Comprati dalla Cina

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
renzi_cina.jpg

"Oramai è un fatto conclamato: la repubblica popolare cinese ci sta comprando. La State Grid il mese scorso ha acquistato il 35% di CDP reti, (la scatola che contiene la rete del gas e la rete elettrica ovvero Snam e Terna). È di questi giorni la notizia che una cordata cinese rientra tra i 4 che si contendono l'intero polo dei trasporti di Finmeccanica. Sembra che i cinesi abbiano offerto un pagamento in contanti per 1,5 miliardi di euro. Finmeccanica ha già venduto il 40% di Ansaldo Energia alla cinese Shangay Electric. Il governo italiano ha una strategia per l'industria e per Finmeccanica? E' notizia recente che Finmeccanica dismetterà le sue partecipazioni nel settore dei trasporti cedendo AnsaldoBreda (produttrice di treni e metropolitane in crisi per mancanza di commesse) e Ansaldo Sts, produttore di segnalamento ferroviario, fiore all'occhiello per l'alta tecnologia raggiunta quotata in borsa. Secondo Moretti infatti "bisogna razionalizzare, non possiamo fare tutto. Finmeccanica non può fare strutture, non può competere con la Polonia che le fa al 50% del nostro costo". La scelta è quella dunque di abbandonare queste aziende, con la tecnologia e il know how raggiunte nel campo trasportistico per venderle al miglior offerente (almeno questo si spera!) per concentrarsi sul vero core business di Finmeccanica: le stelle e le bombe!" leggi l'articolo integrale di Andrea Cioffi e Marco Scibona, Commissione Trasporti e Lavori pubblici, M5S

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Roberto Cena 3 anni fa
    Prima ci si lamenta che l'Italia non attrae investimenti dall'estero, poi si agita il pericolo dell'uomo giallo. Probabilmente qualcuno preferisce i Montezemolo e i Marcegaglia a qualunque serio investitore straniero. Forse sarebbe meglio che faceste studiare bene ai vostri figli l'Inglese e il Cinese Mandarino invece di avere nostalgia per i Colaninno, i De Benedetti e i Romiti...
  • roberto de luca 3 anni fa
    il grande problema è il buco nero del debito che assorbe tutto.I cinesi comprano ,tanto ripagano con gli interessi dei nostri soldi che pagano i vari bot cct delle aste internazionali del nostro debito.Un gioco perverso ma semplice.tutto questo per continuare a mantenere sti quattro....oni!
  • paolo terzi (paolo3) Utente certificato 3 anni fa
    m5s per sempre non mi interessa un c... o scendete in piazza tutti e non rompere piu i c... tutti frignare e ci deve pensare m5s che e' un terzo del parlamentio, ma se non cerano loro, noi non sapevamo nulla ho sbaglio? volete cambiare muovete il culo. venduti frignoni
  • fabio marongiu 3 anni fa
    Dell'Italia, resterà solo un vecchio ricordo dei nostri padri e nonni , la e ci stanno portando alla rovina mentre con il paese più invidiato al mondo che abbiamo potremo vivere più che bene tutti .Caro fratello nero, giallo, blu non importa il colore della pelle ma stai nel tuo paese venire a rovinare anche il nostro abbiamo gia difficoltà a mantenerci noi non possiamo mantenere anche voi perché i soldi che vi da lo stato sono soldi NOSTRI grazie.
  • Viva Boninsegna Utente certificato 3 anni fa mostra
    Comprati da Casaleggio...
  • maxeem 3 anni fa
    purtroppo anche il m5s non potrà fare piu niente c'è bisogno di una destra sociale fortissima! una quasi dittatura...
  • colognola colli 3 anni fa
    Mi sembra ovvio che I cinesi hanno una marcia in piu al contrario degli italiani che da decenni brancolano nel buio senza domandarsi dove si trova l.interuttore....
  • Roberto B. Utente certificato 3 anni fa
    Se questi sono gli splendidi risultati raggiunti dai governo che si sono succeduti nei decenni scorsi ! .. ci hanno derubato e depredato , ma il tragico è che ancora ci sono persone che non se ne rendono conto.
  • Fabio Italia 3 anni fa
    Ma come si fa, a ridurci così! Un popolo senza palle e senza dignità e amor proprio
  • Notizie computer Utente certificato 3 anni fa
    Grazie M5S
  • Viola Banin (grillottina) Utente certificato 3 anni fa
    Una colonia. L'Italia somiglia sempre più ad una colonia economica e gli italiani non sono da meno o le trivelle non si spiegherebbero; non hanno nessun interesse a tutelare le nostre risorse?, bene, allora semplicemente se ne disfano e ci guadagnano sopra, senza nessun conto di imprenditori, lavoratori, e qualunque potesse essere l'impiego che potremmo avere se solo realmente fossero disposti al sacrificio e realmente fossero disposti ad investire sul loro stesso Paese. Ma chi non ha patriottismo, chi non ha intelligenza, allora non ha nemmeno fede; questa arriva fin dove arriva la sua persona e una bandiera non basterebbe a coprirla, lui solo, così tanto, non basterebbe a capirla.
  • anna m. Utente certificato 3 anni fa
    stanno svendendo tutto e ancora c'è gente che li vota ma che popolo siamo?
  • gianfranco r. Utente certificato 3 anni fa
    Se tutti i costi in italia costano di più confronto ad altri paesi vi sarà un perché no?,logico!.Ve lo dico subito:negli altri paesi come da noi non ci sono politici talmente con le mani in pasta dappertutto!,questo è il vero scempio di questo paese.Togliendo i soliti noti avremo talmente aria pulita,quindi dico ai cittadini di andare in piazza uniti per cambiare questo mondo marcio!!!!!!!!!!!!!!.
    • paolo frosini 3 anni fa
      Sono perfettamente d'accordo con te.....ma chi ci dice che i nuovi, una volta assisi sugli scranni, non si comporteranno come i defenestrati? Noi siamo un popolo facilmente corruttibile, questa purtroppo è la realtà e approfittiamo del potere, grande o piccolo che sia, per ottenere in primis vantaggi personali; le eccezioni sono rarissime.
    • umberto battaglioli Utente certificato 3 anni fa
      forse per il calcio,ma non di certo per la politica,dove vivi!
  • Silvio . Utente certificato 3 anni fa
    Questi saranno ritenuti responsabili dei loro atti illegittimi e non voluti dal popolo italiano in eterno, senza prescrizioni di sorta. Ne tengano conto e ne tenga conto pure chi ancora li vota tagliando così il ramo su cui è seduto lui e le nuove generazioni: siano maledetti!i
  • umberto battaglioli Utente certificato 3 anni fa
    finchè non si prendono i bastoni,questi ci continueranno a prendere per il culo,ma a voi basta solo commentare e basta,e magari fare la fila per l'iphone e sopratutto non tocchiamo il calcio,mi raccomando!
    • umberto battaglioli Utente certificato 3 anni fa
      e mi dispiace,ma uno non vale uno!
    • Daniel S. 3 anni fa
      appunto: l'abbiamo permesso perchè abbiamo permesso a degli emeriti incapaci di governarci rendendo possibile ciò che adesso sta incominciando ad essere sotto gli occhi di tutti. Che vuoi che importi al mio vicino di casa se le aziende italiane siano di proprietà dei cinesi o dei bulgari, a lui interessa solo guardare le partite, non vede l'ora che arrivi il venerdi per smettere di lavorare e se aumentano un pò le tasse o le bollette si tira un pò la cinghia e va tutto apposto. Uno vale uno ma 80 Euro sono valsi milioni, che ci vogliamo fare. Il mondo è di pochi furbi che sanno gestire milioni di imbecilli.
    • umberto battaglioli Utente certificato 3 anni fa
      vedo con piacere che non hai capito,non c'entrano i cinesi,possono anche essere bulgari australiani o chi cazzo vuoi,noi l'abbiamo permesso,un popolo degno di questo nome non l'avrebbe mai fatto,non hai idea all'estero come si vende bene il marchio ITALIA,ma pochi sono italiani!
    • Daniel S. 3 anni fa
      ma infatti il made in italy non esiste più. I ragazzi crescono ignoranti, nessuno sa far piu niente e quei pochi che ci sono collaboreranno con i nuovi padroni cinesi, andranno a star meglio e sta massa di ignoranti pecoroni avvezzi a calcio e iphone continuerà a vivere lamentandosi e subendo. Tutto secondo un copione già scritto da tempo.
  • umberto battaglioli Utente certificato 3 anni fa
    cazzi vostri io me ne sono già andato,auguri!
    • giuseppe s. Utente certificato 3 anni fa
      io sono prossimo a seguirti. oramai non c'è più niente da fare qua! dopo 2000 anni se ne va anche la nostra cultura soppiantata da "culture" diverse. sigh sigh ce peccato!
    • dimitri ippoliti 3 anni fa
      ..ed hai fatto bene...ci sto provando anche io ad andarmene...
  • enrico caserza Utente certificato 3 anni fa
    Dicono che dovremmo contrastare l'economia cinese con il know how e l'innovazione. Mi sembra però che gli stanno svendendo anche quella.
  • Nando M. Utente certificato 3 anni fa
    Impareremo la lingua cinese e chissà se non molto lontano anche religione ma quella che per il Paradiso ci si può allacciare una cintura piena di dinamite e all'aria il parlamento malato marcio, senza gli ultimi arrivati. Un pò ha ragiona Paolo Barnard.
  • aldoo massa 3 anni fa
    Poveri noi, che fine ha fatto L' Italia, il Duce si sta rivoltando nella tomba
  • CarloMaria Lo Martire! () Utente certificato 3 anni fa
    Miei ripetuti commenti qualche milione di anni fa: ARRIVERANNO I CINESI CON BASTONI INFUOCATI! Saludos!
  • salvio manno Utente certificato 3 anni fa
    Non voglio sentir parlare di patria inni nazionali, bandiera tricolore e quant'altro. Siamo nella globalizzazione. Non esistono più gli Stati. Esistono solo multinazionali che comprano e vendono aziende, territori e patrimoni artistici. I politici che contano l'inno di Mameli ti stanno prendendo per il culo.
  • Daniel S. 3 anni fa
    ma magari comprassero tutto i cinesi! Così è la volta buona che fanno lavorare la gente, che la pianterà di fingersi malata al Lunedi e al Venerdi per non andare a lavorare, di pretendere senza dare e anche tutti quei cazzo di pseudo-dirigenti ammanigliati e raccomandati se ne andranno fuori dai coglioni. Gli Italiani hanno votato i politici che stanno svendendo l'italia perchè i nostri politici SONO COME NOI. LA COLPA DI TUTTO QUESTO E' NOSTRA.
    • Daniel S. 3 anni fa
      allora: ci sono due tipi di guerra: la guerra classica (ammazzo chi mi da fastidio) e la guerra economica (me lo compro e lo metto in condizioni di non nuocermi). Questa è una guerra economica che non si può fermare perchè ne occorrerebbe una classica. E nessuno è disposto a morire per combatterla, ben sapendo che può cercare di muoversi nelle nicchie che gli consentono una decente sopravvivenza per quelle poche decine di anni che starà su questo pianeta. Io ammiro gente come Di Maio o Di Battista, la Taverna e altri. Ma capisco molto bene chi abbia passato anni a ingoiare soprusi e subire schifezze di ogni genere pur di costruirsi un posto privilegiato che non vuol mollare, ben sapendo che la stragrande maggioranza della gente è costituita da persone che predicano bene solo perchè non sono nelle condizioni (vuoi per pigrizia, vuoi per incapacità) di razzolare male. Perdiamo la sovranità del nostro Paese perchè non lo meritiamo, questo Paese.
    • Beppe A. Utente certificato 3 anni fa
      un bel ripassino sugli IDE e l'art 41 della costituzione (ormai svenduto al mercato liberista)? Secondo te i profitti dei cinesi dove andranno? E se un giorno scoprono che e' piu' conveniente spostare in madre patria dopo averci rubato il know how? cosa che sta regolarmente avvenendo http://www.ilsole24ore.com/articlegallery/notizie/2013/italia-paese-in-saldo/index.shtml
    • Marco P. Utente certificato 3 anni fa
      guarda parla al singolare..forse i politici saranno come te...ma non come me...buona fortuna..
  • Monica C. Utente certificato 3 anni fa
    io giuro che non so più cosa pensare e cosa dire .. una cosa è sempre più chiara: siamo in mano a un Governo di PAZZI IRRESPONSABILI !
  • Claudia D. Utente certificato 3 anni fa
    Sinceramente non riesco ad esprimere il mio disappunto non mi vengono le parole sono arrivata al punto di non averne più. Penso a quanti accadrà e a quanti invece non riusciranno o non vorranno vedere la drammaticità delle situazioni pensando che va ancora tutto bene. Ci siamo ritrovati a vivere giorno dopo giorno certi che o si verrà a sapere che qualcosa di schifoso è successo o sta accadendo. Questo è un momento della nostra vita che forse noi cittadini normali non ci saremmo meritati di vivere. Ci viene detto ma voi cosa avete fatto perchè ciò non accadesse ed è vero ma oggi, che le denunce sono tante e di ogni giorno, cosa viene fatto per interrompere questo sistema? Noi vivevamo "nell'ignoranza" ma oggi che le cose vengono smascherate perchè oltre a dire non è possibile trovare la soluzione?
  • Marc Spagnoli Utente certificato 3 anni fa
    **** PER I CURATORI DEL BLOG *** DOVETE VEDERE ANCHE: PIANO TRIENNALE di ATTIVITÀ del CNR 2014–2016 Provvedimento 000043 Leggete da pagina 26 - Focus: Le collaborazioni con la Cina (Io l'ho già segnalato ... ma non so se è stato preso in considerazione)
  • Tra gli squali di Wall Street 3 anni fa
    L'alternativa ai fondi sovrani sono gli hedge funds attivisti.E' l'unica soluzione http://traglisqualidiwallstreet.blogspot.it/2014/08/il-capitalismo-italiano-si-apra-agli.html
  • anib roma Utente certificato 3 anni fa
    Diego Cugia ITALIA, UN PARADISO SENZA QUALITÀ OSTAGGIO DI “BUROCRATI PSICHICI” La burocrazia, che Balzac definiva quel gigantesco meccanismo azionato da pigmei, è universalmente considerata un freno alla nostra ripresa economica. Di fronte alla miriade di leggi, leggine, bolli e protocolli, e con la magistratura che procede a passo di lumaca, nessun imprenditore sano di mente si azzarderebbe oggi a investire in Italia. A me pare che russi e cinesi se la stiano comprando a mani basse, ma non sono un economista e non è questo il punto. Che la burocrazia, come la concepiamo noi, sia un danno, non c’è bisogno di sentircelo dire tutte le sante sere dai talk show. Ce n’è un’altra, invisibile, di cui nessuno parla, la madre di tutte le burocrazie. La potremmo definire burocrazia psichica. La burocrazia psichica è una prevaricazione sotto mentite spoglie, una ragnatela intessuta di pregiudizi, rabbia e invidia silenti, giudizi sommari e parole trattenute, grazie alle quali il burocrate psichico, solitamente un mediocre di successo, tiranneggia inconsciamente e manipola, senza mai esporsi pubblicamente, impiegati, soci, collaboratori, chiunque bussi alla sua porta dimostrandosi “a pelle” più efficiente, intelligente e meritevole di lui. Coalizzandosi con altri mediocri di provato fallimento, fatali per il Paese ma a lui innocui, egli svaluta, depotenzia e isola gli italiani di qualche valore in quel penitenziario sociale dell’indifferenza di cui i burocrati psichici sono le guardie e le idee originali i detenuti. La burocrazia psichica è il branco che si fa capobranco, la banalità che si è già fatta regime.
    • anib roma Utente certificato 3 anni fa
      3)- L’unica cosa che gli preme è lo status quo, la conservazione della propria modesta egemonia, clonare modelli d’auto o brutture architettoniche o in politica formule trite e ritrite. Tratta esclusivamente business superati, scampoli dei tempi andati che fruttano ancora qualche margine di ricavo, fedele al proprio motto: “finché dura c’è verdura”. È convinto che lavorare sia passare incessantemente da una riunione all’altra. Prima di “Ti amo”, la frase più pronunciata in Italia è “Sto in riunione, ti richiamo”. Non richiamare mai il vezzo dei nuovi ricchi del potere. Una leadership di gnomi in riunione a oltranza. Le fabbriche italiane chiudono mentre le catene di montaggio di chiacchiere restano aperte giorno e notte. I burocrati psichici sono come i soldi per Wall Street: non dormono mai. Con la differenza che i nostri pigmei mentali non producono nulla. Per la psicoburocrazia chiunque crei è un nemico. Le mezze tacche i nuovi guardiani d’Italia: un paradiso senza qualità. La burocrazia psichica che impera in società ed enti, aziende pubbliche e private, partiti e conventi, scuola e associazioni sportive, è l’inconscia loggia segreta che devia su binari morti le frecce del pensiero, i convogli di idee rigeneranti, le nuove visioni del mondo.
    • anib roma Utente certificato 3 anni fa
      Un uomo e una donna non legati a lobby e potentati, col portafoglio e la borsa vuoti ma ben armati delle proprie qualità (intelligenza, creatività e indipendenza di giudizio, insieme all’onestà materiale e morale, sono le più temute) nell’Italia di oggi non hanno scampo. Il burocrate psichico si guarderà dall’affrontarli a mente aperta, confrontandosi in modo trasparente sul progetto o sulla strategia d’impresa proposte, approvandolo o contestandolo. Poiché non ne è all’altezza. Al contrario, ammesso che li abbia ricevuti per sbaglio o puro equivoco, elogerà quel lavoro con entusiasmo, definendolo geniale se non rivoluzionario, per relegarlo inevitabilmente nella soffitta delle proposte irrealizzabili, mentre occorreva solo spendere qualche ora di lavoro e un grammo d’impegno in più. Al burocrate psichico l’innovazione spaventa, osare una parolaccia, faticare indecoroso. Lo terrorizzano perfino i guadagni che potrebbe ricavare dallo sfruttamento di qualcosa che poi non sarebbe in grado né di gestire né di riprodurre autonomamente. Invece di circondarsi di collaboratori in gamba, come una signora si adorna di una collana di pietre preziose, il burocrate psichico privilegia la lana alla seta. Ama nel prossimo se stesso: la perla falsa. Considera prevaricanti ed eccessivamente ambiziose le persone che non gli leccano le scarpe, solo perché proietta in loro i suoi due difetti principali, apatia e velleitarismo.
  • Gian A Utente certificato 3 anni fa
    Viene da piangere. Ma questi sono da ... Tribunale popolare e basta.
  • alvise fossa 3 anni fa
    SIAMO MESSI DAVVERO BENE,LE AZIENDE PIU' IMPORTANTI VENDUTE AL COLOSSO CINESE
  • Andrea Mo Utente certificato 3 anni fa
    Moretti un ferroviere con santi in paradiso messo a capo dal bimbominkia della piu´ grande realtà industriale italiana. Moretti ha rovinato FS e procederà in maniera analoga con finmeccanica. Distrutta finmeccanica all´Italia non resta che unirsi all´africa del nord.
    • Paolo Frosini 3 anni fa
      NO, per carità!!!!!!! io vivo già in un paese del Nord Africa e non voglio l'Italia qui....me ne sono venuto via schifato non voglio andarmene anche da qui dove vivo beato e tranquillo.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus