I marittimi italiani lavoratori di serie B?

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Carla Ruocco e Luigi Gallo, M5S Camera

I marittimi italiani, con una protesta mercoledì a Roma, hanno fatto presente a tutti il problema della loro bassa occupazione sulle navi battenti bandiera italiana, a favore dei lavoratori extra comunitari, impiegati nei vari servizi a bordo.

Le motivazioni vanno ricercate nella legge 30/98 che regolamenta le navi adibite alla navigazione internazionale, e che viene detta del "doppio registro". In seguito, però, si è praticamente trasformata in legge "due pesi e due misure", ed ecco perché.

La legge consentiva alle società armatrici la quasi totale esenzione fiscale e lo sgravio della contribuzione previdenziale per i marittimi imbarcati, e fu approvata per favorire la piena occupazione, specialmente al sud, nel settore marittimo, con personale interamente italiano o comunitario. Esisteva anche una possibilità di deroga ministeriale in favore di personale extracomunitario, ma solo nei limiti di 1/3 dell'equipaggio.

Ma in seguito a modifiche della legge, all'armatore diventa consentito ingaggiare personale extracomunitario anche in numero superiore all'originario limite di 1/3, con rapporto di lavoro "regolamentato dalla legge scelta dalle parti".

Al lavoratore extracomunitario viene così applicato l'accordo sindacale del suo Stato di provenienza, il che abbatte i costi -rispetto ad un italiano- anche del 75%. L'assurdo però è che il datore di lavoro mantiene le stesse esenzioni fiscali previste per il personale italiano o comunitario! Inoltre c'è anche il problema dei corsi di formazione per acquisire il libretto di navigazione: in Italia costano circa 2 mila euro mentre gli extra comunitari possono conseguirlo nel loro paese di origine al corrispettivo di pochi euro.

In sintonia con l'andazzo di questo Governo, che agevola la lobby degli armatori penalizzando i lavoratori italiani fino a farli scomparire dalle navi battenti bandiera italiana.

Il M5S, con una interrogazione e con altre iniziative parlamentari, come una mozione depositata nel 2014, sta sollecitando il Governo e i ministeri competenti, affinché siano garantiti in primo luogo i diritti dei lavoratori italiani, ora gravemente messi a rischio da norme che, non solo non li tutelano, ma favoriscono i marittimi extracomunitari in una impari concorrenza.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • gracia maltida Utente certificato 8 mesi fa
    Diretta testimonianza offerta prestito privatamente Molto soddisfatto con il trattamento della mia applicazione di prestito di 80000 a 200.000 euro con un tasso basso di 2%. Raccomando a chi vuole un prestito in gravi condizioni per l'acquisizione della sig. ra Beeliada POUPARD (prestitobancario2017@gmail.com). Una seria concorrenza e velocità. Da non perdere non, ma molto sincera gratitudine sul seguito dato al mio account fino al rilascio dei fondi. L'ha fatto a tempo di record. Questo messaggio è per voi e va al posto di qualsiasi richiedenti credito al fine di risolvere tutte le vostre preoccupazioni finanziarie. E-mail: prestitobancario2017@gmail.com
  • mario genovesi 8 mesi fa
    Mica solo i marittimi, pure i poliziotti odiatissimi dalla sbualdrina, obbligatti a rischiare meningite e tubercolosi per accogliere senza nessuna profilassi le centinaia di migliaia di negracci amati dai vecchi culattoni del vaticano (uno pochi giorni fa delirava di meticciato, ci vogliono sterminare i pochi vecchi prelati pederasti residui), pestati dai migranti come i tre a Pordenone finiti all'ospedale massacrati da migranti rilasciati subito, come probabilmente la risorsa della sbualdrina irachena che ha stuprato una diciassettene a Trieste, in terra della crebrolesa veltroniana Serracchiotta.
  • Cuono F. Utente certificato 8 mesi fa
    Il probelma è riconducibile sempre alla stessa solfa. Politici INETTI fanno danno ovunque mettano mano. Che si chiami Almaviva, Telecom, Enel, Alitalia, Eni, Tirrenia. È tutto marcio, tutto lasciato in mano agli amici di calcetto più inetti di loro.
  • Vincenzo d. Utente certificato 8 mesi fa
    Perciò bastetà ritornare alla legge precedente mantenendo il 1/3 di presenza dei lavoratori extracomunitari, garantendogli ovviamente il trattamento sindacale italiano! Vero?
  • Giovanni Antonio 8 mesi fa
    Non mi stancherò mai di ripeterlo, serve: Sovranità Nazionale e Sovranità Monetaria! E tutto si sistemerà in breve tempo. In Italia sembra proprio che i problemi non si vogliano mai risolvere!! Basta con le chiacchiere inutili: Movimento5S...muoversi! muoversi! Dalle "politiche" del 2013 sotto passati 4 anni...l'Italia è ferma e gli Italiani sempre più alla fame! -Al Voto Subito !! -Uscire da UE ed €uro il più presto possibile -Sovranità Monetaria e Sovranità Nazionale -Separazione Bancaria (Glass Steagall Act) -Fuori dalla NATO -Applicare alla lettera la Costituzione a partire dall'Art.1: i traditori della Carta Costituzionale e del Popolo Sovrano vanno messi sotto processo! -Reddito di Cittadinanza subito a partire da: Pensionati "al minimo" - Disoccupati – Esodati -Aiuti adeguati (non elemosine) alle PMI e alle famiglie per far ripartire il lavoro e il mercato interno, ecc... -Stop alla tratta degli schiavi: Rimpatrio immediato di tutti gli immigrati clandestini e/o "non aventi diritto". Grazie per l'attenzione, un saluto a tutti. Un Esodato Super-Incazzato.
  • abiosse fad Utente certificato 8 mesi fa
    Ciao a tutti! Hai dubbi, non si vuole rimanere single? Essa vi darà la spinta è necessario mettere l'amore nel vostro cammino. * Discrezione e serietà assicurato. Contatto, si vedrà di persona la potenza dei suoi riti e le sue previsioni Queste sono le aree dove mi trovo: -Rituel emozionante ritorno -Protezione merci Vendite del cliente -Attirance -Désenvoutement -Torna alla amore per la casa -Back dell'amato (riportare la sua ex, ottenere la sua ex) giochi -Chance -Prendi una promozione al lavoro -Problemi legale, la giustizia Incantesimi -Éloigner cattivi -Guérison PS: Per ulteriori informazioni o la comprensione, vi prego di contattarmi sul mio indirizzo (alafia.yoyant@gmail.com) Tel: +229 66 77 69 39 Parlo solo francese
  • Shahab Shirakbari Utente certificato 8 mesi fa
    GLOBALIZZAZIONE; PRODUZIONE E LAVORO CONCORRENZA SLEALE... La globalizzazione della produzione ha fatto fallire molte aziende "concorrenza sleale". Tocca adesso ai Europee di abbassare il costo della mano d'opera attraverso la deportazione forzata del esercito di immigranti, le possibili aree di conflitto tra immigrati e lavoratori residenti, parte un conflitto potenziale tra lavoratori locali marginali ed immigrati irregolari e la probabile concorrenza tra disoccupati di entrambi i gruppi, i maggiori conflitti possono emergere tra i disoccupati/sottoccupati residenti e i lavoratori immigrati regolarmente dipendenti nonché tra i lavoratori indipendenti residenti (nel commercio, nell'artigianato, ecc.) e gli immigrati disoccupati o irregolari che possono fare "concorrenza sleale", anche sulla mano d'opera. Simili conflitti comportano delicati problemi per le politiche economiche e sociali. LA DIMINUZIONE DEL LAVORO REGOLARE E AUMENTO DEL LAVORO IRREGOLARE A BASSO COSTO
  • FRANCK dencil Utente certificato 8 mesi fa
    Ciao Aiuto è il modo migliore per condividere il suo amore eterno, che è ciò che ci spinge a rendere disponibili prestiti rimborsabili da 500 a 1.000.000 EURO e anche più; in termini molto semplici a tutte le persone che possono rimborsare indipendentemente dalla razza. Facciamo anche investimenti e prestiti tra individui di tutti i tipi. Offro prestiti a breve, medio e lungo termine in collaborazione con il Ministero delle finanze e dell'economia e un periodo di rimborso a prezzi accessibili. I trasferimenti sono forniti da una banca per la sicurezza della traduzione. Per tutte le vostre richieste. proposte rispetto con le tariffe e le procedure dei pagamenti. . Per ulteriori informazioni si prega di contattare da e-mail:infos@cibanque.com Numero WhatsApp: + 330644146852
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus