DIRETTA: Arriva Sharing, la nuova app di #Rousseau: la condivisione fa la forza

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Massimo Bugani

Ciao a tutti! Oggi all’interno della nostra piattaforma Rousseau finalmente lanciamo la funzione Sharing, cioè quell’applicazione che permetterà la condivisione di atti all’interno delle istituzioni. Si tratta di un tassello fondamentale per il nostro Sistema Operativo e per il MoVimento 5 Stelle stesso.

Perché Gianroberto Casaleggio ha scelto proprio Rousseau per il nome della piattaforma che ci ha lasciato in eredità? Dovete sapere che in un testo, il “contratto sociale” del 1762 Rousseau spiegava la sua proposta politica, una proposta per la rifondazione della società sulla base di un patto equo, costitutivo del popolo come corpo sovrano, solo detentore del potere legislativo. Questo, e altri suoi scritti, vennero condannati e contribuirono a isolare Rousseau dall’ambiente culturale del suo tempo. Vi ricorda qualcuno?

Sharing, dicevamo, condivisione. Una parola chiave fondamentale, per sfruttare dalla rete il massimo, migliorare sempre di più, per poi arrivare a quell’obiettivo finale che aveva a cuore il nostro caro e geniale Gianroberto: far tornare il potere al popolo.

Con sharing, nuovo tassello della piattaforma di democrazia diretta che è Rousseau potremo condividere gli atti, le interrogazioni, le interpellanze, gli ordini del giorno, le mozioni, discutere e migliorarle, trarre ispirazione da altre, condividere altri tipi di documenti utili, calarli nei rispettivi contesti territoriali per utilizzarli al meglio. Quindi, soprattutto: fare rete e migliorare insieme. Con questo nuovo strumento, che ci permetterà di sfruttare ancora meglio la rete, riusciremo a fare un altro passo verso il nostro più importante obiettivo: restituire la democrazia nelle mani dei cittadini.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • gian piero sciarrone 11 mesi fa
    Grazie per l'innovazione della piattaforma. GPS
  • maria 01 gianni Utente certificato 11 mesi fa
    ciao dal prestito di due anni, la banca Credit Mutuel sta facendo una buona cosa nel nostro paese l'Italia. questa banca sta facendo tutto pronto per i nostri cittadini che hanno bisogno di prestito. Quindi ho preso a condividere questo messaggio, questa azione della banca non viene riconosciuto il nostro stato. Quindi, se si ha realmente bisogno di prestito, vi chiedo di contattare in questa e-mail perché hanno pronti a fare diversi persona troppo. Ecco l'e-mail: creditmutuelbanquetransfertrap@gmail.com
  • LOIC durois Utente certificato 11 mesi fa
    È necessario che il prestito, potete contattarci su questa e-mail: creditmutuelbanquetransfertrap@gmail.com
  • massimo 11 mesi fa
    Da dove si fa il recalling di spazzatura come Borrelli che ci voleva con Monti? Ma cosa sta succedendo all'M5S???? Raccogliamo ste firme e mandiamolo/i a casa!!!!!!!!
  • pik sousana rosa Utente certificato 1 anno fa
    Ciao Mr / Mrs / Ms E ' con profonda gratitudine che ringrazio portare qui la mia testimonianza, È che sono alla ricerca pronti i soldi, non so come condividere con voi la mia gioia perché me di essere ancora alla ricerca per il prestito, io sono cadde sulla Signora Anissa KHERALLAH donna d'affari. Lei mi ha concesso un prestito di 20.000 euro è ho parlato diversi colleghi che hanno anche ricevuto prestiti in questo Madame senza preoccupazioni. Soprattutto a me, Ho ricevuto la mia domanda di credito, tramite bonifico bancario in un durata di 72 ore senza protocollo e sono abbastanza soddisfatto. Il motivo che mi spinge a pubblicare questo annuncio è questa donna continua a fare meraviglie per le persone che sono veramente nel bisogno. Così ho deciso di condividere questa opportunità che non hanno il favore delle banche, o che aveva dovuto fare finanziatori disonesti che fanno abuso la personalità degli altri; hai un progetto o di un bisogno il finanziamento, è possibile scrivere a lui e spiegare a lui la vostra situazione, vi aiuterà se lei è convinto di la tua onestà. Ecco la sua email : developpement.aide@gmail.com
  • Giovanni Incorvati 1 anno fa
    Rousseau! Leggiamolo dunque il Contratto sociale! “Poiché il sovrano non ha altra forza che il potere legislativo, agisce unicamente tramite le leggi; e poiché le leggi non sono altro che atti autentici della volontà generale, il sovrano potrebbe agire solo quando il popolo è riunito in assemblea. Il popolo riunito in assemblea! Che chimera, si dirà! È una chimera oggi, ma non lo era duemila anni fa. Forse gli uomini hanno mutato natura? I limiti del possibile, nelle cose morali, sono meno angusti di quanto noi pensiamo: sono le nostre debolezze, i nostri vizi, i nostri pregiudizi a restringerli. (...) La Repubblica romana era, mi sembra, un grande Stato e la città di Roma una grande città. (...) Ci si può immaginare tutta la difficoltà di riunire frequentemente in assemblea il popolo immenso di questa capitale e dei suoi dintorni. Tuttavia erano poche le settimane in cui il popolo romano non teneva assemblee, anche più volte la settimana. Non soltanto esercitava i diritti di sovranità, ma anche una parte di quelli di governo. Trattava alcuni affari, giudicava alcune cause; e la totalità di questo popolo era nella pubblica piazza quasi altrettanto spesso nel ruolo di magistrato che in quello di cittadino.” (Libro III, capitolo 12) Il modello Rousseau dunque era la città, la grande città. Dobbiamo capire ciò che separa questo modello assembleare antico dalla realtà digitale e come si pone oggi la questione per il M5S. Il paradosso è che la piattaforma Rousseau si applica al parlamento, in cui il M5S è all’opposizione, ma non in città come appunto Roma, dove è al governo con miriadi di problemi. Qui esistono numerosi meet-up di municipio secondo l’antico modello assembleare, ma con l’enorme differenza che non vi si esercitano minimamente né i diritti di sovranità, né quelli di governo. E non c’è alcuna discussione su tale paradosso! Forse Rousseau ha mutato natura?
  • Giovanni Pizzi 1 anno fa
    Scusate ma mi trovo in una situazione "strana": sono iscritto certificato a Rousseau (ho partecipato a diverse votazioni e discussioni),ho cambiato residenza, su suggerimento dei gestori ho inviato la mia autocertificazione, ho dovuto modificare il mio profilo, ho dovuto inviare di nuovo il mio documento di identità....risultato non posso più accedere a Rousseau perché risulto non iscritto!!! MI FATE CAPIRE GRAZIE
  • Gabriele Favro Utente certificato 1 anno fa
    I MIGRANTI IMMAGINARI! Nuovo ed esilarante spettacolo in diretta in Europa ...a partire da alcuni decenni ormai!!! La NORVEGIA finanzia tutti i seguenti paesi: http://www.aftenposten.no/norge/Alle-far-norsk-bistand---men-kutt-gir-brak-92776b.html ...sono attese esilaranti risate ed il rimborso del biglietto!
  • Rino Siconolfi Utente certificato 1 anno fa
    La piattaforma Rousseau è un ottimo strumento sia a livello conoscitivo dell attività legislativa sia a livello propositivo di nuove proposte di legge.La funzione sharing è importante perchè è un ulteriore passaggio che sviluppa il sistema attraverso la condivisione.Uno strumento sempre più innovativo per gli iscritti e coinvolgente per i cittadini:è la vera democrazia diretta.Grazie di questa opportunità
  • Massi Percheno 1 anno fa
    "La rete" è ormai da un decennio una "rete da pesca". Un'evoluzione della tv. Come si farà a prevenire che RousseauSharing venga utilizzato dalle Lobby, per influenzare? Cioè come si previene che su Sharing si ricrei l'oligarchia del "mondo reale"? Già mi immagino utenti/bot che "spingono" per legiferare su temi da conflitto d'interessi... Temo, cioè, che torneremmo al solito problema di partenza, dove la politica la fanno le voci grosse, mentre i cittadini la politica la seguono soltanto telematicamente, come seguono il campionato di calcio, in pantofole sul divano, con la app in mano.
  • Ezio D'Alessandro Utente certificato 1 anno fa
    Una massa di argomenti politici sono fruibili. I Meetup ne posso fruire e discutere, focalizzando determinati argomenti politici. Problema: i meetup sono eticamente certificati? alla stregua di applicazione Non-Statuto e regolamento: democrazia, trasparenza, conformità alle regole, prima di tutto a quelle a cui si è aderito.
  • Ezio D'Alessandro Utente certificato 1 anno fa
    CHI, Amministra Rouseau; CHI controlla gli atti degli Amministratori. L'Input: - oggetto(materia), argomenti della discussione; - censura dei commenti e scambio tra i partecipanti. L'Output: differenti posizioni su ciascun argomento e loro ripartizione in insiemi omogenei di quelli maggioritari. Nuovo Input: degli argomenti maggioritari in discussione; - scambio tra i partecipanti. Votazione sugli argomenti filtrati.
  • Pep Gatto Utente certificato 1 anno fa
    Non capisco la ragione per cui non si possa accedere subito alla piattaforma appena iscritti, ma si viene relegati in un inutile forum. Molto più stimolante il confronto offerto dal Blog.
  • Salvatore S. Utente certificato 1 anno fa
    Molto interessante 1 Quando saranno presenti i Municipi che più di altri soffrono la mancanza di materiale? 2 Com'è possibile inserire delle mozioni/interrogazioni per discuterle? 3 Chi inserisci le mozioni/interrogazioni presenti? Grazie
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 1 anno fa
    È' il metodo giusto, per aggiustamenti progressivi. Affinando continuamente i nostri strumenti di lavoro facciamo passi importanti verso la democrazia diretta.
  • Mara L. Utente certificato 1 anno fa
    Ho già dato una veloce occhiata alla sezione sharing che trovo davvero utilissima anche per noi attivisti di meetup in Comuni senza consiglieri eletti, fornisce spunti interessanti per promuovere azioni. Un appunto che devo fare è il sistema di catalogazione che è tremendo, costringe a scorrere tutte le pagine ogni volta per leggere. Sarebbe meglio dividerlo in altro modo,sezioni regionali e comunali ed eventualmente per ambiti di lavoro.
  • carlo p. Utente certificato 1 anno fa
    Abbiamo ereditato la piattaforma...comunque una maggiore trasparenza specie nei processi di votazione sarebbe auspicabile. Abbiamo ereditato la piattaforma...ma non abbiamo ereditato Davide che è uno dei tanti...non eletto da nessuno è solo un capo di azienda, che potrebbe avere un conflitto di interesse nelle sue azioni politiche, del resto non supportate mai da un consenso esplicito degli iscritti
  • paolo p. Utente certificato 1 anno fa
    Ottimo strumento. Molto bene. Una domanda: Chi carica i documenti? direttamente i vari consiglieri dei comuni e regioni?
  • Shahab Shirakbari Utente certificato 1 anno fa
    PIÙ RETE E PIÙ PIAZZA TRA LA GENTE... Di più Blog, FB, siti di Orrevoli, Twitter, piattaforma su piattaforma tutto va bene di più...per chi ha accesso al web e tempo e voglia! Chi non ha accesso è escluso? serve anche la piazza in politica, confronto diretto con cittadini attraverso gruppi locali del M5S, incontri settoriali con pensionati, commercianti, professionisti, artigiani... NON DIMENTICHIAMO LA PIAZZA...
  • Franc A Utente certificato 1 anno fa
    Scusate per la convalida dell'iscrizione devo caricare(per quanto concerne la carta d'identità) il documento, il retro del documento e il certificato di residenza? Oppure basta solo il fronte del documento?
  • Tocotto Ottova Utente certificato 1 anno fa mostra
    @ Bugani parlando di Democrazia Diretta, credo concorderà che “Ognuno conta uno” non significa votare quello che, qualcuno per tutti, ha deciso che gli iscritti debbano votare, e “un programma deciso dagli iscritti” non significa votare Si o No a quanto stabilito dall’alto, ma che gli iscritti possono -decidere Direttamente- i vari punti programmatici. Le chiederei dunque dove e quando “verranno regolarmente recepiti i miglioramenti richiesti dagli utenti iscritti al M5S che saranno gestiti per ogni funzione da responsabili eletti nel M5S” in modo che, da utente iscritta al M5S, io possa richiedere che i responsabili della funzione decisionale Vota siano -effettivamente- eletti nel M5S con i seguenti compiti: - Offrire riscontrabili garanzie di -trasparenza- affinché ogni iscritto possa Proporre, discutere e votare contando né più né meno di uno. - Agevolare una discussione -efficiente ed efficace- coordinando la funzione Vota con la piattaforma di discussione Forum. - Trasferire alla funzione Vota le proposte -elaborate e definite- dagli iscritti in 15 giorni di discussione e approvate da almeno il 5% degli iscritti. - Inserire nel Programma le proposte votate da almeno il 30% degli iscritti. - Informare tempestivamente gli iscritti sia sulle proposte in discussione sul Forum, sia sulla data della votazione di quelle approvate. - Pubblicare mensilmente il numero aggiornato degli iscritti e, in base alla Legge 6 luglio 2012 n. 96, pubblicare sia i documenti su entrate ed uscite del M5S, sia il Bilancio annuale, regolarmente certificato. Grazie
  • Taipan X Utente certificato 1 anno fa
    Ennesima ottima idea innovativa che rafforzerà ancora di più il Movimento che è in atto in Italia,un altro bel calcio nel culo a quel vecchio cane di Pizzuttella che amplierà ulteriormente la libertà di espressione,le vere notizie,un ulteriore declino dei giornali,delle tv ecc.ecc. OTTIMO Ai vecchi cani corrotti che leggono questo blog ma che non ci capiscono nulla essendo dei morti (pizzuttella,napoletano,mattarello e tutti gli altri scarti dell'Italia vera) prenderà un infarto :-)
    • Andrea Giostra 1 anno fa
      Salve, ma lei per pizzuttella chi intende?
  • Franco Mas 1 anno fa
    Se l’informazione non cambia di pari passo con la società che cambia è fuori dalla vita vera della gente, diffonde messaggi vacui, propina notizie accattivanti prive di riscontri, esalta riforme superficiali e tutto questo per garantire la sopravvivenza di chi gestisce il potere nei momenti più critici. Intanto il popolo vive di nervi e speranze disattese, c’è chi si ammazza, chi ammazza il prossimo ma tutto deve continuare come se fosse una bellissima favola. Ma c’è anche chi tramuta il proprio malessere in una sberla morale all’establishment, e bisogna ringraziare quei cittadini, di destra o di sinistra non importa, che hanno nascosto le loro convinzioni per aderire ad un progetto più trasparente, onesto e aderente alla realtà. Se Movimento saprà difendere e sostenere con dignità questo capitale umano, tutto il resto verrà di conseguenza.
  • antonello c. Utente certificato 1 anno fa
    Rousseau è uno strumento rivoluzionario , unico al mondo per il cittadino Sono molto orgoglioso e onorato di essere uno tra i partecipanti in MoVimento per l'Italia a 5 Stelle !
    • antonello c. Utente certificato 1 anno fa
      contraccambiato Oreste .. :) .. con uno dei pensieri di un combattente , che ha lavorato con impegno e passione per elaborare lo strumento tramite il quale il MoVimento 5 Stelle sta scrivendo la storia di questo Paese .. "Siamo una comunità che si autodetermina in Rete e gli strumenti a nostra disposizione evolvono ogni giorno."
    • oreste ★★★★★ °.° Utente certificato 1 anno fa
      Un abbraccio virtuale ad entrambi! Evvaiiii...grazie Casaleggiooooo!
    • antonello c. Utente certificato 1 anno fa
      ciao paolo .. Ok .. ti rinnovo i saluti , mandati tramite il nostro comune amico e sul Blog.. n'abbraccio !!
    • pabblo 1 anno fa
      ho ricevuto messaggio da comune amico... forse mi sono espresso male e ti ho indotto in errore...non era nelle mie intenzioni.. grazie comunque
  • gianfranco chiarello 1 anno fa
    Quello che le donne non dicono. Ascoltando stamane Giannulli all'Aria che tira su La7, posso dire di non sentirmi più solo ad affermare alcuni concetti. Giannulli, intervenendo per smentire delle affermazioni che descrivevano il M5S come fosse un feudo di Beppe Grillo, ha così dichiarato: "guardate che Grillo non comanda affatto, ma il suo ruolo, negli ultimi anni, è stato solo quello di mediare tra piccole oligarchie che stanno emergendo nel Movimento".
    • Hal 9000 Utente certificato 1 anno fa
      Non sei solo, qualcuno la pensa come te e ogni tanto qualche utente scrive commenti in linea con i tuoi. Vengono bannati e inquadrati come troll (un neologismo idiota e infantile, utilizzato solo da gente di basso livello). Ieri ho letto che Di Battista ha dichiarato che Trump non è affar suo? Altro che piccole oligarchie del piccolo m5s, ancora pochi giorni e vedrai che cambiamenti a livello mondiale. Il m5s è già tagliato fuori dai giochi, ovviamente. Se vuole sopravvivere deve allearsi con Sinistra Italiana e con Tsipras. La loro vera natura, il loro conseguente destino.
  • Rosa 1 anno fa
    Bellissimo, progetto. Ma la cosa migliore di questa organizzazione, si evince dal fatto che ciò che accede al sistema, è qualcosa di valido,studiato e soprattutto nasce dal punto più basso della gerarchia democratica, da un'esigenza dei cittadini. E poi dicono che il movimento è antidemocratico? Detto ciò, voglio evidenziare l'assurdità di quello che sta succedendo oggi. Da un lato, abbiamo Del Rio, che invoca la sovranità italiana, per il problema della truffa dell'inquinamento automobilistico. Dall'altro lato, leggiamo di altri miliardi che dobbiamo all'Ue, e lo sappiamo solo ora, perchè in Novembre, la richiesta era stata congelata per agevolare la vittoria del sì. Questo è vergognoso perchè l'Ue, ha interferito in uno Stato sovrano, dovete denunciarli. E' anche altrettanta vergognosa la condotta del pd che, quando gli fa comodo, siamo uno stato sovrano e in altri casi, è pronto a svenderci e ad abbattere la sovranità,rendendo l'Italia più vulnerabile e manovrabile.
  • Francesco C. Utente certificato 1 anno fa
    E' una iniziativa splendida. La rete e' un fenomeno che va sicuramente oltre l'immaginazione. Condividere opinioni, idee e anche soltanto informazioni di rilievo trovate nella stessa rete e' davvero un modo per avere una marcia in piu'. E' anche uno strumento utile per capire come la pensano gli altri, non solo i singoli individui che partecipano al blog ma persone che vivono all'altro estremo della Terra e che hanno deciso di condividere determinate tematiche. Un esempio? L' islamizzazione dell' Europa. Ecco come affronta l'argomento un sito web a me molto caro che dedica l'articolo a "quei lettori italiani che mi seguono sul web". Pamela Geller in http://pamelageller.com/2016/12/85529.html/ Il sito e' sicuro nonostante gli avvisi di sicurezza e la pubblicita' lampeggiante un po' invasiva che compare sul lato dx che conviene chiudere.
  • Chip En Sai Utente certificato 1 anno fa
    È certamente un passo avanti!... ciò che manca di più importante è la controllabilità della precisione del sistema in fase di votazione ovvero la trasparenza!... fatto questo sarà quasi perfetto! .-|||
  • viviana vivarelli Utente certificato 1 anno fa
    Renzi, Verdini, Delrio, Razzi, Scilipoti, Calendo, Lorenzin, Alfano, Madia... Rodolfo Maida: Dopo 146 anni il Circo Barnum cessa le proprie attività. Giusto e doveroso, quindi, che anche una nostra rappresentanza di fenomeni da baraccone, sgraziati e in molti casi sgradevoli, rendesse omaggio a quel mondo impressionante che chiude i battenti. Là, nel tendone. Mentre qui, nei Palazzi e in alcune rinomate redazioni di stampa e tivù, certe grottesche esibizioni procedono. Incessanti.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus