Roma Capitale e i pilastri della democrazia diretta e partecipata

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

dei consiglieri M5S Roma

A Roma l'attesa è finita. Il futuro della città di Roma sarà nella democrazia diretta e partecipata e nella possibilità per i cittadini di essere coinvolti e ascoltati. Finalmente dopo mesi di lavoro approda in Aula Giulio Cesare la proposta di revisione dello Statuto di Roma Capitale del M5s a prima firma di Angelo Sturni che introduce nuovi strumenti di democrazia diretta e partecipata per favorire il coinvolgimento dei cittadini alla vita pubblica: parliamo del referendum propositivo, abrogativo e consultivo senza quorum, del bilancio partecipativo, delle petizioni popolari elettroniche e delle consultazioni online. Ecco quello che succede quando è il MoVimento 5 Stelle a governare: si realizza quanto dichiarato in campagna elettorale.

Con l'avvio della discussione in Assemblea Capitolina inizia un processo di trasformazione della città che condurrà i romani a partecipare attivamente ai quei processi decisionali che avranno un impatto sul loro territorio: dalla mobilità, all’urbanistica, al bilancio e all’ambiente. Con la modifica della carta fondamentale della capitale siamo di fronte ad un tipping point per la democrazia diretta a Roma. Le riforme istituzionali a cui stiamo lavorando porteranno la città allo stesso livello delle altre capitali europee e del mondo dove queste innovazioni sono già realtà consolidate e aiutano gli amministratori locali a governare meglio.

Già da quest'anno Roma diventerà inoltre la casa della democrazia: a settembre 2018 ospiterà infatti il Global Forum on Modern Direct Democracy accogliendo ospiti di tutto il mondo, provenienti dalla società civile e dalle istituzioni, che contribuiranno a sviluppare la piena partecipazione dei cittadini in tutti i processi decisionali. Un evento importante, definito con la firma del memorandum d'intenti da parte del sindaco Virginia Raggi assieme al co-presidente dell'associazione Bruno Kaufmann.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Guido Nossi. 5 giorni fa mostra
    Grande Virginia, non Mollare! A causa dell'intervento della magistratura che ti ha arrestato Marra, il tuo tentativo di restaurare Mafia Capitale è saltato; peccato. Ma non ti scoraggiare, perché il tuo progetto di trasformare Roma nella più grande discarica del Mondo sta invece riuscendo benissimo! Alla faccia di tutti quelli che non avevano fiducia in te. Vai Virginia, avanti così, non mollare!
    • Claudia G 5 giorni fa mostra
      Ma tu abiti a Roma? No perché mi pare che negli ultimi 20 anni di cassonetti carichi ne abbiamo visti assai ma nessuno si è scandalizzato o a risolo il problema... Almeno la Raggi ha iniziato un percorso che con il tempo porterà soluzioni!!! In ogni caso la campagna mediatica dietro alla monnezza è vergognosa... basta leggere qui per capire le competenze sulle discariche e la catena dei rifiuti.... http://www.regione.lazio.it/rl_rifiuti/?vw=contenutiDettaglio&cat=1&id=112
  • Graziano Digrazia 5 giorni fa mostra
    Grazie Portavoce Raggi! Grazie a Lei e a tutto il Movimento 5 Stelle. Grazie alla base, ai 150 mila iscritti che ne svolgono il ruolo di governo ed indirizzo. Grazie a Casaleggio per aver donato, agli iscritti e ai Portavoce, una Piattaforma idonea a svolgere ciascuno il proprio ruolo. Grazie al Garante della Finalità statutaria, del principio Orizzontale Ognuno conta uno, della Democrazia Diretta e Trasparenza che contraddistinguono il Movimento 5 Stelle. Grazie ai vertici che, soprattutto con l'esempio, raccontano di un Movimento “leaderless” che si auto governa dal basso, ognuno contando uno. Grazie in particolare all’anonimo censore del Blog per l’interessante scambio di opinioni e confronto democratico. https://youtu.be/kVxs-ngkCUU
  • Armando Pace 6 giorni fa
    Si va beh....ma pulite sta citta...per la miseria intanto che create sta democrazia diretta....puliamo la tana intanto...poi ci facciamo l'attico.....coraggio..piu terra terra intanto
    • rosella d. Utente certificato 5 giorni fa
      Ancora sui rifiuti: Le "campane" che devono contenere i rifiuti di plastica e vetro sono sempre colme, a volte mezze rotte. La raccolta si fa, ma se nessuno la ritira, che facciamo, ce la riportiamo a casa? Sull'argomento rifiuti, la questione è molto complessa, è facile criticare i romani zozzoni, bisogna viverci, cari amici
    • rosella d. Utente certificato 5 giorni fa
      Per Terenzio Si vede che non sei di Roma, qui si fanno 1 milione 700 mila tonnellate di rifiuti l'anno. Su tutti i telegiornali stanno facendo vedere queste montagne di immondizia, che cosa devono alzare i romani? Aggiungi che i cassonetti sono colmi e aperti, arrivano i gabbiani e i piccioni e banchettano. Mettici i nomadi che tirano fuori tutto dai cassonetti con gli uncini e dopo aver scelto lasciano in terra gli scarti. Mi fermo qui perché credo di aver fatto venire il voltastomaco a tutti. Chi sono gli zozzoni?
    • terenzio eleuteri Utente certificato 6 giorni fa mostra
      Sono i cittadini romani che si devono alzare da terra........'STI ZOZZONI !!!!
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus