Rai: inizia una nuova epoca

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Roberto Fico

La Commissione di Vigilanza Rai ha approvato all’unanimità la risoluzione che porrà fine ai conflitti d’interessi degli agenti di artisti e conduttori. È una delle questioni fondamentali che come presidente della Vigilanza Rai ho posto fin dal primo giorno e su cui la Commissione ha lavorato in questi anni.

Finalmente le cose in Rai cambieranno, perché regolamentando l’attività dei manager dello spettacolo ci sarà più trasparenza nelle trattative e apertura nell’ambito delle produzioni e dell’ideazione dei palinsesti. Verrà così superato il blocco di potere che in questi anni ha fatto il bello e il cattivo tempo. Sappiamo bene che quando ci sono opacità e conflitti d’interessi, si avvantaggiano sempre le stesse persone, mortificando i talenti e la crescita anche di tanti giovani.

Con questa delibera, che la Rai ora è chiamata a tradurre in pratica, si pongono al centro valori imprescindibili del servizio pubblico, anche sul piano produttivo e organizzativo. Voglio ringraziare tutti i commissari e il relatore per il raggiungimento di questo storico traguardo.

Questi sono i punti principali della risoluzione:

1) STOP AI CONFLITTI DI INTERESSI: non si potrà affidare la produzione di programmi a società controllate o collegate ad agenti che rappresentino artisti presenti negli stessi programmi. Il divieto vale anche nel caso che la società di produzione faccia capo allo stesso artista. Non si potranno, inoltre, contrattualizzare nello stesso programma più di tre artisti rappresentati dallo stesso manager.

2) TRASPARENZA NEI RAPPORTI RAI/AGENTI:
la Rai renderà noto sul proprio sito l’ammontare delle parcelle degli agenti.

3) CONFLITTI DI INTERESSI E PRODUZIONI CINEMATOGRAFICHE:
la Rai non potrà co-produrre film con società di cui siano titolari agenti che rappresentino artisti legati alla tv pubblica da rapporti contrattuali in essere.

4) SOSTEGNO AI PRODUTTORI INDIPENDENTI E GIOVANI AUTORI:
la Rai dovrà riservare una quota di investimenti alle produzioni cinematografiche indipendenti e dedicare maggiore attenzione ai giovani autori attraverso una apposita struttura aziendale.

5) FORMAT: la Rai dovrà individuare criteri per accertare l’originalità dei format, impedendo che i format esterni vengano utilizzati in modo surrettizio per incrementare i compensi di artisti, conduttori e giornalisti.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Una Delbasso 3 mesi fa mostra
    Grazie Portavoce Fico, grazie anche se vorrà interagire con chi nel M5S ha il Ruolo di governo ed indirizzo, ovvero con la Rete degli iscritti, argomentando sia eventuali critiche che proposte migliorative. Nel frattempo, riporto alcune frasi su cui riterrei opportuno riflettere G. Casaleggio - “leader” è una parola del passato, una parola sporca; leader di che cosa? Vuol dire che tu attribuisci ad altri l’intelligenza e la capacità decisionale, allora non sei neanche più uno schiavo, sei un oggetto. - Dunque - Il M5S è leaderless - Grillo Nel M5S - Ognuno conta uno - e - Sono gli iscritti a dettare la linea politica del MoVimento, i portavoce devono semplicemente attuarla. - Questo è - il MoVimento 5 Stelle e le regole di Democrazia Diretta e Trasparenza che lo contraddistinguono - Dunque - ci presenteremo alle elezioni con un programma deciso dagli iscritti - Direttamente, su una Trasparente - Piattaforma, uno spazio dove ognuno veramente conterà uno. - - Se il tuo voto al M5S è una delega a qualcuno che decida al tuo posto, non votarci. - - Il Movimento 5 Stelle è un movimento rivoluzionario - è venuto al mondo per riconsegnare la politica nelle mani dei cittadini. Non è nato per trasformarsi in un partito tradizionale. - - La via è tracciata -
    • ALFREDO DI LORENZO Utente certificato 3 mesi fa mostra
      E'confortante incrociare persone che conoscono in fondo i veri valori del M5S.
    • Una Delbasso 3 mesi fa mostra
      P.S. contando semplicemente uno, come miglioramento del S.O. proporrei che i responsabili vengano eletti con il compito di garantire - sia la Trasparenza, ovvero la verificabilità dei dati, magari con un codice sorgente aperto; - sia un processo decisionale partecipato in Rete dall’inizio alla fine ed una discussione Efficiente ed Efficace delle proposte. A questo scopo suggerirei di coordinare la funzione Vota con un Forum ufficiale di discussione, di trasferire alla funzione Vota le proposte discusse sul Forum per 15 giorni e approvate da almeno il 5% degli iscritti e di inserire poi nel Programma per i Portavoce le proposte votate da almeno il 30% degli iscritti.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus