Non è il 1994

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.


di Luigi Di Maio

Berlusconi è un simpatico signore, fa ridere con le sue battute, ma non ha fatto praticamente nulla di ciò che promise agli italiani nonostante abbia il record di longevità al governo. Continua a ripetere che il MoVimento 5 Stelle è contro la classe media. O è una battuta e allora fa ridere oppure mi ricorda tanto il film Good Bye Lenin dove la protagonista si sveglia nella Germania post muro di Berlino dopo essere caduta in coma nella Germania Est sovietica. Berlusconi è come se si fosse svegliato oggi dopo essersi addormentato nel 1994, quando Forza Italia aveva dalla sua buona parte della classe media del Paese. Oggi non è così, da almeno 5 anni peraltro. Good Bye Berlusconi.

Il MoVimento 5 Stelle è al 30%, quindi basta fare i calcoli, in cui Berlusconi è bravissimo, per capire che la classe media sta con noi. E sarebbe folle che una forza politica vada contro il suo stesso elettorato. Il MoVimento nasce proprio dal disgusto della classe media per i politici che hanno governato per 20 anni. Le nostre istanze sono le loro istanze, non ci interessa che siano di destra o di sinistra, ci interessa che siano di buon senso: piccole e medie imprese, diritti dei lavoratori, meno tasse, meno burocrazia, sicurezza sociale, aiuti alle famiglie, attenzione all'ambiente, sostegno al reddito strutturale, no alla tassa sulla prima casa e impignorabilità di essa, no redditometro, istruzione di qualità, investimenti in innovazione, aiuto ai giovani.

Queste sono le proposte ed è per questo che siamo sostenuti dalla classe media: dal 30% degli italiani. Sono impegnato in un #Rally a tutta velocità per il Paese per convincere anche altri italiani della bontà della nostra proposta politica e ogni giorno persone che si erano rifugiate nell'astensione mi dicono che hanno cambiato, tra queste anche tante che nel '94 votarono Berlusconi. Non riconoscere questo è una mossa politicamente suicida. Non siamo più nel 1994. Good Bye Berlusconi.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Nando buciardo 1 mese fa mostra
    Caro di Maio... Il problema non è quello che ha fatto Berlusconi nel 94. Il problema è cosa farete voi grillini al governo. Se continuate a dare casa agli zingari e immigrati invece di aiutare prima gli italiani come sta facendo la Raggi ... Se la vostra politica è questa... Cambiate mestiere che è meglio.
    • FABIO B. Utente certificato 1 mese fa mostra
      questo e' da bannare
    • Max Stirner Utente certificato 1 mese fa mostra
      Veramente il problema, non solo di Roma, ma dell'Italia tutta, sono i rimbambiti come te. Parlano avendo come unIca informazione le chiacchiare che si passano tra loro balordi, ma non fanno il minimo sforzo per documentarsi. Ciò che sta avvenendo è che le case popolari e i contributi per l'affitto, vengono dati dall'Europa (3,8 milioni solo per il 2017) per il problema specifico, ovvero ha imposto l'Europa che questi soldi che devono essere finalizzati per i rom. Inoltre, per usufruire di questi soldi, il rom deve avere la cittadinanza italiana. Quindi. prima di bofonchiare stupidaggini, cerca di informarti. NON E' LA RAGGI CHE DECIDE L'USO DI QUEI SOLDI, CHE NON SONO NE' SUOI, NE' DEGLI ITALIANI, MA SONO FONDI EUROPEI. CAPITTTTTOOO?
  • Elena Dipoggetto 1 mese fa mostra
    “.. persone che si erano rifugiate nell'astensione mi dicono che hanno cambiato ..” @ Portavoce Di Maio, nel caso incontrasse un astensionista che insiste nel non votare perché concorda con Rousseau: “nel momento in cui un popolo si dà dei rappresentanti non è più libero, esso non esiste più”, credo potrebbe convincerlo a votare M5S con un discorso di questo tipo: Caro astensionista, se non voti perché non ti senti rappresentato da alcun partito e non vuoi delegarne alcuno a governarti, sappi che il M5S non è un partito, non è a caccia di voti delega per acquisire poltrone e posti di comando da cui governarti, bensì un Movimento di cittadini punto e basta, “leaderless”, Orizzonale. Un Movimento rivoluzionario che non è nato per trasformarsi in un partito tradizionale ma con L’Obiettivo di realizzare la Democrazia Diretta, rovesciare il tavolo, con tutto il servizio buono di porcellana sopra, e consegnare la politica Direttamente nelle mani dei cittadini come te. Come puoi leggere infatti nella Carta Costituente del M5S, il Ruolo di governo è attribuito Direttamente alla Rete, ognuno contando uno, senza la mediazione di organismi direttivi o rappresentativi, senza rappresentanti, capi o padroni che decidono al tuo posto. Quello che il M5S può Coerentemente proporti di votare sono dunque semplici Portavoce, terminali dell’intelligenza collettiva condivisa in Rete, i quali avranno il Ruolo di eseguire il programma politico deciso, dall’inizio alla fine, su una Trasparente Piattaforma e-democracy anti delega, uno spazio dove veramente ognuno conterà uno. Tutto ciò garantito dal Garante della Coerenza alla Finalità statutaria, al principio Orizzontale “Ognuno conta uno”, alla Democrazia Diretta e Trasparenza che contraddistinguono il Movimento 5 Stelle. Auguri e buon rally ! P.S. I risultati del sondaggio di Venerdì scorso, sulle priorità del Programma Affari Costituzionali e Beni Culturali, dove li trovo?
  • cambiamenti 1 mese fa mostra
    Non è il 1994 perché ora siamo invasi dai migranti. DEVI DIRLO LUIGI! Serve una posizione CHIARISSIMA: i soldi degli italiani agli italiani. Altrimenti saranno in tanti, compreso me, a votare CasaPound!
  • Elena Dipoggetto 1 mese fa mostra
    “... persone che si erano rifugiate nell'astensione mi dicono che hanno cambiato ...” Nel caso incontrasse un astensionista che insiste nel non votare perchè concorda con Rousseau: “nel momento in cui un popolo si dà dei rappresentanti non è più libero, esso non esiste più” credo potrebbe convincerlo a votare M5S con un discorso di questo tipo: Caro astensionista, se non voti perché non ti senti rappresentato da alcun partito e non vuoi delegarne alcuno a governarti, sappi che il M5S non è un partito, non è a caccia di voti delega per acquisire poltrone e posti di comando da cui governarti, bensì un Movimento di cittadini punto e basta, “leaderless”, il cui Obiettivo è realizzare la Democrazia Diretta e consegnare la politica Direttamente nelle mani dei cittadini come te. Un Movimento rivoluzionario che non è nato per trasformarsi in un partito tradizionale ma per rovesciare il tavolo, con tutto il servizio buono di porcellana sopra. Una forza politica anti casta, con uno statuto che attribuisce il Ruolo di governo Direttamente alla Rete, ognuno contando uno, senza la mediazione di organismi direttivi o rappresentativi, senza rappresentanti, capi o padroni che decidono al tuo posto. Quello che il M5S può Coerentemente proporti di votare sono dunque semplici Portavoce, terminali dell’intelligenza collettiva condivisa in Rete, i quali avranno il Ruolo di eseguire il programma politico deciso dall’inizio alla fine su una Trasparente Piattaforma e-democracy anti delega, uno spazio dove veramente ognuno conterà uno. Tutto ciò garantito dal Garante della Coerenza alla Finalità statutaria, al principio Orizzontale “Ognuno conta uno”, alla Democrazia Diretta e Trasparenza che contraddistinguono il Movimento 5 Stelle. Auguri e Buon rally!
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus