Il business degli sbarchi: miliardi a Coop e mafie

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.


"Mentre nel mar Mediterraneo un altro barcone affonda e porta con sé negli abissi altre 40 vite umane, dalla Sicilia arriva la denuncia del procuratore della Repubblica di Caltagirone Giuseppe Verzera che, incontrando una delegazione congiunta delle Commissioni Bilancio e Liberta Civili del Parlamento europeo, ha detto: "quella sul Cara di Mineo è un caso di Stato, a questo punto non è un'indagine unitaria, ma si compone di molteplici filoni che vanno dal caso Parentopoli, alle assunzioni, alle irregolarità dell'appalto, alle eventuali turbative d'asta. Stiamo valutando tante situazioni. Quello che c'è nel calderone principale ovviamente non lo posso dire".

VIDEO Lo sfogo del procuratore della Repubblica di Caltagirone in Parlamento

Dentro il calderone c'è lo Stato.

Il business dell'immigrazione è un "caso di Stato" perché a fare affari con essa sono pezzi dello Stato. Lo dimostra l'inchiesta Mafia Capitale con la saldatura fra partiti, criminalità organizzata e Coop. Lo dimostra la recente inchiesta di Catania che vede il sottosegretario di Stato Giuseppe Castiglione indagato per turbativa d'asta per gli appalti al Cara di Mineo. I morti in mare sono il cemento di questo sistema marcio, perché se non ci fossero le tragedie non arriverebbero i fondi europei.

L'Unione europea ha stanziato nel periodo 2007-2013 ben 4 miliardi di euro per la gestione del problema e ne ha stanziati altri 3.2 per il periodo 2014-2020. Ecco perché Buzzi nelle intercettazioni di Mafia Capitale diceva al suo interlocutore: "Lo sai che gli immigrati rendono più della droga".

Della delegazione del Parlamento europeo, che ha visitato inoltre il centro di primo soccorso di Pozzallo e il più grande Cara (Centro d'Accoglienza Richiedenti Asilo) d'Europa, quello di Mineo, fanno parte quattro portavoce del Movimento 5 Stelle. Durante gli incontri con le ONG internazionali che lavorano sul campo, i prefetti di Catania, Ragusa e Agrigento, i dipendenti dell'agenzia europea Frontex, gli uomini della Marina militare, i parlamentari europei Ignazio Corrao, Laura Ferrara, Marco Valli e Marco Zanni hanno chiesto di verificare tutti i flussi dei fondi stanziati, chi sono i beneficiari, come sono gestite le gare d'appalto e di subappalto e che livello di trasparenza hanno. Sono state, inoltre, richieste informazioni sulle commesse urgenti che drenano milioni di euro senza nessuna gara d'appalto. I portavoce hanno chiesto, infine, la tracciabilità dell'erogazione dei beni e dei servizi da parte delle cooperative.

"Segui i soldi e troverai la mafia" diceva Giovanni Falcone.

L'Italia dovrebbe chiedere all'Europa più solidarietà e meno fondi alle mafie...e invece fa e ottiene esattamente l'opposto." M5S Europa

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • riccardo m. Utente certificato 2 anni fa
    vi state lamentando di che cosa? chi ha votato questi imbecilli? Noi italiani non siamo più un business noi non valiamo 35 € a persona Ma fare una class action contro lo stato italiano per crimini contro l'Umanità no? molte persone non hanno da mangiare, i più fortunati dormono in macchina e tutti gli altri? stanno ripristinando delle caserme per questi clandestini e noi italiani? i nostri vecchi hanno combattuto per essere liberi Politicanti VERGOGNATEVI abbiate rispetto almeno di chi ha dato la vita per vivere in una nazione libera
  • roberto cusenza 2 anni fa
    vi assicuro il viaggio in gommone lo pagano in pochi il resto è gratis
  • anna corda 2 anni fa
    MA COSA FATE PER BLOCCARE QUESTA INVASIONE DI CLANDESTINI???????? e' inutile denunciare le irregolarità, i reati che sono evidentissimi nel commercio di esseri umani! a iniziare dall'atto irresponsabile e autolesionista di andare a prelevarli sulle coste libiche!!perchè noi andiamo a prenderli in acque libiche!!!!!!!!! Non devono essere trasportati sul territorio nazionale!!!!!! Gli accertamenti si fanno nei loro paesi o nei consolati dei paesi a cui vogliono chiedere aiuto internazionale!!!!!!! invece questa gente arriva in maniera irregolare perchè NON HANNO ALCUN DIRITTO AL RICONOSCIMENTO DI ALCUNA TUTELA!!!!!! IL 70% SONO CLANDESTINI E COME SOSTENEVA BEPPE GRILLO , VANNO RIMPATRIATI IMMEDIATAMENTE!!!!!!!!!!!
  • Aldo Masotti Utente certificato 2 anni fa
    Tagliate i soldi e vedrete che non vengono piu' . O se vengono vengono solo quelli che sono realmente inseguiti dai tagliagole. Turati , Rosselli , Parri e Pertini in francia mica ricevevano 35 euro al giorno dallo stato Francese .
  • Matteo Mattioli 2 anni fa
    Non sono bastati fermi amministrativi, revoche e cause del Tribunale europeo per fermare Alisei ONG, non è servito a nulla denunciare la truffa dell'housing sociale ordita dalla stessa Onlus, non è servito a nulla fare una interrogazione parlamentare che rimane in Senato senza risposte da 655 giorni. Il Ministero degli Esteri ha dovuto includere nuovamente la ONG milanese nella lista delle associazioni Non Profit idonee a svolgere progetti di cooperazione internazionale perché così ha voluto un Giudice del TAR del Lazio http://matteo-equilibrio1.blogspot.com/2015/07/ipergarantismo-per-i-truffatori-nemmeno.html
  • rosanna s. Utente certificato 2 anni fa
    niente capita per caso. non e' una novita'. quando qualcuno fa qualche cosa bisogna subito pensare che cosa ci guadagna. non dovrebbe essere cosi', ma lo e'. quindi se arrivano cosi' tanti stranieri bisogna subito chiedersi chi ci guadagna. di sicuro quelli che ci rimettono sono gli italiani che soffriranno il disagio di avere un sacco di persone con cui non hanno niente da spartire e di dover pagare con le tasse il loro mantenimento ed in cambio avere solo i disagi. e gli stranieri che non saranno mai aiutati da nessuno e creeranno solo guai, che l'esasperazione poi porta a questo da ambo le parti. i soldi chissa' chi li intasca. i poveretti stranieri no di sicuro. ma quando li mandiamo via questi che stanno al comando e che permettono queste cose?
  • Alessandro P. Utente certificato 2 anni fa
    State scoperchiando il vaso di pandora ;)
  • Bruno Landis 2 anni fa
    La piú semplice considerazione che mi viene di fare é la seguente: Ma non é stata abbastanza chiara la frase intercettata durante l'inchiesta "Mafia-Capitale" che diceva:-RENDE MOLTO DI PIÚ L'IMMIGRAZIONE CHE LA DROGA- ??? Non basta questo per capire che é un'impresa altamente complessa sradicare questo marciume, cosí come lo sarebbe per sgominare il traffico della droga? Abbiamo gente, intelligence e mezzi per farlo ??? Per ora cominciamo con scegliere la gente giusta...poi verrá il resto. Auguri...dal lontano Messico.
  • claudiog 2 anni fa
    La politica è mafia,la mafia é politica,con questo sistema internazionale andremo ad aumentare la possibilità che ci siano grandi guerre negli anni avvenire!É un gioco tutto loro,il mondo in questa direzione é in grave pericolo!
  • dissentire o non 2 anni fa
    se c'è il piano karlegi da attuare mica hanno problemi a stampare un po di euri in più per finanziare questo o quello.....
    • Lùcìö P. Utente certificato 2 anni fa
      karlegi
  • alvise fossa 2 anni fa
    L'IMMIGRAZIONE E'M DIVENTATA UN BISNESS PER I PARTITI,CON TROPPI INTERESSI IN MEZZO,FERMATELI COME POTETE
  • Adriano Zampieri 2 anni fa
    chi paga il viaggio a questi poverissimi migranti?? come possono pagarlo se non hanno piu niente perche'stanno fuggendo senza nulla?
  • Roberto Soletti 2 anni fa
    Tanto per non ........cambiare ⁉️
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus