La battaglia di civiltà contro il gioco d'azzardo dei sindaci 5 Stelle

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

Lettera aperta dei sindaci del MoVimento 5 Stelle

L’azzardo di massa sta segnando sempre di più il volto delle nostre città: negozi e botteghe artigiane chiudono per mancanza di clienti e al loro posto proliferano sale da azzardo con il loro contorno di finanziarie e “compro oro”; bar e tabaccherie sono diventati mini-casinò -dove di fatto azzardano anche preadolescenti- e una delle cause principali di indebitamento di famiglie e imprese. Accanto a questi luoghi si è diffusa l'usura, dove non sia la criminalità stessa ad infiltrarsi nella gestione delle sale.
Nel 2016 in Italia, si sono “giocati” 95 miliardi, infrangendo ogni record: 7,9 miliardi al mese, 260 milioni al giorno, quasi 11 milioni l’ora; una somma pari al 4,75% del PIL, al 12% della spesa delle nostre famiglie, su cui ricadono i drammi umani, aggravati da indebitamento ed usura.

Per chi come noi, riveste il ruolo di Sindaco è un dovere morale
, prima ancora che politico, intervenire su questa nuova alienazione che spesso porta una pesante dipendenza patologica e danni al tessuto economico e sociale.
In questi anni molte amministrazioni comunali hanno disposto, attraverso regolamenti e ordinanze, limitazioni di orari e distanze dai luoghi sensibili (scuole, chiese, luoghi di socializzazione) a tutela della salute delle fasce deboli, anziani e minorenni su tutti, e per ridare un volto più umano alla città. Lo hanno fatto affrontando i ricorsi dei gestori, supportati dai colossi finanziari della filiera. E la loro costanza ha vinto: negli anni le sentenze dei TAR, del Consiglio di Stato e della Corte Costituzionale hanno sancito che le norme regionali e le prescrizioni comunali in questo ambito sono legittime, anzi doverose.

Sappiamo bene che un fenomeno di questa portata non si combatte solo con misure restrittive, ma anche promuovendo spazi sociali, sportivi e culturali, dove le persone possono sviluppare relazioni umane e coltivare quegli interessi che sono alla base di una società sana e consapevole. Ma è imprescindibile fronteggiare un mercato di massa che va a cercare le vittime nei contesti di vita e che porta solitudine, passività e degrado.

Le comunità locali, insieme alle autorità di pubblica sicurezza e alle forze di polizia dislocate sul territorio, sono i primi sensori in grado di percepire i rischi per la salute, il degrado urbano e il diffondersi delle illegalità, dovremmo dunque riconoscere ai sindaci poteri autorizzativi e di diniego oltre che di regolamentazione.
In Conferenza Unificata Stato/Regioni si cerca dunque di convincere gli Enti Locali a rinunciare alle loro prerogative e ad accettare un compromesso sulla pelle viva delle persone.

Il Governo propone una riduzione formale dei luoghi di azzardo, che diverrebbero però mini casinò non soggetti alle norme locali: dei porti franchi liberi di piazzarsi accanto ad una chiesa una scuola o un centro giovanile, divenendo più efficaci nell'andare a catturare nuove vittime.

Per evitare tutto questo, basta che una sola regione resista e il Governo non potrebbe più procedere con decreto legislativo: sarebbe necessario passare per il Parlamento dove, lo sappiamo, esiste una sensibilità contraria all'azzardo.

Chiediamo dunque ai presidenti di Regione, soprattutto a quelli che in questi anni si sono dimostrati più sensibili al problema, di essere coerenti con l'impegno di tutelare sempre e comunque i propri cittadini, garantendo la facoltà di Comuni e Regioni di regolamentare il fenomeno dell'azzardo. Ai nostri colleghi sindaci, invece, chiediamo di condividere il presente appello a sostegno di una battaglia di civiltà per il benessere delle comunità.

È un appello che ci sentiamo di rivolgere anche pensando alle famiglie delle vittime dell'azzardo, ai volontari dei centri anti-usura e dei giocatori anonimi, alle tante persone che hanno messo a disposizione il loro tempo per organizzare gli SlotMob.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • sergio boscariol 2 giorni fa
    chiedi all'asinello quanto il gioco sia bello:molti anni or sono il governo era assediato dalle regioni a venezia ci stavano tre'casino'e dissero anche noi vogliamo!le persone prendevano gli autobus che andavano in coazia o in auto ma la strada era un problema,allora il politico di turno si illumino'e fece di tutte le machinette un casino'...
  • guido ligazzolo Utente certificato 2 giorni fa
    un appello che non deve e non può essere dimenticato: forza sindaci del Movimento la battaglia è giusta e va condotta senza tentennamenti.
  • Maurizio Matarazzo 2 giorni fa
    Per un popolo di pecore come siamo, non ci vogliono iniziative diverse, si chiudono e stop e se si scoprono scommesse clandestine si segano una volta per tutte, senza preamboli. Secchi e duri. Il pensiero di sostenere attività sociali può andar bene per un popolo culturalmente preparato, e siccome non lo siamo usiamolo come combustibile nel pattume da riciclare.
  • Ivan Solinas Utente certificato 3 giorni fa
    Vi ringrazio per l'impegno. Essendo nato nel 72 ricordo ancora quando in Italia per giocare d'azzardo o si andava a Sanremo o al Casinò di Venezia. Personalmente ancora non mi spiego come siamo finiti in questo incubo dove ormai l'azzardo è ovunque, dove come ci raccontate 97 miliardi di euro l'anno vengono sottratti all'economia reale per finire nel gioco. E' stato un lungo processo dove il paese si è via via corrotto e degradato, con la complicità della politica, ma anche della società civile. Siamo sempre stati un popolo di giocatori e una volta messi sul ciglio di questo piano inclinato è stato semplice per noi rotolare. Oggi lo stato rimpingua le sue casse con i proventi del gioco da un lato, e guarda la sua società degradarsi, senza riuscire a fermarsi. Voi siete una speranza, anche se ho paura che ce la metteranno tutta per limitare la portata del vostro intervento, come in questa occasione. Grazie comunque per l'impegno.
  • Alessandro Ventimiglia 3 giorni fa
    A Palermo i parenti del candidato sindaco Forello si occupano del gioco di azzardo , in citta' , anche della gestione cartelloni pubblicita' ... Nessun reato per carità , solo un po' di imbarazzo
  • gilberto gismondi 4 giorni fa
    io lavoro in una sala di slot machine e in base alla mia esperienza ti segnalo una soluzione pratica per prevenire i danni del gioco d' azzardo e nel contempo prevenire il riciclaggio dei proventi dell' evasione fiscale o dei reati penali.Si potrebbe imporre ,per tutte le transazioni legate al "gioco" d' azzardo l' uso del pos.Se ciò è già immediatamente possibile perle scommesse,il bingo il lotto ,i gratta e vinci,è possibile anche per tutte le macchine da gioco mettendo il lettore di crediti di gioco, esistente già sulle macchine denominate videolotterie(l' acronimo è VLT),anche su tutte le altre macchine.La platea dei giocatori si ridurrà così a coloro che hanno un conto corrente con disponibilità,che saranno limitati nel gioco dai limiti di prelievo giornaliero del pos,evitando così sia i danni del gioco alle categorie sociali più deboli, che gli eccessi da ludopatia grazie al limite sopracitato.Spero ,poi , che un ministro dell' economia del prossimo governo Di Maio,non rinnovi più le concessioni per il gioco in scadenza e metta sotto il controllo diretto dell' amministrazione pubblica tutto il settore per contenere e mano a mano eliminare i danni sociali del "gioco "d' azzardo Per quanto riguarda i sindaci possono emettere un' ordinanza sugli orari ,facendola rispettare con risolutezza ,mettendo un servizio apposito della polizia municipale con la sanzione ,per gli inadempienti,più temuta dai concessionari : la chiusura temporanea del locale di "gioco"
  • guido ligazzolo Utente certificato 4 giorni fa
    battaglia giustissima, avanti così; e, mi raccomando, trasparenza nelle decisioni, coerenza nei comportamenti ed onestà nelle motivazioni,sempre nello spirito del Movimento!
  • chillenie axencio Utente certificato 5 giorni fa
    Ciao Per la realizzazione dei vostri progetti che si cura di cui non hai abbastanza fondi, la soluzione è le offerte di Lady Josina gomez di diverso pronto per i vostri progetti a 5000 euro a 500.000 euro con un tasso del 2% per il vostro progetto di viaggio e di tasse scolastiche per business costruzione d'oltremare e sostanziali investimenti in vari progetti commercio e costruzione un altro acquisto di casa e Appartamento noleggio auto acquisto e pronto per la salute e l'istruzione di tuo sollievo di bambini pronti per chiunque nel settore agricolo pericolo e business milioni project financing Contattare il servizio di posta elettronica prestitobancario2017@gmail.com
    • Tex A. Utente certificato 4 giorni fa
      Bastaaaaaaaaa, siete dei rompicoglioniiiiiii
  • Mariano Luigi Serraggiotto 5 giorni fa
    Gioco la parola che fin da bambini ci rende felici ,oggi il gioco nel nostro paese è il massimo si può giocare ovunque al bar nei super mercati dal tabaccaio dal fruttivendolo ovunque ,che meraviglia il paese dei balocchi ,era il mio lavoro ,ho stretto i denti ho lottato per un modo etico di lavorare nel gioco ,ma non esiste ,il gioco è fatto per fare cassa per recuperare denaro ,denaro per le casse di questo povero paese ,stiamo aspettando dal 2011 una riforma del sistema gioco , non è mai arrivata ,io personalmente ho fatto un investimento sbagliato ,oggi sono nella merda ,ma del resto se pensi di lavorare in questo settore ho sei un malfattore corrotto e ai soldi da investire fallo ,se pensi che il gioco sia un lavoro in questo paese scordalo , e scordatelo anche voi ,non avremmo mai regole certe , il sottosegretario ,Barretta potrebbe spiegarvi ,il vespaio in cui si trova invece ex sottosegretario vi potrebbe spiegare altre cose ma non sono io che devo fare queste domande !
  • Paolo De Santis 5 giorni fa
    La battaglia contro il gioco d'azzardo deve essere di tutti perchè molte famiglie sono state rovinate. Bene se avete iniziato questa battaglia ma fatela condividere anche dagli altri sindaci senza steccati ideologiche o di parte. Se alla Camera avete approvato il testamento biologico non vedo perchè ciò non possa essere fatto per tante situazioni che ci attanagliano. Un problema serio è la burocrazia e lo dico da Ingegnere e da ex Presidente dell'Ordine degli ingegneri della provincia di L'Aquila fino agli inizi del 2014 avendo vissuto totalmente la fase della ricostruzione. Lo Stato per certi versi, la Regione ed i comuni sono stati il vero disastro o il terremoto degli uomini che ha fatto e sta facendo più danni materiali e immateriali del terremoto stesso.
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 5 giorni fa
    Il gioco d'azzardo va combattuto con ogni mezzo perché' si tratta di una malattia sociale.
  • Franco Della Rosa 5 giorni fa
    SIETE MERAVIGLIOSE !!! ORGOGLIO NAZIONALE !!!
  • Robert Dragon Utente certificato 5 giorni fa
    A favore del gioco d'azzardo. Corretto che sia concentrato in punti specifici e lontano dalla criminalità. Buona l'idea di delegare alla periferia istituzionale la gestione delle modalità, in maniera da rispondere a diverse sensibilità e esigenze pratiche: inutile vietare i casinò in Italia (magari in regioni di confine) quando basta andare in Francia Svizzera Austria e Slovenia e trovare di tutto e di più nell'offerta del gioco d'azzardo. Ma qualcuno sa, ad esempio, che i casinò della Slovenia offrono servizi navetta o persino treni per trasportare i giocatori nei propri punti di gioco (spesso giocatrici pensionate e vedove senza mezzo di trasporto)? Che senso ha gestire le cose senza pragmatismo? Intollerabile che lo Stato si intrometta in questioni di moralità, o peggio si metta a fare assistenza. Un'altra forma di deresponsabilizzazione e fatalismo.
    • Franco Della Rosa 5 giorni fa
      IN SVIZZERA NON E' AFFATTO COME DICE LEI !!! SI INFORMI !!!
    • Fabrizio Arcarese 5 giorni fa
      Chi vuole rovinarsi vada pure in Slovenia, ma non dovrebbe essere consentito l'autodistruzione sotto casa, nei bar, nelle tabacherie o nel centri commerciali.
  • flavio guglielmetto mugion Utente certificato 5 giorni fa
    Chiara sei sempre disponibile per me.? Grazie per tutto quello che fai..
  • ANTONINO CRISCUOLO Utente certificato 5 giorni fa
    POI PASSIAMO AGLI AUTOVELOX! BENE E LODEVOLE L' INIZIATIVA VOLTA A CONTRASTARE IL GIOCO D' AZZARDO! PURTROPPO, UN' ALTRA GRAVE PIAGA CHE IMPOVERISCE I CITTADINI E' RAPPRESENTATA DALLE SEMPRE PIU' NUMEROSE "IMBOSCATE" EFFETTUATE CON I MODERNI AUTOVELOX, ORAMAI EFFETTUATE ANCHE NELLE ORE NOTTURNE, IN TRATTI STRADALI DI POCA IMPORTANZA E SENZA ADEGUATE SEGNALAZIONI. SPESSO SONO ATTREZZATE IN PUNTI DOVE NON C'E' NESSUNA NECESSITA' DI PARTICOLARE SICUREZZA STRADALE; QUINDI SI EVINCE CHIARAMENTE COME SIANO ESCLUSIVI STRUMENTI UTILIZZATI PER RIMPINGUARE LE CASSE DEI NOSTRI DISASTRATI E MAL AMMINISTRATI COMUNI ITALIANI! OVVIAMENTE, POI, LE SANZIONI SONO ASSOLUTAMENTE SPROPORZIONATE NEGLI IMPORTI E PER LE FAMIGLIE, TROPPO SPESSO, RAPPRESENTANO UN BALZELLO CHE MINA LA QUALITA' DELLA VITA DEI PROPRI COMPONENTI! ECCO, CHIEDO UN PO'DI CONTROLLO E SENSIBILITA' ANCHE SU TALE QUESTIONE, MAGARI COMINCIANDO AD UTILIZZARE GLI AUTOVELOX REALMENTE PER LA SICUREZZA DEI CITTADINI! RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE I SINDACI! VIVA L' ITALIA!
    • Gaetano S. Utente certificato 4 giorni fa
      Ormai chiederti di togliere il tasto delle maiuscole sembra una battaglia persa...
  • ANNA TUZZOLINO Utente certificato 5 giorni fa
    Il gioco d'azzardo dev'essere proibito si rimetto giochi che non danno alcuna vincita come una volta. .e tutto si elimina da sé
  • Antonio B. Utente certificato 5 giorni fa
    Ottima iniziativa! Grazie alle nostre Sindache di Torino & Roma Chiara Appendino e Virginia Raggi.
  • antonello c. Utente certificato 5 giorni fa
    Ciao Beppe , Due cortesie : Di intervenire sull'argomento - borse TRUFFA Lavoro - di stampo PD -->spacciate per Reddito di Cittadinanza in quel di Castelfidardo ( AN ) Di far recepire in Parlamento le nostre Proposte di Legge votate Democraticamente su Rousseau Ad oggi inspiegabilmente bloccate ( sembrerebbe CENSURA ) Perdona le parole grosse , ma sono un comune cittadino incazzato come tantissimi altri , non ce l'ho con il nostro M5S , ma con le persone che usano il loro ruolo istituzionale - PAGATI CON SOLDI PUBBLICI - per affossare la partecipazione nel progetto politico votato da milioni di cittadini Italiani che credono nel Tuo / Nostro MoVimento Sicuro di pronte e attente valutazioni Cari Saluti
  • oreste ★★★★★ °.° Utente certificato 5 giorni fa
    E' vergognoso che un governo come quello attuale preferisca il gioco d'azzardo in un momento di crisi. Per non parlare del precedente Governo che pure non ha percepito le tasse dovute. Infine considerare i costi sociali del gioco a carico...dello stato quindi dei cittadini! Mai mi sarei immaginato che arrivassero a questi punti e poi fanno tanto i moralisti! Che paese di m***!
  • roberto russo 5 giorni fa
    E' la stessa storia del fumo di sigarette venduto dai monopoli di stato. Dove sta la logica di uno stato che ammala i suoi cittadini per incassare delle tasse che poi rispende per curare gli stessi cittadini che si ammalano di tumore? Non ci starebbe, ma è d'obbligo il condizionale, perchè come in un gioco azzardo lo stato punta sulla quantità di persone ammalate inferiori come spese agli introiti delle tasse. Se perde va in default. Il gioco d'azzardo è la stessa cosa, non ha importanza se sempre più italiani poveri attratti dalla possibilità di risolvere il mese si giocano quei pochi soldi che hanno, l'importante è incassre soldi da ridistribuire in un sistema losco e corrotto, anche a costo di creare una pandemia di ludopatici, che rovinano se stessi e le loro famiglie. Ovviamente il proibizionismo non funziona non ha mai funzionato, ma la regolamentazione si, i controlli ferrei si, che associate a enormi stangate per i distributori o verso i trasgressori possono limitare questo cancro. I comuni possono solo vigilare sul rispetto delle chiusure per i locali autorizzati, la polizia su quelli non autorizzati, ma sicuramente uno stato non può pensare di lucrare sui vizi dei cittadini deboli.
    • Gaetano S. Utente certificato 4 giorni fa
      Eccezionale. Da incorniciare e appendere a Palazzo Chigi e nelle sedi dei partiti.
  • giancarlo s. Utente certificato 5 giorni fa
    Fiato sprecato. Loro sono lì per fare gli interessi di quelle persone. Se non lo fanno sarebbero presi a calci in culo minimo.
  • Rino Siconolfi Utente certificato 5 giorni fa
    Condivido in pieno la battaglia dei Sindaci del Movimento 5 Stelle:il commercio è in crisi e molte attività chiudono e la loro posto aprono sempre più sale da gioco:non è certo la ricetta migliore per rilanciare il tessuto economico delle città.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus