Unione Bancaria, l'UE sceglie di non risolvere i problemi

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Marco Valli, EFDD - MoVimento 5 Stelle Europa

La vigilanza bancaria dell'Unione europea insiste nel focalizzarsi sul rischio di credito, chiudendo non uno, ma due occhi sul ben più pericoloso rischio finanziario. La scorsa settimana è stato infatti approvato in commissione ECON del Parlamento europeo il regime transitorio del nuovo principio contabile detto IFRS9.

In parole semplici, l'ennesimo duro colpo al credito e ai sistemi bancari focalizzati sulle attività commerciali di finanziamento a lungo termine di famiglie e piccole, medie imprese. Non servirà a prevenire l'accumulo dei crediti deteriorati legati alla crisi economica, ma andrà solo a vantaggio dei sistemi bancari più speculativi. A loro non sarà richiesto di riflettere adeguatamente nei bilanci gli enormi rischi finanziari legati a potenziali perdite: parliamo di strumenti rischiosi, volatili o "illiquidi" come gli "Assets Level 2" e "Level 3".

Nello specifico, si tratta di una modifica sostanziale della valutazione a bilancio dei crediti, con implicazioni che però vanno ben oltre la contabilità. Perché le banche dovranno disporre ulteriori e sostanziali accantonamenti anche per i crediti cosiddetti "in bonis", nella prospettiva di perdite future. E non più, come oggi accade, solo a fronte di crediti deteriorati o in sofferenza. Si aggiunge così un ulteriore elemento di asimmetria a questa finta e sbilanciata Unione Bancaria che sta garantendo ingiusti vantaggi competitivi alle grandi banche d'investimento dei Paesi più forti. A farne le spese saremo noi, ovvero chi detiene sistemi bancari più tradizionali e focalizzati sull'economia reale.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • marquez gracias Utente certificato 5 mesi fa mostra
    Ciao miei fratelli in Cristo, voi che siete stati truffa. Grazie alla struttura della signora Josina posso ottenere un prestito di euro 70.000 in 72h con un tasso record del 2% il che è difficile raggiungere la creazione di imprese e progetti di costruzione di casa e debito, si prega contatto questa e-mail si sarebbe su di esso. in primo luogo non ascolta non a altro oggi sono felice Contact:antonioguillardo@gmail.com
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus