#IoDicoNo Treno Tour, il Comune di Bologna ci vieta le piazze

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Massimo Bugani

La tappa bolognese del nostro tour in treno per il NO al referendum costituzionale è in calendario per il 15 novembre.
Per quella data la disponibilità delle piazze del centro sarà fortemente limitata dall'allestimento del Cioccoshow che impegnerà piazza Maggiore, piazza Nettuno, piazza Re Enzo e piazza Galvani. Vista la situazione eccezionale, avevamo chiesto piazza Santo Stefano o piazza XX Settembre, ma ci hanno detto di “no”.

Il responso è arrivato oggi dalla segreteria generale del Comune. Ci hanno spiegato di aver fatto tutte le verifiche con la Questura e non c'è niente da fare. Come spazi disponibili per i comizi restano dunque disponibili due piazze distanti dal centro, piazza dell'Unità e piazzale Jacchia: ma la prima è troppo piccola e la seconda è una soluzione non adeguata, visto che l'iniziativa è prevista alle 20.30 e la cosa mal si coniugherebbe con il contesto dei Giardini Margherita.

Sono impegnate alcune piazze per via del cioccoshow e il Comune ci spinge verso l'esilio. Non vorrei che ci fosse un preciso disegno atto a non dare visibilità al nostro evento e a una forza politica in grado di portare moltissime persone nelle piazze per il NO al referendum.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus