L'Oceano Pacifico è morto

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
Garbage Island, l'isola di plastica
isola_plastica_oceano.jpg

"L’oceano Pacifico è morto, è svuotato di ogni vita. Ci sono solo rifiuti e barche per la pesca industriale intente a saccheggiare accuratamente quel poco che è ancora rimasto. Sta facendo il giro del mondo, sui media di lingua inglese, il racconto struggente, tragico e a suo modo poetico di un marinaio, Ivan Macfadyen, che ha ripetuto la traversata del Pacifico effettuata dieci anni fa. Allora fra l’Australia e il Giappone bastava buttare la lenza per procurare pranzo e cena succulenti. Stavolta in tutto due sole prede. Dal Giappone alla California, poi, l’oceano è diventato un deserto assoluto formato da acqua e rottami. Nessun animale. Non un solo richiamo di uccelli marini. Solo il rumore del vento, delle onde e dei grossi detriti che sbattono contro la chiglia. Il racconto di Ivan Macfadyen, vecchio marinaio col cuore spezzato dopo 28 giorni di desolata navigazione nel Pacifico, è stato raccolto dall’australiano The Newcastle Herald ed è stato variamente ripreso da decine e decine di testate, tutte in inglese. Macfadyen ha navigato con il suo equipaggio a bordo del Funnel Web sulla rotta Melbourne - Osaka – San Francisco. Dice di aver percorso in lungo e in largo gli oceani per moltissimi anni, dice di aver sempre visto uccelli marini che pescavano o che si posavano sulla nave per riposarsi e farsi trasportare. E poi delfini, squali, pesci, tartarughe… Stavolta nulla di tutto ciò: nulla di vivo per oltre 3.000 miglia nautiche. Unica apparizione, poco a Nord della Nuova Guinea, quella di una flotta per la pesca industriale accanto ad una barriera corallina. Volevano solo il tonno, tiravano e ributtavano in mare – morta – ogni altra creatura marina. E poi la parte più allucinante del viaggio, quella dal Giappone alla California, costantemente accompagnata dalla gran quantità di rottami trascinati in mare dallo tsunami del 2011, quello che ha innescato la crisi di Fukushima. Rottami, rottami grandi e piccoli ovunque: impossibile perfino accendere il motore. Rottami non solo in superficie ma anche sui fondali, come si vedeva chiaramente nelle acque cristalline delle Hawaii. E poi plastica, rifiuti di plastica dappertutto. Nel racconto di Ivan Macfadyen un solo elemento è direttamente riconducibile ai tre reattori nucleari in meltdown sulla costa giapponese: dice di aver raccolto campioni destinati ad essere esaminati per la radioattività e di aver compilato durante il viaggio questionari periodici in seguito a richieste provenienti dal mondo accademico statunitense. Però non si può non pensare a Fukushima quando Macfadyen afferma che nelle acque del Giappone il Funnel Web ha perso il suo colore giallo brillante e quando dice che uno dei pochissimi esseri viventi incontrati dal Giappone alla California era una balena che sembrava in fin di vita per un grosso tumore sul capo. Il Pacifico è morto – si è rotto, per usare l’espressione di Macfadyen – e l’ha ucciso il genere umano, che sta al pianeta come una nuvola di cavallette sta ad un campo di grano. Macfadyen, raccolta il The Newcastle Herald nel seguito della storia, non ha voluto rilasciare altre interviste dopo quella che ha fatto così tanto rumore. Desidera però che il mondo sia consapevole di quanto egli ha visto. Accontentiamolo." Blogeko

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Vito Gargiuolo 4 anni fa mostra
    FATE PASSARE LA BELLANDI PER UNA PERSEGUITATA POLITICA? MANDANTE SILVIO BERLUSCONI? MANDANTE DOTT. LAURA GIORGI? MANDANTE QUESTORE FAVOREVOLE ALLA TAV? POERETTI. LA PRIMA CHIUSURA PUO' ESSERE UN CASO, MA SIAMO ALLA CHIUSURA DEL 2° LOCALE! Droga, sporcizia e clienti con precedenti penali: chiuso un locale nell'immediata periferia di Lucca QUESTO E' IL TITOLO ESATTO DELLA CRONACA LOCALE
    • Piero da Messina () Utente certificato 4 anni fa mostra
      Si tratta dello stesso locale, e della stessa notizia, pubblicata cambiando il nome dalla località, e poi , vivendo in paese potresti accorgerti che ogni tanto un locale viene chiuso semplicemente perchè molti locali ammanicati con la giunta del posto vedono la loro clientela assottigliarsi a causa di un'altro locale che gira a mille. Cose che succedono grazie alla gente come te. Non è possibile chiedere i documenti a tutti quelli che vengono a prendere un caffè o che si fermano l'intera serata.
    • er fruttarolo Utente certificato 4 anni fa mostra
      Herri,vuoi di' che,sta a fa pubblicità occulta?? Aho,mica ar rum...
    • Vito Gargiuolo 4 anni fa mostra
      SE IL TITOLARE FOSSE STATO UNO DEL PDL PER VOI LO SAREBBE STATO. SOLO PERCHE' E' DEI VOSTRI LA DIFESA E' DI DOVERE. VERO? E' IL SECONDO CHE GLI CHIUDONO! TE LO RICORDO.
    • harry haller Utente certificato 4 anni fa mostra
      Minchia, sembra la descrizione del locale più malfamato di Caracas, aha haha haha aha......
  • NICOLA DELIGUORI Utente certificato 4 anni fa
    necessaria la decrescita.chi la pensa diversamente è un pazzo.
    • mario di genova Utente certificato 4 anni fa
      si,è un'idea ma l'errore a monte fatto dal creatore è che ci ha fatto un'intelligenza soggettiva,cioè ognuno di noi la usa per la propria morale,fini,aspirazioni e comunque non legata o aggregabile ad/con un'entità unica tipo formiche o api dove ogni individuo ha la sua funzione precisa e responsabile.d'accordo che è proprio questa caratteristica che ci distingue dal resto dei viventi ma la conclusione è tragicamente terminante.in un modo o nell'altro.ai posteri l'ardua sentenza !
    • mario di genova Utente certificato 4 anni fa
      si,è un'idea ma l'errore a monte fatto dal creatore è che ci ha fatto un'intelligenza soggettiva,cioè ognuno di noi ha la sua morale,fini,aspirazioni e comunque non legata o aggregabile ad/con un'entità unica tipo formiche o api dove ogni individuo ha la sua funzione precisa e responsabile.d'accordo che è proprio questa caratteristica che ci distingue dal resto dei viventi ma la conclusione è tragicamente terminante.in un modo o nell'altro.ai posteri l'ardua sentenza !
    • G. 4 anni fa mostra
      No Antonio,purtroppo mi riferivo a quella economica. Purtroppo!
    • Antonio* °Cataldi (capisc'a me) Utente certificato 4 anni fa
      Forse ti riferisci anche alla descrescita demografica ? Capisc'a me
    • G. 4 anni fa mostra
      Eh,ma decrescere più velocemente di quanto l'Italia stia già facendo mi pare difficile,no?
  • G. 4 anni fa mostra
    LE PREVISIONI DEL DIVINO ESTIQAATSI Mmhh...nulla di pacifico durerà a lungo!
  • G. 4 anni fa mostra
    SMS DAL MADAGASCAR ! ! ! http://pinoz6700.blogspot.it/2013/10/sms-dal-madagascar.html
  • G. 4 anni fa mostra
    L'IMPICCIATO ! ! ! http://pinoz6700.blogspot.it/2013/10/limpicciato.html
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus