La Ricerca pubblica ostaggio di sprechi e politica. Liberiamola!

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Nicola Morra

La ricerca scientifica e l'innovazione tecnologica sono universalmente riconosciuti quale volano del benessere economico, culturale e sociale di un Paese, ma non in Italia dove il finanziamento pubblico per la ricerca viene polverizzato dalla governance.
La trasmissione Report di RAI 3 ha acceso i riflettori sulla cattiva gestione dei fondi pubblici per la ricerca gestiti dal Consiglio Nazionale delle Ricerche. Per noi, purtroppo è solo una conferma di quello che denunciamo da quando siamo in Parlamento.

Infatti sono stati numerosi (26) gli atti di sindacato ispettivo al Senato ed alla Camera
con cui abbiamo denunciato i continui episodi di mala gestio e sperpero di risorse sottratte alla ricerca pubblica. Si va dal caso della mancata accettazione di uno sconto del 50% sul canone di locazione, al finanziamento per studi sul legname trentino che nella realtà si è rivelato austriaco, passando per la mancata riscossione di crediti per 34 milioni di euro, per il buco in bilancio di Istituti Cnr e per la nomina di presidenti di “terza scelta” (interrogazione a risposta orale al Senato n.3/03347, n.3/03308, n.3/02793; interrogazione a risposta scritta al Senato n.4/07231, n.4/06911, n.4/05986, n.4/05494, n.4/05492, n.4/04915, n.4/04836, n.4/04835, n.4/03888, n.4/03801, n.4/03553, n.4/03453, n.4/03438, n.4/02507, n.4/02508 n.4/02061, n.4/01856, n.4/01670, n.4/01671, n.4/01435, n.4/01211, n.4/01051; interrogazione a risposta scritta alla Camera dei Deputati n.4/11844). I Governi Renzi e Gentiloni non hanno mai fornito alcuna risposta!
Il comparto degli enti pubblici di ricerca è caratterizzato da una congerie di Enti finanziati con denaro pubblico, tra i quali spiccano agli opposti il grosso CNR e il minuscolo Istituto Italiano di Studi Germanici che a fronte di cinque dipendenti in organico, prevede per la gestione un presidente, due consiglieri di amministrazione, cinque consiglieri scientifici, tre revisori dei conti, un direttore generale.

Nel mezzo troviamo ASI, INRIM, INDAM, INAF, INFN, INGV, OGS, Consorzio per l'Area di Ricerca Scientifica e Tecnologica di Trieste, Museo Storico della Fisica e Centro di Studi e Ricerche "ENRICO FERMI", Stazione Zoologica "ANTON DOHRN", INDIRE, INVALSI, CREA, ENEA, INAPP, ISPRA, ISS, ISTAT. Ognuno con i propri organi di governo di nomina politica: un esercito di manager pagati centinaia di migliaia di euro. Una vera babele in cui la confusione è accentuata dall’essere sottoposti alla vigilanza di ministeri differenti.

In questo modo si polverizzano le risorse, che vengono di fatto totalmente consumate dalla macchina burocratica e politica di gestione, a discapito dei fondi realmente utilizzati per le attività di ricerca. A farne le spese è solo la collettività!
Emblematico è il caso del Cnr (circa 8.000 dipendenti, 105 Istituti di Ricerca con oltre 300 sedi in tutta Italia). L'attività dell’Ente è gestita da un presidente, 5 consiglieri di amministrazione, 1 direttore generale, 2 direttori centrali, 10 dirigenti amministrativi, 105 direttori di Istituto, 7 direttori di dipartimento con stipendi che in gran parte oscillano tra 120 mila e 170 mila euro l’anno (totale 20 milioni di euro circa). Il tutto in assenza di una reale valutazione dell’attività svolta e dei risultati raggiunti.

Appare ormai indifferibile una radicale riforma del settore ricerca
, che ripensi in maniera razionale il sistema ricerca e contestualmente consenta uno sfruttamento efficace ed efficiente delle già limitate risorse. In mancanza di una inversione di rotta, ogni investimento è destinato al fallimento.

Il Movimento 5 Stelle è pronto ad affrontare tale sfida per liberare la ricerca pubblica dall’opprimente peso della politica.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • corine marta Utente certificato 9 mesi fa
    Grazie alla signora Josina lei mio aiuto per l'acquisto di casa a due in Francia e in Italia con il suo prestito è una donna di Dio ringrazio lei per sono aiuto e so dirti per 600.000 euro 600,00 euro con un tasso del 2% non manca la possibilità di voto è presso il prestitobancario2017@gmail.com
  • corine marta Utente certificato 9 mesi fa
    Ciao Per i vostri progetti, non avete abbastanza soluzione di finanziamento è la signora Josina gomez offre prestiti per i progetti fino a 700,000 euro con un tasso del 2% Contatta il tuo servizio di posta prestitobancario2017@gmail.com
  • corine marta Utente certificato 9 mesi fa
    Per i vostri progetti di viaggio e di tasse scolastiche per business costruzione d'oltremare e fondo di investimento in diversi settori del commercio internazionale e costruzione e un altro acquisto e acquisto auto noleggio casa e pronti per la salute e l'educazione dei vostri figli la soluzione è signora Josina gomez contatto il nostro servizio di prestitobancario2017@gmail.com ti offre impareggiabili prestiti qualsiasi concorrenza con le procedure di uguale è il cambio e-mail prestitobancario2017@gmail.com
  • Carles Antonia Utente certificato 9 mesi fa
    La vita è molto semplice se noi non cerchiamo di rendere complicato. Questo è così è rendere la vita più facile e aiuta voi di non perdere la speranza che il signor DelBARIO Alexio mette ha disposizione di coloro che possono pagare di nuovo e ha chiunque soddisfano le condizioni dei prestiti che vanno da 500 a 50.000.000 milioni di euro. Interviene anche per investimenti a breve termine, le risorse e a lungo termine al fine di aiutare a pagare i tuoi debiti. Signor DelBARIO è in relazione a una banca per facilitare e rendere sicure le transazioni. È in collaborazione con il Ministero delle finanze e dell'economia, che lo rende più affidabile. Si lascia una possibilità di dialogo tra le procedure di pagamento e tasso. Per ulteriori informazioni vi preghiamo di contattarci da E-mail: delbarioalexio@gmail.com
  • Gino Sighicelli Utente certificato 9 mesi fa
    serra, donno, crimi, cari miei cretinetti, parlamentari di merda, voi non mi rappresentate; voi non state rispettando il vostro mandato cari miei cretinetti (serra, donno, crimi), parlamentari di merda, ve la metteremo nel culo; vi metteremo in grave imbarazzo il mandato è soprattutto tradito per il seguente motivo cari miei cretinetti, a proteggervi il culo in italia c'è un solo piccolo fatto: una legge referendaria con quorum del 50% cari miei cretinetti, avete fatto l'errore di smentire il mandato talmente clamorosamente che un quorum del 50% non vi sarà sufficiente (a proteggervi il culo) cari miei cretinetti, io so che in relazione all'immigrazione, seppure con un quorum pesante, l'italia è in tal caso come se svizzera fosse, poiché un 50% non sarà sufficiente a proteggervi il culo l'elettorato vi smentirà, clamorosamente. Il vostro arbitrio verrà deriso e vanificato cari miei cretinetti, sicuramente non verrete rieletti cari miei cretinetti, siete la rovina di un movimento che seppe dare speranza dicendosi democratico, mandò in parlamento gentaglia come voi: del solito tipo; del tipo che fa i soliti giochetti ipocrisia di chi, dicendosi democratico, continua a ignorare la volontà del suo popolo ipocrisia di chi pretende di essere lui a dover venire interpretato dal popolo (quasi che fossero preti) cari cretinetti serra, donno, crimi. vi siete coperti d'infamia cari cretinetti serra, donno, crimi, vi siete infilati in un mare di merda (e un cappio al collo)
  • Gino Sighicelli Utente certificato 9 mesi fa
    CENSORE E E E ???? s v e g l i a !!!!! su questo thread non ne hai tolto uno, dei commenti di merda degli usurai che infestano 'sto blog inoltre, dato che ci sei, perché da 2 giorni il mio italiano viene ortografato come se fosse inglese? cosa si deve fare in questi casi per rimediare? tua mail sarebbe gradita
  • dsdsds ghfrghfreza Utente certificato 9 mesi fa
    Grazie gentilmente entrare in contatto con questa donna, perché lei mi ha dato un prestito di 149.000 euro. Ecco il suo indirizzo e-mail personale:...... beatriceballey@hotmail.com
    • id &as Utente certificato 9 mesi fa
      smetto quando voglio! https://www.youtube.com/watch?v=XwgtfBDHwhk
  • lauriane dupont Utente certificato 9 mesi fa
    Popolazione e circa. Passiamo per il vostro canale per lanciare una chiamata li ha. Non lasciate fuorviare più da parte dei suoi prestatori che pubblicano i loro avvisi. Secondo le verifiche, le persone che potevate contattare così realmente volete un prestito senza problemi sono: - davilla.navarro@gmail.com - andersen.oliver12@gmail.com - developpement.aide@gmail.com Ecco le persone capace di voi aiutate e riempirsi. Io dirvelo e ve lo ripeto. Si sono i veri prestatori ha che potevate fare fiducia ed avere ciò che chiedete. Grazie a voi e volete in parlate alla vostra conoscenza per ridurre insieme i prestatori falsi.
  • Domenico . Utente certificato 9 mesi fa
    Caro Morra, Concordo con quanto riportato nell’articolo. Ma oltre alla frammentazione ed all’invadenza della politica, ci sono altri tre problemi altrettanto seri: 1) L’Età avanzatissima media dei ricercatori 2) Il ruolo pervasivo dei sindacati 3) La mancanza di ricerca per obiettivi e la verifica dei risultati. Tutti sappiamo che la massima produttività creativa, salvo rare eccezione, decresce con il passare dell’età. Strutture di ricerca come il CNR, l’ENEA, l’INFN, ecc. con un’età media dei ricercatori intorno ai 50 anni, non possono produrre grandi risultati. A quell’età, non si ha più la “fame e la pazzia” che Steve Jobs riteneva indispensabile per le grandi innovazioni. Invece, si pensa alla vicina pensione ed alla conservazione del proprio posto. E per questo sono molto utili i Sindacati che, oltre a piazzare i propri uomini nei Consigli di Amministrazione e negli Organi direttivi, vigilano sul mantenimento dello status quo. E tutti insieme, si guardano bene dall’introdurre obiettivi e verifiche serie sui risultati. Per questo la nostra ricerca, a parte qualche eccezione, non produce più e da molto tempo alcuna significativa innovazione. Innovazione che faccia progredire la scienza o che faccia progredire l’industria o i servizi di questa povera Italia. Stenderei poi un velo pietoso sui molti Parchi Scientifici, Consorzi di Ricerca e Centri per l’Innovazione che si sono diffusi per l’Italia. La Ricerca pubblica, più che liberata, va rifondata. Un’altra volta possiamo parlare della ricerca privata Italiana nelle multinazionali o nei distretti nella quale ho passato con molti ruoli una gran parte della mia vita. E, in questo contesto, potremo parlare dell’efficacia delle politiche italiane ed europee di incentivazione.
  • Maurizio B. Utente certificato 9 mesi fa
    IN EUROPA C'E' UN PAESE ABITATO DA ITALIOTI (LEGGI UTILI IDIOTI) CHE DA QUARTA POTENZA INDUSTRIALE DEL MONDO DECISE DI AUTODISTRUGGERSI. DISSE COME POSSO FARMI DEL MALE? FARO' COSI': DATO CHE ORA POSSO STAMPARE DANARO QUANTO NE VOGLIO TRAMITE LA BANCA DI MIA PROPRIETA', LA PRIVATIZZO COSI' DOVRO' CHIEDERE I SOLDI CHE MI SERVONO IN PRESTITO E RESTITUIRLI CON GLI INTERESSI! CHE FURBATA PER FAR DIVENTARE GLI ITALIOTI UNA MASSA DI PEZZENTI E FAR VEDERE CHE VOGLIO IL BENE DEL PAESE!
  • giancarlo s. Utente certificato 9 mesi fa
    Meno male che è ricominciato Report. L'unica trasmissione che vedo sulle reti Rai e Mediaset. Servizio sulla corruzione e gli sprechi negli enti della Ricerca MERAVIGLIOSO. I prossimi servizi programmati si annunciano molto molto interessanti. Non perdeteveli il lunedi sera.
  • Poiex Xeiop Utente certificato 9 mesi fa
    Per controllare i finanziamenti servono commissioni tecniche scientifiche vere sia per approvare i progetti che per valutare lo stato di avanzamento della ricerca. In Italia le commissioni sono popolate dai soliti noti che si fanno favori, costruiscono curricula ad hoc, alcuni hanno lauree fasulle oppure ottengono titoli copiando (es. Ministro Madia). Forse è meglio non studiare, si può diventare ministri lo stesso. Propongo commissioni formate da esperti presi all'estero e forse i pochi soldi che vanno alla ricerca non finiranno nelle tasche dei soliti baroni.
    • Luigi O. Utente certificato 9 mesi fa
      Il commento coglie un punto nevralgico. C'e' bisogno di commissioni di valutazioni "trasparenti". Di advisor boards formati da scienziati di fama riconosciuta che non subiscono (o possono subire in minor parte) influenze sul loro giudizio. Il compito delle commissioni deve essere di valutare obiettivamente i progetti scientifici da finanziare cosi' come la produttivita' dei singoli istituti di ricerca. Su questa base il Ministero potra' distruibuire meritocraticamente (si spera) i fondi disponibili.
  • Ezio D'Alessandro Utente certificato 9 mesi fa
    Bravo M5S, ottimo e paziente lavoro oscuro, ma trasparente. Solo così si può risanare il Governo, non con gli incostituzionali Premier. Auguri a tutti noi.
  • mario genovesi 9 mesi fa
    Giuliano Poletti, detto pure Panza de Vermi, che se lo mangino presto, agli studenti di Bologna, "meglio giocare a calcetto che mandare in giro curriculum", oppure meglio mandare la mamma a battere, come avranno fatto il papà suo, di Renzi e Gentiloni.
  • le interpretazioni partigiane fanno male alla giustizia 9 mesi fa
    riflessione sulle assurdità politiche dei magistrati. vorrei ricordare ai magistrari che un partito non è un ente pubblico ma un ente privato proprio perchè è di parte. E' un club privato anche se i politici una volta che entrano in parlamento o dentro qualche altro pezzo dello stato si trovano a gestire la cosa pubblica. un ministero o un municipio sono enti pubblici ma i partiti, la sede di un partito NON è un ente pubblico e non è cosa pubblica. adesso si vogliono far passare per enti pubblici i partiti perché ricevono un finanziamento pubblico ma non è così. sarebbe come dire che se uno che riceve dei soldi pubblici a fondo perduto per ristrutturare un albergo allora deve dare da mangiare e da dormire gratis ai carabinieri o agli extracomunitari. NO NO NO una cosa sono i fondi pubblici destinate a delle associazioni private e altra cosa dei fondi privati destinati agli enti pubblici. un ente pubblico se riceve dei finanziamenti privati è tenuto a rispettare alcune regole di spesa. un ente privato e un partito è un ente privato..... puà sputtanarsi i soldi pubblici come caxxo gli pare ..... cioè sarebbe così se i magistrati non ragionassero per interesse politico. Altrimenti che il parlamento faccia una bella legge che stabilisce una volta per tutte cosa è un partito se ente pubblico o privato perché così com'è ora il partito è privato e mi pare anche giusto visto che non rappresenta il popolo ma una parte ( partito da parte ). secondo me è pura malafede e dunque quando si vuole colpire bossi o altri che spendono i soldi come vogliono è solo propaganda politica e volontà di fare fuori l'avversario politico in maniera SPORCA ovvero barare al gioco della democrazia. bisognerebbe che giornalisti e giudici fossero interdetti dal fare i politici ma la costituzione ha pure questo bug e non è perfetta come molti vorrebbero farci credere.
    • Gino Sighicelli Utente certificato 9 mesi fa
      concordo con chi ti ha risposto inoltre la massima "la forma è sostanza" io la regalerei tutta e solamente ai più stupidi tra gli stupidi
    • Ezio D'Alessandro Utente certificato 9 mesi fa
      Cost. 42 e Cost. 2 sono sufficienti a chiarire ogni dubbio: è una associazione di liberi cittadini, non di dipendenti dello Stato. Dovrebbero essere, nella generalità dei casi, Associazioni non riconosciute ex art. 36 c.c. secondo la volontà di tale persona giuridica, libera di iscriversi nel pubblico registro delle persone giuridiche (imprese).
  • Gianfranco B. Utente certificato 9 mesi fa
    Già investiamo pochissimo in ricerca, meno del 1,3% a fronte di un 3% necessario, se poi questo investimento serve, come pare sia, a foraggiare feudi politici e a sistemare, come spesso accade, amici degli amici, i risultato saranno sempre deludenti. Purtroppo il problema sta nella modalità di gestione delle risorse.. Fino a quando la cassa, se pur misera, sarà in mano e gestita dalla banda bassotti non riusciremo a raggiungere nemmeno i risultati di “Archimede Pitagorico”. Le 17 sigle, la dicono lunga, gli oltre 100.000 giovani che ogni anno debbono espatriare, spesso con successo, in altri istituti di ricerca, la dicono chiara. I 26 interventi, senza alcun esito sono, la risposta al drammatico stato di cose di questo paese. Se non svoltiamo saremo destinati a cappottare. Talelbano
  • Gino Sighicelli Utente certificato 9 mesi fa
    Tesla to begin taking orders for Solar Roof in April https://pv-magazine-usa.com/2017/03/27/tesla-to-begin-taking-orders-for-solar-roof-in-april/ non sono un fan di Elon Musk credo che i tetti solari sono il nostro migliore futuro so che in italia esistono small companies che sembrano fatte apposta per realizzare (facendoci montagne di profitti ed eserciti di nuovi 'occupati', investendo capitali risibili)
    • Gino Sighicelli Utente certificato 9 mesi fa
      appena appreso che (traduzione): “x ha contribuito al lancio di una nuova company, chiamata Neuralink, e potrebbe giocare nella “venture” un ruolo molto “significativo”, secondo y Neuralink insegue le opportunità derivanti dall'impianto di elettrodi cerebrali al fine della connessione del pensiero umano ai computer” io 'sto tipo proprio non riesco a digerirlo; ciò però non contraddice il fatto che pare non sbagliare una mossa mentre quello dell'intelligenza artificiale è solamente uno stupido mito per contro è vero l'opposto nel caso dell'integrazione uomo-macchine (specialmente al livello neuronale - anche questo è autentico futuro (non mito per deficienti))
    • Gino Sighicelli Utente certificato 9 mesi fa
      solito problema dei verboten x = un tipo il cui nome somiglia a Eln Msk y = un media il cui nome somiglia a Th. Wll Strt Joxrnal
    • Gino Sighicelli Utente certificato 9 mesi fa
      correggo: sostituire "per realizzare" con "per realizzarlo"
  • Carmelo Nicolosi 9 mesi fa
    I risultati della ricerca scientifica fatta con il finanziamento delle case farmaceutiche non è valida perché non obiettiva. La verità che la vera ricerca viene nascosta per interessi economici. I medici, sono pochi quelli che non si lasciano corrompere dal dio soldo.
  • flavio guglielmetto mugion Utente certificato 9 mesi fa
    buona serata a tutti. Non so che dire.
  • Mario Apicella 9 mesi fa
    in realtà non dobbiamo dimenticare che tutte le Università pubbliche in Italia (come all'estero) con i loro relativi Dipartimenti sono dei centri di Ricerca finanziati non più dallo Stato ma dalle multinazionali su cui accentrano le loro benevoli "ricerche" (medicina, farmacia e agraria in testa)
    • Luigi O. Utente certificato 9 mesi fa
      mmm..commento molto interessante.... Sarei curioso di sapere su quali dati o fonti e' basato quello che dici...
  • fidita gatuso Utente certificato 9 mesi fa
    Ciao Sto gatuso grazie Josina Gomez Mrs corine è giusto. Posso ottenere un prestito di 100.000 euro per costruire la mia casa con un tasso del 2% in 72 ore, effettuato tramite bonifico bancario, ho avuto difficoltà a credere sono truffati più volte tutti questi documenti sono approvati in Europa America Asia e certificano perché le imprese europee signora Gomez vi offre qualsiasi tipo di prestito per il vostro progetto di viaggio finanziamento progetto , si prega di studiare nelle Università di contatti si sarebbe non essere delusi dalla posta prestitobancario2017@gmail.com
  • Clara M. Utente certificato 9 mesi fa
    Il CNR l'ente per il quale lavoro da oltre 35 anni(sono primo ricercatore) è indubbiamante un ente di ricerca al contrario, dove una monografia pubblicata da una grande casa editrice internazionale vale meno di una relazione di una pagina conservata nel protocollo di un istututo, dove è molto più prestigioso essere coautore di un articolo che corresponding author e dove conta di più essere responsabile di un‘attività conto terzi che coordinatore di un grande progetto Europeo. Questa convinzione è scaturita dalla valutazione che è stata fatta all'ultimo concorso CNR per dirigente di ricerca, al quale ho partecipato. Mi pento solo di essere tornata in Italia tanti anni dopo un lungo stage presso un'università americana.
  • sebastiano b. Utente certificato 9 mesi fa
    Buonasera E vi pareva che non ci fosse FOGNA anche in questo settore, realtà dove parcheggiare amici e in sordina beccando mensili di tutto riguardo. Denaro da investire per incrementare la ricerca? -ma quando mai-, le menti che affiorano dalle nostre università? -e chi se ne frega-, che se ne vanno via per fare ricerca veramente? -quasi non sembra un problema-. Questo è il clima Italiano e se controlliamo il denaro che va via nel nome della ricerca va sperperato senza vergogna. Ci fate caso che ogni cosa deve essere riscritta? qualunque settore è contaminato dal virus della mala politica. Ricordiamocene alle votazioni, saremo responsabili dei risultati...
  • giovanni . Utente certificato 9 mesi fa
    BRAVO MORRA è una guerra all'ultimo respiro. Loro non si arrendono ma noi neanche. Alla fine prevarrà chi avrà più forza e soprattutto più onestà, cioè noi
  • FABRIZIO P. Utente certificato 9 mesi fa
    non mi perdero il report di questa sera ..è che poiil tutto sara silenziato come al solito ...poi ci si svegliera ..poi ovviamente ...come a roma ...sempre dopo ...quando il tutto è fottuto poi ci sveglia e si pretende ..tutto subito ..povera italia
  • vincenzo p. Utente certificato 9 mesi fa
    Un altro poltronificio creato per gli amici degli amici...dei vari partiti e sindacati, con tentacoli ormai, in tutto quello che rappresenta il tessuto nazionale, compresa la ricerca, che dovrebbe avere mera valorizzazione tecnico scientifica delle eccellenze del paese. Da qui è chiaro anche il fenomeno della fuga di cervelli dal ns.paese.
  • bertha ramos () Utente certificato 9 mesi fa
    Ciao e-mail prestitobancario2017@gmail.com Per la realizzazione dei vostri progetti che si cura di cui non hai abbastanza fondi, la soluzione è che la signora Josina gomez offerte di prestito diversi per i vostri progetti prima fino a 70.000 euro con un tasso del 2% -Viaggi e project financing per studi all'estero -costruzione sfondo imprese e gli investimenti in vari commercio e costruzione progetto e altro -Acquisto di affitto casa e appartamento -Acquisto di auto e prestito per la salute e l'educazione dei vostri figli -pronto soccorso per chiunque in pericolo -settore agricolo e mondo degli affari -finanziamento del progetto milioni Contattare il nostro servizio e-mail prestitobancario2017@gmail.com
  • bertha ramos () Utente certificato 9 mesi fa
    Ciao Sono grazie corine Josina Gomez posso ottenere un prestito di 20.000 euro con un tasso del 2% in 72 ore bonifico bancario ho avuto difficoltà a credere sono stato truffato più volte tutti questi documenti sono approvati in Europa America Asia e certificare perché le imprese europee di che signora Gomez vi offre qualsiasi tipo di prestito per il vostro progetto viaggiano finanziamento progetto , si prega di studiare nelle Università di contatti si sarebbe non essere delusi dalla posta prestitobancario2017@gmail.com
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus