Terremoto: la sobrietà deve averla il governo - di Franco Bechis

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Franco Bechis

Il Presidente del Consiglio dei Ministri, Paolo Gentiloni, si è quasi offeso per qualche critica arrivata alla gestione dell’emergenza nel terremoto e anche con la valanga di neve che si è abbattuta su quelle zone martoriate da mesi. Ha chiesto a tutta la politica sobrietà. Sobrietà, a dir la verità, dovrebbe avere il governo, perché quello che sta emergendo è una disorganizzazione totale della macchina pubblica in quelle zone, e anche l’abbandono a cui sono state lasciate le popolazioni che avevano già sofferto tanto dal 24 agosto a oggi.

Sobrietà vorrebbe dire non promettere quello che sai di non potere mantenere, sobrietà voleva dire non dire “ho consegnato le casette ed è chiuso il tema ad Amatrice” quando avevi consegnato - lo disse Matteo Renzi in televisione in diretta - in quel momento qualche asse con cui costruirne una ventina, mentre le esigenze ovviamente sono di centinaia.

Sobrietà vorrebbe dire non aspettare che i sindaci di quelle zone lancino ogni volta degli allarmi anche drammatici, anche disperati. Il sindaco di Amatrice ha un buon rapporto con i media, deve chiamare sempre televisioni, radio, altri media per dire quello che dice anche direttamente ai responsabili della macchina della Protezione civile, ma che poi non viene fatto.

La sobrietà è una caratteristica importante durante l’emergenza da parte del governo. Io ho letto il 17 gennaio un appello fatto al Commissario per la ricostruzione, Vasco Errani, da tutti gli ordini professionali coinvolti nella ricostruzione nelle Marche. E’ un appello drammatico, anche pieno di critiche perché raccontano che le ordinanze, le circolari sul terremoto hanno cambiato almeno 5 o 6 volte le regole. E a questo punto i professionisti, sto parlando degli ingegneri, geometri, architetti che stavano lavorando nella zona, si rifiutano di farlo.

6000 persone che lavoravano lì dicono: “in queste condizioni non è possibile lavorare”. O vi mettete intorno a un tavolo e decidete una volta per tutte quello che va fatto - non ci fate fare una valutazione quando non avete ancora fatto la raccolta di tutti i detriti e portato via le macerie - oppure lavorare in queste condizioni è assolutamente inutile.

Sono molte le pecche che stanno emergendo in questa gestione della macchina organizzativa. So per certo – perché ho parlato con i diretti responsabili – che c’è un’organizzazione di volontariato che, ad esempio, aveva dei container già pronti che avevano utilizzato in altre occasioni e che li hanno offerti alla Protezione civile, al Commissario per la ricostruzione, perché li dessero ai terremotati. Alcuni di questi container servivano ad esempio per mantenere, come fossero delle stalle, gli allevamenti con un minimo di protezione e un minimo di calore. L’offerta è arrivata tra fine ottobre e i primi di novembre. E’ stata rifiutata, dicendo: “Noi vogliamo fare le cose regolari, fare le gare, non possiamo accettare questo modo di procedere.” Il risultato è stato che sotto la grande nevicata stanno morendo quasi tutti gli animali. Non sono protetti comunque anche quelli che sono vivi in questo momento. Di container ne sono stati consegnati 2 su 350 promessi.

Questi sono i risultati di un disastro organizzativo. Altro che non fare critiche. Bisogna dare voce a tutta la popolazione locale, che si lamenta in continuazione e ha mille ragioni per farlo, e a tutti gli amministratori locali che spesso si sono battuti soprattutto contro la burocrazia. Mille regole che hanno messo, sono decine le ordinanze, le circolari o della Protezione civile o del Commissario per la ricostruzione che hanno fatto null’altro che complicare la vita alla gente. Poi non si può abbandonarli lì.

Se c’era una cosa che era prevedibile, lo hanno detto in molti, erano le grandi nevicate in questo periodo. È impensabile che non esistano sul luogo, in una zona che era già devastata dal terremoto e che aveva tanti problemi di viabilità, i mezzi necessari ad assicurare di arrivare.

Ho sentito anche dal Responsabile della protezione Civile delle cose che non hanno alcun senso. La portavoce della Protezione in TV ha detto che non sapevano quanta gente era ritornata nelle case. Chi deve saperlo, se le case sono state dichiarate agibili e la popolazione è rientrata? Non c’è nemmeno una mappa di quelle, quindi non sapevano dove intervenire nel caso di emergenze, perché non sapevano se c’era qualcuno in quelle case.

Allora, qui il problema è la sobrietà nell’azione del governo, che non faccia più annunci che poi non è in grado di mantenere, che siano semplicemente degli spot per le mille campagne elettorali che ci sono, e anche una sveglia nell’azione, perché questa gente non può più essere lasciata sola, abbandonata, come è stato. Deve avere l’idea di avere di fronte uno Stato che protegge i propri cittadini soprattutto nel momento del bisogno.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Rosa 11 mesi fa
    Ho osservato, da diversi giorni, gli spalatori e i vigili del fuoco, che poveracci, continuano a pestare la stessa neve.Da persona poco competente, mi sono chiesta come mai non ci fossero, squadre, mezzi meccanici, per pulire la zona intorno all'albergo. Per togliere la neve che ha coperto il fabbricato. Sembra che nessuno abbia capito, come si è localizzato il fabbricato e quindi non sanno dove potrebbero cercare le persone. E' mai possibile che questi soccorritori poveracci, continuino a spostare la stessa neve da giorni? Se io devo aprire un varco, sposto la neve a margine, dove non da' fastidio, e libero lo spazio che mi serve. Guardate le foto e fateci caso.
    • Grillo e Casaleggio 11 mesi fa mostra
      Non ci capisci Niente, quindi lascia Fare a NOI.
  • Ernesto✰✰✰✰✰ - La Habana 11 mesi fa
    @ Diana Artemide: grazie per aver condiviso con me quel commento, sono commosso! Conserverò il tuo gentile cadeau delle 15 e 38 ma sappi che con te starò sempre in all'erta. Ciao!
    • Diana Artemide 11 mesi fa mostra
      Prego Ernesto, dobbiamo stare allerta eccome. Qui stanno pubblicando post assurdi, bannano gli anti-razzisti e chiedono il perdono per eletti non adatti. Tieniamo la barra dritta noi, perchè questi stanno andando quasi a casaccio e con l'aiuto di gentaglia come la Ghera. * Considera che io sono abilitata (col vero nome) dal 2013 al voto, ho votato per stare da soli e combatterò a spada tratta ad ogni votazione. Ora che poi mi hanno bannata la certificazione del blog, sono ancora più una Belva. Ciao.
    • psy 11 mesi fa
      bravo ernesto, hai "fiuto", stai MOLTO in all'allerta.ciao
    • Ernesto✰✰✰✰✰ - La Habana 11 mesi fa
      - ore 15 e 48...
  • maria 01 gianni Utente certificato 11 mesi fa mostra
    ciao dal prestito di due anni, la banca Credit Mutuel sta facendo una buona cosa nel nostro paese l'Italia. questa banca sta facendo tutto pronto per i nostri cittadini che hanno bisogno di prestito. Quindi ho preso a condividere questo messaggio, questa azione della banca non viene riconosciuto il nostro stato. Quindi, se si ha realmente bisogno di prestito, vi chiedo di contattare in questa e-mail perché hanno pronti a fare diversi persona troppo. Ecco l'e-mail: creditmutuelbanquetransfertrap@gmail.com
  • LOIC durois Utente certificato 11 mesi fa mostra
    È necessario che il prestito, potete contattarci su questa e-mail: creditmutuelbanquetransfertrap@gmail.com
    • harry haller Utente certificato 11 mesi fa mostra
      ....e daje, movete, chè anna' a Fangulu, ce vole n' momento.....
    • harry haller Utente certificato 11 mesi fa mostra
      "necessarissimo"....( me fa sbajà a improcrastinabbilità de 'a risposta e 'a necessaria fretta de risponne a tanta gggenerosità...)
    • harry haller Utente certificato 11 mesi fa mostra
      E' necessararissimo che te, 'nvece, te ne vada a 'Fangulu.... (nota località turistica de 'a Polinesia, credo...)....
  • Diana Artemide 11 mesi fa mostra
    Ciao Ernesto, bannata ma sempre presente. Notizie della razzista Ghera? Come mai è sparita adesso con il Terremoto Trump? Proprio ora che i suoi deliri possono diventare concreti? Pavida, disinformata o pagata per attirare elettori di destra nel Movimento? Condivido con te la vergogna di citare Trump e le scuse non accettate del Maldestro Borrelli.
    • Ernesto✰✰✰✰✰ - La Habana 11 mesi fa mostra
      ore 15 e 48...
    • Ernesto✰✰✰✰✰ - La Habana 11 mesi fa mostra
      - @ Diana Artemide: grazie per aver condiviso con me quel commento, sono commosso! Conserverò il tuo cadeau delle 15 e 38 ma sappi che con te starò sempre in all'erta. Ciao!
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus