Il nemico è la corruzione

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
corte_conti.jpg

"Crisi economica e corruzione procedono di pari passo, in un circolo vizioso, nel quale l'una è causa ed effetto dell'altra. L'illegalità ha effetti devastanti sull'attività di impresa e quindi sulla crescita. Il pericolo più serio per la collettività è una rassegnata assuefazione al malaffare, visto come un male senza rimedi. Non possiamo permettere che questo accada" dal discorso del presidente della Corte dei Conti Raffaele Squitieri oggi durante l'inaugurazione dell'anno giudiziario.
L'illegalità ha effetti devastanti sull'attività d'impresa e sulla crescita. Eh sì, perché si parla tanto di crescita ma se poi fai lavorare solo le aziende (palesi o mascherate da coop) che ti passano le mazzette, che spesso non hanno neanche le capacità di effettuare a regola d'arte i servizi per le quali vengono pagate, allora penalizzi chi fa impresa onestamente e paga tutte le tasse nonostante una pressione fiscale abnorme. Queste imprese sane e virtuose falliscono e quindi cala il gettito fiscale, perchè lavoreranno solo quelle degli amichetti della politica bipartisan (Mafia Capitale docet) che spesso le tasse mancano le pagano, essendosi abilmente camuffate da cooperative e godendo dei relativi vantaggi fiscali. Ed altre non ne apriranno perchè è follia di questi tempi entrare in un mercato drogato sapendo di non poter competere e quindi fatturare e quindi assumere. E l'Italia così è affondata. Capito perché la corruzione è LA MADRE DI TUTTI I MALI del nostro paese? Capito perché ai partiti NON interessa COMBATTERLA?" Roberta Lombardi

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Beppe C. Utente certificato 2 anni fa
    Si parla tanto di illegalità ma quello che si percepisce è che essa sembra sia diventata legale se anzichè combatterla si trasfomano quelli che una volta erano reati in non reati con mille scappatoie affinchè i vari azzeccagarbugli evitino la galera ai vari delinquenti e corrotti. Come si può eliminare il malaffare se le istituzioni ne sono infiltrate al punto da far sembrare le parole corruzione e istituzioni dei sinonimi.
  • ina ghigliot 2 anni fa
    ...CAPITO CHE MERKEL NON C'ENTRA ? .. COSì COME NON C'ENTRANO EURO, TROIKA O BCE ??? PIANTATELA DI DARE LA COLPA AGLI ALTRI E DIVENIRE A VOSTRO MODO LA VIA DI USCITA DEI LADRI ITALICI !!! PO LI TO ME TRO !!! PO LI TO METRO !!! DO YOU REMEMBER ????
  • fabio spaziani 2 anni fa
    https://www.youtube.com/watch?v=CUSnw-8_PhE
  • Gian A Utente certificato 2 anni fa
    A proprosito di illegalità. Ogni giorno il governo emana e il parlamento ratifica (approvare è una parola di facciata) decreti fiscali in netto contrasto con lo statuto del contribuente. Ed ecco una delle facce del malcostume: perchè gli organi istituzionali non rispettano la legge dato che siamo uno stato di diritto?
  • Fab T. Utente certificato 2 anni fa
    Analisi spietata e perfetta. Il valore della meritocrazia deve essere al primo posto, nel lavoro, nella vita. E' forse anch'esso spietato, ma è l'unico metro che abbiamo che non sia legato ai soldi e che premi il solo talento. Ricordiamo che talento significa idee, che significano innovazione, che significano sviluppo, che significano infine anche solidarietà verso chi non ha meriti ma neanche colpe. Entriamo in questa mentalità se vogliamo sopravvivere.
  • Beppe A. Utente certificato 2 anni fa
    "la corruzione è LA MADRE DI TUTTI I MALI del nostro paese" e questo sarebbe il motivo per cui han chiuso il 25% del settore industriale, con disoccupazione al seguito, e continuera' a farlo? questa e' disinformazione bella buona
    • Gian A Utente certificato 2 anni fa
      Si. Forse non ci si rende bene conto degli effetti della mazzetta. La corruzione emargina le aziende sane perchè crea un circolo di concorrenza sleale. Non solo. Ma quante opere inutili siamo costretti a pagare? Pensiamo a quante tasse dobbiamo pagare per finanziare un Tezovalico (opera definita inutile perfino da Federcargo), un Mose, un Expo, una Tav per citare le più conosciute. E poi, come per i denari dirottati da terradeifuochi ad expo, quanti servizi sottratti al cittadino per pagare le opere inutili? Senza contare che taluni cantieri (privati) sono militarizzati (neppure più in Cina succede), con costi relativi. Senza contare i concorsi deviati, le leggi ad hoc, i fondi neri per le mazzette e così dicendo. Quindi si, la corruzione e chi la alimenta, è il cancro del paese. E le aziende che chiudono o falliscono, certamente devono puntare il dito contro i corrotti e corruttori. Ed è da lì che è necessario ripartire.
    • Fab T. Utente certificato 2 anni fa
      Sì che è il male peggiore, la corruzione. "Corruzione" è un modo di pensare, che porta alla ricerca della strada più facile, alla mancanza di innovazione e di impegno. E' una catena che porta allo sfacelo. Dall'Impero Romano in poi.
  • Diego M. 2 anni fa
    CORRUZIONE, mancanza di EDUCAZIONE CIVICA, comportamento mafioso in tutti i campi, FURBIZIA, EGOISMO in genere, politici spesso impresentabili , ecc. : questi sono alcuni dei cancri che stanno facendo morire l'Italia. Tutti criticano i privilegi degli altri e considerano intoccabili i propri!! E' una guerra tra persone dove vincono quasi sempre i più scorretti. Questi ultimi,inoltre, spesso non vengono puniti dalla legge per mancanza di norme adeguate, leggi ad personam o altro, e ciò risulta lezione drammatica per molte altre persone perbene che alla fine si adeguano!! La corruzione è senza dubbio uno dei mali principali dell' Italia ma,come chiaramente si vede, la politica non ha proprio la minima voglia di combatterla seriamente, come per l'evasione fiscale. Tutti dicono che le tasse sono troppo alte al punto che sono da giustificare quelli che evadono: si può essere d'accordo o meno ma non bisogna dimenticare che anche quando le aliquote erano molto più basse, tanti anni fa,spesso chi poteva evadeva ugualmente.Noi italiani stimiamo i Furbi e dileggiamo le persone corrette Bisognerebbe quindi fare lezioni di EDUCAZIONE CIVICA, facendo capire a tuti il senso del bene comune, del SOCIALE,ecc. Bisognerebbe ricordare al presidente Squitieri ( da sostenere nella condanna della corruzione) che la credibilità di chi prende dallo Stato stipendi e pensioni pari a decine di volte quelli percepiti da moltissimi italiani non può che essere minima (senza parlare di chi non ha redditi!).Siccome Lui percepisce sicuramente la non correttezza di ciò, come ognuno di noi capisce se gode di privilegi ingiusti,sarebbe sano e utile all' Italia ed alle nostre coscienze, che ciascuno cominciasse a rinunciare ed a combattere i propri privilegi e comportamenti scorretti e furbetti, senza la pretesa di creare un esercito di santi ma per almeno migliorare questa nostra attualmente nauseabonda società.
  • franco Iannucciello 2 anni fa
    Ciao BEPPE GRILLO questi signori GIUDICI sono anni ché nascondo l'è malefatte degli POLITICI dalla vecchia DC hai giorni nostri ancora più grave ,facendo subentrare lo stato MAFIA ,ADESSO parla perché ,bisognava fare prima prevenzione ,ADESSO ché vuole fare METTERE a posto tutto, troppo tardi è solo chiacchiere suo per farsi perdonare dagli italiani della sua coscienza sporchissima ,perciò come aperto lo stato MAFIA lo chiudono subito!! Per sua convenienza questo Giudice quando prende al mese !!!? Sé le goda ,come sempre a sempre fatto la vera causa di tutto sono i Magistrati CORROTTI ché non applicata la legge su i POLITICI CORROTTI ,ma solo sulla povera gente ché ruba per mangiare come una povera ché a rubato per mangiare ché volevano METTERE in GALERA ché i CARABINIERI lo anno aiutato anche contro la denuncia ,perciò BEPPE GRILLO io questi GIUDICI CORROTTI mi fanno SCHIFO!!! Ciao FRANCO WM5S
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 2 anni fa
    Sull'analisi siamo ormai tutti d'accordo. Anzi ci siamo addirittura stufati di denunciare sempre le stesse atrocita' Ma quand'e' che qualcuno, ad esempio il governo Renzi, si decidera' a fare qualcisa di serio per sradicare corruzione, evasione fiscale e criminalita' organizzata? Verba volant!
  • Carlo D'Ottone Utente certificato 2 anni fa
    Non mi sembra che la parola "onestà",risolutrice del problema, sia stata citata. E' caduta in disuso ??
  • Michele R. 2 anni fa
    In democrazia vale la proprietà transitiva. Se due cose sono uguali ad una cosa allora le due cose sono uguali tra loro. Tradotto: i partiti tradizionali non combattono la corruzione. I partiti tradizionali sono leggitimati dal voto popolare. Il popolo non combatte la corruzione. Amen.
  • Alessandro P. Utente certificato 2 anni fa
    Con tutto il rispetto per Squitieri il problema dell'illegalità è accompagnato dal problema della legalità che molti purtroppo a ragione vedono come burocrazia inutile. Se io ho un diritto ma ci metto 20 anni per vederlo riconosciuto la mia fiducia nella legalità è zero. Quando un criminale viene preso e dopo mezza giornata torna a piede libero il problema non è l'illegalità ma la legalità che evidentemente ha ben poco di legale anche se tutti i giudici d'italia si sforzano di difenderla come se fosse un dio supremo perfettissimo e giusto. Se le leggi sono applicate poco e male la colpa sarà mica di tutto l'universo tranne che dei giudici? Fare come i giudici della Tav anche contro i corrotti proprio non si può???? E se molte leggi sono una porcata potrebbero i giudici esternare più spesso il loro parere su tali porcate senza difenderle in quanto facenti parte della così detta legalità? Scusate lo sfogo ma quando sento i giudici parlarmi di legalità e nello stesso tempo lasciar andare i politici a piede libero (berlusconi incluso) perdo proprio la pazienza...
    • Gian A Utente certificato 2 anni fa
      E' vero che ormai lo stato ha perso il controllo del territorio (non così per l'onesto che viene schiacciato dallo stato), ma se guardiamo alle risorse sottratte ai servizi (quindi a Tribunali, case di detenzione, speculazione sulla chiusura di carceri che magari potevano utilizzarsi per reati minori) a favore di spese inutili, magari il cerchio si chiude. Pensiamo all'"affare" immigrazione: quanto denaro delle nostre tasse sono stati legalmente dirottati a progetti criminali? E hanno continuato a fare leggi per finanziare l'orrendo mercato di esseri umani. Il dubbio lo avevamo noi cittadini, e non se lo sono domandato nelle alte sfere? Quei denari non potevano essere impiegati in forze dell'ordine piuttosto che in giudici o carceri? Per il resto, si, le mancanze ci sono un po' ovunque, anche nelle aule dei Tribunali. Ci si aspetta che il cittadino sia difeso, il criminale sia in condizioni di non delinquere, e chi si difende (o difenda altri) da aggressioni o soprusi o violazioni in casa propria, non diventi poi indagato, delinquente o carcerato. Ma anche qui, la carenza normativa è evidente.
  • Antonio . Utente certificato 2 anni fa
    WM5S
  • antonello c. Utente certificato 2 anni fa
    Salve , se non sbaglio quì sotto c'è un mini post che riporta il dato delle pensioni da fame : Il più pagato in assoluto è il presidente della Corte costituzionale, Gaetano Silvestri. Che in virtù di una legge del 1953, ritoccata poi nel 2002, calcola così il proprio compenso: stipendio del Primo magistrato di Cassazione maggiorato del 50%, aumentato poi ancora di un altro 20% a titolo di indennità di rappresentanza (che però, precisano gli interessati quasi a discolparsi, non viene calcolata ai fini della pensione). Tradotto in numeri, ai valori 2013, sono 303mila euro di partenza più 151.500 di maggiorazione al 50%, più altri 90.900 di indennità. Totale 545.900 euro (che quest’anno saliranno a 560mila). Al giorno fanno 1.490 euro lordi. Per tanti italiani lo stipendio di un intero mese. Si dirà, «però la Consulta è la Consulta». Certo. Il Segretario generale della Camera, Ugo Zampetti, però con 470.149 euro mica sfigura al confronto: sono 1.309 euro al giorno, o se vogliamo l’esatto doppio della nuova soglia-Renzi. Al terzo posto, ex aequo, gli altri 14 giudici della Corte costituzionale che guadagnano «solamente» il 50% in più del giudice di Cassazione, ovvero 454 mila lordi l’anno (1.243 euro/giorno). Il quarto posto è per la Segretaria generale del Senato Elisabetta Serafin che viaggia sui 427 mila euro, il quinto posto è invece diviso pari merito tra i due vice di Zampetti, Aurelio Speziale e Guido Letta a quota 358 mila. Ma a Montecitorio ci sono altri 8 alti funzionari che percepiscono più di 300 mila euro, sette sono a quota 375 mila ed un oltre i 400 mila. Per effetto degli scatti di anzianità, infatti, un consigliere parlamentare, dopo 20 anni di servizio arriva a 268mila e a 421mila dopo il 40esimo anno. In cima alla classifica delle varie magistrature ci stanno da sempre i componenti dell’Avvocatura di Stato: 274.957 euro in media per ciascuno dei 349 membri.. continua Da : " Gli stipendi degli alti magistrati che doppiano quello del Presidente "
  • francesco pecoraro 2 anni fa
    Un lavoratore di impresa onesto, allo stato attuale non potrà mai corrispondere alle tasse perchè non proporzionale al reddito. Per favore non chiamatelo e non trattatelo evasore. Sono i nuovi martiri.
  • alvise fossa 2 anni fa
    DOBBIAMO ELIMINARE LA PIAGA DELLA CORRUZZIONE PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI
  • Giambattista Franco 2 anni fa
    Ne usciremo mai da tutto questo skifo? Alla povera gente non spetta uno straccio di pensione..il lavoro non c'e' gli ammortizzatori sociali fanno skifo.le loro pensioni d'oro non si toccano e stanno sempre li a fare un sacco di chiacchiere stupide e intanto l'Italia affoga nella merda più totale..italianii! Svegliaa!!!
  • gio a. Utente certificato 2 anni fa
    Purtroppo noi lavoratori lo sappiamo bene !!!!!!! Gli arbitri si fanno circuire !!!!!!
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus