Euro o Democrazia?

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

nazi_euro.jpg

Clive Crook su Bloomberg View punta il dito contro il vuoto democratico delle istituzioni europee (un vuoto in parte previsto e progettato fin dall’inizio). Per quanto ci venga concessa l’impressione di una qualche "rappresentanza" a livello europeo, di fatto non esiste alcuna dialettica governo-opposizione. La più grave contraddizione è che mentre la sopravvivenza della moneta unica richiederebbe "più Europa", questo "più Europa" significherebbe solo allargare ulteriormente un vuoto democratico già insostenibile.

di Clive Crook, 11 marzo 2015

"Questa settimana la Banca Centrale Europea ha iniziato l’acquisto di titoli previsto dal nuovo programma di Quantitative Easing (QE). Lo scorso giovedì il presidente Mario Draghi aveva dichiarato che era iniziata una forte ripresa dell’area euro, addirittura prima che la politica del QE fosse stata effettivamente avviata. L’annuncio, fatto a gennaio, che ci sarebbe stato un QE sarebbe stato sufficiente a risollevare gli spiriti e a far muovere l’economia, ha detto Draghi. Draghi potrebbe ragionevolmente affermare di essere l’uomo politico più influente d’Europa. E se credete nella democrazia questo è un problema. La Federal Reserve statunitense ha molta indipendenza operativa, ma è responsabile di fronte all’elettorato americano attraverso il suo vincolo di dover riferire le proprie decisioni al Congresso. Inoltre, essa percepisce e deve rispondere alla pressione esercitata dall’opinione pubblica statunitense. Il legame tra la BCE e i cittadini dei paesi dell’eurozona è invece decisamente più distante. La sua posizione è europea nella quintessenza — ed è un aspetto illuminante del ben noto “deficit democratico” dell’Europa. Questa ampia mancanza di controllo democratico, assieme allo stress economico indotto dall’eurosistema, potrebbe alla fine distruggere l’intero progetto europeo.

Il deficit democratico
Il deficit democratico non è un prodotto involontario dell’integrazione europea. Fin dall’inizio le élite politiche europee hanno portato avanti le loro ambizioni sull’Unione Europea pur di fronte a un diffuso scetticismo popolare, quando non addirittura a un’aperta ostilità. Certe pose di legittimità democratica sono sì state offerte, ma l’obiettivo stabilmente perseguito è stato quello di allontanare la presa di decisioni dal processo politico. Questa soppressione della democrazia veniva vista come una cosa di per sé positiva: meno si coinvolge l’elettorato, migliore sarà il risultato.
In linea di principio quell’idea era giustificabile. Tuttavia quando è arrivato l’euro — il progetto europeo più ambizioso e meno voluto — i risultati non hanno giocato a favore. La moneta unica europea è stata una catastrofe. Ha aggravato e prolungato la recessione. Le nuove previsioni ottimistiche della BCE parlano di una crescita dell’1,5 percento nel 2015. Certo è una previsione positiva secondo gli standard degli ultimi sette anni, ma non secondo qualsiasi altro standard. Ancora per il 2017 la disoccupazione prevista è di poco sotto il 10 percento — e in alcuni dei paesi più colpiti dalla crisi sarà comunque il doppio di quella cifra. Il deficit democratico è qualcosa che i cittadini europei sembrano sempre meno disposti a tollerare — e il fallimento del progetto euro non è l’unica ragione. La rabbia sta crescendo perché il deficit democratico si è rivelato addirittura maggiore di quanto fosse stato previsto dagli stessi architetti di questo sistema.

Cosa doveva essere l'Ue
L’Unione Europea era destinata ad essere organizzata in un modo particolare se non unico. L’idea era quella di farne, per un prossimo futuro, "né una cosa né l’altra" — né un’unione federale sul modello degli USA, né una confederazione di Stati pienamente sovrani, ma qualcosa a metà. Ci sarebbe stato un livello di governo europeo, con un forte braccio esecutivo: la Commissione Europea. Un Parlamento Europeo eletto avrebbe poi lavorato in accordo con dei governi nazionali semi-sovrani al fine di fornire un controllo democratico. I poteri del Parlamento sono stati un po’ aumentati nel corso degli anni ma, a confronto con la maggior parte delle legislazioni nazionali, rimangono insignificanti, e non interessano molto agli elettori. Questo era previsto. Ciò che non era previsto è la sempre più perversa divisione di competenze civiche tra il Parlamento Europeo da una parte e i parlamenti nazionali dall’altra.

A che servono le elezioni?
In linea di principio vi aspettereste che le elezioni del Parlamento Europeo aprano un’arena di dibattito sulle politiche economiche dell’Europa, mentre le elezioni nazionali dovrebbero sorvegliare l’evolvere delle relazioni costituzionali tra ciascun paese e l’UE. All’apparenza, in modo appropriato si abbinerebbe appropriatamente ciascun problema alle relative competenze. Fino a poco tempo fa però è accaduto l’opposto. Nel complesso, le elezioni a livello europeo erano centrate sul futuro delle istituzioni europee — un punto sul quale però il Parlamento Europeo ha poca voce in capitolo. Nel frattempo, le politiche economiche a livello europeo sono state contestate prevalentemente ad un livello nazionale — ad un livello al quale, similmente, chi legifera è molto vincolato.

Come dice Peter Mair in “Governare il Vuoto: Lo Svuotamento della Democrazia Occidentale":

Il risultato è semplice. Le opzioni da entrambi i lati diventano sempre più irrilevanti rispetto ai risultati del sistema, e il comportamento e le preferenze dei cittadini non costituiscono quasi più né un vincolo formale né un mandato per quelli che prendono le decisioni che contano. Le decisioni possono essere prese dalle élite politiche più o meno a mani libere.

Questo allargamento del deficit democratico esiste pertanto a due livelli: a livello europeo e a livello nazionale. Non è solo questione di mancanza di controllo nell’UE. I parlamenti nazionali hanno di fatto ulteriormente ridotto i propri poteri lasciando cadere le questioni di costituzionalità, e si sono impegnati più energicamente negli ambiti dove le loro competenze sono state ridotte. Si potrebbe dire che abbiano puntato sulle proprie debolezze.

Mair ne trae un’ulteriore implicazione:

Ci viene concesso il diritto di partecipare a livello europeo, anche se potremmo voler decidere di avvalerci meno frequentemente di tale diritto; e ci viene concesso il diritto di essere rappresentati in Europa, anche se a volte è difficile capire quando e come funzioni questa rappresentanza. Eppure non ci viene concesso il diritto di organizzare un’opposizione all’interno dell’ordinamento politico europeo. Non c’è una dialettica governo-opposizione a tale livello. Sappiamo che quando non è consentita un’opposizione all’interno di un ordinamento politico, ciò porta probabilmente a: (a) l’eliminazione di qualsiasi opposizione significativa, o a una sottomissione più o meno totale, o (b) alla mobilitazione di un’opposizione di principio contro quello stesso ordinamento politico — cioè all’opposizione anti-europea e all’euroscetticismo.

L’aggiustamento del sistema della moneta unica richiede più Europa — vale a dire un allargamento del livello di governo europeo. Senza un ripensamento radicale, il “più Europa” non farà che allargare ulteriormente l’insostenibile deficit democratico dell’UE. Qui risiede la contraddizione fatale che l’amministrazione europea non è nemmeno in grado di guardare in faccia, figurarsi di risolvere. Se volete il mio parere, i festeggiamenti di Draghi sono stati un po’ prematuri".

Fonte: Vocidall'estero

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • jean paul marat 2 anni fa mostra
    io ti rispondo, non è il blog che ha stufato, è la politica in senso ampio che ha rotto la scatole quella POLITICA CHE PROMETTE QUELLO CHE NON PUO' MANTENERE mi permetto di dire la mia su un disagio che è comune più di quanto si pensi non è la sovranità monetaria che è stata ceduta ma la sovranità in senso più ampio e ogni tentativo in quella direzione, vedi il greco, è destinato alla remissione come fosse una malattia.. sbagliato puntare sull'euro e l'europa come avversario, è una strategia di breve termine, senza sbocco concreto e ci farà perdere molti consensi, alla grande, con tanto di scuse finali per non avere combinato nulla di buono.
  • giovanni f. vicino Caserta 2 anni fa
    Che tristezza e che delirio vedere fiorire tanti partitucoli politici ogni volta che si profila un evento elettorale.per me non servono a niente dal punto di vista politico. servono solo a dissolvere il voto di coloro che avrebbero o non votato o votato vomitando il solito partito di potere. Landini ha fondato questo coso, inutilmente, visto che riteneva che la politica non fosse cosa sua. un partito non partito, ma guarda un pò. un partito per coloro che vogliono protestare contro un sistema, ma guarda un pò. insomma uno sbiadito copia incolla del Movimento 5 Stelle. ma se esiste già, che ca22o lo fai a fare. aaaaaaaaaahhh già, forse qualcuno gli ha suggerito di essere alternativo al M5S , ma carissimo Landini, perchè non ti unisci a noi? ...o speri solo di sottrarci voti come fa la stampella del pd? bisogna mangiare molto pane per arrivare al 25%... Stai Sereno .
    • Giovanni f. 2 anni fa
      La faccia ce l'abbiamo sempre messa , il culo, DICO CULO, mai. Sarebbe quello che avete dato voi a berluscone da sempre. Marat , ceruttocà.
    • jean paul marat 2 anni fa mostra
      è stata da me richiesta una precisazione importante sull'inps vedete di rispondere visto che tutto cade dall'alto a volte sbaglio anch'io, posso avere letto male e di fretta precisate, grazie
    • jean paul marat 2 anni fa mostra
      il bello è che ci mettete anche la faccia scemi senza appello, definitivi manco la caritas vi piglia
    • jean paul marat 2 anni fa mostra
      già vi vedo, non v'è riuscito il blog del quartierino vi farete un movimento pret a porter
    • jean paul marat 2 anni fa mostra
      io non amo le critiche e soprattutto non amo fare come i gamberi FACCE DI CA@@O !!!
    • jean paul marat 2 anni fa mostra
      è tutto chiaro, ci sono domande ?
    • jean paul marat 2 anni fa
      ce la metterete voi la faccia e dico FACCIA, per perdere consenso
    • jean paul marat 2 anni fa mostra
      fino a quando non vedrò le condizioni per arrivare almeno al 25, meglio il 26%, la musica sarà questa
    • jean paul marat 2 anni fa mostra
      tu fai come vuoi ma io la faccia per meno del 25% non ce la metto
    • giovanni f. vicino Caserta 2 anni fa
      25% lo ha preso il M5S alle ultime politiche. E' stato qui o su marte? o 25 Natale?
    • 25 ? 2 anni fa
      il 25% ?
  • jean paul marat 2 anni fa mostra
    il titolo forse non era esattamente quello avrò letto male io se gli addetti mi dicono cosa, allora, li ringrazio
  • jean paul marat 2 anni fa mostra
    piuttosto un cosa più importante di landini su questo blog giorni fa è stata è stata data pubblicità alla notizia " il movimento 5 stelle blocca l'aumento dei contributi inps per la gestione separata" qualcosa non va perchè l'inps con circolare del 05/02/2015 dirama quanto segue: Liberi professionisti e Collaboratori Aliquote Soggetti non assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie 30,72% (30 IVS + 0,72 aliquota aggiuntiva) Soggetti titolari di pensione (diretta e indiretta) o assicurati presso altre forme previdenziali obbligatorie 23,50% forse qualcosa non va nella comunicazione cercate pure su gogol ma restano queste le aliquote se non date loro la diffusione necessaria.. saluto
  • jean paul marat 2 anni fa mostra
    landini sta perdendo iscritti come tutta la cgil e cerca l'alleanza con i movimenti come stampella alla sua politica di relazioni industriali fallimentare che ignora il problema di uno stato che è socio di maggioranza di ogni azienda metalmeccanica e non solo ma DI TUTTE ma a landini questo non interessa, preferisce chiagnere e fottere contro i soci di minoranza e intanto la sua pensione a carico nostro per il 100% corre nemmeno lo vedo e se proprio devo lo voglio vedere da lontano
  • ridoacrepapelle 2 anni fa mostra
    DOPO AVER PERSO VAGONATE DI ATTIVISTI ORA I VOSTRI EROI PUNTANO AD INCANTARE LA GENTE CHE GUARDA SOLO ESCLUSIVAMENTE LA TV?
  • ridoacrepapelle 2 anni fa mostra
    FACCIAMO UN RESOCONTO PERCHE' HO PERSO IL FILO LOGICO MI SONO PERSO IL NUMERO DI VOLTE DOVE BEPPE GRILLO AVVERTIVA DI UN IMMINENTE DEFAULT PER L'ITALIA: PROBABILMENTE MI SONO PERSO IL MESE E L'ANNO IN CUI DOVEVA VERIFICARSI TALE EVENTO VISTO CHE SI E' ACCOMODATO CON LA SUA CREATURA ALLA CORTE DI RENZI ALMENO SINO AL 2018! NON SO PIU' CONTARE I POSTI DI LAVORO PERSI DALLE DIMISSIONI DI BERLUSCONI, PASSANDO PER MONTI, LETTA E RENZI ELETTI DA NESSUNO, COMPRESO IL PARADOSSALE "I CONTI TORNANO" NONOSTANTE L'ITALIA SIA STATA TRAVOLTA DA UNA DEVASTAZIONE DEL PROPRIO TESSUTO ECONOMICO! NON OSO IMMAGINARE IL NUMERO DEGLI ITALIANI SULL'ORLO DELLA POVERTA' E NELL'INDIGENZA, LO SPAVENTOSO NUMERO DI GIOVANI CHE NON TROVERANNO LAVORO E QUELLI CHE NON HANNO NEMMENO VOGLIA DI TROVARSELO IN QUANTO CRESCIUTI DA DELINQUENTI SMIDOLLATI! NON PARLIAMO DELLA QUESTIONE SICUREZZA, DERISA DA GIOVANI COMUNISTRONZI E GRULLINI CHE NON PENSANO A QUANDO SARANNO LORO GLI ANZIANI PESTATI, DERUBATI O AMMAZZATI IN QUESTO PAESE, DOVE FRA 40 ANNI SARANNO I FIGLI DELLA FECCIA D'OGGI A SPIEGARGLI CHI COMANDA! A FRONTE DI TUTTO QUESTO ABBIAMO GENTE AL GOVERNO CHE PENSA PER I CAZZI PROPRI, PER LE LOBBIES DI POTERE, VOTANO A COMANDO, IN TV DICONO DI AVERE FATTO L'ESATTO CONTRARIO E IL BENE DEL PAESE. ABBIAMO UNA FINTA OPPOSIZIONE CHE PER PRENDERE I PROSSSIMI VOTI ALLE COMUNALI VA IN GIRO A RACCONTARE CHE IL PD E' PEGGIO DI FI, MA IN REALTA' E' UN CONTINUO RINCORRERSI E APRIRSI AI PIDDINI. MI CHIEDO SOLO UNA COSA: ESISTE UN LIMITE DOVE LA REAZIONE NON SARA' L'ENNESIMA CREAZIONE DI UN PARTITO CHE ANASTETIZZA LA RABBIA E NE GESTISCE LE REAZIONI?
  • ridoacrepapelle 2 anni fa mostra
    DELLA SERIE CE L'HO CON SALVINI Movimento 5 stelle Roma - 878 Quali ? li togli dai campi e li metti in appartamenti? con il problema casa che riguarda milioni di italiani? vedrai come premieranno i nuovi statisti m5s di se stessi e con salvini che esplode ... Non hanno null'altro da fare? Sandra Elizabeth Yaguana E allora lasciamoli nei campi e continuiamo a spendere 24mil di euro l'anno, continuiamo a permettere i roghi prodotti grazie alla difficoltà dei controlli in luoghi che diventano pericolosi con tanta gente insieme che ha lo stesso scopo. DATI DI FATTO NESSUN ITALIANO VUOLE UNA CAROVANA DI ROM NEI CONDOMINI POPOLARI, E NEMMENO VICINI DI CASA IN UN QUARTIERE RESIDENZIALE FARNE DI NUOVI O RISERVARNE DI VECCHI SOLO PER LORO, SI CREANO FEUDI IMPENETRABILI E FUORI DA OGNI CONTROLLO DELLE NOSTRE FORZE DELL'ORDINE SOLUZIONE: 150.000 EURO/FAMILIA + FOGLIO DI VIA
    • 3pabblo 2 anni fa mostra
      foglio di via? da wiki ""Suddivisioni e presenza in Italia In Italia la popolazione zingara nel 2007 ammontava a circa 200.000 persone, di etnia rom e sinti.[25] Altre fonti parlano di 130/150 000 presenze[26], di questi i Rom propriamente detti, di antico insediamento, sarebbero 45.000, di cui circa l'80% è cittadino italiano e il 20% è costituito da rom provenienti dai paesi dell'Est Europa.[27]"" molti son cittadini italiani. come fai?
  • ridoacrepapelle 2 anni fa mostra
    PAPA FRANCESCO SE QUALCUNO DICE UNA PAROLACCIA CONTRO LA MIA MAMMA, È NORMALE CHE SI ASPETTI UN PUGNO” Pakistan, attacco alle chiese Almeno 15 morti, 48 feriti Il Papa: "Basta persecuzioni" ++++++++ ALLA FACCIA DELLE REAZIONI A SECONDA DEL PESO! A FORZA DI PERSEVERARE NELL'ESSERE CODARDI, IN QUEI LUOGHI DOVE SONO PERSEGUITATI, RIMARRAI SENZA CRISTIANI: BUON ARROSTO DI CRISTIANI!
  • ridoacrepapelle 2 anni fa mostra
    Movimento 5 stelle Roma - 878 Ridicolo ; dopo il fotti e chiagni come complotto contro Nogarin....si al PORTO Ma sappiamo chi è il sindaco ....un po filo PD . L'astensione ricorda la DC Livorno, dietrofront Nogarin: sì al piano Pd per il porto. Ma M5S si astiene +++ COMMENTI Davide Fambrini Prendere un articolo del fatto e usarlo come il vangelo.. caro 878 5 anni fa non lo avresti mai fatto..ok che vi hanno silurato..ma attenzione..spargere disinformazione per informazione..è contrario ai principi che avete sempre difeso.. il porto sarebbe stato fatto comunque dalla regione..a differenza che il comune di Livorno ora potrà intervenire su vari e importanti aspetti..e che le firme di accordi precedenti si ripercuotono ORA su chi non può far nulla.. Come andava di moda dire.. informatevi!! Movimento 5 stelle Roma - 878 Informati te , se non hai la lingua consumata ormai. IL porto era stato presentato come boicottaggio di Nogarin fortemente contrario + postone in difesa della stessa vittima sul blog ..... IL risultato , ATTESO , è il voltafaccia di Nogarin e il compromesso ridicolo dell'astensione. IL fatto che l'avrebbero fatto lo stesso è una patetica difesa . Quindi votiamo la TAV , tanto la fanno lo stesso , il job act tanto lo fanno lo stesso , riforma scuola e qualunque cosa piddina. Chiediti piuttosto con quali voti Nogarin è stato eletto..... UNO DEI TANTI MOTIVI PER I QUALI SIETE STATI "MONTEFUSCOALLONTANATI" E' PERCHE' AVETE UNA "MEMORIA DI FERRO"! NON GLIENE FREGA PIU' NULLA DEL FATTO CHE LA RETE HA MEMORIA E CHE IN RETE NON PUOI MENTIRE: SONO PARTICOLARI GIA' ASFALTATI!
  • ridoacrepapelle 2 anni fa mostra
    Di Pietro si candida sindaco a Milano: “Chiedo a Grillo di sostenermi” L’ex leader dell’Italia dei Valori: “Io avvocato di Casaleggio? I clienti sono sempre riservati” http://www.lastampa.it/2015/03/15/italia/politica/di-pietro-sindaco-a-milano-chiedo-a-grillo-di-sostenermi-nSRAqiIZAjwex9HjMTmQDM/pagina.html
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus