#PanamaPapers: tutti sapevano da 20 anni, di Hervè Falciani

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.


di M5S Europa

Il Movimento 5 Stelle ha le idee chiare su come risolvere il problema dell'elusione fiscale internazionale. Sta già collaborando con numerosi esperti, lottando in ogni sede istituzionale e tutelando al contempo whistleblower come Hervé Falciani. Lo abbiamo intervistato per sapere cosa pensa dei Panama Papers. Buona lettura!

"Sono stato condannato in Svizzera per spionaggio economico. Secondo loro ho attentato agli interessi fondamentali della nazione elvetica. Peccato che per molti altri Paesi è stato un fatto positivo; ora tutte le volte che voglio andare in un altro Paese devo chiedere l'autorizzazione. Un Governo o un dipartimento di giustizia che rifiuta di ospitarmi ammette implicitamente di proteggere un segreto bancario, quindi ogni volta che decido di spostarmi è l'occasione giusta per capire cosa sta succedendo in quel Paese".

Cosa ne pensi dei "Panama Papers"?
"L'occasione di raggiungere più cittadini e di informarli è sempre una buona cosa. Ma non stiamo parlando di nulla di nuovo o di uno scandalo che non si conosceva. Semplicemente riusciamo a mettere qualche faccia sugli scandali finanziari. È incredibile pensare a tutta l'IVA che perdiamo ogni anno sulle frodi delle grandi imprese, ma nessuno ne parla perché non fa notizia come l'attacco a un capo di Stato".

Da quanti anni stai ripetendo queste cose? "Sono almeno dieci anni che ci lavoro, ma se ne parla da molti di più".

Perché nessun americano è stato coinvolto?
"Ufficialmente perché gli Stati Uniti hanno già firmato un trattato di collaborazione con Panama. È proprio grazie a quest'ultimo che l'America sta diventando il luogo ideale in cui evadere, perché gli investitori si sentono più sicuri (pensiamo al Delaware o a Miami). La cosa più pericolosa è il livello d'intelligenza economica: tutte le informazioni sensibili risiederanno in un solo luogo e si andrà verso la centralizzazione. Esattamente come già avviene con i servizi Paypal o Amazon, che hanno sedi fiscali in Lussemburgo. Ecco, ogni volta che c'è una centralizzazione, per i cittadini si prospettano grandi problemi".

Quale sarà il prossimo paradiso fiscale?
"Nel Medio Oriente, tra Dubai e Abu Dabi. Speriamo che i coinvolti non abbiano troppe implicazioni, così che le notizie fluiscano più velocemente".

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Il Disonorevole Utente certificato 1 anno fa
    Assessore MoVimento 5 stelle a Livorno indagato. Beppe, il signore deve fare un passo indietro e dire: "In attesa delle indagini lascio il posto onorando le linee guida del MoVimento 5 stelle!". Se non lo fa allora il garante o il direttorio devono intimargli pubblicamente di fare un passo indietro. Se a fine indagini risulterà assolto o non verrà nemmeno rinviato a giudizio allora potrà tornare dov'era. Non mi sono piaciute le dichiarazioni di Raggi, Toninelli e Sibilia. Siamo il M5S, non siamo il PD! Non prestiamo il fianco agli attacchi piddini, vi prego! Risolvete la questione e subito! Il mondo cambia con il nostro esempio, non con la nostra opinione!
  • FABRIZIO P. Utente certificato 1 anno fa
    siete gli unici a parlare con falciani ..e dovete continuare ....per tutti gli altri è tabu'...fifa
  • alex bardi 1 anno fa
    condannati in via definitiva per la lista falciani (oltre falciani stesso): 3 ... lo zero assoluto, come zero assoluto è stato lo pseudo-scandalo FIFA (che serviva solo per far fuori platini e blatter...) e come sarà questa pagliacciata del panama papers che serve solo agli americani per segare panama e far rientrare i loro milionari ... trivellopoli scandalo? manco c'è un rinvio a giudizio, o i magistrati dormono o sono tutte fregnacce
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 1 anno fa
    In un mondo in cui il Dio universale e' diventato il denaro non stupisce che esso venga accumulato e protetto con ogni mezzo. Quello che di tanto in tanto viene svelato e' solo una piccolissima parte del problema e non e' difficile per il sistema rimediare e ricominciare come prima magari da un'altra parte. E' il potere dei ricchi che saranno magari una percentuale minima della popolaziome mondiale ma hanno potere a sufficienza per controllare i governi e le societa'. Non che la lotta alla corruzione, all'evasione fiscale, alla ricchezza eccessiva non vada fatta con ogni mezzo. Ma un successo significativo passa dalla costruzione di una scala di valori universali che non abbia al vertice il denaro. "La proprieta' e' un furto" diceva Proudhon; oggi e' piu' corretto dire che la ricchezza e' un furto.
  • lidia querci 1 anno fa
    buon giorno , mi chiamo lidia, e lavoro in un asilo nido nella provincia di Milano, tempo fà ho sentito una notizia che non so se vera, ossia che voi mettete a disposizione, le vostre entrate , per aiutare le piccole imprese, se è vero con chi posso parlare, siamo un micro nido in un momento di difficoltà, grazie per l'attenzione data lidia querci
    • Italo Pelizzola Utente certificato 1 anno fa
      Qui ci sono le giuste informazioni http://www.beppegrillo.it/movimento/parlamento/microcredito/
    • Giancarlo F. Utente certificato 1 anno fa
      forse stai parlando del microcredito del M5S, prova su internet e credo ci siano le informazioni di cui hai bisogno. giancarlo f.
  • Gian A Utente certificato 1 anno fa
    Ma .... tutti sapevano. Ok. Ma chi è che ha necessità di un paradiso fiscale? Chi è crea i paradisi fiscali? Un Paperone o un disoccupato? No, perchè qui ci dobbiamo capire. Non si può pensare che salta fuori uno stato che è un nuovo paradiso fiscale (ma è solo fiscale o qualcosa d'altro?) e tutti si meravigliano, cadono dal pero o si scandalizzano. E poi, non è da ieri che gli States in particolare cercano di stanare i paradisi fiscali (Svizzera in primis) e poi raccolgono capitali a casa loro. Ma qualcuno ha analizzato a fondo la politica finanziaria/monetaria/internazionale degli states?
  • Alessandro P. Utente certificato 1 anno fa
    Se davvero avete le idee chiare postatele perchè l'argomento non è proprio facilissimo e iniziare un dibattito su questo tema sarebbe importante.
  • oreste ★★★★★ °.° Utente certificato 1 anno fa
    Oltre alla Marina adesso c'è anche l'Esercito! Evvai, un bel disarmo sai quanto risparmi! Se si vogliono fare le guerre che se le faccia gli USA...da solo!
  • Eposmail. ,, Utente certificato 1 anno fa
    ...non sono un'esperto. Ma se uno paga tutte le tasse ,....però non si fida di depositare i soldi in banca...perchè le banche italiane falliscono e ti fregano tutto,...cosa si deve fare ?
    • FABRIZIO P. Utente certificato 1 anno fa
      a casa tua ..diversamente te ne vai all estero con i tuoi danè
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus