La censura del web è già in atto

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Manlio Di Stefano

Nel giorno in cui Facebook ha deciso di bannare la pagina di Russia Today per alcuni giorni – e qualunque sia la vostra posizione sul mondo dovreste essere davvero preoccupati – vorrei riportarvi alcuni stralci di un articolo molto interessante, rilanciato anche da Wikileaks, di Robert David Steele, ex spia della CIA e, oggi, uno dei massimi esperti di intelligence al mondo.

Dopo aver ricordato le 935 bugie (ormai documentate) raccontate da Dick Cheney per giustificare una guerra da 5.000 miliardi di dollari e la fake news da parte dei militari svedesi - in collaborazione con NATO e CIA - di un sottomarino russo mai esistito che avrebbe "invaso" le acque svedesi, Robert Steele scrive: "come spia della CIA ho creato falsi rapporti di intelligence, mentito a capi di governo e gestito un modesto numero di operazioni false flag (nessuno è morto)".

E poi scrive: "L'assassinio dell'ambasciatore russo in Turchia, l'assassinio del capo revisore NATO pronto a svelare fondi in nero di 250 miliardi di euro utilizzati dalla NATO per corrompere politici e organizzare operazioni "false flag", e le varie operazioni "false flag" in Francia (queste con l'assistenza del Mossad), in Germania e altrove, sono tutti parte del tentativo di avviare la Terza guerra Mondiale – la guerra è un modello di business per la City di Londra e Wall Street, per il Vaticano e Rothschild".
Sono le dichiarazioni di un ex agente della CIA. Non è la verità assoluta, ma sono importanti elementi da porre a conoscenza di un dibattito che fino ad oggi è stato solo a senso unico.

Mi piace riportare quest'articolo di Steele proprio nella settimana in cui per infarto è morto Udo Ulfkotte*.
Ulfkotte è il giornalista tedesco che passerà alla storia per aver avuto il coraggio di proferire pubblicamente queste parole: "che lo vogliate ammettere o no, il fatto che la CIA controlli i media negli Stati Uniti e all'estero non è una teoria cospirazionista, ma è una cospirazione di fatto".

Nel suo libro "Giornalisti Comprati" (2014), Ulfkotte spiegava da insider come l'intelligence USA - quella che senza prove ci dice di credergli quando dice che la Russia ha condizionato le elezioni americane - contatti e paghi (fino a 20 mila dollari) giornalisti europei per scrivere quello che il committente vuole diffondere.
Propaganda cyber, su carta stampata e sull'etere, fatta di bufale un tanto al chilo e "fake news" che hanno un committente e un obiettivo preciso. Tutto questo la rete lo sa bene e proprio per questo c'è chi vuole silenziarla. Noi, però, faremo di tutto per difenderla. Aiutateci diffondendo queste informazioni.

*Udo Ulfkotte fu ospite del blog di Beppe Grillo per un Passaparola nel 2014, ascoltatelo e, se vi serve in italiano, lo trovate su YouTube con i sottotitoli.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • maria 01 gianni Utente certificato 11 mesi fa
    ciao dal prestito di due anni, la banca Credit Mutuel sta facendo una buona cosa nel nostro paese l'Italia. questa banca sta facendo tutto pronto per i nostri cittadini che hanno bisogno di prestito. Quindi ho preso a condividere questo messaggio, questa azione della banca non viene riconosciuto il nostro stato. Quindi, se si ha realmente bisogno di prestito, vi chiedo di contattare in questa e-mail perché hanno pronti a fare diversi persona troppo. Ecco l'e-mail: creditmutuelbanquetransfertrap@gmail.com
  • LOIC durois Utente certificato 11 mesi fa
    È necessario che il prestito, potete contattarci su questa e-mail: creditmutuelbanquetransfertrap@gmail.com
  • Pier 11 mesi fa
    Ho assistito alla veglia funebre dei media nostrani, causa insediamento presidente Trump, mentre Obama e ' stato celebrato come il più grande statista americano di tutti i tempi. A me basta sapere che nel programma di Trump c'è l'eliminazione del terrorismo, quel terrorismo creato ad arte per il business della guerra. Obama sul califfato e' stato ambiguo.
  • Andrea Zanella Utente certificato 11 mesi fa
    L'America è grande, perchè riesce a far credere ai beoti che sia democratica, quando in realtà è dittatoriale tanto quanto la Russia, e forse peggio.
    • Gianfranco B. Utente certificato 11 mesi fa
      Ovviamente, le frequenti uccisioni, impunite, della polizia, sono incluse nella prevaricazione dei cittadini. Talelbano
    • Mik 11 mesi fa
      Talebano, hai dimenticato la libertà di farti fulminare dalla polizia mentre sei disarmato e tieni le mani in alto, cosa che vale per i neri ma non solo. Basta vivere in periferia ed essere un po' sfortunato.
    • Mik 11 mesi fa
      Ti stupirò forse, ma nella "dittatoriale" Russia nessuno ti costringe a pagare per finanziare una televisione che non guardi; nessuno ti può costringere a pagare più tasse del 13 per cento dei tuoi introiti; per quanto riguarda la tassazione indiretta, le tasse sulla benzina sono del 40 per cento, e non dell'80 come in Italia; le banche non in salute le chiudono d'autorità, e casi come Banca Etruria o Banca delle Marche o MPS non sono possibili, e se una banca fallisce non pagano i cittadini; ci sono delle televisioni e radio con diffusione in tutto il territorio russo che sparano a zero su Putin ogni giorno (Dozhd, Ekho Moskvy) e nessuno le chiude (in Italia quali sono le tv apertamente schierate contro governo e Europa?) eccetera, eccetera. Ma resta pure nella tua bolla hollywoodiana.
    • Gianfranco B. Utente certificato 11 mesi fa
      Condivido. E' una dittatura più raffinata, basata sulle libertà fondamentalei: Libertà di morire di fame Libertà di morire di malattia Libertà di morire d'ignoranza Libertà di morire di droga o alcol. Libertà di soppraffazione dei cittadini Come la metti la metti. queste sono libertà fondamentali Ciao Talelbano
  • patti c. Utente certificato 11 mesi fa
    Caro Di Stefano devi informarti bene su Putin e Trump e cambiare rotta ti stai tirando contro gli elettori del Movimento 5 Stelle. Con chiunque parlo dei 5 stelle sono scocciati del tuo elogio a Putin e Trump. Agli elettori del Movimento 5 Stelle, quasi tutti come me, provenienti da lotte di piazza contro il sistema e da ideali umanitari, i Dittatori non piacciono. Caro Manlio so che prima o poi scoprirai chi sono Trump e Putin e ti ravvederai, ma te lo dico di vero cuore i tuoi elogi ai dittatori rattristano fortemente gli elettori 5 stelle.
    • paolo c 11 mesi fa
      ma di che chiacchieri... forse sono piddioti mascherati...anch'io sono un 5S e di certo le bufale su putin e trump non mi incantano; come neppure mi incantavano le panzane sull'abbronzato obama e il suo nobel per la pace a priori. Informati meglio tu.
    • Giorgio V. Utente certificato 11 mesi fa
      Soltanto due domande: 1) Chi finanzia e arma l'ISIS e al-qaeda ? 2) Chi combatte seriamente in Siria i terroristi? 3) Chi si è inventato i "false flag" per invadere e distruggere Iraq Libia e Siria ? 4)Chi violando la costituzione ha venduto la sovranità politica e monetaria italiana a enti sovranazionali non eletti ? 5) Chi ha voluto una deportazione senza regole di clandestini, spacciandola per accoglienza con i soldi degli Italiani ? E adesso parlami pure di quanto sia "dittatore" Putin...
    • Mik 11 mesi fa
      Ma non era meglio prendersi la terza media che fare la serva da tastiera per la NATO, il robottino a gettone?
  • patti c. Utente certificato 11 mesi fa
    Di Stefano devi informarti bene e cambiare rotta ti stai tirando contro gli elettori del Movimento 5 Stelle. Con chiunque parlo dei 5 stelle sono scocciati del tuo elogio Putin e Trump. Agli elettori del Movimento 5 Stelle, quasi tutti come me provenienti da lotte di piazza contro il sistema e da ideali umanitari, i Dittatori non piacciono. Caro Manlio so che prima o poi scoprirai chi sono Trump e Putin e ti ravvederai, ma te lo dico di vero cuore i tuoi elogi ai dittatori rattristano fortemente gli elettori 5 stelle.
    • Gianfranco B. Utente certificato 11 mesi fa
      Ti sbagli. Non leggono niente, ma niente di niente. sono più ignoranti delle capre. Talelbano
    • Pensiero ***** Utente certificato 11 mesi fa
      Ma quando mai ha elogiato dei dittatori? Tu e gli "scocciati" che frequenti leggete l'Unità? Lo sai che siamo in UE, un'organizzazione che vuole avvicinare l'Ucraina che ha un governo golpista neonazista e vuole invece isolarci dalla Federazione Russa che per noi era un partner strategico economicamente ed oggi lo sarebbe anche politicamente? Tu e gli scocciati che frequenti avete fatto lotte di piazza anche contro questa UE o i neonazisti vi stanno bene?
  • patti c. Utente certificato 11 mesi fa
    Di Stefano devo informarti bene e cambiare rotta ti stai tirando contro gli elettori del Movimento 5 Stelle. Con chiunque parlo dei 5 stelle sono scocciati del tuo elogio Putin e Trump. Agli elettori del Movimento 5 Stelle, quasi tutti come me provenienti da lotte di piazza contro il sistema e da ideali umanitari, i Dittatori non piacciono. Caro Manlio so che prima o poi scoprirai chi sono Trump e Putin e ti ravvederai, ma te lo dico di vero cuore i tuoi elogi ai dittatori rattristano fortemente gli elettori 5 stelle.
    • Gabri di Gaia 11 mesi fa
      Parla per TE, non a nome di chi vota 5 Stelle! E a parte questo, parlando con la gente io riscontro proprio il contrario! Ma chi sei? Certo non un 5 Stelle, dal momento che ancora parli di contrapposizioni e chiusure!!!
    • Gianfranco B. Utente certificato 11 mesi fa
      Patti cara, a parte che nel post di Manlio, Putin non è citato una sola volta. Inoltre, il contenuto dell’articolo, riportava cose fatti e eventi che molte persone informate, non mi riferisco a te, conoscevano già. Vorrei capire a che titolo puoi affermare che molti elettori 5 stelle, provenienti dalle lotte di piazza ecc. sono scocciati “dell’elogio a Puti e Trump". Lascia loro la possibilità di esprimere la propria opinione, senza la tua mediazione poco credibile. Inoltre, a prescindere dal giudizio personale su Putin e Trump, qualsiasi persona di buon senso, che abbia a cuore la pace, auspica un dialogo costruttivo tra i due presidenti. Le ragioni non dovrebbero essere di difficile comprensione. Ciao Talelbano
    • andrea a44 Utente certificato 11 mesi fa
      a me non mi rattrista per niente, tante' che spero che ci sia qualquno che si opponga a questi seminatori di basi militari atomiche in tutto il mondo.che impone il suo status quo'senza il minimo ritegno.
  • patti c. Utente certificato 11 mesi fa
    Se facebook ha bannato la Russia mi fa solo piacere, dovrebbe bannare tutti i dittatori del mondo che fanno da padroni sui popoli.Per il resto credo sia un fatto circoscritto alla Russia per aver hackerato le elezioni negli USA e perche' avendo fatto questo potrebbe essere un pericolo per l'intero mondo. Il problema degli italiani 'e ben altro il rischio che io politici al governo possano bannare i cittadini per tappargli la bocca.
    • Antonella Rossi 11 mesi fa
      E se un giorno si scoprisse che sono i dittatori ad aver hanno bannato la Russia? Qual'è l'istituzione piu' antica del mondo che risiede sul pianeta? Ognuno è libero di delegare il suo libero arbitrio al proprio gurù se ancora non abbiamo consapevolezza delle nostre responsabilità.Felice 2017!
    • Gianfranco B. Utente certificato 11 mesi fa
      Brava Patti, una vera democratica. Tutti possono parlare, scrivere escluso quelli che non la pensano come te. Non dimenticare che qualsiasi censura è una bieca forma di dittatura. Talelbano
    • andrea a44 Utente certificato 11 mesi fa
      ma tu ci credi che i ruossi abbiano fregato i marigani internettando? ma non ci crede nisciuno dai.
  • Giorgio Vitali 11 mesi fa
    Stiamo attenti ragazzi, La Russia di Putin non è un angioletto. Critichiamo la nostra classe dirigente per la scarsa libertà d'informazione (77 posto), e poi prendiamo le difese di un paese che in quella classifica ci doppia? Non voglio certo difendere gli States e la CIA, ma non vorrei che cadessimo dalla padella alla brace.
    • Gianfranco B. Utente certificato 11 mesi fa
      Non voglio aprire una discussione su coloro che stilano queste classifiche sulla libertà di stampa. Sicuramente qualcuno li finanzia e non sono certo i lettori delusi dell'informazione. Su questi organi di valutazione e di analisi che, il più delle volte fanno capo a qualche gruppo d'interessi o di potere indotto, ho sempre avuto le mie riserve. Vedi le libere e indipendenti soc. di rating, che poi si beccano delle multe milionaria per aver operato scorrettamente. Purtroppo viviamo in un mondo dove la menzogna è enormemente superiore alla verità. Dove la verità viene fuori solo se conviene. Se ti aspetti che un presidente di una grande nazione, qualsiasi essa sia, possa essere un angioletto, devi cambiare pianeta. Dare addosso a Putin in modo pregiudiziale potrebbe essere un errore. Noi abbiamo avuto 20 anni di fascismo, ma l’americanismo, iniziato dal dopo guerra, non è mai finito, credimi, questo stato di cose ci ha pesantemente condizionato. Staremo a vedere l’evolversi degli eventi. Ciao Talelbano
  • Gianfranco B. Utente certificato 11 mesi fa
    Nessuna sorpresa sul contenuto dell’articolo. Magari sono sorpreso, nell’intuire che si possa credere, che l’utilizzi di questi mezzi/sistemi, siano di recente applicazione. Questi sistemi, in base agli strumenti disponibili dell’epoca, sono utilizzati, in tutto l’occidente, fin dai primi del 1800. con un unico fine: il controllo reale dei sistemi politi “democratici” nella loro alternanza. Naturalmente, l’alternanza non era mai decisa dagli elettori ma dai mezzi d’informazione che riuscivano a condizionare fortemente la pubblica opinione. Con l’avvento del Web questo condizionamento è andato, via via, scemando creando non pochi problemi al liberismo mondialista. Il veri liberisti o liberticidi, hanno sempre avuto, oltre i mezzi e il tempo, l’idee chiare sul come controllare i vari sistemi “democratici” contrariamente a comuni elettori che sono sempre stai in balia, ingabbiati, da ideologie, contrapposte, tanto da annullarne l’eventuale efficacia, dovendosi accontentare, di volta in volta, del meno peggio. Andando sempre peggio. In un recente post, dove si parlava di censura sul web.. molti sostenevano, ingenuamente, l’impossibilità di poterlo fare. I primi risultati sono già in essere. Inoltre informatevi bene, ma bene, su chi sono i proprietari e a chi fanno capo, i principali motori di ricerca e principali social. Poi, potremo riparlarne, con una visone più corretta e reale. Talelbano
  • Fabio 11 mesi fa
    Per essere realmente credibili e ottenere il plebiscito dovreste prelevare tutti i santa monica e iniziare a deportarli e torturati come ogni singolo zingaro della capitale. Solo così si otterrà la vera giustizia sociale.
  • Paolo Z. Utente certificato 11 mesi fa
    Non c'entra niente, ma quando si soglierà la neve in centro Italia, se sarà veloce, saranno cazzi acidi, tra inondazioni e frane... Paolo TV
    • Gianfranco B. Utente certificato 11 mesi fa
      Caro Paolo, dovresti sapere che non ci faccamo mancare niente. Talelbano
  • Taipan X Utente certificato 11 mesi fa
    Brexit,Trump,il "No" al referendum e il declino di tv/giornali dimostrano chiaramente che ormai la gente di un certo quoziente si informa solo ed esclusivamente su internet (il fatto che la gente sappia che l'ex scimmia Baracca Osama sia il capo dell'isis ne è una prova). Internet rappresenta la verità,la scomoda verità che vorrebbero censurare ma che mai riusciranno a farlo. Chiudono un sito e dopo mezz'ora eccone aperto un altro. Perdono solo tempo e fanno capire ancora di più alla gente quale sia la verità. Sono stupidi,basta guardare Pizzuttella :-) A proposito di Udo Ulfkotte,dite a Grillo di lasciare in maniera fissa la sua intervista in homepage.
  • stefano s. Utente certificato 11 mesi fa
    ottimo articolo, questi dovrebbero essere argomenti trattati pubblicamente per far prendere coscenza alla gente comune. GRAZIE
  • Paolo Ghiazza 11 mesi fa
    Grazie Manlio della diffusione di questa triste notizia,sperando che arricchisca il coraggio di molti giornalisti che possono fare la loro parte ad orientare l'informazione sulla via della Pace
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus