Passaparola: Gli imprenditori che si ribellano alla mafia, di Enrico Colajanni

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.


La mafia si può sconfiggere. Con coraggio, Onestà e collaborazione delle amministrazioni locali. Il Passaparola di oggi è di Enrico Colajanni, presidente e uno dei promotori dell'associazione antiracket "LiberoFuturo", nata a Palermo nel 2007.

"Sono il presidente dell'associazione Libero Futuro, mi chiamo Enrico Colajanni, da 10 anni mi occupo di antiracket nel tempo libero, ma è sempre più a tempo pieno perché il lavoro e' diventato tantissimo.

Assistenza agli imprenditori
Abbiamo assistito oltre 300 imprenditori a Palermo senato sia nella fase della denuncia che nella fase del processo, e poi nel percorso successivo del ritorno alla normalità.
E' un lavoro che ha dato grandi risultati a Palermo, abbiamo una certa difficoltà a estenderlo nel resto della Sicilia occidentale però, a Castelvetrano, Castellammare, Partinico, a Termini Imerese, e anche a Bagheria abbiamo costruito delle piccole realtà e si sta iniziando un percorso simile a quello di Palermo, di ribellione degli imprenditori e di affiancamento degli imprenditori antiracket. Assistere gli imprenditori è una bella impresa, è difficile, ci sono mille difficoltà soprattutto in quei settori in cui la mafia riesce a controllare sia il territorio che l'economia, penso all'edilizia, al movimento terra, per un imprenditore che denuncia diventa molto difficile lavorare, e assisterlo per farlo tornare a una condizione normale di vita, è abbastanza complesso e impegnativo.

Amministrazioni locali colluse

Una delle difficoltà più grosse che troviamo nella fase post-denuncia è con le amministrazioni pubbliche, in particolare con le amministrazioni locali, che non sempre sono a fianco, si schierano al fianco di imprenditori, anzi molto spesso sono colluse, basta pensare a quante amministrazioni vengono commissariate per questi motivi.
Essendo ostili possono creare enormi difficoltà all'imprenditore che ha denunciato. Noi abbiamo degli esempi eclatanti a Villabate, di imprenditori che hanno avuto gravi danni dalle amministrazioni comunali,o in altri casi abbiamo avuto gravi danni dalle banche. E' un lavoro arduo ma organizzandosi e pressandosi può riuscire a capovolgere questa tendenza e soprattutto si può riuscire a isolare i politici, gli amministratori locali che sono collusi e ostili.

Amministrazioni contro la mafia
Quando invece troviamo un'amministrazione che sostiene gli imprenditori, per noi diventa tutto molto più facile, naturalmente nel rispetto delle norme e della trasparenza, non ostacolare gli imprenditori che hanno denunciato anzi appoggiarli, possibilmente creare delle corsie preferenziali nei loro confronti ,offrirvi assistenza, creare gli sportelli magari con l'aiuto delle nostre associazioni e molto molto importante dà un grande sostegno agli imprenditori e facilita e li incoraggia molto nella denuncia. Abbiamoin questo senso alcune esperienze positive, le abbiamo fatte a Partinico, e in particolare la stiamo facendo a Bagheria con ottimi risultati e speriamo presto anche di potere realizzare in collaborazione con l'amministrazione un servizio di sportello agli imprenditori anche perché lì esistono tantissimi quelli che hanno collaborato, tantissimi quelli coinvolti e che hanno bisogno d'aiuto.
Diciamo bisogna capire che il ruolo delle amministrazioni locali può essere fondamentale nel bene o nel male,noi siamo pronti a collaborare con tutti quelli che vogliono affiancare gli imprenditori che denunciano e che si liberano dal racket.

L'esperienza a Bagheria
L'esperienza fatta a Bagheria mi ha fatto pensare, io sono possibilmente un po' un inguaribile ottimista, ha fatto pensare che se devo immaginare la fine alla mafia, beh la situazione che si è realizzata in questi ultimi due anni a Bagheria è probabilmente lo scenario ottimale. C'è stato un grande, un concorso di varie forze, un impegno delle forze dell'ordine, della magistratura, la collaborazione di molti pentiti, e alla fine la decisione di molti imprenditori di collaborare. Questo questo mix ha creato un effetto di grande cambiamento, che si è anche riverberato sulla politica, sulle elezioni comunali come abbiamo visto con grandi risultati. E' una situazione esemplare e non è da oggi, basta pensare ai numeri: più di 50 imprenditori credo si siano già costituiti nei vari processi che sono in corso, e speriamo bene che nel del futuro molti altri decidono di denunciare, di collaborare con le forze dell'ordine e poi di costituirsi parte civile per uscire da questo fenomeno. Enrico Colajanni, presidente dell'associazione antiracket "LiberoFuturo"

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Patty Ghera Utente certificato 2 anni fa
    L'albero di Natale lo ficcherei volentieri alla frignero, dal puntale, sapete dove?
    • andrea a44 Utente certificato 2 anni fa
      SE NON CI DAI QUALCHE INDIZIO AI VOGLIA A PENSARE.
    • specialdariafrancia .. Utente certificato 2 anni fa mostra
      Il tuo linguaggio ti qualifica click
    • harry haller Utente certificato 2 anni fa
      Ah, te facevo più cattiva.....
    • harry haller Utente certificato 2 anni fa
      ...seguono er destino der puntale???....
    • Patty Ghera Utente certificato 2 anni fa
      Glieli faccio mangià
    • harry haller Utente certificato 2 anni fa
      E 'i regali sotto de l'arbero, dove 'i metti??
  • harry haller Utente certificato 2 anni fa
    ot ""Maria Elena Boschi: "Mio padre faceva 5 chilometri al giorno per andare a scuola". Pe' anna' affanculo, a senti' quelli che c'hannno rimesso 'i sordi, e' stato n' lampo.......
    • maurizio b. Utente certificato 2 anni fa
      troppo forte
    • harry haller Utente certificato 2 anni fa
      No, er basilico ce l'ho ne l'aiola; nun so' romano, (ma che cazzo c'entra), eppoi, che cazzo voj?
    • andrea a44 Utente certificato 2 anni fa
      parola di SPECIALDIARREADALLAFRANCIA.
    • specialdariafrancia .. Utente certificato 2 anni fa mostra
      Secondo me sei uno di quelli che piantano il basilico nel bidet e sicuramente non sei neanche Romano.La tua volgarità da vomito fa ridere solo i tuoi simili vergognati Click
    • harry haller Utente certificato 2 anni fa
      Ma guarda n' po' : mentre 'i titoli de 'a Banca Goduria scennevano der 547%, er patrimonio de Papà Boscaiolo, saliva de l'undici pe' cento: c'è quarcuno bravo ne 'a matematica, pe' stabbiliì 'a relazzione ce stia tra 'i due fatti???
    • Patty Ghera Utente certificato 2 anni fa
      La vita è un lampo e pigliallo n'culo è un baleno...
  • memoriacorta 2 anni fa mostra
    Ci mancava anche questa i bulli islamici a scuola Hanno al massimo 14 anni, inneggiano alle stragi, devastano oratori, perseguitano le ragazzine "infedeli". E se vuoi punirli rischi grosso E I BAMBINI DEI MERIDIONALI ARRIVATI AL NORD NON HANNO FATTO LA STESSA IDENTICA COSA? INNEGGIAVANO ALLE MAFIE DI CASA LORO PER INCUTERE TIMORE E RICEVRE RISPETTO. DEVESTAVANO AUTOBUS SVUOTANDO L'IMBOTTITURA DEI SEDILI. ROMPEVANO IL CAZZO ALLE FEMMINE NON MERIDIONALI PERCHE' CON I PADRI DELLE LORO NON SI POTEVA SCHERZARE. BUAAAH AH AH AH AH CHE MEMORIA DEL RAZZO!
  • buonapasqua 2 anni fa mostra
    COSA MI SAREI DOVUTO ASPETTARE DAL M5S SUL CASO DEI PRESUNTI TRUFFATI DALLE OBBLIGAZIONI "SUBORDINATE"? OVVIAMENTE UN'AZIONE COLLETTIVA (COME QUELLE CHE INTENDE IL CARO NANDO MELICONI) PATROCINATA DAL MOVIMENTO E DALLE ASSOCIAZIONI CHE TUTELANO I RISPARMIATORI E SOSTENUTA DA LORO STESSI A LIVELLO ECONOMICO. LI AVREI CITATI TUTTI: BANCA ABI BANCA D'ITALIA CONSOB GOVERNO (SPERO DI NON DIMENTICARE NESSUNO) CON UNA SEMPLICE DOMANDA: CHI SAPEVA E CHI HA TACIUTO? QUALCUNO AVREBBE PAGATO? CI SAREMO GODUTI UN TUTTI ASSOLTI E COLPEVOLI I RISPARMIATORI? INVECE DAL PARTITO 5 STELLE MI ARRIVANO I "DI MAIO" IN PRIMA PAGINA DI LIBERO CON LA 4^ PAGINA INTERAMENTE DEDICATA ALLA SUA INTERVISTA. PER ORA CI HA SOLO DETTO CHE CE LO DOBBIAMO CUCCARE FINO A 36 ANNI, QUINDI 2 MANDATI CONSECUTIVI "CERTI"!
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus