Francesco Merlo. Il manganello di Grillo

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
merlo_foto.jpg

Dall'articolo di Francesco Merlo, giornalista de la Repubblica, "Il manganello di Grillo":
" [...] Certo anche io sono un giornalista e non mi fa piacere che già domani potrei essere esposto (ancora una volta) alla gogna. Ma è giusto ricordare che gli ultimi elenchi di giornalisti, le ultime schedature di "obiettivi sensibili", le hanno fatte in Italia quelli che poi, dopo qualche anno, aspettarono in via Solferino Walter Tobagi. E, a ritroso, i camorristi che inseguirono la Mehari di Giancarlo Siani e i mafiosi che pedinarono Pippo Fava sino alla sede del teatro stabile di Catania. È vero che Grillo non è ancora terrorista né camorrista né mafioso. Sempre più però il suo codice di violenza, i suoi roghi, le sue scomuniche, i suoi avvertimenti, i suoi manganelli foscamente rimandano alla "sgrammatica" dei terroristi, dei camorristi, dei mafiosi."

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • GIOVANNI I. Utente certificato 4 anni fa
    ma come puoi nominare persone che si rivolterebbero nelle tombe per come la figura del giornalista in Italia sia in caduta libera. I numeri parlano chiaro, nove milioni di voti per portare avanti una battaglia politica , di questi viene data una misero 2% ai loro portavoce. Se questa è informazione libera , se non è in atto un colpo di stato che tu e i tuoi padroni siate maledetti.
  • manuel barone 4 anni fa
    ragazzi, leggetevi il bellissimo articolo di Travaglio sul FQ di 3-4 giorni fa; in quello splendido editoriale Travaglio definisce benissimo Merlo, e la grandezza di Travaglio consiste nell'avere riportato svariate dichiarazioni di Merlo nel corso di questi anni, che fanno capire benissimo quale sia l'etica e i dis-valori di questo pennivendolo in forza a Repubblica. Merlo ha gettato valanghe di fango su Grillo ma anche su Travaglio e perfino su Tabucchi. Merlo è sempre stato un cameriere molto zelante del PD, dei banchieri, delle corporation e in generale delle lobby di potere. l'articolo scritto da Merlo e riportato qui sul blog è un crescendo rossiniano di deliri. solo una persona molto disturbata, oppure profondamente malevola, può fare un farneticante parallelo tra Grillo e i mafiosi, i camorristi e le BR come ha fatto questo leccapiedi da strapazzo. Merlo ma dove li ha visti i roghi di Grillo??? i manganelli??? il codice di violenza??? Merlo, per favore, la supplichiamo, ci dica subito chi è il suo fornitore perché noi la invidiamo tantissimo: la roba che lei si fuma dev'essere buonissima. la verità, signor Merlo, è che lei ha sempre detestato Grillo, sono lustri che l'ha preso in fortissima antipatia, prova ne è la famosa polemica epistolare tra Montanelli ( che stimava e ammirava Grillo e in quell'occasione lo difese dalle sue contumelie ) e lei di parecchi anni fa. il M5S è un movimento pacifico, come il suo fondatore. l'unica persona piena di odio mi pare proprio e soltanto lei, signor Merlo. con nessuna stima.
  • victorio pezzolla Utente certificato 4 anni fa
    Smentisco totalmente per la parte che mi riguarda il contenuto dell' articolo di Francesco Merlo apparso su Repubblica Martedi 10 Dicembre 2013 dal titolo "Cosa significa finire nella gogna di Grillo", gravissimamente diffamante nei miei confronti. Non solo non conosco ne' ho mai incontrato il sig. Francesco Merlo, ma non ho mai utilizzato espressioni che lo stesso mi attribuisce nel virgolettato del suo articolo. Mi riservo infatti il diritto di discutere in altra sede la questione, anche per quanto riguarda gli appellativi usati nei miei confronti.
  • Antonio Caracciolo 4 anni fa
    Co il Merlo e quell'altra ci stanno campando alla grande. Perfino "faccia di bronzo” in tutta la "maestà” della Camera riunita per la fiducia ha pensato di usare il Merlo come fosse una Sparviero da caccia... In realtà, chi ha seguito per davvero la vicenda sa bene che delle personali opinioni di un Merlo (e di quell'altra) non interessa niente a nessuno, e meno che mai agli attivisti di Cinque Stelle. Il fatto è invece un altro... Questi signori sono ben lungi dal praticare quel giornalismo che una volta era sintetizzato nella espressione "i fatti separati dalle opinioni". Questi signori non hanno il benché minimo "fatto" su cui "informare" i cittadini, che ancora comprano i loro giornali, ahimé stampati con i soldi di TUTTI i contribuenti, non con i soldi di quelli che comprano la loro "carta straccia" (così Pansa, ex giornalista de "La Repubblica”). Costoro hanno soltanto loro "opinioni" senza contraddittorio e con le quali denigrano, per non dire diffamano, il Movimento con una intenzione ben precisa: mettere in cattiva luce il Movimento presso le fasce di popolazione non criticamente avvertite. La loro strategia è ben chiara: - erodere all'esterno le basi del consenso - incrinare all'interno la coesione del Movimento. Nessuno pensa minimamente di attentare alle Eccelse Opinioni di questi Splendidi Signori. Si dice loro: le vostre opinioni tenetele pure, non ci interessano. Ma se queste "opinioni" sono degli attacchi premeditati, con finalità politiche, che nulla hanno a che fare con l'onesta informazione, allora esiste il principio della legittima difesa oltre che il principio del contraddittorio. È di questi principi che noi ci serviamo, se e quando riteniamo di doverlo fare. "Faccia di bronzo” ha dato piena conferma ad un giudizio di John Pilger in un Forum londinese proprio sulla natura dell'informazione, che è "una emanazione del potere". Merlo e la Oppo sono infatti una "emanazione di Faccia di Bronzo", ai cui interessi servono.
  • ricchi marco Utente certificato 4 anni fa
    Molto esilarante, of course.
  • piero musso 4 anni fa
    Lasciamo perdere questi giochetti da bambini. Pensiamo alle cose serie e cerchiamo di guadagnare tempo. Appoggiamo in parlamento le richieste di Renzi, rifiutiamo tutto quello che rigurda F.I col suo capo.Diamoci da fare.
    • Giulio Siciliano 4 anni fa
      ma si! facciamo quello che dice Renzi, che bell'idea! BRAVO! Che Renzi è molt, MOOOLTO meglio di FI! Si, si, alleiamoci con questo bel democristiano PDdino, ben diverso dai democristiani PiDellini, ForzItalioti e Alfanoidi. Tutta un'altra cosa! Ma da dove sei uscito? Per favore, la prossima volta con i 2€, invece di regalarli al PD per votare Renzi alle primarie, compratici un litro di Tavernello. Tanto danni non te ne può fare, visto come stai messo. Ma roba da matti!
  • victorio pezzolla Utente certificato 4 anni fa
    Francesco Merlo mi ha citato in un suo articolo del 10 Dicembre scorso "Cosa significa finire nella gogna di Grillo" http://www.repubblica.it/politica/2013/12/10/news/cosa_significa_finire_nella_gogna_di_grillo-73191943/?ref=fbpr dicendo: ...Quindi mi è tornato agli occhi l'ancheggiare spavaldo di un teppista mafiosetto, che avevo conosciuto quando lavoravo al giornale l' Ora, leggendo Victorio Pezzolla da Milano: "Non si tratta di usare le pallottole, ma ai giornalisti che mentono, come agli stronzi di regime, una qualche rappresaglia un mio amico - non io - dice che la farebbe. Tipo strisciare le loro macchine con la chiave. Non bisogna farlo però. Però però …". Tengo a precisare che non mi sono mai nemmeno sognato di scrivere niente del genere. Non e' nel mio stile. Questo dimostra la veridicità di quello che scrive Francesco Merlo, che nemmeno conoscevo ( ne' per sentito nominare ) prima d' ora e che si permette di citare cittadini "illustri" sconosciuti come me, credendo di non essere da essi smentito. Prego la redazione di codesto blog di verificare la fonte, (giacche' il "giornalista" in questione afferma sia questa) ed informarmi di eventuali sviluppi che abbiano, beninteso, un benchè minimo fondo di verità.
    • Antonio Caracciolo 4 anni fa
      Contro Repubblica, a prescindere dai suoi giornalisti, che sono tutti omogenei alla linea editoriale, mi batto da anni. Sono anche in causa. E cioè da quando mi avevano sbattuto in prima pagina come il classico mostro per aver tenuto lezioni inesistenti nella mia università. Vi fu una grande orgia di regime contro di me e fui salvato dall'accanimento perché scoppiò subito dopo il caso Marrazzo, il quale pure aizzato da Repubblica si era scagliato contro di me, dicendo che "voleva guardarmi negli occhi”... Giustizia del Cielo fece subito che lui dovesse nascondersi la faccia davanti agli stessi aguzzini dei media... La mia vicenda ordita da Repubblica, ebbe come per me spiacevole conseguenza un procedimento disciplinare davanti al CUN, dove però la mia difesa fu abbastanza efficace per ottenere una assoluzione con formula piena per inesistenza del fatto e del diritto: si erano inventati che io avessi tenuto in ottobre lezioni all'università sul tema loro caro dell'Olocausto, dicendo le cose che loro mi attribuivano ma che non corrispondevano al mio preciso pensiero, finalizzato unicamente a riconoscere a chiunque piena libertà di pensiero... Non solo Repubblica NON diede mai notizia dell'avvenuta assoluzione, ma poi insiste in data di quest'anni per attribuirmi interviste MAI concesse a Repubblica... Mandai a norma di legge la rituale smentita, che non è stata pubblicata (ch'io sappia)... Insomma, questi signori MENTONO sapendo di mentire e soprattutto sapendo di non poter essere smentiti, giacché o non pubblicano per niente le smentite ai deboli sensi di legge oppure sanno che il clamore da loro suscitato ad arte è più forte di qualsiasi piccola replica che possa venir fatta... Insomma, esiste un serio assai serio problema dell'informazione in Italia ed è lodevole questa iniziativa di rispondere in gruppo alla disinformazione (eufemismo) sistematica dei media ora verso il Movimento, ma da sempre esistita contro singole persone da loro prese di mira...
  • Giovanni D'Ulivo 4 anni fa
    Lo squadrismo non è mai una bella cosa. E' molto più elegante difendersi attenendosi al merito della questione. Comunque è anche vero che alle volte fanno saltare i nervi. Avevo segnalato sulla pagina prncipale, già ieri, il link di un sito di autopublicazione dove c'è uno che si diverte a pubblicare libri di poesie stiriche contro il Movimenti...Lo risegnalo anche qui (alla url della form) per chi volesse rispondergli "per le rime" come merita.
  • claudio pizziconi Utente certificato 4 anni fa
    Beppe, posso darti un consiglio guarda meno TV, leggi meno giornali, non commentare più ne articoli ne programmi, andiamo per la nostra strada non diamo pretesti agli avversari, i nostri Rappresentanti in parlamento stanno facendo un ottimo lavoro non mettiamoli a disagio con uscite del cazzo.Un abbraccio.
  • adalberto belfiore 4 anni fa
    Perfettamente d'accordo con Merlo. Grillo è la versione all'amatriciana di Alba Dorata e titilla i pegiori istinti della peggiore Italia. Non basta trattare bene temi sacrosanti se poi ci si innesta su la pianta dell'intolleranza e della violenza.
  • daniele gaudenzi 4 anni fa
    Ho subìto per venti anni la prepotenza del berlusconismo; ho lottato per venti contro di esso nella speranza di una svolta culturale di questo paese. Là novità espressa dal M5S mi faceva ben sperare. Ma la speranza è stata tradita. Mi arrabbiavo per gli editti contro i giornalisti del fu Berlsuconi. Perchè ci sono giornalisti in gamba oppure in mala fede, ma non ci possono essere giornalisti in gabbia , messi alla berlina o processati dalla politica. Mai. Odiavo gli editti di Berlusconi. Nessun argomento renderà legittimo a miei occhi la gogna mediatica proposta da Grillo.
    • andrea a 4 anni fa
      alcuni scritti di chiara matrice piddina. dimostrano in maniera lampante, che essi sniffano.
    • cristina novello 4 anni fa
      Perché, scusa, sei forse d'accordo sul fatto che vengano pagati dai partiti e che quindi scrivano e dicano quello che vuole il padrone e che ci sia un albo dei giornalisti che esiste solo in Italia?
    • Maria Gabriella Grilli 4 anni fa
      Ho seguito anch'io con interesse il blog di Beppe , ho sperato che il Successo elettorale avrebbe consentito in parlamento di avere nuove maggioranze in grado di cambiare la politica in questo Paese. Se non si aspira ad una dittatura, l'alleanza con PD e SEL avrebbe cambiato la storia di questo Paese, defenestrando il Pdl democraticamente e non per effetto di una sentenza. Mi chiedo cosa fanno i parlamentari 5 stelle e quale politica a favore degli italiani portino avanti. Tutto quello che leggo e sento del movimento 5 stelle ora mi fa ribrezzo
  • Stefano B. Utente certificato 4 anni fa
    Subito dopo le elezioni di febbraio, il M5S è stato messo "all'indice" e aggredito con un'"informazione" che lo ha sempre presentato come "il movimento che fa casino", "fascita" e "autoritario", in modo che la gente poi l'avrebbe dovuto, un pò alla volta, percepire così. Perciò, l'apparato dei media ha fatto sempre quadrato intorno al vecchio e classico sistema esistente, criticandolo sì ma sempre in maniera soft, difendendolo da interfenze e che cercano di portare alla luce la realtà dei fatti, il vero volto del potere costituito. L'impresa dei parlamentari è titanica: non è facile quando hai tutti contro. Sì, toni accesi e volgari, nei commenti di questo blog esistono: ma esisterebbero ugualmente anche in blog equivalenti di altre forze poliche, solo che verrebbero soppressi o nascosti o non evedenziati da stampa e media perché sarebbero "sconvenienti per l'immagine del partito"...ma estisterebbero ugualmente! E' Internet che da la possibilità di dare voce a tutti: poi ognuno di noi, leggendo, filtra gli argomenti più intelligenti e sensati. Chi preferisce ascoltare la "sirene" ed essere coccolato da notizie false e tendenziose riguardo la situazione attuale dell'Italia, ha sbagliato blog e movimento politico. Il PD-PDL VI ASPETTA A BRACCIA APERTE. Si tratta di fascimo quando una MAGGIORANZA cerca di delegittimare ed eliminare una MINORANZA. Il più "forte" che elimina il più "debole". Questa sì che è la vera radice del fascismo.
    • Stefano B. Utente certificato 4 anni fa
      Ciao Rosellina, ti ammiro! Sono d'accordo con quello che hai scritto! I "lottatori" veri sono pochi. Anche io mi sono sempre schierato dalla parte più debole della società, quella che non chiedeva vendetta ma attenzione e rispetto. Quindi, il mio pensiero è stato sempre "a sinistra", perché, in buona fede, ho pensato sempre che sarebbe stata la parte politica che avrebbe tutelato meglio la fetta più debole e vulnerabile della società. Le cose invece erano ben diverse: il pesce puzza dalla testa! Quello della Sinistra era un "NO" di facciata! Agli elettori fanno credere ad una lotta per ideali nobili, mentre poi, dentro le mura del palazzo, fanno altri giochi sporchi. Grillo e tutti gli eletti del M5S si sono impegnati in questa lotta, contro tutto un sistema mafioso e corrotto, per riportare il Parlamento Italiano ad un livello decente, portando a conoscenza della gente i giochi loschi ai quali stavano giocando. Forse non ce la faremo: il sistema costituito è resistentissimo! si autoalimenta di una corruzione molto potente...ma, il solo fatto di essere entrati dentro il palazzo del potere, è già una vittoria importante! Quello che vedo io, in questo momento, è "il Potere Intoccabile" che sta schiacciando tutti quelli che stanno reagendo a questa situazione, compreso il M5S. E il movimento è l'unica ed ultima occasione che abbiamo per cambiare la rotta senza "colpo ferire". Ho la senzazione che non ricapiterà più. Ciao Stefano
    • rosellina 4 anni fa
      Permettimi ma la storia dei cattivi politici ladri malfattori e pregiudicati quasi tutti la conosciamo anche se in tempi non sospetti la gente commune non ne voleva sapere gli andava tutto bene...e guai a dire l'opposto, spesso mi sono scontrata nel lontano leggi bene 1988 a combattere da sola contro tutti ed il sistema truffaldino, fino ad andare a sporgere denuncia al Pretore (e gia si chiamavano cosi)e mi guardavano come un extraterreste INTERDETTI e mi dicevano ma lasci perdere mi creda questo e' un altro mondo, ma mai ho mollato le mie battaglie che non erano personali ma bensi rivolti all'intera comunita, cercavo giustizia avendo vissuto tanti anni fuori dall'Italia capivo molto bene gli infinocchiamenti e non li accettavo. Leggendo ed organizzandomi ho sfidato banche usurai a tempo pieno Asl covo di nullafacenti ferrovie abbarbicati a vecchi schemi per non perdere il proprio posto di lavoro etc etc etc. Ma mi chiedevo ma cribbio se io in poco tempo sono riuscita a capire cosa mi succedeva intorno perke la gente sopporta in maniera supina tutte ste angherie? Un motivo nel corso degli anni lo trovato vedi gli italiani quando avevano il soldo che gli girava da buoni menefreghisti se ne fregavano del prossimo sto bene io il resto .....non vedo, non sento, non parlo, pero poi la fortuna e' girata mi dispiace per I miei connazionali onesti e c'e' ne sono tanti ma che avete scoperto l'acqua calda??? andreotti forlani pomicino craxi berlusconi bertinotti dalema etc etc chi li ha messi li sono gli stessi italiani che oggi gridano al ladro ma che un tempo tanto per il sottile non andavano gli andava tutto bene l'importante che le cose girassero Noi siamo gli artefici delle nostre disgazie purtroppo siamo un popolo di furbastri potevano non meritarci una classe dirigente che non fosse alla nostra altezza???? Sono sempre stata un anarchica pacifista e mai con nessun schieramento politico, se non la mia coscienza...penso con la mia testa
  • Eposmail Utente certificato 4 anni fa
    GIORNALISTA de GIORNO ..anche all'opposto. Occorrerebbe uno spazio anche per evidenziare i giornalisti che fanno il loro dovere imparziale. Ci sono anche di quelli...che evidenziano i ns positivismi. Anche loro meritano un'attenzione...ma in positivo. *****
  • rosy morello 4 anni fa
    Buongiorno ho seguito Beppe fin dagli albori del lontano 2002,sono amareggiata di trovarmi di fronte ad un movimento a cui avevo creduto ed, altresi carpito la fiducia dei miei familiari Beppe sara il cambiamento lui ci rappresentera'...... No!!!! Beppe ti ricorderai le assemblei a Sestri a Pegli quando avido e curioso di cio che la gente pensava ti mischiavi tra la folla tra sbragi e risate chiedevi opinioni e confronti. Tu stesso non avevi esperienze e soluzioni alternative ad un modus vivendo italiano,mi ricordo che un giorno mi chiesi (avendo vissuto pertanti anni all'estero)quale fossse la cosa che sarebbbe dovuta cambiare per potere cambiare tutto ed io ti risposi "sarebbe rivoluzionario pensare che gli italiani capissero il senso e l'importanza della parola comunita"Mi sono ritrasferita dinuovo all'estero ma ti ho sempre seguito tramite il tuo blog ,che non leggo quasi piu perche se come tu affermi il cambiamento arrivera attraverso la rete ne sono delusa ed amareggiata . Sproloqui e degenerazioni verbali di ogni tipo degni solo di una masnada di perditempo che non avendo argomenti solidi offendono. Tu sei cambiato e purtroppo con quel modo collerico e offensivo hai fatto si che una armata brancaleone ti si agregasse. Non so che fine fara il tuo movimento che una volta mi faceva sognare e pensare finalmente un Italia degna di stare alla pari con altri paesi rispettosi .Al V day di Genova hai fatto parlare il Signore Norvegese che portava la sua esperienza di vita, ovviamente in Norvegia mettendo a fuoco l'essenza stessa della parola comunita e portando ad esempio come l'evasore fosse codannato ancora prima che da un giudice dalla intera comunita tra tutti quelli che si spellavano le mani avrei voluto contare I non evasori. Beppe come ho sempre detto per cambiare l'Italia ci vuole una rivoluzione interiore.Non si spiega perche tutti e dico tutti tendenzialmente siano ladri, anche nel loro piccolo,abbiamo insito in noi la furberia dell'onorevole(sic)RAZZI
    • rosellina 4 anni fa
      Ciao Giancarlo dopo anni di lotta personale credevo che con Beppe che allora rispecchiava tutti I miei principi onesta ,rispetto e la paura di non esporsi di fronte ai soprusi quotidiani ho deciso che la mia forza interiore vale tantissimo e soprattutto la mia coerenza che ho passato ai miei figli Non mi piace piu il movimento hanno fallito,nella mia famiglia l'autoritarismo non esiste esistono solo gli esempi quotidiani che sia io che mio marito abbiamo sempre applicato eppoi diciamocelo onestamente mi ricordo tutte le battaglie del Beppe contro la pubblicita apri il sito ed e una immondizia di cavolate ma cribbio mi sorge un dubbio vuoi vedere che alla fine gira gira ed il cane si morde sempre la coda Credi in te stesso e sii coeerente alla fine della giornata quello che conta e il nostro giudizio personale su quello che abbiamo fatto il resto e spazzatura anche io quando avevo 17 anni credevo alla rivoluzione e alla salvezza del mondo oggi che ne ho sessanta e con piu esperienza ascolto ascolto ed ascolto poi ne traggo le mie conclusioni senza fretta salutoni
    • giancarlo r. Utente certificato 4 anni fa
      Sono perfettamente d'accordo conte. anche io ho seguito Beppe fin da quando suggeriva modi per sottrarsi al consumismo quotidiano. Ho condiviso la derisione ed il disprezzo per tanti politici che della missione fanno in realtà un sordido mestiere. Non sopporto però il linciaggio mediatico, la opposizione per principio l'altezzoso atteggiamento da principessa sul pisello. Non mi piace Casaleggio che non ha neppure il coraggio, al contrario di te, di mostrare la faccia in pubblico. La gogna alla quale vorresti esporre alcuni giornalisti mi ricorda tristi tempi di epurazioni, fascista, naziste e comuniste nell'est europeo. Forse collaborando ragionevolmente con singoli elementi ancora puliti, e tra i giovani ce ne sono, potresti anche scendere dal Trono Celeste e cominciare una vera e seria collaborazione.
  • Maurizio D. Utente certificato 4 anni fa
    Poi sarebbe Beppe Grillo a fare le liste di proscrizione? Leggete quest'articolo e sparatelo ovunque nella rete. http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/12/09/regione-sicilia-bavaglio-sui-quotidiani-online-per-aver-i-contributi-devono-schedare-i-lettori-che-commentano/806721/
    • giancarlo r. Utente certificato 4 anni fa
      Una epurazione non ne giustifica un'altra. E' un fatto che Crocetta, oltre a deludere molte persone che avevano avuto fiducia in lui, ha perduto un'occasione per rinnovare una siapur piccola porzione di questo sistema marcio.
  • VINCENZO PIRRONE Utente certificato 4 anni fa
    Cari amici 5stelle, ma i giornalisti indipendenti e obiettivi sono solo quelli che parlano bene di Grillo? Io ho votato due volte per il 5stelle, ma se posso esprimere la mia opinione senza essere investito dai vostri insulti, ora sono molto pentito e sicuramente non lo voterò più. Pensavo che col mio voto avrei contribuito al cambiamento e invece ho solo aiutato a dare una poltrona a quattro presuntuosi e unti dal Signore teleguidati da un santone e un piccolo duce che nulla hanno fatto di concreto se non dare ancora potere a Berlusconi. Continuate così...
    • Basile Romano Utente certificato 4 anni fa
      Mandato apposta per scrivere falsità.. tu sei questo...hai votato 2 volte ???? ma vallo a raccontare ad un altro ... deluso ? mentre veramente non sei deluso di chi hai votato veramente ? ..................................................................................................................................
    • Maurizio D. Utente certificato 4 anni fa
      i giornalisti seri sono quelli che raccontano la verità e non si provano registi di film fantasy. Nel movimento non amiamo i giornalisti 'amici': uno dei nostri primi obiettivi è l'abolizione dl finanziamento pubblico all'editoria, ma giornalisti indipendenti e seri che sappiano raccontare TUTTA la verità di TUTTI.
    • Giacomo Gasparrini Utente certificato 4 anni fa
      nessun insulto... però ti meriti l'appellativo di DISINFORMATO, perchè se mi vieni a dire che i deputatu non hanno fatto nulla, te lo meriti tutto. Quindi, ti invito ad informarti tramite Youtube (ci sono i canali 5 stelle dedicati) e a non parlare per SLOGAN o secondo i titoloni che trovi sui giornali spazzatura. GRAZIE e alla prossima
  • Peter Amico 4 anni fa
    Io la Oppo nemmeno la conoscevo. Non avevo mai letto un suo articolo e nel caso mi sarei fermato alla seconda riga. Scriverà per sua opinione? Lo fa perché glielo chiedono dalla direzione o da chi l'ha aiutata a passare da precaria a dipendente? Perché regalargli visibilità e farne una martire?. Togliere il finanziamento ai giornali è sacrosanto, liberiamo dalla schiavitù dei partiti questi poveri cristi, gli consentiamo di esprimersi finalmente per la gente. Se non ne sono capaci andranno a fare un altro mestiere. Sul fatto che la Oppo abbia tutte le colpe e che abbia senso prendere di mira le persone io la penso come Scanzi sul Fatto. E' anche controproducente per un movimento che si fonda sulla trasparenza.
  • Aldo Secco 4 anni fa
    Leggere al bar la stampa t fai ben chiara la situazione di come sono i giornalisti, fanno falsi propositi per riempire i titoloni di questi partiti formati da condannati ladri e altro. Sono contento di nn spenderne nemmeno un euro a un informazioni falsa idiologica. Grazie Beppe tu sei il nostro Oltre con quello che hai creato e grazie a tutti del movimento 5 stelle.
  • Paolo C. Utente certificato 4 anni fa
    E' la perfetta dimostrazione che Francesco Merlo del giornalista ha solo la tessera. Scrive opinioni, non notizie
  • gesualdo antani 4 anni fa
    Questi giornalisti che si indignano contro Grillo e che esaltano la loro missione per la difesa della democrazia e della libertà, sono gli stessi che alla morte di Mandela hanno scritto: "A 95 anni muore Mandela, il padre dell' apartheid" ...... ehhhh si perchè diversi giornali sono usciti con questo titolo!!! Sembra una barzelletta ma è la triste realtà di chi scrive gli articoli col copia e incolla da Google translator!!! A zappare devono andare !!!!!!
    • giancarlo r. Utente certificato 4 anni fa
      Solo Sallusti, pennivendolo al soldo dello psiconano ha scritto una castroneria del genere ! E quanto valga il Giornale è cosa nota a tutti. Anche a te, spero.
  • Maurizio Campigotto 4 anni fa
    un pochino di calci in culo a sti scribacchini raccomandati pagati da noi in maniera abusiva non guasterebbero
  • giovanni cagiano 4 anni fa
    Lasciateli scrivere come vogliono tanto nessuno li legge più . Consiglio di leggere con attenzione l'articolo di Travaglio sulla prima pagina del Fatto quotidiano. Lasciateli perdere tanto sono riconoscibili anche senza foto per la loro mediocrità linguistica e di appartenenza. Lasciateli divertire a dire falsità a tamburo battente tanto non sono credibili e in ogni caso devono difendere la PAGNOTTA e buon appettito.
  • stefano sensi 4 anni fa
    Io non capisco il senso di queste segnalazioni che ritengo controproducenti per il movimento stesso. Se dovessi segnalare tutti i giornalisti che scrivono contro il M5S o diffamano il M5S dovrei segnalare il 99,8% dei giornalisti. Ritengo più utile segnalare ed apprezzare pubblicamente i giornalisti veramente indipendenti e che spendono parole a favore del movimento. Queste azioni sono soggette ancor di più alle strumentalizzazioni mediatiche che non vedono l'ora di sputtanre il movimento e di abffibbiargli un epiteto qualsiasi tra nazisti e stalinisti o weimar ecc. ecc. Senza oarlare poi di chi si diverte a dare libero sfogo alle proprie emozioni a briglia sciolta, insultando in maniera tanto divertente (per me) quanto bieca (per tutti gli altri) e perciò un ulteriore aggravante alla già inutile questione. ppi non ci lamentiamo se Renzi resuscita qualche indeciso tra quel 50% di popolazione che non è più convinto del M5S. Un saluto a tutti e Viva il M5S
    • Matt Demontis Utente certificato 4 anni fa
      Io reputo che lo scopo sia portare all'evidenza chi, pagato tra l'altro col finanziamento all'editoria, diffonde notizie palesemente false e faziose. Né più né meno. Io non ci trovo nulla di scorretto. Se poi qualcuno strumentalizza che faccia come crede, tanto strumentalizzerebbe qualcosa comunque. Dare riconoscimenti a giornalisti pro-movimento non sarebbe diverso da quello che fanno e hanno fatto i partiti. Non credo che il movimento voglia crearsi una schiera di giornalisti stigmatizzati come icone che devono essere schierati dalla sua parte. Qualunque giornalista può criticare chi vuole così come qualunque cittadino può criticare qualunque giornalista.
  • sandro ricci (rik sanders) Utente certificato 4 anni fa
    Sandro Ricci comevoi " giornalisti?" sapete bene, se oggi, dopo tutto ciò che i gangsters che ci governano ( da troppo tempo ormai) hanno ordito per portare al collaso il nostro paese, ancora non sono avvenuti atti terroristici è perchè c'è un MoVimento di cittadini onesti che fa da argine. smettetela di essere semplicemente dei copiatori di veline e cominciate a scrivere una cosa molto semplice, la verità, anche se non vi piace. allora la musica cambierà e non dovrete più vergognarvi del pane che porterete a casa
  • Bruno P. Utente certificato 4 anni fa
    Questi giornalisti mercenari hanno anche il coraggio di giustificare le loro nefandezze paragonandosi a degli eroi che facevano esattamente l'opposto.. che schifosi.
  • gigi d. Utente certificato 4 anni fa
    Far passare per martiri i giornalisti mi sembra che sia infantile e controproducente.Poi quelli che si prendono di mira di solito sono quelli più liberi che non guardano in faccia a nessuno. Quelli venduti ( e sono la maggioranza)si nascondono e non vedono non sentono e non scrivono. Cambiate registro non poggiatevi solo sull'ignavia e l'ignoranza ma lottate per la giustizia.
  • Antonio S. Utente certificato 4 anni fa
    In verità, io non riesco a comprendere da dove scaturisce l'indignazione di giornalisti, a mio parere, pennivendoli e gossipari dediti all'arte del bacio della pantofola, qualora di stampo debenedettiano, che definiscono con termini campati per aria quali "squadrismo" o "liste di proscrizione" quello che è un esercizio di democrazia. Gente che, sempre a mio discreto parere, è priva di onore e dignità, e dunque falsa. Non ce la faccio più, vivo in un clima da bombola preconfezionata, non libero, non individuo, inquinato dalla continua e costante disinformazione perpetuata dai mass media a danno di tutti noi. Verrebbe anche a me di insultare la Oppo, ma non lo faccio. E sapete perché? Non voglio abbassarmi al suo livello.
  • Stefano B. Utente certificato 4 anni fa
    Il M5S è il bersaglio preferito dei media! E' facile da colpire perché non ha banche e "cosche finanziarie" che lo proteggono. Ma questa è anche la sua forza!...che lo rende libero di dire ciò che vuole!...e, giustamente, di fare lo "stronzo" con gli stronzi!
  • Claudio M. Utente certificato 4 anni fa
    Esiste un albo? bene. Che venga radiato sto pirlotto. Legge 63/1969 2. Diritti e doveri. È diritto insopprimibile dei giornalisti la libertà di informazione e di critica, limitata dall'osservanza delle norme di legge dettate a tutela della personalità altrui ed è loro obbligo inderogabile il rispetto della verità sostanziale dei fatti, osservati sempre i doveri imposti dalla lealtà e dalla buona fede.
  • ANGELO V. Utente certificato 4 anni fa
    È giusto segnalare gli articoli falsi e scorretti, non è giusto offenderli. È vero che grazie a loro siamo una democrazia mascherata, è vero che grazie a loro il M5s non ha il 90%, è chiaro che sono i servi dei partiti, ma che altro possono fare, devono guadagnare la pagnotta anche loro, tengono famiglia.
    • Dario M. Utente certificato 4 anni fa
      ...BENE! Se questa tipologia di giornalisti-pulcinella "tengono famiglia" ...perché non cambiano mestiere andandosene a vendere formaggio? Il loro compito sarebbe quello di informare ...punto. Chissenefrega della loro opinione falsa e tendenziosa? ...che fra l'altro è palesemente dannosa ...e che per tal motivo va contrastata con sonore pernacchie!
    • Emanuele Brunini Utente certificato 4 anni fa
      il problema è che questi "professionisti" sparano cazzate con il m5s e i suoi attivisti. Capito, sparano cazzate con lo scopo di screditare. Perchè? perchè sono dei servi!!! E' sacrosanto prendersela, sono l'insulto alla libertà e al giornalismo. Noi italiani dobbiamo prendercela con loro, per amore della nostra libertà; se continuiamo a tralasciare, passare passare passare, non avranno mai paura, e continuarenna a gettar fango, agiranno sempre contro la nostra libertà. Saremo anche noi dei servi, i servi delle cazzate!!!!
    • peppino . Utente certificato 4 anni fa
      Loro si devono guadagnare la pagnotta offendendo il M5* e NOI tutti sostenitori di grillo MA NON POSSONO ESSERE SEGNALATI COME VIGLIACCHI? Ma finiamola di essere PECORE, che i LUPI CI MANGIANO!
  • Sandro Ciccarese (sacicc) Utente certificato 4 anni fa
    Un gruppo di giornalisti di Modena ha preso una serie di commenti sul web rivolti alla giornalista faziosa (che ha scritto peste e corna contro Grillo, Casaleggio e i portavoce in Parlamento) che potrebbero essere stati scritti da chiunque: li hanno letti, registrati e messi in fila per dimostrare che chi segue il M5S è un violento, un fascista, un fustigatore, un pericoloso individuo. Il risultato del video è quello di attribuire quelle parole volgari a tutto il M5S. Repubblica.it ovviamente lo ha messo in prima pagina, non pteva farsi scappare l'occasione. Qualcuno addirittura ha scritto che lo avrebbe commissionato proprio lei ma non ci voglio credere. Sul web si sa che l'anonimato regala a tanti vigliacchi quella forza che altrimenti non avrebbero. Questi insulti, per la maggior parte, non hanno un nome e cognome e chiunque può averli scritti. Ma non fa nulla: l'importante è dipingere Grillo e il M5S come squadristi e agitare antichi spettri contro questa forza politica indecifrabile, che gli ha rotto il giochino. La Oppo, come tanti altri, non è una giornalista che critica (sacrosanto è criticare): è una tifosa di parte che insulta e scrive falsità senza contraddittorio. E questi giovani giornalisti precari che hanno realizzato il video, continuano a non capire che la battaglia non è CONTRO IL GIORNALISMO: da una parte c'è chi vuole liberare l'informazione in Italia e chi invece continua a sostenere i disinformatori professionisti a libro paga dei partiti politici. Questi giornali sono ormai ORGANI di partito che prendono soldi pubblici per continuare a pagare migliaia di euro vecchi tromboni prezzolati, mantenendo invece nel precariato più assoluto centinaia di migliaia di giovani con la passione di scrivere. Chi lavora nella stampa italiana sa benissimo che questa è la pura verità. Non potete stare nel mezzo, dovete schierarvi. (fonte: ResetRadio)
    • peppino . Utente certificato 4 anni fa
      Gli italiani devono sapere la verità! Le critiche ed i commenti pesanti sui GIORNALAI VIGLIACCHI che scrivono menzogne ed infangano il M5***** RISPECCHIANO IL PENSIERO DEGLI ITALIANI ONESTI ALLA DISPERAZIONE ED ALLA FAME che si fanno mantenere come prostituti privilegiati dai PADRONI PAPPONI mafiosi e massonici! Chi dileggia la VERITA' SUI VERMI PARASSITI è LUI stesso un parassita della società! VERGOGNATEVI!
  • marco c. Utente certificato 4 anni fa
    poveretto sto merlo ! fa schifo e pena leggere le argomentazioni ed i paragoni tra i m5s e organizzazioni brigatistiche e mafiose .... La repubblica è proprio un giornale che serve per raccogliere la merda dei cani! senza offesa per i cani naturalmente!
  • Domenico C. Utente certificato 4 anni fa
    I giornalisti hanno un potere immenso ma sono teleguidati. Lascerei fare un commento a Gaber da "Io se fossi DIO" : Io se fossi Dio maledirei davvero i giornalisti e specialmente tutti che certamente non sono brave persone e dove cogli, cogli sempre bene. Compagni giornalisti avete troppa sete e non sapete approfittare delle libertà che avete avete ancora la libertà di pensare ma quello non lo fate e in cambio pretendete la libertà di scrivere e di fotografare. Immagini geniali e interessanti di presidenti solidali e di mamme piangenti. E in questa Italia piena di sgomento come siete coraggiosi, voi che vi buttate senza tremare un momento. Cannibali, necrofili, deamicisiani e astuti e si direbbe proprio compiaciuti. Voi vi buttate sul disastro umano col gusto della lacrima in primo piano. Sì, vabbe', lo ammetto la scomparsa dei fogli e della stampa sarebbe forse una follia ma io se fossi Dio di fronte a tanta deficienza non avrei certo la superstizione della democrazia!
  • Giancarlo Fontana Utente certificato 4 anni fa
    Beh, vedo che nemmono lo staf è così sicuro che nessuno, tra i molti microcerebri che commentano, farà la fesseria di aggredirlo, infatti hanno evitato la foto... megli che niente, ma meglio evitare (IMHO, ovviamente). Ci sono tanti argomenti importanti su cui vorrei vedere i commenti, perché indipendentemente da tutti, presto si andrà al voto. L'ultima volta, pur con qualche perplessità, ho votato m5s, ma ho l'impressione che qualcosa sia cambiato. Qualche tempo fa, dopo il patetico post sulle "percentuali da prefisso telefonico", avrei fatto ancora la stessa scelta, ma turandomi il naso. Ora mi domando: esiste un altro "posto" dove capire cosa fa e dove vuole andare 'sto movimento? No perché, a leggere i post di questo blog, per non parlare dei commenti, si scappa a gambe levate! Se per voi è giusto mettere alla gogna una persona, liberissimi, ma io mi chiamo fuori (sarò sincero, stavo pensando di cancellare l'autenticazione). Nel paese che vorrei se un giornalista racconta frottole lo si denuncia alla magistratura, non al branco di iene sbavanti che hanno inserito certi commenti, anche perché, per quanto vi siate montati la testa, una denuncia vale molto più di dieci blog. Saluti.
    • Giancarlo Fontana Utente certificato 4 anni fa
      Ok ci riprovo... A Peppino tanto protetto dai gerarchi del blog da non poter rispondergli nemmeno con un commento assolutamente privo di offese (diversamente dal tuo!) > Sei uno della loro casta privilegiata? Ho uno stipendio fisso, la cosa ti rode? > O forse sei un venduto? A chi di grazia? > Direi piuttosto un vile troll? No. Sono uno che si firma con Nome e Cognome, i troll si firmano con pseudonimi! > O addirittura un infiltrato dei VERMI PARASSITI? E infiltrato dove? Nell'associazione segrata peppiniello c? O nella setta segreta dei "non so cosa dire ma insulto lo stesso"? > Scaricati nel w.c.! Appunto! Cvd, profondità di concetti espressi con dialettica superba. Stammi bene Don peppino.
    • peppino . Utente certificato 4 anni fa
      Sei uno della loro casta privilegiata? O forse sei un venduto? Direi piuttosto un vile troll? O addirittura un infiltrato dei VERMI PARASSITI? O UNO CHE PREDICA BENE E RAZZOLA MALE? Scaricati nel w.c.!
  • Ottaviano Augusto Utente certificato 4 anni fa
    i pennivendoli de unita' sono delle merde a prescindere. hanno preso soldi da culatello, da penati.....da tutti i porci piddini per fare da megafono ai loro padroni politici, alleati allo sporcaccione di arcore, con cui hanno fatto fallire l'italia . a loro il nostro disprezzo, ai loro padroni la nostra rabbia sincera
  • Ottaviano Augusto Utente certificato 4 anni fa
    l'uccello di repubblica fa schifo anche al mio uccello. la carta di quel giornale e' buona per la merda di cane
    • sa-pi 4 anni fa
      in quanto un cane, ti posso dire che pure loro si schifano a cacargli sopra!
  • peppino . Utente certificato 4 anni fa
    Siamo un popolo di pecore che devono SOLO SUBIRE TUTTO SENZA REAGIRE?? Leggo tanti commenti che consigliano a beppe di smettere di attaccare i giornalai vili e bugiardi! Cioè i VERMI PARASSITI,le IENE e tutti i perfidi animali (senza offesa per gli animali)devono poter insultare,minacciare,offendere,denigrare Beppe, gli ONOREVOLI ed i sostenitori 5* senza REAZIONE, ANZI! Ma vi rendete conto delle violenze, NON SOLO VERBALI, che tutti i giorni i cittadini onesti ed alla disperazione ricevono da quel BRANCO DI VERMI puzzolenti, servi e prostituti PRIVILEGIATI delle CASTE MAFIOSE E MASSONICHE al servizio dei clan e lobbies dei MALAFFARI?? Si arricchiscono alla faccia VOSTRA ed a VOSTRE SPESE e dite di NON REAGIRE? MA VERGOGNATEVI se siete i grillini a dirlo! Ma penso che a parte qualche IMBECILLE VENDUTO del M5*, la maggior parte sono VILI TROLLS a cui dico: ANDATE A SCARICARVI NELLE FOGNE E SIGILLATEVI! AMEN!
    • peppino . Utente certificato 4 anni fa
      un altro co....ne che ha paura!!
    • vincenzo d. Utente certificato 4 anni fa
      Non hai capito niente. Così ci si suicida.
  • vanni balestra 4 anni fa mostra
    Beh, ho appena visionato la lettura dei commenti per la Oppo in questo blog, fatta da un gruppo di giornalisti a Modena, 47 minuti (http://www.officinetolau.blogspot.it/). Il risultato su di me, delusissimo dal pd e schifato oltre misura dalla nostra classe politica, è che ogni tentazione di votare per il movimento è stata cassata: in nessun modo vorrò ritrovarmi in compagnia degli autori di quei commenti.
  • Domenico D. Utente certificato 4 anni fa
    Lasciate stare i giornalisti (faranno come i polipi si cuoceranno nella loro stessa acqua). E' più opportuno che Grillo, il m5s si occupi dei problemi reali della gente... Lo staff di comunicazione: individui giornalisti obiettivi e comunichino con loro. Dare importanza ad alcuni giornalisti significa farli conoscere e far parlare di loro e il m5s ci fa la figura della lista da...(dargli l'olio di ricino. Merlo, ha ragione cose del genere lo ha fatto il fascismo, la mafia, i terroristi: "le hanno fatte in Italia quelli che poi, dopo qualche anno, aspettarono in via Solferino Walter Tobagi. E, a ritroso, i camorristi che inseguirono la Mehari di Giancarlo Siani e i mafiosi che pedinarono Pippo Fava sino alla sede del teatro stabile di Catania". Il m5s non ha paura e non deve avere paura di qualche pennivendolo venduto e scribacchino a prescindere. Altrimenti nei media classici e non tutti gli italiani possiedono internet passa che il m5s e Grillo fa la schedatura dei giornalisti e qualche mente debole potrebbe diventare il braccio opertivo (o anche i servizi segreti potrebbero inventare qualche attentato) e dare la colpa a Grillo e al m5s.
    • Matt Demontis Utente certificato 4 anni fa
      Vedi il comportamento che suggerisci tu è proprio quello di avere paura della stampa! Se consigli di non dire quello che si pensa, di non combattere le battaglie che reputiamo giuste per paura di manipolazioni e strumentalizzazioni, è proprio il comportamento di chi ha paura della stampa. In seconda istanza, ma ti rendi conto di cosa vuol dire essere fascista, terrorista o mafioso ? Cioè non è che adesso diciamo: i mafiosi indossano il gessato e allora tutti quelli che indossano il gessato sono mafiosi!! Così non è che se uno critica un giornalista automaticamente diventa fascista è chiaro?
    • peppino . Utente certificato 4 anni fa
      Se NON siete d'accordo con grillo ed il pensiero del M5*, CAMBIATE BINARIO!!!! CI SONO CITTADINI ONESTI ALLA DISPERAZIONE O CHE si suicidano a causa degli ANIMALI PRIVILEGIATI CHE GOVERNANO e che si arricchiscono a nostre spese e VOI VIGLIACCHI DIFENDETE GLI ANIMALI? VERGOGNATEVI!
  • matteo paoletti 4 anni fa
    Vergogna!!!!!Se i giornali non sanno essere imparziali è meglio che chiudano.
  • Antonio Caracciolo 4 anni fa
    Le cose sopra dette da Merlo sono autentiche calunnie. Nessuno è andato a malmenarlo e nessuno ha qui manifestato una siffatta intenzione. Forse lo vorrebbe, per inscenare poi l'ennesima campagna diffamatoria ed un ulteriore giro di vite repressivo. In questo paese, fondato su un positivismo dei valori, appannaggio di giudici e stampa, si va sempre di più togliendo ai comuni cittadini il diritto di esprimere il proprio pensiero e lo si assegna unicamente ai giornalisti con l'obbligo per tutti i cittadini di riconoscersi nelle loro c.... La chiamano "opinione pubblica”, ma è in realtà solo l'"opinione pubblicata” di singoli biasimabili giornalisti...
  • Carlo C. Utente certificato 4 anni fa
    La vera violenza non è quella verbale di Grillo ma quella che subiamo quotidianamente da 20 anni da questa classe politica. Tutti a casa.
  • Ornella Raanaas 4 anni fa
    @ Giorgio Flaccavento CONCORDO con te COMPLETAMENTE RISCHIAMO DI MORIRE PRIMA DI ESSERE NATI SOPRATTUTTO ORA CHE RENZI HA VINTO LE PRIMARIE!!!!
  • Giorgio S. Utente certificato 4 anni fa
    Rimango esterefatto da alcuni commenti qui sotto, "Beppe smettila con le liste di proscrizione, questa rubrica è un'errore, lascia stare i giornalisti, ecc.... . Dunque riportare fedelmente le espressioni di un giornalista, senza peraltro nessun commento negativo, senza peraltro la sua foto, sarebbe un comportamento scorretto????!!! Dunque non si possono neppure citare gli articoli che si ritengono diffamatori??? Ma vi siete rimbecilliti tutti? siete andati a scuola dalla Boldrini?
    • vanni balestra 4 anni fa mostra
      riportare senza commenti? Beh, ho appena visionato la lettura dei commenti per la Oppo in questo blog, fatta da un gruppo di giornalisti a Modena, 47 minuti (http://www.officinetolau.blogspot.it/). Il risultato su di me, delusissimo dal pd e schifato oltre misura dalla nostra classe politica, è che ogni tentazione di votare per il movimento è stata cassata: in nessun modo vorrò ritrovarmi in compagnia degli autori di quei commenti.
  • Ottaviano Augusto Utente certificato 4 anni fa
    repubblica e' un giornale di merda......e l'uccello che ci vive dentro e' merda anche lui
  • Francesco Bacigalupo Utente certificato 4 anni fa
    Beppe, smettila con i giornalisti. Lasciali stare. Non esiste la censura in nessun caso. Ognuno deve poter dire quello che vuole. Se poi sono stupidaggini, ce ne accorgiamo. Per favore, basta fare figure di questo genere. E già che ci siamo. Io Casaleggio non lo conosco personalmente, sarà un bravo manger e tutto quello che vuoi. Come comunicatore è ridicolo. Riesce solo a dire banalità da assemblea del liceo. Farebbe meglio ad autocensurarsi e smettere di parlare in pubblico definitvamente. C'è chi lo sa fare e chi no. Lui no.
    • Matt Demontis Utente certificato 4 anni fa
      questo tuo commento è una vera perla!! Lo adoro! Francesco ti rendi conto che sei riuscito in poche righe a dire che tutti sono liberi di manifestare la propria opinione e per questo né Grillo né Casaleggio dovrebbero manifestare la loro!?!? Ahahaha che meraviglia!! Questa è coerenza allo stato puro!
    • Claudio M. Utente certificato 4 anni fa
      ...libertà di pensiero: io non la penso come te. Scrivere su un giornale opinioni tendenti a costruire una false immagine di un fatto, non è libertà di pensiero. E' disonestà intellettuale e siccome quei giornali prendono soldi anche miei, pubblici, ho tutto il diritto di incaxxarmi come una iena e di mandarlo a fare dove dico io. Se uno prende e si stampa e paga le sue opinioni, liberissimo, altrimenti è regime, è dittatura, come x vigilanza Rai dove ci vietano l'accesso ai doc degli appalti esterni... ridicolo....
    • Antonio Caracciolo 4 anni fa
      Caro Lei, vada a chiedere a quelli di Repubblica se ritengono che ognuno sia libero di dire quello che vuole... Ne so qualcosa, per esperienza diretta. Il bello è che almeno riportassero fedelmente quello che uno dice effettivamente, ma si inventano di sana pianta ciò che attribuiscono ad altri...
  • alberto d'anna 4 anni fa
    Carissimo Beppe, prendo spunto da quest'ultima idea di scomunicare i giornalisti per segnalarti (a mio modesto parere) che SUI PROBLEMI DI COMUNICAZIONE stiamo leggermente cannando. Basta coi dissensi interni, COMUNICHIAMO per comunicare soluzioni ai problemi ! La COMUNICAZIONE perfetta di Grillo ci ha permesso di prendere il 25,5% di voti e adesso vogliamo perire di COMUNICAZIONE ? Vogliamo continuare a COMUNICARE aspetti marginali (come all’inizio) quali discussioni sugli scontrini, struttura interna e dinamiche di democrazia, diretta streaming, voto segreto o palese, restituzione soldi stipendi o commettere errori di strategia comunicazionale che diventa autolesionista , come la proposta di cancellazione del reato di “immigrazione clandestina”, le convocazioni ultim’ora dei Parlamentari per “verifiche fuori porta” con Grillo e Casaleggio o ancora la prima proposta di legge M5S sul reddito di cittadinanza inserita sul nuovo sistema operativo (prima fatta oggetto di comunicazione come primo caso al mondo di discussione in rete fra cittadini e poi sconfessata da Casaleggio). Invece di SCOMUNICARE il "Fatto Quotidiano" (unico quotidiano degno di essere letto oggi in Italia) , è forse ora di cambiare strategia sulla COMUNICAZIONE ! Non possiamo più permetterci attacchi indiscriminati senza più rispondere o limitarci a rispondere attraverso il Blog che è visitato SOLO DA UNA PICCOLA MINORANZA di chi ha votato M5S ! Dobbiamo cominciare a contrattaccare utilizzando i media: TV in primis, facendo partecipare i nostri Parlamentari ai talk-show (visto che ormai hanno ampiamente dimostrato di avere gli "attributi" per poterlo fare !). Le Europee sono vicine !!!! Grazie per l'attenzione.
  • Donato Paradiso 4 anni fa
    Berlusconi mette all'indice i magistrati (quelli che indagano su di lui, ovvio); Grillo mette all'indice i giornalisti (quelli che parlano male di lui, ovvio). Un governo Grillo-Berlusconi sarebbe un regime. Brrrrrrr...........!
    • monica c. Utente certificato 4 anni fa
      quanta saggezza Sig.Donato, attento a non battere troppo i denti x il freddo se si danneggiassero un giorno potrebbe non avere denaro x cure dentali, ci pensera' renzi (che si parla in piena notte con il berlusca tra l'altro)a toglierLe tutto cio' che si e' costruito in tutta la sua vita.
    • Ottaviano Augusto Utente certificato 4 anni fa
      merdaccia, vai a fanculo tu e quelli di repubblica
    • nessun copy 4 anni fa
      @ Donato Paradiso Mi dispiace x te ma Grillo se la prende con i giornalisti che dicono falsità sul M***** se tu lo paragoni a Berlusconi fai già una cosa sbagliata allora io posso affermare che Renzi è molto vicino al Condannato essendo passato da Arcore? Quindi posso tranquillamente affermare che buggerato tutti i suoi elettori. Come vedi si può dire tutto di tutti ma se tu vieni a scrivere sul blog puoi trovare quello che ti risponde, mentre un giornalista che scrive può dare una informazione bugiarda e va a migliaia di lettori. Leggi e informati che cosa è il M***** poi puoi criticare se le cose che dice o fa sono nell'interesse dei cittadini tutti. Stai sereno, saluti
    • Giorgio Cigolotti Utente certificato 4 anni fa
      Peccato però che da 20 anni a braccetto col piduista mafioso ci siano i tuoi, troll testa di cazzo.
  • Claudio M. Utente certificato 4 anni fa
    ma chi è sto cretino di Merlo? io rispondo agli idioti, con il loro linguaggio. "Caro Merlo, è vero che Lei, non è ancora nè terrorista nè camorrista nè mafioso, ma le faccio notare che idiota e incompetente lo è senza dubbio, oltre che istigatore. Le ricordo altresì che gente come Lei, che gioca sul significato delle parole (a mio avviso senza cognizione di causa: le va solo di cuxo, se si riesce a capire cosa voleva dire) e sulla semantica, fa parte dello pseudo giornalismo pagato dai cittadini per fare campagne dittatoriali, e non informazione. Questo Paese è al 70° posto per libertà di stampa: i fascisti siete voi che continuate a scrivere putxanate al servizio di interessi privati e contro il Popolo Sovrano." Firmatio, io.
    • Claudio M. Utente certificato 4 anni fa
      "chi è Merlo? e tu chi catzo sei? povero ignorante, sicuramente tu kiavi poco, come crimi, Lombardi, siete dei poveretti sfortunati alla ricerca di un pò di protagonismo. e voi vorreste cambiare l'italia...? fate ridere, sottospecie di fasci." Capisco: volete essere gli unici fascisti indisturbati a dettare le vs regole noncuranti di affamare il Popolo che vi circonda: ok, tranquillo. Accetto Accetto il "sottospecie"... anche perchè detto da uno che difende un provocatore diffamatore pagato con soldi sporchi di sangue, quello del Popolo italiano (e non solo), come Merlo, non mi tange un granché... i servi non li considero. Quasi mai. Li considero solo quando mi trombo le loro mogli e fidanzate... e capita... già... + spesso di quanto si voglia credere.. d'altronde anche loro, vogliono un uomo con le palle, ogni tanto, vicino.... :D :D :D :D
    • monica c. Utente certificato 4 anni fa
      sottospecie Sig.Luca? queste parole x definire razze inferiori le usavano i nazi-fascisti, questo mi fa pensare che Lei ne sia un anello importante.
    • Luca Montinaro 4 anni fa
      chi è Merlo? e tu chi catzo sei? povero ignorante, sicuramente tu kiavi poco, come crimi, Lombardi, siete dei poveretti sfortunati alla ricerca di un pò di protagonismo. e voi vorreste cambiare l'italia...? fate ridere, sottospecie di fasci.
  • Anna L. Utente certificato 4 anni fa
    Non capisco (o forse si) questi titoloni anche sul “il fatto quotidiano” come “Grillo, nuovo attacco alla stampa: Giornalista del giorno”. Si nomina il nome del giornalista (si cita la fonte), si mette il link all'articolo PUBBLICO, si copia e incolla una parte dell'articolo quindi, . . . . diffusione e pubblicità GRATIS . . . e ancore c'è da lamentarsi?? Loro ci fanno pubblicità e noi contro cambiamo. . . che problemi ci sono??? Non è che ora viene fuori che i giornalisti hanno paura delle proprie oppinioni e non vogliono assumersi le responsabilità degli articoli che scrivono pubblicamente.
  • Manuel V. Utente certificato 4 anni fa
    Questa rubrica la condivido, ma ci fa male mediaticamente. Propongo di sospenderla: presta il fianco alle strumentalizzazioni. Ora diranno che fanno bene i giornalisti a screditarci. Direi di chiuderla...
    • peppino . Utente certificato 4 anni fa
      Invece di contrattaccare i vigliacchi giornalai del PIFFERO, dite di fermarsi? MA LO SIETE O CI FATE? Sono dei prostituti mediatici privilegiati pagati e mantenuti con i nostri soldi e devono anche OFFENDERCI? BASTA MANTENERLI COME BUTTANE DI LUSSO!
  • Max M. 4 anni fa
    Come al solito questi inchiostratori, specie se al soldo del capitale di sinistra, stillano verità ed essudano cultura, pertanto non ammettono critiche e ricorrono alle usuali accuse già abbondantemente obsolete. Non compriamo più nulla: nè le falsità nè le accuse che ci propinate; la carta di giornale (rigorosamente "scaduto") è indicata per attizzare la stufa o il caminetto, ecc...., sempre per USO ESTERNO...
  • Giovanni U. Utente certificato 4 anni fa
    Stiamo solo dando motivi per screditare gli attivisti e i votanti o simpatizzanti del NOSTRO movimento… per favore abbassiamo i toni e evitiamo di perdere voti, è importante e dobbiamo distinguerci dagli altri… per favore.
  • Sebastiano Tilloca Utente certificato 4 anni fa
    Merlo ha ragione !
  • Paolo (Roma) 4 anni fa
    C'è veramente di che vergognarsi ad avere un sedicente gionalista come questo sul libro paga di una qualsiasi testata gionalistica. Ma "la repubblica" (il nome è volutamente minuscolo) ormai lo sappiamo ha scelto di mettersi in tasca i soldi dei contributi all'editoria, solo per fare disinformzione all'ennesima potenza. Diciamolo pure, un giornale di questa levatura morale, al massimo andrebbe riservato a raccogliere le feci dei cani. Ma veniamo al sedicente giornalista... I casi sono 2: 1) Non ha capito niente e parla forte della sua presuntuosa e abissale ignoranza, insomma è l'elettore ideale per quei partiti come PD e PDL, responsabili del collasso dell'Italia. 2) Ha capito benissimo che Grillo rappresenta un pericolo per la politica del malaffare, e al pari di tanti suoi degni colleghi ha scentemente deciso di entrare a far parte di quella vergognosa macchina del fango pagata con i soldi estorti agli italiani onesti, e quindi agitando lo spauracchio del fascismo della mafia e di quant'altro la sua derelitta mente abbia potuto concepire nel maldesto tentativo di confondere le idee a quanti non hanno ancora capito che Il Grillo congiuntamente al M5Stelle è l'unica alternativa ad un sistema politico incapace, corrotto, e marcio fino al midollo, capace di fare solo enormi disastri che ricadono sulle spalle e sulle tasche di tutti gli Italiani.
  • GIOVANNI . Utente certificato 4 anni fa
    Guarda Merlo che nessuno ti vuole picchiare o rubare niente, stai tranquillo. Grillo non è ancora terrorista o mafioso? Ma di cosa scrivi? Cosa vuoi dire con il tuo articolo? Sei più ipocrita o più stupido? Ti rendi conto che sei in totale malafede? Ti rendi conto che il tuo giornale e rai 3 hanno parlato ore e ore delle primarie (una simpatica pagliacciata) e non avete minimamente degnato il v day di Genova dove si è parlato di temi ben più importanti? Non fate le vittime perché non siete delle verginelle, il vostro problema è che sapete che è finita la cuccagna e che non avete la forza per risollevarvi dal vostro baratro.
  • Giorgio Flaccavento 4 anni fa
    Caro Beppe, ti ho sempre sostenuto e difeso dagli attacchi di chiunque, anche quando hai avuto qualche scivolone, condivido il tuo progetto, continuo a votarti e a elargire micro contributi x le tue iniziative, MA....non puoi permetterti di schiaffare un giornalista, seppur di parte, in copertina con la scritta wanted, il diritto di critica è un imprescindibile pilastro della democrazia e tu non puoi calpestarlo. Tu puoi controbattere alle argomentazioni con cui vieni attaccato ma non puoi uscirtene dicendo solo che il giornalista o l'avversario di turno, è un corrotto e tu no. Tu devi dimostrare le tue tesi, non liquidare l'avversario con un'etichetta. Sostengo il tuo coraggioso progetto, sono fermamente convinto della tua buona fede in assoluto ma non voglio trovarmi nella condizione di non poterti difendere davanti a infelici uscite come questa. Buon lavoro a tutti Giorgio
  • Maurizio D. Utente certificato 4 anni fa
    Che nessuno si dia del distratto rispetto al fiume di letame che da mesi cola sul M5S e sugli otto milioni e seicentomila cittadini, ad opera di una 'gioiosa informazione' all'italiana, in servizio permanente effettivo, presso i soliti poteri forti e la solita politica di conservazione. Per favore, basta! Basta con l'ipocrisia. Il mestiere del giornalista è dare le notizie, raccontare la verità, lasciare il più ampio margine possibile al fruitore perché si formi un'opinione. Non c'è alcuna necessità di servirsi della realtà, disarticolarla, ricomporla e miscelarla con sapienti menzogne per poi riabbatterla addosso all'avversario di turno con la speranza di fargli il peggior male possibile. E non parlo del sacrosanto diritto alla critica, parlo delle falsità composte ad arte. Il giornalista che del proprio mestiere fa un atto di mistificazione né è consapevole e responsabilità. Non gridi alla 'schedatura fascista' perché risulterebbe ridicolo. Il nostro giornalista tipo sa bene che così non è. Non si indigni se poi la parte lesa, il demolito, l'oggetto preferito del suo fango mediatico chiede almeno di ricordarselo nel proprio Blog. Facciamoci (tutti) una domanda, è peggio rilasciare pubbliche menzogne per danneggiare e umiliare scientemente la propria vittima o, da parte della vittima, ricordare pubblicamente il proprio untore?
  • anib roma Utente certificato 4 anni fa
    concita degregorio: un giornalista può dire LA QUALUNQUE ma i cittadini non hanno diritto di replica ne di critica giustamente Bagnai ci dice : fatelo sapere...
  • Ottaviano Augusto Utente certificato 4 anni fa
    merlo o passero , sempre un pezzo di merda sei. questi leccaculo piddino sono corresponsabili del fallimento del paese
    • Riccardo Bondavalli 4 anni fa
      La maleducazione non ha limite! Io mi vergogno spesso di vivere in un paese di maleducati e non delle idee degli altri.
  • Fabio Giarratana 4 anni fa
    Mangiapane a tradimento, sei pagato da un editore che vive grazie ai nostri lauti versamenti per buttare gratuitamente fango su un movimento popolare. Avanti gente, continuiamo così, diffondiamo sempre più il verbo, lottiamo per la libertà e la rinascita del nostro paese
  • vincenzo a. Utente certificato 4 anni fa
    Beppe, smettiamola con questi metodi da caccia alle streghe e listre di proscrizione che non ci appartengono. Non devono. Riflettiamo un pò di più sulle iniziative che prendiamo. Così ci facciamo male da soli.
    • mariuccia pischedda 4 anni fa
      Purtroppo la maggior parte degli italiani ancora si informa solo attraverso la tv, mi capita di discutere spesso con colleghi di lavoro e tutti (spesso mi ritrovo da sola) conoscono pochissimo del Movimento 5 stelle e ripetono quello che si sente dire nei telegiornali, chi entra nel Blog chi usa internet per essere informato appartiene ancora alla minoranza..molti non hanno capito perche il Movimento non si sia accordato con il PD dopo le elezioni perche tutti si aveva bisogno di una svolta e una speranza. Molti non sanno o non sono informati su cosa fa il Movimento in parlamento..purtroppo i giornalisti distorcono le cose e Grillo viene visto sempre più come un dittatore all.interno del Movimento. Secondo me si dovrebbe fare in modo di riuscire ad andare in tv (forse alla 7 o sky ) e cercare di parlare alla gente in maniera pacata spegando che anche in questo caso Grillo si è solo difeso dalle accuse, molto piu offensive fatte al movimento, che non la risposta data alla giornalista, perche purtroppo con enfasi si è parlato di persecuzione da parte di Grillo verso i giornalisti, Grillo che scrive su un Blog, e loro che appaiono in tv con tanto di paladini a difenderli..sono ridicoli e quello che mi fa più rabbia è che la gente ci crede, molta gente purtroppo. Saluti
  • Luigi Mancuso 4 anni fa
    Non mi piace che le prese di posizione sui giornalisti da parte di Grillo siano un pretesto per alcuni di parlare di "liste di proscrizione" ed attacchi alla libertà di espressione. Se questo succede il buon Grillo, a cui vanno molti meriti, ha una grossa responsabilità. Non capisco perché insista a dare del Movimento una visione negativa di eversione e non quella positiva (sempre di eversione, nel senso di cambiamento del sistema). Mandela è un esempio di vittoria politica senza violenza, senza nemici da abbattere; la fine della dittatura in Cile è stata fatta con il sorriso...Perché dobbiamo presentarci con la faccia brutta che non corrisponde ai nostri sentimenti ed alle nostre aspirazioni. Perché dobbiamo dare alibi ed occasioni per attaccarci? Mi sta bene difenderci dalle bugie e dalla propaganda contro di noi, ma dobbiamo andare "oltre", gli anatemi e le minacce (vere o finte) invece non mi piacciono affatto.
  • Emanuela D. Utente certificato 4 anni fa
    Basta con questo autolesionismo, stiamo facendo del male al M5S. Questo atteggiamento è controproducente. Non ne posso più! Basta!!! Prima il post "Reato di clandestinità", poi "I falsi amici" e ora Oppo e Merli. Ma perchè questo masochismo??? Questo atteggiamento serve solo a creare un alibi ai giornalisti che ci potranno attaccare e dire che il movimento è fascista. Eliminate questa rubrica o distruggerete il movimento.
  • Massimo Consolino Utente certificato 4 anni fa
    Gent.mo sig. Merlo, ognuno è libero di scrivere ciò che vuole come ha fatto la sig.ra Maria Novella Oppo, sono partiti da quest'ultima gli insulti e quindi è normale la difesa di Grillo, ma non il suo intervento. Lei ha scelto di prendere le difese perché sa benissimo che voi giornalai tra poco tempo dovrete guadagnarvela la vendita dei giornali perché vi verranno tolti i finanziamenti pubblici.
  • fra riotto 4 anni fa
    Questi mercenari di repubblica sotto la direzione di scalfari(caporedattore di roma fascista,fondatore di nuovo occidente,giornalista dei gruppi universitari fascisti..(vedere Wikipedia)...sanno bene come diffondere paure per mantenere le cose immutate e continuare a predare l italia.basta finanziamenti alla editoria derva dei partiti
  • Marco Billa Utente certificato 4 anni fa
    Questo articolo è una trappola: dopo quanto è successo con la Oppo, il servo Merlo, per compiacere i suoi amici piddimenoellini, butta fango sul movimento per poi aspettare la replica e denunciare le "liste di proscrizione grillina". Come si diverte!
  • Clara R. Utente certificato 4 anni fa
    Caro Beppe, non devi prendertela con quello che dicono i giornalisti, noi che ti abbiamo votato e che seguiamo tutti i nostri parlamentari M5S sappiamo benissimo quello che fanno e non ci importa proprio nulla dei giornalisti di altre parti politiche! Evitiamo di essere messi in evidenza per cose inutili come articoli scritti su Repubblica ed Unita, chi li Legge??!! Non aumentiamo focolai che fanno bene solo a questi ignoti giornalisti!
  • berti da empoli 4 anni fa
    Leggere e riflettere su quanto scritto da Ferrara sul foglio di oggi a proposito di Oppo e dintorni: semplicemente perfetto
  • renato r. Utente certificato 4 anni fa
    ai cosiddetti giornalisti alla merlo fa più paura che tolgano le sovvenzioni statali ai giornalai del potere anziché qualcuno gli possa fare del male
  • marcello giappichelli 4 anni fa
    ANDARE OLTRE PER SAPERE QUALCOSA SULLA DEVASTAZIONE DEL SUOLO C'E' STATO BISOGNO DI SCHIAVONE E DEI DATI-USA. L'INFORMAZIONE DEL GIORNALISMO DOV'ERA ?? C'E' BISOGNO DI ANDARE OLTRE QUESTO GIORNALISMO DI PENNIVENDOLI E LA PUNTUALE DENUNCIA E' UN DOVERE CIVICO ..
  • FRANCESCO CASTAGNARO 4 anni fa
    ...non vedo la sua foto, ma già immagino il suo grifo e vi chiedo : secondo voi quando ha avuto l'ultimo rapporto sessuale ?
  • Tukko67 aka (acronik-nauta) Utente certificato 4 anni fa
    Merlo non ha nulla di cui preoccuparsi: Primo perche lui con giornalisti come Tobagi non ha nulla da spartire, secondo lui non ha nulla da spartire nemmeno con I giornalisti e terzo Beppe è tante cose ma per sua fortuna non è un capobranco in cerca di affermazioni. Perciò dico a lui ed a tutti quei pennivendoli da 4 soldi come lui che dormano tranquilli sognando il martirio se vogliono e se la loro coscienza lo permette, nessuno vuole pedinarvi per gambizzarvi o peggio vogliamo semplicemente informare, democraticamente, il "grande pubblico" del vostro comportamento spudoratamente falso e di parte. Per le pistolettate chiedete altrove!
  • Emiliano Raio 4 anni fa
    Caro Beppe, Hai tutta la mia stima ma davvero non riesco a capire questa iniziativa. Tutto ciò ha solo l’esito di attirare critiche, seppur sterili, che comunque fanno male ai ragazzi che in quel manicomio stanno cercando di far attirare consensi positivi nonostante tutte le difficoltà che incontrano e tu lo sai bene. Ed è proprio questa la mia difficoltà nell’intendere queste tue azioni. Piuttosto che mettere alla gogna questi giornalisti con metodi un po’ dubbi io penso sia più efficace smentirli e dimostrare che mentono, elencando le cose fatte dai ragazzi e le lotte portate avanti. Senza dimenticare la restituzione dei soldi elettorali, il dimezzamento degli stipendi e tutto il resto. Anche fino alla noia, ma siccome questi non hanno argomentazioni allora penso sia il modo più efficace per smentirli. Questo metodo invece ha il solo scopo di ripercuotersi sui ragazzi che stanno lì a lottare ogni giorno contro avversità e stupidità. Loro hanno bisogno di sostegno da tutti noi e comprensione da parte dei cittadini ancora dubbiosi e non di ulteriori ostacoli da schivare che rendono ancora più difficile il loro compito. Sempre grazie ma pensaci ancora.
  • vincenzo d. Utente certificato 4 anni fa
    Come dice Scanzi,ci hanno etichettato come squadristi-fascisti e questo perchè Grillo fà queste cose. Il m5s non è Grillo i nostri parlamentari non sono le sue marionette e noi non siamo fanatici. IO HO VOTATO M5S un sogno,un'utopia,una voglia di abbattere il sistema e non Grillo che sapevo che in parlamento non ci sarebbe andato. Caro Bebbe non rovinare tutto,lasciali parlare,al massimo apri una rubrica o ci si compra una pagina del Fatto e si smentiscono punto per punto gli articoli allucinanti e di parte contro di noi. Un saluto
    • Antonio L. Utente certificato 4 anni fa
      La rubrica c'è già: la controrassegna stampa su "La Cosa", guardatela (tutti i giorni!) e spargete il verbo :-) Per il resto, anche se fatta con intenti sarcastico-informativi (e non altro, caro Merlo e compagnia ragliante), concordo anch'io con chi reputa questo nuovo spazio un boomerang dei peggiori. Resta il fatto che dallo sputtanamento ormai quotidiano difendersi si DEVE, punto.
  • ina ghigliot 4 anni fa
    ...
  • Roberto G. Utente certificato 4 anni fa
    Caro testa di c..., i modi mafiosi e camorristi li usi tu e i tuoi compagni di merende, manipolando l'informazione tutti i giorni e distorcendo la realtà. Questo lo facevano i fascisti... Vergognati!!! Tu e il tuo giornale di m...
  • pistoia franco 4 anni fa
    Il giornalista che scrive menzogne nei confronti di chichessia non è degno di questo nome poi se lo fa nei confronti e nei termini del suo articolo contro il M5s è da considerare un terrorista e quindi radiato dall'albo e mandato a fare un lavoro più consono alla sua attitudine ovvero scopare le strade dove solo li può fare pulizia.
  • frank pit Utente certificato 4 anni fa
    Piu' che merlo sei un perfetto allocco, che le tue cazzate che scrivi su repubblica anche perche' gli unici mafiosi terrorisi e ladri siete voi giornalisti tipo oppo , scalfari , e i suoi editori che vivono di finanziamento pubblico. Ladri!
  • bruno bassi ex....dissidente 4 anni fa
    tanto per malignare un po stavo pensando a quale sarebbe il modo migliore per tarokkare le primarie del piggì...mettiamo di avere un candididato al 25% su di un bacino di votanti stimato di 1 milione ....e che volessimo tarokkare per farlo arrivare oltre il 60%....il modo piu semplice sarebbe di aumentare il bacino di utenti inserendone 1 milione fasulli.... dopo ci sarebbe una affluenza boom e però un mulione in piu tutti che votano il solito tizio puzzerebbe troppo....allora meglio 2 milioni in più con 2 su 3 che votano il tizio e 1 su tre a caso .... mamma quanto sono maligno oggli...a pensare male si fa peccato e si finisce all'inferno,
  • Ottaviano Augusto Utente certificato 4 anni fa
    sig merlo si guadagni da vivere lavorando onestamente e non leccacndo il culo al padrone politico di turno
  • Ottaviano Augusto Utente certificato 4 anni fa
    questi pseudogiornalisti hanno rotto le scatole. senza di loro questa casta politica di predatori e parassiti sarebbe a casa da tempo. sono i pennivendoli che in cambio di mezzo milione di euro leccano il culo e difendono la casta. se non ci fossimo stati noi i predatori ed i loro pennivendoli la avrebbero fatta franca. dalla reazione dei politicanti e dei pennivendoli questa rubrica ha raggiunto il suo scopo. aggiungerei che ad ogni pennivendoli indivato gli dobbiamo tirare secchiate di merda di porco
  • Francesco De Marco 4 anni fa
    Bisogna andare a lavorare per guadagnarsi da vivere e non vivere da parassiti. Io con le tassa che pago voglio che l'Italia migliore e ci diano più sevizi e non che siano distribuiti per scialarsi questi della casta. DOVETE ANDARE VIA NON VI SOPPORTIAMO PIÙ, COME BISOGNA FARVELO CAPIRE?
  • Lalla M. Utente certificato 4 anni fa
    Pietro Ancona Il suicidio del PD Non credo per niente ai tre milioni di voti che nessuno esterno al PD può verificare. A giudicare da quello che ho visto a Palermo ha votato meno gente delle ultime primarie. Può darsi che i tre candidati abbiano deciso di aggiungere un milione di voti o più a quelli effettivamente votati per dare maggiore autorevolezza all'evento ed alla investitura di Renzi. Come si fa a saperlo c on certezza? Credo che ieri il PD abbia concluso la sua vita e si sia "rottamato". Per attutire l'impatto dell'evento sui militanti inconsapevoli di questo significato del voto e che ha votato per lui Renzi ha pronunziato la parola "sinistra" dicendo che questa non è morta ma è finito soltanto un suo gruppo dirigente. Questa rassicurazione non richiesta è davvero la prova che tutto il gruppo dirigente proveniente dal PCI è stato definitivamente sconfitto e messo fuori scena. Il lungo cupio dissolvi iniziato alla Bolognina è finito. Il movimento o partito che è nato ieri è soltanto un seguito personale di Renzi. Proprio come Forza Italia è un seguito personale di Berlusconi ed il Movimento Cinque Stelle un seguito di Beppe Grillo. Non si voterà mai più per una idea ma per una persona. Le idee sono state abolite. Apparentemente tutte. Nella realtà sono state abolite soltanto quelle della sinistra. Intanto pare che ieri il Congresso di Rifondazione Comunista non sia riuscito ad eleggere un Segretario.
  • angelo mazzacani 4 anni fa
    ah beppe... ha ragione Scanzi quando dice che così facendo ti tiri la zappa sui piedi.. crei pretesti per attaccarci ulteriormente e soprattutto metti in difficoltà i nostri deputati e senatori che tanto stanno facendo bene con coraggio.. tanto coraggio!! Non rendergli il compito più difficile e attenzione.. in questi giorni i media non mancano di accostare il decaduto Berlusconi (è lui stesso a farlo) a Mov5S e non importa cosa noi pensiamo o facciamo.. il messaggio che arriva alla gente è che ce la filiamo con lo psiconano!! Ti prego stai attento alle prossime mosse che farai o perdiamo credibilità anche se ingiustamente ma perdiamo voti e non ce lo possiamo permettere!!
  • Peter Amico 4 anni fa
    Questa rubrica è giù diventata autoreferenziale. Si mette all'indice il giornalista che difende un altro giornalista da questa rubrica. La prossima riguarderà un giornalista che difende un giornalista che difendeva un giornalista da questa rubrica. I giornali fanno già abbastanza schifo anche senza che ci mettiate questo blog a provocarli per far scrivere cazzate. Per favore smettetela. Pensate all'ecologia, alla tanta carta e inchiostro che vengono sprecati ad ogni nuovo post, al tempo che le persone perdono a sentire autodifese come questa. Piuttosto segnalate chi scrive cose sensate, fate prima ed è utile al prossimo. Basta liste, ci vuole la concorrenza. BASTA. Fateci leggere qualcosa che abbia la precisione graffiante di un pezzo di Travaglio o di una inchiesta della Gabanelli. Finché si leggono cazzate, qualcuno avrà il dubbio che non c'è nulla intorno ed M5S sia solo la brutta copia della lega. M5S è un partito nato ieri da istanze reali di cui tutti stanno prendendo atto, compresi i partiti più incrostati. Di questo dovete prenderne atto altrimenti il rinnovamento, del tutto necessario, lo faranno altri. In fondo agli italiani interessa il cambiamento, non chi aspetta il 100% dei consensi su un Paese che va in cenere. Tornate a essere rilevanti! Non importa se con il 50 o il 5%. Non perdete altro tempo, altrimenti il cambiamento lo farà qualcun altro.
  • vincenzo positano 4 anni fa
    Dopo mesi di propaganda pro M5S in piazza Duomo Milano, fra pensionati, dopo aver fatto il post seguente: “Pertini sicuramente uomo onesto; però, intanto Craxi faceva i suoi affari. Forse un altro Presidente, meno onesto, si sarebbe accorto di cosa succedeva alle sue spalle. La Moglie, che non si è mai vista insieme, forse aveva capito il gioco”. Sono stato bannato dalla comminity M5S di google. Ti chiedo: Se M5S ha 51%, devo preoccuparmi?
  • Domenico G. Utente certificato 4 anni fa
    si certo! -.-' Grillo Montana (Tony Montana) Poi si lamentano che i giornali non si vendono più! e per forza,scrivono certe idiozie.. c'è mo grillo rincorre i giornalisti per fucilarli!! MA DAI! è anche uno spreco di carta e di energia,nonché di inchiostro (che è altamente inquinante perché pieno di solventi chimici) stampare certe idiozie.. pensate a quanta energia risparmieremmo ogni anno se evitassero di scrivere certe cose.. e pensate a quanti alberi risparmieremmo.. Poi perché non fanno giornali e libri (anche scolastici) con carta riciclata? (BO(!?) ***** Perché nelle scuole non raccolgono la carta per portarla al riciclo dove potrebbe essere lavorata e trasformata in nuovi libri di testo a costo sicuramente inferiore,nonché altamente ecologici!! CHE IDEA!! Xd *****
  • da w. Utente certificato 4 anni fa
    Al caro, "giornalista" Francesco Merlo, e al 99% dei media italiani di fatto organo di stampa dei vari partiti politici ... Questa si chiama legittima difesa... Welcome to the internet age...
  • Beppe Rossi 4 anni fa
    Con le "liste di proscrizione" avete messo la ciliegina sulla torta di m**** di questo letamaio. Vergognatevi!
    • Giorgio Cigolotti Utente certificato 4 anni fa
      Aria, pezzo di merda.
    • FABIO B. Utente certificato 4 anni fa
      a te di vergognarti non te lo dico non saresti capace
    • FABIO B. Utente certificato 4 anni fa
      perche' non scrivi merda se lo pensi? ma tu lo sai bene che il tuo letamaio qui non lo trovi le liste di proscrizione sono solo dentro la tua testa ottusa
  • Antonino Di Bella Utente certificato 4 anni fa
    Sono provocazioni trappola: se cerchi di difenderti da queste assurdità metti alla gogna; se non ti difendi rincarano la dose. E' il gioco sporco che hanno imparato benissimo a fare in ogni fazione politica quello in cui si cerca di far perdere voti all'avversario parlandone male, e poi parlandone peggio quando si difende. Non ci sono contromosse efficaci a questo tipo di attacco se non forse quella di ringraziare questi giornalisti per il loro magnifico lavoro, a mo di sfottò, che ben si intenda!
  • ilmorsodizenone 4 anni fa
    Ma il delirio dello psiconano?
  • Rip Kirby Utente certificato 4 anni fa
    Caro Francesco, ( sempre diffcile spiegare le cose semplici ), se Lei difende dei Signori di cui NESSUNO è responsabile --ma-- per cui io percepisco 480 Euro mese di pensione e le pongo un quesito... provi Lei a vivere con questo sostegno, e lasci perdere i doppi sensi == il M5 Stelle che è l'unico che non ha preso 42.000.000 di Euro di rimborsi... Elettorali! al contrario con le mie trattenute "finanzio" anche il giornale "La REpubblica" senza mai averlo approvato... Buona fortuna per quando finiranno i finanziamenti, per cui anche io che sono poco brillante per l'età - ho capito da dove arrivano le Sue affermazioni -- mi vorrà scusare = e perciò siamo seri == NESSUNO la Obbliga a rimanere al Giornale La REpubblica...o NO!? si sa che tutto è ciclico.
  • Paolo C. Utente certificato 4 anni fa
    Merlo, Lei mi ha completamente convinto. Ognuno deve poter esprimere le proprie opinioni e, nonostante le Sue non le condivida, deve poterle stampare. Però mica si può fare a spese degli italiani. Perciò pregherei il Suo direttore di restituire gli ultimi 10 anni di contributi pubblici al giornale su cui scrive. Per il resto, Lei sarà sempre libero di continuare a scrivere quel che vuole. Ma non a nostre spese, ovviamente
  • alessandromag 4 anni fa
    Forse all'illustre giornalista di Repubblica.pd sfugge che la richiesta di "segnalazioni" sui suoi simpatici colleghi, non riguarda la loro eliminazione fisica, ma il semplice e ironico sputtanamento che il nostro blog si divertirebbe a compiere, visto il vergognoso boicottaggio, la menzogna e la disinformazione ridicola che vengono esercitate quotidianamente a nostro danno. E senza alcuna differenza tra quotidiani di sinistra e di destra, tutti uniti dall'interesse di casta per spazzare via ogni possibile alternativa. Per quanto riguarda l'arte di indicare a dito i bersagli, nella quale La Repubblica è maestra, vorrei ricordare, piuttosto, gli articoli di fuoco di Giorgio Bocca contro Marco Biagi, che guardacaso anticiparono di poche settimane la sua esecuzione... Meditate gente di scarsa memoria. Grazie per l'ospitalità.
    • Paolo C. Utente certificato 4 anni fa
      Non so se Merlo è riuscito ad indicare Grillo come obiettivo . Certo ha giustificato una possibile reazione reazionaria
  • Manuele V. Utente certificato 4 anni fa
    "Caro" Merlo (o Cornacchia? ^.^) secondo me lei straparla!..paragonare le invettive (anke rabbiose a volte..giustamente x la caccia alle streghe contro il M5S) d Grillo ai metodi usati dai fascisti (ke spaccavano teste, fucilavano..) e dai mafiosi (piedistallo in cemento, scioglimento nell'acido ecc..) per mettere a tacere nemici o oppositori è abnorme..nn ha il senso del ridicolo! ^_^ detto questo, condivido in pieno quel ke scrive Ileana B. d Savona..questo tiro al piccione (pappagallo) pennivendolo nn porta da nessuna parte.. I giornalacci d regime (come il "giornalismo" televisivo) sn talmente marci e faziosi ke cadranno da soli come 1 pera matura!..e poi sn talmente tanti i pennivendoli a libro paga della Casta ke nn basterebbe 1 post al giorno x "zittirli" ! ^-^
  • Wendy Carnemoll Utente certificato 4 anni fa
    E il Merlo disse al Corvo: "Come sei nero!"
  • Gloria V. Utente certificato 4 anni fa
    Finalmente si può segnalare! Invece di ricorrere a scrivere ai parlamentari, era l'ora!
  • Luca 5 Stelle Utente certificato 4 anni fa
    Questo Merlo è obbligato dai suoi capi a scrivere queste cose altrimenti sarebbe licenziato. Non può scrivere diversamente lo lasciano a casa. Lui è sotto obbligo, sotto stalking dai suoi padroni. E' uno che diversamente non saprebbe ricollocarsi anche a causa delle sue scarse capacità perchè l'errore è a monte quando lui è stato messo li dentro il giornale da una raccomandazione di un politico.
    • Paolo C. Utente certificato 4 anni fa
      Magari, sarebbe già una motivazine di qualche concretezza e nobiltà. In realtà Merlo non mi pare che esprima una idea. Si scaglia contro chi gli sembra che attacchi il suo mondo. Difende se stesso, i suoi amici, quelli che frequenta a pranzo e cena. Difende la sua Casta.
  • renzo benedetti (b.r. o cabalo) Utente certificato 4 anni fa
    IL GIORNALE REPUBBLICA è il giornale che non leggo più da un pezzo ossia quando ho capito che provano a fare il lavaggio di cervello a chi lo legge. è normale che il giornalista che vi lavora si deve guadagnare la pagnotta assecondando il suo direttore politico in questo caso di sinistra .però oggi sono cambiati i tempi anche se le maggioranze sono convinte di essere dei super cervelli e non solo, perché non ragionano col suo cervello ma elaborano quello che scrivono e dicono altri. purtroppo per noi italiani questa è la verità. stanno cambiando i tempi e le gente vuole essere informata ,e si accorge se gli raccontano balle.ecc. operai che qualche anno fa erano in sciopero per motivi politici. oggi hanno strappato tessere. e non è facile sottometterli ai voleri dei sindacati e dei riferenti partiti.si stanno svegliando .tant è che chi si è preso il potere ha paura della gente che si ribella e vuole i suoi diritti. stai tranquillo Grillo più che parlano male di te più si fregano da soli. facci caso. B. R. RENZO BENEDETTI VIAREGGIO / CARRARA
  • Francesca B. Utente certificato 4 anni fa
    A proposito di questo comportamento allucinante di certi giornalisti, mi viene in mente un episodio personale, risalente a un’altra epoca e a un altro pianeta, l’Ungheria dei primi anni ‘70. Mio padre era uno scrittore e personaggio pubblico che oltre a scrivere narrativa, si occupava anche di temi sociali e nei suoi articoli spesso andava controcorrente. In un’occasione l’inviato a Budapest del noto settimanale tedesco Der Stronzen, tratto in errore dal cognome di mio padre che potrebbe anche essere un nome femminile, in un articolo l’ha apostrofato come: “quella vecchia scrittrice stalinista”. Mio padre all’epoca aveva 40 anni circa, era maschio e aveva diversi difetti, ma non certo quello di essere stalinista :-))
  • cicciopgt 4 anni fa
    Certo la faccia di culo come la tua non ce l'hanno! Ma la prima cosa da fare è togliere il finanziamento pubblico all'editoria così vediamo a chi vai a leccare il culo
  • claudio a. Utente certificato 4 anni fa
    Caro giornalista io credo che questi giornalisti sono morti perchè hanno lottato da soli e lasciati soli anche dalla stessa categoria giornalistica. E' ancora oggi tanti giornalisti sono ancora soli a rischiare la vita mentre voi fate altro! Adesso invece tutta la vostra categoria attacca Massicciamente contro un movimento di nove milioni di idee trasparente. Io spero x un paese migliore e bravi giornalisti che lavorano x la verità e la giustizia.
  • NUCCIO N. Utente certificato 4 anni fa
    Egregio sig. Merlo, sappia che di violenza nel M5S non c'e' neanche l'ombra. Rabbia si', tanta soprattutto quando voi tutti giornalisti non alzate la penna per scrivere le angherie a cui sono sottoposti i Parlamentari 5 Stelle e il ricorso ai saggi per deleggittimare le commissioni dove tanti coperchi sarebbero stati levati per denunciare gli inciuci fra PD-L e PDL e il sistematico ricorso ai decreti-legge se non alla fiducia per escludere ogni intervento parlamentare. Un esempio recente la furbata di inserire nella legge vs il "femminicidio"l'art. che escludeva l'abolizione deel province. Atto non certo appartenente al repertorio dei "Grillini. Dove e' finita la sua onesta' professionale?
    • Paolo C. Utente certificato 4 anni fa
      Dia retta, lasci perdere. In un paese che è al 57 ° posto per libertà di stampa che senso ha domandare ad un Merlo qualsiasi dove sia finita la sua professionalità ? E' un merlo, e tanto basta
  • aniello grauso 4 anni fa
    Mamma mia. Questo è proprio in gamba sto giornalista. Chissà la casta quanto gli pagherà al mese
    • Paolo C. Utente certificato 4 anni fa
      Nulla, la casta non gli paga gli straordinari. Questo lavora gratis pur di difendere la sua splendida posizione, salottiera a Bruno-Vespiera.
  • Carlo B. Utente certificato 4 anni fa
    'sto merlo deve avere seri problemi mentali.
    • Paolo C. Utente certificato 4 anni fa
      Ha solo problemi alari. E' un Merlo che non riesce più a volare. Atterrato senza zampe, disperatamente difende il suo centimetro quadrato di indipendenza.
  • Giuseppe Bacchetta 4 anni fa
    Nonostante abbia votato Grillo per la ventata di novità, adesso sono già da parecchio tempo pentito sia di Beppe ma ancor di più dai modi (suggeriti dal grillo Casalecchio). Non si può pensare solo a sparare nel mucchio senza proporre qualcosa! Totale delusione e questa delusione la condivido con altri amici che come me si erano entusiasmati per la ventata di novità iniziale di Beppe (ma non sapevamo dei suggeritori e di altro).
    • STEFANO A. Utente certificato 4 anni fa
      La personalizzazione della politica ha permesso al PD di cambiare identità spostando l'attenzione della gente sulla persona di B. e non sui problemi reali del blocco dei salari e delle pensioni, della paralisi della Magistratura,dell'attacco alla Costituzione,della esautorazione del parlamento,delle privatizzazioni( grave quella del sistema monetario italiano),l'azzeramento del servizio pubblico di informazione RAITV, il finanziamento della stampa, la disoccupazione atroce del 30% e più dei lavoratori, e così via.L'elenco è interminabile.Il programma elettorale del M5S indica alcune soluzioni che la stampa non ha pubblicato.Su Grillo e sul M5S la stampa finora ha ingannato i lettori ed tenta quotidianamente di sviarli dal considerare che se da un lato l'identificazione di Grillo col M5S è valore essenziale dall'altro il pensiero di Grillo è riportato nei suoi libri e nei suoi spettacoli.Ciononostante mentendo lo chiamano ora fascista,ora comunista,ora populista, per danneggiare il M5S. L'invito rivolto ai lettori a segnalare nel blog gli scritti menzogneri ha non solo lo scopo di individuare le avverse tesi e notizie per difendersi da esse ma tende ad approfondire i temi del dibattito per la crescita culturale e politica del movimento.I giornalisti inoltre quotidianamente fanno in modo di nascondere gravi problemi.Tacciono,ad esempio, che la BCE e le banche nazionali centrali non sono autonome nella gestione del sistema monetario che illecitamente è governato da banchieri privati.Usano terminologie equivoche dalle quali è difficile comprendere,ad esempio,che la percentuale degli interessi che l'Italia paga ogni giorno ai suoi creditori è superiore a quella degli altri Stati.Non spendono una parola su quanto pagano gli italiani per la pubblicità quotidiana.Il M5S è discriminato sfacciatamente dalla Rai e dalla stampa lautamente finanziate con contributi pubblici.Insomma due pesi e due misure ed tante menzogne degne di denunce ala magistratura.
    • Maurizio Lelli 4 anni fa
      Ma smettila, finto.
    • riccardo mordini 4 anni fa
      Ahhh Bacchetta....ma c'hai pensato molto per scrivere tutte 'ste stronzate? Non penso.... penso invece che siano scaturite naturalmente dal mononeurone cerebrale che possiedi!!! DISINFORMATO!!
    • NUCCIO N. Utente certificato 4 anni fa
      ma almeno ci dessero spazio per poter esporre e proporre il frutto di lavori estenuanti in commissione!
    • . Utente certificato 4 anni fa
      in base a questa risposta, presumo che il sonno imperava. NON DEVI considerare quello che ti fa comodo, ma ogni tanto vedi di approfondire gli argomenti e ti renderai conto che nei programmi e nelle proposte ci potresti affondare.
    • Carlo B. Utente certificato 4 anni fa
      ahahaha quanto di hanno dato i piddini per scrivere sto fake, 1 euro rubato a una vecchietta che votava alle primarie?
    • Franz M. Utente certificato 4 anni fa
      ONORE E GLORIA AI GIORNALISTI ITALIANI!!!! per questo ENORME risultato, PARTLY FREE, onore e gloria: http://www.freedomhouse.org/country/italy siamo tra quelli che rappresentano il 15% , peccato: http://www.freedomhouse.org/regions/western-europe
  • Ric Res 4 anni fa
    Si vabbè Intanto però i Pentastellati sono menati in parlamento da sti quattro cialtroni che rappresenti, caro Merlo.
    • Paolo C. Utente certificato 4 anni fa
      Sempre mi domandavo : perchè in Italia si dice "questo è un Merlo ? " . L'autore dell'articolo ci da finalmente un'autorevole ed autobiografica risposta. Grazie Merlo, M5S oggi ha guadagnato 1.000 nuovi elettori. Anzi 1.001 perché il suo,ovviamente, è certo
  • SIMONE FALBO (slayer '79) Utente certificato 4 anni fa
    OCCHIO BEPPE CHE ADESSO QUESTI GIORNALISTI FIGLI DI PUTTANA SI STANNO INVENTANDO UN' ALLEANZA CHE NON AVVERRA' MAI TRA IL M5S E FORZA ITALIA DI BERLUSCONI, LA CHIAMANO ASSE M5S FORZA ITALIA E L' HO LETTO SULLA GAZZETTA DI PARMA OGGI 8 DICEMBRE 2013, L' ARTICOLO E' STATO SCRITTO DA SERENELLA MATTERA A PAGINA 2.
  • Franz M. Utente certificato 4 anni fa
    Un grande grazie a tutti i "giornalisti" italiani per questo grande risultato, PARTLY FREE, onore e gloria: http://www.freedomhouse.org/country/italy siamo tra quelli che rappresentano il 15% , peccato: http://www.freedomhouse.org/regions/western-europe
  • Paolo C. Utente certificato 4 anni fa
    Terroristi, camorristi,mafiosi. Pover'uomo,quanto deve essere disperato questo Francesco Merlo per dover reagire con epiteti così. Quanta violenza nelle sue parole,quanta paura nel suo cuore. Quale potenza di fuoco,sfoderata dalle pagine del secondo quotidiano italiano, per allontanare quello che evidentemente soffre come un movimento che rischia di compromettere la sua culla sociale di benessere,privilegio e stabilità. Sono questi i giornalisti che incancreniscono, da decenni, la dialettica e impediscono il fiorire della democrazia. Occultano i problemi, sfuggono al confronto sulle cose, incendiano tutto pur di non mettere in forse la propria coscienza e sopravvivenza economica, sociale,culturale.
  • domenico c. Utente certificato 4 anni fa
    MI AUGURO CHE INTERVENGA L'ORDINE DEI GIORNALISTI PER SANZIONARE QUESTA VIOLENZA VERBALE DEL GIORNALISTA CHE NON NULLA A CHE FARE CON UN LEGITTIMO DIRITTO DI CRITICA. ANCHE IN QUESTO CASO CI SONO GLI ESTREMI PER UNA QUERELA SIA PER IL GIORNALISTA CHE PER LA TESTATA.
    • Paolo C. Utente certificato 4 anni fa
      Lasciamolo dormire tranquillo che, tra qualche mese, quando M5S vincerà le elezioni, pur di salvarsi il posto si atoquerela
  • dario gasparro 4 anni fa
    ragazzi, ma cosa vi fà pensare che voi possiate scrivere tutto di tutti e gli altri non si devono minimamente permettere? cioè negli articoli di questo blog vengono derisi persone, cose e fatti, con pigliate per il culo estreme e pesci in faccia. Gli altri però devono stare zitti. NO critiche, no menzioni, no domande ( che sembrano fatte tra l'altro in modo decente) . mie cari, a me sembra che state imbestialendo l'educazione a ricevere e dare critiche. in questo modo vengono attratte solo persone come voi, meschine e semplicemente arrabbiate. ormai non vedo più qui un commento decente, vedo che quasi tutti i commenti vengono scritti da persone ottuse e piene di rabbia. e inoltre mi sembra di capire che questi post vengono messi solo per dare sfogo a loro, a questo tipo di gente. mi viene da pensare che se andaste al governo, come vi comportereste con le critiche? con l'olio di ricino? in quanti lo hanno capito? bòh, riflettiamoci un attimo. (sono automaticamente diventato troll? :) )
  • Carlo nizzola 4 anni fa
    STO CON GRILLO, certi giornalisti allineati con il Palazzo PD se fossero seri e corretti non eviterebbero di scordare palesemente o ignorare certe notizie scomode . . Ecco alcuni esempi: La presidente della regione Umbria del PD agli arresti, la sig.ra Sindaco calabrese del PD agli arresti, l ex presidente della regione Abruzzese Del Turco del PD condannato, la segretaria di Bersani rinviata a giudizio, l aeroporto di Rimini fallito e amministrato dal sig Sindaco del PD riminese, la vicenda scomoda di Penati da Pavia . . . . . Ricordo molto bene la vicenda delle ville di Grillo in Costarica, tutti i giornalisti servitori-lecchini-lacchè hanno ricamato a lungo senza vergogna su questa non/notizia e ora fanno gli offesi , . .FORZA GRILLO non mollare un centimetro a questi viscidi informatori di regime.
  • dino a. Utente certificato 4 anni fa
    grandissima idea quella di segnalare i giornalisti....unico risultato altro fango e notorietà a giornalisti ed articoli che avrebbero letto in due...complimenti..una strategia alle comunicazioni no? dai non roviniamo tutto il lavoro fatto..finitela subito
    • Franz M. Utente certificato 4 anni fa
      In Europa ci sono 46 stati membri. L`Italia è al 69 posto al mondo. QUESTO DATO TI DICE QUALCOSA???? ci sono paesi asiatici che hanno un informazione molto migliore della nostra. CI possiamo definire un civile????? Siamo al 69 posto a livello mondiale per l`informazione!!! Siamo al 69 posto a livello mondiale per l`informazione!!! Siamo al 69 posto a livello mondiale per l`informazione!!! Siamo al 69 posto a livello mondiale per l`informazione!!! Siamo al 69 posto a livello mondiale per l`informazione!!! Siamo al 69 posto a livello mondiale per l`informazione!!! Siamo al 69 posto a livello mondiale per l`informazione!!! vanno tutti smerlati i "giornalisti" che non fanno informazione corretta. Non abbiamo bisogno di giornalisti venduti per 4 denari. Non mi ci riconosco affatto, sono una vergogna, non degni dell etica del sottoscritto che crede ancora in un Italia libera dalla Mafia, dal ricatto, dalla corruzione, dal nepotismo, dal regime stile iraniano.. capitoooooooo! Chiaroooo! Anzi bisogna fare una lista per non dimenticare le facce dei traditori del popolo italiano. Per non dimenticare il male che hanno fatto. sogni d`oro
  • cinzia biondi Utente certificato 4 anni fa
    ma perchè ci stiamo occupando di questa c.z.a.a con tutti i problemi che abbiamo? Beppe ma non ti sembra che ci siano cose + serie da discutare? E POI FINCHè NON AVRAI IL CORAGGIO DI DIRGLIELO IN FACCIA GUARDANDOLI NEGLI OCCHI LA DOVE LO CONTINUANO A DIRE... beh per me non hai voce in capitolo...una GRILLONA CHE NON E' DACCORDO!!!!!!
    • Dario M. Utente certificato 4 anni fa
      ...e no cara mia! Al contrario si sta facendo benissimo! Infatti ...a testimonianza dell'aver toccato un altro "nervo scoperto" del sistema marcio ...la solita ondata di TROLLONI presenti in quest blog ...tutti a ripetere che sputtanare giornalisti disonesti è una perdita di tempo ...di credibilità ...e blà blà blà. E' FINITA! RASSEGNATEVI!
  • Franz M. Utente certificato 4 anni fa
    La risposta alla OPPO-bugiarda di Crimi, che da gran SIGNORE si è da subito dissociato da qualsiasi insulto personale da parte della rete nei suoi confronti: https://www.facebook.com/photo.php?fbid=566344610112550
  • Paolo Camba 4 anni fa
    Sig. Merlo, lei è veramente fuori tema, che cosa sta temendo? Le ricordo che il M5S è perfettamente democratico, accetta le idee di tutti ed è pronto a discutere con tutti, ma vogliamo gente intellettualmente onesta, non prevenuta, non in mala fede, che si confronti con noi civilmente, senza demonizzare e soprattutto senza diffamare l'unico movimento che rappresenta per noi italiani che lo votiamo, e sempre più lo voteremo, l'unica e ultima speranza di vero cambiamento di questo paese corrotto e marcio fino al collo a causa della pessima politica dei due partiti che lo hanno mal governato da venti anni a questa parte, uno dei quali è quello che detta la linea editoriale del giornale per il quale lei lavora prendendo uno stipendio ancora pagato con finanziamenti pubblici, fino a quando non riusciremo a fare eliminare anche questo ignobile finanziamento. Quindi, comprendo bene che, essendo lei un dipendente a libro paga del PD che "possiede" La Repubblica, lei debba scrivere su questo giornale ciò che le viene ordinato, ma qui casca l'asino, lei deve scrivere cose vere non falsità e non avrà nulla da temere dal M5S perché siamo democratici, le critiche le accettiamo democraticamente, come è giusto che sia in un paese civile, se non diffamatorie. L'aspettiamo con fiducia al prossimo suo articolo e da li capiremo che strada vuole seguire, se quella dell'onestà intellettuale e della verità, o se quella dettata e imposta dall'alto del PD collegato al suo giornale della falsità e della diffamazione verso un movimento che vuole cambiare L'Italia democraticamente non con i manganelli da lei evocati
  • M S. Utente certificato 4 anni fa
    Scanzi è un altro "giornalista" dal quale occorre prendere le distanze. La sua natura subdola di radicata partitocrazia, si evince dai suoi articoli che scrive con la presuzione di un dotto politologo che spesso è presente nei talk show televisivi, lui preferisce la rete, ma la sostanza non cambia. Il suo ultimo articolo: http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/12/08/caso-oppo-lautogol-di-beppe-grillo-e-i-giornalisti-resi-martiri/805201/
    • Nicola F. Utente certificato 4 anni fa
      L'articolo di Scanzi è, come nella maggior parte dei casi, pertinente ed intelligente. Il giornalista che scrive un pessimo articolo, come la Oppo, si presenta col suo lavoro, non serve alcuna lista di buoni e cattivi. La trovata stavolta è stata pessima...
    • Giorgio Cigolotti Utente certificato 4 anni fa
      Su Scanzi non concordo...
    • cinzia biondi Utente certificato 4 anni fa
      SI BRAVO continuiamo a prendere le distanze...tra un pò saremo così distanti dai problemi veri che diventeremo lunari.....
  • claudio 4 anni fa
    Hanno la bava alla bocca i tenutari della tessera n1 del pdmenoelle, la stessa bava che hanno i politici anticostituzionalmente eletti. PROBLEMA: restare non violenti, nella maniera più assoluta, poichè questi tizi qua andrebbero a nozze, come d'altronde è parzialmente successo in Val di Susa: qualsiasi forma di ancorchè minima violenza scatenerebbe e giustificherebbe la repressione del sistema e soprattutto darebbe allo stesso una ragione 'ideale' del tipo: 'per fortuna ci siamo noi'. Azione e reazione. NON caschiamo in questa trappola e stiamo attenti all'infiltrazione di soggetti manipolati o meno in future manifestazioni. Ciaoooooooo
  • Franz M. Utente certificato 4 anni fa
    FAVOLOSO . Uno dei tanti tentacoli della piovra, uno degli ormai molteplici crampi del sistema crollante.. FAVOLOSO perché nel analizzare la tipologia degli attacchi che si sferrano verso il M5S si evince che LA PAURA ormai è fuori controllo. Ormai non sanno più cosa inventarsi per abbattere ormai un avversario incontrollabile. Un avversario politico che per la sua natura, indipendente, non ha nessun legame con MAFIA e CRIMINALITÀ. Un movimento politico che a breve taglierà tutti i cordoni ombelicali che sostengono il sistema perverso, di stampo mafio-criminale. FAVOLOSO percepire che i loro crampi si intensificano esponenzialmente con il passar del tempo. Siamo sulla strada giusta! In alto i Cuori, senza mai fermarsi.
  • severino turco Utente certificato 4 anni fa
    "pasar la monesa par quel che'a val" proverbio veneto.in questo modo tutte le mezze se... penne faranno a gara per diventare famose almeno per un giorno e in più potranno vantarsi di essere state appese al blog di grillo.
  • Claudio . Utente certificato 4 anni fa
    La stupidità di certi giornalisti è oltre ogni limite! Non comprendono una semplice realtà che è sotto gli occhi di tutti. Il M5S e Beppe Grillo hanno sempre e incovertibilmente adottato la Non-Violenza nel portare avanti il proprio programma, e soprattutto sono riusciti ad intercettare un pericoilosissimo malcontento generale che altrimenti sarebbe stato facile preda di estremismi incontrollabili. E la stupidità di questi informatori di partito oltrettutto, non so ancora se volutamente o stupidamente, tentano in tutti i modi, con mille falsità e ipocrisie, di incattivare gli animi. L'opposizione del M5S è sacrosanta, anche nelle forme utilizzate da Grillo, sempre democratica e soprattutto coerente e appoggiata da milioni di italiani. Alla faccia di coloro che temono un cambiamento di onestà e equità in questo paese.
  • Davide Longoni Utente certificato 4 anni fa
    E' vero che i cosiddetti "giornalisti" stanno sparando a fuoco incrociato sul moVimento e sui suoi rappresentanti sin dall'inizio. Però credo che con questa "butade" della messa all'indice dei giornalisti, Grillo e di conseguenza tutto il moVimento, si é fatto un autogol pazzesco. Si può ribattere e confutare con i fatti quello che i pennivendoli scrivono. E' come voler eliminare lo spaccio di droga senza liberalizzarne la vendita. Per quei giornalistucoli ci vuole una cura "omeopatica", ovvero dare loro in pasto soltanto cose buone, così che sia sempre più difficile per loro farle risultare cattive. Questa faccenda della lista dei giornalisti "ostili" é una cazzata, scusate il termine, perché sono talmente tanti che faremmo prima a far l'elenco di quelli intelligenti.
  • aldo barone 4 anni fa
    Beppe,non ragioniam di lor ma guarda e passa.si addice bene a Mario Merlo fra gli ignavi.(VILI)
  • Corrado Cherchi 4 anni fa
    ...riri,riri,riri,ridicolo,pevero lui è proprio ben pagato per scrivere queste idiozie!!!
  • Massimo C. Utente certificato 4 anni fa
    Dove finiscono tutti i milioni del finanziamento pubblico? Nei mega stipendi a direttori, capiredattori, amministratori delegati e a tutte quelle penne illustri che si ergono a guide morali che da anni non portano un straccio di notizia, ma commentano, avvertono, monitano. La libertà di stampa è minacciata dalla miseria in cui vivono e lavorano migliaia di giornalisti sfruttati: dagli editori, dai direttori e, infine, dai loro stessi colleghi assunti con contratto a tempo indeterminato che quando scioperano, protestano, denunciano è solo per i loro privilegi di giornalisti professionisti e assunti mentre gli altri muoiono di fame.
  • FM 4 anni fa
    Ciò che si critica nel passaggio finale dell'articolo sono i toni esasperati utilizzati dal sig. Beppe Grillo nei suoi comizi, toni che contribuiscono a esasperare le tensioni interne alla società civile italiana, in un periodo in cui si dovrebbe invece cooperare e ispirarsi ad un clima di solidarietà nazionale. Per quanto riguarda la questione generale del finanziamento ai giornali l'autore non si esprime. E' però innegabile che il sistema di schedatura e derisione dei giornalisti qui utilizzato ricordi la metodologia di gruppi ahimè fin troppo noti. Sembra quasi che, essendo la libertà di stampa un valore troppo difficilmente revisionabile, si cerchi di minarne le basi stesse, la credibilità cioè di chi scrive. Con la speranza che qualcuno mi legga con occhio critico e ponderatore, vorrei infine ricordare che la deligittimazione delle istituzioni storicamente non ha mai portato al nuovo eden come si poteva pensare, ma spesso e più facilmente ad abissi NERI e ciechi.
    • Giorgio Cigolotti Utente certificato 4 anni fa
      Vuoi provare a beccarti del nazista, fascista, picchiatore, mafioso e camorrista e poi vedere come reagisci?
    • Dario M. Utente certificato 4 anni fa
      Ho letto il tuo commento ...con occhio critico e ponderatore. Qui si mette alla berlina il giornalista pennivendolo e disinformatore ...lo si riconosce e lo si spernacchia ...e nient'altro. Se facesse informazione seria (come faceva Pippo Fava) ...sarebbero i tuoi padroni a mandarlo (come fecero con Puppo Fava) sotto terra. PS: Ho giá provveduto a cestinare il tuo commento ...negli abissi neri e ciechi! Cciá
    • francesco . Utente certificato 4 anni fa
      Non sò la sua età, ma voglio ricordare a tutti i toni e l'aggressività degli scritti dell'espresso prima e di repubblica dopo a firma di Scalfari (che finì anche in galera per questo)Iannuzzi ed altri contro le caste, i corrotti ed i poteri forti. Attacchi sacrosanti che hanno fatto crescere la democrazia in italia. Ora che si sono sistemati(sono passati dall'altra parte della barricata) criticano Grillo invece di stargli accanto. Che tristezza !!!
  • Carmelo Di Stefano 4 anni fa
    Ma non sarebbe meglio fare qualche post sulle politiche europee del M5S anziché prendersela con i giornalisti che criticano Beppe o il M5S? Non dimentichiamoci che ci saranno le elezioni tra qualche mese! I giornalisti ignoranti si screditano da soli.
  • Giancarlo Milani 4 anni fa
    Ad esclusione de Il Fatto Quotidiano, tutti gli altri quotidiani ricevono danaro pubblico, cioè il nostro, ed appartengono per di più ad editori impegnati in politica, nell'industria, nella Sanità, ecc. Tutti editori in un modo o nell'altro interessati a venderci le notizie in un certo modo. E' qui che casca l'asino: non si può fare affidamento su alcun giornalista al soldo di un editore. Sono tutti polarizzati e fanno un danno alla buonafede di tantissimi lettori quando raccontano fatti in modo non asettico nè cristallino oppure quando non le raccontano affatto perché non conviene al loro editore. Sono i giornalisti che aggiungendo veleno al veleno messo in campo dai politici hanno esacerbato i rapporti tra tutti e con tutti creando questa atmosfera irrespirabile. Non c'è più onestà intellettuale e quindi qualcosa bisogna fare per rinnovare anche il settore editoriale dalle fondamenta. Forza M5S fate proposte in Parlamento, siete gli unici che possono farle e vedremo chi vi seguirà e chi non.
  • Giuliano Pasqualotto 4 anni fa
    Più che un Merlo mi sembra una cornacchia
  • Alessandro P. Utente certificato 4 anni fa
    Davvero ottima l'idea del giornalista del giorno (che da come siamo mesi in Italia offrirà spunti per i prossimi 20 anni)! Noto con piacere che piddini, pseudodifensori della libertà e troll non dicono una parola sui contenuti espressi e la loro ovvia falsità ma continuano a cianciare concetti completamente scorrelati (cambiare argomento è la classica difesa di chi viene colto in fallo). La difesa più divertente che viene usata è "i giornalisti possono parlare male di chi vogliono in base alla libertà di espressione ma se lo fa Grillo additando le metodiche diffamazioni di cui è vittima allora è un fascista che emette liste di proscrizione"; la libertà di espressione è molto elastica e relativa :) Ovviamente se i cittadini son tutti uguali non si capisce perchè dei giornalisti anche famosi non si possa parlare: casta di intoccabili? (la casta dei giornalisti è nata con il fascismo....) Insomma i giornalisti possono parlare per dogma divino ma nessuno osi parlare di loro! anzi, tutti a difenderli e graziarli anche quando sono dei Sallusti. È vero che Francesco Merlo non è ancora terrorista né camorrista né mafioso. Sempre più però il suo codice di violenza, i suoi roghi, le sue scomuniche, i suoi avvertimenti, i suoi manganelli foscamente rimandano alla "sgrammatica" dei terroristi, dei camorristi, dei mafiosi... una perifrasi fantastica: basta cambiare il nome e va bene per chiunque (ma se lo fate voi vi arriva la polizia a casa).
  • antonella b. Utente certificato 4 anni fa
    e' un'ovvietà ma l'informazione sulla tv di stato Fa schifo! TG IN TESTA! NESSUNO ESCLUSO!
  • simona t 4 anni fa
    Non si vuole far fuori nessuno. Il movimento toglierà il finanziamento ai giornali. Punto e basta. Sopravviveranno i giornali che i lettori decideranno di comprare perché pubblicano articoli interessanti e sinceri. La gente è stanca di sentirsi presa in giro o di non aver voce in capitolo.
    • Paolo C. Utente certificato 4 anni fa
      Un momento, mica può andare a finire così ! I contributi ai giornali , come quelli incostituzionali ai partiti, vanno restituiti allo Stato. Fino ad oggi non ci avevo pensato, ma grazie a sto Merlo mi si è aperta la mente. Dovete restituirci i finanziamenti !
  • Corrado Allegro Utente certificato 4 anni fa
    Tutto il mondo segue il blog di Beppe e questa rubrica rivelerà al mondo che gli italiani non sono rimbambiti, questa rubrica era indispensabile all'Italia.
    • Massimo C. Utente certificato 4 anni fa
      Bravo Corrado. ma sul fatto che "gli italiani non sono tutti rimbambiti..." AGGIUNGEREI "...specialmente chi ha smesso di leggere i giornali e ascoltare i tg"
  • Andrea B. Utente certificato 4 anni fa
    Il"..non è ancora.." del sig.Merlo è davvero fantastico,non sanno andare oltre la cattiveria e l'infamia."Se non puoi attaccare un ragionamento,attacca il ragionatore",sosteneva Paul Valery,ed è sempre cosi da parte di certi giornalisti dipendenti,sputtanano il movimento con supposizioni,argomentano tesi inesistenti e concetti spesso basati su balle e manipolazioni.Sono alla frutta,e lo sanno,e son sempre li ad aspettare le occasioni per sputare poi per un'intera settimana,bisogna quindi non dargliele queste occasioni,andiamo OLTRE!
  • raffaello raffaelli Utente certificato 4 anni fa
    Assolutamente ben fatto. Chi è venduto ed ha tradito la professione per una mancia in più va sputtanato. I cittadin devono sapere chi sono coloro che stanno diffondendo menzogne... Per fortuna sempre più gente è preparata ed ha iniziato a ragionare con la propria testa!
  • pasquino 4 anni fa
    ..povero Merlo.....non ha ancora capito niente del M5S...ma forse è un "pennivendolo"???
    • Nicola Buscioni Utente certificato 4 anni fa
      basta essere indulgenti. Francesco Merlo, vai a farti fottere... sai di avere la coscienza sporca, ma se scrivi certe cose certo non sei fra coloro che sono capaci di guardarsi dentro... vergognati
  • caterina c. Utente certificato 4 anni fa
    ...Oggi festeggio....non acquisto più il quotidiano Repubblica da un anno esatto...
  • valerio de bei 4 anni fa
    "Il Grillo volò sul nido del merlolo" è il titolo di un film dell'esordiente Valin Qublik. Narra delle vicende di uno stuolo di giornalisti che usando inchiostro pubblico difesero strenuamente i loro lauti stipendi dalla giusta indignazione dei cittadini/insetti. Finalmente dopo aspre e democraticissime battaglie i giornali non ebbero più a disposizione inchiostro pubblico e dovettero usare parte dei lauti stipendi per comperare inchiostro d'impresa. Per fortuna dei giornalisti il venir meno dell'inchiostro pubblico non rovinò i loro datori di lavoro che dopo appena tre mesi restituirono i lauti stipendi beandosi delle grandi vendite di bellissimi ed interessantissimi articoli stampati ed editati elettronicamente. Fu a questo punto della storia che i giornalisti unitisi in gran congresso decisero di fare una mega edizione unificata che dedicarono ai cittadini/insetti. In questa storica unica edizione essi dettero ad intendere di aver capito che era molto più appagante l'esser remunerati dagli acquisti dei loro fedeli lettori piuttosto che dalle tasse versate da tutti quei cittadini/insetti che non avevano tempo o desideri o di accrescere il loro sapere leggendo i loro articoli. Certo non furono proprio tutte rose e fiori e qualche giornale dovette chiudere, ma i suoi ex giornalisti furono sostenuti dalla provvidenza pubblica finché non riuscirono a reimpiegarsi. Parecchi di questi furono assorbiti da quelle straricche testate per rendite pubblicitarie e penne altisonanti e magnetiche per centinaia di migliaia di lettori appassionati. Non ci furono spargimenti di sangue ma baci e abbracci e grandi cose furono compiute usando quei tanti soldini che fino ad allora erano stati spesi per l'inchiostro pubblico. Tutti ne ebbero a godere, tanto i cittadini/insetti quanto i giornalisti/cittadini E così vissero tutti felici e contenti. Prossimamente in tutte le sale cinematografiche virtuali apribili all'occorrenza nelle menti dei cybernauti giovani e vecchi Valin Qublik
  • Giulio B. Utente certificato 4 anni fa
    ma perché perdiamo tempo con questa roba. dedichiamoci a promuovere le Europee e a coinvolgere chi non andrà a votare.
  • franco bozzato () Utente certificato 4 anni fa
    Questi sono i giornalisti pagati con i nostri soldi,di sicuro non hanno la coscienza pulita..........
    • Paolo C. Utente certificato 4 anni fa
      Con i nostri soldi ?! Non mi dirai che ancora qualcuno compra Repubblica ?
  • caterina c. Utente certificato 4 anni fa
    Non ti preoccupare troppo Merlo.............. se rimani senza lavoro, il reddito di cittadinanza ci sarà anche per te, anche se non meriti ... mi ricordi quegli operai degli anni 50 60 che non scioperavano ma poi si prendevano anche loro i diritti che gli altri conquistavano lottando...la storia si ripete!!!
  • fabrizio castellana Utente certificato 4 anni fa
    Sono daccordo con la linea di Grillo. Se un giornalaro venduto scrive un articolo fuori deontologia solo per scaricare rabbia senza argomentare su uno che gli sta antipatico, va fermato. Non penso a gambizzarlo, nè a picchiarlo, nè a sputargli per strada, ma l'idea di avvertire i cittadini che quel giornalista è venduto è giustissima. Se punti un faro addosso a uno che fa cose brutte, magari smette senza bisogno dell'intervento dei tribunali o dell'ordine dei giornalisti (che ovviamente non esiste). La levata di scudi non è casuale: si è toccato un collega, e ovviamente diventano tutti particolarmente empatici. Se si facesse una bacheca per segnalare i farmacisti non deontologici ho il sospetto che verrebbe apprezzata da tutti. La oppo ha scritto cose vomitevoli, merlo forse anche peggio, io voglio che la cosa venga sottolineata e ricordata a tutti. Ora non rischio più, aprendo un giornale o un sito, di leggere oppo o merlo senza un pesante e sacrosanto pregiudizio.
    • Corrado Allegro Utente certificato 4 anni fa
      Concordo.
    • Massimo Lafranconi Utente certificato 4 anni fa
      Sono perfettamente d'accordo. Se ci tiriamo indietro l'avranno vinta loro, se invece teniamo botta saranno costretti a subire un auto-sputtanamento dovendo giustificare e spiegare le falsità diffamatorie che il blog giustamente mette alla berlina e smaschera
  • angelo 4 anni fa
    Avreste ragione se questo vostro timore fosse vero e non artatamente esagerato ,costruito solo per cercare di metterci in difficoltà. La gente ,quella vera ,che non si matte in fila per continuare a scegliere chi li deve continuare a in.. cu....lare (Pippo!ilNuovo Illusionista(Renzino)! il mio tessoro del signore degli anelli (Cuperlo)!)si è ormai resa conto che non servite a nulla e che siete sterili come vecchie baldracche. Per cui non saremo noi a farvi del male ve ne siete fatto già da soli non facendo il vostro lavoro,semplicemente il giornalista
  • caterina c. Utente certificato 4 anni fa
    Questo Merlo è un provocatore , non cadeteci. Questo Merlo è un puro calunniatore. Ma come giornalista conosce l'etica di riportare notizie vere ? Sa cosa significa diffamare ? O meglio ancora sa cosa è la stampa di regime ? Parla proprio lui che fa il giornalista in un paese dove la libertà di stampa è un miraggio , e si colloca negli ultimi posti nella graduatoria mondiale. Questo giornalista in delirio parla di "Manganelli "???? Il movimento nei fatti è un incontro- scontro di idee,di opinioni, di proposte per migliorare l'Italia . Negli incontri regna sovrana la partecipazione, ci sono famiglie , giovani e vecchi e gli abbracci e l'unione gioiosa sono sovrane. Parla di "sgrammatica dei terroristi, dei camorristi, dei mafiosi." ?????????????? Ma queste organizzazioni sono nascoste, segrete, delinquenziali e non si conoscono le persone che vi aderiscono, il loro fine è l'arricchimento personale o di un gruppo ristretto non il bene comune. Il movimento è fatto di persone visibili e reali, alcune sono elette nel Parlamento . Gli obbiettivi del movimento e di Grillo sono proprio quelli di risanare l'Italia dai mafiosi, dai corrotti, dalle caste parassitarie in modo da draghettare le risorse recuperate per lo sviluppo del paese.
  • Boris Ricci 4 anni fa
    Proviamo a fare un esperimento, sostituiamo il nome di chi questi giornalisti attaccano, nel nome della liberta` di stampa, con il loro, chissa` se accetterebbero spensieratamente la critica... : Dall'articolo di Francesco Merlo, giornalista de la Repubblica, "Il manganello di Francesco Merlo": " [...] Certo anche io sono un giornalista e non mi fa piacere che già domani potrei essere esposto (ancora una volta) alla gogna. Ma è giusto ricordare che gli ultimi elenchi di giornalisti, le ultime schedature di "obiettivi sensibili", le hanno fatte in Italia quelli che poi, dopo qualche anno, aspettarono in via Solferino Walter Tobagi. E, a ritroso, i camorristi che inseguirono la Mehari di Giancarlo Siani e i mafiosi che pedinarono Pippo Fava sino alla sede del teatro stabile di Catania. È vero che Francesco Merlo non è ancora terrorista né camorrista né mafioso. Sempre più però il suo codice di violenza, i suoi roghi, le sue scomuniche, i suoi avvertimenti, i suoi manganelli foscamente rimandano alla "sgrammatica" dei terroristi, dei camorristi, dei mafiosi."
  • Alessandro Ranuncolo Utente certificato 4 anni fa
    Pennivendoli, vendete il SUV e iniziate a risparmiare perchè tra un pò la torta di riso finisce per davvero. Siete una delle più grandi vergogne di questo squallido paese.
  • Roberto B. Utente certificato 4 anni fa
    Cari amici, e caro Beppe, bisogna fare molta attenzione quando si attaccano la stampa ed in genere i media, per due ottime ragioni: - nel bene e nel male, la stampa è necessaria: dove non c'è, o non è libera, imperano violenza e dittatura (quella vera); - c'è il giornalista nemico, che travisa o inventa fatti e notizie per diffamare l'avversario (vedi Libero, o il Giornale), e quello anch'esso nemico ma che scrive opinioni, non ha importanza se sue o imbeccate da altri; sono certamente sempre o quasi sempre non condivisibili, perchè viziate dal pregiudizio e dell'interesse personale (o di categoria), ma pur sempre opinioni. E questo è vero anche nei casi tipo quello di cui si sta discutendo, in cui questo Merlo - nomen omen - richiama fatti veri (Tobagi, Siani, Pippo Fava), per accostarli surrettiziamente a Grillo al fine di denigrarlo. E' senza dubbio un'operazione ignobile, ma siamo nel campo delle opinioni e dei fatti presentati a sostegno di quelle opinioni. Non dimentichiamo mai la frase di Voltaire: "non condivido le tue idee, ma mi batterò sempre perchè tu possa manifestarle".
    • Al. P. Utente certificato 4 anni fa
      Tutto giusto , ma ricorda che il coltello dalla parte del manico lo hanno quelli come la Oppo e Merlo.Nel denigrare Grillo non rischiano niente, anzi ne traggono profitto.La liberta' di stampa e' la liberta' di dare voce a chi la voce altrimenti non l'avrebbe.Chi scrive all'interno di giornali di Partito non difende mai le parti piu' deboli ma solo quelle che gli assicurano un futuro.
  • Fabrizio Cattani Utente certificato 4 anni fa
    attacco concentrico dell'"informazione" contro questa ottima proposta di beppe di segnalare gli articoli diffamatori e ingiuriosi, questa è legittima difesa continuiamo così. Leggevo poco fa che secondo Vermigli (Formigli di Piazza Sporca) questa sarebbe un'iniziativa che lede il diritto di critica, anche se non se ne capisce il motivo dato che nessuno impedisce a nessuno di scrivere ma si vuole semplicemente essere informati in maniera tempestiva degli articoli che insultano o raccontano falsità sul movimento. Avanti così beppe non dobbiamo mollare.
  • Marcello Pelosi 4 anni fa
    Bisogna riconoscere che in quanto a cazzate siamo quasi pari, tra chi dice che "a novembre l'italia fallisce"...(sarà l'anno prossimo???) e aggiunge "facciamo come l'Equador"... magari poi andremo a lavorare come loro, a cavallo di un ciuccio?.....mi pare che basta ascoltare e leggere per divertirsi.
    • Giorgio Cigolotti Utente certificato 4 anni fa
      Tu a lavorare dovresti andarci a pedate in culo, altro che ciuccio. Oppure potresti fare direttamente il ciuccio...
  • Stefano Monacò Utente certificato 4 anni fa
    Francesco Merlo è riuscito nel suo intento: ha fatto parlare di se a tantissimi italiani che lo sconoscevano.
    • Corrado Allegro Utente certificato 4 anni fa
      Tutto il mondo segue il blog di Beppe, questa rubrica rivelerà al mondo che gli italiani non sono rimbambiti, questa rubrica era indispensabile all'Italia.
  • francesco santangelo 4 anni fa
    Perchè non ti concentri sulle cose serie - che a volte ne hai - e lasciar perdere le solite buffonate e pagliacciate? RISPETTA LA DEMOCRAZIA E APPLICALA NEL TUO MOVIMENTO
    • adriano 4 anni fa
      Forse per quelli come te, che non si informano e le cose che avvengono non le sanno. In parlamento l'unico gruppo che fà opposizione seria ed è riuscito a scoperchiare alcune truffe è il M5S. Tutto il resto e aria fritta, già vista in tutti questi lunghi decenni!
  • mariuccia rollo Utente certificato 4 anni fa
    Stanno perdendo la scodella percio, caro Beppe, ti temono in un modo cosi furioso. Abbasso i finanziamenti ai giornali, cari pennivendoli
  • giuseppe d. Utente certificato 4 anni fa
    Caro merlo non vorrai dirci che hai bisogno della scorta.Volevamo soltanto dirti che adesso con la rete anche i semplici cittadini possono criticare i tuoi articoli.Possiamo anche capire che tu hai paura ,con la eliminazione del finanziamento pubblico ai giornali,di perdere il tuo lavoro e perciò sappiamo perché sei così accanito contro il movimento 5 stelle.Io ti consiglio di essere più obbiettivo nei tuoi articoli e vedrai che il giornale dove scrivi venderà più copie e tu continuerai a campare anche più felice perché non avrai padroni e dovrai confrontarti solo con i tuoi lettori.
  • Armando . Utente certificato 4 anni fa
    massima solidarietà a Beppe e ai suoi post che attaccano i giornalisti. Ogni giorno assistiamo a trasmissioni televisive dove ci sono giornalisti, conduttori, opinionisti, politologi, schierati apertamente che non avendo in studio nessun esponente del m5s presente, si permettono senza alcun ritegno di emettere sentenze e buttare fango sul m5s perchè prezzolati dai partiti. Guai invece se uno cerca di difendersi attaccando a sua volta qualche giornalista o conduttore TV, casca il mondo. Denunciamo pubblicamente queste persone ogni volta che possiamo è ora di passare al contrattacco non possiamo sempre subire passivamente senza poterci difendere perchè non andiamo ai talk show e altre trasmissione di m.
    • Daniela M. Utente certificato 4 anni fa
      "verrebbe" fuori (pardon)
    • Daniela M. Utente certificato 4 anni fa
      ...e se invece andassimo a difenderci e magari a contrattaccare, forse l'informazione che ne ferrebbe fuori sarebbe un po' meno di m.
  • Lalla M. Utente certificato 4 anni fa
    Giornalisti: a condannare non deve essere Beppe Grillo ma l’Ordine di PRESSappoco | 8 dicembre 2013 Commenti (238) Più informazioni su: Beppe Grillo, Giornalisti, L'Unità, Movimento 5 Stelle, Ordine dei Giornalisti. Share on oknotizie Share on print Share on email More Sharing Services 90 Esegesi del pezzo di bravura giornalistica della Oppo (giornalista de L’Unità), da più parti difeso e acclamato come intoccabile emblema del diritto di critica. L’incipit è tutto un programma. “Ogni giorno una pagliacciata: così gli eletti a 5 stelle pensano di rendersi degni del loro capo”. Secondo la Oppo tutti i parlamentari pentastellati, nessuno escluso, sono dei pagliacci, cioè persone poco serie. Così come sono poco seri gli oltre 8 milioni di italiani che hanno votato M5S e per “miracolo” hanno trasformato in parlamentari “un brulichio di piccoli fan” di Grillo (parole della democraticissima Oppo). I pentastellati, secondo la Oppo, primeggiano per pagliacciate (una al giorno per nove mesi fanno centinaia di pagliacciate): i dati reali dimostrano invece che i parlamentari M5S primeggiano per numero di presenze in aula, ordini del giorno, proposte di legge, emendamenti, eccetera. “Sui tetti ci sono già saliti, ora non resta che tentare la via dei sotterranei, dove però le telecamere avrebbero qualche difficoltà a inquadrarli”. Frase di ardua interpretazione: la Oppo sembra però suggerire che il posto giusto per i pentastellati siano le fogne. Una critica costruttiva. “Ma, per fare casino in aula e fuori, i soldi pubblici che i deputati grillini si sono tenuti sono comunque troppi, anzi dovrebbero essere loro a pagare noi spettatori contribuenti per il disturbo; per non parlare della pubblicità gratuita che si fanno a spese delle reti tv. Anche se è tutta pubblicità negativa, visto che gli eletti a 5 stelle quotidianamente dimostrano di non saper fare e non aver ancora fatto niente di utile per il popolo italiano”. Grazie al “casino” che il M5S fa in aula, in particola
    • Lalla M. Utente certificato 4 anni fa
      in aula, in particolare con l’ostruzionismo dello scorso luglio, è stato possibile evitare che il governo Letta e il Parlamento approvassero l’immonda deroga all’art.138. Dopo l’acclarata incostituzionalità del Porcellum, è evidente quanto sia stato grottesco il tentativo di grande riforma della Costituzione, proprio da parte di un Parlamento per più motivi illegittimo. Se la Oppo avesse seguito le dirette a cui fa riferimento, saprebbe che il vero “casino in aula” lo fanno i parlamentari dei partiti, i quali sistematicamente disturbano gli interventi dei pentastellati. Lo dimostra un video con Nicola Morra, costretto a interrompere il suo discorso. Non si tratta di un caso isolato: è la norma. E talvolta si arriva persino alle minacce e alle mani. “Così, si sono accodati perfino alla vergognosa campagna contro i senatori a vita, accusati di non essere «meritevoli» da ingegni alla Gasparri. E qui i grillini hanno davvero toccato il fondo, rivelandosi sempre più succubi di Berlusconi, cui offrono in omaggio le offese rivolte al presidente della Repubblica e gli attacchi a Laura Boldrini.” Qui la Oppo è così annebbiata dal suo travaso di bile da infilare tre corbellerie in tre righe. I pentastellati non si sono “accodati” a Forza Italia: l’abolizione dei senatori a vita è sempre stata nel programma del Movimento 5 Stelle. I grillini sono così “succubi di Berlusconi” da aver lottato per votare con scrutinio palese e da aver spinto per votare la decadenza il prima possibile (sarebbe stato possibile votare il 5 novembre scorso invece del 27, se il Pd non si fosse opposto). Senza M5S in Parlamento, Pd e Pdl avrebbero rimandato la decadenza di Berlusconi al duemilaecredici. I discorsi di Paola Taverna contro Berlusconi li hanno visti e ascoltati tutti. I ripetuti tentativi di accostare M5S a Berlusconi sbattono il muso contro fatti storici incontrovertibili. Non è chiaro poi perché Berlusconi dovrebbe ritenere un omaggio “le offese rivolte al presidente della Repubblica
  • Marco C. Utente certificato 4 anni fa
    Beppe lasciali perdere, non meritano niente. andiamo avanti con la pdl sul finanziamento all'editoria. li dobbiamo puntare.
  • adriano 4 anni fa
    Dedicato a quelle persone che difendono questo tipo di giornalisti. Andatevi a leggere qui a fianco,cosa scriveva la grande giornalista, pochi mesi fà su Crimi. ...e poi quelli che insultano, sono quelli del movimento? Ma per favore!
  • Giuseppe Flavio Utente certificato 4 anni fa
    Non si tratta di usare le pallottole, ma ai giornalisti che mentono, come agli stronzi di regime, una qualche rappresaglia un mio amico - non io - dice che la farebbe. Tipo strisciare le loro macchine macchine con la chiave... Non bisogna farlo però. Però... però....
  • marco tuffanelli tuffanelli Utente certificato 4 anni fa
    Egregio sig. Francesco Merlo, per cortesia non cerchiamo ancora agnelli sacrificali da immolare,o capri espiatori. Già l'Italiani soffrono e sono offesi da una sporca politica. Non spargiamo zizzania,ma seminiamo con senso civico per un mondo migliore. Grazie
  • victorio pezzolla Utente certificato 4 anni fa
    Beppe, "non ti curar di lor, ma guarda e passa". I boiardi di stato tra le loro "qualita'", hanno anche la vigliaccheria. Gente che chiama i Neri " uomini di colore" , i ciechi " non vedenti" e gli handicappati "diversamente abili" ( e via dicendo ) non possono che usare lo stesso linguaggio menzognero per screditare il Nuovo, di cui il M5S e' l' unico vero manifesto. Devono andare tutti a casa. E' solo questione di ( poco ) tempo.
  • paolo b. Utente certificato 4 anni fa
    il fatto che sguinzaglino i loro cani (per come scrivono ) per dare contro a Beppe ,vuol dire che iniziano a sentire il fiato sul collo !!
  • Piero T. Utente certificato 4 anni fa
    Questa del giornalista del giorno é proprio un'emerita cazzata. Dobbiamo dimostrare al popolo il valore ed il senso della democrazia diretta con la forza dei fatti e dei risultati non con queste pagliacciate. Personalmente ritengo che queste iniziative gettino un'ombra su quanto di buono é stato fatto. Dovete dare il tempo alla gente di capire e con queste idozie li allontanerete soltanto.
  • licia carra (licia, metanopoli) Utente certificato 4 anni fa
    Togliere immediatamente il contributo pubblico ai giornali. Buona serata a tutte/i
  • Fabio r. 4 anni fa
    Questo Merlo è un pazzo!!! Ma come fanno ad essere cosi idioti? Ma guarda te che roba ha partorito sto coso
  • Maurizio Solazzo 4 anni fa
    Beppe, non hai pubblicato la parte in cui Merlo taglia l'intervista di Dario Fo prendendone solo le parti dove si critica il tuo post e tralasciando (e questo credo si chiami manipolazione dell'informazione) le parti dove viene criticato il modo di scrivere gli articoli da parte di alcuni giornalisti con l'intento di "sputtanare" il M5S.
  • stefano bertelli Utente certificato 4 anni fa
    Togliere immediatamente il contributo pubblico ai giornali. Merlo a casa.
  • Marco M. Utente certificato 4 anni fa
    L'Italia è al 70esimo posto per libertà di informazione anche grazie a Merlo. (leviamo i soldi pubblici ai partiti e ai giornali di partito, ognuno faccia propaganda a spese sue, basta!!!!)
  • Mario Cecere 4 anni fa
    Replicare o diffondere quanto singoli giornalisti scrivono sul M5S, troppo spesso in modo caricaturale o fazioso, e’ un’espressione di liberta’ di pensiero. Altro che liste di proscrizione. Esiste da anni una lista di giornalisti sgraditi con insulti giornalieri sul sito informazionecorretta.com (sic!)- Quando Grillo e il M5S contesta qualche giornalista per i loro articoli faziosi si scatena il putiferio a cominciare dal quotidiano Repubblica. Ma prima hanno mai detto nulla sulle frasi scritte nel sito di cui sopra?? Mi viene da pensare che l'attacco al M5S e la difesa dei giornalisti sia un poco strumentale, o no ?
  • Michele Crosato Utente certificato 4 anni fa
    Ma che caspita scrive questo merlo? Quante cazzate.
  • Emanuele Francesco Caputo 4 anni fa
    Mi chiedo solo perché sprecare tempo ed energie con queste persone indegne che usano la loro penna solo per ricavare un po' di attenzione. Attenti, rischiamo di rendere queste prostitute della carta stampata dei martiri, cosa che non meritano affatto. Ha ragione Antonio Albanese, quando nei panni di Cetto Laqualunque, sentenzia: "Non ti sputo perché ti profumo, non ti piscio sennò ti lavo, non ti cago sennò ti incenso". Dobbiamo farli sentire inutili e negletti, ergo, non diamogli corda.
    • Corrado Allegro Utente certificato 4 anni fa
      Io la penso diversamente: mettiamo in piazza ciò che scrivono e lasciamo che tutto il mondo possa leggere e commentare.
  • Giuseppe Lo Dico 4 anni fa
    Un giornalista contro di Noi é di sicuro MARCO TRAVAGLIO. Ecco le evidenze: 1) Scrive per l'Espresso. 2) Ha sempre preferito Daniele Luttazzi a Beppe come comico. 3) L'ho visto andare a caccia di cetacei nell'adriatico insieme a D'Alema e Bersani. ATTENTI! Il Travaglio si finge amico per carpire i Nostri Segreti.
  • Gio 66 Utente certificato 4 anni fa
    Questi miserabili schiavi non hanno ancora capito che più diffamano Beppe ed il M5S e più il consenso popolare nei nostri confronti cresce...un sentito grazie! Forza Beppe W il M5S
  • napoleone . Utente certificato 4 anni fa
    sarà il Popolo a giudicare...intanto la riduzione delle vendite dei giornali sono significative e indicano che l'informazione di tv e giornali è superata..(un processo commerciale inevitabile). Io nell'informazione non cerco "l'opinione" dettata dal comitato di redazione...cerco la "verità dei fatti" che deve essere precisa e chiara. Purtroppo stampa e tv indirizzano l'informazione su un piano dove le "mezze verità" diventano un mezzo per indurre il lettore a fare delle riflessioni che vadano in un certo senso..! quando si dice che "l'informazione" è uno dei 5 Pilastri del Potere..!!in questo paese se ci fosse stata un informazione più indipendente oggi "forse" non ci troveremmo in questa situazione.. questa è una "guerra"....non l'ha scelta ne Grillo ne chi milita in questo movimento..!!l'ha scelta chi ha ridotto il paese in queste condizioni..!
  • Stefano Monacò Utente certificato 4 anni fa
    Egregio sedicente giornalista Francesco Merlo, mi pare che lei non si è accorto per niente che proprio le mafie italiane hanno progredito in tutti i settori dell'economia illegale a danno della legalità, mai come in questo ventennio in cui i suoi cari politici che ci hanno governato, sono riusciti a trascinare l'Italia nelle fogne. Proprio quelle mafie che lei accomuna a Beppe Grillo si sono arricchite e potenziate espandendosi in tutti i settori. Costoro operano indisturbati a danno dei cittadini onesti spremuti da uno stato corrotto e tiranno con i deboli e debole con i potentati economici e mafiosi. Il popolo italiano ha il diritto ed il dovere di alzare la testa per scrollarsi di dosso il marciume che lo sovrasta. Grillo non fa altro che alzare il velo che per decenni ha coperto tanta corruzione.
  • giuseppe d. Utente certificato 4 anni fa
    Per un giornalista e' la gogna se i cittadini possono criticare i suoi articoli?
    • caterina c. Utente certificato 4 anni fa
      Nei regimi non si può criticare la stampa di regime...Merlo vuole il regime ???? Mi sa proprio di si...
    • adriano 4 anni fa
      ..e invece noi critichiamo i giornalisti "falsi e tendenziosi". Quale è il problema?
    • Nicandro Serra 4 anni fa
      In regime di democrazia i giornalisti sono quelli che hanno il sacrosanto dovere di criticare i partiti, tutti, e chi è al potere. Le reazioni isteriche, come quelle di Grillo, sono un sintomo pericoloso di un atteggiamento insofferente. Se si sente offeso, c'è la magistratura, ma questa iniziativa è deprecabile e condannabile senza attenuanti.
  • giudeppe antonio calafati Utente certificato 4 anni fa
    Ecco perche abbiamo tanti problemi in italia:>Mentre il popolo, oramai affamato partorisce qualcosa come la galassia 5 stelle, grazie pure alla coscienza di due, che potevano non darle ascolto (alla coscienza) e cosi evitarsi molti problemui come Casaleggio e Grillo.Arriva un coglione di giornalista, che riceve uno stipendio,solo grazie alla legge sull'editoria,che finanzia il suo giornale, fatta da quella "casta"di ladri-coglioni che giustamente lui difende, e si mette ad attaccare il povero Grillo, che sanguigno come lui certe castronerie, non le sopporta, e fa bene.Il grande genio giornalistico accosta Grillo ai peggiori dittatori e fa congiutture con situazioni del piu becero passato.Ma anchio che sto perdendo tempo con un "coglione"Qui e pieno di post come questo che ripondono e le cantano allo scribbacchino di turno. CARO Francesco Merlo "basta che ti leggi una sola pagina di commenti" per capire quanto sei apprezzato come giornalista, e la rete caro mio non mente.E tutti questi post non penserai li scriva grillo o casaleggio vero>?sarebbe u7manamente inpossibile quindi a te le conclusioni di quanto sei apprezzato dai lettori!! sei propio un pirla "merlo"
  • Ital Rolando Utente certificato 4 anni fa
    Ci sono giornalisti troppo abituati a sparare stupidaggini impunemente e senza riscontri, difendendosi poi dietro l'alibi del mestiere, e quando qualcuno che ha un seguito mediatico ben superiore al loro gli risponde gridano al reato di lesa maestà e ripescano terminologie del passato per attaccare. Ma non hanno capito che il nostro metodo è seppellirli con una risata. Non vedo l'ora di sapere il prossimo giornalista del giorno. ;D
  • Clark R. Utente certificato 4 anni fa
    I merli somigliano molto ai pappagalli e come loro ripetono come ebeti i rumori e le parole ambientali. Di conseguenza, quando vivono in un certo ambiente ne assorbono tutte le caratteristiche positive o negative per riprodurle alla minima occasione. Ecco, il sig. Merlo scribacchino da due soldi, è solo il riproduttore pappagallesco delle cazzate, ormai stantie, pubblicate da quegli ectoplasmi - suoi colleghi - che hanno portato l'Italia a stare nelle ultime posizioni della classifica mondiale della libertà di stampa. Se siamo li la colpa è solo di questa gentaglia, non certo di qualcun altro. Il sig. Merlo è in sostanza il classico esempio dei poveri di spirito e dei collusi con l'anti-democrazia vera che cercano di difendere i loro privilegi delinquenziali o completamente immeritati insultando e inveendo contro chi fa dell'onestà una lotta per la vita. Sono l'esempio eclatante della depravazione morale e culturale che ormai regna in Italia in tutti i campi, specialmente nel mondo dell'informazione. Insomma delle vere persone schifose che fanno ribrezzo pure ai cani randagi.
  • Davide G. Utente certificato 4 anni fa
    Ancora non capiscono che ormai sono rimasti solo gli schiavi delle trasmissioni della D'Urso a leggere le loro cazzate. Poveracci...solidarietà per i giornalisti degni che vengono, loro malgrado, accomunati a questa feccia.
  • giuseppe d. Utente certificato 4 anni fa
    La rete permette ai cittadini di criticare i giornalisti.Questo e' fascismo? No cari avete semplicemente smesso di avere l'ultima parola.
    • giovanni d. Utente certificato 4 anni fa
      bravissimo, hai centrato il punto. Non so se avete fatto caso che ciò vale anche per tanti medici come per gli avvocati di mezza tacca. Si risentono quando si accorgono che il loro assistito si è informato usando il web. Un professionista onesto e preparato non ha bisogno di pazienti o clienti necessariamente ignoranti, anzi,li preferisce informati.
    • caterina c. Utente certificato 4 anni fa
      esatto.....
    • Giorgio Cigolotti Utente certificato 4 anni fa
      Perfetto. E questa novità li fa impazzire.
    • fausto govoni Utente certificato 4 anni fa
      BRAVO !!!
  • Igor - Utente certificato 4 anni fa
    Se leggendo l'articolo sarete raggiunti da un 'improvvisa sciolta intestinale, alla qual resistenza non potete dare opposizione ,stampate la pagina con l'articolo suddetto e date sfogo a un meritorio sufflè , che premierà il memorabile pezzo, con un rinomatissimo premio puzzizer.
  • pietro 8 4 anni fa
    Cose già sentite, servono solo a depistare l'attenzione sulla tragedia in cui stanno sprofondando gli italiani. con il finanziamento dello stato ai giornali questo ed altri giornalisti sono in una botte di ferro. Togliamo i privilegi illeciti a questa caste!!.
  • Alessandro d. Utente certificato 4 anni fa
    Ma questo non è un vergognoso "articolo" in perfetto stile FASCISTA 2.0? Manganellare a testa bassa e con infamia colui e coloro che da sempre combattono informazione politicizzata e finanziamento pubblico ai giornali non è "SQUADRISMO 2.0"?? Ma nessuna "Alta Carica" di Stato o illustre "Giornalista" ha nulla da obiettare verso tutta questa inciviltà? Per costoro è deprecabile solo chi (Beppe e Movimento) prova a difendersi semplicemente RACCOGLIENDO e METTENDO IN LUCE (sul proprio blog, IN CASA PROPRIA, non sui muri e nei TG POLITICI di stato!) articoli infamanti, ingiuriosi ed offensivi come questo? Non lasciamoci intimorire e proseguiamo uniti per la nostra strada.
  • v. urso 4 anni fa
    La liberta' di stampa è fondamentale in una democrazia e le liste nere dei giornalisti fatte da beppe mi ricordano i momenti bui del fascismo...
    • Carmine s. Utente certificato 4 anni fa
      ahiiaaaa! m'è pure scappata na'manina verde!
    • Carmine s. Utente certificato 4 anni fa
      Invece dei manganelli mediatici (da emiliuccio per finire ai metodi boffo) non ti dice nulle del fascismo ???? Vuoi che ti faccia l'elenco chi, da oltre venti anni, rompe i coglioni a destra e a manca lavando il cervello alla metà di Italiani (gli Italioti) e rompendo i coglioni alla altra metà, tra tv e carta stampata a spese di tutti noi con i rimborsi alla editoria (tipo i rimborsi ai partiti)????? chi li legge ? quale democrazia, paga i giornali con i soldi pubblici, ovvero i partiti politici sovvenzionano quelli a loro cari e lasciano nella merda gli altri non a loro allineati. quale legge di mercato, liberista, permette ciò. Delle dittature, i regìmi dittatoriali, fanno dell'arma editoriale, informazione e lavaggio della realtà, una prima arma da utilizzare per il conservatorismo! Non per niente, conquistare l'informazione è il primo obiettivo da conseguire, la massonicaP2 e il loro sodale nano di arcore ne sanno qualcosa, ovvero ne sappiamo noi qualcosa! Detto alla Napoletana: ARRIPIGLIATI primm'e scrivere strunzate!
  • Alessandro De Sindris 4 anni fa
    Ah ah ah ah ah... minchia, è un vero e proprio spasso leggere gli articoli di sti giornalisti...
  • Paolo Zurlo Utente certificato 4 anni fa
    Penso che giornalisti con onestà intellettuale e senza padroni non hanno nulla da temere, avanti così ragazzi, portiamo l'attenzione su tutte le manovre mediatiche volte a screditare e falsare il movimento
  • Vincenzo Edoardo Lomuscio 4 anni fa
    Trovo geniale anche questa rubrica: continuate così!!! Non state offendendo nessuno: state riportando cosa scrivono questi zerbini e, naturalmente, NESSUNO si concentra su questo. Tutti divagano abilmente, teorizzando di qua e di la', proprio per distrarre da quello che è il nocciolo del problema : cosa scrivono questi lacche'. Tutto il resto è il solito sfacciato tentativo di rigirare la frittata per mantenere il privilegio (in questo caso della Casta dei Giornalisti) di scrivere su un giornale distorcendo i fatti. Avanti così. Sono finiti.
  • Umberto Nalon 4 anni fa
    E bravo il nostro Merlo. Deve essere gratificante blaterare verso l'unica voce dissenziente in parlamento. Una volta, infierire era considerato una vigliaccata, ma oggi no. Infatti chi così agisce e' probabilmente un giornalista foraggiato dalla maggioranza parlamentare.
  • enrico stopponi 4 anni fa
    Caro Merlo, tranquillo che non hai niente in comune con i giornalisti citati. Un semplice cameriere di un Signore che risiede in Svizzera al solo scopo di evadere le tasse non corre grandi rischi. Al massimo dovrà andare a lavorare.
  • Marcello G. Utente certificato 4 anni fa
    Che attaco Vergognoso! Forza Beppe io sono sempre con te ! Vincere e Vinceremo!
    • Marcello G. Utente certificato 4 anni fa
      Ho 50 anni e ripeto Vincere e Vinceremo.
    • Nicandro Serra 4 anni fa
      'Vincere e vinceremo' era scritto sui muri di tutte le città italiane ai tempi di Mussolini. Poi s'è visto com'è finita. Ma tu sei troppo piccolo per saperlo e molto ingenuo se credi a chi ti propina questi slogan.
  • Obi Kenobi Utente certificato 4 anni fa
    Neanche sapevo esistesse costui, finché non ne avete riportato l'articolo sul Blog. Smettetela con questa inutile caccia ai giornalisti idiots, mettete a repentaglio l'immagine del Movimento e non risolvete il problema del giornalismo schierato.
  • fulgy f. Utente certificato 4 anni fa
    Oggi Sky è indecente! Tutto il giorno al servizio del PD ! Capite perchè siamo al 69 esimo posto per la libertà di informazione! Dobbiamo denunciare questo sistema agli organi per i diritti umani! Vi prego un apello ai senatori e parlamentari perchè segnalino questo sistema di informazione indecente agli organi internazionali!!!
  • giovanni d. Utente certificato 4 anni fa
    TOBAGI? SIANI? FAVA? 'A Merlo, tu ti sbagli a confondere. Quelli erano Uomini che facevano degnamente il loro mestiere e per questo sono stati uccisi. A quell'epoca tu,scalfari,vespa e compagnia cantando già imbrattavate fogli e quindi nessuno vi ha cagato. Tranquillo, comunque, che tu ed i tuoi colleghi pennivendoli avrete solo QUINDICI MILIONI DI DOSI di un bel shampoo a base di acqua tiepida, con sali minerali, qualche emazia, qualche leucocita ed un bel pò di ammoniaca. W IL M5S Coraggio Ragazzi/e GRAZIE BEPPE
  • Tommy 4 anni fa
    In questa campagna sono al 100% con Grillo e con il blog! Questi di repubblica come francesco Merlo, dell'unità come Maria Novella Oppo o quasi tutti quelli della rai hanno la tessera di giornalista ma altro non sono che dei SERVI DI PARTITO, il giornalismo è altro e questi non lo sono! Solidarità a Grillo!
  • terenzio eleuteri 4 anni fa
    Contro questa societa' civile che consente, nella sanità,uno sperpero di un miliardo e mezzo di mazzette perche' i giornalisti non gridano che non si può continuare con questo ladrocinio del denaro di tutti i cittadini???GRIDINO ANCHE QUESTO: basta!!!!!!!!!!!!
  • gianfranco d. Utente certificato 4 anni fa
    Al merlo, alla sua repubblica ed alla giornalaia diffamatrice dell'"Umidità" si confanno bene queste parole «L'Italia è un Paese ammalato di disinformazione. E la disinformazione ha una capacità criminale inimmaginabile» Prof. Luigi Di Bella (1912-2003)
  • ciro r. Utente certificato 4 anni fa
    "La verità è che tutti questi indignati a scoppio ritardato insulterebbero Grillo anche se non avesse mai minacciato un solo giornalista. Infatti lo insultavano anche prima che lo facesse, da quando iniziò a disturbare il loro piccolo mondo antico. Non ce l’hanno con i suoi tanti errori ed eccessi. Ce l’hanno con l’unico suo merito." Firmato : Marco travaglio.
  • Kufu 4 anni fa
    Sono figlio di operaio in pensione( una vita di sacrifici per 4 denari di pensione)ho sempre votato sinistra come mio padre, ma questa sinistra, dal dopo Berlinguer ad oggi, ha rovinato l'intera nazione. Questa non è sinistra, la sinistra è morta. Questa sinistra radical chic dei miei cogli..i e sindacati servi hanno stancato. tutti a casa, siete voi i veri fascisti. Se i partigiani erano fascisti allora io sono fascista. L'Italia se desta.....
  • GIan Paolo Rognoni Utente certificato 4 anni fa
    Caro Merlo, i camorristi e i mafiosi sono anni che ci stanno governando, ci stanno portando giorno dopo giorno al pari del povero popolo Greco. Non prendertela con Grillo e , su questo sono d'accordo con Salvini quando dice fuori dall'euro. Solo così e togliendo un po' di soldi ai camorristi e ai mafiosi governanti ne usciremo!!!!!!
    • Carmine s. Utente certificato 4 anni fa
      non dimentichiamo che le Mafie (camorra compresa) spesso, anzi sempre, "allineano" la loro presa sul territorio proprio conquistando l'informazione, sono i quotidiano locali a cadere nelle loro mani. Poi di riflesso quelli cosidetti "nazionali" sono asserviti alle Mafie dei politici e dei partiti. Può, ad esempio, potrà un "giornalista" come B.Vespa commentare l'azione politica, senza lasciare un chilometro di saliva,del potente di turno? Un sallusti senza il metodo Boffo lo immaginate ? Un Ferrara, Un Fede, Un Minzolini...immaginate per un attimo se per venti e passa anni non "ci fossero stati a romperci le palle", ammorbandoci la mente, insieme a centinaia di loro pari tra video e carta stampata......immaginate come fosse il mondo! Il bello è che tutto è stato possibile grazie anche a noi che li finanziamo economicamente, permettendoli di rimanere sulle loro poltrone, con i soldi pubblici. E' ora di delocalizzare questi pennivendoli, viscidi leccaculi dei potenti di turno, delocalizziamoli in CINA!
    • gianfranco d. Utente certificato 4 anni fa
      Il problema è che camorra ed andrangheta saltano spesso fuori in relazione con quel partito di cui Repubblica è voce ufficiale! Evidentemente nessuno ha mai insegnato a Merlo che cosa sia la DECENZA DI TACERE!!!! http://lacittadisalerno.gelocal.it/cronaca/2013/11/21/news/l-ombra-della-camorra-sulle-primarie-del-pd-1.8154057 http://www.talkactive.it/politica/458-la-camorra-vota-alle-primarie-pd.html
  • Da Creta Utente certificato 4 anni fa
    L'unica cosa che mi viene in mente e' che il sig. Merlo sia in malafede. E la sua appartenenza ad una "categoria professionale", a dir poco, spesso compiacente verso certa politica e quindi beneficiario dei privilegi derivanti, lo porta adesso, di fronte ad un M5S dilagante, a sentirsi insicuro. La sua reazione scomposta, bugiarda e diffamatoria lo testimonia. Cadere nel "fallo di reazione", per quanto umano, e' sempre un errore. Ceri soggetti vanno ignorati. Il movimento NON e' solo Grillo. Il movimento e' la gente che lo compone e lo sara' sempre di piu'. E questo comincia a fare paura.
  • gianfranco d. Utente certificato 4 anni fa
    L'unico che usa un subdolo linguaggio terroristico diffamatorio, nella fattispecie contro Il M5S è il giornalaio Merlo, il quale evidentemente vorrebbe vedersi accreditare il diritto all'"ingiuria" nei confronti dell'unica formazione politica che si pone in una prospettiva alternativa e di netta opposizione alle cosche che da decenni dominano il paese. Lui ed il fogliaccio la repubblica, organo ufficiale del PD -stesso discorso vale per la giornalaia diffamatrice dell "Unità"..è bene invece si mettano in testa che siamo stufi di essere trattaati come i "paria"della politica. Comprendiamo i motivi del suo livore, solo ed esclusivamente dettati dalla prospettivas di perdere i rimborsi all'editoria. Il fango che costoro vomitano contro il Movimento gli tornerà tutto indietro con gli interessi. Questo è poco ma sicuro!
  • luciano 4 anni fa
    Se giornali non avrebbero il contributo da parte dello stato ,scriverebbero in modo diverso , per l'articolo di Beppe contro la giornalista dell'unita ha ragione ,come loro scrivono menzogne cosi noi del M5S abbiamo il diritto di difenderci ,e quando Grillo parla di togliere i contributi ai giornali questi signori pensano che sono diritti acquisiti sono stati concessi dai partiti, per parlare bene dei partiti ,chi ha scoperchiato tangentopoli sono stati i giornalisti ?? no stato un imprenditore a fare un denuncia dal giudice Di Pietro, il giudice a sua volta se vuole apre un inchiesta. Questa la dice tutta in questo paese di merda , ormai la parola in bocca a tutti questi servi di partito e abbattere il M5S ,oggio ho letto sul fatto l'art. di marco travaglio questo signore ha scritto che il M5S da quando e' entrato in parlamento non ha fatto nulla , questo signore si e' dimenticato che i partiti hanno fatto di tutto per bloccarli e lo continuano a farlo . Questo giornale come gli altri giornali nel mese di luglio l'Italia a versato 51 miliardi di euro all'Europa (di cui 40 milirdi di euro sono andati alla spagna ),hanno scritto che faceva caldo, travaglio vai a fan culo .
  • piero 4 anni fa
    L'articolo di merlo è semplicemente abominevole.
  • Marco P. Utente certificato 4 anni fa
    Non basta Eugenio Scalfari ora anche Francesco Merlo (che delusione!!)sproloquia sul M5S. Dal lontano 14 gennaio 1976 che tutti i giorni mi recavo all'edicola ed acquistavo la Repubblica; la prima delusione l'ho avuta dal giornalista-scrittore Giampaolo Pansa, poi dal fondatore Eugenio scalfari, oggi da Francesco Merlo. Ormai sono alcuni mesi che non acquisto più la Repubblica, spero che molti altri lettori facciano altrettanto.
    • caterina c. Utente certificato 4 anni fa
      ...già fatto...mai più Repubblica...troppo schierata con il PD...
  • marioz o. Utente certificato 4 anni fa
    L'articolo di Merlo viene riportato senza aggiungere una chiosa,un commento, una considerazione. Nulla più che le parole dello stesso giornalista a commento di loro stesse e, indirettamente, del loro estensore. Cos'è ? Forse le parole di Merlo sono di per se sufficienti a significarne una condanna ? Se fosse così, evidentemente il problema non è Grillo. Abbiamo visto altri tempi nei quali le parole furono sufficienti per stigmatizzare la coondanna di un'idea e degli uomini che se ne fecero latori: Quel "Arbeit macht frei" che troneggiava beffardo e orrendo in uno dei tanti "santuari" della morte voluti dal nazismo. Più di recente le parole di Calderoli sul Ministro Kyenge sono state sufficienti per metterlo fuori dal consesso civile; non è stato necessario alcun commento a seguire. Sono bastate, come nel caso di Merlo, le sue parole. Se di squadrismo dobbiamo parlare, cominciamo a parlare dello squadrismo cartaceo di certa stampa di regime allineata e coperta dietro ai potentati politici ed economici che reggono malamente le sorti del paese, per continuare, contro ogni ragionevole logica, a reiterare iniquità, disparità e ingiustizie a vantaggio di una ristretta casta e a detrimento del resto del paese.
  • Corrado Allegro Utente certificato 4 anni fa
    Leggo molti commenti "commoventi" quasi a voler difendere questo o quel povero giornalista. - - - - - - - - A costoro rispondo: non sono i giornalisti ma i loro articoli ad essere messi in bella vista sul blog, perché tutto il mondo possa leggerli. Ogni post non fa altro che riportarne il testo, senza alcuna presa di posizione. Se poi i commenti all'articolo vengono da voi considerati insulti allora bisogna accettare che c'è qualcosa che non va in ciò che è scritto e accettare che centinaia, migliaia di persone vogliono avere diritto di replica. L'Italia s'è desta cari amici !!!
  • bruno mazzoni Utente certificato 4 anni fa
    Il fatto che non sono una persona violenta e aborro l'uso della tale, per far valere il mio pensiero. Son convinto che la penna stilografica, usata come un coltello, ferisce l'anima. Non ho mai alzato la mano per perquotere, dunque sono un debole? Non ho mai ucciso, dunque sono un terrorista? Non ho estorto denaro, dunque sono un camorrista? Non ho mai rubato, dunque sono un mafioso? Il mio pensiero politico mi condanna? La mia voglia di libertà è una colpa? Non ci stò ad essere insultato da un semplice scribacchino, Francesco Merlo, la cui stlografica è più onesta e intelligente. Non saper tacer è un difetto dello stolto. Scrivere baggianate son buon anch'io. Se dico che Merlo è un invasato, indottrinato Stalinista, non son pazzo. la rima mi vien solo con testa di c....zo.
  • pier b. Utente certificato 4 anni fa
    Noi plagiati da Grillo e Casaleggio, loro da 20 anni almeno si bevono qualsiasi puttanata, mentre le varie caste ridono alle spalle dell'Italia intera. Sapete come andrá a finire? male, malissimo e Grillo potrá togliersi la soddifazioni di dire (dalla Svizzera) "io ve l'avevo detto".
  • giovanni d. Utente certificato 4 anni fa
    O.T. Ho personalmente assistito (e ricevuto testimonianza da diversi amici) che alle c.d. primarie del PD-L alle "convocazioni" per intere famiglie (questo vi spiega anche il limite abbassato a 16 anni. Queste convocazioni (non rifiutabili)sono state fatte a dipendenti e collaboratori da vari personaggi direttamente interessati ai giochi di potere del partito (imprenditori, commercianti, amministratori locali e di enti partecipati, sindacalisti, etc). E' lo stesso, collaudato sistema che usano alle amministrative. Nessuno si può sottrarre poiché in questo caso, più che alle amministrative, non si scappa dalla verifica del voto. Ho avuto testimonianza sia di convocazioni pro cuperlo che pro renzi. Qualche "convocato" mi ha detto che avrebbe però votato Civati. E' impressionante il grado di corruzione morale raggiunto in questo paese. Tutto il sistema del PD+-L si fonda sullo scambio delle pubbliche prebende. E' per questo che dico: con i disonesti non si discute, con i disonesti non ci si siede e ci si parla, con i disonesti o si è forti (tangibilmente -fisicamente) ed allora si può vincere o li si subisce e basta. W IL M5S Coraggio Ragazzi/e GRAZIE BEPPE
    • gianfranco d. Utente certificato 4 anni fa
      Metodi prettamente mafiosi! Niente di nuovo sotto il sole: il partito dei brogli e delle tessere farlocche
  • osvaldo chiarelli Utente certificato 4 anni fa
    Beppe Grillo e il M5S sostenendo e proponendo l'abolizione del contributo pubblico all'editoria tocca nel vivo i giornalisti faziosi. GIORNALISTI fate il vostro mestiere con onesta'!!!!! AVANTI COSI' Beppe fino alla vittoria finale LIBERA STAMPA IN LIBERO STATO Osvaldo Chiarelli M5S firenze
  • Rosso Malpelo Utente certificato 4 anni fa
    IL DEMOCRATICO Siete terroristi, grillini, perché reagirete quando vi chiamerò brigatisti. Siete fascisti, grillini, perché ve la prenderete con me quando vi dirò squadristi. Siete razzisti, grillini, perché ribatterete quando scriverò che mi ricordate il Ku Klux Klan. Non reagite? Non fiatate? Attenti a voi!
  • antonio m. Utente certificato 4 anni fa
    Merlo rassegnati...non verrà nessuno a spararle...non diventerà un eroe...anche perché lei è solo uno dei tanti a libro paga e quelli come lei alla peggio si beccano qualche insulto...io personalmente non faccio neanche quello. Credo che Grillo sbagli a segnalarla perché le regala un' importanza che non merita e la fa passare per vittima. Si chieda solo perché tanti, come me, da tempo non comprano più il vostro giornale (repubblica) e perché fate tanta fatica a formare e guidare un' opinione pubblica. Siete privi di credibilità...questa è la risposta!
  • paolo b. Utente certificato 4 anni fa
    signor merlo anche lei tiene famiglia ?? non si preoccupi per quest'articolo sarà ben ricompensato !!
  • ciro amato 4 anni fa
    CARO BEPPE COMMENTARE LE DIFFAMAZIONI DI UN PSEUDOGIORNALISTA O GIORNALAIO DI "REPUBBLICA" UN CERTO MERLO SONO PAROLE SPRECATE.LO DEVI DENUNCIARE PER DIFFAMAZIONE A MEZZO STAMPA. PUNTO E BASTA. FINIRNIRA' LA FAZIOSITA' DEI FALSI GIONALISTI. IL M5S CON IL 25% DI CONSENSI NON VIENE MENZIONATA NE' NELLA TELEVISIONE PUBBLICA CHE PRIVATA; ATTACCATA CON PROTERVIA DA CHI DEVE GEARANTIRE LA COSTITUZIONE; BOICOTTATA CON I CAVILLI PIU' ASSURDI.CARO BEPPE HAI FATTO BENE AD APRIRE "QUESTO SPORTELLO" DEL GIONALISTA DEL GIONO CHE SCRIVE VELENO E NON CRITICA AL M5S.MA IL PROBLEMA DELLA LIBERTA' DI STAMPA E' UN GRAVE PROBLEMA PER LA TENUTA DEMOCRATICA DEL NOSTRO PAESE.IL M5S CHE CON GRILLO RIESCE A FARE COMIZI CON LA PARTECIPAZIONE CONVINTA DELLA GENTE. PERO'GRILLO E I CITTADINI SI DEBBOBO MOBILITARE SOTTO LA RAI E GLI ORGANISMI DI VIGILANZA PER IL RISPETTO DELLA LIBERTA' DI STAMPA. DOBBIAMO TOGLIERE I FINANZIAMENTI AI GIORNALI PAGATI DAL CONTRIBUENTE, ABOLIRE O TRASFORMARE DEMOCRATICAMENTE L'ORDINE DEI GIONALISTI. TOGLIERE I PARTITI DALLA RAI. FICO STA LOTTANDO DA SOLO PER LA DEMOCRATIZZAZIONE DELLA RAI. M55 CHIEDE AI CITTADINI PREPARARATI A DI DARE UN APPORTO DI CONOSCENZE A GRILLO PER STANARE OGNI INGIUSTIZAI MANIFESTA CON PROPOSTE SERIE E FATTIBILI. SE NON SI LOTTA INSIEME VINCERANNO SEMPRE LE CASTE, LA CORRUZIONE, IL MALAFFARE.IL M5S E' UN MOVIMENTO DI PERSONE ONESTE E TUTTI GLI SCANDALI RIGUARDANO I VECCHI PARTITI. I GIONALISTI DI REGIME SONO VIGLIACCHI E STUPIDI E COPERTI DAL POTERE TRASVERSALE DELLE CASTE. I FASCISTI, I MAFIOSISONO PERSONE DELL'APPARARO GOVERNATIVO CHE RUBANO, UCCIDONO LE COSCENZE E FANNO SOLO DISINFORMAZIONE PER MANTENERE IL POTERE.CI VOGLIONO STRITOLARE MA CI LIBEREREMO DA QUESTE CATENE DITTATORIALI. TUTTI IN UN STATO DI MOBILITAZIONE PERMANENTE CONTRO I COLPI DI CODA DI UN POTERE CHE STA VACCILLANDO SOTTO I COLPI DELLA GIUSTIZIE E DELLA VERITA'.
  • fabrizio g. Utente certificato 4 anni fa
    Ciao Beppe, condivido le tue idee e l'operato del M5S. Tuttavia, bisogna continuare su una strada pacata, di denuncia, ma non di cattiveria contro cattiveria: se continuiamo ad usare un linguaggio aggressivo, come in questa rubrica, passiamo dalla ragione al torto e i giornalisti non aspettano altro. Molta gente ha le stesse idee del M5S, ma non lo appoggia per via di questi interventi di rabbia. Facciamo un passo in più, riduciamo anche la violenza verbale.
    • Carmine s. Utente certificato 4 anni fa
      Stava dormendo! non lui, ma Il cervello!
    • Corrado Allegro Utente certificato 4 anni fa
      Ma cosa scrivi ? Guarda che le parole del post non sono di Beppe, sono le parole dell'articolo !
  • Fulvio Berardi 4 anni fa
    Grillo non é ancora terrorista né camorrista né mafioso... Sempre più però il suo codice di violenza, i suoi roghi, le sue scomuniche, i suoi avvertimenti, i suoi manganelli foscamente rimandano alla "sgrammatica" dei terroristi, dei camorristi, dei mafiosi."... Perchè non trascurare anche l'evidente similitudine tra gli attacchi di Grillo e la bieca pianificazione dell'invasione terrestre a sopresa condotta da una razza aliena, ben descritta da Wells nel romanzo "la guerra dei mondi"? Le parole di Grillo calate come bombe dal suo blog, sganciate senza preavviso su tutti gli obiettici sensibili della rete italiana, combinate all'azione delle truppe pentastellate che proseguno via terra o, per meglio dire, dietro la vergognosa corazza dell'anonimato del web, il lavoro di lapidazione verbale dei nemici della razza umana inferiore, la cerchia dei non adepti al blog del guru. Ma presto il lato oscuro della forza grillina e del comico genovese teleguidato dal maneggio sotterraneo del Grande Manovratore Casaleggio, si riveleranno in tutta la loro essenza: non Mussolini, non Hitler, ma come già sottolineato nel saggio editoriale di Eugenio Scalfari di alcune settimane orsono, si giungerà oltre la sanguinaria linea dell'intolleranza marcata da questi loschi dittatori: Grillo no solo incita infatti alla nemesi del soffocamento dell'avversario privato della libertà di parola e crocifisso sull'altare dell'insulto via etere, ma aspira chiaramente a convertirsi in ultimo nella quintessenza dell'italiano iperqualunquista malpensante, nella personalità di spicco nota al grande pubblico che che più di tutti incarna l'ideale torbido dell'immaginario collettivo malpancista votato all'irresponsabilità e nemico del cambiamento, peraltro già testimoniato con le chiusure dinnanzi ad un possibile governo Bersani: DART FENER :))))
    • gianfranco d. Utente certificato 4 anni fa
      E questo chi è un clone del merlo ?? Ma va a ciapà i rat, và! Guarda un pò da questo link gli esempi luminosi della tua demoCRAXIA!.. http://tg24.sky.it/tg24/politica/2011/09/24/camorra_e_primarie_pd_napoli.html
  • Jean Marie Ferry 4 anni fa
    Secondo me Francesco Merlo e' una merdaccia!
  • eleonora . Utente certificato 4 anni fa
    OT ancora una volta ha vinto il partito trasversale dei pedofili. Questa volta nelle vesti dei giudici della Cassazione. Un 60enne dipendente del comune di Catanzaro era stato condannato in processo a cinque anni per violenza sessuale su minore ma ora la Cassazione ha rivisto la condanna e la sentenza è di quelle destinate a far parlare: il sesso con un minore non è reato se c’è amore. Secondo la Suprema Corte tra l’uomo e la piccola 11enne, proveniente da una famiglia disagiata che l’aveva affidata alle cure dell’uomo, ci sarebbe stata una vera e propria relazione sentimentale. Le molestie erano state dimostrate con una prova inequivocabile: l’uomo era infatti stato sorpreso nel letto della villetta al mare con la ragazzina mentre erano abbracciati, entrambi nudi. Come riporta “Il quotidiano della Calabria” la ragazzina avrebbe sempre chiesto conferma dei sentimenti del 60enne, centinaia di intercettazioni raccolte dai poliziotti descrivono passo per passo questa relazione. La Cassazione ha preso atto del materiale e ha accertato l’amore tra i due, scagionando l’uomo. http://tuttacronaca.wordpress.com/2013/12/07/cassazione-shock-non-e-reato-fare-sesso-con-un-11enne-se-e-amore/
  • Gianluca T. Utente certificato 4 anni fa
    Seguo Grillo da sette anni. Vi dico solo una cosa, con questa rubrica state smerdando il Movimento e la buona politica che potrebbe fare! Complimenti vivissimi!
    • Al. P. Utente certificato 4 anni fa
      Ahahahahah, con tutto l'odio che hanno fomentato l'Unita',Repubblica,Libero e il Giornale verso Grillo, quest'ultimo dovrebbe essere morto impiccato 100 volte.Parlare di liste di proscrizione per una rubrichetta del cavolo e' demenziale.Fatti furbo.
    • paolo b. Utente certificato 4 anni fa
      non lo seguire più !!
    • antonio l. Utente certificato 4 anni fa
      ...e io scommetto che tu sei andato a votare per civati....
  • Giuseppe Lo Dico 4 anni fa
    Andrea Scanzi de 'Il Fatto Quotidiano" é contro di noi! Leggete qui: http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/12/08/caso-oppo-lautogol-di-beppe-grillo-e-i-giornalisti-resi-martiri/805201/
    • Giuseppe Lo Dico 4 anni fa
      NO! SCANZI É UN INFEDELE!
    • Gianluca T. Utente certificato 4 anni fa
      e fa bene... nel mio piccolo da seguace del Movimento, sono anche io contro "di voi"!
    • CESARE SIMONETTI 4 anni fa
      No, Scanzi ha solo detto una belinata, ma non è nemico : solo un pò coglione, dai.
  • antonio l. Utente certificato 4 anni fa
    noi andremo ad eliminare i finanziamenti alla stampa moltissimi "giornalisti" ci vedono come una minaccia mortale e con loro tutti i mezzi busti della rai; qualunque cosa facciamo e diciamo tutti costoro che hanno un potere immenso cercheranno di farci la pelle a qualunque costo. bisogna arrivare ai nostri obiettivi da soli o anche alleandoci col diavolo. senza guardare o farsi scrupoli. di fronte a tipi come MERLO la scommessa e VIVERE O MORIRE. che si sappia. franco rosso. -ho finito di leggere adesso quello che questo verme ha scritto. non ve lo consiglio. vomitereste.
  • Susanna Sbragi Utente certificato 4 anni fa
    In vera democrazia chi viene criticato ha la libertà di criticare. O no??!! Il mio voto a questa rubrica è 9. Gli do 9 e non 10 perché parlare di loro gli fa pubblicità e non se la meritano. Ma non si può avere tutto.
  • Gianmca 4 anni fa
    "Giuro che vorrei sapere davvero chi ha studiato questa strategia del Movimento contro i giornalisti. Renzi? Civati? O forse D'Alema? Eh si perché, se c'è un modo per allontanare chi è interessato al Movimento e per far dimenticare l'ottimo lavoro svolto in parlamento dai nostri portavoce un metodo più efficace di questa campagna non potevamo trovarlo. Vogliamo arrivare a rappresentare il 51% degli italiani ricoprendo di insulti gli avversari? Oggi la Oppo l'hanno letta anche persone che la settimana scorsa non ne avevano mai sentito parlare. Davvero complimenti agli oscuri strateghi! Non è che ci sia qualcuno che le prossime elezioni preferisce perderle?
    • Corrado Allegro Utente certificato 4 anni fa
      "Ricoprire di insulti gli avversari". - Perché consideri "avversari" i giornalisti ? Rispondi a questa domanda e capirai che abbiamo ragione a mettere (non loro ma) i loro articoli in bella vista perché tutto il mondo possa leggerli. Se poi i commenti vengono considerati insulti allora devi accettare che c'è qualcosa che non va in ciò che è scritto. L'Italia s'è desta caro amico !!!
    • Gianluca T. Utente certificato 4 anni fa
      quoto!
    • antonio l. Utente certificato 4 anni fa
      sotto quante tonnellate di sabbia sei andata a mettere la testa?????? ah ma sei un troll. ne iscrizione ne niente
  • NICOLA DI MIZIO 4 anni fa
    Questo articolo e i relativi commenti che cercano,anche se con argomentazioni assurde e fantasiose,di giustificarlo sono la prova che il vero problema dell'Italia sono le "tantissime" persone CONCUSSE con la casta!!!
  • adriano 4 anni fa
    Perchè chiamarli "giornalisti"? Propongo per questi di usare il termine "puttane", con tutto il rispetto, per quelle donne, che vendono il proprio corpo. Loro, per la maggioranza, sono costrette, questi lo fanno per libera scelta!
  • Guido G. Utente certificato 4 anni fa
    Rinvangare o far credere a queste idiozie e la loro forza, merlo di cognome e di fatto l'uccello più stupido del creato, cosa vuole farci credere che tobagi, aldo moro etc, etc, sono stati aizzati da chi Ha fatto pura resistenza politica?, quelle "anomalie" sono state costole di estrema sinistra e di destra, le brigate rosse sono state espressione di cattiva politica, lui come giornalista scrive solo fregnacce, magari l'opposizione fosse come quella del M5S, che centra Fava si dovrebbe sciacquare la bocca prima di nominare un giornalista con la G maiuscola, Fava rischiava di suo non insinuava e non denigrava, ma scriveva la verità sulla mafia, per questo lo hanno eliminato, lui questo privilegio non lo avrà mai Giornalisti si nasce non ci si inventa. Da Siciliano non permetto che si tiri in ballo un vero Giornalista come Fava io l'ho conosciuto, io ero conducente di linea a Catania, lui andava sempre fra la gente, era un Giornalista genuino, un grande osservatore della realtà che sistematicamente la politica ha sempre minimizzato per mero interesse, fu sacrificato da gente senza scrupoli asservita alla politica massonica e intrallazzi-sta.
  • salvatore valenza 4 anni fa
    Questi ormai hanno capito che devono parlare del M5S, di Grillo e di Casaleggio per avere un po' di notorietà. Forza avanti il prossimo pubblicità gratuita per tutti. Domani forse scriveranno che siamo tutti scemi e magari alla nostre repliche scriveranno:"Fascisti, squadristi, brigasti, estremisti, talebani etc.etc."
  • Davide 8arbieri Utente certificato 4 anni fa
    Non dovrebbe esserci bisogno di animare ulteriormente gli estremisti del movimento. State facendo un altro grosso errore.
  • Patrizio C. Utente certificato 4 anni fa
    Come mai costui viene chiamato giornalista?
  • emiliano p. Utente certificato 4 anni fa
    Sorpresi dal popolo a mangiare gli scarti nelle opulente cucine del Palazzo, restano li aggrappati con le unghie e con i denti a quegli ultimi brandelli di avidita'. Nessuna vergogna, neanche quando colti sul fatto diventano bersaglio degli insulti, di qualche sacrosanto sputo in faccia. E' cosi che i menestrelli da sempre impegnati a cantare le lodi dei propri Signori chiudono le tende, tirano fuori i libri, si mettono a studiare i termini piu' efficaci per ribaltare la realta'. "Gogna mediatica", "schedatura", "obiettivi sensibili", "liste di proscrizione", "fatwa", "codice di violenza", "scomunica", "avvertimento". Parola chiave: Fascismo. Lo spettacolo indecoroso della decadenza di questo triste Impero messo in scena attraverso la mistificazione. Il giornalismo prostituzione che vede minacciato il suo stato di privilegio. Il legame tra il potere e la schiavitu' di chi lo tiene in vita e' messo in serio pericolo. Siamo al punto cruciale. Se solo tutti quanti ne avessimo la consapevolezza potremmo vincere domani mattina.
  • Paolo1959 4 anni fa
    Sono convinto che Francesco Merlo abbia ragione, e che le basi dei ragionamenti di Beppe Grillo stiano portando consapevolmente tra le braccia della destra oltranzista un pacchetto di voti consistente. Perché l'accordo con i fascisti lo farete, perché lo siete, fascisti
    • Rita L. Utente certificato 4 anni fa
      ma come ti permetti? Mio padre è stato in un campo di concentramento come partigiano.Fascista sarai tu e la tua famiglia.
    • davide lak (davlak) Utente certificato 4 anni fa
      io considero l'epiteto fascista la peggiore diffamazione che possa essermi rivolta e pertanto darò immediatamente mandato al mio avvocato di sporgere denuncia all'autorità giudiziaria contro questo Paolo1959.
    • Giampaolo A. Utente certificato 4 anni fa
      Ti ricordo che uno dei punti di forza del consenso generalizzato verso il fascismo fu il controllo di tutti i mezzi informazione, che quotidianamente indottrinavano gli Italiani con bugie, manipolazioni e "parole d'ordine". Ora, chiediti: chi controlla oggi i mezzi di informazione? quali sono i partiti che beneficiano di questo controllo? Sai rispondere da solo, o hai bisogno di un aiutino? Chiedi pure
    • PAOLO COGORNO Utente certificato 4 anni fa
      ahahahahahah
  • Giampaolo A. Utente certificato 4 anni fa
    "Molti anni or sono, il merlo aveva il becco nero. Oggi il merlo ha il becco giallo. Non chiedete al merlo il perché di quello strano colore; il giallo al merlo non piace proprio, perché gli ricorda una sua vecchia birbonata. Una mattina il merlo vide un pentolino su un davanzale. Il merlo si avvicinò subito al pentolino per curiosare. Dentro al pentolino il merlo vide una crema gialla come l'oro e profumata come un fiore. Quella crema lo tentava e non ci pensò due volte: il merlo mangiò la crema gialla. Mentre se ne stava con il becco golosamente immerso nel pentolino, alla finestra si affacciò una vecchietta che era una Fata. La Fata sgridò il merlo perché aveva mangiato la sua crema, batté le mani e pronunciò parole misteriose. Il tegamino scomparve, la crema andò in fumo, ma il merlo non riuscì a pulirsi il becco. Da allora tutti i merli hanno il becco giallo; perciò ogni volta che un merlo passa, gli altri uccelli si raccontano sottovoce quella vecchia birbonata. Ecco perché il merlo preferirebbe che il suo becco fosse rosso" (Calvino). Questo merlo che passa dal nero al giallo (che tanto ricorda il cd. “sindacato giallo”), ma che vorrebbe tanto essere rosso, credo che politicamente ben si addice al nostro Merlo. Continua pure a gracchiare piccolo uccellino, per quanto saranno in tanti ad ascoltarti, continuerai a rimanere solo e maledetto
  • Maurizio Clemente 4 anni fa
    quando leggo certi commenti e certe reazioni alle critiche mi viene sempre in mente un brano di alcuni anni fa : " dai manichei che ti urlano, o con noi o traditore, libera, libera, libera nos Domine ". Ma non provate un senso di vergogna per questa rubrica? Io non ho mai votato 5stelle, ma tanti e tanti che lo hanno fatto, di amici e parenti, so per certo che non vi voteranno piu'. Riflettete seriamente su questo. In questa nostra democrazia martoriata c'e' bisogno del confronto civile e non del metodo gognatico, quest'ultimo aizza, fomenta gli animi piu oscuri e partorisce mostri
  • SERENA T. Utente certificato 4 anni fa
    ...l'ennesimo signor nessuno che parlando male di Grillo diventa qualcuno. Trovati un vero lavoro!!! Via i finanziamenti||
    • Simona Diodato Utente certificato 4 anni fa
      QUALI finanziamenti? Ce li vuoi raccontare o parli solo perché ti hanno dato una laringe? Cerca, documentati, avrai delle sorprese e comincerai a scoperchiare una (una delle più piccole) balle di Grillo e soci. Perché non andiamo a vedere invece CHI E QUANTO sta giadagnando sul tuo fanatismo e sulla disperazione che sta dietro il m5s?! Usare la testa per non essere usati!! Per favore, insultami, dopo, quanto vuoi. Ma prova a documentarti sul finanziamento alla stampa, ci vuole un attimo a capire...poi ripeto: torna qua e dimmi pure che sono una t...a. Ma regalati 5 minuti di libertá di pensiero.
  • cinzia a. Utente certificato 4 anni fa
    bisogna stare calmi lasciarli parlare,si stancheranno di dire cavolate.Voi movimento 5stelle continuate a fare il vostro lavoro come sapete fare!!!!
  • Dany Zinetti Utente certificato 4 anni fa
    questa gente è chiaramente rabbiosa sta digrignando i denti hanno una paura matta di un movimento di cittadini validi valorosi giusti onesti che dove sono entrati stanno facendo un grande lavoro. questa gentaglia parassita che grazie a leggi truffa rubano soldi agli italiani e diffamano continuamente su tv e giornalacci con menzogne schifose il M5S e BEPPE GRILLO semplicemente perchè vogliono togliere gli svariati miliardi di finanziamenti a giornali che sono di editori privati in primis berlusconi io mi sento personalmente offesa quando sta gentaglia scrive o dice in tv simili porcherie come quelle riportate sopra.wwww il M5S che spero presto al potere per riportare un pò di giustizia in questa italia rubataci da tre miliardari schifosi che hanno in mano tutta l'informazione e quindi le menzogne danzano ogni minuto,sara dura ma prego perchè si avveri al più presto non la reggo più quella feccia
    • pier b. Utente certificato 4 anni fa
      Simona, accetta anche tu le critiche: sei una cagna rabbiosa del pd, vai quindi a masturbarti sul loro sito e non venire qua a raccontare puttanate. Sei totalmente disinformata in tema di finanziamenti all'editoria. Fai un piacere a tutti noi: vai affa....
    • Simona Diodato Utente certificato 4 anni fa
      Mentre ti asciughi la bava, spieghi in cosa consiste e a chi viene riconosciuto il finanziamento ai giornali di cui parli? Perché i casi sono due: hai ragione e ti appoggio. Oppure sei solo un burattino che parla come e perché conviene al duo che con la tua pappetta cerebrale ci fa il pediluvio.. Ma ripeto: se riesci a spiegare COSA e A CHI è destinato, QUANTO COSTA AGLI ITALIANO e cosa c'entri la stampa generalista nel finanziamento alla stampa, io sarò con te. In caso contrario taci perché sei solo un burattino e i burattini non parlano.
  • aless fb Utente certificato 4 anni fa
    Merlo ha scritto delle cose deliranti contro Grillo ed il suo Moviemnto. Attenzione pero' a non cadere nella provocazione. Attenzione a non fare di gente come Merlo il "martire" del giornalismo come e' stato fatto con l'insignificante Oppo. Insomma: non ci cascate! Evitate un'altra martire come la Oppo! Per favore!
    • Dario M. Utente certificato 4 anni fa
      ...ma noooo ...non stare in ansia per questo. Che continuino pure a martirizzare chi gli pare ...riceveranno A' GRATISE ...tante simpatiche pernacchione ...i politicanti ...i loro giornalai asserviti ...nonché i trollini come te.
  • Indra . Utente certificato 4 anni fa
    mi piace il movimento ma questa è una stronzata, ognuno deve essere libero di dire come la pensa..la macchina del fango è uno schifo, in qualsiasi direzione agisca. E poi..qual'è l'obiettivo di questa rubrica? a me sfugge..e se lo colgo non mi piace.
  • aldo monteforte Utente certificato 4 anni fa
    Merlo rassegnati. Ormai tanta gente ha capito. Siete schiavi del tozzo di pane, del contributo pubblico in cambio di menzogne.
  • Andrea Marzulli () Utente certificato 4 anni fa
    Beppe, invece di dare visibilità a questa gente che si dice giornalista, facciamo una colletta e denunciamoli per calunnia.. Colpiamoli la dove fa più male: il portafoglio.
  • gregor dfgdfg Utente certificato 4 anni fa
    non facciamo i vittimisti.. dimentichiamo questi pennivendoli e andiamo oltre
  • Giampaolo A. Utente certificato 4 anni fa
    "È vero che Grillo non è ancora terrorista né camorrista né mafioso"... "Ancora"!? Beppe si prepara a diventare un criminale!? Non c'è che dire. Questi signori, dopo aver perso da tempo ogni pudore, stanno perdendo il senno. Penso che sentano sempre più forte l'approssimarsi della loro fine. Ciò che gli dà alla testa è l'olezzo del loro marciume
  • cristian l. Utente certificato 4 anni fa
    Questo "signore" si che usa la penna come un manganello e una pala getta fango la sua penna e il bello che lo fa con i nostri soldi Via subito finanziamento ai giornali. Fate presto anche l'impecment per ReGiorgio per favore
    • Simona Diodato Utente certificato 4 anni fa
      Visto che ne chiedi l'abolizione, perché non spieghi in cosa consista e chi lo riceva il finanziamento?
  • giuseppe quaranta 4 anni fa
    hahaha poveri giornalisti ,per leggere i loro srticoli lo hanno capito devono parlare male del m5stelle ,e da 5 anni che non compro più repubblica ma mi sa che che sprecato sperndere un euro per leggere questi articoli del cazzo ...
    • Simona Diodato Utente certificato 4 anni fa
      Vuoi vedere che quando é stato abolito il finanziamento ai partiti (sai che non c'é più, vero?!...) parlavano del fatto che non paghi più il giornale: immagino dopo aver compreso che oltre a comprarlo dovevi pure leggerlo!
  • Mario De Filippi Utente certificato 4 anni fa
    Si vede il disappunto dell'armata brancaleone di Repubblica. Berlusconi decade ma nei sondaggi il centro destra avanza. Renzi vince le primarie contro l'intellighenzia che legge Repubblica. Grillo subisce vari attcchi ma i suoi in parlamento si scatenano in iniziative vincenti.
    • Simona Diodato Utente certificato 4 anni fa
      Iniziative vincenti? Quali esattamente? Le puoi elencare?
  • Annalisa De Luca Cardillo 4 anni fa
    Questo signore, giornalista, forse non si rende conto che le parole che utilizza (violenza, roghi, scomuniche, avvertimenti, manganelli, terroristi, camorristi e mafiosi) sono parole pesanti ed in italiano hanno un solo significato... Ha sciorinato e fatto intendere tutto ciò che finora il M5S e Grillo rifiutano! Le parole pesano... e vanno pesate soprattutto da chi fa il suo mestiere... e purtroppo credo che con troppa facilità e superficialità in Italia viene rilasciato il famoso "patentino" che ti autorizza ad "investire" la gente con minchiate a colori! Se non fosse stato per Grillo ed il Movimento la gente avrebbe fatto di peggio... sono loro che tengono calmi gli animi... ma la pazienza dura poco... ancora nn lo vogliono capire!
  • Nando Meliconi (in arte "l'americano") Utente certificato 4 anni fa
    GIORNALISTA DEL GIORNO. A Francè, così te le cerchi. Er terrorismo lo sta a fa la classe politica e voi appresso, so anni che tacete sulle malefatte! La gente è in guerra pe campà, no pe fa le grandezze, pe campà! La gente del M5S, è gente che s'è incominciata a informà, documentà e a fa li conti! S'è magnato a quattro ganasse, senza ritegno, Merlo caro, avete marcato stretti i politici dei partiti come quelli 5 Stelle? Magari!!! INIZIATE A SCRIVE LA VERITÀ, TUTTA LA VERITÀ, NIENT'ALTRO CHE LA VERITÀ. LE BUCIE L'AVEMO GIÀ SENTITE, ADESSO RACCONTATECE ER VERO! Francè, se stamo tutti nella merxa, non c'è da arroccasse, c'è da fanne ammenda! Er problema vero, e che lo sapete che stamo ner giusto, se so magnati li frutti, li rami compreso er fusto! Dovemo fa finta de stà felici e, nun guardà che se stanno a attaccà pure a le radici? No signori, così è vigliacca, a la gente je servono consigli, no chi l'attacca, e voi ce state a attaccà! 25% dei votanti. Rifiutati 43 mil di Euro, no rimborsi elettorali. No auto Blu. No vitalizio. No doppie remunerazioni. 5000 euro lordi. 163 Parlamentari. Presidenza Commissione di vigilanza( RAI, ndr). Vicepresidenza della Camera. Sindaci. Consiglieri. LA GENTE COMUNE È ENTRATA IN POLITICA, VE NE SIETE ACCORTI? Dimenticavo, unici a votare la mozione Giachetti per l'abolizione del Porcellum, certo, oggi ci sono le primarie del PD. Azz, non c'avete tempo, che se vince quello giusto ognuno de voi è contento, tanto lo pagamo noi er sostentamento! No ai rimborsi all'editoria. Sarà mica questo er nocciolo der problema e no la paura de un semplice anatema? O RACCONTATE LA VERITÀ, O STA "RUBBBRICA" NON CREDO CHE FINIRÀ! Arrivederci e grazie, che graziella è ita a votà, ce rimasto solo grazie a Orazio che ve sta a aspettà. Nando, Uno del Blog.
    • pier b. Utente certificato 4 anni fa
      Bravo Nando, ti quoto e ti straquoto. Perché questi "giornalai" non hanno mai fatto le pulci all'attuale classe politica? perché inizialmente davano contro la Lega e poi, quando é rientrata nell'alveo delle ruberie della casta, di colpo le hanno donato credibilitá istituzionale?
  • Wiu@m@o - Utente certificato 4 anni fa
    va bene vuole sentirselo dire Quando il M5* sarà al governo e avrà la maggioranza in senato e in parlamento perchè i partiti non li avrà votati nessuno Sarai frà i prescelti a brindare con olio di ricino
    • Dario M. Utente certificato 4 anni fa
      ...e ora ti saluto nella lingua dialettale del grande Giornalista Pippo Fava ...FATTI ARRUMPIRI UN CULU ...SENZA VASELLINA E SENZA OLIO! ...CONTINUA FARTI FARE IL SERVIZIO A SECCO DAI TUOI PADRONI!
    • Dario M. Utente certificato 4 anni fa
      ...ma noo ...continuate pure a scrivere tutte le minchiate che volete ...se preferite ...e soltanto che da qui a breve dovrete cercarvi un lavoro in modo onesto per poter campare ...perché non ci saranno piú politicanti disonesti da compiacere con con menzogne altrettanto disoneste. Gli Uomini onesti e coraggiosi come Pippo Fava ...che hanno lottato contro la mafia ...sono morti uccisi da uno Stato di mafiosi per difendere il diritto di dire stronzate persino ad un pulcinella come te.
    • Wiu@m@o - Utente certificato 4 anni fa
      ...si ma dopo aver bevuto il litrozzo di olio di ricino come ai vecchi tempi dai!
    • Dario M. Utente certificato 4 anni fa
      ...SBAGLIATO! SARA' AFFACCENDATO COME TE ...AD INVIARE CURRICULUM VITAE PER TROVARE LAVORO.
  • PAOLO COGORNO Utente certificato 4 anni fa
    ahahaha Merlo...
  • Saverio Fantacuzzi 4 anni fa
    Anche questo giornalaio tra poco dovrà trovarsi un nuovo posto di lavoro. Mai una volta, una sola, che si sia confrontato sui contenuti espressi da Grillo. Nè lui nè altri suoi colleghi. È ovvio che quando non si hanno argomenti, si spara alle gambe, tanto per iniziare. Poki.
  • Pasquale 4 anni fa
    Egregio signore (non mi sognerei mai di chiamarti giornalista) È inutile che la fai tanto lunga tanto non sei credibili e ancor meno libero Se non ci fosse il finanziamento pubblico dei giornali esistente ed il sistema attuale di connivenze e privilegi saresti a pulire i cessi da tempo o, viceversa, avresti da tempo cambiato il tuo modo di mentire sulle cose. P.s. La pacchia sta x finire
  • GIUSEPPE C. Utente certificato 4 anni fa
    Vergognose conclusioni e ragionamenti da servo di questa casta politica. Il giornalismo italiano si deve vergognare di stare nel silenzio davanti al grande movimento politico del M5S riportando solamente all'opionione pubblica su carta e TV notizie ed informazioni prevalentemente distorte, e false per discretitare maggiormente l'opera di Beppe Grillo. La mia solidarietà a Beppe Grillo e una rinnovata fiducia a tutto ciò che sta facendo con M5S. E un incoraggiamento a tutti gli attivisti del M5S. Sono loro che salveranno l'Italia e non certo questo giornalismo italiano.
  • Edoardo C. Utente certificato 4 anni fa
    http://www.freedomhouse.org/sites/default/files/Global%20and%20regional%20tables.pdf Qualcuno ricordi al popolo italiano che siamo al 69° posto nel mondo per libertà di stampa e di informazione. Ripeto, al 69° posto, insieme al Guyana. Siamo un paese "parzialmente libero" il che ci rende di conseguenza "parzialmente schiavi". Io mi sono "parzialmente rotto i coglioni" di essere preso per il culo e non vedo l'ora di avervi mandato tutti a casa, uno per uno. Voglio tornare libero!
    • Giampaolo A. Utente certificato 4 anni fa
      Io, piuttosto, mi sono rotto completamente i coglioni, dell'essere informato solo parzialmente ;))
  • marco lucidi 4 anni fa
    ho provato a leggerlo, ma sebbene fosse un testo piuttosto breve il contenuto mi ha annoiato subito, solita fuffa, meglio un Lorem Ipsum...
  • ciro amato 4 anni fa
    IL M55 E BEPPE GRILLO SONO STATI OGGETTI DI AGGRESSIONI FISICHE DAI FASCISTI ROSSI DEL PD ALLA CAMERA CON L'IMPOTENZA DELLA BOLDRIDI E SUOI COLLABORATORI. INOLTRE NON SI E' MAI VISTO UNA VIRULENTA CAMPAGNA DI ODIO CONTRO GRILLO E IL M55 GIA DALL'ANNO SCORSO AD OGGI SI ACCOMPAGNATO DA UNA FEROCIA CAMPAGNA DI STAMPA CHE NON HA UGUALI IN NESSUN PAESE DEMOCRATICO. LA VERITA' CHE IL POTERE COSTITUITO, CON LA BENEDIZIONE "URBI E TORBI" DEL PONTEFICE O MONARCA REALE DI ORIGINE NAPOLETANA, HANNO PAURA DELLA NOVITA' LIBERATORIA DEL M5S.HA FATTO BENE GRILLO A GENOVA A CHIEDERE PUBBLICAMENTE DI METTERE SOTTO ACCUSA DI TRADIMENTO UN PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA CHE RIPETUTAMENTE HA VIOLATO VARIE VOLTE LA COSTITUZIONE. E' UN FATTO POLITICAMENTE IMPORTANTE ANCHE PERCHE'DOPO LE RIPETUTE REITERAZIONESUL BLOG DI GRILLO SU QUESTA TEMATICA, MOLTE PERSONE TIMOROSE SOLO DI PRONUNCIARE QUALCHE CRITICA A NAPOLITANO, ORA SONO PIU' LIBERE DI PARLARE. TUTTO CIO' SIGNIFICA CHE C'E VOLUTO IL CORAGGIO E LA DETERMINAZIONE DI GRILLO PER SMONTARE UNA OMERTA' MANIFESTA. PERFINO I PARLAMENTARI DEL M55 VENIVANO INTEROTTI DALLA SOLITA BOLDRINI...DI ANTICHE MEMORIE QUANDIO PARLAVANNO CRITICAMENTE DI NAPOLITANO.BEN FATTO LA SENATRICE TAVERNA CHE HA MANDATO AL RICEVENTE UFFICIO STAMPA DEL QUIRINALE IL RIFIUTO DI UN INCONTRO PRESIDENZIALE SENZA UN RICHIESTA FORMALE E NON PER TELEFONO. SIAMO STANCHI DI QUESTO REGIME: CONSIGLIAMO A NAPOLITANO DI DIMETTERSI E GODERSI LA PROPRIA VITA PRIVATA, DATA LA SUA VENERANDA ETA' PER IL BENE DELL'ITALIA.
    • Simona Diodato Utente certificato 4 anni fa
      La prossima volta pulisci, dopo. É rimasta tutta la bava verde in giro...
  • lisco Vito 4 anni fa
    l' imbecillita' non ha confini
  • Igor - Utente certificato 4 anni fa
    La usuale arroganza di chi pensa inconsapevolmente o meno di aver acquisito una posizione privilegiata da dove poter dettare certezze che gli possano garantire il mantenimento della soprvvivenza,di chi nasconde la paura pur di non cambiare niente per non cambiare niente,più che giornalisti alcuni sembrano spaveventapasseri , ormai ridotti a spaventare solo se stessi.
  • Edoardo C. Utente certificato 4 anni fa
    Approvo questa nuova rubrica, il problema è che (come prevedibile) i mezzi di informazione ne danno una visione distorta e in un attimo siamo tutti considerati "fascisti", senza aver neanche letto il post secondo me e soprattutto senza neanche sapere cosa significhi la parola "fascista". Continuano in questa truffa semantica da tanti anni e non mollano. Beppe, io non ce la faccio più. Ho 24 anni e davanti a me vedo solo 2 alternative: 1) un governo del M5S, nel quale ripongo tutta la mia fiducia 2) l'espatrio Attendo con ansia l'opzione 1). Un abbraccio da Torino.
  • mario bottoni 4 anni fa
    Mettere al publico lubridio i faziosi, ipocriti menzionieri, nemici del Paese, e' quanto di meno si possa fare. Grande Beppe, grandi i nostri ragazzi al parlamento, grande e' il mov5stelle!
  • umberto vassallo 4 anni fa
    sono alla canna del gas ripeto sono alla canna del gas in tutti questi anni nessuno ha mai potuto mettere in dubbio quello che ci hanno sempre propinato gli servirà molto invece rendersi conto che anche loro sono discutibili e che alcuni meritano riconoscimenti pubblici non certo concessi dai partiti ma dal popolo tirate via il finanziamento ai partiti e tanti di loro si guadagneranno la pagnotta facendo bene il lavoro ci sono invece due testate importanti che fannoquotidianamente terrorismo e dicono cazzate in continuazione ma nessuno puo dire niente perché hanno il padrino al potere vergognatevi tutti fa bene grillo a dirvi quello che siete e quando fate qualcosa di discutibile dovete acettare le reazioni degli utenti oggi e tutto il giorno che i telegiornali della rai fanno propaganda per incentivare la gente di andare alle primarie questo e uno scandalo che una televisione pubblica si presti a giochi del pd e quando grillo domenica era a genova????niente esisterà una forma minima di giustizia??? intanto vi invio il mio sputo elettronico
  • Luca S. 4 anni fa
    Signor Beppe Grillo, cervello non disponibile insieme all'orda di zombie che lo segue
    • Al. P. Utente certificato 4 anni fa
      I ratti devono stare nelle fogne.Vai su Repubblica, sull'Unita',su Libero,sul Giornale.Altrimenti dobbiamo disinfettare il blog.
  • Max Stirner Utente certificato 4 anni fa
    @ Francesco Merlo Ciao Ciccio! Gli esempi che tu riporti si riferiscono a giornalisti; quelli che riportano le notizie, non i "prezzolati" di partito, che tacciono le notizie, le manipolano, le distorcono. Quelli che citi tu come esempio, si battevano contro Mavia, Camorra, terroristi, politici corrotti: fu per questo che si presero tanti rischi e furono ammazzati. Come vedi tu non corri alcun rischio, perché tu non rientri nell'elenco dei giornalisti di tale elevatura. I se-dicenti giornalisti che in realtà sono solo dei dipendenti di partito, finanziati tramite i finanziamenti pubblici ai partiti e ai giornali, non rientrano nella categoria a rischio da te citata come esempio. Gli unici rischi che corrono certi giornalisti è quella di ricevere qualche sputo in faccia, difficile immaginare qualcosa in più. Tu e la categoria alla quale appartieni, siete solo dei dipendenti "statali" funzionali al sistema e dove ci ha portato il sistema e la tua categoria lo costatiamo ogni giorno di più. Ciao caro
  • Emanuele Chiodi 4 anni fa
    Ho partecipato ad un blog su La Repubblica. Quando ho cominciato a criticare il giornale mi hanno subito censurato. Bel giornalismo. Bel giornale. Quanti commenti non compaiono, specie quelli di chi vota PD ma non ci sta alla ignominia del parlamento
  • Emanuele Chiodi 4 anni fa
    Abbasso Merlo.
  • Luigi Sacco 4 anni fa
    Repubblica Di giornalismo ha ben poco Di servilismo tanto
  • alberto c. Utente certificato 4 anni fa
    bene, il giornalista tal dei tai sparla del movimento e allora.....una volta scoperti tutti i presunti colpevoli che facciamo? contiunuo a pensare che stiamo prendendo una strada pericolosa e che non porta a niente o si? non sono daccordo e lo dico chiaramente. la questione non è se i media sono liberi o no o se i giornalisti sono a libro paga di qualche potentato,la cosa è evidente a tutti. mi chiedo a chi possa o a cosa possa giovare mettere all'indice qualche mediocre e sconosciuto giornalista. tutti devono avere la possibilità di scrivere quello che vogliono....il movimento ha lo scopo di cambiare un sistema corrotto e che ci ha portato alla fame non certo quello di impedire a qualcuno di esprimersi. le parole sono pietre anche le nostre. attenzione a lanciarle ad occhi chiusi.
    • alberto c. Utente certificato 4 anni fa
      sempre la solita stupidaggine dei trols, io non sto difendendo nessuno e comunque sono iscritto da tempo al movimento. il fatto che ci sa gente come te a straparlare non mi ca cambiare idea. non è accettabile il fatto che esprimere una semplice opinione, travisata, possa essere un motivo di insulto.
    • Dario M. Utente certificato 4 anni fa
      ...ma qui si sta semplicemente sbugiardando dei giornalisti che praticano disinformazione. Dunque ...una persona preposta ad informare ED INVECE PRATICA CON METODO L'ESATTO OPPOSTO PER COMPIACERE UN POTENTATO ...non sarebbe un fatto grave ...mentre un cittadino comune che si limita alla critica un simile operato DOVREBBE STARE ATTENTO A DOSARE LE PAROLE DI CRITICA??? ...MA COME MINIMO SI MERITANO LE PERNACCHIE DELLA GENTE ...LORO ED I TROLLS COME TE CHE LI DIFENDONO!
    • Enzo Forte 4 anni fa
      E vero che ogni giornalista deve essere libero di scrivere cio che pensa. ..ma di deve far pagare dal proprio direttore. ..e non con i soldo degli italiani ...capisci a me !!
  • Paolo 4 anni fa
    Ma smettetela con questa b****a del "giornalista del giorno", e tirate le orecchie a quel fascista ignorante che se l'è inventata. Un quoziente intellettivo di 60 è più che sufficiente per capire che sono queste pagliacciate ad affossare il movimento e ad allontanare la gente seria.
  • alex r. Utente certificato 4 anni fa
    IL FUTURO POTERE DELLA SMENTITA 3 La dicotomia BALLA/SMENTITA tiene ancora sotto scacco l'opinione pubblica. Un contenitore manipolato da una molteplicità di individui trasformati in intoccabili e indiscutibili del nulla. Direttori,Capiredattori e prime firme di tutti i mezzi comunicazione sono tutte pedine "autorevoli" di lobbie finanziarie,industriali,sindacali,sportive,sanitarie etc..che in 30 anni hanno tirato su un mondo fuori controllo. Un sistema che senza questa "partitocrazia mediatica non sarebbe mai nato. Da Vespa a Santoro, da Gramellini a Mentana, da Travaglio a Sallusti fino alle glorie Scalfariane ,tutti quanti non sono altro che sagome di cartone. Prodotti mediatici di 20 anni di Berlusconismo e realizzatori inconsapevoli di quella degenerazione culturale, di cui noi italiani siamo altrettanto responsabili con nostro immobilismo e assopimento. In questo scenario la rete delle informazioni potrebbe rivelarsi la valvola di salvezza della nostra società. Che sia Internet,il luogo di lavoro,il bar,o la famiglia, il fatto di non subire più notizia e di poter essere fonti e fruitori di informazioni è sicuramente una rivoluzione. Sicuramente non saremo immuni dalla creduloneria e dalla faziosità,ma siamo solo al inizio di un percorso che inevitabilmente renderà il cittadino il centro del mondo. Io ci credo perché la tecnologia condizionare e modifica la vita del essere umano. Un informazione schizofrenica ma pulsante, che darà a tutti la possibilità di esprimersi e esserci nella società della condivisione delle notizie. Balle e Bufale continueranno ad esserci ma volete mettere il potere e la forza di una SMENTITA COLLETTIVA...
  • Mosè Marchesan 4 anni fa
    ma attaccati alla 380 e fa l altalena va
  • Kasap Aia, Cifre Utente certificato 4 anni fa
    Ironico premio Pulitzer alla rovescia del Blog, Merlo lo voleva a tutti i costi ...
  • Susanna Sbragi Utente certificato 4 anni fa
    Ho votato l'estrema sinistra per venti anni, poi ho smesso di votare ( mi facevano tutti schifo allo stesso livello) finché non ho ascoltato la rabbia di Beppe e l'ho sentita identica alla mia. Però vi dico la verità, qualche manganellata a tutti questi stronzi ( politici, giornalisti) la darei volentieri! Ci accusano di fascismo quando sono stati loro a distruggere la democrazia! Nauseanti!
  • alex r. Utente certificato 4 anni fa
    IL FUTURO POTERE DELLA SMENTITA 2 Gli elettori del Movimento 5 stelle ,da Febbraio ad oggi sono stati continuamente trattati come imbecilli,reazionari,populisti,demagoghi, e terroristi. Quindi di che cosa bisogna lamentarsi, di Grillo che vuole una mappatura dei buonime giornaliste come quelle del Unità hanno tremendamente bisogno, ora che Berlusconi non c'è più, di Grillo e il MS5. Fanno finta che metà dei 9.000.000 di elettori provengano da Marte e non dal PD. Ha ragione però Travaglio a considerare inopportune queste uscite di Grillo.Perché non fanno altro che mantenere in vita un giornale storico come quello di GRAMSCI sulle non-notizie, sulle idiozie,sulla faziosità e non sui contenuti. Bisognerebbe difendere l'identità degli elettori o lettori di questo quotidiano Proteggerli da questi abusivi e vendicativi degenerati con la penna. Sono tali individui che distruggono giorno dopo giorno la nostra identità. Persone che si son vendute e che hanno campato grazie alle cause personali di determinate classi dirigenti (come il PD di questi anni) Chi ci va di mezzo in questo minestrone di schiavitù intellettuale sono i giornalisti onesti,quelli che attaccano e non mancano di criticità verso chiunque cercando di svincolarsi il più possibile dal gossip e dalle non-notizie. Coloro che fanno semplicemente il loro lavoro, attraverso domande ,articoli o report sui contenuti ,senza aver bisogno di congetture faziose,ideologiche o professionalmente vendicative. In poche parole senza quel letame che fertilizza la nostra ignoranza.
  • beniamino miconi Utente certificato 4 anni fa
    ...........è democratico solo chi parla male del M5S. Ma dove sono diventati giornalisti questi qua???? potete solo parlare delle buffonarie del pd-l
  • jac 4 anni fa
    con sto post confermate parola per parola quanto detto da Merlo.. le liste di proscrizione le facevano i fasci, i nazi e stalin... siete in buona compagnia
  • alex r. Utente certificato 4 anni fa
    L FUTURO POTERE DELLA SMENTITA 1 Beppe Grillo non ha fatto e detto nulla di clamoroso rispetto ad altre volte. Questa è banalissima ipocrisia che prova l'inettitudine sociale del "GIORNALISMO". Ci si guadagna la pagnotta col Gossip e le Balle Quotidiane. Col "Fascimo 5 stelle"un sistema si sta sgretolando. Un mondo che è ha rubato autorevolezza grazie alla corruzione del pensiero di questa partitocrazia. Quindi la signora del Unità non è vittima del Grillismo ma è semplicemente il prodotto di un auto-delegittimazione professionale e nulla più. Forse senza GRILLO e quel patetico,scontato,strumentale e necessario "Vittimismo 5 Stelle" questa informazione "marziana" avrebbe continuato la sua orbita manipolatrice. Ma l'attore principale di questo cambio di prospettiva è da attribuirsi a noi cittadini italiani. Non quelli che hanno votato i 5 stelle, ma tutti coloro che si son resi finalmente conto di quanto l'informazione determina classi dirigenti,cultura,pensiero e criticità in una società. E di quanto una cittadinanza ben informata e criticamente eterogenea possa dare un input al cambiamento. Certo che reputarsi dotti e sapienti per via del MS5 è da malati di mente. Ma sicuramente qualcosa è iniziato e la cosidetta rete sta percorrendo la sua strada privilegiata ma pericolosamente non ancora definita. Vedremo se altri Movimenti e organizzazioni di cittadini sapranno aggregare la popolazione maggioritaria ,quella più avversa al cambiamento culturale e sociale, per la fine di questo sistema invalidante dei partiti e dei loro arsenale di ignoranza e schiavitù intellettuale. (l'informazione italiana)
  • Salvo E. Utente certificato 4 anni fa
    Il pericolo "che possano succedere" alcuni fatti gravi come quelli elencati da Francesco Merlo, sono arciconvinto, che molti giornalai come Merlo, non vedano l'ora che succeda, perchè l'imbecille di turno, dopo aver letto il SUO articolo, potrebbe anche pensare di farlo. I giornalisti devono essere indipendenti, e di libero pensiero, e per esserlo, devi togliere qualsiasi sospetto, quindi eliminare immediatamente i finanziamenti pubblici, e poi scrivi quello che vuoi (sempre nel rispetto) ma che tu, mi offendi, e io devo anche pagarti con le mie tasse... NO!!!
  • uno di noi 4 anni fa
    consiglio allo staff del blog di cambiare il titolo della rubrica, "W LA LIBERTA' DI STAMPA" sarebbe molto più efficace evitando i personalismi
  • giorgio peruffo Utente certificato 4 anni fa
    E sempre più il codice Merlo di Repubblica rimane quello di leccare il culo il più possibile a chi gli garantisce i contributi pubblici.
    • PIERO-FRANCESCO C. Utente certificato 4 anni fa
      E' bene che si sappia che Repubblica, come il Giornale, Corriere della Sera, il Mattino, ecc. non percepiscono il contributo pubblico.
  • rosario c. Utente certificato 4 anni fa
    Quanto è democratico un paese nella quale la bontà della notizia dipende dalla parte politica del giornalista? e se poi Grillo si incazza e prova ad alzare la testa,sono tutti pronti a sparare contro il m5s . Dove quotidianamente la tv non perde l'occasione di far parlare questo o quello (sicuramente contro grillo e il m5s ) con la fatidica domanda posta con un sorrisetto malizioso ;come per dire; dai spara ! "cosa pensa del m5s ?" o lo si denigra , deride o lo si accusa di fascismo ,sfascismo .ma naturalmente i dep. del m5s non sono mai presenti per scelta (come non capirli) .Molto spesso le critiche giornalistiche paragonano le vicende della lega o di Berlusca al m5s dipende da chi critica se lo fa il "giornale" dice che sono comunisti se lo fa "la repubblica " dice che sono fascisti (mettersi d'accordo no?) ,Lega e F.I hanno dato Credibilità a questi giornali, perchè la gente ormai esausta da un pd inerme capace solo di promesse mai mantenute speravano in una notizia ,una dichiarazione che sancisse la fine di questo stato di cose. Ma arrivato il m5s si sfascia il giocattolo i giornali non sono più credibili il pd nemmeno .e cosa è successo? l'unica cosa che mi viene da pensare è che tutta questa gente fosse d'accordo, ma no impossibile ! e allora forse hanno solo sfruttato l'evolversi degli eventi il classico tirare a campare ? Nemmeno . Forse molto semplicemente per chi non sopportava la situazione politica pre m5s e ascoltava o leggeva un articolo che desse pace alle proprie frustrazioni sia di destra sia di sinistra pensava fossero la verità . i giornali dominanti sono passati da un atteggiamento di vittime pre m5s a un atteggiamento di carnefici e a tratti veri e propri stalker forse pensano di convincere la gente che il m5s è ... non si è ancora capito bene cosa. Prendono tutte le parole negative che esistono sul vocabolario e gliele appiccicano addosso al movimento come veri e propri bimbominkia .
  • luca lolli 4 anni fa
    il fatto di essere giornalisti non concede il privilegio di essere incriticabili nè impone al pubblico di credere a tutte le frottole che gli vengono ammannite
  • Domenico D. Utente certificato 4 anni fa
    Certo ha detto il suo pensiero... è tutti hanno dirittto di esprimere il proprio pensiero. Secondo me si sta esagerando e c'è la reale possibilità di offrire a "menti deboli": pseudo-terroristi, pseudo mafiosi una giustificazione. E' più importante occuparsi dei problemi della gente e fare qualcosa di utile che andare a caccia alle streghe...
    • elio v. Utente certificato 4 anni fa
      Il M5s e Grillo hanno il record di insulti e diffamazioni ricevuti, compresi quelli gravissimi e infamanti diffusi dall’Unità, oggi più fogliaccio da gossip che organo di informazione politica. L’opinione non è condannabile; la calunnia, l’insulto sì. Quindi Grillo deve querelare subito giornalisti calunniatori e diffamatori e i complici che li sostengono anche nelle gerarchie degli Ordini chiedendo condanne al pagamento di milioni di euro (l’unica cosa che intimorisce loro e i loro editori!) e le pubbliche (pubblicate) scuse. Anche per questo siamo al 69mo posto per la libertà di informazione nel mondo alle spalle del Burundi e sarebbe opportuno che difensori del pluralismo editoriale come Articolo 21 (...Giulietti) e il Fatto si indignassero sinceramente prendendo posizione su queste mistificazioni e aberrazioni dell’informazione italiota, smettendo di considerare i concittadini come presenze da ignorare o spettatori casuali.
  • M.mStefano Venco 4 anni fa
    Il giornalista in questione meriterebbe, per quello che scrive, di essere messo alla gogna. Io, che sono buono e tollerante, dico solo che uno così in malafede finirà semplicemente in un buio ufficio di un giornale di provincia a scrivere delle vecchiette scippate.
  • uno di noi 4 anni fa
    "non è ANCORA terrorista né camorrista né mafioso.." quindi prevede che lo diventerà? siamo tutti autorizzati a prevedere una futura delinquenza del prossimo? comunque consiglio allo staff del blog di cambiare il titolo della rubrica, "W LA LIBERTA' DI STAMPA" sarebbe molto più efficace evitando i personalismi
    • Kasap Aia, Cifre Utente certificato 4 anni fa
      Lui se lo augura perché al contrario (se Grillo non diventasse terrorista) si dovrebbe manganellare da solo ! E lo fará ohhh se lo fará. Basta togliere il finanziamento pubblico !
  • Maurizio Lelli 4 anni fa
    Che agonia e mi fa dispiacere, rilevare ancora questi ricorsi storici da osteria nei dintorni di 'Bettola', con tutto il rispetto per chi non ci va e per chi non li fa. Ma basta con il passato che in quanto tale, deve ripresentarsi perché ricorda, è stato e quindi sarà. Indi per cui la si usava e ora è desueta(compreso poscia)come la macchina da scrivere. Non è che la tastiera digitale, in quanto tasti, si deve inceppare perché era consuetudine nella Lettera43! Ommioddio.........e sono buddista.
  • Fulvio Bernardini Utente certificato 4 anni fa
    Gentile Sig.re Merlo, l'accusa che viene rivolta alla Sig.ra Oppo è quella del "dovere di verità" e NON del "diritto di cronaca"; cosa ben diversa. Ma anche Lei, e mi spiace, FA FINTA di non capire questa SOTTILE differenza e mi permetto di ricordarle : """"Il dovere più pregnante del giornalista e caposaldo del diritto di cronaca è il dovere di verità, considerato sia dalla L. n. 69/1963 che dalla stessa Carta dei Doveri quale “obbligo inderogabile”. Gli organi di informazione sono l'anello di congiunzione tra il fatto e la collettività. Essi consentono alla collettività l'esercizio di quella sovranità che secondo l'art. 1 Cost. “appartiene al popolo”. Un'informazione che occulta o distorce la realtà dei fatti impedisce alla collettività un consapevole esercizio della sovranità.""""" Da "La deontologia del giornalista". UN VECCHIO PENSIONATO con le sinapsi ancora collegate....spero.
  • Alberto Giaccaglia 4 anni fa
    Potrebbe essere un'idea pubblicare SOLO le offese e gli insulti, citando la testata ma non il "giornalista" ?? Giusto per smorzare le polemiche ... perchè mi sembra che la cosa più giusta l'abbia detta ieri DARIO FO: >
  • Massimiliano C. Utente certificato 4 anni fa
    Segnalo questo sito che secondo me è falso e tendenzioso DENUNCIATELI http://movimentocaproni.altervista.org/blog/il-fuco-quasi-fico/
    • Massimiliano C. Utente certificato 4 anni fa
      Tutto ha un limite, e il limite è stato superato da tanti anni.FULL BALLS!!!
    • Stefano Aretusini 4 anni fa
      Accetta la critica e l'ironia, senza denunce. Complimenti per l'intolleranza.
  • Igor - Utente certificato 4 anni fa
    Ma è sicuro di essere un giornalista e non un turdus merula
  • nessun copy 4 anni fa
    Sig. Francesco Merlo è vero che per un giornalista scrivere articoli è il suo pane quotidiano nel vero senso della parola ma non per questo può liberamente scrivere cose non vere o addirittura nasconderle. Ci sono pochissimi giornalisti che scrivono obbiettivamente del M***** e nell'informazione televisiva ancora meno. Se l'informazione fosse onesta cosa avrebbe da dire Beppe Grillo? Credo nulla, quindi la colpa di questa situazione è solo dell'informazione. Avete linee editoriali schierate e questo può anche passare, ma permette che il cittadino debba essere informato senza falsità, xchè in alcuni casi tirate fuori a gran voce il diritto di informare la nazione salvo poi nascondere quello che non fa comodo all'editore o al partito di riferimento. Quante bugie sono state dette nei confronti di questo movimento e quante ne verranno ancor scritte? Quindi io se sarò informato sul giornalista che racconta panzane sarò grato al M***** è come andare a fare la spesa se nel cestino c'è una mela marcia si scarta xchè non si può fare anche con i giornalisti. Quindi sig. Francesco Merlo cosa significa "è vero che Grillo non è ancora terrorista né camorrista né mafioso, ma il suo codice di violenza, i suoi roghi le sue scomuniche i suoi manganelli, foscamente rimandano alla sgrammatica dei terroristi dei camorristi e dei mafiosi" Se questa è informazione. è mai stato ad una manifestazione del M***** se sì allora è un bugiardo se no è un bugiardo lo stesso non c'è mai stata violenza non hanno mai picchiato nessuno quindi queste affermazioni la qualificano x quello che è. Se chiama violenza un innocente "vaffa" siamo proprio malpresi saluti un saluto al M***** vento di cambiamento da nessun copy
  • giuseppe c. Utente certificato 4 anni fa
    ma perche' gli date importanza?
  • Kasap Aia, Cifre Utente certificato 4 anni fa
    Bravo Merlo ! (In tutti i sensi) Invece la tua "prosa malata" (se esistesse)sposta la discriminazione sul terreno più felpato, più falsamente democratico del dualismo sano - malato. Ultimo rifugio di un regime e di una egemonia culturale arbitraria e ipocrita. La stessa che con Padre Gemelli promuoveva Jung come edulcorazione del discorso Freudiano, un antidoto. Non c'è spazio, né la voglia, ma quel che con sana prosa chemioterapeutica, parole come farmaci, narcolettici, vai somministrando ti si ritorce come un manganello. Che effetto fa ?
  • Maria.a 4 anni fa
    Ma perchè,Merlo e la Oppo sono giornalisti? Non rimarranno certo nella storia.Se imparassero invece a criticare (e non solo Grillo) argomentando le loro tesi ed entrando nel merito delle questioni invece di insultare e manganellare,loro si,i parlamentari a 5 stelle,forse potrebbero anche nominare grandi nomi del giornalismo senza arrossire.
  • CATERINA C. Utente certificato 4 anni fa
    Bravo Grillo, pigliali per il c...lo!..." Foto non disponibile" ! Ah ah ah !
  • Raffaele Casetti 4 anni fa
    Vedo che cominciano a tornare sul blog i commenti "contro" in stile troll. Molto bene; significa che il movimento fa di nuovo paura ai professionisti della politica.
  • Ste Masca Utente certificato 4 anni fa
    Dopo centinaia, forse migliaia di di comizi nelle piazze, nelle strade e fra la gente... mai, dico mai, un atto violento... mai ! E ancora qualcuno è pronto ad accostare le parole "manganelli", "roghi", "violenza" al nome di Grillo o a M5S. Qua non si tratta di fare liste di buoni e cattivi, qua si tratta di ribellarsi a chi mente agli Italiani sapendo di mentire. Imperativo: smettere di comprare i loro quotidiani e di guardare le loro trasmissioni, togliere i finanziamenti pubblici !
  • elio v. Utente certificato 4 anni fa
    Grillo e il suo movimento hanno il record di insulti e diffamazioni ricevuti, compresi quelli gravissimi e infamanti diffusi dall’Unità, oggi più fogliaccio da gossip che organo di informazione politica. L’opinione non è condannabile; la calunnia, l’insulto sì. Quindi Grillo deve querelare subito giornalisti calunniatori e diffamatori e i complici che li sostengono anche nelle gerarchie degli Ordini chiedendo condanne al pagamento di milioni di euro (l’unica cosa che intimorisce loro e i loro editori!) e le pubbliche (pubblicate) scuse. Anche per questo siamo al 69mo posto per la libertà di informazione nel mondo alle spalle del Burundi e sarebbe opportuno che difensori del pluralismo editoriale come Articolo 21 (...Giulietti), il Fatto e tutti coloro che a parole si professano garanti della libera espressione si indignassero sinceramente prendendo posizione su queste mistificazioni e aberrazioni dell’informazione italiota, smettendo di considerare i concittadini come presenze da ignorare o spettatori casuali.
  • Simone90 P. Utente certificato 4 anni fa
    beppe, il miglior modo per rispondere a questi pseudo-giornalisti è ignorarli.
  • Giuseppe D. Utente certificato 4 anni fa
    Forza Grillo!!!Mettiamo in risalto le ipocrisie e le millanterie dei falsi giornalisti
  • Fabio r. 4 anni fa
    Adesso fanno i martiri .. troppo scontati, spolverando paragoni da cui dovrebbero tenersi alla larga... Boff.. Avanti il prossimo o la prossima
  • roberto fiaschi Utente certificato 4 anni fa
    certo anche i giornalisti se le cercano quante bugie scrivano,ecco i farei una legge apposta per giornali e televisioni che sono dei mezzi per informare il citadino,se il cittadino e' male informato di conseguenza sbagliera anche a votare ecco nella legge io scriverei chi dice bugie al popolo italiano va radiato e allontanato inmediatamente dal proprio lavoro di giornalista,io sono sicuro se ci fosse questa legge che e' chiara e semplice il popolo verebbe informato bene e poi sara lui a decidere secondo la sua coscienza.un saluto a beppe sei un grande...
  • stefano bonifazzi 4 anni fa
    Stato=Mafia=Rimborsi=giornali con rimborsi=giornalisti faziosi=è colpa di Grillo mafioso??????
  • Martino Tagliacollo 4 anni fa
    Giornalai non giornalisti. Stanno esaurendo gli argomenti, così scrivono cose che altri gli dettano. Cosa non si fa in questa Italia per leccare il padrone.
  • Massimo P. Utente certificato 4 anni fa
    e c'ha ragione,non è il modo
  • lucifero 4 anni fa
    Dopo la Reductio ad Hitlerum, siamo passati alla Reductio ad Provenzanum. Grazie Merlo ci riempi d'orgoglio, bellissimo poi il passaggio gratuito nei confronti della Lombardi(gran donna) e Crimi.
  • Fernando Caporilli 4 anni fa
    E il Sig Merlo scrive sul maggior quotidiano italiano. Lui, e il suo articolo sono semplicemente vergognosi. Il sig Merlo non sa il significato della parola GIORNALISTA!!!
  • paolo nogarotto 4 anni fa
    come non dare ragione a Grillo... Sicuramente avrete notato ccome un quotidiano economico .. Italia Oggi .. sia faziosamento contro il Movimento 5 Stelle .. benchè molte proposte del Movimento siano per una ripresa dell'Economia Italiana ... addirittura chiaman i Grillini .. GRILLITI .. i commenti sono più da bar che da persone con un minimo di titolo di studio .. Mi chiedo ... perchè gran parte del giornalisti italiani è caduta così in basso ... la risposta .. probabilmente sono tutti "TENGO FAMIGLIA" .. e quindi abituati a piegarsi su richiesta dei poteri forti ... TUTTI A CASA E SUBITO .. ORA COME NON MAI BISOGNA RIPARTIRE DA ZERO !!!
  • Igor - Utente certificato 4 anni fa
    I tempi cambiano e gli epiteti tornano indietro come boomerang,sarà la rivoluzione digitale chissà.
  • Riccardo D. Utente certificato 4 anni fa
    Merlo sei l'ennesima vergogna della tua categoria. Una categoria che andrebbe cancellata, siete capaci solo di scrivere, dietro compenso, falsità.
  • alvise fossa 4 anni fa
    CIAO BEPPE, SCUASAMI FRANCESCO,MA SEI PROPIO "VENDUTO",COME TUTTI GLI ALTRI ALVISE
  • Alfio antico 4 anni fa
    Ma questo merlo (di nome e di fatto) e' diventato giornalista a sua insaputa????
  • manuel vespignani 4 anni fa
    ma vai a scoreggiare nella nebbia
  • Ciro Cuciniello Utente certificato 4 anni fa
    Ma chist' è proprio scemo.
    • liliana gandolfo Utente certificato 4 anni fa
      Certo che per mangiare voi giornalisti, vi scagliereste anche contro le vostre madri!!!! Figuriamoci se non siete disposti a vendervi per "amore" dei vostri "portafogli politici". Siete disposti a rinnegare persino l'evidenza: c'è il popolo che si è schifato della politica corrotta e di voi lecca scarpe che la difendete. Grillo è l'unico che dà una mano al popolo oppresso e che ha il coraggio di andare avanti anche se non ci guadagna niente (non è in parlamento come gli altri mangia a ufo). Andate a lavarvi la coscienza se ancora ne avete una.
  • Maria Giuseppa Tripoli-Tripoli 4 anni fa
    Al solo pensiero che Merlo si metta allo stesso livello di grandi come Tobaci e Siani,ho la riprova che questa gente non abbia capito cosa sia il senso della misura.Che peccato.
  • giulio polli 4 anni fa
    Certamente il giornale serve per sapere le novità non solo in Italia, ma in tutto il mondo. Questi giornalisti, sono pagati dallo stato, diciamo da tutto il popolo Italiano se questi giornalisti non dicono la verità. questo giornale deve essere condannato senza verità anche lo stesso stato, potrebbe fallire, come quanto sta succedendo, essendo i giornalisti non anno dato le novità stava succedendo in tanti anni da loro il comando al governo, loro anno, fatto, e disfatto, come anno voluto i cittadini non avendo una giusta informazione, anno lasciato fare, questi due partiti se ne sono approfittato e si sono arricchiti alle spalle di chi onestamente, lavorando, anno mantenuto lo stato Italiano, soltanto con una buona informazione condannando questi malfattori solo così noi potremo ancora salvare l'Italia, ma| fino a quando abbiamo malfattori giornalisti pagato dallo stato al potere dei partiti. I cittadini non avendo una informazione giusta mai li potranno condannare con questo fatto degraderanno lo stato. quando lo stato sarà degradato, gente onesta soprattutto i lavoratori moriranno di fame.
  • alfredo f. Utente certificato 4 anni fa
    meglio che la foto del soggetto prezzolato non sia disponibile.... ci avrei sputato sopra sporcando il mio monitor
  • Flavio C 4 anni fa
    PER LA REDAZIONE DEL TG3 E REPUBBLICA CON LA RICHIESTA SPECIALE DI ESSERE CITATI E DI TRASMETTERE QUESTO DOCUMENTARIO (Anche una sintesi di 2 min va bene, grazie) "TRUMAN SHOW ITALIA 1994-2013" - (documentario ITA- 2013) www.youtube.com/watch?v=uQPWek1PI2g Anche nel 2013 Freedom House e Reporters Sans Frontieres) escludono l'Italia dai paesi occidentali ("Free") catalogandola come "Partly free" (parzialmente libera) in ulteriore perdita di posizioni al 68° posto tra la Guyana e il Benin L'80 % dei principali giornali e telegiornali italiani è direttamente o indirettamente dipendente da finanziamenti governativi e/o partiti politici. Più del 50 % dei palinsesti TV italiani (canali nazionali DTT in chiaro includendo i suoi uomini in RAI) sono riconducibili direttamente o indirettamente e/o graditi al capo di un unico partito politico Diffondetelo, grazie
  • Dario Lumiella 4 anni fa
    Ma che giornalista!!!! Vergognati!!!! Spero davvero che il m5s riesca a far eliminare le sovvenzioni ai giornali, almeno la gentaglia come te rimarrà disoccupata! Fai davvero schifo!!!!! Vergognati testa di .....!!!!
    • Ringo Biker 4 anni fa
      E pur vero che i pezzi giornalistici devono essere corretti dal caporedattore ecc. quindi l'articolo rispecchia la filosofia della testata (PD) ciao!!
  • Jorge Corona Utente certificato 4 anni fa
    Ti metti sullo stesso piano di Pippo Fava? Dicendo che Grillo ti vuole mettere alla gogna? Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Vergogna! Ed ancora Vergogna!!!!
  • Nicola Spadavecchia Utente certificato 4 anni fa
    Come si permettono questi giornalisti a parlare di camorra e mafia...... vuoi vedere che i camorristi ed i mafiosi siamo noi....
  • Fabio Tumolo 4 anni fa
    Merlo se garantito il posto con questo articolo, che eroe....non diamo piu' soldi a queste specie di giornali da cesso, paragoni del genere sono una vergogna, ha dato a tutti dei mafiosi, camorristi, fascisti, non solo a peppe.Noi siamo gente normale che vuole una vera democrazia.
  • Vittorio spina 4 anni fa
    Prima parlavate come i qualunquisti di Giannino ora come i fascistelli di un giovane mussolini. Che bel gruppo dimmerda che ha tirato su beppone! Bravi coglioni
    • Ugo P. Utente certificato 4 anni fa
      quello che vuoi, ma lo schifo che fai tu, comunque, non si batte
    • Al. P. Utente certificato 4 anni fa
      Su, vai al gazebo, che il pd ha bisogno dei tuoi due euro. LOL
    • alfonso 4 anni fa
      Saremmo pure di m... come dici tu ma consapevoli che un giorno sparirete tutti!
    • Nicola Spadavecchia Utente certificato 4 anni fa
      sareme dei colglioni ,,ma consapevoli che voi avete fatto , fate e farete sempre schifo
  • Ugo P. Utente certificato 4 anni fa
    Di mafiosi siete rimasti voi; voi e quelli che vi pagano con i nostri soldi. Che Dio vi fulmini e stramaledica!
  • salvatore carboni 4 anni fa
    Al posto della "Foto non disponibile" io ci metterei : una testa con la forma del minchione (moscio!!).
  • almo tritarelli 4 anni fa
    Ma quale violenza,con voi servi del sistema,basta lo sputtanamento,delle colossali pernacchie,lo sberleffo,solo una colossale risata vi seppellirà.Siete ridicoli,non avete nessuna autorità,siete solo dei leccaculi,con voi basta lo sputtanamento,la violenza è la vostra,non ve ne accorgete nemmeno,ma voi siete i veri violenti,ma le persone inconsapevoli,non sanno quello che fanno,io ho solo compassione di voi,leccare i culi,non è certamente piacevole.
  • Cico V. Utente certificato 4 anni fa
    Guardate che non si può sottovalutare la campagna di discredito in atto contro il m5s perché chi non usa il web sente solo la loro versione e molti credono a loro. Bisogna sbugiardarli nella maniera piú eclatante possibile.
  • Giorgio Cigolotti Utente certificato 4 anni fa
    Questo pezzente si occupi delle porcate e dei morti di de benedetti.
  • nicolò scramuzza 4 anni fa
    Il Sig. Merlo è uno dei protagonisti della conflittualità virtuale, quella che si pratica in televisione, con un editoriale, con una linea che può dire tutto il male possibile di un avversario. E poi finisce tutto lì. Il suddetto ha citato Nomi di suoi colleghi che hanno subito le conseguenze di un clima di scontro reale e pur continuavano a scrivere quello che pensavano. Il giornalista Merlo invece mette le mani avanti, sigg: io o quelli come me possono scrivere quello che vogliono, attaccare in modo strumentale quelli che vengono considerati avversari da abbattere ad ogno costo. Però non è che poi questo equilibrio di sistema possa essere superato. La differenza tra Tobagi, Montanelli ed altri ed il Sig. Merlo sta proprio nell'approccio del reazionario che rivendica democrazia, paventando che questo clima che lui definisce terrorista, mafioso ect. non gli consenta più di infangare e oltraggiare alcuni, senza metterci quel po di "palle" che gli onesti intelluatelmente hanno come geni fondamentali nell'esprimere liberamente le loro opinioni.
  • gerardo g. Utente certificato 4 anni fa
    Certo, io credo che questo Merlo, quando parla di burattinai abbia proprio sbagliato soggetto, sarebbero i parlamentari 5 stelle ad assere manovrati? e l'informazione sponsorizzata dallo stato ed i giornalisti che negano la domanda su renzi che è un condannato, quelli cosa sono? ma facci il piacere Merlo, stai zitto!! e levati di culo, il popolo non ne puo' piu' di questi rinverginati!!
  • nonsenepuodavveropiu 4 anni fa
    Ha scritto quello che doveva, adesso può tranquillamente tornare a prendere direttive dal suo editore di riferimento per il prossimo fondo. Autoreferenziali, si scrivono addosso.
  • Carmine s. Utente certificato 4 anni fa
    MERLO..." Certo anche io sono un giornalista e non mi fa piacere che già domani potrei essere esposto (ancora una volta) alla gogna..." GIORNALISTA SI DIVENTA "RACCONTANDO" I FATTI NELLA SUA REALTA', DAL PUNTO DI VISTA DI CHI SCRIVE E' VERO, MA SEMPRE ORIENTATI ALLA REALTA' E SENZA PARTIGIANERIA, APERTI ALLE CRITICHE DI CHI LEGGE, FOSS'ANCHE VENISSE PUBBLICATA LA FOTO. MA QUALE GOGNA, CARO MERLO, IL FATTO E' CHE ABBIAMO PIENE LE PALLE DI GIORNALISTI COME LEI PERCHE' SUL LIBRO PAGA DI NOI CITTADINI, MAI ASSERVITI AL POPOLO, MA AGLI EDITORI. COARO MERLO, PROMUOVA UNA CAMPAGNA CONTRO IL FINANZIAMENTO PUBBLICO ALLA EDITORIA, SUL GIORNALE CUI OGGI SCRIVE (SE NON LA LICENZIANO) FORSE POTRà RIOTTENERE (SE MAI L'HA AVUTO) UN POCHINO DI FIDUCIA ELA CONSIDERAZIONE DI NON APPARTENENRE AI PENNIVENDOLI. SI SBRIGHI A FARLO, IL TEMPO GIOCA CONTRO DI LEI, LASCI PERDERE GOGNE E QUANTO ALTRO.
  • Cico V. Utente certificato 4 anni fa mostra
    Finchè i giornalisti diffondono menzogne spudoratamente sul m5s io sono favorevole a qualsiasi vendetta,anche l'impalamento su pubblica piazza,perché l'informazione è troppo importante per essere distorta.
  • walter p. 4 anni fa
    Adesso che ti sei messo in vetrina cerca di essere un vero giornalista e non un giornalaio come tanti tuoi coetanei, detto questo non hai nulla da temere. Noi siamo brava gente vogliamo solo la VERITA'.
  • salvatore carboni 4 anni fa
    Per me Grillo non è contro i giornalisti ma contro i pennivendoli si. Per essere giornalisti, caro Merlo, non basta essere iscritti nell'elenco della categoria, o scrivere in un giornale, la discriminante principale è quella di non essere faziosi e scrivere le con chiarezza la verità in modo imparziale. Accostare Grillo alla mafia, ai terroristi ed ai fascisti è solo un boomerang di merda che cola! Buon lavoro Merlo e.. Occhio alla merda che torna!!!
  • ZARIF H. Utente certificato 4 anni fa
    Abbiamo contro anche la casta dei giornaisti,(pseudo-giornalisti) oltre quella dei politici.Ed è un onore per noi.Significa che stiamo sulla giusta strada.Avanti cosi,senza compromessi e senza guardare in faccia nessuno.Hanno paura di noi non perchè "terroristi" ma per le nostre giuste battaglie,per le nostre verità.
  • Mirko Martinez Bazan Utente certificato 4 anni fa
    Premetto che le frasi denigratorie e di cattivo costume le ripudio, ma non siamo nel 200 dove vige la legge occhio per occhio e dente per dente, io sinceramente (come altri) mi sento superiore a questi attacchi, ma non li lascerei per nulla correre vi spiego la mia idea, cambierei la rubrica, mettendo la premessa che gli articoli selezionati siano di quotidiani che hanno un tot vendite o un tot visite, senza riportare il titolo e ne il nome dell'autore "giornalista" quindi utilizzando l'anonimato, si riportano solo le frasi denigratorie, e accanto si mettono delle notizie del moVimento (es Caro Giornalista, oggi la BBC è stata aperta parlando di un intervento di un nostro parlamentare del moVimento con il titolo di "An Italian representative gives a refreshing tool for a new European model", perché oltre le falsità di bassa lega non mette anche questo?). Così i giornalisti non possono sputtanare (tanto), perché non attacchi nessuna persona ma combatti un sistema marcio ed in più fai informazione.
    • luigi randaccio 4 anni fa
      Lei ha perfettamente ragione, ma a volte bisogna anche far capire che scrivere su un giornale non è solo far pubblicare venti righe sparando le prime cazate che ti vengono in mente non per criticare ma per denigrare, delegittimare e ditruggere mediaticamente il prossimo e poi tornare indisturbati nell'anonimità,(modo di scrivere che per altro si è trasferito su internet ma lasciamo stare)ogni tanto bisogna anche metterci la faccia e avere il coraggio delle proprie parole. Questa persona ha scritto cose gravissime, non è politica, è neanche una critica, ma pura e semplice diffamazione..se non giuricamente almeno mediaticamente dovrà rispondere o no delle sue parole?
  • fabrizio.g 4 anni fa
    grillo devi continuare la tua battaglia contro il finanziamento ai giornali alcuni perdono tantissimi elettori o addiritura diventano clandestini perche' non li legge piu' nessuno. a questa gente gli rode che grillo fa quello che dice che non si allea con nessuno , invece il il pd pdl prendono in giro i loro elettori ma sempre di meno. repubblica aveva fatto dell'antiberlusconismo la propria fortuna poi si e ' dedita alle larghe intese andare a prendere berlinguer moro per paragonare pd e pdl invece di vedere perche' il pd ha perso tantissimi elettori , invece di prendersela con la loro politica moderata caro cuperlo dove eri quando si facevano le leggi fascistissime DELLA RIFORMA DELLE PENSIONI GETTANDO NELLO SCONFORTO MIGLIAIA E MIGLIAIA DI PENSIONANDI, CHE CON 38 , 39 40 ANNI NON POSSONO ANDARE IN PENSIONE SI RENDE CONTO CUPERLO PARLA DI PATRIMONIALE PERCHE' NON LO HA RICORDATO A BERSANI , A D'ALEMA , A FRANCESHINI ma no COSI SI ALLONTANAVA IL VOTO MODERATO MA AVETE DISTRUTTO TUTTI I PARTITI CHE SI SONO ALLEATI CON VOI I VERDI , RIF COM,INGROIA, DI PIETRO FATE COME L'AMANTIDE RELIGIOSA CHE PRIMA FA L'AMORE CON IL MASCHIO POI LA DIVORA. PER NON PARLARE DELLA RAI A ME DEL PD NON ME NE FREGA NIENTE MA IL TG3 RAI NEWS GIA' SI PUO' VEDERE RISPECCHIANO LE CORRENTI DEI PARTITI E POI IL SIG MERLO PARLA DI RAI CHE DEVE ESSERE LIBERA DAI PARTITI MA QUALI LIBERA DI SPUTTANARE IL M5S CERTAMENTE. ieri c'era un giornalista capo dei cronisti a rai news che criticava grillo perche' aveva pubblicata la foto della giornalista , ma non sapeva che quella foto e la stessa mi sembra che mette l'unita on line su tutti i suoi collaboratori. le vostre critiche in sostanza sono pretestuose solo perche' il m5s non si e' alleato con il vostro pseudo partito di sinistra e grillo la promessa devi continuarla a mantenere niente alleanze con nessuno ciao.
  • antonella b. Utente certificato 4 anni fa
    Evidentemente questo " signore " voleva farsi bello agli occhi di qualcuno... Eggià, siamo in campagna elettorale...
  • sandro t. Utente certificato 4 anni fa
    e vai francesco!!! finalmente anche per te un pò di notorietà.
  • Antonio De Angelis 4 anni fa
    Scrivere su un giornale o parlare alla tv non è sufficiente per definirsi "giornalisti". Un giornalista dovrebbe riportare dei fatti oggettivi e non fornire delle versioni alterate dei fatti dove, quando non è spudoratamente esplicita, vi è nascosto tra la righe il tentativo di far prendere al lettore una posizione a priori e in modo del tutto superficiale "pro o contro" qualcosa. Siamo nel 2013 (quasi 14) sarebbe davvero ora che chi vorrebbe fare il "giornalista" iniziasse a svolgere un servizio AUTENTICO a chi legge o ascolta la tv. Il servizio autentico consisterebbe nel fornire delle PANORAMICHE OGGETTIVE riportando fatti REALI e sostanziali, non dei pettegolezzi sensazionalistici. Chi tra i vari "giornalisti" ha riportato, ad esempio, che il M5s, oltre alle varie "battaglie" politiche sta cercando "essenzialmente" di gettare le basi per uno STILE DI VITA DIVERSO, in grado di restituire DIGNITA' alle persone? In quanti hanno riportato questo semplice fatto? Il riportarlo non sarebbe fare "cronaca" o giornalismo che dir si voglia, non sarebbe riportare i fatti così come sono? Ma non lo ha fatto nessuno. Pertanto, questi signori non sono "giornalisti", lo sono solo di nome ma non di fatto. E' del tutto lecito dire che dovrebbero cambiare mestiere, in quanto hanno dimostrato sul campo di non essere in grado, forse per malafede, o forse, più semplicemente per mancanza di capacità, di fare i giornalisti. Hanno dimostrato di non essere in grado di fornire alla popolazione, alla gente, una informazione a 360°, chiara e limpida di ciò che sta succedendo in Italia col M5s e nel resto del mondo con gli altri Movimenti che condividono ideali simili. O non ne sono stati in grado perchè non li comprendono, oppure perchè non ci "arrivano" intellettualmente, oppure, di proposito, distorcono o nascondono le notizie: in entrambi i casi dovrebbero cambiare mestiere. Del tutto lecito dirlo e riba-dirlo: è ora che cambino mestiere. Saluti.
  • LuigiVis 4 anni fa
    Se come giornalista non ti accorgi che è in atto un cambiamento, partito proprio da un diverso accesso all'informazione, butta male. Difendi pure l'operato della disinformazione, utilizza pure le tecniche più becere ed abusate per insultare ed inibire l'avversario. Non durerà molto, perchè il monopolio della (presunta) verità è agli sgoccioli. La pacchia è finita.
    • Gianluca Giliberti 4 anni fa
      Come si fa a giustificare ancora i fautori della disinformazione che in italia hanno l'ardire di definirsi giornalisti? Solo un cieco, ad esempio, non vede come tutte le testate giornalistiche abbiano fatto campagna elettorale per Renzi e come allo stesso modo omettano d'informarci sulla protesta di domani. Basta leggere i dati sulla libertà d'informazione in italia per capire quanto sia condivisibile la battaglia di Grillo contro l'informazione di regime. Siamo tutti con te Beppe, non mollare!!!
  • antonino corona 4 anni fa
    siamo alle solite ,tutti contro il m5s,la troppa onesta' il far sapere al popolo come stanno le cose fa male a tuti quelli che finora anno rubato anno deprerdato,alle notizie dei giornali e telegiornali distorte e camuffate,adesso basta avete finito andatevene a lavorare xche' la verita' sta solo in questo movimento di onesta.sempre e poi sempre M5S.
  • GIOVANNI I. Utente certificato 4 anni fa
    caro giornalista , se io sono arrivato a pensare che siete la melma dei giornalisti europei , non è che me lo ha detto Grillo. Sono anni ormai che sento parlare l'informazione nazionale di fatti di cronaca portati all'esasperazione. Si fanno trasmissioni di ore per parlare di storie di omicidi che purtroppo capitano in tutto il mondo. Io sento parlare un qualsiasi deputato del M5s , che con atti alla mano informano sullo spreco della tav,informano sullo spreco della rai, informano sugli sprechi della politica, informano la gente di cose che dei veri giornalisti dovrebbero fare. Voi giornalisti avete una miriade di informazioni tutte importantissime da scrivere , notizie da premi pullizer, invece avete svenduto la vostra credibilità , SIAMO SOTTO DITTATURA SPACCIATA DA DEMOCRAZIA . I giornalisti morti per una vera informazione , stanno rivoltandosi nelle bare dato che il loro sacrificio è stato vano.
  • Ramy Al Zuhouri 4 anni fa
    Francesco Merlo sta dimostrando che non gradisce la più minima libertà di informazione. Il blog di Grillo si limita a riportare eventi e notizie, senza mettere in gogna nessuno, e senza istigare alla violenza. Evidentemente se per lui fare informazione significa mettere alla gogna i giornalisti come lui, significa che ha la coscienza sporca e che ha molto da nascondere. Ma per fortuna essendo l' Italia una democrazia, i suoi intenti dispotici non avranno successo, e Grillo potrà continuare a scrivere e ad esprimersi liberamente. PS: Bisogna ripagare con la stessa moneta. Chi denigra merita di essere denigrato.
  • Massimo Lafranconi Utente certificato 4 anni fa
    Chissà dov’era Enrico Letta quando i suoi amici Ds chiedevano la cacciata dall’Unità di un giornalista (uno a caso) e ottenevano quella dei direttori Colombo e Padellaro che avevano avuto il torto di resuscitare quel giornale: la stessa Unità dove lavora la Oppo (con la differenza che Grillo dall’Unità non può fortunatamente cacciare nessuno, così come da nessun altro giornale: i vertici Ds sì). Chissà dov’erano Letta jr. e la Boldrini quando l’attuale viceministro De Luca (Pd) insultò e minacciò un giornalista (il solito) in un incontro elettorale alla presenza di Bersani, augurandosi di “incontrarlo di notte al buio” (venendo poi condannato in tribunale per diffamazione: notizia censurata dal 100 per cento della libera stampa). E chissà dove pascolavano i vertici dell’Ordine e della Federazione della stampa quando Cicchitto, in piena Camera (non su un blog), additava quel giornalista (sempre lo stesso) come “terrorista” e “mandante morale” dell’attentato a Berlusconi col lancio di un souvenir in faccia. E chissà dove cinguettava Francesco Merlo (che ora su Repubblica paragona Grillo ai killer di Walter Tobagi, di Pippo Fava e di Giancarlo Siani) un mesetto fa, quando il neostatista Alfano chiese al padron Silvio la cacciata di Sallusti dal G i o rnale perché si era permesso di attaccarlo. La verità è che tutti questi indignati a scoppio ritardato insulterebbero Grillo anche se non avesse mai minacciato un solo giornalista. Infatti lo insultavano anche prima che lo facesse, da quando iniziò a disturbare il loro piccolo mondo antico. Non ce l’hanno con i suoi tanti errori ed eccessi. Ce l’hanno con l’unico suo merito. (Marco Travaglio)
  • FABRIZIO FUOCHI 4 anni fa
    porello sig merlo le ricordo che noi siamo già manganellati oliati e terroristicizzati da decenni e grazie anche al suo contributo o forse alla sua non penna non ci ha informato di tante cose e continua a non farlo forse il terrorista è proprio lei
  • Andrea Caroli (elettrociccio) Utente certificato 4 anni fa
    Forte.....già da come scrivi non dovresti fare il giornalista (o meglio, il raccontaballe). "ma", "però", "tuttavia" sono congiunzioni coordinante avversative, è da totali ignoranti usarle per affrontare un altro argomento a conferma del precedente!!!! Vedo che non finite di fare il processo alle intenzioni, nella vostra immensa banalità vedete delle similitudini estremamente superficiali, eliminando tutti i contesti (propositi e dimostrazioni concrete di vera democrazia e onesta) che fornirebbero un'idea del tutto opposta! Praticamente, signor...Merlo, lei sta accusando Grillo di essere un futuro terrosrista, camorrista e mafioso.....VERGOGNA!!! Siete voi giornalisti che in larga maggioranza difendete certi personaggi e lo fate da diversi decenni peggiorando di anno in anno!!!
  • Sandro Boselli (boselli.m5s) Utente certificato 4 anni fa
    E IO dovrei pensare che non sia un ...merlo prezzolato?
  • Toto A. Utente certificato 4 anni fa
    FRANCESCO MERLO !!!!! Inizia a darti da fare a cercati un lavoro, fra un pò sarai senza e anche tu dovrai sostenerti con il reddito di cittadinanza. P.S.: Se ti mandassi un pò AFFANCULO ???? non offenderti. Cordialità
  • Paolo Chiro 4 anni fa
    REPORTERS SANS FRONTIERES dalla classifica libertà di stampa nel mondo: . . BURKINA FASO - 46° posto . . ITALIA - 57° posto http://rsfitalia.org/classifica-mondiale-della-liberta-di-stampa-2013/classifica-liberta-di-stampa-2013-tabella-con-i-179-paesi/ MI PARE NON CI SIA BISOGNO DI AGGIUNGERE ALTRO P.S. ah Merlonon è magari che vi rode che questi mafiosicamorristiterroristi vi toglieranno i contributi pubblici all'editoria? sai.. così... per dirne una
    • Andrea Caroli (elettrociccio) Utente certificato 4 anni fa
      Come per tutto il resto, probabilmente diranno che siamo al 57° posto per colpa di Grillo......sai, la responsabilità "all'italiana"!! ;)
  • Attilio Disario Utente certificato 4 anni fa
    Obiettivi sensibili? Tutta da ridere questa prospera . Giornalista è diverso da essere servi.
  • Rita L. Utente certificato 4 anni fa
    Il poveretto sta cercando il suo quarto d'ora di celebrità sul blog altrimenti chi se lo fila uno che scrive così? Ahahahaha, terroristi, camorristi e pure mafiosi...ahahahahah...Io non me la prendo per questa robaccia io ci rido sonoramente sopra ...ahahahah.
  • Monica C. Utente certificato 4 anni fa
    la maggior parte di voi giornalisti , con i vostri articoli "faziosi" e spesso falsi, dal mio punto di vista, andrebbe querelata ogni giorno. State facendo "cartello" per screditare l'unica realtà politica che si sforza, con grande dedizione, preparazione e competenza, di ricostruire questo Paese. Avete il terrore di perdere tutti i privilegi "immeritati" che, nei decenni, i vari governi vi hanno concesso e che oggi il M5S vi vuole togliere per rendervi uguali a tutte le altre imprese dove, ogni imprenditore, se fa bene lavora e guadagna se non fa bene chiude e non viene di certo "foraggiato" dallo Stato tramite le tasse pagate dai contribuenti ! Siete una vergogna immensa e MI AUGURO che facciate la fine di tutte le imprese che oggi sono costrette a chiudere per colpa dello Stato ! La responsabilità sociale che dovreste avere nel fare Corretta e Onesta informazione è ormai un miraggio. Non ci può essere informazione LIBERA quando a garantire la vostra sopravvivenza è la politica. Giornalisti: Vergognatevi tutti e si VERGOGNI in prima persona Lei Francesco Merlo. BEPPE, per favore: querela l'"ominicchio" Francesco merlo !!!
  • Giuseppe paolillo 4 anni fa
    Sig. Giornalista il vero sfascista e populista e' lei e quelli che scrivono le cose come le sue. Fino a prova contraria mai si è verificato un che minimo atto di violenza riferibile a GRILLO o al M5S, semmai il contrario. Questo sistema a lei sta bene e si percepisce chiaramente.
  • Vincenzo Ross0 4 anni fa
    Se la suonano e se la cantano, sono gli stessi che scrivono di un ipotetico asse M5S-fi. Sventolano lo spauracchio fascista come quando davano per certo che i comunisti mangiassero i bambini, forti di un popolo pecorone e pavidi, leggo pochissimo questo blog ma seguo passo passo i parlamentari 5Stelle, le loro azioni in parlamento e sono fiero di essere parte di questo Movimeno, non me ne voglia Grillo che Mi ha avvicinato a questa realtà ma a me non serve più il blog, ormai è territorio di troll, giornalisti e antigrillini in cerca di una parola, una frase, una foto per urlare al fascismo, al terrorismo o al comunismo.
  • Luca M. Utente certificato 4 anni fa
    queste sono persone cattive e che lavorano sempre a favore del sistema e non dell'informazione!!per favore quando cominciano le denunce per diffamazione????????e daiiiiiiiiiiii!!!! p.s. ricordo che potete leggere l'articolo del fatto quotidiano di travaglio che si associa a Grillo ne al M5S!!!!e che in usa e altrove spesso si segnalano gli articoli e i giornalisti tendenziosi,faziosi e diuffamatori!!!si tratta di civiltà,visto poi che la stampa gode di soldi pubblici!!!!!!!!
  • Lorenzo Loiudice 4 anni fa
    Vai a c......!!!
  • Carmelo T. Utente certificato 4 anni fa
    Incredibile la quantità di supposizioni in questo articolo del giornalista(o presunto tale)F. Merlo. Vorrei solo ricordare quanto sia importante, ai fini della pura informazione,per un giornalista professionista e serio, comunicare alla grandi masse NOTIZIE vere e non idee proprie e supposizioni cosi astratte!! Ma il Merlo dove ha passato questi ultimi venti anni, era forse in letargo? Si è forse espresso per la prova di "democrazia" suggerita dal monarca Re giorgio?
  • Emanuele Cecconello Utente certificato 4 anni fa
    ma questa gente bisognerebbe fargli un tso, i giornalisti dovrebbero limitarsi a fare la cronaca dei fatti reali. Io non voglio più che questa gente venga pagata con i soldi delle mie tasse per fare propaganda politica non ne posso più!
  • Ileana B Utente certificato 4 anni fa
    caro Grillo, ti costa tanto capire che stiamo passando dalla parte del torto? Le critiche a questo tipo di "giornalismo" (che non è tale, è solo opinione, propaganda) sono legittime. Scatenare una guerra persona per persona a chi critica però no. Io inoltre non ho nessuna voglia di essere associata a chi, credendo di sostenere il movimento, ricopre di insulti queste persone. A chi giova tutto questo? A LORO, gli stai dando materiale per cui scrivere ancora e ancora. Per favore, ascolta
    • Ileana B Utente certificato 4 anni fa
      Guarda, anche io capisco la rabbia e la frustrazione. Sono LEGITTIME. E capisco che ormai molti di noi sono stanchi e stufi di chiedere repliche , di rispondere con link e argomentazioni. è come lottare contro i mulini a vento. Capisco che il limite della diffamazione sia superato. Però ripeto: così si passa dalla parte del torto. Grazie e buona giornata anche a te
    • Flora Linea Utente certificato 4 anni fa
      Hai ragione. Sono d´accordo con te nonostante io ritenga che quegli e molti altri articoli siano veramente irritanti, fuorvianti e menzogneri. Ma questa è libertà di stampa e nessuno mi costringe a leggerli. Buona giornata.
  • Laura Salvadori 4 anni fa
    O è cretino o è in malafede. O lo fa a gratis o a pagamento. In tutti i casi non ci fa una bella figura. Un tempo gli scrittori, i giornalisti, gli intellettuali in genere, avevano lo scopo nobile di promuovere la cultura delle classi più umili. Questi le manipolano, e ne coltivano gli istinti più deteriori.
  • Luca F. Utente certificato 4 anni fa
    la libertà di critica non corrisponde alla libertà di disinformare. questi servi dei partiti dovrebbero trovare la dignità per capirlo prima o poi!!!
  • Antonio Caracciolo 4 anni fa
    Questo Tizio non è nuovo... Me ne ero occupato, per il semplice fatto che avevo messo in evidenza i suoi attacchi al Movimento. Nessuna deontologia, ma semplice partigianeria. Segnalandone la penna, non avevo certo pensato alle cose che lui qui dice... E le dice ben sapendo di dire cose non vere sperando di erodere in questo modo il consenso sul Movimento. Nessuno che avesse in mente di fare le cose che lui insinua, certamente criminali, verrebbe a dirglielo in anticipo: le si fa e non si dice. Vorrebbe campare di rendita su qualche uovo marcio... Dunque, ancora una volta questi signori, che sono organici al regime, insistono nella denigrazione di un Movimento che va fiero di essere anti-regime e di voler togliere i finanziamenti pubblici a giornalisti come quello in oggetto, signori che non fanno per nulla informazione. Sono convinti costoro di poter agire ed "influenzare" quegli incauti che ancora comprano il giornale in edicola e pensano di essersi comprati la Verità. Con testuali parole ricordo di aver sentito S. che parlava di lettori che venivano "influenzati" da "Repubblica" e che quindi questo era una sorta di partito, di cui tanto valeva servirsi, non per informare, dando informazione sui "fatti", separati dalle opinioni del giornalista, ma per "influenzare", orientare, subornare, determinare i fessi... Questi signori credono di essere titolati ad emettere il giudizio di Dio su Beppe Grillo e sui dieci milioni di persone che hanno votato il Movimento, o su chiunque. Credono di aver titolo di far passare l'esame o al contrario bocciare chiunque. Credono fermamente di avere questo diritto e che questo sia il loro compito. Lo credono profondamente e non immaginano che uno dei tanti interpellati possa loro dire: "ma chi c... sei?". Ma chi ti credi di essere? Ma come ti permetti? Sono abituati a colpire nel silenzio delle loro vittime, che se sono singoli privati possono al massimo mandare una lettera che NON viene pubblicata, ma se sono in tanti... Beh!
  • rossella chiarugi 4 anni fa
    Merlo,di sgrammaticato se permetti,c'è solo qualcosina,o almeno a me pare,nel tuo tendenzioso articolo. Dare del terrorista o pseudo tale a Grillo mi sembra una visione storica limitata. Se avesse voluto mettersi contro quello che il suo concittadino "De Andrè" chiamava ironocamente l'ordine costituito,avrebbe già messo in piedi da tempo una rivoluzione non so di quale portata;tanto è il malcontento. State sereni che fra poche ore avrete,considerazioni personali,risuscitato la Balena Bianco Rossa.
  • ETTORE L. Utente certificato 4 anni fa
    E' chiaro che la libertà di stampa non si discute. Ognuno, e perciò anche qualunque giornalista, ha il diritto di dire quello che vuole. In virtu' di questo principio però, siccome tutti sappiamo leggere tra le righe, chiunque si accorge del fine di screditamento, svolto in modo più o meno elegante o rozzo, a cui ogni scritto vuol giungere ha il diritto in egual misura di evidenziarlo con forza con eguale eleganza o rozzezza.
  • Massimo Lafranconi Utente certificato 4 anni fa
    Grazie per aver pubblicato questo articolo di puro delirio e ignobile diffamazione, basta riportare asciuttamente quello che scrivono servi di De Benedetti come il signor Francesco Merlo, per delegittimare completamente un giornale come Repubblica compresi, purtroppo per loro, anche i giornalisti onesti e seri che non dubitiamo siano la maggioranza. Gente come Merlo sputtana e delegittima l'intera categoria, esporli al pubblico ludibrio, sempre avendo cura di farlo in chiave satirica, è un ottimo lavoro perchè così gli facciamo scavare la fossa con le loro stesse mani. Io avrei titolato qualcosa di più pesante, chiaramente in chiave ironica, tipo: "Grillo apprendista mafioso", ma capisco che alzare ulteriormnte i toni adesso forse non è il caso. ps: "Foto non disponibile" comunque è fantastico!
  • Luigi Pasquale 4 anni fa
    La verita' e' che il diritto di critica ormai e' negato mentre e' concesso quello di offendere e diffamare.
  • Michele Borrielli 4 anni fa
    PER LA REDAZIONE DEL SITO SEGNALO CHE: 1) IL TITOLO DEL POST NON E' COMPRENSIBILE, PROBABILMENTE PERALTRO LO SI CAPISCE AL CONTRARIO DELLE INTENZIONI DEL SUO AUTORE 2) NON E' VISIBILE L'IMMAGINE
  • fabio di giacomo Utente certificato 4 anni fa
    la solita solfa.le critiche,anche pesanti e a volte gratuite al movimento si possono fare,ma non criticate il giornalista con l'animo di "Swarovski"o altrimenti diventera' un martire,perseguitato e demonizzato.Fate bene il vostro lavoro e nessuno critichera' il vostro operato,ma sopratutto...Lavorate!
  • Biagio I. Utente certificato 4 anni fa
    Non si preoccupi ,non si dia delle arie, Lei non è tanto importante. Si debbono preoccupare i cittadini 5 stelle in parlamento dove sono costretti a difendersi da aggressioni ,oltre che verbali , anche fisiche come ampiamente dimostrato. Purtroppo la colpa non è del giornalista o del giornalismo in generale , ma dal danaro che gira intorno all'editoria. Tutti sappiamo che l'editoria viene "dopata" con iniezioni di danaro pubblico elargito dal governo.....ciò rende i giornali in qualche modo servili al potere che li sfama. Sia ben chiaro , probabilmente nessun politico dirà chiaro e tondo cosa uno deve o non deve scrivere , ma.....ma se il politico elargisce lauti finanziamenti non ha necessità di chiedere nulla...è tacito l'asservimento , dopotutto non si morde la mano che ci dà da mangiare, giusto? Moltissimi di voi fanno violenza gratuita al Movimento 5 stelle semplicemente "ipotizzando" "teorizzando" su fatti o misfatti di questo o di quello , ma mai e sottolineo mai concludendo nulla di fatto..molti di voi non possono definirsi manco giornalisti , ma "calunniatori seriali".....questo è legittimo farlo? Non esistono liste di proscrizione se non nella mente colpevole di chi sa di essere solo un vuoto calunniatore . Qui semplicemente e liberamente ogni cittadino mette in evidenza la calunnia subita , niente di più...una volta si facevano le raccolte delle figurine dei giocatori.....oggi degli articoli giornalistici.....è proscrizione fare raccolte di articoli giornalistici?e nel periodo di internet dove si condivide tutto sui social network , anche quando vai al cesso o mentre fai sesso...che senso ha il termine "lista di proscrizione"?? io condivido tutto , voglio condividere con i miei amici un articolo che mi è piaciuto tantissimo : questa è proscrizione?? avete una coscienza così sporca che ormai avete paura di voi stessi.
  • Ius Gravitas () Utente certificato 4 anni fa
    Il confusionismo mentale di questo ciarlatano è sconcertante. Non ha neanche il pudore di riconoscere che non capisce nulla della realtà che lo circondanda. Un masticcio mentale incredibile. Gli sarà stato commissionato dalla 1° tessera del Pd-l, da buon ventriloquo al soldo di partito.
  • Marzio Caporossi 4 anni fa
    Ma possibile che anche quando ormai siete stati tutti scoperti e che tutti sanno cosa fate o meglio quello che non fate, che ormai non vi potete più nascondere ne appoggiare a vicenda, destra e sinistra, non avete più un minimo di coscenza o di amor proprio per ammettere che è ora di finirla e di accontentarvi, per modo di dire perché con tutto quello che vi siete preso ci campano almeno 10 famiglie per 10 anni, di quello che vi siete preso...vergognatevi. Ma se un Dio c'è sarà lui a pensare a voi anche se siete atei o meglio vi fa comodo esserlo per non avere coscenza alcuna. Di nuovo vergognatevi:unica parola che meritate.
  • Roberto ronci 4 anni fa
    da italiano che certo non si può dichiarare completamente onesto perché anch'io nella mia vita ho dovuto accettare alcuni compromessi pensavo fosse normale e non capivo che ci rubavano il futuro non voglio con questo fare il santarellino! ma solo dare un giudizio a questo commento che dalla mia esperienza sembra solo pieno di paura nei nostri cofronti : paura di vedere un popolo che alza la testa e dice basta (in piazza) e non con le armi ma con il cuore e la ragione .
  • Paolo G. Utente certificato 4 anni fa
    Personalmente ritengo inutile attaccare questi finti giornalisti che hanno trovato un posto comodo in cui scrivere le proprie idiozie. Il motivo è semplice,poiché sappiamo benissimo che sono parte del sistema e che il sistema alimenta con i fondi pubblici, non facciamo che dare adito al loro vittimismo ipocrita. Non che riprendere un articolo di giornale sia chissà quale manovra violenta, solo una mente malata può giungere a tale conclusione. Ma a chi infama con tale leggerezza, chiunque sia, usando parole come terrorista, camorrista, mafioso, ecc, rispondo che questo è il sistema con cui i regimi dittatoriali cercano di deligittimare una giusta opposizione nel paese. Allora chi è più vicino ad un regime fascista? Un sitema mediatico filogovernativo, vero manganello della partitocrazia, o un blog che non prende un euro dei fondi pubblici che la stampa usa per sopprimere l'opinione pubblica, quella vera, quella che paga le tasse per sentirsi dire che la sua opinione è inutile.
  • Massia Ellecibò Utente certificato 4 anni fa
    ...e questa sarebbe libertà di critica...???!!!
  • enzo davino 4 anni fa
    Le merlate non possono essere finanziate dal denaro pubblico
  • melchiorre Romano 4 anni fa
    Indire subito un referendum per abolire l'ordine dei giornalisti..... abbattiamo anche questa casta.
  • marino marquardt Utente certificato 4 anni fa
    SABINA GUZZANTI, CHE DELUSIONE! Sabina Guzzanti, che spettacolo triste quello offerto oggi durante l'intervista con Maria Latella! E che delusione! Sollecitata dall'intervistatrice, la Guzzanti ha espresso giudizi severi (probabilmente senza conoscere i fatti se non per sentito dire) sul conto di Grillo in merito al caso Oppo-l'Unità. Se soltanto avesse letto l'articolo della Oppo, la Guzzanti si sarebbe accorta che lo stesso era esclusivamente frutto di uno sfogo isterico contro i parlamentari pentastellati. La Guzzanti ha perso un'occasione per uscire dal branco. Peccato! Ps. Alla Oppo consiglierei quanto segue: invece di occuparsi del parlamentari pentastellati che "fanno solo casino" e non che "fanno niente", perché non si occupa di quelli che tacciono, obbediscono, inciuciano, portano alla rovina il Paese? A cominciare dai parlamentari del Pd. Il consiglio è di un ex giornalista de l'Unità. Merlo non merita replica, si commenta da solo
  • simone v. Utente certificato 4 anni fa
    pennivendoli......voi avete il diritto di scrivere e noi abbiamo il diritto di replica.... come fate a vivere schiavi dei vostri padroni, per una voltà fate giornalismo vero tirate fuori le palle e scrivere la santa verità..................
    • Antonio B. Utente certificato 4 anni fa
      Non lo faranno mai. Sennò lo stipendio chi glielo versa. Addirittura è successo il contrario, come il caso di un giornalista che si era stancato di scrivere FATTI abbandonando il giornale dei F...I !!!!
    • Antonio B. Utente certificato 4 anni fa
      Per la redazione: Per errore ho cliccato su "Commento inappropriato." Scusatemi !!! chiedo scusa a Simone era mia intenzione mettere un Like Antonio b.
  • Mauro Farina 4 anni fa
    Forza Beppe avanti così, prima o poi questo paese si pulirà dalla merda di cui è coperyto grazie a questa gente.
  • melchiorre Romano 4 anni fa
    Indire subito un referendum per abolire l'Ordine dei giornalisti e per far cessare i contributi ai giornali di regime.
  • Franco Losini 4 anni fa
    È ora di rifare il concilio di Trento, Dobbiamo abolire tutte le rappresentanze, Religiose, sindacali, politiche, giornslistiche,...tutte. Abbiamo gli strumenti per la democrazia diretta. La regola è semplice, le parole devono essere pietre: chi pronuncia opinione, la deve dimostrere con i fatti. Chi guadagna mille lire, deve aver dato l'esatto controvalore alla societa.
  • Paolo R. Utente certificato 4 anni fa
    "Compagno Merlo" ella è libero di scrivere quello che vuole e noi siamo liberi di spernacchiarla come e quanto ci pare.
  • fabio c 4 anni fa
    All'inizio di questa storia, leggendo i titoli e i commenti dei giornali, pensi: ma cosa sta dicendo Grillo? Poi vai a leggere il post incriminato, leggi quello che dice la Oppo , e ora Merlo, e tutti gli altri e pensi: beh, ma ha detto solo la semplice e pura verità ed in modo pure obiettivo e garbato a confronto degli attacchi. Purtroppo bisogna presentare la massima attenzione alle prevedibili manipolazioni delle percezioni della massa guidata dai mainstream e anticipare le prevedibili reazioni all'esplicitazione della verità se si vuole cercare di "risvegliare" i dormienti..coraggio ,nessuno pensa che sarà facile...
  • silvio menegatti 4 anni fa
    Repubblica come suo solito non manca di parteggiare per il pd non é comprensibile perché non ne diventi l'organo ufficiale, apertamente dichiarato, almeno così sarebbe un giornale indecente comunque , ma almeno di chiara e inequivocabile posizione , così potrebbe continuare ha creare mostri , ma sarebbe almeno chiArona da dove viene la predica, d'altra parte con Berlusconi decaduto hanno bisogno di un nuovo nemico , così se non c'é lo creano. Sono la dimostrazione che i primi ha non volere la libertà di informazione sono proprio loro , e in questo sono il vero pericolo per la democrazia nel nostro paese.e ora che gli aiuti all' editoria vengano tolti , almeno che facciano le loro porcate ha loro spese.
  • Dylan Dog 4 anni fa
    Caro Beppe adesso devono darti solo del talebano, del trans e del tossico. Poi potrai campare tranquillo :-)
  • Paola L. Utente certificato 4 anni fa
    hahahahaahahahahahaahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahaahahahahahahahahahahahahahahahoramai sono proprio fuori di testa!!!Il giornalismo Italiano è allo sfascio,l'informazione è a binario unico e nessuno e nessuno che abbia il coraggio di scrivere che ormai è stampa di regime i DITTATORI CHE CI DAN DEI DITTATORI!!! ahahahahahaahahah
  • Tukko67 aka (acronik-nauta) Utente certificato 4 anni fa
    Grottesco !
  • Daniele 4 anni fa
    Mah. E che avrebbe detto Merlo ? Ha espresso una opinione. Probabilmente sbagliata. E allora ? E chi se ne frega di quello che pensa Merlo. Non mi pare che ci sia niente di sbagliato in quello che fa. Invece mi pare sbagliato stare a stigmatizzare quello che fa la stampa italiana mettendola sul personale. E' vero che la stampa è asservita al potere ed è quindi giusto dirlo. Ma metterla sul personale (fare questa specie di liste di proscrizione) non fa che dargli ragione. Quindi io consiglio di smetterla con questa storia, chè veramente ci facciamo la figura dei fascisti.
  • Giuseppe immordino 4 anni fa
    Ma dove erano questi "giornalisti" mentre il paese veniva tradito e svenduto alla TROIKA ? Questi sono corresponsabili assieme alla classe politica della rovina della nostra nazione, ci hanno tenuto all'oscuro di tutto. Ma quale informazione !!! VIA I FINANZIAMENTI PUBBLICI ALL'EDITORIA. I GIORNALISTI COME TUTTI SI DEVONO GUADAGNARE IL PANE RIPORTANDO LA VERITÀ E NON PROSTRANDOSI AL PARTITO DI RIFERIMENTO E GARANZIA.
  • Luigi M. Utente certificato 4 anni fa
    come non domandarsi: ma perché inserite commenti??? lasciamo che l'articoletto, nudo e crudo, parli da solo, come specchio perfetto del 95% dell'italico giornalismo "colluso". è sufficiente, fidatevi.
  • Jan Niedzielski Utente certificato 4 anni fa
    IL PROCESSO ALLE INTENZIONI? CHE RRRIDERE. MA DOV'ERANO QUESTI "GIORNALISTI" AD ISCRIVERSI ALLE "RONDE PADANE", QUELLE UN PO MENO "FASCISTE" LE CAMICIE VERDI", UN PO MENO TERRORISTE, "I FUCILI-LA BANDIERA CISALPINA CON CUI MI CI PULISCO...", L'NDRANGHETA NON ESISTE AL NORD" E NEMMENO LA CAMORRA? NO ERANO IMPEGNATI A FARE I "GIORNALISTI" DEL TEATRINO RIDICOLO E NULLA FACENTE, CHE PRENDE IN GIRO VIGOROSAMENTE GLI ITALIOTI, CONTAMINANDO CON LA FEBBRE DEI MILLE, MILIONI, DI COMMENTI E COMMENTINI, GIORNALIERI DELLA PEGGIOR CASTA POLITICA EUROPEA, CON QUELLA SQUALLIDA PROCESSIONE, SQUINTERNATA, CAOTICA, SIMBOLO DELL'ITALETTA PIU RIDICOLA E PENOSA E PROVINCIALE! IN UN SISTEMA ASSERVITO ALLA DISTRAZIONE DELLE MASSE REITERANDO IL VUOTO DI SIGNIFICATO DELLE PAROLE VUOTE SMENTITE IL GIORNO DOPO IN UN TEATRINO DI BANALIZZAZIONE PERPETUA DI OGNI EVENTO! CARI "GIORNALISTI" LA LISTA DI PROSCRIZIONE VE LA SIETE CREATA DA VOI STESSI, SOLO CHI SCRIVE SUL FQ E PER MEDIA NON SOVVENZIONATI DA SOLDI PUBBLICI, POSSONO RIVENDICARE UNA PUREZZA CHE AHIMÉ, PERCHE IN ITAGLIA, TUTTI GLI ALTRI NON POSSONO, FATEVENE UNA RAGIONE, E PRIMA DI CHIEDERE COERENZA, SIATELO VOI SE NE AVETE IL CORAGGIO CIALTRONI! CHI NEGA COSTANTEMENTE IL 70ESIMO POSTO PER LIBERTA DI STAMPA O LO IGNORA, É COLPEVOLE IN PRIMA PERSONA DI QUESTO
  • Dario bonvini 4 anni fa
    Giornalisti terroristi! 5 stars forever
  • Luciano Rappuoli 4 anni fa
    Perché alcuni giornalisti hanno perso la coscienza di uomo? Gli auguro che la trovi.
  • mario 4 anni fa
    Bravissimi a scagliarvi contro Beppe e posso anche condividere il principio che esprimete, ma quelli nominati erano "Giornalisti", voi invece siete al 99% asserviti al potere, che regna incontrastato da decenni. Il Giornalista riporta i fatti, a costo di rimetterci quello che ha di più caro, quasi tutti voi invece, trovate sempre il modo di non inimicarvi il potentucolo di turno. Il Giornalista difende il più debole, voi lo status quo. Non mettetevi dunque a fare paragoni impossibili e tornate invrce a fare i Giornalisti, se ne siete ancora capaci.
  • 1 Davide 1 Vignati Utente certificato 4 anni fa
    Mentre lui si rifugia nelle mistificazioni e censure governative che coprono le nefandezze di chi in questi anni hanno distrutto l'Italia,privo di ogni dignità e si arroga a paragonarsi a giornalisti che hanno dato la vita per la libera informazione e smascherare i regimi collusi ai poteri forti,se non si tratta di indecenza ideologica vorrei capire che cosa è. Non sarebbe nemmeno il caso di parlare di questa gente e nemmeno valutarne le capacità di scindere la verità opportunistica in difesa dei pochi dalla verità in difesa dei popoli.
  • Costantino Smilari 4 anni fa
    Sig. Merlo Lei è veramente un Merlo che vola da un albero all'altro,il burattino sarà lei con tutto il suo carrozzone,la libertà del popolo di scegliere il M5S come loro portavoce comincia a darvi la crisi di nervi,ma siete solo dei poveri servi asserviti al potere perchè volete prendervi tutto ma non vi riesce allora,anzichè raccontare la verità riempite gli Italiani LIBERI di notizie piene di immondizia,di falsità,dimostrate una mediocrità veramente che fa venire il vomito.Se non ci sarà più il finanziamento pubblico all'editoria sarete capaci di stare sul mercato raccontando le frottole,se l'Italia si trova al 69° posto per la libertà di stampa merito tutto delle vostre incapacità. Cmq Sig. Burattino (Merlo),io voto continuerò a votare sostenere sempre il M5S.
  • Dario M. Utente certificato 4 anni fa
    BAAAASTA FRANCESCO! Ancoraaaaa!?! ...con sta favoletta dell'anti-fascismo?! E' da 60 anni che la tirate puntualmente fuori per demolire chiunque temiate vi tolga la "comoda seggiola permanente" sulla quale siete seduti per grazia ricevuta dai Vs. padroni. NON PRENDETE PER IL CULO PIU' NESSUNO!!! Inizia piuttosto a stilare un curriculum vitae da presentare alle aziende ...a breve sarai anche tu disponibile sul mercato del lavoro. LA PACCHIA E' FINITA!
  • Adolfo Treggiari 4 anni fa
    Merlo ha probabilmente dimenticato l'editto bulgaro di un certo Berlusconi che porto' alla estromissione dalla RAI di noti giornalisti, tra cui il valoroso Enzo Biagi. Quello fu un atto criminale, non certo le critiche obiettive e certamente innoque del M5stelle. E' vero che Grillo non e' ancora terrorista, ne' camorrista, ne' mafioso, scrive ancora il Merlo sottintendendo che potrebbe diventarlo. Si tranquillizzi, anche se Grillo, come anch'io sospetto, avesse quelle strane inclinazioni ci sarebbero milioni di "grillini" a fargliele passare (scherzavo). La scelta democratica del M5stelle e' una fortuna per l'Italia. Pensi a cosa potrebbe accadere in caso contrario, in un paese che e' ormai una polveriera pronta a saltare in aria alla minima scintilla, e ringrazi.
  • sebastiano t. Utente certificato 4 anni fa
    “Ha lanciato la prima fatwa contro una giornalista e adesso tutti devono insultare, sbertucciare e molestare la signora Maria Novella Oppo che scrive (bene) sull’Unità. “..: e già questo ti sputtana…..caro merlo...non serve neppure contuinuare a leggerti..!!!
  • MAURO D. Utente certificato 4 anni fa
    Posso capire che l'espressione verbale di Grillo venga recepita male da questa categoria di pseudo-giornalisti; quello che si continua a non accettare e il continuo e incessante attacco alla persona e il suo privato. Grillo e tanti suoi derivati vengono puntualmente derisi, calpestati e quant'altro da questa cultura ipocrita dettata dal distruggere qualsiasi forma di migliorare la condizione attuale di ogni forma di vita. In Italia è diffuso questo modo di giudicare in base esclusivamente da chi si espone a fare qualcosa di buono. Se questo qualcosa è espresso da Tizio, ecco i media-tv che osannano il tutto, se questo qualcosa viene espresso da Caio, insulti e boicottaggi di ogni genere e razza. Se voi giornalisti e derivati avete paura della cosidetta gogna, e ora di cambiare il modo di scrivere preceduto da quello di pensare. Una frase di una canzone di Battiato cita: L'evoluzione sociale non serve al popolo, se non è preceduta da una evoluzione di pensiero...
  • Alfredotrovato 4 anni fa
    Povero cretino
  • Lalla M. Utente certificato 4 anni fa
    Io se fossi Dio, maledirei davvero i giornalisti e specialmente... tutti. Che certamente non son brave persone e dove cogli, cogli sempre bene. Compagni giornalisti, avete troppa sete e non sapete approfittare delle libertà che avete: avete ancora la libertà di pensare, ma quello non lo fate e in cambio pretendete la libertà di scrivere, e di fotografare. Immagini geniali e interessanti, di presidenti solidali e di mamme piangenti. E in questa Italia piena di sgomento come siete coraggiosi, voi che vi buttate senza tremare un momento! Cannibali, necrofili, deamicisiani e astuti, e si direbbe proprio compiaciuti! Voi vi buttate sul disastro umano col gusto della lacrima in primo piano! Sì vabbe', lo ammetto: la scomparsa dei fogli e della stampa sarebbe forse una follia... ma io se fossi Dio di fronte a tanta deficienza non avrei certo la superstizione della democrazia! Ma io non sono ancora del regno dei cieli, sono troppo invischiato nei vostri sfaceli...
    • Lalla M. Utente certificato 4 anni fa
      é Gaber IO SE FOSSI DIO http://www.youtube.com/watch?v=-QU_H_6DinM
    • piero p. Utente certificato 4 anni fa
      e bravo Lalla! e,bada bene,non lo dico per incensarti! e,mi duole dirlo anche questa tua,nel lago del niente si perderà!!! buona domenica. so tutto ma ho tutto da imparare,sono solo certo di non sapere.AMOGAIA
  • ciriaco baldassare marras Utente certificato 4 anni fa
    ....l'articolo di Travaglio...illumina sul concetto di libertà che intendono " lor signori..." conniventi del sistema colluso e marcio di questa mediocre " Italietta contemporanea..." fallimentare tutta la classe dirigente di questi ultimi 20 anni.... forza m5*****
  • Andrea B. Utente certificato 4 anni fa
    non preoccuparti merlo non farai la fine di Tobagi nè di Siani nè di Pippo Fava,ma prima di parlare di loro disinfettati la bocca,loro erano giornalisti che denunciavano le malefatte del potere connivente con la mafia,mentre tu invece li difendi sempre questi malfattori,quindi tu con le liste di proscrizione non c'entri nulla,tutt'al piu ti metteremo nella differenziata,nell'umido,tra i lombrichi..................................... (F.Nuti : " ....segna merlo...." )
  • edo sensi 4 anni fa
    uno dei tanti giornmercenari....
  • Silvia P. Utente certificato 4 anni fa
    io desidero che i giornalisti scrivano, almeno RIGUARDO I FATTI, la verità, es, dire che i Parlamentari del Movimento 5 stelle non hanno fatto niente finora NON E' LA VERITA'. Diversamente i giornalisti, come tutte le persone, sono liberi di esprimere LA LORO OPINIONE, cioè il loro accordo o disaccordo di opinioni. VIVA LA VERITÀ', VIVA LA VERIDICITÀ' !!!
    • bartolotti marco 4 anni fa
      Io non credo che un giornalista debba esprimere una sua opinione, x me il giornalista deve raccontare un fatto, descriverlo come è avvenuto realmente in base a quanto da lui verificato.
  • bruno spataro Utente certificato 4 anni fa
    perchè dare ancora importanza a questi signori che stanno affondando insieme ai loro partiti e giornali,e purtroppo anche insieme all'italia..pensiamo a migliorarci noi e a porre rimedio allo sfacio che hanno creato questi signori
  • Daniela M. Utente certificato 4 anni fa
    Sig. Francesco, il suo articolo appare oggi qui sul blog, che è l'organo di informazione ufficiale del M5S. Non credo che questo rappresenti una gogna. Se ci sarà poi qualche commento dei blogghers, suppongo che rientri nel libero esercizio di critica, lo stesso di cui gode il suo giornale. Buona Domenica.
    • Paola L. Utente certificato 4 anni fa
      Gli articoli falsati dei giornaliormai di regime sono invece lo specchio di un paese alla derivadove la democrazia appare solo come un sogno lontano
    • Guido Spacca 4 anni fa
      L'ignoranza disgustosa rappresentata da questa "rubrica" e la violenza gratuite dei commenti sono lo specchio di un capocomico alla deriva.
  • Iacopo Simonelli 4 anni fa
    Repubblica e' diventato un altro gazzettino del potere... ed io che l'avevo eletto a giornale della gioventu' che mi e' costato anche l'etichetta di 'comunista di merda' datami dalla mia ex-capa di un noto studio legale romano. Merlo scrive cose indecenti, ma loro sono democratici percio' possono. Che paraculi
  • Cristiano Roncuzzi Utente certificato 4 anni fa
    Ma povero Merlo, stai tranquillo, sei solo un inetto pubblicista incapace, a te e agli altri al massimo potrebbe succedere di dover trovare un lavoro vero... Fatti e facci un favore, non mescolare il tuo nome a quello di giornalisti veri, ne offendi la memoria.
  • Paolo Frigerio 4 anni fa
    Caro merlo, sei partito da subito con il piede sbagliato. Lo sostieni tu di essere un giornalista, io non ne sarei così convinto. Sei un servo lavapiedi. Giornalisti vittime dei complotti mafiosi o camorristici tu non hai diritto di menzionarli. Perchè oggi direbbero le stesse mie cose. "Tu non sei un giornalista!!! Servo!"
  • David Scaccia 4 anni fa
    Iniziano ad avere paura anche loro?! Giornalista sei tu il vero terrorista!!!
  • giuseppe dell'acqua 4 anni fa
    Avanti così Beppe!, siamo sulla strada giusta.
  • francesco genovese Utente certificato 4 anni fa
    tutti contro Grillo !!! che figata. te lo do io ... il giornalismo :-)
  • Paolo F. Utente certificato 4 anni fa
    E poi si lamentano se osi ricordar loro che sono un tantino "zerbini!
  • CATERINA C. Utente certificato 4 anni fa
    Vai Grillo, ognuno dice la sua .... Visto che siamo democratici, la democrazia vale per tutti! I giornalisti diffamatori vanno diffamati a loro volta! Manca solo la foto di questo c...one, visto che a te ti pubblicano foto sempre diffamatori!
  • Arturo Bandini 4 anni fa
    Ahimè può essere vero!
  • Sandro . Utente certificato 4 anni fa
    Beppe si fa apparire così da chi pesca nel torbido ed estrapola frasi che fanno comodo per stilare sentenze e titoli buoni per chi vuole far finta che ciò sia vero
  • cippo1965 4 anni fa
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/12/08/giornalisti-a-condannare-non-deve-essere-beppe-grillo-ma-lordine/804653/
  • fabrizio p Utente certificato 4 anni fa
    ha scritto queste stupidaggini sul suo sito personale... lasciatelo perdere
  • walter bassani 4 anni fa
    Giornalismo con licenza di uccidere !!!!
  • Mauro 4 anni fa
    A FRANCÈ È FINITA LA PACCHIA PREPARA QUALCHE CURRICULUM CHE FRA POCO TI SERVE!!!! FORZA BEPPE FORZA M5S!!!
  • ciro c. Utente certificato 4 anni fa
    Che cosa e nata prima?....... la Caccia a Grillo o La Caccia al giornalista?
  • marco i. Utente certificato 4 anni fa
    i giornalisti sono pagati per scrivere menzogne chi pensa ai poveri e viene contrastato dai pennivendoli se nn lo fa il m5s chi lo fa ?coda di paglia
    • raffaele cannavacciuolo 4 anni fa
      nessuna gogna francesco merlo, non abbiamo tempo da perdere a rispondere alle tue fantasie... ne riparliamo quando verranno tagliati i soldi all'editoria
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus