Passaparola: Canapa industriale vuol dire lavoro, di Rachele Invernizzi

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.


La proposta di legge "Disposizioni per la promozione della coltivazione e della filiera agroindustriale della canapa”, a prima firma della deputata Loredana Lupo (M5S), è stata approvata dalla Commissione Agricoltura della Camera con la quasi totale unanimità nel novembre 2015. Se il Senato la approverà senza alcuna modifica, a settembre prossimo potrebbe divenire la prima legge targata Movimento 5 Stelle nella storia della Repubblica italiana.

di Rachele Invernizzi, presidente di South Hemp Tecno

Sono Rachele Invernizzi, presidente di South Hemp Tecno un impianto di prima trasformazione di paglia di canapa a Cristiano, Taranto, Puglia. Sono anche vicepresidente di Federcanapa, che è la federazione nazionale produttori canapa industriale. Vi parlo di canapa in vista del passaggio al Senato della legge, della proposta della Camera, la legge sulla produzione di canapa industriale in Italia. La canapa è una specie vegetale appartenente alla famiglia delle cannabinacee ed è di coltura annuale. Fanno distinzione tra canapa sativa e canapa indica, di fatto è una sola pianta. L' unica cosa che le differenzia è la presenza di cannabinoidi, nelle piante di canapa abbiamo il THC in alcune varietà, che è stupefacente, per cui la legge la proibisce e viene definita droga, e altri cannabinoidi molto buoni invece in quella che noi chiamiamo canapa industriale.

La canapa industriale per legge, per essere coltivata, deve stare sotto lo 0,2% di questo thc, e siamo obbligati a coltivare solo ed esclusivamente seme con certificazione che attesti il fatto che siamo sotto lo 0,2%. La coltivazione di canapa industriale negli ultimi anni in Italia è cresciuta in modo esponenziale, soltanto l'anno scorso 2015 abbiamo fatto più di 2.000 ettari, quest'anno per i conti che abbiamo finora quasi a 3.000 ettari. Le produzioni sono divise in una produzione da paglia, per poi fare fibra e canapulo che è la parte legnosa all'interno della bacchetta, e la produzione di semi che vengono poi usati per diversi utilizzi industriali.

La canapa industriale per l'Italia vuol dire lavoro, dire lavoro oggi in un momento così di crisi è molto importante. C'è e ci sarà sicuramente molto lavoro per l'agricoltura perché è di interesse nazionale la crescita, e ci sono un sacco di cose che si possono fare con la canapa. Per l'agricoltura è un prodotto che viene acquistato e viene pagato, non c'è nessun dubbio, perché oggi chi fa pomodori ha il problema di non riuscire a vendere, chi fa i meloni non li vende, chi fa le olive non le vende, mentre per la canapa c'è un mercato in crescita e anzi se possiamo dire oggi una delle particolarità è che ci manca prodotto, per cui sicuramente stimoliamo l'agricoltura a farne e a farne sempre di più. L'agricoltura è un' po' restia perché abituata fare grano, ma la bontà della canapa in rotazione con i cereali e anche con le orticole è una cosa molto importante. La canapa ha questo grande pregio di trasformare completamente i terreni, una volta che si semina cresce talmente velocemente che è assolutamente diserbante, per cui lascia i terreni perfettamente puliti. La sua radice a fittone fa sì che i terreni vengano ossigenati, i terreni oggi lavorati meccanicamente sono molto stressati in questo senso, ed essiccando in campo lascia molto azoto, per cui l'anno dopo le produzioni si dice addirittura che aumentino del 15-25% in più. Per cui per l'agricoltura è assolutamente una cosa geniale. E se vogliamo parlare di agroalimentare e comunque industria, sicuramente ci sono talmente tante cose e prodotti che si possono fare con la canapa che secondo me è assolutamente da stimolare la produzione di materie prime e semilavorati. La canapa si può usare in diversissimi settori a seconda della produzione. La sua fibra verrà usata in bioedilizia, in zootecnia, in agricoltura; con la parte di fibra a canapulo si possono fare bioplastiche, si può fare cellulosa per fare carta, si può fare tessitura, si possono fare un sacco di lavori interessanti. Mentre la produzione del seme, che principalmente oggi è alimentare perché ne facciamo troppo poco, è ottima per far alimentare perché fa bene alla salute, e perché è comunque organica per cui è un prodotto naturale che aiuta l'uomo stare meglio soprattutto oggi con i cibi molto inquinati dalla chimica che abbiamo.

La canapa va sicuramente verso quei prodotti biologici, anche se non sono certificati biologici, perché la canapa dall'inizio alla fine della sua produzione non ha assolutamente bisogno di chimica, anzi abbiamo visto nei casi in cui è usata magari per arricchire i terreni, alla fine rispondono molto meglio i terreni arricchiti con letame animale o dei compost organici, per cui è assolutamente interessante. Il seme dicevo è importante perché nel momento in cui ne avremo molto, si può usare anche a livello industriale: con i semi di canapa fai l'olio di canapa, si possono fare oli industriali, tecnici, si può fare biodiesel, si può fare etanolo per cui creare anche energia. Della canapa si dice che non si butta via niente, è il maiale dell'agricoltura, noi in azienda sfruttiamo completamente tutto e quando ci dicono “i materiali di scarto?”, no non ci sono materiali di scarto perché comunque anche l'ultima delle polveri viene riutilizzata per fare energia sotto forma di pellet.

Il fatto della canapa alimentare è molto importante per la salute dell'uomo, nutrirsi di semi di canapa e di olio di canapa è importante per diversi problemi di salute, l'olio di canapa regola molto bene il colesterolo, serve molto bene per la psoriasi, per l'artrosi, per fluidificare il sangue per cui per i problemi cardiovascolari, per la pelle, per i capelli, per i radicali liberi. Ha un ottimo apporto di proteine, di antiossidanti, di vitamina E, di sali minerali, e la cosa ottima è l'apporto equilibrato tra omega 3 e omega 6 che sono molto importanti per la salute dell'uomo. Che cosa manca oggi affinché l'Italia possa avere una legge di sostegno per la coltivazione? Siamo arrivati ad avere una proposta di legge approvata alla Camera, deve passare al Senato a breve, e veramente auspichiamo che il governo italiano capisca quanto è importante ritornare agli albori di un tempo per quanto riguarda la canapa. Con questo ci tengo a nome mio a ringraziare moltissimi parlamentari che ci hanno appoggiato e supportato per redigere questa legge.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Tony 1 anno fa mostra
    Invernizzi ...invernizzina co l erba e' piu' bona... e' sopraffina!!
  • Rosa Anna 1 anno fa
    Ford ci faceva le carrozzerie delle auto con la canapa Rachele ha preso alla lettera gli insegnamenti di Beppe era bellissimo quello spettacolo I miei figli erano andati a vederlo, devo averlo registrato da qualche parte Nella famiglia di mio padre le donne con la canapa e il lino da loro seminati tessevano i corredi Ho ancora asciugamani e lenzuola, indistruttibili dopo cent'anni
    • Tony 1 anno fa mostra
      E che voi che sia..i russi c' hanno fatto lo sputinicche..e li marziani ce fanno puro li dischi volanti!
  • mariano coppola Utente certificato 1 anno fa
    Una volta prodotta la canapa,io sono ad Anzio,dove si deve portare?Si raccoglie come il fieno?Chi può mi faccia sapere.mail mariano.coppolaçtiscali.it
    • harry haller Utente certificato 1 anno fa
      Attento a l'incendi, che sinnò, sballi tutto er paese......
    • Tony 1 anno fa mostra
      ' n do la voi porta' ?? T' a fumi!!
  • Eposmail. ,, Utente certificato 1 anno fa
    ...ma un nuovo post ?.....ehh ?
    • Tony 1 anno fa mostra
      Hanno finito li mattoni..!
  • fabio salamone 1 anno fa
    Costruiamo il motore a curvatura.
    • harry haller Utente certificato 1 anno fa
      Pure quello a quadratura, nun è male.....
    • Tony 1 anno fa mostra
      E va be' ! Quanno iniziamo?..Domani no che ciò da fa!!
  • p.a.d.a.n.o.d.o.c. 1 anno fa mostra
    DI MAIO E KOMPAGNI DIVERSAMENTE PIDDIOTI VOLEVANO ENTRARE A GAZA E GLI ISRAELIANI GLIELO HANNO IMPEDITO? DOVEVATE SPEDIRGLIELI A CALCINCULO AD HAMAS!
  • p.a.d.a.n.o.d.o.c. 1 anno fa mostra
    Silvanetta Pi 22 ore fa · Divide et impera....dividi e comanda. Su questa frase fu costruito e mantenuto l’Impero Romano. Ancora oggi è la miglior strategia possibile, storicamente collaudata. Impedire che i popoli si uniscano in un’unica causa, in un comune ideale e di giustizia sociale. Agire sullo scontento delle rispettive fazioni, fare in modo che essi continuino ad avere interessi divergenti, con la finalità di indebolirli e dividerli. E tuttora funziona che è una meraviglia. Al resto poi ci pensa l’egocentrismo dell’essere umano. E mentre il potere impera, il popolino frigna, ma continua a dividersi e a girare su se stesso come una trottola. +++++++++++++++++++++++ NON CI VUOLE MICA UN GENIO E NEMMENO UN TROTALEGGIO, CI VUOLE SOLO UN COPIONE CONCORDATO FRA REGISTI, PRODUTTORI, ATTORI ECC... E UN PUBBLICO DI BEOTI.
  • p.a.d.a.n.o.d.o.c. 1 anno fa mostra
    LA COSA CHE SA FARE MEGLIO LA VOSTRA SINDACHESSA, E' QUELLA DI PASSARSI LE MANI FRA LA CHIOMA.
  • p.a.d.a.n.o.d.o.c. 1 anno fa mostra
    HEI BEPPE, NON HAI ANCORA CAPITO DI AVER CREATO UN MOSTRICIATTOLO, PIU' CHE UN MOVIMENTO?
  • Vale Uno (ognuno) Utente certificato 1 anno fa mostra
    Sono interessata alla canapa ma mi interessa di più ribadire che - la trasparenza è il primo dovere - e anche agire nella legalità è un dovere. O.T. Mi interessa dunque ribadire che non è stato il M5S, ovvero l’assemblea degli iscritti, a votare, ognuno contando uno, per sospendere dal M5S il Sindaco di Parma, così come non è il M5S che ne sta vagliando ora le controdeduzioni, ognuno contando uno. Questo è un fatto certo e inconfutabile. Non è invece certo chi e quando ne decreterà il reintegro o l’espulsione. In nome della trasparenza e della legalità riterrei allora doveroso chiarire chi è legittimato a decidere in nome del M5S, riterrei inoltre doveroso che il gestore del Sistema Operativo renda trasparenti i meccanismi decisionali, mantenendo l’impegno di trovare un ente terzo che garantisca un risultato legittimo. Ovviamente l’esposizione di ciò che riterrei doveroso, vale uno, ed è confutabilissima; forse qualcuno vale più di uno e ha ritenuto invece doveroso bannare questo mio punto di vista dal precedente Post? Buon pomeriggio.
    • Vale Uno (ognuno) Utente certificato 1 anno fa mostra
      Che fai orè, piagniucoli? Eddai, nun piagnucolà, dimme che t’ò fatto... raggionamone... https://youtu.be/RrLJJESqr6I ^__^
    • oreste ★★★★★ °.° Utente certificato 1 anno fa mostra
      gne,gne,gne,gneeee!
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus