Stop Vivisection, un milione di firme valide? Ecco fatto!

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
stop_vivisection.jpg

"L’Iniziativa dei Cittadini Europei (o Ice) Stop Vivisection sarà la prima discussa da Commissione e Parlamento Europei nella nuova Legislatura. 1.340.000 cittadini europei hanno sottoscritto la ICE “Stop Vivisection” per ottenere - dal basso - un percorso di completo abbandono della sperimentazione animale a favore di metodi di ricerca scientifica avanzati e affidabili. L’impegno straordinario di molte migliaia di comitati, organizzazioni e volontari, sparsi in tutta Europa, ha prodotto il seguente risultato, che siamo assai lieti di far conoscere: Stop Vivisection ha raggiunto (e abbondantemente superato) un milione di firme certificate dalle Autorità nazionali. Ma siamo anche fiduciosi nel percorso futuro della nostra Iniziativa, perché:
- La sperimentazione su animali si basa sul grave errore scientifico di considerare predittivi per l’uomo i test effettuati su altre specie; essa è dunque un metodo inaffidabile per la tutela della salute e dell’ambiente, entrambi strettamente collegati (regolamento europeo Reach).
- La sperimentazione animale rappresenta anche una pratica crudele che riguarda in Europa ogni anno decine di milioni di animali, in contrasto con l’art. 13 del Trattato UE, per il quale gli animali sono esseri senzienti e come tali vanno rispettati.
- Parlamento e Commissione europei che si insedieranno dopo le elezioni dovranno organizzare un'audizione pubblica per ascoltare le ragioni e proposte di Stop Vivisection. Dovranno poi spiegare, in una risposta ufficiale, con quali atti intendono dare seguito alle istanze presentate da oltre un milione di cittadini.
- Nel momento storico in cui il nuovo "diritto d’iniziativa" apre uno spazio alla voce dei cittadini europei, le Istituzioni europee hanno un’opportunità unica di costruire con essi e con le loro istanze un rapporto che ora è assai carente (e che si giocherà prevalentemente sul fronte della salute umana, oggi esposta a molti rischi).
Per questo chiediamo a tutti i candidati al Parlamento Europeo di dichiarare il loro impegno nel sostenere Stop Vivisection, scrivendo una mail a "stopvivisection@stopvivisection.eu". Tutti i nomi dei candidati che sottoscriveranno tale impegno verranno pubblicati sulla pagina ufficiale del sito www.stopvivisection.eu
Stop Vivisection è une delle sole tre Iniziative dei Cittadini Europei che hanno raggiunto questo obiettivo, di una ventina di ICE presentate nel primo anno di applicazone.
In USA, su indicazione della National Academy of Sciences, è stato avviato un “cambiamento epocale” nella ricerca tossicologica, per il superamento del modello animale a favore di tecnologie specifiche per l’uomo, di gran lunga più affidabili, esaurienti, rapide ed economiche, mentre in UE la direttiva 2010/63 difende e nei fatti incoraggia l’inaffidabile e anacronistico modello animale!".
Il Comitato promotore di Stop Vivisection

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Paola Casini 3 anni fa
    Signor grillo ritratti formalmente la battuta esecrabile sul cane dudu fatta spregio all'olocausto animale per mano dei vivisezionisti. Nessuna rabbia, nessun motivo giustifica propositi simili
    • Rita L. Utente certificato 3 anni fa
      ma poveri noi...
    • Francesco Consonni 3 anni fa
      Leggo e sento molti commenti negativi rivolti a Grillo per la presunta battuta sul cane di Berlusconi. Purtroppo la signora Brambilla, che sta sotto, in tutti i senti al Berlusca, sta facendo campagna elettorale per il nano con ogni mezzo possibile. Berlusconi che MAI prima d'ora aveva espresso parere contrario alla vivisezione ora bacia più cani che bambini visto il crescente interesse che la gente mostra verso questo tipo di causa. La Brambilla ha estrapolato bene la parte incolpata da un discorso ben più ampio. Complimenti a lei e al suo leader che con ogni mezzo possibile cercano di fare disinformazione!
  • alessandro 3 anni fa
    Gli animali di qualsiasi specie siano fanno pena anche a me se soffrono e bisogna evitare certe sofferenze. Ma non vi sembra che ultimamente ci preoccupiamo più delle bestie che non delle persone ???. Che cos'è tutta questa compassione per gli animali mentre milioni di persone soffrono di fame e guerre assurde ???. Quanto soffrono quei popoli stremati da dittature e giochi politici ???. Mi sembra che stiamo esagerando. Qualcuno si sta preoccupando più per gli animali che per le persone. Non mangiate carne per salvare gli animali. Non mangiate agnelli perché fanno tenerezza. Ma insomma : Da che mondo è mondo l'uomo si è sempre nutrito di cacciagione. La natura per la sopravvivenza è questa da migliaia di anni. Sig. Brambilla veda di più delle persone bisognose. Ci sono problemi ben più gravi di cui preoccuparsi.
    • franca menegon Utente certificato 3 anni fa
      Amare gli animali (o semplicemente rispettarne la vita) è una virtù umana in più, non certo in meno.
    • Rita M. Utente certificato 3 anni fa
      Una cosa non esclude l'altra
    • Girolama C. Utente certificato 3 anni fa
      Sono d'accordo anch'io, rispetto gli animali ma scusate la precedenza si da e si deve dare agli esseri umani.Ai milioni di bambini che non hanno da mangiare, muoiono per le piu' elementari malattie. Signora Brambilla adotti un bambino prima di adottare un animale.
    • Marco C. Utente certificato 3 anni fa
      ma falla finita, non è una gara.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus