Un riconoscimento da Milano a Dario Fo e Franca Rame

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Gianluca Corrado, Patrizia Bedori e Simone Sollazzo, consiglieri M5S Milano

Il Consiglio Comunale di Milano ha approvato all'unanimità la mozione presentata dai consiglieri del MoVimento 5 Stelle per l'intitolazione della palazzina Liberty in Largo Marinai d'Italia a Dario Fo e Franca Rame.

Un atto dovuto verso un artista poliedrico, un maestro prima che Premio Nobel per la letteratura e per la sua compagna di vita.

Si tratta del luogo dove il Maestro ha iniziato la sua carriera artistica, di un luogo che ha caratterizzato la sua storia e che non poteva che essere intitolato a lui e a Franca.

L'augurio e l'invito che facciamo alla giunta Sala è che questa mozione sia solo il primo passo per un riconoscimento completo dell'importanza e del valore artistico e culturale dell'attività di Dario e Franca.

Come ha potuto, ad esempio, Milano lasciarsi scappare l'inestimabile archivio storico di Fo (oltre un milione di testimonianze), che lo scorso anno ha trovato casa a Verona? Proprio la città del Maestro non ha fatto nulla per trattenere un patrimonio di inestimabile valore per il quale sono arrivate richieste da ogni parte del mondo. Ci auguriamo che a ciò si ponga presto rimedio.

Per il momento, siamo estremamente felici di aver contribuito ad assicurare un riconoscimento concreto a Dario e Franca, un riconoscimento che Milano non poteva più permettersi di far attendere.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Marella Moretti 7 mesi fa mostra
    X Carlo (cantina commento 12:06 censurato) Non intendo affatto buttarla in caciara quindi ti dico chiaramente che non sono in grado di parlare de “la” verità virgolettata, intesa come unica e assoluta, tipo il Verbo. Li ritengo argomenti talmente Oltre che magari potrebbe discuterne Dio con se stesso, o al limite con un suo omologo, non certo io. Parlando dunque di “metodi per fare le cose”, nel mio post precedente, indirizzato @ Di Maio e come da prassi censurato, non ho dunque fatto voli pindarici, mi sono limitata a esprimere il mio punto di vista su “cosa fare in particolare” nel caso il M5S volesse effettivamente Testimoniare il metodo e-democracy anti delega uno vale uno, come stabilito nel Non Statuto. Ciao!
  • Marella Moretti 7 mesi fa mostra
    L’affettuoso ricordo di Dario e Franca mi fa ricordare anche il tempo in cui il M5S cantava “non siamo un partito non siamo una casta siamo cittadini punto e basta ognuno vale uno vale uno ecc.” Ritornando al presente del “uno vale uno” mi rivolgo @ Di Maio il quale da Floris, spiegando che uno vale uno non significa uno vale l’altro, ha detto che bisogna ascoltare gli esperti. Come in effetti abbiamo ascoltato ieri sul tema Giustizia o nel meeting del 2014 sul tema e-democracy e Trasparenza, rimasto però lettera morta. Immaginando ora che Lei non si auspichi la riedizione di un governo tipo Monti, sta di fatto che per ogni materia ci sono molti esperti con opinioni spesso diverse, come si è visto ad es. sul tema vaccini. Le domanderei allora, nel caso Lei diventasse capo di governo, chi ritiene debba decidere quali esperti ascoltare e quali no? Li sceglierà Lei e gli altri Portavoce, lo Staff di Grillo, oppure la Rete? E chi deciderà poi come procedere dopo averli ascoltati? Dando per scontata l’ovvia risposta che la Democrazia dal basso non si può Testimoniare con decisioni calate dall’alto e che un sistema operativo opaco non può Testimoniare un metodo decisionale Trasparente, vado oltre l’ovvio e, ricordando che Lei ha affermato di riconoscersi nel Non Statuto, (il cui art. 4 attribuisce alla Rete il ruolo di governo e di indirizzo) vorrei chiederle se, in base al Non Statuto, Lei ritiene che l’attuale modello operativo per la scelta sia degli esperti che delle successive proposte da sottoporre a votazione, sia un Trasparente metodo orizzontale, Coerente con quel rivoluzionario Metodo decisionale che il M5S aveva la Finalità di Testimoniare. Per quanto ho sperimentato sul S.O., direi proprio di NO: non lo è. Suggerirei quindi di dare un effettivo seguito alle proposte emerse nel meeting del 2014, per una Piattaforma che non riduca l’uno vale uno a meri sondaggi su quanto già deciso dall’alto da qualcuno che evidentemente vale più di uno. Grazie
    • carlo 7 mesi fa mostra
      cioe', piuttosto che chiedermi a quale verita' il m5s dara' retta, mi auguro che persegua "la" verita'.
    • carlo 7 mesi fa mostra
      ti faccio un esempio (per come la vedo io naturalmente): sul discorso vaccini: sia chi e' a favore dei vaccini sia chi e' contro non discute sulla loro efficacia. non e' quello il tema. e di questo dovresti essertene accorto. sarebbe, come ha detto bene un ubbioso sui vaccini, discutere se la chirurgia e' utile o no. discussione inutile. cosa vuol dire questo? che una verita' "oggettiva" esiste. un punto di incontro, che non cozzi contro il buon senso, la scienza, l'intelletto, chiamalo come vuoi, esiste. cosa divide ad es nei vaccini? le sfumature. i metodi per fare le cose. e cosa fare in particolare. e se le discussioni che fanno su queste "sfumature" non finissero in caciara, ma venissero fatte in buona fede e chiarezza, anche qui' sono convinto che "la" (non "una") verita' si arriverebbe a trovare. un passo alla volta, senza voli opindarici e/o accelerazioni mentali, si arriva alla verita'. mi auguro che il m5s tenga questa linea di azione.
  • polina garcio Utente certificato 7 mesi fa mostra
    Ciao gente Non ingannare più das la truffa, se avete bisogno di finanziamento contatto direttamente la banca di investimento di credito. Questa banca mio facendo bene con un prestito di 300.000 euro. Avete il vostro trasferimento in un periodo di 72 ore con tutte le prove. È possibile contattare il seguente indirizzo: infos@cibanque.cominfos@cibanque.com Numero whatsap: + 330644146852
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus