Giornali, fate pace con voi stessi

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

giornalisti_m5s.jpg

immagine: vignetta di elchicotriste

"Candidiamo incensurati
"siete i soliti puristi"
Candidiamo studenti
"candidate disoccupati"
Candidiamo imprenditori
"candidate gente che ha società" (come se fosse un'accusa)
I nostri eletti rispettano le regole
"sono rigidi"
I nostri eletti non rispettano le regole e vengono cacciati
"nazisti"
I nostri eletti vengono indagati
"come gli altri"
Fino a che non li cacciamo
"sono come gli altri"
Cacciamo quelli che vengono condannati
"nazisti"
Ci opponiamo alla mafia, ai partiti e alle lobby
"sanno solo dire di NO"
Passiamo il tempo a stendere decreti per il popolo
"sanno solo scrivere leggine, ma la politica è un altra"
Difendiamo la Costituzione a costo della nostra vita
"sanno solo salire sul tetto"
Stiamo in parlamento fino a mezzanotte
"occupate le istituzioni"
Stiamo in Parlamento più degli altri
"non siete tra la gente"
Facciamo continui agorà in piazza per informare
"il vostro posto è il Parlamento"
Vogliamo restituire i soldi
"impossibile, non si può"
Inventiamo un modo per restituire i soldi
"populisti"
Restituiamo i soildi
"i problemi del Paese sono altri"
Beppe è a Roma
"perchè non è a Genova"
Beppe va a Genova
"perchè non è a Roma"
Beppe dona
"così son capaci tutti"
Beppe sbadila
"vuol solo farsi una foto"
Beppe li manda a fanculo
"è volgare"
Sì, è volgare. E lo siamo tutti."
Gabriele Betti

PS: Il MoVimento 5 Stelle ritira la candidatura di Fernanda Rombolà dalle elezioni regionali del prossimo 23 Novembre in Calabria.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Nando Meliconi (in arte "l'americano") Utente certificato 3 anni fa
    GIORNALI, FATE PACE CON VOI STESSI. Pensavate che sarebbero stati zitti e buoni mentre li condannavamo all'estinzione? La rete non gli è mai andata giù, siamo sempre stati indigesti alla stampa nazionale, la nostra prima battaglia è stata lo stop al finanziamento pubblico ai giornali! Dalla rete abbiamo iniziato a informarci in modo autonomo e approfondito sulla realtà dei fatti. La stampa nazionale ha fatto fin da subito fronte comune contro di noi, il Blog è stato da subito bersagliato. Oggi assistiamo a attacchi sempre più duri e senza esclusione di colpi, perchè siamo riusciti a arrivare dentro le istituzioni. La compagine politica italiana e l'informazione, adesso sono un corpo unico contro i cittadini che voglio riappropriarsi della loro Italia. Io di questi continui attacchi non sono stupito neanche per niente, ci hanno sempre attaccato e denigrato, era ovvio che ora, ora che gli siamo levando le poltrone da sotto il cxlo, avessero una reazione simile, anzi, aspettatevi di peggio! Il M5S non sta solo "disturbando" la supremazia politica dei partiti, il M5S sta "toccando" interessi per miliardi di euro che questa banda di lestofanti sta sottraendo alla popolazione italica. Scusate, ma io mi preoccuperei di più della nostra di comunicazione, di come raggiungere più gente possibile e di come portare le nostre azioni all'attenzione di tutti. Noi abbiamo buttato giù i recinti dei loro orticelli(su terrerno demaniale), gli stiamo togliendo grosse fette di potere e reddito. Se ci scandalizziamo di questi attacchi, cosa pensate ci arriverà addosso quando le nostre azioni saranno più incisive? I GIORNALI NON DEVONO FARE LA PACE CON LORO STESSI, I GIORNALI DEVO DIFENDERE IL FORTINO DALL'ATTACCO DEGLI INDIANI! Arrivederci e grazie. Nando da Roma.
    • bruno p. Utente certificato 3 anni fa
      Si Nando loro stanno resistendo agli attacchi dei cittadini che vogliono riappropriarsi delle LORO istituzioni. Loro,poerelli,si difendono.
    • Giacomo B. Utente certificato 3 anni fa
      E' tutto dettagliatamente descritto ne "Il ritorno del Principe" di L. Saverio e R. Scarpinato.
  • manuela bellandi Utente certificato 3 anni fa
    Io confesso di Marco Travaglio Da il Fatto Quotidiano del 18 ottobre 2014 Mi scuso. Mi scuso anzitutto con il supremo governatore Claudio Burlando per aver proditoriamente insinuato che il politico più potente di Genova e della Liguria da 30 anni sia lui, mentre tutti sanno che sono io. Mi scuso per aver affermato che è stato, nell’or - dine: assessore, vicesindaco e sindaco di Genova, poi ministro dei Trasporti, infine governatore della Liguria, mentre avrei dovuto ammettere che tutte quelle cariche le ho ricoperte io. Mi scuso per avergli attribuito ingiustamente la cementificazione della sua città e della sua regione, il piano casa tutto cemento, l’imboscamento di 8 dei 10 milioni stanziati dallo Stato per l’al - luvione del 2010, la piastra di cemento per parcheggi costruita a monte del torrente Fereggiano, il mega-centro commerciale per 5 mila persone in una zona definita dal suo stesso assessore “a rischio di alluvioni”dopo la tragedia del 2011, i porticcioli turistici per impreziosire la costa in tandem col grande Scajola, il blocco dei lavori sul torrente Bisagno non per colpa dell’ex sindaco Sansa né del Tar, ma dalla Regione che non ha fatto nulla dal 2012, mentre è universalmente noto che tutte quelle brutte cose le ho fatte tutte io. Mi scuso per non aver saputo rispondere in merito all’eventuale deviazione del Fereggiano, come sarebbe stato mio dovere in qualità di ex assessore, ex sindaco, ex ministro,ora governatore. Mi scuso per aver difeso il buon governo del territorio dell’ex sindaco Adriano Sansa, che anzi deve vergognarsi per aver investito decine di miliardi di lire nel piano di bacino per fiumi e torrenti, per aver risparmiato alla sua città alluvioni per ben 17 anni e soprattutto per non aver ricevuto avvisi di garanzia né mandati di cattura per sé e per la sua giunta. continua ↓
    • manuela bellandi Utente certificato 3 anni fa
      Mi scuso per aver detto che i due vicepresidenti e l’assessore all’Urbanistica della giunta Burlando, tutti arrestati, li ha scelti Burlando, mentre è arcinoto che li ho nominati io. Mi scuso per aver rifiutato di prendere lezioni da un così insigne statista: soprattutto di scuola guida (chi mi conosce sa che ne avrei bisogno, essendo io solito imboccare autostrade e superstrade in contromano e poi esibire alla polizia il tesserino parlamentare, peraltro scaduto). Mi scuso con uno degli angeli del fango in studio per aver io tentato di negare l’evidenza: cioè che a governare Genova e la Liguria sono io, talvolta spalleggiato occultamente dall’altro colpevole: Grillo. Ma mi han subito sgamato, così non mi voteranno più e potranno alfine riporre le pale. Mi scuso, sempre con il nostro caro angelo, per aver negato di aver detto ciò che non avevo detto: e cioè che per evitare le alluvioni basti ripulire un torrente dai rami e dai detriti.
    • manuela bellandi Utente certificato 3 anni fa
      Mi scuso, ancora con i nostri cari angeli, per aver interrotto il loro idillio con l’incolpevole Burlando che annuiva ed elogiava il loro buonsenso, ampiamente ricambiato, in un commovente minuetto contro il responsabile di tutte le cementificazioni e le alluvioni dagli anni 30 a oggi: il sottoscritto, con la partecipazione straordinaria di Mussolini e dell’architetto Piacentini. Mi scuso, con un altro angelo del fango, per non aver capito in che senso chi fa opposizione in Comune, in Regione e in Parlamento e non ha mai governato né a Genova, né in Liguria, né in Italia, avrebbe le stesse responsabilità di chi governa da sempre a Genova, in Liguria e in Italia. Mi scuso, stavolta con la Nazione intera, per non aver colto il nesso inscindibile fra lo spalare fango e lo sparare nel mucchio. Mi scuso, con la Democrazia tutta, per aver colto la differenza tra l’insulto e la critica, tra il lasciar parlare e il lasciar mentire. Mi scuso, con chicche e ssia, per non esser nato foca ammaestrata che canta o tace al fischio del domatore. Mi scuso, con tutti, per aver abbandonato lo studio di Servizio Pubblico proprio quando stavano per convincermi: ancora dieci secondi, e avrei confessato che l’alluvione l’ho fatta io. Il fango c’est moi.
  • Danila R. Utente certificato 3 anni fa
    Provoca-azzione??:D D ( vale anche per i giornalisti neh!) Sottotitolo Che cos'è la destra che cos'è la sinistra cosa siamo noi? Bisogna restaurare l’odio di classe. Perché loro ci odiano, dobbiamo ricambiare. Loro sono i capitalisti, noi siamo i proletari del mondo d’oggi: non più gli operai di Marx o i contadini di Mao, ma “tutti coloro che lavorano per un capitalista, chi in qualche modo sta dove c’è un capitalista che sfrutta il suo lavoro”. A me sta a cuore un punto. Vedo che oggi si rinuncia a parlare di proletariato. Credo invece che non c’è nulla da vergognarsi a riproporre la questione. E’ il segreto di pulcinella: il proletariato esiste. E’ un male che la coscienza di classe sia lasciata alla destra mentre la sinistra via via si sproletarizza. Bisogna invece restaurare l’odio di classe, perché loro ci odiano e noi dobbiamo ricambiare. Loro fanno la lotta di classe, perché chi lavora non deve farla proprio in una fase in cui la merce dell’uomo è la più deprezzata e svenduta in assoluto? Recuperare la coscienza di una classe del proletariato di oggi, è essenziale. E importante riaffermare l’esistenza del proletariato. Oggi i proletari sono pure gli ingegneri, i laureati, i lavoratori precari, i pensionati. Poi c’è il sottoproletariato, che ha problemi di sopravvivenza e al quale la destra propone con successo un libro dei sogni. Edoardo Sanguineti
    • Arjuna Utente certificato 3 anni fa
      sfruttatori/sfruttati magnaccia/mignotte padroni/schiavi mmmm...sicura che nelle opposizioni vis sia equilibrio? ------------------ p.s. detesto dalla nascita la parola "proletariato", è figlia di vecchie concezioni.
    • Danila R. Utente certificato 3 anni fa
      C'era una volta e adesso più o meno non c'è!:) ^.^
    • Monica R. Utente certificato 3 anni fa
      Capitalismo/Proletariato Senatus/Populus que romanus Destra/Sinistra Yin/yan Don Camillo/Peppone :) Dove c'è conflitto c'è equilibrio. Ciao stellassa
  • Paolo M5S Utente certificato 3 anni fa
    Da 3 anni non compro un giornale, adesso non guardo nemmeno i tg, raccontano falsità.
    • Paoloq Z. Utente certificato 3 anni fa
      ma se non li leggi/ascolti, come puoi dire che dicono falsità? Paolo TV
  • Matteo Pietri Utente certificato 3 anni fa
    Servizio pubblico per me si è suicidato. Spero che Travaglio abbandoni definitivamente Santoro così sparisce anche questo, che ormai è inguardabile
    • gabriele 3 anni fa
      sono daccordo con te
    • gaetano frassica Utente certificato 3 anni fa
      Sono pienamente d'accordo BRAVO!
  • Luca M. Utente certificato 3 anni fa
    e ancora c'è chi vota pd,sel e cose simili!ancora!!ma è pazzesco!!!!!ci possono torturare e li votano ancora!!
  • marioz o. Utente certificato 3 anni fa
    Sostengo in tutto e per tutto la posizione di Grillo aggredito da agenti del cominform piddino travestiti da spalatori, schierati nel museo del fratello del sindaco. Una trappola orchestrata anche in maniera grossolana: l'hanno capito tutti che era una trappola di agenti provocatori. bene ha fatto Grillo a rispondergli per le rime. Rovesciare quella banda di mafiosi e delinquenti sarà opera ardua. Purtroppo finiremo come in grecia, perderemo case, lavoro, quattro rispermi messi da parte con tanti sacrifici. Ma solo così, quando sasremo arrivati in fondo al pozzo la gente troverà la forza per scrollarsi di dosso questi parassiti sanguisughe. Condivido ogni punto e inziativa del movimento, avanti così fino alla vittoria finale !
    • aln air Utente certificato 3 anni fa
      concordo su tutto parola per parola :)
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus