Eni - Gse: una partita truccata?

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Davide Crippa

Immaginiamo che in una partita di calcio l'arbitro improvvisamente si travestisse da giocatore. Tutti griderebbero allo scandalo. Ed è quello che secondo noi può accadere in una partita molto, molto importante per il Paese. Quella dell'energia. Eni ha stipulato un accordo con il Gse riguardante "Progetto Italia", un progetto di Eni che prevede principalmente la produzione di energia elettrica proveniente da fonti rinnovabili con l'installazione, fino al 2022, di oltre 220 MWp di nuova capacità con un impegno di spesa di circa 230 M€.

Bene. Abbiamo chiesto al ministero dello Sviluppo economico se non ravveda un conflitto di interesse. La risposta alla nostra interrogazione è stata evasiva e scandalosa: il Ministero ha detto che l'accordo non riguarda gli impianti incentivati e quindi il presupposto conflitto di interessi cadrebbe. Ma ricordiamo al ministero che il Gse, secondo il suo statuto, ha per oggetto l'esercizio delle funzioni di natura pubblicistica del settore elettrico e in particolare delle attività di carattere regolamentare, di verifica e certificazione relativa al settore dell'energia elettrica, comprese le attività di carattere regolamentare e le altre competenze.

Insomma, per tornare al nostro esempio, è come se in una partita di calcio una squadra facesse un accordo con la federazione degli arbitri. E non aiuta certo l'altra parte della risposta, ossia che il Gse effettuerà un'analisi socioeconomica, ammettendo di fatto che un'istituzione di natura pubblicistica presterà la sua opera a un'azienda privata. Inoltre sappiamo che il Gse ha sistemi di incentivazione già in essere con Eni. Quindi, ministro, non si può fare. O, almeno, non si potrebbe fare. Condizionale d'obbligo visto che siamo in Italia, nel paese dalle regole fluide

E poi leggiamo bene cosa il ministro Calenda fa inserire nella nuova Sen, la strategia energetica nazionale: ci sarà l'abbandono dell'incentivo in favore di meccanismi di mercato. Ma il meccanismo del mercato chi lo gestisce? Il Gme che fa parte proprio del Gse. Quindi Eni sta facendo degli accordi con i quali si assicura di avere dalla sua parte l'arbitro della partita? A noi pare proprio di sì.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • duvales love Utente certificato 6 mesi fa mostra
    offrire prestiti tra particolare in 48h se avete bisogno di soldi per finanziare un progetto / società / o immobiliare / gestione di olio / gas chiedere il prestito. o di pagare per un appartamento / autoveicolo / casa o per un investimento. Essi offrono prestiti da € 90.000 a € 6.700.000 ad un tasso del 3%, a seconda della quantità di prestare a particolari non violare la legge sull'usura. vi offre la possibilità di rimborsare il denaro prestato entro da 1 a 25 anni, a seconda dell'importo del prestito. Attualmente risiede a France.si siete interessati vi prego di contattarmi mail: molinepaolo@gmail.com
  • nuken massimo Utente certificato 6 mesi fa mostra
    Aiuto finanziario/ Se ho trovato il sorriso è grazie a signor FAYE che ho ricevuto un prestito di 35000€ e due dei miei colleghi hanno anche ricevuto prestiti di quest'uomo senza alcuna difficoltà con un tasso di 3% all'anno. Vi consiglio più non di fuorviarsi di nessuno se volete effettivamente fare una domanda di prestito di denaro per il vostro progetto e qualsiasi altro. Pubblico questo messaggio perché signor FAYE mi ha fatto bene con questo prestito. È tramite un'amica che ho incontrato questo signore onesto e generoso che mi ha permesso di ottenere questo prestito. Allora vi consiglio di contattarlo e li soddisfarà per tutti i servizi che gli chiederete. ecco il suo numero whatsap: 0033756818472 ecco la sua posta elettronica: jeanlucfaye50@gmail.com
  • aline ricardo Utente certificato 6 mesi fa mostra
    Per incrementare il vostro business all'estero è stato aperto un business e che non hai modo la soluzione viene da te. Si può fare un prestito da Lady JOSINA GOMEZ da 60.000 euro ha 600,000 euro con un tasso del 2% E-mail: prestitobancario2017@gmail.com -costruzione di casa -Azienda aperta -Aprire un'azienda internazionale -investimento nel caso di immobili vari,
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus