#ProgrammaAgricoltura: IMU agricola e agevolazioni fiscali

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.



di MoVimento 5 Stelle

Gli imprenditori agricoli italiani sono oberati da una serie di adempimenti burocratici che spesso scoraggiano i giovani nell’avviare un’impresa o i veterani a continuare a portarla avanti con danni non solo per l’economia ma anche per la tutela del territorio. L’accesso al credito è farraginoso e così pure quello ai fondi PAC. Ulteriore complicazione è data dagli adempimenti burocratici per attingere alla collaborazione dei lavoratori stagionali.
Il governo Renzi, inoltre, aveva riesumato l'IMU agricola per coprire parte di quei fittizi 80 euro che il M5s ha saputo però ostacolare e far abolire. Ora però si apre una ulteriore disputa. La legge di stabilità 2016 esclude dal pagamento dell'IMU i proprietari terrieri che siano Coltivatori Diretti o Imprenditori Agricoli Professionali; non tiene conto però che tali soggetti possono avere terreni in affitto o in comodato d'uso sui quali, indirettamente, tramite l'affitto, ricade il costo dell’IMU.

di Simone Vieri, Ordinario di Economia e politica agraria, Università La Sapienza Roma

All'agricoltura sono destinate tradizionalmente numerose agevolazioni di tipo fiscale e contributivo, attualmente il complesso delle agevolazioni pesa circa il 20,5% sul totale degli interventi a sostegno del settore. Le tre principali voci di agevolazione a favore dell'agricoltura, sono quelle che riguardano l'IVA; quelle che riguardano la riduzione delle accise sui carburanti; e infine le agevolazioni di tipo contributivo. Nel complesso tutte le agevolazioni valgono circa 2,6 miliardi di euro, però in quest'ambito non vi è praticamente spazio alcuno per quelle che sono le agevolazioni in favore della terra.

Ve ne sono in verità alcune che riguardano i regimi agevolati per l'acquisto della terra della terra da parte dei coltivatori diretti e degli imprenditori agricoli a titolo professionale. ma, ad esempio, fino all'anno scorso non c'era niente per quanto riguarda la tassazione più diretta sulla terra, quella che porta alla cosiddetta IMU.

Lo scorso anno sappiamo che l'IMU é stata abolita ma non per tutti gli agricoltori e non per tutti i terreni agricoli. L'IMU è stata abolita soltanto per i coltivatori diretti, e per gli agricoltori a titolo principale, e quindi per i terreni da questi posseduti. Ciò significa che se ad esempio un agricoltore che ha tali requisiti affitta il terreno da un altro, sui canoni di locazione di quel terreno graverà il peso dell'IMU che appunto l'altro soggetto è tenuto a pagare.

Noi, in Italia, abbiamo l'articolo 44 della Costituzione che lega lo sfruttamento razionale della terra, e l'equità dei sistemi sociali. Una finalizzazione agricola della terra che però non è indiscriminata, ma è legata, per esempio, all'uso che della terra fanno le piccole e medie imprese, e all'importanza delle aree interne. In particolare delle aree montane per le quali la nostra Costituzione prevede che vi sia un intervento specifico.

Per lungo tempo questo articolo della Costituzione è stato quasi visto come un retaggio del passato. Un passato che vedeva, nel tempo in cui la Costituzione fu scritta, la superficie totale delle aziende agricole occupare quasi il 90% del territorio nazionale. Oggi ne occupano molto meno, circa il 55%, però è anche vero che oggi, forse più di allora, l'uso razionale della terra è più pressante. Perché laddove l'agricoltura è intensiva, la terra è sfruttata; laddove l'agricoltura non c'è più, la terra è abbandonata.

Quindi un uso corretto della terra, un suo recupero attraverso le attività agricole, consentirebbe di dare risposte anche a problemi di interesse generale, ad esempio la tutela del paesaggio, la difesa degli assetti idrogeologici. Ma potrebbe anche fornire importanti motivi di integrazione, ad esempio facilitando l'ingresso dei giovani in agricoltura, ma anche integrazione ed inclusione di soggetti e figure sociali diverse. E darebbe soprattutto una importante risposta di carattere non solo ambientale ma di corretto uso delle risorse agricole, ai fini della tutela dell'ambiente. Non dobbiamo mai dimenticarci che l'agricoltura che meglio di ogni altra difende l'ambiente è quella che usa usa quella che usa usa in maniera razionale le risorse. Quindi una misura di agevolazione in favore della Terra appare non solo attuale ma anche di estrema importanza ed urgenza.

A questo fine occorre dunque chiarirsi su quali possono essere le priorità di una azione finalizzata ad accrescere le incentivazioni sulla terra. Attualmente sono esclusi dal pagamento dell'IMU solo i terreni posseduti dai coltivatori diretti e gli agricoltori a titolo principale, vi è da capire se noi siamo interessati ad estendere questa esenzione anche ai terreni che queste figure prendono in affitto, oppure di esportare lo sforzo un po' più in là e cercare di avere un esenzione del pagamento dell'IMU per tutti i terreni agricoli.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • sico rita Utente certificato 8 mesi fa mostra
    Ciao Per i vostri progetti, non avete abbastanza soluzione di finanziamento è la signora Josina gomez lei ti offre prestiti di 20000 euro per 500.000euros o più con un tasso del 2% Contatta il tuo servizio di posta prestitobancaio2017@gmail.com
  • Bernardo Bunuel 8 mesi fa mostra
    CHE COSA MI TOCCA LEGGERE E QUALCUNO GLI DA ANCHE RETTA???? Oggi un utente si è permesso di scrivere le seguenti parole: "UNA INTELLIGENTE LEGGE DI SUCCESSIONE DOVREBBE GARANTIRE UNA RICCHEZZA NECESSARIA A QUEGLI EREDI CHE INTENDONO PRODURRE RICCHEZZA, MENTRE A QUELLI CHE INTENDONO SPENDERLA SOLTANTO, ALLORA NE BASTA MOLTO MENO DI QUELLA CHE ATTUALMENTE EREDITANO E SE PROPRIO DEVONO SOLO SPENDERLA, TANTO VALE CHE UNA DISCRETA SOMMA LA "SPENDANO" SUBITO DOPO AVERLA EREDITATA" Bene, questo "Signore" sappiate tutti che è un possidente e si permette di scrivere ciò. "Stirner" lei si deve Vergognare e si ricordi che i soldi guadagnati onestamente e dati in eredità NON SI TOCCANO. Anche se io mi grattassi i coglioni da mane a sera. E con questo la saluto alla maniera del suo "capo politico". VAFFANCULOOOOOO
  • blaaaaaaaaaaah 8 mesi fa mostra
    ... scoperta a tresca... Maxxe Stimere s'accoppia co la vecchia Viviana babbiona... Er gusto de l'orido.....Amore de prima svista.
  • marco antomio Utente certificato 8 mesi fa mostra
    Ciao miei fratelli e sorelle di Italia onorevole gomez è un credente in Dio. le prove che offre prestiti qualcuno in ha bisogno per iniziare una nuova vita e per intraprendere attraverso la sua banca online offre un prestito di 20.000 euro ha 100.000 euro sono di aiuto a cucire i tuoi problemi con un tasso del 2% Contattare il servizio di posta elettronica prestitobancario2017@gmail.com
  • riposoriposo 8 mesi fa mostra
    Vivia...ma nun c'hai un cazzo, proprio un cazzo, da fa da mattina a sera?? E ariposate 'n attimo...dacce tregua..
  • marco antomio Utente certificato 8 mesi fa mostra
    Ciao Per la realizzazione dei vostri progetti che si cura di cui non hai abbastanza fondi, la soluzione è la signora Josina gomez ha offerte di diverso pronto per i vostri progetti di 5000 euro 500.000 euro con un tasso del 2% per il vostro progetto di viaggio e di finanziare gli studi all'estero, costruzione di affari e investimento di base in commercio vari di progetto e un'altra casa acquisto e costruzione Appartamento acquisto auto e pronta per la salute e l'educazione dei vostri figli pronto sollievo per chiunque nel settore agricolo pericolo e business milioni project financing Contattare il servizio di posta elettronica prestitobancario2017@gmail.com
  • marco antomio Utente certificato 8 mesi fa mostra
    acheCiao signore/signora, Sto cercando il prestito di denaro per diversi mesi che ho avuto debiti e bollette da pagare. Pensavo che fosse finita per me. Ma per fortuna ho visto la testimonianza fatta da molte persone su Mm Josina gomez, che è come ho contattato mio mutuante per pagare i miei debiti e il mio progetto. e signora Josina mio concesse un prestito di 60,000 euro sul mio conto, posso assicurarvi che tutti questi carta suo governarlo mio aiuto per pagare fuori il mio contatto di debito la e sarebbe la verità Se avete bisogno di finanziamenti; prendere in prestito denaro o qualsiasi progetto ti rendi cont questo vi aiuterà a raggiungere e sostenere finanziariamente sua e-mail prestitobancario2017@gmail.com
  • serdfc hytgfhhjfdf Utente certificato 8 mesi fa mostra
    690/5000 BUONGIORNO Io sono un individuo che fornisce prestiti, se si dispone di prestiti o di lavoro e richiede un finanziamento per realizzare i vostri progetti. allora siete nel posto giusto. la mia capacità finanziaria che vanno da 2.000 euro a 950.000 euro ..... Il mio tasso di interesse è del 2% all'anno per l'accesso al .... come si arriva nel mio ufficio per ricevere le monetine a mano o un bonifico bancario che fa. Il mio prestito è rinnovabile una sola volta dopo aver finito di pagare il precedente. è possibile avere accesso a sotto il massimo di 72 ore se non anche Moin 72 ore. Garantisco che i miei volenterosi cittadini onesti in modo responsabile, in grado di remboursser me. Grazie in anticipo.
  • Dupa12 daniel Utente certificato 8 mesi fa mostra
    Grazie per avermi permesso la pubblicazione di estendere i servizi di aiuto di questo formidabile signora romana Chouinard, che mi ha dato un prestito di 35.000€. Assicurarsi che il contatto se avete bisogno di un prestito o un finanziamento tra individuo grave. Questa signora Romaine Chouinard detto concedere questo prestito al 2% l'anno e due colleghi hanno ricevuti esso hanno questa signora Romaine Chouinard senza alcun problema. È possibile contattarlo Ecco la sua email: chouinardromaine@hotmail.com
  • Aldo Masotti Utente certificato 8 mesi fa
    Adesso dico la mia OFF TOPIC in contro-morale: i ricchi vanno coltivati e trattenuti perche' se se vanno e' peggio. Inoltre non sono eterni e non si puo' essere ricchi e scemi per piu' di una generazione. L'importante e' che siano invogliati a spendere all'interno del paese tutto quello che possono. Lo stato deve coltivare i ricchi affinche' ne nascano quanti piu' possibile. Non e' morale ne' etico ma funziona . Altrimenti ci succede come ai partigiani (sopratutto comunisti) che hanno dato la loro vita per liberare l'Italia dal fascimo affinche' la nostra sovranita' venisse consegnata alla Germania.
    • Bernardo Bunuel 8 mesi fa mostra
      ???? CHE COSA MI TOCCA LEGGERE E QUALCUNO GLI DA ANCHE RETTA ???? Oggi un utente si è permesso di scrivere le seguenti parole: "UNA INTELLIGENTE LEGGE DI SUCCESSIONE DOVREBBE GARANTIRE UNA RICCHEZZA NECESSARIA A QUEGLI EREDI CHE INTENDONO PRODURRE RICCHEZZA, MENTRE A QUELLI CHE INTENDONO SPENDERLA SOLTANTO, ALLORA NE BASTA MOLTO MENO DI QUELLA CHE ATTUALMENTE EREDITANO E SE PROPRIO DEVONO SOLO SPENDERLA, TANTO VALE CHE UNA DISCRETA SOMMA LA "SPENDANO" SUBITO DOPO AVERLA EREDITATA" Bene, questo "Signore" sappiate tutti che è un possidente e si permette di scrivere ciò. "Stirner" lei si deve Vergognare e si ricordi che i soldi guadagnati onestamente e dati in eredità NON SI TOCCANO. Anche se io mi grattassi i coglioni da mane a sera. E con questo la saluto alla maniera del suo "capo politico". VAFFANCULOOOOOO
    • Mauro FERRANDO Utente certificato 8 mesi fa
      Aldo, sui rendimenti si aprono altri problemi. Esiste una discriminazione nel nostro sistema fra Immobili (tartassati in continuazione anche se non generano liquidità ma generano attività economica) attività finanziarie (tassate meno del lavoro anche se speculative) e ORO, DIAMANTI, GIOIELLI, OPERE D'ARTE, che pur essendo meno utili al funzionamento economico, sono praticamente esenti da imposte annue e di successione (facendole rientrere in quel forfait del 10% applicato comunque a tutti). OCCORREREBBE INTERVENIRE SU TUTTA LA MATERIA. Ciao
    • Mauro FERRANDO Utente certificato 8 mesi fa
      Do il mio contributo: uno stato che agevoli al massimo l'accumulazione di ricchezza in poche mani, crea le condizioni per cui le nuove generazioni non disporranno dell'opportunità per tutti di partire con le stesse possibilità, e dunque si otterrebbe uno spreco di talenti dannoso per tutta la società (c'è chi ha dubbi che al di là dei propri meriti un giovane di famiglia ricca abbia più opportunità di studiare e investire sulle proprie idee rispetto ad un figlio di poveri, pur più capace?). Una imposta di successione equilibrata potrebbe interpretarsi come un 'contributo di solidarietà' DA IMPIEGARE ESCLUSIVAMENTE PERO' PER AGEVOLARE ANCHE I GIOVANI MERITEVOLI E MENO ABBIENTI NEGLI STUDI E NELL'AVVIO DI ATTIVITA' AUTONOMA O D'IMPRESA
    • Aldo Masotti Utente certificato 8 mesi fa
      @Massimo, Ai valori attuali penso un asse ereditario colpibile da tassa di successione un qualcosa che renda su base annuale piu' del reddito medio . In pratica l'imposta di successione dovrebbe essere equiparata alla rendita. Se una cosa non rende e' un bel problema in quanto siamo di fronte ad un impoverimento del sistema (come oggi ) .
    • Max Stirner Utente certificato 8 mesi fa
      Seriamente: si dovrebbe valutare la tassa di succesione in termini etici, come la parabola dei talenti. SI CONCORDO Ovviamente si presume uno stato che sia puntuale nel far pagare le tasse sul reddito. CONCORDO Se ho ereditato dai miei predecessori (per linea ereditaria) 100 ed ai miei successori lascio 100 (a prezzi costanti , per ogni linea ereditaria ) i miei successori pagheranno una imposta proporzionale al valore aggiunto sulla differenza CREDO SIA IMPOSSIBILE QUESTA FORMA DI "INVIM". IO CREDO CHE IL DIRITTO EREDITARIO DEBBA ESSERE RIDOTTOAL MASSIMO AL 2° GRADO DI PARENTELA, COMPRESA LA MOGLIE ED ESCLUSO GLI AFFINI. CIò PRECISATO, IO CREDO CHE TUTTO CIò CHE FA PARTE DELL'EREDITà VENGA SUDDIVISA IN RICCHEZZA D'INTERESSE COMUNE DA QUELLA D'INTERESSE PRIVATO. L'INTERESSE PRIVATO DOVREBBE ESSERE TASSATA NELLA MISURA CHE SI RITERRà OPPORTUNO, ANCHE RELATIVAMENTE ALLE NECESSITà MOMENTANEE DELLA SOCIETà, MENTRE QUELLE D'INTERESSE COMUNE (DELLA SOCIETà) ANDREBBERO DETASSATE. Questo e' il compenso chiesto dallo stato per aver consentito la difesa e l'incremento dell'asse ereditario, non ultimo per aver consentito una lunga vita attiva attraverso la sanita' pubblica gratuita che consente una prolungata accumulazione del capitale. Vi sono paesi in cui l'imposta di successione e' molto elevata (25% ) ma questo e' controproducente o troppo piccola o assente. Nessuna soluzione di quelle applicate (che io sappia) ha ragionevolezza macro-economica di lungo termine (come dovrebbe) . L'ipotesi del valore aggiunto per asse ereditario e' nuova ma ha una sua logica di lungo termin NON MI SOVVIENE ALTRO DI UTILE PER L'INCREMENTO DELLA DISCUSSIONE. ASPETTO SPUNTI SALUTI
    • Massimo Trento (orbo e semisordo) Utente certificato 8 mesi fa
      Non male Aldo... ma ti ricordo che coloro che ricevettero i talenti eran servi; un po' come noi con lo Stato... Per ipotizzare che la successione possa essere tassata, l'eredità dovrebbe quantomeno "rendere". Ora, se vieni nei miei paraggi nelle prealpi bellunesi, ereditare un casolare, un lotto boschivo o agricolo è in realtà un debito. Devi ristrutturare perche l'immobile altrimente ti cade in testa. Se il medesimo è residenziale -amche se non ci vivi, cosa facilissima- ti sobbarchi fisso di corrente, acqua, tassa sui rifiuti e sull'immobile. Quest'ultime due sono il jolly delle municipalità di montagna: ci batton cassa. Boschi e terreni di pascolo o agricoli? Paghi pure lì; poca cosa, s'intende. Ma la fienagione, la pulizia del bosco e il mantenimento della viabilità d'accesso costano un ira: tempo, danari (benzine, gasolio, miscele, ricambi, attrezzi agricoli. Alla fine hai la soddisfazione di mantenere tutto pulito, imbiancato e ben sfalciato. Il comune? Non ti rimborsa, e chiede il conto al trapasso, assieme alla Provincia, alla Regione e allo Stato; tutte sotto più o meno mentite spoglie. Capisci che a me la tassa di successione di principio un filo d'orticaria provoca...
    • Aldo Masotti Utente certificato 8 mesi fa
      Seriamente: si dovrebbe valutare la tassa di succesione in termini etici, come la parabola dei talenti. Ovviamente si presume uno stato che sia puntuale nel far pagare le tasse sul reddito. Se ho ereditato dai miei predecessori (per linea ereditaria) 100 ed ai miei successori lascio 100 (a prezzi costanti , per ogni linea ereditaria ) i miei successori pagheranno una imposta proporzionale al valore aggiunto sulla differenza . Questo e' il compenso chiesto dallo stato per aver consentito la difesa e l'incremento dell'asse ereditario, non ultimo per aver consentito una lunga vita attiva attraverso la sanita' pubblica gratuita che consente una prolungata accumulazione del capitale. Vi sono paesi in cui l'imposta di successione e' molto elevata (25% ) ma questo e' controproducente o troppo piccola o assente. Nessuna soluzione di quelle applicate (che io sappia) ha ragionevolezza macro-economica di lungo termine (come dovrebbe) . L'ipotesi del valore aggiunto per asse ereditario e' nuova ma ha una sua logica di lungo termine .
    • Massimo Trento (orbo e semisordo) Utente certificato 8 mesi fa
      Thanks...
    • Max Stirner Utente certificato 8 mesi fa
      Perchè si dovrebbe indurre gli eredi, che non hanno intenzione di produrre ricchezza con l'eredità ricevuta, a spendere "tassativamente" la ricchezza ereditata? SI TRATTA SOLO DI DECIDERE SE EREDITARE è UN MERITO. STABILITO CIò, SI DECIDE SE L'EREDITà DEVE ESSERE DETASSATA, O TASSATA E IN CHE MISURA. ESSERE UN EREDE DI UNA PERSONA CHE HA PRODOTTO RICCHEZZA IN MODO CORRETTO, NON MI PARE UN MERITO, N UN DIRITTO: LO è SOLO NELLA MISURA IN CUI UNA Società DECIDE CHE LO SIA. ORA, SE IO EREDITO UNA IMPRESA E DECIDO DI CONTINUARNE LA GESTIONE, IO CREDO CHE QUESTA IMPRESA DEBBA ESSERE COMPLETAMENTE DETASSATA DALLA SUCCESSIONE, ANCHE SE SPESSO GIà AVVIENE TRAMITE LA CESSIONE DELLE AZIONI, CRITERIO CHEA MIO PARERE ANDREBBE RIVISTO. sE INVECE TALE RICCHEZA EREDITATA PERDESSE LA SUA FUNZIONE DI PRODUZIONE DI RICCHEZZA SIA PRIVATA CHE PUBBLICA, IO CREDO CHE LA TASSAZIONE DELL'EREDITà ANDREBBE INCENTIVATA. Non è una provocazione, Signori, ma un tentativo di capire. Ciò che erediti è già stato tassato vita natural durante, da quando i padri tali beni han costituito dal nulla o contribuito a espandere. Le tasse di successione, con franchigie fino a un milione di euro, mi pare, gabellano ulteriormente il morto attraverso il vivo o viceversa, con una percentuale tra il 4 e l'otto per cento. In seguito colui che eredità pagherà a sua volta vita natural durante imposte su ciò che ha ereditato. Non è di già sufficiente? O meglio, non è di già una "rendita" a costo zero per lo Stato IL MIO CONCETTO DI STATO SI SFORZA DI FONDERSI CON IL CONCETTO DI Società. SE TALE FUSIONE, PER QUANTO IO MI SFORZI, NON RIUSCISSE, NON AVEI NULLA IN CONTRARIO A RADERE AL SUOLO LO STATO IN TUTTO E PER TUTTO. SE INVECE I DUE CONCETTI FOSSERO COMPLEMENTARI L'UNO ALL'ALTRO, ALLORA CREDO CHE LA ARTE DI RICCHEZZA "SOTTRATTA" ALL'EREDE NON ANDREBBE PERDUTA. OVVIAMENTE IL CONCETTO ESPRESSO è IL MIO PUNTO DI VISTA, MA ANDREBBE DISCUSSO E RAFFINATO. ciao
    • Giovanni. Russo Utente certificato 8 mesi fa
      "Maitre a penser" Maledetto il correttore!
    • Giovanni. Russo Utente certificato 8 mesi fa
      @Massimo Questo stato pletorico inefficiente ingiusto ha bisogno sempre più di denari per satollare le pletoriche clientele,le caste ...tutte, le organizzazioni criminali attraverso gli appalti pubblici, tutto il mondo della disinformazione(giornali TV sedicenti intellettuali ed artisti prezzolati, maitre a pender vari ed assortiti)
    • Massimo Trento (orbo e semisordo) Utente certificato 8 mesi fa
      Perchè si dovrebbe indurre gli eredi, che non hanno intenzione di produrre ricchezza con l'eredità ricevuta, a spendere "tassativamente" la ricchezza ereditata? Non è una provocazione, Signori, ma un tentativo di capire. Ciò che erediti è già stato tassato vita natural durante, da quando i padri tali beni han costituito dal nulla o contribuito a espandere. Le tasse di successione, con franchigie fino a un milione di euro, mi pare, gabellano ulteriormente il morto attraverso il vivo o viceversa, con una percentuale tra il 4 e l'otto per cento. In seguito colui che eredità pagherà a sua volta vita natural durante imposte su ciò che ha ereditato. Non è di già sufficiente? O meglio, non è di già una "rendita" a costo zero per lo Stato?...
    • Max Stirner Utente certificato 8 mesi fa
      I tuoi commenti sono sempre graditi, ovviamente so di buttare qualche provocazione , ma e' a fin di bene: SO DISTINGUERE E APPREZZARE LE PROVOCAZIONI INTELLIGENTI E LA DIMOSTRAZIONE è CHE AD ESSE RISPONDO, ALTRIMENTI LE IGNOREREI. so che non potrei mai convincerti a rinunciare alle tue idee , QUESTA è UNA TUA CERTEZZA. IO POTREI AFFERMARE UNA COSA E TENTARE DI DIMOSTRARE CHE è VERA. PIOI POTREI AFFERMARE IL SUO CONTRARIO E DIMOSTRARNE LA VERIDICITà. LE MIE IDEE SONO SPESSO CONDIZIONATE DAL CONTESTO E DALL'INTERLOCUTORE, ANCHE SE UN "FILO COMUNE" TENDE A LEGARLE INSIEME. SE MI SI OFFRE DI MODIFICARE LA COLLANA, TOGLIENDO QUALCHE "GIOIELLO" MIO, SOSTITUENDOLO CON QUALCHE ALTRO "GIOIELLO" ALTRUI CHE S'INTONA MEGLIO, NON CI PENSO UN ATTIMO A SOSTITUIRE. ma certamente sono convinto che potremmo confluire su proposte pratiche comuni, in quanto l'obbiettivo sarebbe il medesimo: rendere ricchi quanti piu' italiani possibile togliendo dalla poverta' tutti gli altri. APPUNTO! E IO CHE HO DETTO? *__* Ciao
    • Max Stirner Utente certificato 8 mesi fa
      Scusate i numerosi errori. O rallento le battue e controllo ciò che scrivo o cambio la tastiera. Forse è opportuna la seconda ipotesi
    • Aldo Masotti Utente certificato 8 mesi fa
      I tuoi commenti sono sempre graditi, ovviamente so di buttare qualche provocazione , ma e' a fin di bene: so che non potrei mai convincerti a rinunciare alle tue idee , ma certamente sono convinto che potremmo confluire su proposte pratiche comuni, in quanto l'obbiettivo sarebbe il medesimo: rendere ricchi quanti piu' italiani possibile togliendo dalla poverta' tutti gli altri.
    • Massimo Trento (orbo e semisordo) Utente certificato 8 mesi fa
      Son pien de schei... vae coltivà. Saluti in quel di Verona.
    • Max Stirner Utente certificato 8 mesi fa
      Adesso dico la mia OFF TOPIC in contro-morale: i ricchi vanno coltivati e trattenuti perche' se se vanno e' peggio. PIANO CICCI! UN RICCO E' UNO CHE DISPONE DI RICCHEZZA E NULLA IN CONTRARIO A QUESTO, MA A CONDIZIONE CHE SI SAPPIA DA DOVE ARRIVA. DI VALENTENO SAPPIAMO TTTI DA DOVE ARRIVA LA SUA RICCHEZZA, MA DELLA RICCHEZZA DI BERLUSCONO NON LO SAPPIAMO ANCORA; BERLUSCONI E' SOLO UN ESEMPIO. Inoltre non sono eterni e non si puo' essere ricchi e scemi per piu' di una generazione. DA SEMPRE IO AFFERMO CHE IL PROBLEMA NON E' MAI LA RICCHEZZA ACCUMULATA DAI CITTADINI. UNA INTELLIGENTE LEGGE DI SUCCESSIONE DOVREBBE GARANTIRE UNA RICCHEZZA NECESSARIA A QUEGLI EREDI CHE INTENDONO PRODURRE RICCHEZZA, MENTRE A QUELLI CHE INTENDONO SPENDERLA SOLTANTO, ALLORA NE BASTA MOLTO MENO DI QUELLA CHE ATTUALMENTE EREDITANO E SE PROPRIO DEVONO SOLO SPENDERLA, TANTO VALE CHE UNA DISCRETA SOMMA LA "SPENDANO" SUBITO DOPO AVERLA EREDITATA. L'importante e' che siano invogliati a spendere all'interno del paese tutto quello che possono. Lo stato deve coltivare i ricchi affinche' ne nascano quanti piu' possibile. Non e' morale ne' etico ma funziona. COLTIVARE I RICCHI, è OTTIMO, MA SE NON PRODUCIONO RICCHEZZA CON LA RICCHEZZA EREDITATA, TANTO VALE "INDURLI" TASSATIVAMENTE A SPENDERNE UNA DISCRETA CIFRA A FAVORE DELLA SOCIETà IN CUI ESSI L'HANNO PRODOTTA: PIù ETICA DI COSì Altrimenti ci succede come ai partigiani (sopratutto comunisti) che hanno dato la loro vita per liberare l'Italia dal fascimo affinche' la nostra sovranita' venisse consegnata alla Germania. QUI TI SEI SFORZATO PER TROVARE UN ESEMPIO CHE FACESSE IMPRESSIONE, MA NON TI è RIUSCITO BENE; NON IMPORTA. TUTTO IL RESTO SI TIENE Ciao
  • Padre Amorth 8 mesi fa mostra
    FUFFARELLA MA TUA FIGLIA LAVORA SEMPRE PER SOROS?!
  • Padre Amorth 8 mesi fa mostra
    DI SICURO QUESTA NON E' LA FESTA DELLA FUFFARELLA, MA DEL POVERO MARITO SICURAMENTE, IL QUALE HA LAVORATO UNA VITA PER FARLE OTTENERE PURE UNA LAUTA PENSIONE DI REVERSIBILITA' CHE I CONTRIBUENTI ITALIANI DEVONO PAGARE! FUFFARELLA, SEI PEGGIO DI UN EX PARLAMENTARE ITALIANO! NON HAI VERSATO UN SOLO EURO DI CONTRIBUTI E COME MINIMO TI PRENDERAI 1500 EURO AL MESE! COSI' E' FACILE PARLARE VERO! DIO LO VOLESSE CHE RENZI TI POSSA TOGLIERE QUESTO FURTO CHE VA AVANTI DA ANNI!
  • Padre Amorth 8 mesi fa mostra
    STIRNER! OLTRE CHE DEFINIRE GIUSTAMENTE LA FUFFARELLA COME UNA PERSONA PRIVA DI AUTOIRONIA, PERCHE' BANNI SEMPRE LE PERSONE LIBERE E NON LEI, CHE PORTA VERGOGNA AL BLOG INTERO, ADDIRITTURA ARRIVANDO A DIRE OGGI CHE IL FIGLIO DI CASALEGGIO E' UN NULLAFACENTE!? MA HAI PAURA CHE TI FACCIA UNA MACUMBA!? GUARDA CHE IO HO IL POTERE DI SCACCIARE I DEMONI, POSSO PROTEGGERTI IO DALLE INSIDIE DELLE LEGIONI DI DIAVOLACCI CHE VUOLE MANDARTI LA FUFFARELLA!!!!
  • Padre Amorth 8 mesi fa mostra
    MA E' NORMALE UNA FUFFARELLA CHE DICE A CASALEGGIO DI ESSERE UN NULLAFACENTE!? NON HA MAI LAVORATO NELLA SUA VITA, DA DECENNI AFFERMA DI PARLARE CON I DEFUNTI, HA FATTO DECINE DI SEDUTE SPIRITICHE, FA LA NO GLOBAL CON IL DERETANO ALTRUI, GUAI SE GLI TOCCHI I CRIMINALI DI SAVE THE CHILDREN, FINANZIATI DA SOROS, NESSUNO LA BANNA, SPAMMA TUTTI I SANTI GIORNI DA ANNI NOTIZIE SENZA ALCUNA FONTE, RIPORTA FRASI DI PERSONAGGI MALEDUCATI E GONFI DI IRA COME LEI, E' SEMPRE OFF TOPIC, HA PURE IL CORAGGIO DI DARE DEL NULLAFACENTE AL FIGLIO DI CASALEGGIO! RINGRAZIALO CHE TI PUBBLICIZZA QUELLA CLOACA CHE SI CHIAMA MASADA, VECCHIA GALLINACCIA SVITELLATA!
  • viviana vivarelli Utente certificato 8 mesi fa
    Nel 2005, 12 anni fa, alle primarie del Pd votarono 4.311.149 persone. Nel 2013, 4 anni fa, gli elettori erano scesi a 2.814.881, quasi la metà. Dopo i mille giorni di Renzi, gli elettori delle primarie sono scesi ancora, a 2.000.000. Si sono persi altri 800.000 elettori. In realtà se ne sono persi di più, considerando che in questa tornata Renzi ha ammesso al voto persone che non erano tesserate, stranieri e ragazzini sedicenni, per prendere qualcosa anche dalla fascia tra i 16 e i 18 anni. In certe zone d'Italia si sono fatti votare in blocco gli extracomunitari dei CPT. Già alle primarie di Napoli erano stati denunciati brogli e illegalità. La storia del Pd è una lunga storia di compravendite, brogli, truffe, tessere false e votazioni falsate. Travaglio scrisse: "Le primarie sono diventate un gingillo che viene dato alla gente per illuderli di contare qualcosa, mentre tutto il gioco è truccato perché vince sempre il banco”. Più volte il Pd ha attaccato il M5S dicendo che non aveva regole legali di democrazia, ma ci chiediamo dove siano le regole legali di democrazia in tutto quello che è stato fatto finora dal Pd e soprattutto da Renzi che ci ha dato una riforma elettorale incostituzionale, una riforma della Pubblica Amministrazione incostituzionale e una riforma costituzionale distruttiva della stessa Costituzione. Il diritto di costoro di pretendere legalità in casa d'altri è pari al diritto di una cosca mafiosa di pretendere il rispetto dell'ordine sociale.
    • Gino Franti 8 mesi fa mostra
      Ma cosa c'entra scusa con il post di oggi?
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus