aggressione, per lo spavento, ma per il contesto nel quale maturano questi atti, queste continue insidie. Un contesto di silenzio. E, invece, bisogna prendersi cura di quella terra. Prendersi cura significa parlare di quello che sta accadendo. Foggia forse non è Italia? La società foggiana, la mafia, che cresce economicamente e in termini di violenza non interessa? La mafia dei montanari della fascia garganica in guerra è un racconto di serie b? Io stavo facendo il mio dovere come lo fanno decine di colleghi in terra di mafia. Io non faccio niente di speciale, io sono solo un cronista, ed è lungo l'elenco di quelli che vengono aggrediti, intimiditi. Meno siamo a raccontare e più siamo soli. Però poi vogliamo dirci qualcosa sulle condizioni nelle quali si racconta? Con quali contratti? Con quali garanzie? Perché seminare precarietà significa raccogliere minore autonomia e libertà. E' inevitabile.

Ogni potere, da quello criminale a quello politico a quello imprenditoriale, lavora per ridurre gli spazi di libertà. Le aggressioni, le intimidazioni e le querele temerarie fanno un male diverso. Le ho conosciute tutte e hanno lo stesso scopo: spegnere il racconto. Ciascuno pensi, rifletta prima di offendere un cronista perché la delegittimazione è intollerabile da chiunque provenga. In terra foggiana ho parlato con le persone, con chi ha capito che non era solo mare, ma la farfalla del gargano era anche altro, diventa limantria quando ti porta via i figli, che scompaiono nel nulla, quando ammazza innocenti, quando ti fa esplodere l'attività frutto di sudore e fatica. La mafia la vedi quando ti entra in casa altrimenti provi a far finta di niente, provi a tenerla fuori dalla porta, è una forma di difesa mentre la malerba cresce sempre più.

L'omertà non è una condizione territoriale, ma sociale, si sedimenta quando il potere dello Stato è labile, non egemone, stanco e fragile. Lo è per motivi diversi che impongono la paura come strumento di difesa. Niente collaboratori, nessuna denuncia, niente di niente. E' cresciuta piano piano con il silenzio delle imprese, i comuni che non si costituiscono parte civile, i giornali che non se ne occupano, le amministrazioni conniventi, i tribunali che negano l'associazione mafiosa, i boss liberi, il silenzio delle istituzioni, gli appelli di anni fa caduti nel vuoto. Così cresce la mafia, diventa potere egemone e sputa veleno, sparge sangue, azzera l'orizzonte di una terra.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • georgette 4 mesi fa
    Offerte di prestito tra privati, seri e veloci 48 ore Ho il capitale che verrà utilizzato per concedere prestiti a breve ea lungo termine a partire da € 5.000 a € 100.000 per chiunque desideri seriamente questo prestito. 3% di interesse per anno, in base all'importo preso in prestito perché essere particolarmente non vogliono violare la legge sugli usura. Puoi pagare più di 3-8 anni a seconda dell'importo prestato. È a voi per i pagamenti mensili. Ti chiedo solo per il riconoscimento del debito scritto a mano certificato e molto pochi documenti richiesti. e-mail : georgettesandrine@gmail.com
  • MARCELLO G. Utente certificato 4 mesi fa
    CONTRIBUITE, POPOLO PENTASTELLATO, CON UNA FIRMA!!! Adesso, 20 agosto, a pochi giorni dalla mattanza, siamo in piena attività di repressione, con una percentuale di arresti operati per reati riconducibili alle organizzazioni mafiose, già più del doppio rispetto alla media. Occorre invece che l’attività di prevenzione sia stabilizzata nel territorio e l’istituzione a Foggia di una sezione operativa distaccata da Bari della D.I.A. serve proprio a questo. #DIA a #Foggia: da un anno raccogliamo firme in calce alla petizione, è questa la richiesta dei cittadini attivi, è questo il testo della petizione, oggi ancora sottoscrivibile on line https://www.change.org/p/chiediamo-al-ministro-degli-interni-una-sede-operativa-della-dia-direzione-investigativa-antimafia-a-foggia #mafiafritta #puglia #daunia #legalità
  • Alessio 4 mesi fa
    Caro amico, meno cazzate sulle ONG, su cui tutti prima o dopo finiscono per essere d'accordo, non solo il M5S isolato, come all'inizio. Detto che ci sono ovviamente quelle serie, una cosa è salvare vite umane durante emergenze, tipo nave che sta per affondare o è comunque ormai arrivata a due passi dalle nostre coste. Tutt'altra andare quasi fino su quelle dei loro Paesi e diventare un prolungamento degli scafisti, avendo anche contatti direttamente con loro ecc. Così diventi complice di immigrazione clandestina indiscriminata e di chi lucra su quei viaggi sempre a rischio estremo di finire prima della destinazione.
  • Alfredo Bonfiglio 5 mesi fa
    A prescindere dalla ragione o meno, vedo manifestazioni contro chi uccide orsi, contro gli zingari, contro stranieri, scontri tra studenti e polizia, black bloc contro carabinieri, eccc. Ancora non vedo la nazione unita tra veneti, siciliani, lombardi, calabresi, ecc..tutti in massa a mettere paura ai mafiosi. Basterebbero un po' di pulman da tutta Italia, con italiani che parlano solo in italiano e che minacciano i mafiosi ed i loro politici conniventi....chissà quando...
  • Giorgio SerniA 5 mesi fa
    Caro Beppe e cari italiani è da diverso tempo che si denuncia una situazione di instabilità sociale io e altri attivisti della città di San Severo abbiamo più volte (almeno 3) interrogato il Ministro tramite i portavoce del Movimento abbiamo organizzato eventi come il #nomafiaday a Monte Sant'Angelo , città commissariata per infiltrazioni mafiose, abbiamo protocollato diverse istanze come la possibilità di adottare un modello che segue le linee dell'Associazione Antonino Capponetto, da settembre dell'anno scorso abbiamo raccolto più di 3000 firme con #dauniaAttiva per richiedere L istituzione della Dia. Da anni su questo territorio varie associazioni e comitati nati puntualmente per garantire o migliorare la legalità si adoperano e si prodigano. La verità resta che la politica è lontana dai cittadini o da queste associazioni e comitati lo stato è inesistente. Tutto si muove per puro spirito mediatico, lo stato adesso parla di mafia riconosciuta per far vedere che esiste, i politici locali fanno a gara per essere intervistati ... tutti e dico tutti ancora una volta giudicano questa terra e credetemi per le persone oneste ( e c'è ne sono ) non è bello sentirsi chiamare mafiosi. Concludo dicendo che tutto questo poteva e si può evitare. Questo degrado sociale non è figlio di una mafia istituzionale ma è conseguenza di un territorio sul quale non gira economia , investimenti , lavoro e di conseguenza dignità. Se davvero volete darci una mano dovete studiare una manovra finanziaria ( che non siano campi profughi)che ridia a questi cittadini progresso. Politica è stato sono la vera prima mafia di questo territorio. SIAMO STANCHI!!!
  • viviana vivarelli Utente certificato 5 mesi fa
    L'ECCIDIO DI MONTE SOLE https://masadaweb.org/2014/08/17/masada-n-1558-17-8-2014-monte-sole/
  • oreste .. Utente certificato 5 mesi fa
    Gli ipocriti,e ce ne sono a iosa,governano con i voti della Mafia e poi dicono di combatterla. Chi l'ha combattuta veramente è sotto due metri di terra!
  • oreste .. Utente certificato 5 mesi fa
    OT..... I RADICALI... se son liberi son pericolosi.
  • Gian Paolo ♞ 5 mesi fa
    Mi fanno ridere quelli che accusano il meridione di non sapersi affrancare dalla mafia/camorra/'ndrangheta/sacra corona unita e di alimentare l'omertà... Quando lo Stato è assente e vige la legge del più forte, anche al Nord la gente non vede, non sente, non parla. Guardate nei quartieri degradati. Guardate nel Triangolo della morte, dove dopo vent'anni la gente si rifiutava ancora di testimoniare, per paura delle ritorsioni. Nessuno ha sentito parlare della mafia del Brenta? Tale e quale al Sud, con la popolazione terrorizzata e le bocche cucite. La colpa di certi fenomeni è della classe politica. Mussolini ci mise un nulla a far fuori la mafia, perché lo voleva veramente. Questi qua hanno avuto 70 anni per debellarla, dopo che gli americani l'avevano riportata in Sicilia, e invece l'hanno alimentata, l'hanno fatta prosperare, ci hanno fatto trattative segrete: uno schifo di Stato. Cosa deve fare il cittadino in balìa dei gangster, quando lo Stato è assente o addirittura connivente con le mafie? Se c'è la volontà politica di farle fuori, le mafie (e ci metto anche la massoneria, che è mafia dai colletti bianchi), un governo fa presto a ristabilire la legalità sul proprio territorio. Ma se i primi mafiosi sono i politici, povero cittadino, altroché balle!
    • oreste .. Utente certificato 5 mesi fa
      Infatti quando hanno voluto hanno sconfitto: Anonima Sequestri,La banda della magliana,Anonima sarda,Brigate rosse,ordine nuovo,brigate nere,la banda del brenta ecc.. perchè era mafia ..."deviata"...! Ciaooo! ^.^
  • oreste .. Utente certificato 5 mesi fa
    OT.... I VERDI : quattro gatti ancora acerbi.
  • viviana vivarelli Utente certificato 5 mesi fa
    Ricapitolando.. Il #M5S non va vene perché populista e quindi dalla parte del Popolo. Non va bene perché si dimezza gli stipendi. Non va bene perché ha le mani libere dalla corruzione. Non va bene perché vuole abolire vitalizi e privilegi. Non va bene perché vuole rilanciare il diritto al lavoro e vuole per i cittadini un reddito di cittadinanza. Non va bene perché ha un programma di governo capace di ripristinare l'equilibrio economico e sociale del nostro Paese. Non va bene perché non fa alleanze con con i partiti. Non va bene perché favorisce la legalità e la trasparenza. Non va bene perché difende la democrazia e la costituzione. Non va bene perché vuole un Popolo Sovrano e non schiavo del potere economico e del neoliberismo. Non va bene perché ti ascolta e porta la tua voce in Parlamento. Non va bene perché rispetta l'ambiente, la cultura, la sanità. Ma allora dimmi, se sei lontano da questi propositi, da quale politica vorresti essere rappresentato e in grado di prendersi cura delle attuali e future generazioni... #IoStoConM5S Sada Massimo
    • Alessio. Santi. Utente certificato 5 mesi fa
      Continua a informare e cercare di far togliere la maschera a questi farabutti Che si sono appropriati delle istituzioni E come i nazifascisti di ieri Negano la libertà ai cittadini ... Negano i diritti fondamentali sul lavor e nella società civile di tutti i giorni Si sono svenduti lo Stato La capitale finanziario e bancario Alle multinazionali che con tutto ci fanno gli affari Dai vaccini Ai migranti Dai All'acqua Al verde pubblico Tutto per loro e' business Continuiamo a informare L'informazione e' una scossa di adrenalina per far svegliare le persone e farle partecipare A una possibile rivoluzione che gli mandi tutti a casa ... Buon ferragosto Viviana
    • oreste .. Utente certificato 5 mesi fa
      Hai ragione perchè non siamo costruttori di pace...siamo solo dei malvagi a cui interessa solo il proprio tornacconto;del prossimo non ce ne frega nulla,se non per un interesse personale.
    • viviana vivarelli Utente certificato 5 mesi fa
      Ciao Oreste sono piena di tristezza ma anche, per quanto ciò sembri paradossale, di speranza quelli che ormai non sopporto più come una maledizione sono gli idioti sono peggio ancora dei malvagi sono anime perdute senza remissione
    • oreste .. Utente certificato 5 mesi fa
      Non va bene perchè: Io sono la Partitocrazia. Io sono il sistema. IO sono la lunga mano del profitto. IO sono la parvenza della democrazia IO sono il futuro della ricchezza per pochi. IO sono il nuovo dominatore del mondo. Io sono il grande fratello. Io sono io e voi siete i miei sudditi. Io sono il carnefice e voi i miei schiavi. Queste le motivazioni dei MASOCHISTI! Ciaoo Vivi...buon ferragosto!
  • oreste .. Utente certificato 5 mesi fa
    DelRio...."«il vero deterrente sono le demolizioni: se chi commette un abuso perde il possesso del bene e lo vede distruggere, ci penserà cento volte prima di commetterne un altro»....eccome sopratutto coloro che si sono costruiti con le loro mani un tetto sotto cui vivere. Sai quante altre case si costruiranno? Del Rio,Del Rio...ricordati del DL Falanga approvato in senato!
    • Flatt Line Utente certificato 5 mesi fa
      Cioè? Secondo te non si dovrebbe demolire?
  • claudiog 5 mesi fa
    In Campania la camorra è in tutti i partiti, in tutti i paesi, dal più piccolo al più grande! La camorra oggi gestisce il bene pubblico,è diventata politica! Quelli del pizzo e quelli delle piazze di droga non sono altro che dei disgraziati che fanno parte dell'ultima ruota del carro di questo sistema criminale!In Campania "politica, abusivismo edilizio, imprenditori e mafiosi" sono la vera MAFIA!
    • claudiog 5 mesi fa
      L'ultima ruota del carro serve alla politica di sistema x comprarsi i voti x continuare a governare "con le mani sporche di sangue"! La guerra è appena finita 70 anni fa, ma la pace presente nella nostra terra non vuole dire che siamo in democrazia...
  • Enrico Marcarlo Utente certificato 5 mesi fa
    Caro sig. Nello, non è perché lo Stato è labile, stanco e fragile che vince la mafia, ma è perché la gente di lì non ha le palle per farne a meno. la mafia e l'omertà si nutrono di conigli complici!
  • aldino c. Utente certificato 5 mesi fa
    Non mi è proprio piaciuta l'apertura di Cancelleri, candidato alla presidenza della regione Sicilia per il M5S, nei riguardi dello stop alle demolizioni per "abusivismo per necessità". Questo aspetto populistico del movimento non mi piace proprio.
    • Flatt Line Utente certificato 5 mesi fa
      Io però non ho capito bene. Siccome le demolizioni non le decidono i sindaci o i governatori, bansì i giudici, emettendo delle sentenze, e siccome in questo momento in Sicilia (come in altre regioni) ci sono migliaia di queste sentenze, definitive, che ordinano demolizioni, cosa propone di fare il candidato Cancelleri? Di porle in pratica, oppure no? Questo mi sembrerebbe il punto dirimente.
    • oreste .. Utente certificato 5 mesi fa
      Infine le parole di Cancelleri: """Nei giorni scorsi, tra l’altro, è finito sotto il fuoco incrociato delle polemiche tra pro e anti abusivi anche Giancarlo Cancelleri, candidato governatore della Sicilia per il M5s alle elezioni del prossimo 5 novembre. Il motivo? L’aspirante presidente ha detto di non avere intenzione di perseguire il cosiddetto “abusivismo di necessità” dovuto al fatto che “non sono mai stati fatti i piani casa in questa Regione”. “Quando ho parlato di abusivismo di necessità – precisa Cancelleri – intendevo solo questo: l’interesse, primario del MoVimento di stare vicino a quei cittadini e sindaci che sono stati lasciati soli, sia dal governo nazionale, che dal governo regionale su un problema che riguarda in Sicilia centinaia di migliaia di prime abitazioni”. di F. Q. | 12 agosto 2017
    • oreste .. Utente certificato 5 mesi fa
      Sull'Abusivismo Edilizio di necessità il promotore della legge approvata al Senato.... non è del m5s se pur qualcosa di buono possa fare. Prima di dire cose non vere informati: https://youtu.be/GRbfzjrdwho https://youtu.be/58IUeQNLMp8 https://youtu.be/kmyoEt3T_PA https://youtu.be/vWlkvDXlVs0
  • Fabio T. Utente certificato 5 mesi fa
    https://youtu.be/N2RNe2jwHE0 🎼
  • GFranco B. Utente certificato 5 mesi fa
    Riprova
  • Fabio T. Utente certificato 5 mesi fa
    La mafia è una fogna e i picciotti sono le pantegane che ci sguazzano.
  • Fabio T. Utente certificato 5 mesi fa
    Basta sostituire fascismo con mafia e questo discorso di Matteotti calza a pennello. « Innanzitutto è necessario prendere, rispetto alla Dittatura fascista, un atteggiamento diverso da quello tenuto fino qui; la nostra resistenza al regime dell'arbitrio dev'essere più attiva, non bisogna cedere su nessun punto, non abbandonare nessuna posizione senza le più decise, le più alte proteste. Tutti i diritti cittadini devono essere rivendicati; lo stesso codice riconosce la legittima difesa. Nessuno può lusingarsi che il fascismo dominante deponga le armi e restituisca spontaneamente all'Italia un regime di legalità e libertà, (...) Perciò un Partito di classe e di netta opposizione non può accogliere che quelli i quali siano decisi a una resistenza senza limite, con disciplina ferma, tutta diretta ad un fine, la libertà del popolo italiano." » (Giacomo Matteotti)
  • Clara Di Bella 5 mesi fa
    Da quando frequento questo Blog ho letto più volte bloggers grillini i quali apostrofano il restante popolo con frasi del tipo -italioti svegliatevi!-. Non so dall’alto di quale livello di consapevolezza arrivi l’esortazione ma immagino sia comunque un incitamento a pensare con la propria testa e a comportarsi in modo autonomo, senza dipendere dalle decisioni di un capo. Riferendomi ora al mio commento delle 12:47, in cui accennavo a Proudhon, vorrei capire se qualcuno di questi blogger è in grado di “svegliare” un astensionista del tipo Proudhon, uno che non ha mai votato alcun partito, neanche il meno peggio, spiegandogli perché oggi dovrebbe fare un’eccezione per il M5S. Liberi di fornire qualsiasi altra motivazione, o in mancanza di censurare, faccio alcune ipotesi che gradirei fossero valutate: forse perché il M5S non è un partito, non vuole conquistare il potere e non mira a poltrone e posti di comando. Forse perché essendo un Movimento di cittadini punto e basta, nato per realizzare la Democrazia Diretta, oggi, nell’era del Web, ha attivato una Trasparente Piattaforma e-democracy anti delega con cui Testimonia un rivoluzionario metodo di auto governo dal basso, dove ognuno veramente conta uno. Forse perché il M5S non ha capi e padroni o organismi direttivi e rappresentativi, ma semplici Portavoce che accertano ed eseguono la volontà dell’intelligenza collettiva condivisa in Rete. ????? Buonanotte!
  • Patty Ghera Utente certificato 5 mesi fa
    Richiedenti asilo prestano servizio alla festa Pd di Certaldo In accordo con i vertici partitici del PD di Certaldo, 5 ragazzi (Alpha Boiro, Adama Osangu, Manneh Ebrima, Ann Ibrahim, Diallo Abdou) prestano servizio volontario presso la Festa dell’Unità di Certaldo, che in occasione dei festeggiamenti del 70° anno, ha visto presenti ospiti importanti come Matteo Renzi e il Ministro Minniti. ************* Con tutto quello che c'è da fare in un paese come Certaldo, i richiedenti asilo potevano essere impiegati per cose ben più utili e costruttive. Aprite il link e vi accorgerete che, dietro a tutto questo, c'è solo propaganda politica e caccia a futuri voti. Infatti, i ragazzi con le facce sorridenti, indossano tutti la maglietta bianca con il simbolo del PD. A chi ha la memoria corta ricordo quando il M5S, proprio in questa zona, donò il defibrillatore ad una scuola, che non venne accettato perchè era firmato M5S. La cosa sarebbe stata diversa, con tanto di strombazzamento, se il defibrillatore fosse stato donato dai compagnucci di merende. Spontaneamente piddioti vi dico: andate affanculo. http://www.gonews.it/2017/08/12/richiedenti-asilo-prestano-servizio-alla-festa-pd-certaldo/
  • Marco D 5 mesi fa
    Licata!! Chi ha fatto le ''scarpe'' al sindaco! http://agrigento.gds.it/2017/08/10/licata-il-consiglio-sfiducia-il-sindaco-antiabusivismo-cambiano_708995/ http://www.quilicata.it/mozione-di-sfiducia-al-sindaco-cambiano-ecco-le-motivazioni-dei-16-che-lhanno-presentata/
    • Antony 5 mesi fa
      http://bit.ly/2vZnJc7
  • Marco D 5 mesi fa
    Danimarca radical chic '' Se nun so jhadisti nun ce li volemo!!'' http://www.occhidellaguerra.it/abbraccia-uno-jihadista-cosi-la-danimarca-la-guerra-al-terrorismo/
    • id &as Utente certificato 5 mesi fa
      Quando nacquero i Radical Chic http://www.freedom24news.eu/archives/14955
    • Miroslav 5 mesi fa
      http://tinyurl.com/y9sdkvrv
  • antonnio d. Utente certificato 5 mesi fa
    "Ho visto la mafia in faccia" Lo disse Borsellino al suo ritorno da Roma, alla moglie.
    • Toto A. Utente certificato 5 mesi fa
      Questo ti dice che quelli che vedeva a Palermo erano delinquenti comuni "malandrini". Cordialità
    • antonnio d. Utente certificato 5 mesi fa
      Lo disse 2 giorni prima di essere ammazzato.
  • GFranco Berno 5 mesi fa
    profa
  • severino turco Utente certificato 5 mesi fa
    Nello Trocchia: due morti ammazzati "contadini"????? impara a scrivere. Chi lavora la terra in proprio o come operaio ha un nome un pò piu carino: AGRICOLTORE. Dalla loro fatica dipende la vita di tutti coloro i quali il cibo lo compra al supermercato!!! Se ti par poco..... rifletti un pochino di PIU'. Poi quando denuci che i comuni non si ecc.... ma parli dell'edificio comunale o di chi lo occupa "legalmente" eletto????? per chi vuol capire!!!
    • Alessio 4 mesi fa
      E che sarà mai? E' un offesa "contadino", per te? Poi le finezze e sinonimi uno usa quelli che vuole, li conosci poi? Sai qual era la loro tipologia? Che tipo di azienda avevano? Se era loro o meno? Quindi chi se ne frega di queste cose di fronte a tragedie del genere? E secondo te chi ha scritto l'articolo (che evidentemente non conosci per nulla, tra l'altro), voleva mancare di rispetto o sminuire quei lavoratori e quel mestiere? Ma va...
  • undefined 5 mesi fa
    L ITALIA è mafiosa fino al midollo, la cabina di comando si trova a ROMA!
  • vincenzodigiorgio 5 mesi fa
    Sarà dura quando e se andremo al governo affrontare questo immenso problema ! Un cancro con tante metastasi profondamente intessute in qualsiasi comparto dello Stato Richiederà tagli imponenti e cure pesantissime . Per prima cosa si dovrà offrire un'alternativa ai giovani che spesso sono quasi obbligati a imboccare la via della delinquenza non avendo alternative . Una opera di proporzioni ciclopiche che richiederà nuove e numerose carceri e indagini in tutti i gangli dello Stato !
  • Fabio T. Utente certificato 5 mesi fa
    Sono stati i consiglieri comunali di ap (alfano) a votare la sfiducia al sindaco di Licata impegnato nella lotta all' abusivismo Ho trovato un tizio disperato: ha trovato il pollaio saccheggiato nonostante la presenza di una grossa faina messa a guardia delle galline.
  • oreste .. Utente certificato 5 mesi fa
    Sull'Abusivismo Edilizio di necessità. ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ https://youtu.be/GRbfzjrdwho https://youtu.be/58IUeQNLMp8 https://youtu.be/kmyoEt3T_PA https://youtu.be/vWlkvDXlVs0
    • id &as Utente certificato 5 mesi fa
      Delrio: "Ruspe unico deterrente all'abusivismo, sindaco di Licata un eroe" http://bit.ly/2w0nnBc
  • Agostino Nigretti Utente certificato 5 mesi fa
    Questa ennesima strage è una manna per i cattocomunisti e radical chic sostenuti dalla grande ammucchiata politica finta sinistra-centro-partitini serbatoio jolly & finta destra-centro-partitini serbatoio jolly-lega. Come da prassi in tutti gli attentati-stragi-trucidazioni-catastrofi provocate dalla Malapolitica sono doni preziosi donati dal vero Dio a politici, i quali possono farsi vedere in bella mostra davanti alle telecamere a predicare con dotta maestria la recita salva governance Colonia Italia.Faraonici  spettacoli per beatificare i Santi dell'esodo biblico, dottamente pianificato  con guerre sotto copertura "Missioni di Pace " dai Grandi Maestri Burattinai che tutelano gli interessi dei padroni del mondo " America, Inghilterra, Israele, Vaticano "! Nella vita non si deve credere a niente e per i prossimi trent'anni assisteremo ai teatrini politici che esaltano l'accoglienza del business, importante  farsi vedere che  sostieni gli immigrati e fai leva sul pietismo sfruttando i minorenni soli,i quali sono indispensabili  per sostituire la razza umana autoctona  italiana. Nelle vita è  solo questione di denaro e potere. DIO è  solo un simbolo immaginario  usato per far credere ai miracoli salva governance Colonie Italia ed Europee. AMEN! Il ridicolo che si dichiarano democratici, poi fanno guerre per sostituire governance delle Nazioni sovrane e ricche di materie prime che non si sottomettono ai voleri dei padroni del mondo, poi loro impongono leggi a personam-obligo di accogliere clandestini,zingari -obligovaccini-obligo mangiare a mensa scolastica - ecc. Se non volete fare del male ai vostri figli, insegnate a seguire gli esempi e comportamenti dei politici beatificati che hanno reso grande l'Impero UE Colonizzando tutte le Nazioni  Europee per poi fare la globalizzazione tramite le guerre sotto copertura  Missioni di Pace. Soprattutto non insegnate gli effimeri allucinogeni valori di Cristo-Maometto-Confucio-Budda e di Dio.
  • Maria 5 mesi fa
    No, che non si poteva evitare questa strage. Fino a quando la gente, il tessuto sociale di queste terre non vede e non sente e non parla. Fino a quando la gente preferisce affrontare con leggerezza e superficialità la convivenza con le famiglie criminali, offrendo amicizia e pacche sulle spalle. Fino a quando ci sentiremo soli e abbandonati, nessuno di noi denuncerebbe. E non denunceremmo i soprusi fino a quando uno Stato serio non andrà direttamente alla radice del male. Perché si sa chi sono questi criminali e quello che fanno. Sospensione delle garanzie personali, sequestro dei beni, pubblicazione di nome cognome indirizzi di queste famiglie, isolamento, ecc. Non è corretto? Ci vogliono prove provate? C'è il garantismo? Allora non si lamenti più nessuno.Può toccare ad ognuno di noi, quando meno se lo aspetti.
    • Fabio T. Utente certificato 5 mesi fa
      Lo diceva anche Falcone che non si può pretendere che i cittadini facciano gli eroi. Tocca alla politica e alle forze dell' ordine creare i presupposti per una società sana, con l' esempio prima di tutto, oltre che con le leggi e la repressione dei reati. I cittadini possono fare molto però, cominciando a far mancare quell' alone di rispetto e sottomissione per questi vermi mafiosi. Meglio pane e cipolla puliti che abbondanza sporca e macchiata di disonestà complice.
  • Fabio T. Utente certificato 5 mesi fa
    E cmq, il potere è un boccone che ha sempre fatto gola, in ogni epoca. Sono le contromisure ai piani delinquenziali che non vengono aggiornate e adattate, è già successo tutto prima. Toh, due secoli fa: https://it.m.wikipedia.org/wiki/Gerrymandering
  • chicca s. Utente certificato 5 mesi fa
    I politici italiani che detengono e si rubano i soldi degli italiani da 50 anni non combattono la mafia perche' loro sono i referenti delle cosche mafiose e i giornalisti li sostengono perche sono i loro affiliati. Ormai e' palese lo hanno dimostrato con i fatti, dalle leggi che hanno fatto che favoriscono i mafiosi agli arrestati e indagati per collusione mafiosa che riempiono il parlamento le regioni e i comuni italiani
  • NICOLINO DE NAPOLI Utente certificato 5 mesi fa
    complimenti per l'articolo. Senza andare alle origini, iniziamo pure da "il bandito" Salvatore Giuliano arrivando a Salvatore Giuliano "bandito" ovvero "usa e getta". Capisciame!
    • NICOLINO DE NAPOLI Utente certificato 5 mesi fa
      quando è morto avevo sei anni. Ma ho voluto sottolineare come non è cambiato un meccanismo che ha coinvolto e coinvolge sempre più il tessuto politico. L'usa e getta va sempre alla grande in una certa politica italiana, non ti pare? Occorre un cambiamento radicale e il M5S è la strada giusta.
    • Toto A. Utente certificato 5 mesi fa
      Conosci la "storia" di Salvatore Giuliano ????
  • alfredo denzio 5 mesi fa
    La mafia prospera perche' ci sono governi compiacenti, perche' nessun governo ha fatto nulla per debellarla,la mafia e' parte integrante della classe politica, ed economica del paese,dove ci sono soldi da spartire Expo,Alta velocita'Tav ecc li c'e'la mafia. Poi ci sono le stronzate dei politici"aumenteremo le forze di polizia,non daremo tregua ai delinquenti" balle tutte balle, non sono riusciti a prendere Igor con oltre mille uomini in campo figuriamoci la mafia. L'unico che poteva veramente combattere la mafia era il Generale Dalla Chiesa ucciso dalla mafia e dalla politica. La democrazia ha fallito con la democrazia non si combatte la mafia. alfredo denzio
    • Toto A. Utente certificato 5 mesi fa
      Di igor se ne sbattono i coglioni, anche perchè molto probabilmente i servizi del suo paese avranno avuto altri interessi, ti ricordo che igor era un militare sicuramente vicino all'intelligence e con problemi di natura psichica, magari è stato ammazzato chissà da chi e nessuno saprà mai niente. Cordialità
  • Patty Ghera Utente certificato 5 mesi fa
    Ho ricevuto la mail dallo Staff e, con tutto il rispetto per lo Staff, per ora l'ho ignorata...
  • Dino Colombo. Utente certificato 5 mesi fa
    O.T. Gentile Staff del Blog Ho ricvuto una email dallo Staff per chiedermi di cambiare la password d'accesso al Blog. Ho compilato il form con i dati richiesti (inserendo la vecchia Psw e la nuova, confermandola). Ma mi da sempre il seguente msg: "L'utente Dino Colombo (...) con mail xxxxxx non risulta essere registrato". Eppure sto inviando un commento 'certificato'! Dove sto sbagliando? Grazie per la vostra gradita risposta.(anche in email se preferite)
  • Dino Colombo. Utente certificato 5 mesi fa
    prova
  • Patty Ghera Utente certificato 5 mesi fa
    Calabria, le super-ferie concesse dalla sinistra ai consiglieri regionali Il Consiglio regionale calabrese è andato in vacanza il 29 giugno e tornerà a lavorare l'11 settembre. Forza Italia ha presentato un'interrogazione alla Camera Chi non sognerebbe di andare in ferie dal 29 giugno all'11 settembre? Due mesi e mezzo di vacanze per concedersi il meritato riposo tra mare e montagna, la casa natale e magari una meta esotica. Ma solo 32 persone in Italia hanno questa fortuna. Si tratta dei consiglieri regionali della Calabria, a cui il governatore Oliviero ha concesso una dose "extra strong" di vacanze estive dopo il lavoro svolto nella prima metà dell'anno. Sì ma quanto esattamente? Per la precisione 6 sedute, in media una al mese, per 20 ore di lavoro complessivo in aula. Lo racconta Repubblica. http://www.ilgiornale.it/news/politica/calabria-super-ferie-concesse-sinistra-consiglio-regionale-1430423.html ************ Fossi un calabrese, disoccupato, m'incazzerei di brutto...
    • Patty Ghera Utente certificato 5 mesi fa
      D'accordo che sono giornaletti asserviti al potere, tuttavia questa notizia è vera.
    • Toto A. Utente certificato 5 mesi fa
      Già un'articolo che viene riportato da "il giornale" sottolineando che la provenienza è di "Repubblica" la dice tutta !!!! sono "giornaletti" da prendere con le pinze e senza adoperarli per pulirsi !!! Cordialità
    • Dino Colombo. Utente certificato 5 mesi fa
      @ Patty..la Repubblica o il Giornale.it?...:) Harry...sei sempre unico...;)
    • harry haller Utente certificato 5 mesi fa
      Beh, se vede che se 'o so' meritati: io, je darei pure er riposo eterno, visti 'i risurtati....
  • Come Fare 5 mesi fa
    Ottimo articolo.. veramente!
  • Patty Ghera Utente certificato 5 mesi fa
    Stephen McGown, il turista libero dopo 6 anni da prigioniero dei jihadisti È stato nelle mani dei jihadisti islamici per 6 anni. Ora Stephen McGown, turista sudafricano-britannico rapito in Mali nel 2011 dal gruppo Aqim (ramo nordafricano di Al Qaeda), è finalmente tornato a casa ma è completamente cambiato. Accanto alla moglie Catherine, sconvolta dalla gioia e dall'inquietudine, c'è un uomo che ora ha barba e capelli rossi lunghissimi, parla l'arabo e si è convertito all'Islam. Finito nelle mani dei criminali mentre stava attraversando l'Africa in motocicletta insieme ad altri tre turisti (uno morto durante l'assalto, gli altri due rilasciati prima di lui), Stephen ha ritrovato la libertà lo scorso 29 luglio e in conferenza stampa, davanti ai giornalisti e accanto alla moglie in lacrime, ha spiegato cosa è stato costretto a fare in questi 6 anni di prigionia. Si è convertito all'Islam ("Dopo questa mia decisione hanno iniziato a darmi carne di gazzella") e ha imparato l'arabo ("Almeno avevo qualcuno con cui parlare"): "Ho fatto del mio meglio. Volevo tornare a casa da persona migliore di quella che ero e non come un incasinato". Ora i medici sono preoccupati per la sua salute: "Soffre di forti mal di testa e si teme che possa avere la meningite".
    • harry haller Utente certificato 5 mesi fa
      ....('sta battuta, a Raqqa, me creerebbe quarche probblema....)
    • harry haller Utente certificato 5 mesi fa
      T'ho già detto, che pure 'a grandezza de Allah, se dovrebbe uniforma' a li standards internazzionali, quinni: "Allah è XXL"; "Allah è XL"; "Allah è L"; "Allah è M"; "Allah è S"; "Allah è XS"; "Allah è XXS";...
    • harry haller Utente certificato 5 mesi fa
      ....me metto 'e mutande de titanio....
    • Patty Ghera Utente certificato 5 mesi fa
      Se ti sentono quelli dell'Isis ti evirano...
    • harry haller Utente certificato 5 mesi fa
      Allah, è "small"......
  • Nando Meliconi (in arte "l'americano") Utente certificato 5 mesi fa
    LA STRAGE DEGLI INNOCENTI DI FOGGIA SI POTEVA EVITARE? "Ogni potere, da quello criminale a quello politico a quello imprenditoriale, lavora per ridurre gli spazi di libertà." Capito con chi abbiamo a che fare quando vogliamo gettarci nell'agone politico? Ecco le conseguenze di uno Stato che non c'è, o che si gira dall'altra parte perché s'è accordato con quella gente! Non si scherza, e solo se si è "compatti" si può pensare di andare avanti. In più concordo con Max, Esercito e corpi di Polizia devono essere schierati in modo massiccio in questa lotta, non c'è posto per mele marce o asserviti comandanti! La guerra è culturale, ma anche pratica, se dopo un'azione clamorosa non c'è un seguito, finirà come sempre...a favore loro. Questi ammazzano, emarginano, strozzano economicamente e distruggono socialmente, fate un po' voi! Un conto è muoversi in mezza dozzina, un altro in mezzo milione! Arrivederci e grazie, graziella e grazie a chi non c'è, o a chi si gira dall'altra parte! Nando da Roma.
  • Giampaolo Faustini (esternalizzato50 dall'art.2112 c.c.) Utente certificato 5 mesi fa
    Da decenni il newliberismo impera ad esclusivo vantaggio dei potenti che affamano e impoveriscono sempre più le società. In un Paese come l'Italia dove il Sud da sempre paga l'assenza dello Stato ed è lasciato volutamente alla mercè dei più violenti che nelle varie organizzazioni criminali fungono anche da welfare per i fedeli servitori delle famiglie mafiose, il problema si acuisce e i Terattati Europei da un lato e le politiche delle privatizzazioni autoctone che hanno fin qui dissanguato il Paese Italia, costituiscono per la nazione e soprattutto per le regioni del Sud l'ultima campana a morto reperibile dal pozzo delle fallimentari politiche europeiste (buone ed utili solo per la germania) ma tossiche e assassine per il nostro paese. Occorre assumere un immediato fattore di discontinuità che per totale refrettarietà a questa europa prevede innanzitutto il congelamento dei trattati europei per 10 anni e un immediato ripristino di: - Aiuti economici di Stato alle imprese italiane in crisi: - Modifiche normative che vietino agli imprenditori italiani il trasferimento di produzione e di stabilimento delle attività all'estero; - Detassazione del 50% per 5 anni alle Aziende che ripristinano le attività in Italia e taglio contributivo del 50% per le spese contributive ai dipendenti; - Aiuti analoghi agli imprenditori italiani che restano nel territorio nazionale e, nel caso di difficioltà economiche documentate riduzione dei costi per energia, carburanti, etc. etc..; Aiuti ancora più importanti alle Aziende già avviate e/o anche new/entry che apriranno le attività di produzione nel meridione del ns. Paese; - Ripristino dei Dazi per tutte le altre aziende che perseverino nella produzione all'estero; - Assunzione di un notevole nr. di Forze dell'Ordine e il ripristino del servizio militare (Leva) per coprire almeno nei prossimi 10 anni i territori del Paese che ne necessitano a partire dal Sud Italia; - aggiungete aggiungete aggiungete W Beppe Grillo e il M5S
  • Marco D 5 mesi fa
    I ''boschi'' italici sono pieni di ratti in giacca e cravatta e che, grazie ai vari governi italioti che li tutelano, in trappola non ci finiscono mai! http://www.affaritaliani.it/economia/carige-la-stramba-idea-di-malcalza-il-tesoretto-di-pirelli-va-in-fumo-494473.html
  • Gian Paolo ♞ 5 mesi fa
    Non fai in tempo a scrivere un commento, che cambia post. Bene, vorrei comunque rispondere a Michele L. che mi domandava dove dovremmo prendere i soldi per "rinnovare" Roma come suggerivo. Dicevo che una forza rivoluzionaria che "prende" la capitale 2 anni prima delle elezioni politiche, non può farsi sfuggire l'occasione e limitarsi a una buona ma anonima amministrazione. Va strabiliato il mondo con qualcosa di eccezionale: un'operazione propagandistica permanente. Suggerivo di costituire una "guardia capitolina", composta di militanti volontari: decine di squadre che girino per la città, ripulendola da tutto ciò che non va, sia esso lo sporco di strade che il degrado di pusher e affini. Migliaia e migliaia di attivisti che, ogni giorno, coprano buche, rinfreschino muri, facciano sloggiare abusivi, aiutino anziani e disabili nelle loro difficoltà quotidiane. Inoltre, aggiungevo che il Comune dovrebbe coprire i debiti dei poveri, essere vicino ai malati, dar lavoro ai disoccupati... Dove si prendono le risorse? Pensando in grande. A Roma ci giochiamo il futuro. Il Movimento deve presentare il suo biglietto da visita al mondo: e non può essere di mediocrità. Dobbiamo fregarcene del deficit. Le finanze le assesteremo quando andremo al governo, ma adesso abbiamo bisogno di una grande operazione pubblicitaria. Occorrono operazioni eclatanti. La gente deve toccare con mano la trasformazione. Se c'è bisogno di calarci su Roma in migliaia, bisogna organizzarci e farlo. Possiamo anche istituire una grande sottoscrizione "Roma caput mundi". Ma la città deve avere il suo restyling, i mezzi pubblici vanno aumentati e debbono funzionare alla perfezione (alla gente non interessa se il debito è di 10 o di 20 miliardi, ma se i servizi diventano d'eccellenza e se ce l'invidiano da tutto il mondo). Dobbiamo dare ai romani la sensazione concreta che noi siamo "altro" da tutte le forze politiche e che non scherziamo. Fantasia al potere.
    • ALEX SCANTALMASSI 5 mesi fa
      non è con le speranze che potrai fare un simbolo della tua città ma solo con i fatti concreti, concludenti dimostrando dignità di popolo, anche se l'avversario poi ti attacca a quel punto non devi più temerlo sono i valori su cui si fonda la nostra democrazia, io/noi non li tradiremo mai
    • ALEX SCANTALMASSI 5 mesi fa
      che poi chiunque si metta in politica in modo visibile, in Italia come nel resto del mondo, abbia necessità di una copertura politica almeno nazionale, è un fatto vero già si dice (sottovoce) che Pizzarotti stia svantaggiando Parma sotto il profilo dei servizi pubblici perchè è privo di copertura nazionale immaginarsi cosa direbbero nella provicia Roma, provinciali come sono..; la vera capitale è qui al nord, se non ti risulta te ne informo
    • ALEX SCANTALMASSI 5 mesi fa
      la mantengono al suo posto ma l'hanno di fatto ciulata ( in senso metaforico ovviamente) se questo è un simbolo positivo per te, per me resta una ciulata, anche se metaforica
    • ALEX SCANTALMASSI 5 mesi fa
      Gianpaolo, una realtà simile non può rappresentarci. è un errore dei piemontesi, se lo succhieranno loro
    • Joseph Heinrich 5 mesi fa
      Gianpa', mo' pure Goebbels... "la propaganda è tutto"... maronna do carmine!!! Non ti trattieni più eh!
    • ALEX SCANTALMASSI 5 mesi fa
      Gianpaolo, io apprezzo quello che scrivi, ma quando la Raggi sola ha detto ai suoi (se lo ha veramente detto) guardandoli negli occhi, ha detto "siamo soli" cosa si fa ? le hanno risposto "sei sola" noi siamo uniti o sbaglio ? non credo
    • ALEX SCANTALMASSI 5 mesi fa
      liberi di restare ci mancherebbe, ma siete fuori del vostro ambiente e non ci sono molti margini o speranze che noi ci si assomigli non vi bastano altri 200 anni
    • Gian Paolo ♞ 5 mesi fa
      Il fatto è che non è fare da "cartolina", ma è il viatico per vincere le prossime elezioni. Se la gente vede una Roma trasformata in breve tempo, pensa: "Questi sì che sono capaci di cambiare l'Italia". Altrimenti, diranno: "Beh, cosa avete di diverso, voi del M5S dagli altri? cosa siete stati capaci di fare a Roma? Votare voi o gli altri, poco cambia". La giusta propaganda è tutto.
    • harry haller Utente certificato 5 mesi fa
      Gianpa', capisco 'e bone intenzioni, ma sanno tanto de Ventennio e de "paga Pantalone"....( indebitarsi oltre misura solo per fare da "cartolina", mi trova assolutamente contrario...)
    • ALEX SCANTALMASSI 5 mesi fa
      Roma non simbolizza nulla, è solo un problema di provincia, la provincia Romana appunto, se fosse qualcosa di più di questo il resto d'italia sarebbe fermo ad aspettarla, cosa che non è Roma è parte della meridionalizzazione del centro Italia, gli unici a difenderla sono i piemontesi, perchè l'errore è tutto loro...
    • benito vittorio romano 5 mesi fa
      più che altro una parodia del fascio. manca solo l'inno nazionale "Tu non vedrai nessuna cosa al mondo maggior di Roma".
    • Gian Paolo ♞ 5 mesi fa
      Io parlo di propaganda politica. O si è capaci di farla o non lo si è. Roma è un simbolo: e una Roma che rinasca sotto l'egida del Movimento, acquista una risonanza mondiale. E ci apre le porte alla conquista del governo.
    • ALEX SCANTALMASSI 5 mesi fa
      Roma è un problema extraterritoriale, metropolitano come lo è Napoli !!! non ci rappresenterà mai, abbiamo altri problemi
    • ALEX SCANTALMASSI 5 mesi fa
      avete rotto le palle con sta Roma, Roma è il nulla, il vuoto assoluto una città in cerca di un dittatore che la mantenga come è ora
  • ALEX SCANTALMASSI 5 mesi fa
    passo dopo passo siete stati portati dove volevate giungere, non in parlamento, ma al tavolo della politica se siete in grado di elaborare qualcosa, qualcuno adesso lo leggerà
  • ALEX SCANTALMASSI 5 mesi fa
    fa scandalo il territorio che non è ancora sotto controllo della famiglia mafiosa dominante... ci si scandalizza e si mobilitano le forze dell'ordine, vedremo eh.... urge pax mafiosa a supporto delle forze dell'ordine che non controllano più il territorio poi magari accade che anche il Papa ha convinto Gentiloni che non si può essere più cattolici del Papa...o più anarchici del Papa direi meglio,,,e di muccarla lì con questa invasione africana...
  • Gianfranco 5 mesi fa
    Sembra OT , ma non lo è : a Bergamo , sotto l'amministrazione di un big del PD come Gori , la mafia si contende il controllo dei campi rom affrontandosi in sparatorie in pieno giorno , coinvolgendo anche innocenti passanti . Vi immaginate se un far west del genere fosse accaduto a Roma , che risalto avrebbe avuto sui media ... ? Invece accade nella Bergamo amministrata dal PD , quindi meglio tacere . Ma la commissione parlamentare di inchiesta sui campi rom un giro a Bergamo se lo è fatto ? No , perchè a dare credito a giornali e tv , sembra che i rom siano un problema di solo due città : Torino e Roma , stranamente entrambe a guida M5S ... A riveder le stelle . Gianfranco .
    • Gianfranco 5 mesi fa
      Più che essere Cancelleri a dover precisare , sono i media a non dover stravolgere le parole di Cancelleri . Il discorso è molto chiaro , ci sono i video , basta documentarsi . In Sicilia manca da sempre un piano di edilizia popolare : chi ha edificato per necessità e per mancanza di alternative non può vedersi abbattuta la propria casa dall'oggi al domani ed essere sbattuto in mezzo ad una strada . ABUSIVI PER NECESSITA' E PER MANCANZA DI ALTERNATIVE , quindi non si sta parlando di tutelare chi ha ville , case a pochi metri dalla riva del mare , oppure case costruite in zone a rischio . Il discorso di Cancelleri è molto chiaro , onesto : abbattere le case di chi ha fatto il furbo e\o chi ha costruito in zone a rischio , mantenere le case di chi è abusivo per necessità ma solo fino a quando non saranno rese disponibili case popolari in cui trasferirsi . A riveder le stelle . Gianfranco .
    • antonella g. Utente certificato 5 mesi fa
      Totalmente d'accordo. Ho visto il video delle scorribande con Suv e pistole. Se è per questo, Repubblica, che attacca il M5* per la frase di Cancelleri, dovrebbe vergognarsi. Ma è proprio perchè lo attaccano pretestuosamente tutti, che urge una precisazione. È soltanto un mio parere.
    • harry haller Utente certificato 5 mesi fa
      Vero,.... https://www.youtube.com/watch?v=3fOUd2WFRTE
  • Pietro Z. Utente certificato 5 mesi fa
    +++++ Abbiamo un governo di non eletti dal popolo quindi " abusivo per necessità politica ", tutto in regola. Ormai con il termine " abusivo per necessità " si giustifica ogni cosa, in italia. *****
  • Gian Paolo ♞ 5 mesi fa
    Che Paese è mai quello che accetta di convivere con la mafia? Se, per avventura, andassi al governo io, non potrei concepire di lasciare il nostro territorio in mano ai gangster. Mi darei un tempo (che dev'essere breve: entro l'anno) e ripulirei l'Italia, una volta per tutte, da mafiosi e delinquenti vari. Così governano gli statisti. Loro invece fanno i parolai, vanno alle prime della Scala, ai banchetti, volano in America e a Bruxelles, partecipano a sterili G20... e credono che governare sia quello. Governare, invece, è risolvere i problemi.
    • benito vittorio romano 5 mesi fa
      si magari appendendo la "notice" col calcio della pistola sulla porta dell'ufficio dello sceriffo... mi sa che tu hai letto troppi Tex!
    • Gian Paolo ♞ 5 mesi fa
      A parte la battuta (anche simpatica) di Pietro, dico a Francesco che un anno non è poco, se si ha in pugno la situazione, se non ci sono resistenze nei corpi dello Stato e se i piani sono stati preparati minuziosamente ancora prima di andare al governo.
    • Pietro Z. Utente certificato 5 mesi fa
      Gian Paolo, se esili i mafiosi, delinquenti, clandestini e malavitosi l'italia resterà quasi deserta.
    • francesco m. Utente certificato 5 mesi fa
      In un anno si può solo cominciare a seminare per combattere sul serio le relazioni mafiose, non illudiamoci ! Certo se lo Stato non comincia mai questa è la situazione in cui si trova sempre più una grande parte del Paese !
  • Pietro Z. Utente certificato 5 mesi fa
    ***** Ricordate il Prefetto di ferro? Ricordate il Gen. Dalla Chiesa? Ricordate Falcone e Borsellino? Quando si arriva a toccare gli intoccabili la fine è certa. Questo ci dice la storia recente. *****
    • Gian Paolo ♞ 5 mesi fa
      Beh, il prefetto Mori ottenne (e in breve tempo) risultati eccellenti: 11 mila arresti, mafiosi scappati in America o al confino. La mafia è tornata solo nel '43 assieme all'esercito americano e da allora non ha fatto che prosperare.
  • Patty Ghera Utente certificato 5 mesi fa
    La mafia non potrà mai essere debellata in questo paese, soprattutto perchè la mentalità dell'italiano è mafiosa. Se al sud avessero voluto, a quest'ora, la mafia non ci sarebbe più. Lo Stato da solo non ce la può fare se non ha la piena collaborazione dei cittadini. Fino a quando si faranno le processioni religiose con relativo inchino davanti alla casa del boss, o si faranno matrimoni faraonici delle figlie dei boss con tanto di strade bloccate e atterraggio di elicottero, permesso dal comune, allora, il fenomeno mafia farà parte del "patrimonio" e delle "bellezze" italiche. In un paese normale, i cittadini si sarebbero armati per sconfiggere la malavita.
    • antonella g. Utente certificato 5 mesi fa
      Qua in Liguria gli inchini davanti alle case dei boss non sono mai stati fatti, ma la 'ndrangheta comanda e detta legge. Ringraziamo i magistrrati che ci spedivano i mafiosi al confino. Hanno avuto proprio una bella pensata. Adesso la 'ndrangheta è quella che decide. Il Terzo Valico ne è la prova. Chissà cosa smuovono, trasportano e sotterrano i 257 camion giornalieri dal cantiere.....
  • Povero Cristo 5 mesi fa
    quel che sembra nessuno voglia capire è che al sud la paura non è verso la mafia, è verso lo stato, fatevi due conti e capitene il perchè.
  • antonella g. Utente certificato 5 mesi fa
    Sembra O.T. ma non lo è per niente. Il candidato governatore in Sicilia del M5* ha straparlato di "abusivismo per necessità" nell'ambito della vicenda del Sindaco di Licata, il quale è stato sfiduciato dai consiglieri comunali per aver fatto rispettare la legge, facendo abbattere case abusive (sentenze passate in giudicato). Da elettrice del Movimento ora mi aspetto o una sconfessione del nostro candidato Governatore, o una pronta traduzione della sua frase. Il sindaco di Licata, QUALSIASI SIA IL SUO PARTITO POLITICO, VA SOSTENUTO CON FORZA. Occhio a chi candidiamo: piuttosto che eleggere gente di cui dopo ci dobbiamo vergognare, meglio astenersi o cambiare cavallo.
    • antonella g. Utente certificato 5 mesi fa
      Tanto per essere chiari: posso anche immaginare che Cencellieri abbia detto: "non verranno abbattute le case di chi ha costruito abusivamente per necessità", magari considerando tutte le difficoltà e l'arretratezza di un territorio, ma a me NON STA BENE PER NIENTE. La Legge va fatta rispettare, non addomesticata. Un segnale deve essere dato. A meno che.... oggi si butta lì una frase ambigua e domani, vinte le elezioni, si fregano gli abusivi. E allora ok, visto che il fine giustifica i mezzi.
    • oreste .. Utente certificato 5 mesi fa
      Credo che vada sostenuto,ma se lo hanno sfiduciato i "suoi" alfaniani in testa,cosa ci vuoi fare? Forse,dico forse, con la sfiducia gli hanno tolto le castagne dal fuoco! Per quanto riguarda l'abusivismo per necessità,credo che la magistratura abbia un dovere riconoscere un reato con dolo oppure no. Chiarischo: Quanti abusi sulle seconde case? Quanti ionvece lo hanno fatto per avere un tetto sopra la testa? Sicuri poi che un poveraccio abbia costruito,proprio perchè poveraccio,un'abitazione a 15 metri dal mare? Ho dei forti dubbi,penso che persone importanti abbiano creato questi abusi edilizi d'accordo con i responsabili comunali che avrebbero dovuto controllare. Non ha visto niente nessuno? Sarebbe mio vivo desiderio che si abbattessero quelle abitazioni(seconde case,terze case ecc) che sono il risultato di speculazioni edilizie,di gente "perbene" che avevano dalla loro pure i politici. Mafiosi?...Si certamente mafiosi,ma i cittadini onesti che si sono rotti la schiena per costruirsi una casa,beh quelli lasciamoli stare perchè certamente non si sono fatti la villa sul mare!
    • harry haller Utente certificato 5 mesi fa
      Concordo; allo stesso tempo, però, le Amministrazioni che non predispongono i PUC o che impiegano tempi biblici per il rilascio di concessioni, andrebbero pesantemente sanzionate.
  • Fabio T. Utente certificato 5 mesi fa
    Guardateli bene in faccia coloro che si presentano alle elezioni: una accozzaglia di barbari che punta a spolpare quel poco che rimane, le loro percentuali sono da tradurre in poltrone che pretendono . Ma si sono già visti all' opera . Hanno portato l' acqua dove serve? Hanno costruito strade o ponti? Forse si, con sabbia e sputo per fare la cresta e pagare i corrotti, poi i ponti ci cadono in testa e l' acqua te la metti nella cisterna sul tetto, quando arriva. Treni a gasolio che si scontrano in binario unico e via discorrendo, in uno stillicidio di cronache che ormai non fanno più notizia, salvo per le vittime e parenti. Serve una scossa, un sussulto , è ora di dire basta, di mandare un segnale . Li abbiamo già visti all' opera ( li vedete alla scala, alla prima, col papillon? ) vogliono solo poltrone e potere e garantirsi la continuità. La mafia si nutre di questo, ci sguazza, è il suo mare. Prisciughiamolo ! Forza_5*.
  • dante belingheri 5 mesi fa
    ma come si fa
  • Marco D 5 mesi fa
    I PeDofili e sopratutto il Renzi ne sanno molto su questa storia, ma sicuramente ''copriranno'' per bene la fogna!! I radical chic alla Mieli sono molto numerosi nella sinistra ''alternativa''! http://www.affaritaliani.it/cronache/forteto-il-papa-incontrera-le-vittime-494622.html
  • Rosa 5 mesi fa
    La mafia, il clientelismo che ne consegue, è un modo di vivere e di pensare. Finche lo stato non fa leggi efficaci contro il crimine, i delinquenti e la corruzione, non si sconfiggerà mai la mafia. Tutti i delinquenti verranno in Italia. Con la depenalizzazione dei reati, i conflitti di interessi, la corruzione, per cui non si è condannati, ce li troveremo tutti qui. Se alle prossime politiche, non cambiano le cose, grazie a questi partiti, il cittadino italiano non esisterà più, e l' Italia sarà un protettorato di qualcuno.
  • roberto c. Utente certificato 5 mesi fa
    è inutile che ci nascondiamo dietro un dito,i mafiosi non si possono redimere si debbono distruggere con la legge dell'esilio.Io stato italiano ti esilio a 21 miglia dalle coste italiane.Si dovrebbe esiliare soprattutto in inverno.Le istituzioni li conoscono tutti i mafiosi e tutti devono essere sottoposti alla legge dell'esilio. Solo in questo modo non tornerà più nessuno.Poi i giudici devono essere severi e non buonisti altrimenti devono essere radiati dal loro compito.
  • Fabio T. Utente certificato 5 mesi fa
    https://youtu.be/DNFWOHamOEg Di Maio e Cancelleri a Cefalù. Forza M5* !
  • Fabio T. Utente certificato 5 mesi fa
    L' Italia è un corpo malato, con difese deboli e perciò aggredito da ogni virus che entra senza tanto combattere e si insedia. Prova M5 ⭐ l' unico farmaco efficace! Dalle intercettazioni risulta che il M5⭐ è inavvicinabile! M5⭐ al governo o sarà la fine!
  • Paolo V 5 mesi fa
    Bravissimi!!!
    • harry haller Utente certificato 5 mesi fa
      ..che ce potemo fa', modestamente...
  • MARCELLO G. Utente certificato 5 mesi fa
    “POPULUS” e "Dauniattiva.it" al Ministro MINNITI a Foggia per la RIUNIONE del 10/8/2017 del COMITATO NAZIONALE dell’ORDINE e della SICUREZZA PUBBLICA, HANNO CHIESTO UFFICIALMENTE un INCONTRO per consegnare la petizione sottoscritta da migliaia di cittadini di Foggia e Provincia per l’istituzione, presso la Procura del Tribunale di Foggia, di una sezione operativa distaccata della DIA. La nostra iniziativa è partita da Monte Sant’Angelo il 15 ottobre 2016, in quanto comune il cui consiglio ERA STATO sciolto per infiltrazioni mafiose. Durante l’arco di questi mesi, abbiamo svolto una costante attività d’informazione, sensibilizzazione e raccolta firme sull’intero territorio della Daunia, per il coinvolgimento delle cittadinanze sul problema “mafia” in Capitanata e sulle soluzioni da poter dare ad esso. Tra le quali sicuramente figura uno strumento operativo specifico d’indagine sui delitti e sull’attività mafiosa, qual è una sezione operativa distaccata della DIA, della quale pertanto i cittadini chiedono a viva voce l’istituzione a Foggia. Il progetto si è articolato su due livelli. Uno istituzionale, che ha visto coinvolte tutte le realtà che combattono i sistemi mafiosi, con la consegna, da parte dei promotori dell’iniziativa, al Ministro Marco MINNITI delle firme raccolte nel corso delle attività sul territorio dauno, perché, QUALE UNICO ORGANO COMPETENTE IN MATERIA, possa prendere atto della volontà popolare e disporre l’istituzione a Foggia di una sezione operativa distaccata della DIA di Bari per contrastare in maniera più efficace la criminalità organizzata che imperversa ormai sul territorio. Il secondo livello del progetto si è realizzato con l’attività quotidiana, da parte dei cittadini attivi, di raccolta, sulle piazze e sulle strade daune, delle firme a sostegno della richiesta. Questo il testo della petizione, ancora sottoscrivibile on line (https://www.change.org/p/chiediamo-al-ministro-degli-interni-una-sede-operativa-della-dia-direzione-investigativa-
  • Clara Di Bella 5 mesi fa
    Grazie Nello Trocchia. Il motivo per cui l'allarme lanciato già da anni alla politica, sia caduto totalmente nel vuoto, credo sia evidenziato nell’ assunto secondo cui lo Stato non avrebbe alcun reale interesse a risolvere i problemi sociali, perché altrimenti verrebbe meno il bisogno del potere. Tale assunto si basa sulla teoria che i problemi sociali come il crimine, l'ignoranza e l'apatia sono un prodotto della stessa società autoritaria la quale tende a mantenere gli individui perennemente sotto un'autorità superiore facendo sì che questi non siano più capaci di comportarsi autonomamente, senza un capo che gli comandi cosa fare. Inoltre, la stessa teoria sostiene che qualsiasi capo cercherà sempre di mantenere il proprio potere e quindi cercherà il più possibile di rendere i sottoposti non autonomi e di creare loro dei bisogni come ad esempio la necessità di protezione dal crimine. Concorderei dunque con quanto sosteneva Proudhon, uno dei fondatori della suddetta teoria: “ Tutti i partiti senza eccezione, nella misura in cui si propongono la conquista del potere, sono varietà dell'assolutismo. Il governo sull'uomo da parte dell'uomo è la schiavitù. Chiunque mi metta le mani addosso per governarmi è un usurpatore ed un tiranno: io lo proclamo mio nemico.”
  • Roberto Maccione Utente certificato 5 mesi fa
    Uno stato che permette che si ammazzino degli innocenti, e non da ora,non si puo' chiamatlo tale. E nemmeno denuncie reiterate ora dai tutori dell'ordine, ora da giornalisti LIBERI, e le continue INSISTENTI denuncie della inascoltata Societa' Civile, hanmo fatto si che le istituzooni intervenissero. Questo comportamento mi porta a dire che la vergogna non appartiene loro.
  • Claudio . Utente certificato 5 mesi fa
    Articolo intenso e chiaro. Stiamo vicini a questi Giornalisti in prima linea. Stanno difendendo anche il nostro futuro!
  • antonnio d. Utente certificato 5 mesi fa
    In Germania ci sono 289 poliziotti ogni 100.000 abitanti. In Italia ci sono 467 poliziotti ogni 100.000 abitanti. In Germania, il capo della polizia, guadagna 130.000 euri/anno. In Italia, il capo della polizia guadagna(va) 621.257 euri/anno.
    • harry haller Utente certificato 5 mesi fa
      ..e te dimentichi, ne 'e percentuali, de quelli che stanno ar bar.....
    • Gian Paolo ♞ 5 mesi fa
      Forse la spiegazione è nelle statistiche non dette. Bisognerebbe, infatti, calcolare quanti siano i poliziotti seduti dietro a una scrivania e quanti quelli effettivi sul campo. In Italia, abbiamo un'età media degli agenti che supera i 50 anni. Nuove assunzioni si fanno col contagocce e quindi i poliziotti operativi, alla fine, sono di gran lunga inferiori a quelli tedeschi. Va cambiato tutto e a tutti i livelli.
    • harry haller Utente certificato 5 mesi fa
      Italia terza al mondo per poliziotti pro capite "L'Italia ha ben 475 poliziotti per ogni 100 mila abitanti". Evidentemente, 'a certificazione de 'no Stato de Polizia (che, principarmente, manganella 'a brava ggente quanno protesta...)
  • undefined 5 mesi fa
    La mafia non uccide solo con la pistolA ma costringe imprenditori e giovano a scappare. Uccide l'impresa e quindi qualsiasi possibilità di sviluppo. Lo vedi in Sicilia come posti meravigliosi ricchi di gente creativa e capace restano sterili. Svegliamoci e chiediamo alla poitica una seria lotta alla mafia. Prima educati va e poi giudiziaria. Wm5s
  • Fabio Luciani 5 mesi fa
    Mezz'ora a scrivere il mio commento, poi il refresh e tutto cancellato.
    • viviana vivarelli Utente certificato 5 mesi fa
      io ormai do per scontati troll e difetti tecnici ogni post che scrivo lo memorizzo se scompare, lo rimetto con qualcosa di diverso all'inizio, una virgola, un punto, una barretta... nel caso il sistema lo banni come ripetizione
    • harry haller Utente certificato 5 mesi fa
      freccia in alto a sinistra (con firefox)....
    • Gian Paolo ♞ 5 mesi fa
      Io, ogni periodo che scrivo, lo copio. Il refresh mi ha fregato in passato e non mi frega più.
  • oreste .. Utente certificato 5 mesi fa
    "La Mafia si è fatta stato".... poche parole e chiare. "Concorso esterno"..per i politici non deve esistere...hai aiutato la mafia?...ebbene sei un mafioso. Basta una legge chiara e semplice... se sei mafioso non vai in galera...hai diritto alla fucilazione su pubblica piazza e i tuoi parenti confinati in un'isola deserta. Non serve la "conversione" della madonna... Santa madre chiesa ne deve stare fuori...altrimenti son mafiosi pure loro. Altro che 41 bis carcere duro. La mafia uccide? Ebbene che lo stato uccida i mafiosi!
    • alberto tavolieri 5 mesi fa
      caro oreste..proprio perche'il governo è pieno di mafiosi o collusi..il crimine non lo combatteranno mai...come non risolvono tutti i problemi del paese.....cmq.w5stelle
    • harry haller Utente certificato 5 mesi fa
      Il grosso problema di questo Paese, in ogni ambito, è il "perdonismo", quel relitto maledetto di morale cattolica che sta dietro ogni giudizio, quello che vede il criminale pur sempre come un essere umano in grado di redimersi e quindi meritevole di perdono e fiducia: San Francesco, se fosse stato nei paraggi dell'ultima strage, ci avrebbe rimesso la pelle pure lui.... (ammazzarli no, ma farli lavorare duramente tutta la vita esenza possibilità di fuga e di comunicare con chicchessìa, certamente...)
    • oreste .. Utente certificato 5 mesi fa
      Certamente Maria Pia,sono arrivato a questa conclusione visto che dopo 70 anni la mafia non è stata sconfitta"democraticamente" vuol dire che occorrono altri mezzi molto più efficaci degli attuali. In fondo è una guerra! Potremo chiamarli antisistema,terroristi come si vuole,ma quello che conta è il risultato che ottengono tutti i giorni. Assoldano giovani,i parenti sostituiscono i capibastone. I mafiosi al 41 bis riescono a comandare da dentro le carceri,quindi vuol dire che c'è qualcosa che non funziona. Infine colpire la mafia nella sua attività illegale ed economica... pizzo,prostituzione,droga, ecc... liberalizzare il tutto e quindi togliere il potere economico. Ma non lo vogliono.. perchè la politica è sodale con essi. Non a caso i vari giudici sono stati uccisi...un motivo ci sarà o no? Quindi è una Guerra e nella guerra soccombe chi rimane ucciso!
    • Maria Pia Caporuscio 5 mesi fa
      Sono d'accordo con te Oreste: chi toglie il respiro ad un essere umano deve perdere il diritto di respirare, basta con l'ipocrisia! Secondo questi contrari alla pena di morte non si deve uccidere solo chi uccide? Perché non si scandalizzano quando si uccide per soddisfare l'ambizione di un criminale in quelle sporche guerre di rapine verso nazioni indifese? Se è vietato uccidere degli assassini tanto più deve essere vietato uccidere gente innocente che neppure si conosce e che non ci ha fatto nulla di male, altrimenti si tratta solo di vergognosa ipocrisia. Questo ridicolo e peloso perdonismo gratifica gli assassini e offende le vittime!
    • harry haller Utente certificato 5 mesi fa
      ...è un'iperbole di quelle che ti scappano quando la situazione sembra senza via d'uscita; non si può far troppo affidamento sul "popolo" di quei luoghi perchè l'intreccio di interessi mafiosi e di quelli non propriamente mafiosi ma che, grazie ai primi, possono comunque prosperare od anche solo vivere (vedere a riguardo l'ultimo film di Ficarra e Picone), rendono la situazione immobile, immutabile: molte "carote" sono già state date senza risultato, sarà quindi il caso di passare al "bastone", con pene esemplari e carceri stile "Alcatraz" per l'onorata famiglia di stronzi che contribuisce ad affossare tutto il Paese.........
    • Toto A. Utente certificato 5 mesi fa
      Non condivido la frase di chiusura, sono sicuro che la Tua era una provocazione, svilirebbe la Tua intelligenza. Basterebbe una giusta "Norimberga" e garantire giusta pena, severissima ma "pena". Ciao Orè !!!! Cordialità
  • dante belingheri 5 mesi fa
    si si è dura, ma come si fa ad andare avanti con questi governi di mafiosi?
  • harry haller Utente certificato 5 mesi fa
    Nessun progresso civile sarà possibile senza estirpare prima di tutto, la delinquenza mafiosa; non si può indugiare oltre :il commissariamento di intere regioni e leggi speciali ad hoc, devono essere applicate senza indugio......
    • harry haller Utente certificato 5 mesi fa
      Beh, se dovessi commissariare una regione in cui la Mafia la fa da padrona, sceglierei per bene il mio Commissario; se come tu ipotizzi, la Mafia fosse in grado anche di influenzare quelle scelte, non resterebbe che la rivolta armata, perchè significherebbe che la criminalità si sarebbe già impadronita del Governo del Paese...(non da escludere...)
    • Toto A. Utente certificato 5 mesi fa
      Credo che non basti commissariare se il commissario fa sempre parte del sistema, bisogna prima "resettare", il fatto stesso che il Movimento fa paura è dato dal sicuro resettaggio una volta al Governo centrale. Cordialità
    • harry haller Utente certificato 5 mesi fa
      è per questo, che ho detto "commissariamento di intere regioni"......
    • harry haller Utente certificato 5 mesi fa
      ... e che mettano nell'8 per mille anche il "finanziamento delle attività antimafia", nel caso servissero risorse aggiuntive....
    • Toto A. Utente certificato 5 mesi fa
      Il primo "progresso civile" è quello di estirpare i politici che hanno favorito e continuano a favorire tutte le mafie, tutto il resto è far prendere aria ai denti o se vuoi farsi crescere i calli ai polpastrelli. Cordialità
  • Mauro FERRANDO Utente certificato 5 mesi fa
    Quanto scommettiamo che i Killer hanno già precedenti penali? Che se li avessimo tenuti in carcere per decenni, una volta scoperti i reati precedenti (anche apparentemente non gravissimi), non avrebbero potuto uccidere? E' eticamente ed economicamente vantaggioso che chi decide di RAPINARE, TENTARE OMICIDI, MINACCIARE, ARRECARE LESIONI PERSONALI, TORTURARE ANIMALI (palestra di crimine)venga estromesso dalla società civile. E' inaccettabile che si continui a demotivare i nostri ottimi inquirenti e forze dell'ordine con leggi e decisioni che mirano solo a un miope risparmio di spese carcerarie, accollando così costi incalcolabili, sia economici che umani, a tutta la collettività!
    • antonella g. Utente certificato 5 mesi fa
      La famosa "certezza della pena". In Italia, grazie anche a Berlusconi e ai buonisti di "sinistra", ormai c'è la certezza dell'impunità.
  • Enrico Bandiera 5 mesi fa
    Gentile Nello Trocchia la mia profonda riconoscenza per il suo lavoro che è strumento fondamentale per la democrazia e contro la mafia. Io non sono che un semplice cittadino e non ho grandi strumenti per combattere se non la mia partecipazione democratica. Ma la prego di non rassegnarsi, abbiamo bisogno come la vita di persone come lei, che non so se sia parte o meno del nostro MoVimento, ma certamente ne vive ogni giorno lo spirito. Comprendo bene la sua paura, in altri tempi e i altri contesti la provai anch'io, ma non ho altre parole se non due modi di dire che hanno segnato la determinazione della mia terra, il Piemonte: "sarà düra!" e "mai mülè!" (non bisogna mollare mai!). Un sincero e fraterno abbraccio. Enrico
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus