Votazioni di oggi: candidato sindaco di Palermo e programma Energia

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

>>> Risultati delle votazioni di oggi: Per il programma energia hanno votato 23.850 iscritti certificati. Hanno votato SI in 20.746 e NO in 3.104
Per il candidato sindaco di Palermo hanno votato 590 iscritti certificati residenti a Palermo. Salvatore Forello ha ricevuto 357 voti e Igor Gelarda 233.
Grazie a tutti coloro che hanno partecipato.

di MoVimento 5 Stelle

Oggi 18 gennaio si vota per decidere il candidato sindaco del MoVimento 5 Stelle a Palermo per le elezioni comunali e per il sesto quesito del programma Energia.

La scelta finale per il candidato sindaco di Palermo, dopo che tre dei cinque candidati si sono ritirati, è tra:
- Ugo Forello
- Igor Gelarda
Le votazioni saranno attive dalle 10 alle 19 e saranno aperte agli iscritti entro il primo luglio 2016 residenti a Palermo con documento certificato.

Per il sesto quesito del piano energia del MoVimento 5 Stelle possono votare tutti gli iscritti del MoVimento 5 Stelle entro il primo luglio 2016 con documento certificato. Il quesito odierno è: "Sei d’accorco con l’utilizzo dei terreni di uso marginale per impianti destinati alla produzione di energia rinnovabile?" Puoi leggere il post relativo al quesito qui.

Vota ora su Rousseau!

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Giampaolo Canacci Utente certificato 11 mesi fa
    Ho letto vari commento di tutti i tipi. Molti sono per il NO. Alcuni parlano di YESMAN!!!! Ma che sono sti discorsi? Tutti commenti democraticamente e accettabili ovviamente. A me da l'impressione che certi commenti siano scritti da individui che pensano che se non fai quello che penso io si debba fare non va bene (o sono gli spartani del PD sotto mentite spoglie???). Il M5S raccolglie i consensi/dissensi di chi vuole votare, poi se su tot milioni di iscritti solo una minima parte vota via web non significa che siano dei VOTA SI (il termine inglese è sessista e siamo o non siamo italiani). Alle elezioni con la matita non votano tutti. Significa allora che coloro che votano sono dei VOTA SI/NO? Su un po' di rispetto diamine. Poi che il tempo per votare sia poco questo è vero e chiedo che ci sia dato più tempo nelle votazioni. Qualcuna mi è scappata proprio per questo mativo. Buona giornata a tutti , state sereni e siate felici se potete. Si muore una volta sola, ma si vive tutti i giorni.
  • domenico policastro Utente certificato 1 anno fa
    E' difficile stare in alto.Comunque l'uso dei terreni marginali,che resta sempre difficile da stabilire,va contro i principi del m5s. Ricordiamoci che noi siamo la sola speranza per un'Italia già ampiamente devastata. Un forte abbraccio a tutti coloro che hanno votato no.Vorrei la vostra amicizia su facebook.La bellezza salverà il mondo.
  • Michele Fiori 1 anno fa
    La votazione deve essere indetta con argo anticipo e preavvisi altrimenti corriamo il rischio che ci sfugga.. e questa purtoppoa me è sfuggita.. avrei votato no!
  • Glauco Belligni 1 anno fa
    Eh si, sembra proprio che anche questi ci stiano prendendo in giro... Usano 20000 yesmen che avvalleranno sempre e comunque le decisioni dei ducetti, anche le piu strampalate, senza assolutamente sapere di cosa si sta parlando. Poi la chiamano democrazia diretta. In 350 decidono chi dovrà essere il candidato sindaco di Palermo, poche centinaia di votime anche uno scappato di casa diventa onerevole, roba che se uno ci tiene con 2-3 mila diventa sindaco o parlamentare. C ' é decisamentemqualcosa che non va. E gli altri sono addirittura molto peggio..
  • Ada Leone 1 anno fa
    Per il programma energia hanno votato 23.850 iscritti certificati. Hanno votato SI in 20.746 e NO in 3.104. A giudicare dai commenti che avevo letto nel post inerente, sembrava che il risultato dovesse essere l'esatto contrario. Ora mi sorgono delle domande: se il movimento 5 stelle rappresenta circa 9 milioni di italiani, 23.850 iscritti non sono molto pochi per poter decidere per tutti? Ci sono poi persone come me, che vi seguono da sempre e forse ingenuamente danno per scontato che la linea generale sia non toccare più nemmeno un cm di suolo ancora libero perchè di deturpato, cementificato, asfaltato ce ne è già troppo e poi ci sarebbe la tutela del paesaggio come da costituzione; mi chiedo allora se è possibile che chi vota non tenga in nessun conto l'opinione di chi scrive sul blog senza essersi iscritto a Rosseau, forse anche loro sono un po' la base.. a questo punto mi si può rispondere: "uno vale uno!", bene, ma allora si può mettere in discussione qualsiasi cosa e prima o poi trovarsi con un quesito del tipo (ragiono per assurdo): "Volete la costruzione di un nuovo inceneritore, sì o no?" con questo voglio dire che certi principi da cui il mov era partito sarebbere da tenere ben saldi. Qualcuno può anche dirmi che se voglio decidere devo iscrivermi, ma così si obbligano tutti ad essere iscritti, e io francamente non mi fido dei voti in click e non desidero avere una cittadinanza digitale, mi chiedo chi gestirà i miei voti e i miei dati e come.... credo che ci sia qualcosa da rivedere o almeno da chiarire.
  • Rosario S. Utente certificato 1 anno fa
    Motlo amareggiato dal risultato per quanto rigurda il programma energia. Spero sia stato un voto consapevole e non solo la solita ratifica. Non mi piace come si vota, troppo poco pravviso. Non vi è mai una campagna, almeno informativa, ma solo un unico post dove si sostiene una sola posizione, quella che puntualmente vince. I commenti non li legge nessuno. Sembrava che nessuno volesse l'uso dei "terreni marginali" per mettervi sopra pannelli PV, e non perchè non volessero il PV, ma per difendere ciò che ancora non è stato cementificato. E adesso? Per chi vuole creare distese di pannelli basterà che certi terreni magari che poveno diventare riserva naturale o Verde pubblico siano dichiarati marginali che giù pannelli. Sui tetti si mettono i pannelli!!! Come copertura dei parcheggi già esistenti!!! Sopra i capannoni industriali!!!! Ma insomma ci vuol tanto???
  • isabella calvaresi 1 anno fa
    è vergognoso che diate così poco tempo per votare!!! Ormai è una presa per il c...!!! E' possibile che un giorno che uno non si mette su internet gli salta il diritto al voto? Comincio a dubitare seriamente di te Beppe Grillo!!! Meno male che esistono Dibattista e gli altri tu non vali niente
    • scano mario Utente certificato 1 anno fa
      Io ogni giorno controllo il blog cosi come ogni giorno vado a lavoro, mi lavo, mangio. E'e dev'essere un nostro impegno quotidiano, perchè il Movimento è partecipazione attiva a tutti gli effetti
  • Marcello Cordovani 1 anno fa
    Possibile che il 90% abbia votato SI sui terreni marginali? Dai commenti sembrava che il 90% votasse NO. Sono stupefatto che la stragrande maggioranza degli iscritti sia a favore di impianti che andranno su terreni forse marginali ma anche su molti terreni vergini, che verranno sottratti all'agricoltura ed al pascolo in nome della "marginalità". Se una delle stelle è l'ambiente, questo voto è CONTRO l'ambiente. Spero solo che quando il M5S al governo farà una legge, descriva molto precisamente i terreni marginali e non lasci coprire neppure 1 metro quadro di terreno agricolo. Però, che delusione!
    • scano mario Utente certificato 1 anno fa
      Certo che è possibile. Io ho votato si e guarda che il quesito riguarda solo le aree marginali e non quelle vergini
  • PAOLO CARUSO 1 anno fa
    Palermo ha ora il suo candidato sindaco pentastellato! Votato o no, mettiamoci comunque tutti a lavoro senza se e senza ma, superando qualsiasi ostacolo che possa compromttere e condizionare la prossima consultazione elettorale. Ricordiamoci che uniti si vince!!! Riappropriamoci della immagine solidale e dei valori del movimento, dando a tutti concretamente la possibilità di realizzare un grande sogno anche a Palermo. E per tetto un cielo di Stelle!!! Paolo (Palermo)
  • pik sousana rosa Utente certificato 1 anno fa
    Ciao Mr / Mrs / Ms E ' con profonda gratitudine che ringrazio portare qui la mia testimonianza, È che sono alla ricerca pronti i soldi, non so come condividere con voi la mia gioia perché me di essere ancora alla ricerca per il prestito, io sono cadde sulla Signora Anissa KHERALLAH donna d'affari. Lei mi ha concesso un prestito di 20.000 euro è ho parlato diversi colleghi che hanno anche ricevuto prestiti in questo Madame senza preoccupazioni. Soprattutto a me, Ho ricevuto la mia domanda di credito, tramite bonifico bancario in un durata di 72 ore senza protocollo e sono abbastanza soddisfatto. Il motivo che mi spinge a pubblicare questo annuncio è questa donna continua a fare meraviglie per le persone che sono veramente nel bisogno. Così ho deciso di condividere questa opportunità che non hanno il favore delle banche, o che aveva dovuto fare finanziatori disonesti che fanno abuso la personalità degli altri; hai un progetto o di un bisogno il finanziamento, è possibile scrivere a lui e spiegare a lui la vostra situazione, vi aiuterà se lei è convinto di la tua onestà. Ecco la sua email : developpement.aide@gmail.com
  • simo 1 anno fa
    Peccato che abbiate deciso di coprire terreni con pannelli solari quando si potrebbe incentivare i proprietari di case utilizzate come residenza, anche in base ai parametri di reddito e patrimonio. Si è persa un occasione per fare del bene all'ambiente e allo stesso tempo aiutare le famiglie, soprattutto anche quelle più bisognose. Vabbè, se la maggioranza ha deciso così...... Questa cosa (i parchi fotovoltaici che ci sono vicino a me, anche se in terreni non coltivati o coltivabili, sono un ORRORE, deturpano la natura, mi piacevano più incolti). Questa votazione è la prima in 5 anni che sono iscritto, che mi fa propendere a NON votare più per nessuno, neanche per il M5S. Scusate, ma la natura mi piace allo stesso modo dell'ecologia. Ci sono rimasto molto male. E assicuro che per nessuna votazione, nemmeno per l'ultima alleanza nel parlamento europeo, ho fatto polemica!!!! Non so cosa fare in futuro.
    • kevin altieri 1 anno fa
      Sono assolutamente d'accordo con te, hanno messo ai voti un metodo per prevenire l'uso di combustibili fossili e quindi risparmiare l'ambiente che rovina l'ambiente. Terreni marginali sono comunque terreni, di marginale in un terreno non vedo niente. Maggioranza schiacciante devo riconoscere , ma se va avanti così a mettere soluzioni che sono peggio del buco , io comincio ad avere qualche dubbio. Ad esempio , mi chiedo perchè sia stata data enfasi a questo personaggio mentre non è stata proposta alcuna altra alternativa da mettere ai voti almeno in competizione con quella presentata. Unica cosa che ho notato è che la stragrande maggioranza dei commenti era contro questa risoluzione. Mi fa pensare che coloro che hanno avuto un pò la voglia di guardarci dentro hanno detto no. Gli altri iscritti che hanno votato e detto si a maggioranza , a questo punto , mi chiedo che cosa abbiano realmente capito.
  • salvatore . Utente certificato 1 anno fa
    Sono di palermo ed alle amministrative non voterò nessuno, ne io ne i miei familiari. Ugo Forello? E' arrivato ieri mattina nel movimento ed è già candidato sindaco? Voto solo gente che coscosco e non arrivisti dell'ultima ora.
  • Giovanni Balzi Utente certificato 1 anno fa
    Cari Amici 5 Stelle, Ci terrei molto a unirmi con voi per votare ma purtroppo non riesco per chissà quale difficoltà tecnica. Qualcuno mi può aiutare gentilmente e controllare che non ci sia qualcosa nel sistema che non funziona per tutti. L'inconveniente succede anche ad altri iscritti. Grazie di cuore. In alto i cuori. G.Balzi Torino 18 1 2017
    • maurizio carrara 1 anno fa
      Regolamento 1. Sono iscritti al MoVimento 5 Stelle i cittadini italiani di maggiore età che ne abbiano fatto richiesta in rete secondo le procedure di cui al link www.movimento5stelle.it/regolamento/1.html, dei quali sia stato accertato il possesso dei requisiti indicati nel “non statuto”. La procedura di identificazione ed accettazione viene effettuata dal gestore del sito incaricato dal capo politico del MoVimento 5 Stelle, nel rispetto della normativa sulla riservatezza e sulla protezione dei dati personali. La procedura di certificazione dell'iscrizione si conclude con comunicazione da inviare all'indirizzo mail indicato nella domanda, entro sei mesi dall'inoltro della domanda stessa con allegata la relativa documentazione e comporta dalla data indicata nel sito l'abilitazione da parte del sistema informatico a partecipare alle votazioni in rete.
  • Paolo . Utente certificato 1 anno fa
    Ho votato no! Non sapendo quale sia la conseguenza a tale votazione preferisco che le risorse vengano investite per valorizzare i tetti. Mi ero ripromesso di astenermi per via dei tanti yesman! Chissá stavolta mi sbaglierò e vincerà il si in maniera risicata oppure verrà confermata la presenza del 70% di analfabetismo funzionale? Sono consapevole che il M5S rappresenta la massima espressione di partecipazione alle decisioni del programma che abbiamo in Italia, non so altrove. Resto un po' deluso dalle modalità, mi sembra che si cerchi una sorta di certificazione più che una partecipazione al processo decisionale. Preferisci la vita o la morte? Preferisci l'aria pulita o lo smog? Preferisci la corruzione o l'onesta? Preferisci il monopolio statale o il monopolio privato? Preferisci l'energia rinnovabile o il carbon fossile? Se sappiamo che al movimento sono care le tematiche ambientali perché porre questi quesiti e con una motivazione a sostegno della decisione da prendere? Se vince il no quali sono le conseguenze? Quali sono gli obiettivi funzionali a tale scelta? Vogliamo raggiungere l'80% di fabbisogno? Tutto ciò mi pone a favore del no A questo punto per me é più interessante capire come ci si comporterà al voto. Vincerà mai il no? La questione che stiamo votando mi sembra marginale.
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 1 anno fa
    Auguri ai votanti e coraggio al candidato sindaco.
  • Paolo Ghiazza 1 anno fa
    chiedete a grillo se può iniziare a dire qualcosa contro il mous,o è ancora legato ai comandi dell'amministrazione obama
  • Alessandro D'Arpini (adarpini@spamcop.net) Utente certificato 1 anno fa
    Ricordo l'ora di religione dove rispondere in modo corretto era banale. In modo corretto, non in modo appropriato. La domanda sui terreni marginali, mi ricorda l'ora di religione. Ho votato Si ma la risposta corretta non è anche appropriata. Esempio: è buono uccidere? La risposta corretta è No ma quella appropriata è Dipende.
  • roberto 1 anno fa
    con tutti i tetti e capannoni che ci sono che bisogno c'e' di andare a rovinare territorio verde? fate una legge per i tetti per tutti i tetti . ai voglia a superfici che possiamo occupare, invece di andare a lottizzare e recintare le poche aree verdi che ancora abbiamo. io voto no
  • salvatore leonangeli 1 anno fa
    Ho votato No, ovviamente non perchè sia contrario al fotovoltaico e al reperimento di energie alternative al fossile, ma perchè ritengo molto più utile, meno ingombrante, nonché meno impattante con l'ambiente, sfruttare innanzi tutto le superfici dei fabbricati;in alcuni paesi del Nord Europa, esistono pannelli fotovoltaici persino sulle facciate principali, cosa che garantisco non davano nessun "fastidio, visivo o funzionale; per cui posare detti pannelli su terreni agricoli ecc, dovrebbe essere una scelta di "estremo ratio", cioè solo dove ci siano esigenze di energia e in assenza di strutture alternative,(fabbricati, capannoni ecc,)
  • Alessandro P. Utente certificato 1 anno fa
    Attualmente non è vietato appoggiare un pannello sul proprio terreno agricolo (chi vuole una roba del genere chiede troppo) ma è vietato incentivare con fondi pubblici tale pratica sia per terreni agricoli che per zone marginali ovvero anche agricoli ma di fatto senza agricoltura (es. zone montuose, terreni rocciosi, esausti, inquinati....). In ogni caso anche se si vota no al quesito i contadini possono comunque installare impianti nei loro terreni agricoli ma senza incentivi: sulla proprietà privata uno può fare quello che vuole e chi critica il contadino per il cambio d'uso del suo terreno lo tratta di fatto come un servo della gleba privo di diritti inoltre l'energia potrebbe essere autoconsumata quindi negare l'autoproduzione sarebbe davvero ingiustificabile.
    • Santo Mazzotti Utente certificato 1 anno fa
      Opportuna ed ottima informazione, Alessandro P. Anch’io non capisco come mai si fa tanto i difficili sull’energia pulita e rinnovabile, quale il fotovoltaico, continuando così in pratica a favorire allegramente il termoelettrico in Italia; è per far contenta la lobby dei petrolieri?
  • Matteo Snidero (stereo) Utente certificato 1 anno fa
    Ho votato NO! Nel mio comune esiste già un impianto del genere e, in tutti i comuni limitrofi una società Austriaca ha creato degli impianti simili. Ritengo difficile che un terreno non possa essere usato a fini agricoli. Se un terreno è stato sfruttato "troppo" si può mettere a pascolo per qualche anno. Esiste sempre una o più colture che possono essere adatte anche a terreni poveri. E' assolutamente discrezionale la valutazione di terreno "marginale" e può essere sfruttata in modo artificioso per creare impianti fotovoltaici che arricchiscono qualche società e non servono alla collettività. Unica deroga la farei per quei terreni inquinati o dove sotto c'è una discarica esaurita (coperta). Ripeto nel mio comune e nei comuni limitrofi ne hanno fatti un sacco di questi impianti usando come scusa "tanto non producono!".
  • Davide Rigamonti 1 anno fa
    Ciao a tutti, iscritto e votante da sempre Ora vado a votare il quesito. volevo solo scrivere una cosa, già ribadita in precedenti post, e mi rivolgo a polemiche riguardo alle tempistiche e modalità di voto. tralasciando problemi tecnici e problematiche che impediscono REALMENTE di votare sul blog, volevo dire che, collegandosi con uno smartphone ci se mette 5 minuti a votare e col pc ce ne vogliono 10. Quindi se si vuol votare si può tranquillamente. Nessuna scusa. Riguardo a " ma non so di cosa si parla", il questito che si vota oggi è sul blog da una settimana. C'è stato il tempo di leggerlo e studiarlo. Questa cosa vale anche per le LEX ISCRITTI, poichè arrivano perdiodicamente, in modo da leggerle poche alla volta e di conseguenza farsi un idea. Detto questo buon voto a tutti Davide
    • Beppe 1 anno fa
      Ciao Davide, è tutto vero ciò che scrivi, ma sarebbe anche interessante abituare le persone al rispetto dei regolamenti che ci siamo votati: "L'assemblea viene indetta con avviso sul portale del MoVimento 5 Stelle e con e-mail inviata agli iscritti interessati dalla votazione, con preavviso di almeno 24 ore per le votazioni sulla scelta dei candidati e sulle modifiche al regolamento." sennò cambiamo il regolamento. Votato anch'io. Buon lavoro.
  • Glauco-Antonio Belligni Utente certificato 1 anno fa
    Assolutamente d'accordo con quanto scritto da niko_d, prima di andare a deturpare ulteriormente il paesaggio, che rimane una delle poche risorse di cui possiamo godere, vanno sfruttate tutte le aree urbane / industriali , tetti di stabilimenti industriali, parcheggi, strade ecc ecc. ce ne sarebbe in avanzo. La definizione di " marginale" è molto vaga: un terreno incolto o introduttivo è marginale anche se situato in una bellissima posizione paesaggistica? sicuramente verrebbero fuori delle porcherie farebbero passare per marginali anche le crete senesi... E inoltre, in questo piano energetico, al primo posto va la riduzione degli sprechi e dei consumi inutili,. Non mi piace neanche come viene formulato il quesito, cosi posto è chiaro che tutti votano si perché ovviamente siamo tutti favorevoli al rinnovabile, ma il modo di porre i quesiti è un vecchio vizio, si cerca sempre il plebiscito e non uno scambio di opinioni... Voto NO
  • Santo Mazzotti Utente certificato 1 anno fa
    Ho votato SI, senza esitazioni.
  • niko d. Utente certificato 1 anno fa
    A favore del piano energia m5s ... ma stavolta sono scettico per alcuni motivi: - PROBLEMA IDRICO: Scorrimento veloce o concentrazione acque meteoriche che non cadono direttamente a terra e non percolano in maniera naturale nel terreno. Conoscendo il problema idrogeologico italiano non conviene in caso di utilizzo di ampie superfici agricole - DELIMITAZIONI: una centrale dev'essere delimitata. Quindi si rischia di togliere ulteriore spazio aperto alla fauna - IMPATTO PAESAGGISTICO. Meglio sfruttare le zone già urbanizzate, evitando il rischio di degrado ambientale-paesaggistico. Il paesaggio italiano è il motore del nostro turismo!!! E il turismo dovrebbe essere il nostro pane - RISCHIO DI PORCHERIE. Come si può valutare se un terreno è marginale o meno? Un terreno agricolo incolto può essere benissimo ripristinato e reso utilizzabile con tecniche colturali o varietà particolari. - MANUTENZIONE: in zona agricola probabilmente occorrerà maggiore manutenzione agli impianti rispetto ad una zona già urbanizzata. Si pensi solo alla pulizia ... foglie, polveri, pollini, residui, cacche di uccelli, ecc... E più manutenzione equivale a più spesa. Alternativa: - USO DELL'ESISTENTE: Sfruttare prima tutte le coperture dei fabbricati (tetti, pensiline, tettoie), incentivando SERIAMENTE la posa dei pannelli. - USO DEI FABBRICATI PUBBLICI, favorendo la compartecipazione dei cittadini con i Gruppi di Acquisto Fotovoltaico (ottimo investimento!) - USO DELLE AREE INDUSTRIALI DISMESSE O DEGRADATE. Queste sì che sono irrimediabilmente compromesse! ABBIAMO CEMENTIFICATO L'8% DEL NOSTRO TERRITORIO. Come specificato da Ugo Bardi servirebbe ulteriore 1% di territorio per soffisfare il 100% del fabbisogno. BEH, UTILIZZAMO QUELL'8% GIA' COMPROMESSO! Le produzioni energetiche sarebbero ELEVATISSIME, con un ABBATTIMENTO DEI COSTI in quanto nelle aree urbanizzate i servizi pubblici son già presenti(rete elettrica, cavidotti, ecc.) Pertanto io voto NO
    • Marcus Barão Camarão Utente certificato 1 anno fa
      Non volevo arrivare a questo giorno...ma il fatto stesso che una votazione del genere sia stata proposta e in questo modo, ancor più e ancor prima dell'87% di analfabetismo funzionale (perché chi ha il potere di proporre queste votazioni ha guadagnato il vantaggio, dicendo tra l'altro cose giuste, ha poi anche la responsabilità di continuare a dirle) mi fa percepire per la prima volta il pericolo di questo movimento, e che forse c'è dietro qualcosa.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus