L'oracolo dell'OCSE: Cassandra all'incontrario

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
cassandra_ocse.jpg

L'OCSE è una Cassandra all'incontrario. Prevede un mondo roseo e felice, tutti i giornali gli credono (con il compiacimento degli sparaballe del pd), ma puntualmente si realizza il contrario. Gli italiani meritano di sapere la verità.

"Secondo Ocse, il nostro Pil nel 2015 segnerà + 0.6%. Ocse diceva lo stesso a fine 2013 sul Pil del 2014, poi sceso dello 0.4%, ma facciamo finta di niente. Inoltre, sempre a giudizio della palla di vetro dell’Ocse, il Pil italiano potrebbe salire di sei punti percentuali nei prossimi dieci anni se saranno fatte le riforme. Recuperare 340.000 posti in 5 anni sembrerebbe una splendida cosa, se non fosse che in Italia, dal 2008 al 2014, sono stati polverizzati 2 milioni di posti di lavoro soltanto considerando gli under 35. Fate un po' voi i conti di quanti anni serviranno, andando a questo ritmo, per tornare ai livelli pre-crisi. I miglioramenti prospettati da Ocse sono strettamente legati al buon andamento delle riforme, ma Ocse non parla delle riforme su cui Renzi sta puntando tutto (legge elettorale e riforme costituzionali), bensì di una riforma che crei lavoro (il Jobs Act si limita a legalizzare i licenziamenti arbitrari e a istituire il precariato permanente), una riforma della giustizia, una riforma della pubblica amministrazione, una riforma anticorruzione e infine una riforma contro l’evasione fiscale. Renzi, in ormai un anno di governo, non ha realizzato nessuna delle suddette riforme: è andato anzi nella direzione opposta, seppellendo la legge anticorruzione già pronta l’estate scorsa, "depenalizzando" vari reati di "lieve entità" (diversi dei quali tipicamente commessi dai politici) e scomodando la sua manina per un "aiutino" alla frode fiscale fino al 3%. Non dimentichiamo poi la non punibilità con il carcere per le dichiarazioni infedeli fino a 200.000 euro e le schizofrenie sul ritorno del falso in bilancio, reato che appare e scompare come una lucciola. Altro piccolo particolare trascurato dall’entusiasmo renziano: Ocse sostiene anche che riusciremo a portare al 60% il rapporto del debito pubblico con il Pil "appena" nel 2030. Questo significa almeno altri 15 anni di austerity." Francesco Manna

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Alessandro DSP 2 anni fa
    Sarebbe più opportunom smetterla di parlare di crisi ed iniziare a vedere con occhi realistici come satnno davvero le cose. Una crisi ha per definizione un inizio ed una fine ed in questo stravolgimento economico mondiale se si può identificare il 2007 come anno d'inizio pensre di poterene ipotizzare una fine è solamente utopico. Il contenimento dello pserpero del sistema consumustico in un pianeta dalle risorse finite e limitate era inevitabile e sperare che ancora il 12% della popolazione mondiale ne assorba oltre l'80% non è più proponibile. Se prima il mondo nei paesi sottosviluppati si fermava sin dove si posavano gli occhi dei loro sfortunati abitanti oggi la globalizzazione telematica ed i flussi migratori ha portato anche da loro la "setea di progresso e benessere". Si deve parlare di ridistribuzione della risorse e del relativo benessere che ciò comportava. Alla ricchezza intesa come capitale, non importa chi consuma, ma solo che lo faccia e se non sarà più il vecchio continente a farlo ci sono i paesi emergenti che sono disposti a pagare meno e ad offrire maggiori utili con minor costi. Quiesta è la realtà e delle "uccellate" che propina l'OCSE francamente, penso che si possa fare volentieri a meno...
  • Andrea Zanella Utente certificato 2 anni fa
    La realtà è l'unica stima economica che conti.
  • pietro denisi 2 anni fa
    Ad una sola condizione si può dare fiducia a questi venditori di fumo: se alla verifica dei fatti se le previsioni risultano tarocche, mandarli a Ventotene! Noi imprenditori quando sbagliamo paghiamo di tasca nostra. Loro, viceversa, non pagano mai Anzi! Li paghiamo profumatamente per imbrogliarci. Anche Renzi dovrebbe firmare un contratto con gli italiani. Se non lo rispetta via all'ESILIO a vita!
  • giorgio l. Utente certificato 2 anni fa
    Se la Banca d'Italia fosse degli italiani (e non di qualche italiano), potrebbe prendere a prestito dalla B.C.E. tutti i soldi che lo Stato Italiano ha bisogno (pagando una miseria e non il 4/5 % di qualche anno fa o il 2/3 % di oggi, col raggiro di prendere i soldi dai MERCATI) risparmiando un sacco di denaro (30/40 miliardi l'anno) e introitando (quale socio della BCE al 14%), anche un po' di moneta che venisse prestata ad altre banche ..(questo introito verrebbe direttamente dal signoraggio della BCE, naturalmente)..Questo bisogna fare, caro Renzi....se non si vuole uscire dall'Euro!!!!Per cui NAZIONALIZZIAMO LA BANCA D'ITALIA SUBITO!!!!
  • Agostino Nigretti 2 anni fa
    Grandi spettacoli sulle privatizzazioni,le quali hanno arricchito i soliti della famiglia e gli amici sfruttando la manodopera come se fosse un prodotto da mercatino usato.Sì ci sono delle aziende che commerciano l'energia e Gas Serie,però chi si è arricchito protetto dalla legge sono quelli legati alla Piramide del Potere delle aziende Pubbliche di famiglia ,le quali hanno gestito il commercio con un sistema legalizzato per fare cassa e far passare come criminali truffatori gli agenti e consulenti,perché alla fonte non rispettavano le condizioni di vendita per poi incolpare per truffa i poveri venditori.Servono solo le grandi opere,ai politici-banche-multinazionali non importa se il popolino crepa per malasanità e ci sono collegamenti di trasporti da paesi sottosviluppati.Importante che loro abbiano la Ferrari per pavoneggiarsi.Trionfo del governo del Figliol Prodigo illuminato dal vero Dio.Grazie al Profeta Napolitano che ha blindato le istituzioni e impostoci i vari governi,i padroni del mondo hanno rafforzato le Colonne portanti UE,donando la luce del denaro ai Greci,quindi hanno tutto il tempo e il denaro per far ripartire alla Grande l'Economia con l'ESPO.Dio e Cristo erano dei principianti rispetto al Vero Dio gestito dai padroni del mondo.Dobbiamo costruire un Grande Tempio in onore ai nuovi Dei della Globalizzazione e alla grande ammucchiata politica.Solo i veri Discepoli potevano fare il grande miracolo delle promesse non mantenute e aumentare le tasse per non dimezzare i Parlamentari-Senatori-Pensioni/Stipendi doro,sopprimere i 10.000 Enti inutili,Province-Privilegi-Vitalizi-accumuliPensioni+Stipendi+Auto+Scorta+ Consulenze+ figli sistemati+Ecc. per non intaccare il sistema spartitivo legalizzato. Questi spettacoli recitati sulla pelle dei popoli confermano il trionfo del sistema politico inciuciario italiano nel tenere il piedi in due scarpe.Meglio subito una vera guerra che non ai soliti teatrini,nei quali recitano i soliti attori della Globalizzazione.
  • giorgio l. Utente certificato 2 anni fa
    Ma come,prima col Fiscal Compact ce ne volevano 20 di anni e adesso ne bastano 15 ?????....ma allora il prezzo (non ) è giusto! ...se col F.C. ci volevano circa 40/50 miliardi l'anno...adesso quanti ce ne vogliono per riportare al 60% il rapporto debito pil....60/70 miliardi l'anno ???? Ma chi è quel Ragioniere che fa 'sti conti????? Si ritorni invece alla Sovranità Monetaria....e vedrete come tornano i conti...altro che balle!!!!
  • mario d. Utente certificato 2 anni fa
    l'ocse è un di quei baracconi molto e solo dalla parte dei poteri forti mondiali e che i media governativi sopravvalutano per credibilità.non è un'entità astratta ma un branco di persone di parte che dicono che la loro previsione sarà giusta non informando su quali criteri.sono in zona delle alte sfere,non so se sono prima o dopo dio !
  • alfonsina p. Utente certificato 2 anni fa
    Mi fanno ridere quei giornalai del sistema che dicono che l'Italia sta migliorando, perché è a +0,0 e non a -0,0. Ma non era quel BUFFONE che sosteneva che lo 0, era comunque zero? Vabbe' quel demente, in questi anni, ha detto tutto e il contrario di tutto, a seconda della convenienza. La cosa che mi fa più rabbia è che gli Italiani gli credono ancora. MA QUANDO VI SVEGLIATE, CAZXO!!!!!!!!
  • Alessandro morigi Utente certificato 2 anni fa
    UN’ORA DI CATECHISMO: Ora che siamo riusciti a condurre, con commiserevole ortodossia, come un carro infuocato dentro un castello, il macigno bellico per eccellenza , il teatro dentro una chiesa. Ora il rosario è divenuta improvvisamente una collana con perline di legno fradicio che stenta a far infuocare il cuore già da sera. Il crocefisso è divenuto un semplice ornamento per abbellire la parete ( uno di quelli che compri anche nel reparto casalinghi) di un uomo che guarda affranto con quale soave ricatto, si cede alla realtà lo sfratto per colmare l’altrui empia sete. E’una semplice ora di religione, s’intravede l’illusione in piedi sopra a a tutti a portar avanti la lezione. Ciò che più mi riempie d’orgoglio, illusione sostenuta e osannata, illusione che si siede al posto della santa immacolata e invita tutti ad abbandonare la verità per l’avvento di una gelida nottata. Il sacerdote guarda sdegno, paga pegno e s’inchina alla belligeranza ,“ma pacifica”, del nuovo regno. Il teatro è una rispettabilissima forma d’arte che va usata, semmai come si vuole, al di fuori di ogni luogo sacro o religioso. Il dialogo con dio e l’orazione del sacerdote che in quel momento ne fa le veci deve rimanere quanto mai onesto e serio, altrimenti sarebbe come farsi gioco di se stessi. Concesso semmai dalla parte degli ascoltatori, ognuno è libero di far ciò che vuole ma dalla parte dell’altare non bastano parole piene da dentro vuote, o personaggi stravaganti che si erogano il diritto di improvvisare, altrimenti al cielo è frode. L’altare non è un palco, il cielo di consigli non credo sia mai stanco.
  • ROBERTO SCANNAPIECO Utente certificato 2 anni fa
    bisogna essere onesti quando si danno le notizie ed occorrono fonti certe, specie quelle gravissime come quella riportata su tse tse e sulle dichiarazioni di putin in merito alle responsabilità usa nell'11 settembre. Una notizia del genere se non ha fonti certe condanna in primis che le dà ad un giornale spazzatura che mira solo al numero delle visite per la pubblicità. Una cosa patetica e di infimissimo ordine. Un esempio di immoralità da condannare.
  • Jok 2 anni fa
    Sig.beppe ma che casso di coll. riporta su sto blog... Es :lafucina.... troooppo fotttte..
  • Jok 2 anni fa
    A proposito Putin ll sett. http://attivissimo.blogspot.it/2015/02/antibufala-ka.html?m=1
  • ROBERTO SCANNAPIECO Utente certificato 2 anni fa
    DA TSE TSE La notizia è stata diffusa dal quotidiano russo Pravda, come conferma il VeteransToday. Un collaboratore, Gordon Duff, segnala che sulla "Pravda" del 7 gennaio 2015 si parla dell'imminente, clamorosa iniziativa dei russi: rendere pubblica la verità sugli attentati dell'11 settembre. CREDO SIA INDISPENSABILE UN TRIBUNALE INTERNAZIONALE PER DECIDERE SE IL FATTO CONDANNATO DALLA RUSSIA SIA VERO O NO E QUINDI CONDANNARE O LA RUSSIA O PEGGIO GLI USA. QUESTE COSE SONO TALMENTE GRAVI CHE NON SI POSSONO LASCIAR PASSARE COME NULLA FOSSE SUCCESSO.
  • Aldo Masotti Utente certificato 2 anni fa
    Se il M5S avesse un proprio sistema di stime econometriche (cosa da me proposta anche direttamente a nostri "onorevoli" ) potremmo confutare queste speculazioni. I nostri "tecnici economisti" (chi sono ? ) usano i dati del governo cercando di riallocare le poste di bilancio in senso piu' congruente con i fini del M5S . Non e' questo il modo di fare una proposta alternativa di politica economica . Il modo giusto e' ripensare il modello degli stimoli (fisco/spesa in conto capitale/spesa corrente) secondo un modello italiano dei comportamenti, non ritenere che le curve econometriche dei paesi anglosassoni (Germania in testa) siano valide anche per noi.
  • claudio n. Utente certificato 2 anni fa
    L'Ocse è pesantemente di parte. Naturalmente dalla parte dei Banksters, della Troja, della Nato e dei Sionisti. Hanno meno credibilità di Babbo Natale e lo hanno dimostrato con le vicende Ucraine dove hanno fatto orecchie da mercante, intanto che i loro amichetti nazifascisti di Poroshemo macellavano donne e bambini nel Donbass, loro si voltavano dall'altra parte.
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 2 anni fa
    Per delle previsioni piu' realistiche e corrette sara' meglio rivolgersi al mago Otelma.
  • Paolo M5S Utente certificato 2 anni fa
    Gli Italiani sanno la crisi che c'è, basta andare in giro. Renzi ormai non è più credibile, e il suo governo abusivo non eletto dal popolo sarà mandato a casa dagli Italiani
  • alvise fossa 2 anni fa
    L'OCSE NON DOVREBBE MERITARE NEMMENO UN BRICIOLO DI ATTENZIONE,PER LE CASSANDRE AL CONTRARIO CHE FA'
  • bassibruno 2 anni fa
    la legge di Cyril Northcote parkinson dice che in qualunque ente pubblico la burocrazia cresce da poco di piu del 5% all'anno fino a oltre il 6% indipendentemente da vero lavoro utile svolto e cioè secono parkinsono, anche in assenza di attività reale, l'impiego di pura e inutile burocrazia aumenta comunque..... Interessante vedere che in italia vengono tagliati i posti produttivi ma quelli dei fancazzisti buonisti non vengono minimamente toccati e anzi crescono come previsto da parkinson.
    • bassibruno 2 anni fa
      Sempre secondo Cyril Northcote parkinson parre che tutti i pubblici concorsi fatti secondo regole di psicologia e Quoziente Intellettivo producono personale più scadente che gli altri metodi.... e quardacaso i buonisti italioti che metodo usano?
  • bassibruno 2 anni fa
    a proposito di "sparaballe" buoniste.... quella di oggi sulla tivvù di stato è fantastica.... fanno apparire buonista una famiglia di lampedusa perché ospita un povero senegalese .... perccato però che non dicono che a lampedusa ci sono famiglie che sopravvivono grazie all'elemosina che lo stato italiano concede a quelli che si prendono in casa il "balotelli" di turno..... la puzza è orribile ma fortuna che ora ci sono gled assorbiodori e licia persona perciò con un po di fantasia si può sopravvivere alla miseria mettendosi in casa un senegalese pagati con i soldi del contribuente italiota.
  • Giusy Romano Utente certificato 2 anni fa
    Tutti i dati economici sono calati dall'alto a orologeria, i giornalisti che in materia economica e finanziaria ci capiscono un bel niente, sanno solo riportare i numeri come pappagalli.
  • Alessandro L. 2 anni fa
    Ma c'è ancora qualcuno che crede all'OCSE ? Sarebbe come credere che un laureato della Bocconi sapesse far ripartire un'azienda !
  • Pino M. Utente certificato 2 anni fa
    OCSE = Organizzazione delContrario Situazione Economica............ridiocoli,falsi e vergognosi
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus