Il tempo, unica ricchezza

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Gianroberto Casaleggio, tratto dal libro: "Il Web è morto, viva il web"

Qual è la direzione? Quale il senso della vita lavorativa? La nostra attività assorbe la maggior parte del tempo, la miglior parte del tempo: la giovinezza e la maturità.
A fare cosa? E per quale motivo? Guidati da qualche significato? L'avvento della produzione industriale ha reso queste domande abituali per le persone. La ripetizione, la spersonalizzazione e il profitto, considerato valore fondamentale, sono normali nelle aziende e nelle fabbriche.

Si lavora per mangiare, per guadagnare di più, per carriera, per recitare un ruolo sociale, per potere. Tutti motivi comprensibili, in particolare il mangiare, ma è veramente tutto qui? 35 anni moltiplicati per 200 giorni per 8 ore meritano di più.

Quanti lavorano per realizzare sé stessi? Quanti si accorgono delle loro potenzialità? Quanti, entrando in ufficio o in fabbrica, hanno la sensazione di fare la cosa giusta, di esercitare una scelta non dettata dal bisogno o da una rinuncia a priori? E' stupefacente il numero delle persone che tirano letteralmente a campare convinte che sia giusto così, "Del resto è così" direbbe Enrico Bertolino.

Il lavoro come obbligo, come dipendenza diventa allora una condizione umana simile all'autoipnosi, un sogno permanente dal quale è meglio non svegliarsi, non si sa mai.

Il tempo, l'unica reale ricchezza di cui disponiamo, è sprecato, banalizzato, utilizzato come se fosse una risorsa infinita. Spesso il tempo lavorativo è visto come una gabbia temporale in cui le persone sono autorizzate a non pensare, a non esistere. Il cartellino è la chiave della gabbia. Poi, finalmente, il tempo libero, oasi, fuga dal lavoro, ma in fondo da esso totalmente dipendente. Replichiamo gli ambienti lavorativi anche in vacanza. Courmayeur e Rimini sono rese sempre più simili alle città in cui lavoriamo. E spesso ci incontriamo pure i colleghi.
A fine agosto, tornando in ufficio dalla Bretagna, sono stato infastidito dalla ripetitività delle frasi che sentivo: "Finite le vacanze? - Sì, purtroppo - Io non me lo ricordo neanche più - Adesso dobbiamo aspettare l'anno prossimo - Siamo di nuovo qui - Si stava meglio prima!"
Un mantra ripetuto per esorcizzare il rientro. Ma nessuno ci obbliga ad accettare una condizione di dipendenza. Se non esprimiamo noi stessi, la colpa non può essere addebitata al sistema. Noi siamo i responsabili.

Wasteland è il nome dato dai Celti alla terra senza vita, piena di desolazione che divenne per un certo periodo l'Inghilterra al tempo di Re Artù. La Britannia sembrava preda di un sortilegio. Merlino convinse Artù che per sciogliere l'incantesimo doveva trovare il Graal. Il cavaliere puro di cuore inviato a cercarlo fu Parsifal. Ma cosa doveva in realtà cercare? All'inizio lo ignorava e solo quando comprese il vero significato della ricerca, Wasteland cessò di esistere. Il Graal ha avuto molte interpretazioni: piatto in cui Gesù consumò l'agnello pasquale, pietra magica, corno dell'abbondanza, calice dell'Eucaristia, calderone celtico della vita, la conoscenza assoluta e altre ancora. Probabilmente è la ricerca del significato della nostra esistenza.
Wasteland è la nostra vita in assenza di significato. "To waste" in lingua inglese vuol dire guastare, distruggere, sprecare, dissipare. Quello che quotidianamente facciamo in assenza di una ragione superiore per le nostre azioni. Di un significato.

Quella "ragione superiore" che nel nostro lavoro dovrebbe essere la volontà di migliorare, di creare, di generare positività. A chi scuotesse la testa suggerisco di provare a cambiare e di usare la sua immaginazione senza porsi dei limiti a priori. Ad applicare ed esercitare la sua volontà. Significato, volontà e immaginazione sono tre potenti talismani che chiunque possiede, di solito sono latenti, ma sono lì, a nostra completa disposizione. Con essi si può creare una nuova realtà che prima non sembrava possibile. Non è forse così che sono successe tutte le cose importanti nella Storia con la esse maiuscola e anche nella nostra vita quotidiana? Con un significato, l'immaginazione e la volontà?
Usiamo i nostri talismani, dissolviamo il sortilegio di Wasteland.

Ps: Buon Natale a tutti!

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Ernesto 20 giorni fa
    Aiutino per rinfrescare la memoria? "Mi dispiace. Ma io non voglio fare l’imperatore. No, non è il mio mestiere. Non voglio governare, né conquistare nessuno; vorrei aiutare tutti se è possibile: ebrei, ariani, uomini neri e bianchi. Tutti noi, esseri umani, dovremmo aiutarci sempre; dovremmo godere soltanto della felicità del prossimo. Non odiarci e disprezzarci l’un l’altro. In questo mondo c’è posto per tutti: la natura è ricca, è sufficiente per tutti noi; la vita può essere felice e magnifica. Ma noi lo abbiamo dimenticato. L’avidità ha avvelenato i nostri cuori, ha precipitato il mondo nell’odio, ci ha condotto a passo d’oca a far le cose più abiette. Abbiamo i mezzi per spaziare, ma ci siamo chiusi in noi stessi; la macchina dell’abbondanza ci ha dato povertà; la scienza ci ha trasformato in cinici; l’abilità ci ha resi duri e cattivi. Pensiamo troppo e sentiamo poco. Più che macchinari, ci serve umanità. Più che abilità, ci serve bontà e gentilezza. Senza queste qualità, la vita è violenza, e tutto è perduto. L’aviazione e la radio hanno riavvicinato le genti. La natura stessa di queste invenzioni reclama la bontà dell’uomo, reclama la fratellanza universale, l’unione dell’umanità. Perfino ora la mia voce raggiunge milioni di persone nel mondo, milioni di uomini, donne , bambini disperati. Vittime di un sistema che impone agli uomini di torturare e imprigionare gente innocente. A coloro che mi odono, io dico: non disperate, l’avidità che ci comanda è solamente un male passeggero. (Segue in sottocomm.)
    • massimo m. Utente certificato 20 giorni fa
      Sarà il clima natalizio, sarà la commozione nel risentire le parole del nostro Casaleggio e la risposta di tanta indifferenza ed estraneità, comunque mi sono molto rattristato. Poi, sarà forse uno scherzo della sorte, ma sono stati pubblicati, insieme alle offese fuori luogo da parte di @Ernesto, dei numeri che guarda il caso corrispondono, tranne una “virgola”, ad un codice che mi appartiene; quale e come non posso ovviamente rivelarlo. Sarà tutta una brutta coincidenza, ne sono certo, uno scherzo della sorte senz’altro, comunque sempre sciocchezze. Ma se tutto questo accade su un bellissimo Post che ci fa rivivere le parole di Gianroberto con quel naturale magone allo stomaco e quella nostalgia nel cuore che sono solite prendere a chi lo ama, allora diventa una mancanza di rispetto tale che solo le persone più estranee al MoVimento potrebbero permettersi.
    • viviana vivarelli Utente certificato 20 giorni fa
      Max, mi sono persa i motivi per cui ce l'hai con Ernesto, ma avercela con questo bellissimo discorso di Chaplin mi sembra assurdo. Cerca di frenate i tuoi bollori.
    • massimo m. Utente certificato 20 giorni fa
      errata corrige: massimo & diecilimatrentadue. davi i numeri o te li ha dati qualcuno?
    • massimo m. Utente certificato 20 giorni fa
      @Ernesto sparalesto sparisci presto,un ultima cosa, dato che scrivi:"¡¡¡Hola egregio massimo &#10032, & asterisco milleetrentadue...". Stai dando i numeri o qualcuno te li ha dati per "Posta@!". Una semplice curiosità, sai, ogni comunità sana ha sempre il suo Giuda
    • Hank 20 giorni fa mostra
      ...e su massimuzzo che in fondo vi somigliate TU ERNESTINO e PIERINO, siete solo DIVERSAMENTE INVASATI!!!!!!
    • massimo m. Utente certificato 20 giorni fa
      @Ernesto. Mi riferisco alla risposta al mio post delle 20,10 in questo stesso Post sul nostro Gianroberto casaleggio @Ernesto sparalesto lo potete trovare su "no censura" ma io lo avrei lasciato sul Blog, in memoria ai posteri.
    • massimo m. Utente certificato 20 giorni fa
      @Ernesto: scrivi: " ¡¡¡Hola egregio massimo✰✰✰✰✰ eroico!!! Ha mai pensato usted a una visita pschiatrica ? Saludos !" Se pensi che il Blog sia la proiezione del tuo cesso facevi bene a non tornare.
    • Ernesto 20 giorni fa mostra
      'Notte Max. Adelante siempre.
    • Max Stirner Utente certificato 20 giorni fa
      ^__^ No, il mio problema è che un artista come Charli C. doveva per forza fare quelle tirate strappalacrime: lui ha lavorato al tempo dei telefoni bianchi e le protagoniste si aggrappavano alle tende per dimostrare al pubblico la loro disperazione. Che quelle tirate fossero delle enormi stronzate, lo dimostrano gli eccidi, in tutto il mondo, che sono avvenuti dopo la seconda guerra mondiale. Si era detto mai più? Ciao
    • Ernesto 20 giorni fa
      ... e forse hai ragione: ci vorrà un miracolo!
    • Ernesto 20 giorni fa
      Ahahah! Non immaginavo che l'atmosfera natalizia ed i comici (in questo caso Charlie Chaplin) ti stessero così antipatici! Ma credo che dopo tanto tempo che non sono qui tu pensi che io non sia io!
    • Max Stirner Utente certificato 20 giorni fa
      Scusami Ernesto ma prima di rifilarci qusto pistolotto melenso, improbabile, che neppur dopo avere inalato incenso in una Cattedrale, uno potrebbe spifferare a gente a cui girano giustamente i coglioni, non avresti potuto aspettare che la futura ingegneria genetica facesse il miracolo che ti sei augurato? Ciao
    • Ernesto 20 giorni fa
      L’amarezza di uomini che temono le vie del progresso umano, l’odio degli uomini scompare insieme ai dittatori. E il potere che hanno tolto al popolo, ritornerà al popolo. E qualsiasi mezzo usino, la libertà non può essere soppressa. Soldati! Non cedete a dei bruti! Uomini che vi sfruttano! Che vi dicono come vivere! Cosa fare! Cosa dire! Cosa pensare! Che vi irreggimentano! Vi condizionano! Vi trattano come bestie! Non vi consegnate a questa gente senza un’anima! Uomini macchina, con macchine al posto del cervello e del cuore. Voi non siete macchine, voi non siete bestie, siete uomini! Voi avete l’amore dell’umanità nel cuore. Voi non odiate coloro che odiano solo quelli che non hanno l’amore altrui. Soldati! Non difendete la schiavitù! Ma la libertà! Ricordate, Promettendovi queste cose dei bruti sono andati al potere: mentivano, non hanno mantenuto quelle promesse e mai lo faranno. I dittatori forse son liberi perché rendono schiavo il popolo. Allora combattiamo per mantenere quelle promesse! Combattiamo per liberare il mondo, eliminando confini e barriere! Eliminando l’avidità, l’odio e l’intolleranza! Combattiamo per un mondo ragionevole; un mondo in cui la scienza e il progresso, diano a tutti gli uomini il benessere. Soldati! Nel nome della democrazia siate tutti uniti!". Charlie Chaplin ne "Il grande dittatore" – Discorso all’umanità
  • massimo m. Utente certificato 20 giorni fa
    UN SEGRETO PER CONVINCERE GLI ASTENSIONISTI: convincere noi stessi. Ciò che permette di colmare lo spazio che rimane tra un Sogno e la sua realizzazione, la distanza che separa un’Utopia dalla sua attuazione, è la Fiducia. Tra il nostro Sogno a Cinque Stelle e la sua realizzazione completa manca soltanto la nostra incrollabile fiducia, ancor più essenziale dei voti mancanti al raggiungimento di una larga maggioranza. Una persona fermamente convinta e sicura di ciò che crede diventa un punto di forza, gioiosamente e tremendamente coinvolgente e non può che trasmettere il suo entusiasmo a tutti. Le grandi invenzioni, i grandi cambiamenti, vengono sempre creati come dal nulla da quelle persone che, talmente convinte di ciò in cui credono, iniziano a comportarsi e ad agire come se la loro Intuizione ed il loro Sogno fossero già realtà. Chi crede ed agisce in questo modo diventa l’eroico artefice della realtà, di una realtà che prima non c’era, l’inventore di un qualcosa che rimarrà a beneficio di tutti, l’autore di un’opera d’arte di straordinaria bellezza donata agli uomini e all’eternità.
    • Eposmail. ,, Utente certificato 20 giorni fa
      daniela m. : b-U-nanotte a te. .ehm...ehm..
    • daniela m. 20 giorni fa
      Eposmail. ,,, ; non concordi... ... Vuol dire che tu attribuisci ad altri l’intelligenza e la capacità decisionale... Ok, bunanotte!
    • Eposmail. ,, Utente certificato 20 giorni fa
      daniela m. : certo che non concordo, Il M5S ricalca le mie convinzioni all'85% /90%, e non il 100%. Solo nella certezza della morte son convinto al 100% Ogni persona ha una sua individualità ed anche se il suo voto è uguale al mio , puo esistere qualcuno che trascina col suo punto di vista 100 persone,..un'altro 1000 ed un'altro ancora 10.000, io magari ne convinco solo 2. Basta vedere quanto è avvenuto : Un leader che con la sua tenacia (aiutato anche dall'incoraggiamento del veggente fassino del pd)..negli anni ha trascinato milioni di persone a votare il M5S ..si chiama Beppe Grillo,..ti dice niente questo nome ? Se non è stato un leader quello....tu come lo chiami ? Avercene. Ciao.
    • daniela m. 20 giorni fa
      ... quindi Eposmail, pare tu non concordi con G. Casaleggio: “- leader - è una parola del passato, una parola sporca; leader di che cosa? Vuol dire che tu attribuisci ad altri l’intelligenza e la capacità decisionale, allora non sei neanche più uno schiavo, sei un oggetto”
    • Eposmail. ,, Utente certificato 20 giorni fa
      massimo m.: al fiducia incrollabile certamente serve, ma chiamiamola col suo vero nome : FEDE (in questo caso di un progetto politico ). Ogni giorno tento di convincer qualcuno..quindi nel mio piccolo cerco di far quel che posso. Non è sufficiente un voto organizzato di idee ma..occorre la persona che vede più in avanti..quel TRASCINATORE che CREA. Il tutto è un MIX tra il seguire,..e cercare di esser seguiti,...ogni uno per la valenza che ha, che non è "l'uno vale uno,"... Il leader occorre sempre, e nella storia abbiamo visto sia quelli che han distrutto il bene e sia quelli che han creato...il bene. Bisogna essere fortunati e seguire un leader (se ce ne uno )che sta dalla parte del bene....ma se questo leader non c'è...non lo puoi creare in provetta.
    • daniela m. 20 giorni fa
      ...scusate l’intromissione. Vorrei chiedere @ massimo m., nel caso che, armato di questa tua fede assoluta e consapevole, tu incontrassi un astensionista il quale concorda con Rousseau: - la volontà non si rappresenta, o è essa stessa o è diversa - nel momento in cui un popolo si dà dei rappresentanti non è più libero, non esiste più - come lo convinceresti che il M5S non ha rappresentanti ma semplici Portavoce i quali accertano ed eseguono, tale e quale, la volontà dell’intelligenza collettiva condivisa in Rete? Se tu incontrassi poi un astensionista che concorda con Proudhon: - Tutti i partiti senza eccezione, nella misura in cui si propongono la conquista del potere, sono varietà dell'assolutismo. Il governo sull'uomo da parte dell'uomo è la schiavitù. Chiunque mi metta le mani addosso per governarmi è un usurpatore ed un tiranno: io lo proclamo mio nemico. - come lo convinceresti che il M5S non un partito e non vuole conquistare il potere per governare? Se infine ne incontrassi uno il quale concorda con G. Casaleggio: “- leader - è una parola del passato, una parola sporca; leader di che cosa? Vuol dire che tu attribuisci ad altri l’intelligenza e la capacità decisionale, allora non sei neanche più uno schiavo, sei un oggetto” come lo convinceresti che il M5S è leaderless? Grazie e un caro saluto a tutti!
    • massimo m. Utente certificato 20 giorni fa
      Parlo di Fiducia incrollabile Nel nostro Programma, condiviso e votato da tutti noi e Nei nostri principi, non nei rospi! Ciao harry. Notte
    • harry haller Utente certificato 20 giorni fa
      ma no, te assicuro che te sbaji: nun serve 'a "incrollabile fiducia" perchè ave' 'na fiducia "incrollabbile", vor dì esse pure disposti a ingoia' de' rospi giganti, e questo nun 'o vorebbero ne' Beppe nè Gianroberto: quinni, mente aperta e critica, e co' in testa l'obbiettivo primario de mannalli tutti affanculo; poi, taja' 'i tentacoli d'a piovra, sarà er compito più difficile (notate 'e urtimissime nomine??), seguito da quello de 'na rivoluzzione "sociale" dar basso,......
    • massimo m. Utente certificato 20 giorni fa
      @Epos. Documentato? Trasmettere un'idea? Sto parlando di trasmettere gioia e entusiasmo che derivano da un'incrollabile fiducia sul nostro Programma. Lascia che a trascinare sia il tuo entusiasmo e il tuo Programma. Se deleghiamo sempre agli altri, anche ai cosi detti trascinatori, saremo trascinati tra gli spettatori e il MoVimento non ha bisogno di spettatori ma di attori e "guerrieri". Abbiamo tutti i Poteri contro. Osservare e delegare significa morire, insieme al MoVimento.
    • massimo m. Utente certificato 20 giorni fa
      La parola "invasati" da un po' sembra di moda qui, appena uno ha la grazia di essere consapevolmente convinto e fermo in ciò in cui crede, come ad esempio nei principi del nostro MoVimento. Se vuoi creare dal nulla una realtà in cui credi e non hai una fiducia incrollabile sui tuoi principi essa crolla al primo attacco. Non parlo di principi personali o illusioni, ma di intuizioni superiori come quelle da cui è nato il MoVimento. E poiché questa nuova realtà la devi creare dal nulla, come qualsiasi cambiamento e qualsiasi invenzione, se non ci credi convinto fino in fondo, incrollabile e fermo come una roccia, devi sapere che la realtà vecchia che tu vuoi cambiare reagirà con tutte le sue forze e ti sferrerà non uno, non cento, ma miliardi di attacchi simultanei. La fiducia non incrollabile o la poca fiducia, nella creazione del nuovo come in battaglia, si chiama incredulità e sconfitta. Ciao
    • harry haller Utente certificato 20 giorni fa
      Io tutta st'incrollabbile fiducia ner Movimento, nun cell'ho (cioè, de fiducia ce n'ho tantissima, ma er termine "incrollabbile" me pare n'po' da invasati), però, c'ho davero 'na smisurata e incrollabbile sfiducia ne 'i malfattori che occupano er Parlamento, perciò adelante hasta la victoria, carramba.....
    • Ernesto 20 giorni fa mostra
      ¡¡¡Hola egregio massimo✰✰✰✰✰ eroico!!! Ha mai pensato usted a una visita pschiatrica ? Saludos !
    • Eposmail. ,, Utente certificato 20 giorni fa
      ..vedo che ti sei "documentato"..ehm..! Trasmettere un'idea non è per tutti ,.. non è roba semplicissima,..non è sufficiente esserne convinti,..occorre una capacità..(innata)..quella di TRASCINARE. I grandi leader servono........ a questo.
  • Edo Fabretti 20 giorni fa mostra
    Ho provato in modi diversi ad autenticarmi al Blog: registrazione avvenuta con successo, confermata con la mail e... puntualmente buttato fuori dal log al primo invio post. Provato con browser diversi, nick diversi con solo nome-solo cognome-nome&cognome-spazi-puntini... niente. Qualcuno sa se c'è un problema temporaneo? Preciso che ogni nick provato era nuovo di zecca, mai usato prima da nessuno e di conseguenza mai bannato. A meno che non occorra essere iscritti al Movimento, al che si spiega tutto. Grazie.
    • Ernesto 20 giorni fa mostra
      Max, questo sarà il caso di dedicare a Edo la perla di Gaber(!): https://www.youtube.com/watch?v=Nw3BrtWfMAY
    • Max Stirner Utente certificato 20 giorni fa mostra
      Edo, segua le indicazioni di Ernesto, che pare l'abbia presa a cuore. Si fidi di lui: ricompaia la prego. Va bene così?
    • Max Stirner Utente certificato 20 giorni fa mostra
      mi correggo 4 minuti dopo
    • Max Stirner Utente certificato 20 giorni fa mostra
      Ti ho mrisposto soltanto 10 minuti dopo che tu hai inoltrato la tua richiesta di aiuto. Il fatto che tu ora sia scomparso, dimostra solo che sei un troll, una persona che ha come scopo quello di disturbare. Pensaci
    • Ernesto 20 giorni fa mostra
      Edo, segua le indicazioni di Max.
    • Max Stirner Utente certificato 20 giorni fa mostra
      puoi dire con che client di posta hai la tua email? gradirei molto ricevere una risposta. Quando ci si rivolge a qualcuno di indistinto nel blog e trovi chi ti risponde, poi non è corretto scomparire ciao
    • Ernesto 20 giorni fa mostra
      Salve, credo che dovrai nel tempo dimostrare di non essere un disturbatore! Il tuo commento qui c'é perciò abbi fiducia in te! Auguri.
    • Max Stirner Utente certificato 20 giorni fa mostra
      puoi dire con che client di posta hai la tua email?
  • Maurizio Galeone Utente certificato 20 giorni fa mostra
    Speriamo riusciate a cambiare davvero questo paese,altrimenti.......non nascondo a nessuno che non ne ho piu' la stessa certezza che avevo 5 anni addietro,la mia paranoia mi porta a pensare che siate diventati uomini di sistema anche voi.........mi rammento di sbagliarmi,non puo' essere. SPERO DAVVERO CON LE MIE ULTIME,CHE RIUSCIATE A CAMBIARE QUESTO PAESE,NON TRADITE IL POPOLO ITALIANO PURE VOI. Auguri italia e auguri a tutto il gregge italiano.:-)
  • Ernesto 21 giorni fa mostra
    Eduardo Galeano,”Specchi” I suoi nemici dicono che è stato un re senza corona e che ha confuso l’unità con l’unanimità.E in questo i suoi nemici hanno ragione. I suoi nemici dicono che se Napoleone avesse avuto un giornale come il “Gramma”, nessun francese sarebbe stato messo al corrente del disastro di Waterloo. E in questo i suoi nemici hanno ragionen I suoi nemici dicono che esercitò il potere parlando molto e ascoltando poco, perchè era più abituato agli echi che alle voci. E in questo i suoi nemici hanno ragione. ... da uragano a uragano sopravvisse a seicento trentasette attentati, che la sua contagiosa energia fu decisiva per convertire una colonia in una patria e che non fu nè per un artificio del Demonio nè per un miracolo di Dio che questa nuova patria ha potuto sopravvivere a dieci presidenti degli Stati Uniti, che avevano il tovagliolo al collo per mangiarla con coltello e forchetta. E i suoi nemici non dicono che Cuba è uno dei pochi paesi che non compete per la Coppa del Mondo dello Zerbino. E non dicono che questa rivoluzione, cresciuta nel castigo, è quello che ha potuto essere e non quello che avrebbe voluto essere. Nè dicono che in gran parte il muro tra il desiderio e la realtà si fece sempre più alto e più largo grazie al blocco imperiale, che affogò lo sviluppo della democrazia cubana, obbligò la militarizzazione della società e concesse la burocrazia, che per ogni soluzione tiene un problema, l’alibi per giustificarsi e perpetuarsi. E non dicono che considerando tutte le afflizioni, considerando le aggressioni esterne e l’arbitrarietà interna, questa isola rassegnata però testardamente allegra ha generato la società latino-americana meno ingiusta. E i suoi nemici non dicono che questa impresa fu opera del sacrificio del suo popolo, però anche fu opera dell’ostinata volontà e dell’antiquato senso dell’onore di questo cavaliere che sempre combattè per i vinti, come quel suo famoso collega dei campi di Castilla.
    • Ernesto 20 giorni fa mostra
      Bien.
    • Max Stirner Utente certificato 20 giorni fa mostra
      @Ernesto Come ti ho scritto privatamente hai ragione. La tua intuizione è esatta, ma non è vero che la scelta dello staff danneggia qualcuno che non sia un troll. Ciao
    • Ernesto 21 giorni fa mostra
      OK Max! Ti dirò a stretto giro di posta.
    • Max Stirner Utente certificato 21 giorni fa mostra
      mi riferisco a quello che dovrebbe rivelare lo staff, a tuo dire. Se la cosa è sensata dilla tu. Se per qualche motivo non lo vuoi dire, ma non capirei il perchè, allora scrivimelo che lo dico io. Se, come scrivi, il problema riguarda altri, fallo sapere. Se invece sono solo illazioni lasciamo perdere. Ciao
    • Ernesto 21 giorni fa mostra
      Risolto Max, e so il perché...
    • Ernesto 21 giorni fa mostra
      ¡¡¡Hola egregio Max✰✰✰✰✰... paziente!!! Ti riferisci allo scritto per correo di ieri?
    • Ernesto 21 giorni fa mostra
      ¡¡¡Hola egregio Epos✰✰✰✰✰... paziente!!! Collega di tanti "niks"!
    • Max Stirner Utente certificato 21 giorni fa mostra
      @ Ernesto E allora quello che mi hai scritto?
    • Eposmail. ,, Utente certificato 21 giorni fa mostra
      Ehi ciao , ragazzi come va ?
    • harry haller Utente certificato 21 giorni fa mostra
      Prrrr, prrrrr, prrrrrr, prrrrr.....(el "prrrrr" del gato, quería decir)....
    • Ernesto 21 giorni fa mostra
      Yo tanbien pa' ser aquì con usted...
    • harry haller Utente certificato 21 giorni fa mostra
      Estoy feliz como un gato frente a la chimenea...
    • Ernesto 21 giorni fa mostra
      Sì Granma, Harry. Già sai che ci si capisce al volo! Felìz Navidad
    • harry haller Utente certificato 21 giorni fa mostra
      nota: er giornale, se chiama "Granma".
  • Ernesto 21 giorni fa mostra
    ======= Ma il regalo più bello me lo sono fatto io: sono tornato nel Blog!
    • Ernesto 20 giorni fa mostra
      Ciao Nandaccio de Roma!
    • Nando Meliconi (in arte "l'americano") Utente certificato 20 giorni fa mostra
      ma vattela a pijà nder cubo Ernè, ben tornato :)
    • harry haller Utente certificato 21 giorni fa mostra
      ...bbbravo: 'a umiltà fa bbene a lo spirito...(da nun confonne co' l'umidità, che fa male a la schiena.....)
    • Ernesto 21 giorni fa mostra
      "... nisuno s'era accorto che se n'era annato... " Perché trasudo umiltà!
    • Ernesto 21 giorni fa mostra
      Harry, non accadde per caso... ma son qua e anche no!
    • harry haller Utente certificato 21 giorni fa mostra
      ...cioè, ne so' lietissimo, ce mancherebbe, ma me pare come quanno uno irompe in una stanza gridando "eccomi, so' tornato" e nisuno s'era accorto che se n'era annato...
    • harry haller Utente certificato 21 giorni fa mostra
      ...(freddo glaciale tra gli astanti)... ...Perchè, dunque, te n'annasti, e perchè così tornasti??....
  • Rina Dinatale 21 giorni fa mostra
    http://www.beppegrillo.it/2013/12/lettera_di_natale_a_un_bambino_non_ancora_nato.html Vuoi sapere con che occhi vi vedo oggi? Come vi giudico? Non sono tenera nei miei giudizi, lo so. Le figure dei leader, in un Movimento che si definisce leaderless, non mi sembrano solo macchiette o incidenti della Storia, mi sembrano un ossimoro, una contaddizione di quanto affermato dal cofondatore Gianroberto “- leader - è una parola del passato, una parola sporca; leader di che cosa? Vuol dire che tu attribuisci ad altri l’intelligenza e la capacità decisionale, allora non sei neanche più uno schiavo, sei un oggetto.” Mi sembrano una incoerenza che non realizza la Democrazia Diretta, che non Testimonia affatto la volontà di riconoscere “alla totalità degli utenti della Rete il ruolo di governo ed indirizzo normalmente attribuito a pochi.” Caro Beppe, non mi è difficile capire che il denaro sia diventato un potere nelle mani di pochi che dominano le nostre esistenze, così come non mi è difficile capire che diventa solo una perdita di tempo parlare di Portavoce, di e-democracy anti delega, di un M5S orizzontale che non è un partito, perché niente e nessuno potrà garantire che, in un Movimento come in un partito, uno non entri in politica per una scalata verso il vertice del potere, per acquisire un posto di leader, una posizione privilegiata di supremazia e dominio. Poichè concordo con Pistono sul fatto che la Democrazia Diretta uno vale uno non funziona calando direttive dall’alto https://youtu.be/i2tnS1Gtj-g concludo facendo i miei AUGURI a tutto il M5S affinché il principio fondante dell’uno vale uno non rimanga una teoria o uno slogan e che si attivino Strumenti di Rete idonei a garantire uno spazio Trasparente dove gli iscritti, ognuno contando uno, elaborano il programma e dettano la linea politica che i PORTAVOCE, non Leader, dovranno semplicemente eseguire. Sii coerente, questo è il mio augurio! Buon Natale
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus