Giornalista del giorno, Andrea Sarubbi, L'Unità

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
andrea-sarubbi.jpg

"Che siano i forconi della Lega o le catene dei Cinquestelle, comunque, conta poco. Ciò che conta è la trasformazione, in peggio, dell’esperienza parlamentare, che paga un tributo fortissimo alla notiziabilità degli eventi. Un dibattito in sé non fa mai notizia, in una società che raramente discute di contenuti; e siccome la caccia al voto passa per la presenza mediatica, ogni telecamera accesa diventa un’istigazione allo show, per rubare la scena".
Andrea Sarubbi, L'Unità

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • carla g. Utente certificato 3 anni fa
    Ma questo sarubbi sarebbe uno che scrive sul giornale doveva scriveva fortebraccio? Fortebraccio lo leggeva montanelli e l'operaio della fiat, sarubbi sarebbe almeno capace di scrive come magna?
  • Pier Luigi Tenci Utente certificato 3 anni fa
    Così ci fu insegnato: ...Quali sono, o figlio di famiglia, i quattro cattivi elementi da eliminare? La distruzione della vita, o figlio di famiglia, è cattivo elemento, il prendere il non dato è cattivo elemento, il non retto comportamento per brame è cattivo elemento, il dire menzogna è cattivo elemento. Questi sono i quattro cattivi elementi da eliminare. Così sta accadendo oggi oppure è proprio l'esatto opposto degli antichi insegnamenti? Chi trasmise quegli insegnamenti non è più rappresentato da secoli nelle debite sedi. Oggi constatiamo che: ...anni or sono si diceva che quel partito era del popolo e avrebbe tutelato i lavoratori e le classi sociali meno abbienti... ma oggi chi rappresentano costoro? E quegli italiani che per anni e anni hanno ciecamente creduto in loro, oggi che cosa pensano? Chi sono realmente costoro? Dai fatti appaiono governanti non ligi al dovere ed ancor meno del rispetto della giustizia di cui si son sempre fatti paladini! Il lavoro nobile che fu svolto dagli uomini di buona volontà non è stato forse calpestato sino a portare il nostro Paese alla svendita totale dei tesori che appartengono allo nostro Stato? Le attività umane improntate al merito ed all'onestà nel lavoro furono distrutte dal potere espletato nella corruzione ordita dalle istituzioni di potere che ancor oggi, accorpano moltitudini di esseri al soldo in cambio di lavori sicuri e remunerati oltre ogni limite umano. Buona cosa è il rispetto della Costituzione Italiana che è alla base di una società civile e democratica ed è quanto si evince nelle azioni illuminate del Movimento 5 Stelle. Infatti operando con la rettitudine si governa un Paese mentre più vi sono leggi e divieti più il popolo precipita in miseria e con tanto più il governo di un Paese è corrotto con tanto più il Popolo si fa scaltro e più ci sono grassatori e ladri. Ma tutto ciò conduce forzatamente ad una fine.
  • Renato B. Utente certificato 3 anni fa
    Ma di quali contenuti stai parlando.... della promesse di Renzie? delle ruberie che tutti i partiti hanno perpetrato per decenni? dei morti che hanno causato e che continueranno a causare chissà per quanti anni ancora queste ruberie?.....ma possibile che non ci arrivi? BASTAAAA! e beccati sto contenuto V - A - F - F - A - N - C - U - L - O
  • michele di santo Utente certificato 3 anni fa
    caro beppe grillo ma il presidente re giorgio sente lo scandalo di questi giorni scajola e company e tutti questi partiti che hanno condannati e indacati re giorgio puo vietare loro di rappresentarci alle europee domanda
  • marioz o. Utente certificato 3 anni fa
    Tranquillo Andrè ci ha pensato il tuo Compagno G a ridare contenuti ad una campagna elettorale altrimenti portata avanti a slogan (hai visto mai: 80 euro in busta paga, grillo populista, 5 stelle fascisti, sessismo e suqadrismo dei 5 stelle)
  • maurizio b. Utente certificato 3 anni fa
    sa rubbi poco da fidarsi già il nome è tutto un programma vinciamo noi
  • Andrea Zanella Utente certificato 3 anni fa
    Poverini, gli manca Silvio, cercate di capirli! Compassione, tanta compassione!
  • Vinicio Fanni 3 anni fa
    tempo fa ho avuto una discussione via Whattsapp con Cirri di Caterpillar proprio perchè vantavano troppo Supercazzola Renzi. Dopo vari messaggi botta e risposta Cirri scrisse che il loro vantare R. voleva essere una "presa per i fondelli" al tipo.. la mia risposta fu quella di essere più espliciti... Devo dire comunque che dal giorno hanno smesso con "l'elogio al nulla" e questo gli fa solo onore, anche perchè i temi che tratta la trasmissione come risparmio energetico o ecologia sono cari ai ***** e fa piacere ascoltarli.. ma quando vantano R. nn fa a sentirli
  • ettore v. Utente certificato 3 anni fa
    Sarubbi, lungi da me l'intento di hiuficarlai e di giudicare: ma la sua coscienza non le sta dicenfo nulla?
  • Michelangelo Galvani 3 anni fa
    E allora? lasciatelo scrivere le sue idee invece dissento dal giornalista del giorno
    • Alessandro B. Utente certificato 3 anni fa
      Scusa, ma per caso ti risulta che se uno viene messo su GIORNALISTA DEL GIORNO smetta di scrivere le sue idee?
  • vincenzo m. Utente certificato 3 anni fa
    questi giornalisti dovesero radiatti dal albbo dei giornalisti mi fano vinire il vomito ormai non sano piu come attacarci
    • lello fiori 3 anni fa
      impara a scrivere in italiano, somaro
  • frank pit Utente certificato 3 anni fa
    Dott. Sarubbi lei e' il più' classico dei giornalai italioti come scalfari, sallusti, pigibattista , e quelli televisivi come fazio,santoro e floris ma non temete tra un attimo vi saranno tagliati i soldi del finanziamento pubblico all'editoria e alla Rai spariranno i partiti politici che la sottomettono , tutti licenziati ,tutti a casa così imparerete ad avere la schiena dritta . questo e ' ciò' che meritano i pennivendoli !
  • Alessandro B. Utente certificato 3 anni fa
    Quando era parlamentare del PD, ANDREA SARUBBI fu non uno dei pochi, ma proprio L'UNICO ad aver votato e in difformità dal suo gruppo: 1 ) contro l'orribile Trattato di Amicizia italo-libico del governo Berlusconi, fortemente caldeggiato da MARONI (si davano ai libici le motovedette per sparare sui barconi dei migranti), appoggiato entusiasticamente anche dal PD che, non ancora folgorato da Kyenge e Boldrini, inseguiva goffamente la Lega sulla "faccia feroce" e giudicava Maroni un "ottimo ministro degli Interni"; e anche 2) contro il criminale aggressione bellica alla Libia di Gheddafi (la medesima del Trattato di Amicizia di cui sopra) a fianco di francesi e angloamericani (che, al contrario di noi che avevamo tutto da pedrere, avevano i loro begli interessi in campo energetico). Aggressione a cui diede l'ok il presidente Napolitano durante la visita a Torino per le celebrazioni del 150mo dell'Unità d'Italia senza consultare il Parlamento, e che vide entusiasta il ministro fascista della Guerra (Ignazio La Russa) e ancor più entusiasta il PD tutto preso dalle più farlocche "primavere arabe", che fremeva per i "ribelli di Bengasi" (i.e. terroristi tagliagole pseudo-qaidisti minoritari ma capaci di prendere il potere grazie ai sanguinari bombardamenti alleati). Il solo altro piddino a votare in dissenso contro la guerra in Libia fu Furio Colombo, che però aveva approvato il Trattato di Amicizia. Quanto sopra è più che sufficiente a collocare per distacco il cattolico Sarubbi al top tra i piddini della scorsa legislatura. Ma questo non è un complimento a Sarubbi, bensì la constatazione della SUBURRA PIDDINA. Il PD ha fatto della menzogna e dell'ipocrisia il loro tratto caratteristico. Che Sarubbi sia finito in questa rubrica come GIORNALISTA DEL GIORNO non mi stupisce affatto. Non leggo l'Unità ma ho ascoltato a Radio2 alcuni suoi recenti interventi in collegamento con trasmissione arcipiddina CATERPILLAR, e mi son cascate le braccia.
    • Alessandro B. Utente certificato 3 anni fa
      :( chiedo scusa per i refusi per la fretta nello scrivere il commento qui sopra.
  • juri s. Utente certificato 3 anni fa
    Andrea Sarubbi, cosa mi dci degli enormi spazi televisivi nazionali che il nostro caro sindaco di Firenze aveva, ancor prima di diventare segretario del "suo" partito? Chi glieli pagava? Siete servi del diavolo e per tali verrete giudicati.
  • rexem 3 anni fa
    certi giornalisti italiani anche se solo di nome sono pur sempre la soddisfazione delle mamme, ''che mestiere fa suo figlio?'', ''il giornalista'', ''minchia!''. la mamma è sempre la mamma, che ne sapete voi pezzenti disoccupati figli di mignotte? Maaamma, son tanto felice perché ritorno da te. La mia caaanzone ti dice ch'è il più bel giorno per me! Maaamma son tanto felice... Viver lontano perché? Maaamma, solo per te la mia caaanzone volaaa, maaamma, sarai con me, tu non sarai più solaaa! Quaaanto ti voglio bene! Queste paaarole d'aaamore che ti sospiiira il mio cuoreee forse non s'usaaano più, maaamma!, ma la canzone mia più bellaaa sei tu! Sei tu la vitaaa e per la vita non ti lascio mai piiiù! Sento la maaano tua stanca: cercaaa i miei riccioli d'or. Sento, e la voce tiii maaanca, la niiinna naaanna d'allor. Ogggiii la testa tua biaaanca io voglio stringere al cuorrrrr. Maaamma, solo per te la mia caaanzone volaaa, maaamma, sarai con me, tu non saraaai più sola! Quaaanto tiii voglio beeene! Queste paaarole d'aaamore che ti sospiiira il mio cuoreee forse non s'usano piiiù, maaamma!, ma la canzone miiia piiiù bellaaa seiii tu! Sei tu la vitaaa e per la viiita non ti lascio maaai piiiù! Maaamma... mai più!
  • mario varino 3 anni fa
    Ti vedrei bene come "inviato di guerra" in Ukraìna,a contar bottiglie vuote di vodka e strategie per riempirle.
  • Biagio Iannuzzi Utente certificato 3 anni fa
    "Che siano i forconi della Lega o le catene dei Cinquestelle, comunque, conta poco." Invece mio caro conta moltissimo , sia per formazione che per spessore politico che per obiettivi e capacità di perseguirli. "Ciò che conta è la trasformazione, in peggio, dell’esperienza parlamentare, che paga un tributo fortissimo alla notiziabilità degli eventi." guardi che peggio di quello che hanno fatto pd+/-l al nostro paese è impossibile fare : tutte le macerie fisiche e morali della società italiana tutta sono ascrivibili solo ed esclusivamente solo al letamaio politico di destra e sinistra, incestuosamente unite. "Un dibattito in sé non fa mai notizia, in una società che raramente discute di contenuti; e siccome la caccia al voto passa per la presenza mediatica, ogni telecamera accesa diventa un’istigazione allo show, per rubare la scena". LO dica al suo padrone : è lui che è diventato presenzialista televisivo , fra poco va a leggere pure il telegiornale , la scuola di Arcore ha dato i suoi frutti , berlusconi è riuscito ad INNESTARSI nel cranio di renzie : la politica dello show inizia con Drive in , te lo ricordi? e continua con renzie , insomma se proprio devi dire a qualcuno di spegnere una telecamera è a sinistra che deve guardare.....lo so , sei confuso , a sinistra non vedi nulla....allora guarda a destra.
  • Roberto M. 3 anni fa
    Insomma, secondo questo campione della libera informazione, discepolo di Woodward e Bernstein, non si dovrebbero dare opinioni sulle attività parlamentari, o al limite se ne può parlare solo bene...sticazzi, my compliments....un giornalistone
  • dario fertoli Utente certificato 3 anni fa
    ennesimo imbecille piddino che in altri paesi sarebbe a pulire le stalle. Ma state certi, pennivendoli, che presto vi faremo pulire con la lingua tutto il fango che gettate! Statene certi!!!
  • Giorgio Cigolotti Utente certificato 3 anni fa
    All'unità si trovano benissimo con piduisti e mafiosi, evidentemente son degni di loro.
  • Jacopo Menghini 3 anni fa
    Detto da uno che vota Picierno sembra quasi un complimento.
  • Luca S. Utente certificato 3 anni fa
    Cosa dire di questo signore se non che se non fosse x i soldi che ci sfila con destrezza il suo giornale sarebbe un disoccupato o uno che dovrebbe lavorare in un call center da schiavo.
  • alvise fossa 3 anni fa
    UN ALTRO "VENDUTO",SI AGGIUNGE ALLA LISTA
  • Paolo Hidalgo Utente certificato 3 anni fa
    Sarubbi, ma che cazzo hai detto?
  • Fausto Mescolini 3 anni fa
    Questo estratto dell'articolo non mi sembra offensivo o diffamatorio. Neanche a me piace vedere le scenate in parlamento, da qualunque parte provengano. Per quanto le proteste siano sacrosante, secondo me il M5S ci perde in immagine.
    • Giorgio Cigolotti Utente certificato 3 anni fa
      Bravo, pensi all'immagine mentre la mafia dei colletti bianchi fa i porci comodi in parlamento. Complimenti!
  • marino marquardt Utente certificato 3 anni fa
    Un altro cresciuto aggrappato alle sottane dei preti
  • rexem 3 anni fa
    L' ''aggressione'' dei grillini stupratori secondo santoro Giulia Innocenzi aggredita: «Nessuno mi ha aiutata» http://www.vanityfair.it/news/italia/13/07/02/giulia-innocenzi-aggredita
  • Jan Niedzielski Utente certificato 3 anni fa
    CARO "GIORNALISTA" SI FACCIA LA DOMANDA E SI DIA LA RISPOSTA, NON PER NULLA SIAMO AL 70ESIMO POSTO PER LIBERTÁ DI INFORMAZIONE DOPO IL BURKINA FASO, E IL PROBLEMA SIETE VOI MEDIA, INETTI E CORROTTI...
  • DANIELE ZATTONI Utente certificato 3 anni fa
    Un giorno Papa Ratzinger passeggiando in riva al lago a Castel Gandolfo ed in attesa della visita dell’allora premier Berlusconi, leggeva un antico manoscritto in sanscrito. Arrivato Berlusconi, si salutarono affettuosamente e ripresero a passeggiare; il Papa spiegando quanto fosse importante e prezioso il libro che teneva in mano per via di alcune chiavi segrete che desiderava scoprire oltre al fatto che era un testo donatogli da un certo capo di Stato al quale doveva una risposta, quando all'improvviso un rapace lo prese strappandolo di mano al Papa volando in direzione del lago, ma a sua volta gli sfuggì dagli artigli facendolo cadere nell’acqua. Ratzinger esortò disperato e con le mani nei capelli stava per proferire una b......che intervenne Berlusconi con queste parole: “ Santità......ci penso io!” Si avviò verso il lago e camminò sulle acque recuperando quanto cercato. Il mattino seguente i giornali riportarono la notizia e L’UNITA’ intitolò l’articolo : “BERLUSCONI NON SA’ NUOTARE”
  • Massimo C. Utente certificato 3 anni fa
    -16(meno sedici)
  • Ital Rolando Utente certificato 3 anni fa
    Mi raccomando, toni pacati altrimenti l' Unità si sveglia. ^_^ #vinciamonoi
  • A L. Utente certificato 3 anni fa
    Caro Andrea Sarubbi, non sappiamo s'arubbi..ma da come scrivi na cosa l'arubbi sicuro.. lo stipendio..pagato coi nostri soldi.
  • Massimo Lafranconi Utente certificato 3 anni fa
    Il signor Sarubbi (chiiii???) fa finta di non sapere che siamo al 64° posto nel mondo, subito dopo la Nabibia, per libertà di stampa secondo House of Freedom, cioè un paese simi-libero. Senza certi "eccessi" coloriti le notizie su quanto avviene in parlamento non uscirebbero mai e la colpa di chi è? Del M5S che cerca di informare con tutti i mezzi a sua disposizione, oppure dell'asservimento dei media e dei giornalisti che occultano le notizie?
  • Gian A Utente certificato 3 anni fa
    La notiziabilità (!) del giornalismo dell'unità , nella contestualità di esclusività mediatica, dona lucidità e tracciabilità alla mentalità cronicista volta ad una trasformabilità degli eventi, con reciprocità inversa dei ruoli: giornalista-protagonista e intervistato-comparsa. L'eventualità che il livello di moralità delle firme di una parte di giornalismo acquisti serietà, ha una proporzionalità inversa alla credibilità degli 80 euro mensili. ...notiziabilità... mah!!
  • Susanna Sbragi Utente certificato 3 anni fa
    Bla blaa bla blaaa....
  • Monica C. Utente certificato 3 anni fa
    ... in una società che raramente discute di contenuti... non so chi frequenta lei, impiegato Sarubbi, ma le assicuro che invece se ne parla eccome di contenuti nella società di cui faccio parte. Quindi mi sorge spontanea la domanda : ma lei, che razza di persone frequenta ? .. Probabilmente vecchi politici ed editori di giornali che parlano solo dei propri interessi!
  • Luca M. Utente certificato 3 anni fa
    giornalaio dell'unità.punto.
  • carlo petrini 3 anni fa
    Non ho capito il senso di questa frase ne' è chiaro il destinatario, non ho capito nemmeno se si riferisca ad un evento in particolare. Essendo l'unità temo che voglia insultare il M5S. Lo sa solo lui. A questi comunque non se li caca nessuno,lo sanno bene, per loro è sufficiente leccare il culo al proprio capo. Solo qui si da risalto alle performance letterarie di questi reietti. Comunque che vada a farsi fottere.
  • leonardo l. Utente certificato 3 anni fa
    Scrive per l'unità e abbiamo detto tutto. Sono gli ultimi articoli prima della serrata.
  • giovanni cococcia 3 anni fa
    Aripigliate scandaloso, ma da dove uscite , privileggiati e nominati,senza finanziamenti scriverete solo sulla carta igienica,Ricordo l'unita nel 2014 preso finanziamento per 6 milioni di euro,senza avrebbe gia' chiuso i battenti. VINCIAMO NOI.
  • Marco Chiavetta 3 anni fa
    Non date conto più ai pseudo giornalisti. Non serve. se li si ignora spariscono e nessuno ne parlerà. !!! VINCIAMO NOI !!!
  • Marco Lollo 3 anni fa
    http://italnews.doomby.com/ ciao
  • DANIELE ZATTONI Utente certificato 3 anni fa
    Andrea...sii onesto con te stesso! Come ci si sente ad essere un giornalista della DEMOCRAZIA CRISTIANA? Quella becera e ladrona. Ti senti un pochino nella merda o vai a gonfie vele? Dormi tranquillo o hai visioni di un qualche girone dell'inferno.....dantesco naturalmente. Suvvia....in fondo in fondo è solo una questione di atteggiamento. Cambi quello e ti appare la gioia.
  • Testini Irvin 3 anni fa
    Articolo presente anche nel corriere delle Alpi di ieri
  • rosario c. Utente certificato 3 anni fa
    l'arroganza di questi pennivendoli che si arrogano il diritto di decidere se una notizia è importante o meno è senza confini e antidemocratico,degno dei periodi più bui del fascismo in cui l'istituto LUCE disegnava come eroi i fascisti , e nemici della nazione tutti quelli che non la pensano come loro. L'onestà andrà di moda VINCIAMONOI
  • rexem 3 anni fa
    ma giulia innocenzi al massimo può aspirare a fare Geosu rai tre, do va senza santoro? gli sta aggrappata come una cimice perché spera di tornare alla rai, è la classica giornalista della rai dei partiti, sulla tv commerciale ha le ore contate. sarà una brava mamma ma ti fa venire l'abbiocco come giornalista. la sua speranza è che santoro prima di andare in pensione torni alla rai e la piazzi lì altrimenti è fottuta come giornalista, con il movimento 5 stelle al massimo può aspirare al reddito di cittadinanza nel frattempo che cerca un'occupazione. stessa sorte per vauro. con che campano senza reddito di cittadinanza? di finanziamenti pubblici o di canone.
  • Marco R. Utente certificato 3 anni fa
    Una volta diceva FENOMENO DA BARACCONE. Adesso si può battezzare in GRAFOMANE DA ALBO DEI GIORNALISTI
  • Lamberto 3 anni fa
    ANDREA SARUBBI? MA CHI CAZZO E'?
  • mario c. Utente certificato 3 anni fa
    "Che siano i forconi della Lega o le catene dei Cinquestelle, comunque, conta poco. Ciò che conta è la trasformazione, in peggio, dell’esperienza parlamentare" La trasformazione in peggio dell'esperienza parlamentare? Costui ha vissuto sulla luna in questi anni? Non ha avuto modo di vedere come funziona il parlamento e soprattutto come funzionano i parlamentari? Di Travaglio/Montanelli/... ce ne saranno forse anche tanti, ma se esistono non gli danno certo spazio per scrivere ... Mario
  • Maurizio Campigotto Utente certificato 3 anni fa
    francamente questo ulteriore femonomeno del giornalismo Andrea Sarubbi ,non sapevo che fosse neppure nato anagraficamente,mi chiedo: ma non rischiamo di dare NOI TROPPA visibilità a questi scribacchini sconosciuti ,leccaculo e frustrati?? a parte 4 rossi di 90 anni chi cazzo volete che legga l'Unità??
    • Giulia Mastroiacovo Utente certificato 3 anni fa
      Lo legge gente convinta che la "trasformazione" si attui attraverso una linea politica ancorata a un finto comunismo.
  • luca forcolini Utente certificato 3 anni fa
    Ieri sera su La7 è andata in onda una clamorosa violazione della par condicio, nonché la dimostrazione più evidente che Michele Santoro ha definitivamente smesso i panni del giornalista per indossare quelli del sostenitore (dietro le quinte ma non troppo) di Renzi e del PD. Il programma Announo, condotto dalla "giovane" Giulia Innocenzi, con un pubblico di "giovani" e che prevede una campionatura di "giovani" che interagisce con l'ospite politico di turno, è chiaramente un format elettorale costruito per contrastare l'attuale dominio del m5s nella fascia di elettorato tra i 18 e i 40 anni. A giudicare dalla dinamica degli applausi delle persone presenti in studio, in totale controtendenza rispetto alle ultime puntate di Servizio Pubblico, è stato anche introdotto un qualche criterio di selezione del pubblico. Ma la domanda è: Da qui alle elezioni ci saranno 3 puntate di Announo, la prima, quella di debutto che in quanto tale è destinata ad essere quella con maggiore audience, è stata data interamente a Matteo Renzi (3h che hanno coperto la prima e la seconda serata). Gli ospiti delle altre due puntate non sono ancora definiti, anche se lo stesso Santoro dichiara che è in corso una trattativa con Silvio Berlusconi per la seconda. Se anche così fosse, e se nella terza puntata fosse presente Grillo (e così non sarà, è evidente) tuttavia le cosiddette liste minori non sarebbero in alcun modo rappresentate. Per questa stessa ragione la commissione di Vigilanza Rai ha reso noto con dichiarazione del suo presidente Roberto Fico che Porta a Porta non potrà effettuare analoghe tre prime serate con i leader di M5s, Pd e Forza Italia. Perché per Santoro co la par condicio (che è una legge dello Stato*) non vale..?! *Legge 22 febbraio 2000, n. 28 Articolo 2 Comunicazione politica radiotelevisiva 1. Le emittenti radiotelevisive devono assicurare a tutti i soggetti politici con imparzialità ed equità l'accesso all'informazione e alla comunicazione politica.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus