DIRETTA: Arriva Sharing, la nuova app di #Rousseau: la condivisione fa la forza

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Massimo Bugani

Ciao a tutti! Oggi all’interno della nostra piattaforma Rousseau finalmente lanciamo la funzione Sharing, cioè quell’applicazione che permetterà la condivisione di atti all’interno delle istituzioni. Si tratta di un tassello fondamentale per il nostro Sistema Operativo e per il MoVimento 5 Stelle stesso.

Perché Gianroberto Casaleggio ha scelto proprio Rousseau per il nome della piattaforma che ci ha lasciato in eredità? Dovete sapere che in un testo, il “contratto sociale” del 1762 Rousseau spiegava la sua proposta politica, una proposta per la rifondazione della società sulla base di un patto equo, costitutivo del popolo come corpo sovrano, solo detentore del potere legislativo. Questo, e altri suoi scritti, vennero condannati e contribuirono a isolare Rousseau dall’ambiente culturale del suo tempo. Vi ricorda qualcuno?

Sharing, dicevamo, condivisione. Una parola chiave fondamentale, per sfruttare dalla rete il massimo, migliorare sempre di più, per poi arrivare a quell’obiettivo finale che aveva a cuore il nostro caro e geniale Gianroberto: far tornare il potere al popolo.

Con sharing, nuovo tassello della piattaforma di democrazia diretta che è Rousseau potremo condividere gli atti, le interrogazioni, le interpellanze, gli ordini del giorno, le mozioni, discutere e migliorarle, trarre ispirazione da altre, condividere altri tipi di documenti utili, calarli nei rispettivi contesti territoriali per utilizzarli al meglio. Quindi, soprattutto: fare rete e migliorare insieme. Con questo nuovo strumento, che ci permetterà di sfruttare ancora meglio la rete, riusciremo a fare un altro passo verso il nostro più importante obiettivo: restituire la democrazia nelle mani dei cittadini.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Tocotto Ottova Utente certificato 1 anno fa mostra
    @ Bugani parlando di Democrazia Diretta, credo concorderà che “Ognuno conta uno” non significa votare quello che, qualcuno per tutti, ha deciso che gli iscritti debbano votare, e “un programma deciso dagli iscritti” non significa votare Si o No a quanto stabilito dall’alto, ma che gli iscritti possono -decidere Direttamente- i vari punti programmatici. Le chiederei dunque dove e quando “verranno regolarmente recepiti i miglioramenti richiesti dagli utenti iscritti al M5S che saranno gestiti per ogni funzione da responsabili eletti nel M5S” in modo che, da utente iscritta al M5S, io possa richiedere che i responsabili della funzione decisionale Vota siano -effettivamente- eletti nel M5S con i seguenti compiti: - Offrire riscontrabili garanzie di -trasparenza- affinché ogni iscritto possa Proporre, discutere e votare contando né più né meno di uno. - Agevolare una discussione -efficiente ed efficace- coordinando la funzione Vota con la piattaforma di discussione Forum. - Trasferire alla funzione Vota le proposte -elaborate e definite- dagli iscritti in 15 giorni di discussione e approvate da almeno il 5% degli iscritti. - Inserire nel Programma le proposte votate da almeno il 30% degli iscritti. - Informare tempestivamente gli iscritti sia sulle proposte in discussione sul Forum, sia sulla data della votazione di quelle approvate. - Pubblicare mensilmente il numero aggiornato degli iscritti e, in base alla Legge 6 luglio 2012 n. 96, pubblicare sia i documenti su entrate ed uscite del M5S, sia il Bilancio annuale, regolarmente certificato. Grazie
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus