Il New York Times contro le larghe intese

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

nytberlusconi.jpg
"'Non c'entra solo Berlusconi'. Esordisce così il durissimo editoriale che il New York Times dedica allo Stivale, pieno di problemi e non tutti imputabili a Berlusconi. Il giornale più prestigioso del mondo, infatti, accusa anche il centro-sinistra italiano, incapace di "fare molto meglio", persino quando gli elettori hanno voluto provare a dargli una possibilità.
Con queste debolezze eclatanti su ambo i lati dello spettro” dunque, nessuno potrebbe dirsi veramente vincitore. E il governo delle larghe intese, che i giornalisti d'oltreocenano paragonano a un patchwork, altro non sarebbe che una “coalizione sgraziata con pochi obiettivi finora raggiunti”."Il problema dell'Italia non è solo Berlusconi".
L'Italia ha “disperatamente bisogno di un rinnovo politico totale",conclude l'editoriale, in grado di produrre "leader che riescano a guadagnarsi il consenso popolare per le dovute riforme economiche”. E, nel momento in cui ciò si verificherà, “la loro prima responsabilità sarà quella di guidare una sfida credibile alle domande di austerità senza uscita che arrivano dai partner europei"." Segnalazione da articolotre

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • E.Campa 4 anni fa
    Condivido
  • E.Campa 4 anni fa
    Condivido appieno cambio di mentalita di gestione della cosa pubblica con logiche diverse
  • marco grasso 4 anni fa
    Le nostre privatizzazioni sono state la vera vergogna della politica italiana! Hanno dato origine a governi di persone, politici e boiardi di stato, cioè amici di politici che avevano il potere di cedere, a propria discrezione, al prezzo da essi stessi pattuiti (e senza rendere conto a nessuno) industrie pubbliche, cioè nostre, mie e tue, che stai leggendo. Costoro sono stati capaci di generare immense e privatissime ricchezze senza che nessuno potesse dire od obbiettare alcunché. Dopo queste cessioni, per lo più industrie automobilistiche che già avevano una certa visibilità, ad acquirenti esteri disponibili a pagare cifre doppie, i nostri politici hanno fatto finta di niente, giustificando l' italianità dell'acquirente sempre a prezzi decisamente inferiori e sulla base di semplici acconti, purtroppo rimasti tali per sempre, con grande felicità degli artefici di dette contrattazioni. Il risultato è stato quello di un inesorabile arretramento da parte della ricchezza pubblica (cioè nostra), con la più che giusta riconoscenza di detti limitati costi da parte degli amici acquirenti e più di 500 miliardi di cassa integrazione tuttora gravanti sul nostro debito pubblico. La "ricompensa" di questo enorme sacrificio dell'economia italiana sta nelle parole del più alto dirigente della principale tra le aziende che hanno subìto questo processo, il quale, tutto sostenuto (quasi offeso) annuncia con toni di minaccia che può tranquillamente delocalizzare la produzione e pagare le tasse sui suoi milioni di euro annui di guadagno nell'amica Svizzera. Per non parlare dell'ILVA che ha toccato il livello più alto di inciucio fra proprietari privati, acquirente e ministri di Stato o loro rappresentanti venditori, i quali hanno permesso un odioso arricchimento a favore di privati senza neppure preoccuparsi che questi effettuassero sopportabilissimi e indispensabili controlli sull'ambiente. E' stata infatti perpretrata una odiosa connivenza con la proprietà per attuare il risparmio
  • claudio r. Utente certificato 4 anni fa
    l'unico rinnovamento e' l'eliminazione del berlusconismo, della dipendenza da aspen I. ,bilderberg group,e da tutte le caste che vivono alla grande sulle spalle del povero cittadino. PD compreso
  • Giuseppe Sessa 4 anni fa
    Signori vi pongo io un problema secondo me il nostro presidente della repubblica e sotto ricatto dal nano malefico altrimenti non si spiega il rinnovo del mandato lui aveva già detto prima che alla scadenza del mandato avrebbe lasciato . Adesso il nostro caro presidente della repubblica sta riflettendo su cosa fare con il nano dopo la sentenza ma di cosa deve riflettere basta applicare la legge ma siccome è sotto ricatto sta cercando il modo di graziarlo quindi secondo me il male Dell Italia e questo presidente che dovrebbe dimettersi immediatamente
  • Ezio Bigliazzi Utente certificato 4 anni fa
    AAAAA Cercasi scrivano servo devoto, capace di penna e calamaio, ma senza personalità per copiare da minuta il libro "LE MIE PRIGIONI" di Tale Silvio B. Mandare curricula a Sandro Bondi.
  • Riccardo Garofoli 4 anni fa
    Il NYT direi che scopre l'acqua calda Questo e il governo dei rinvii un po' perché tra i soci non trovano la quadra un po' perché anche un socio da solo non è al altezza Il pd cerca di apparire unito ma è percorso da mille rivoli non ha una linea politica e non sa trovarla senza spaccarsi Dal altra parte il problema e risolto alle radici c'è il nano la linea la detta lui punto e basta un delinquente che detta la linea politica e una cosa italiana e solo italiana Oltre a essere supini al nano c'è anche chi fa finta di essere supino agli elettori Così non si va da nessuna parte , errore così si finisce di rompere il paese con un bel fallimento Sto prendendo già lezioni di sirtaki credo che dovrò imparare anche il tango argentino
  • Luca 4 anni fa
    Il bello è che prima gli stranieri guardavano al PDL con disprezzo e preoccupazione pensando che il Pd fosse la risposta. Mentre il Movimento 5 Stelle sembrava tipo la lega dei matti con quel Grillo che gridava da una vita. Non credevano a Beppe, lo guardavano con attenzione lo studiavano lo ascoltavano le tv straniere. Ora loro i giornalisti stranieri hanno capito ed interpretato quello che diceva Beppe e cominciano a pensare sempre più che aveva ragione e non era solo la voce nel deserto che grida.... Hanno capito che in Italia ci sono le lobby politiche massoniche (perché si scambiano i piaceri). Unica soluzione aspettare il voto e mandarli tutti a casa.... Oppure ve ne siete già dimenticati? Tutti a casa Ogni anno ci sono entrate da capogiro e tutti questi soldi miliardi di miliardi di euro da tasse sul lavoro dipendente, IVA (su tutto quello che acquistiamo compresa l'acqua) accise sui carburanti ect ect dove finiscono tutti questi soldi perché ci sia bisogno di scontrarsi sull'imu (4miliardi) quando solo le pensioni d'oro portano via allo stato 19 miliardi all'anno. Ma di cosa parliamo della falsa Pd e PDL sull'imu? Tutti a casaaaaa
  • MASSIMO DE LUCA 4 anni fa
    Il problema principale in Italia è l'informazione. Persino i miei genitori (mio padre pensionato 1300 euro al mese; mia padre casalinga) sono convinti che a causa del M5S é nato il governo PD-Pdl. Purtroppo se alla tv dicono che quasi 1 italiano su 3 ama berlusconi o che l'hanno votato ,per chi ascolta il nano è amatissimo Ma non dicono mai che piú di 2 su 3 o il 70% Lo vorrebbero in galera. CI SONO SUL DIGITALE TERRESTRE TANTISSIMI CANALI INUTILI, NON E' POSSIBILE PRENDERE UNO ANCHE IN AFFITTO E CREARE UN CANALE LIBERO DOVE GIORNALISTI LIBERI FANNO VERA INFORMAZIONE E PAGATI TRAMITE PUBBLICITA' E MICRO DONAZIONI TUTTO TRASPARENTE. DOVE I POLITICI VENGANO INTERVISTATI DA VERI GIORNALISTI
    • T Asleton 4 anni fa
      Ma chi lo guarderebbe sto canale. Un tentativo di supporto al le andava fatto anche solo per dimostrare che ci si provava per poi far cascare tutto. Questo e stato un errore che si pagherà con voti a Renzi. È lui l'unto del Signore ora. M5s perderà molti voti ma rimarrà puro, con letizia dei fondatori. Questo quello che sento in giro, chi ha votato M5S last minute o con speranze di ribaltamento voterà renzie. Lui sa venderei non è letta e c.
  • egeria benvenuti 4 anni fa
    Il M5S ha strappato il sipario ed ha rivelato che il parlamento altro non è che un mercato, dove si vende di tutto e di più, in una corsa frenetica all'accaparramento dei beni con i soldi degli italiani, da depositare nei noti paradisi fiscali. Questi mercanti del demonio stanno spremendo, a più non posso, il popolo italiano, perché sanno benissimo, alla faccia dei sondaggi che declamano, che questo governo è l'ultimo treno che hanno preso e si spera che vadano ad infrociare alla massima velocità contro un muro.
  • Luca 4 anni fa
    Gli americani hanno capito che ne PDL ne Pd faranno mai il bene del paese tutto qui.
  • Luca 4 anni fa
    Intanto Bossi si preoccupa delle province da sopprimere. Bondi, Bossi ect ect... Dovete ricordarvi anzi dovete un po' studiare la storia. Un paese messo a ferro e fuoco non insorge per un riccone delinquente perché dichiarato tale dalla legge e non insorge perché vengono soppresse le province per risparmiare sui regali ai politici segati che cercano poltrone nelle province, nelle varie autorità come quelle portuali del Pd. Il popolo insorge per fame e basta una scintilla. In galera li panettieri che si erano arriccuti
  • caterina c. Utente certificato 4 anni fa
    Persino gli americani ce lo dicono...lo dicono alla sinistra di avere il coraggio di rinnovarsi... a noi ci tocca scuotere lo stivale con il Movimento 5 stelle ... ma qui son tutti sordi e ciechi...attenti a non rimetterci di tasca propria compresi quegli italiani che continuano a votare chi ha fatto affondare il paese ovvero PD E PDL .... Ma guarda cosa mi tocca fare anche dare ragione agli americani mi tocca...
  • Alessandro P. Utente certificato 4 anni fa
    Possibile che con 750 Miliardi L'anno non sappiano gestire i servizzi,non è concepibile,non è Propio Concepibile.Uno dovrebbe pagare un anno per tutta la vita con quella cifra io vi faccio volare il Mondo non l'Italia.Continuo a ripetere che siete dei profittatori incapaci in ruoli mai assegnativi per meriti di Intelliggenza ma per la clienteralieta Politica di questo Paese,di allevamento di Suini.
  • Alessandro P. Utente certificato 4 anni fa
    Mi Associo,ed in piu aggiungo,che non sono Larghe intese,ma le suddivisioni del denaro,tengono stretti i rapporti,ma non quelli di organizzazione,e per meriti Politici,in piu (Questo) li dissocia dai loro compiti di analisi territoriale,nei confronti socio economici di sviluppo e di crescita,portandoli solamente ad esprimersi in via indotta ,alle richieste di denaro ormai di misura inragionevole,nei confronti dei cittadini italiani.Se in italia spendi 10 euro,in linea diretta ed indiretta,6 vanno allo stato,che cosa ne rimane di un Guadagno Lavorato,se con i restanti soldi si aggiungono tasse sulle Abitazioni,e pagamenti ad eventuali servizi.Niente.Anzi bisogna fare dei Prestiti pur Lavorando.Quindi come si fa se continuano in questo Modo Barbaro e disdicevole a gestire i Patrimoni Italiani.Siamo 66,Milioni,ammesso e non concesso che spendiiamo 10 euro cadauno,6 vanno allo stato,ogni santissimo giorno.Il consumo di un Italiano medio sono 743 euro al mese di cui 396 vanno allo stato,quindi sono 50.000.000.000 al mese in media.Poi ci sono le restanti economie,che mettono Benzina,Pagano Gas Luce e Telefono,Le societa Pagano,le tase in dicitura,quindi approssimativamente, Lo stato incassa 80 Miliardi al Mese,che cosa vuole ancora,se non sa gestire 80 Miliardi per lo sviluppo ,e l'auto Mantenimento dei servizzi.è uno stato che va Bocciato come a scuola e va mandato via.
  • Massia Ellecibò Utente certificato 4 anni fa
    Troppo spesso Berluscono è in prima pagina su ogni fronte...Tv, Politica, Sporto, 20 anni di B. Il vero cambiamento è voltare pagina, se continuiamo altri 10 anni con i processi di Mr.B. allora le esigenze degli italiani saranno sempre in secondo, terzo piano...peccato che oltre la povertà esiste solo la morte. Chiunque dall'estero vede e mette a fuoco la realtà; in Italia le tv e i giornali sono bravissimi a far trascorrere gli anni senza mai portare alla luce i veri disastri che stanno per scoppiare...è evidente che quando scoppia la verità si arriva ad un punto di non ritorno. L'unico strumento in mano agli italiani è il voto, ma hanno ampiamente dimostrato di essere quasi tutti masochisti..!!! Se je piace così..!!!
    • maurizio gombi 4 anni fa
      il voto non serve a un cazzo ... la vecchia classe politica sappiamo che è in vendita ed anche la nuova lo sar se perdura lo stato attuale delle cose. finchè i capitalisti controlleranno le banche dove sono i nostri soldi, il nostro voto non conterà una beata fava. la vera rivoluzione sarebbe togliere i nostri risparmi dalle banche e metterli in un fondo di sostegno al mov 5* o ad altro mov.politico di opposizione sgonfiando così le tasche di quei signori che anche coi nostri soldi fanno solo i loro interessi, dando inizio ad una più equa ridistribuzione della ricchezza sola medicina per una ripresa economica sostenibile. spostare il soldo da una banca in mano a capitalisti, mafiosi e politici collusi, questo si è un voto che conta.. ed anche i pochi all'inizio avranno il loro peso!!
  • ettore v. Utente certificato 4 anni fa
    I commenti che precedono il mio hanno, di fatto, detto tutto quanto c'è da dire. L'ho già detto in altre occasioni: lavoro nel pubblico impiego e sono una di quelle rotelline dell'automa impazzito (come dice Grillo) che è il nostro apparato amministrativo (o, se volete, dite pure burocrazia). Capisco e condivido anche la rabbia di tanti, ma vi assicuro che quotidianamente termino il mio lavoro sempre più convinto che quasi non ci sia via d'uscita per l'Italia. Siamo ormai incapaci di governarci, amministrarci, capire cosa significa gestire il Bene Comune. Abbiamo costruito un meccanismo infernale che ci conduce inevitabilmente a sbagliare ed a farci sempre del male. Però, in qualche modo, dovremo ricominciare a dare un senso di onestà, giustizia, buon senso, moderazione ad ogni intento politico, da qualsiasi parte provenga. E, meglio, se presto toccherà al M5S dare questo contributo di rinascita.
  • michela fabbrini Utente certificato 4 anni fa
    "Se dovesse cadere il governo gli italiani pagherebbero 7 miliardi in più". La propaganda neofascista governativa ha raggiunto il suo massimo livello. Mi chiedo ma i servi che diffondono queste falsità non si fanno schifo? Non si disprezzano quando si guardano allo specchio? Sarà proprio questo governo che ci succhierà fino all'ultima goccia di sangue per sotto - mettersi lascivamente ai diktat della troika e lo farà facendo pagare sempre i soliti noti. Il MoVimento 5 Stelle farebbe risparmiare miliardi di euro al paese e finalmente la crisi la pagherebbero i veri responsabili, proprio per questo fa tanta paura a questi cadaveri di stato. Ma ricordiamoci bene una cosa: NON HANNO ANCORA VINTO!
    • ermanno s. Utente certificato 4 anni fa
      brava Michela stavo x fare lo stesso commento!
  • bruno da roma 4 anni fa
    Inutile girarci intorno: PD e PDL li hanno votati il 70% circa degli elettori. E, se si da' retta ai sondaggi< li rivoterebbero ancora. Quindi...abbiamo quello che ci meritiamo. Anche grazie ad un'informazione che e' una delle meno libere del globo. Questa e' l'Italia. E gli imprenditori che ora si lamentano tanto, ci sguazavano come tutti in questo bel brodino .
  • Pippo Depapero Utente certificato 4 anni fa
    Del fatto che L'Italia ha “disperatamente bisogno di un rinnovo politico totale" lo hanno capito pure i sassi ,eccetto quella parte di cittadini che continua a votare,difendere PD E PDL ,e che sono ugualmente responsbili di questo assurdo governo del dolce far nulla .
    • bruno da roma 4 anni fa
      E' vero che sono responsabili anche quegli elettori ma e' pure vero che subiscono un lavaggio del cervello niente male. Sono pochi quelli che realmente si interessano di politica, in fondo, che seguono, che cercano di informarsi al di fuori dei canali ufficiali. La maggior parte della gente ha altri problemi che mettersi su internet. Quello che e' triste e' che la maggior parte dell'informazione e schierata con questi due partiti, sa benissimo cosa succede dietro le quinte, ma non puo' permettersi di dire cose diverse da quello che gli viene ordinato. Gli editori sono pappa e ciccia col governo quindi... Cosi' i giornalisti, che sono taaantiiii , che "tengono famiglia" (e di questi tempi e' difficilino trovare un altro posto) si comportano di conseguenza. Io non me la sento neanche di fargliene una colpa, in fondo. Per me i veri responsabili sono i detentori di quei poteri economici che hanno tutto l'interesse che le cose rimangano come sono. Sono loro ad avere im mano stampa e televisioni e ,vedi caso,sono gli unici che si sono arricchiti con questa crisi. I politici sono loro impiegati e probabilmente per questo anche ben ricattabili, nulla di piu'. Forse e' una visione un po' semplicistica la mia ma la vedo cosi'. Ed il guaio e' che non e' cosi' facile uscirne perche' i soldi fanno gola a molti e con quelli si "comprano" parecchie persone.
  • pistoia franco 4 anni fa
    Se si sono accorti anche gli americani che il problema non è solo Berlusconi allora significa che il PD è altrettanto inutile ad un governo possibile, la soluzione è una sola abbandonare i vecchi partiti e sostenere la salita al governo al M5s, questo potrebbe significare l'avvio di una nuova era di progresso e giustizia di cui il nostro paese ne ha una assoluta necessità, si finirebbe questo scempio politico e anche al continuo ladrocinio verso il popolo. Tutti noi abbiamo un assoluto bisogno di libertà e giustizia, e l'unico modo per ottenerla è spazzare via il marcio non solo dal governo centrale ma soprattutto dai vari tirapiedi inseriti strategicamente nelle istituzione decentrate, eliminare ogni forma di burocrazia da ogni ente che al momento ne fa uso solo per fare pagare ogni forma di attività di fatto bloccando o comunque rallentando la nostra economia. Eliminare i previlegi e uniformare stipendi e pensioni che siano finite le disparità, e soprattutto abbassare le tasse tenendo conto della capacità contributiva di ognuno di noi, aiutare attraverso contributi tutti coloro che ne abbiano bisogno (reddito di cittadinanza) e provvedere al riallineamento delle pensioni in base al costo della vita smettere gli aiuti alle banche obbligandole ad un stile di lavoro trasparente ed onesto, dopo tutto questo forse l'Italia tornerà ad essere una nazione di cui essere orgogliosi.
    • marco carlini 4 anni fa
      Non è che si sono accorti, loro hanno interesse a chi va al potere e forse ora guardano di buon occhio il m5s, forse perché è un pochino antieuropeista? Una Bce e una Ue forte non sono la cosa migliore per gli americani, ecco spiegata anche la ritrosia della Gb ad unirsi completamente alla Ue, lora si sa guardano molto più agli Usa che all'europa!
  • Daniel 4 anni fa
    "partner europei"... lo dicono anche loro: l'Italia è fallita, ed è in vendita. Italiani inclusi.
  • alvise fossa 4 anni fa
    CIAO BEPPE, PER ME' IL NEW YORK TIMES HA FATTO DI NUOVO CENTRO,IN QUANTO L'INCIUCIO PD ELLE PD MENO ELLE,CON O SENZA NONNO B,CONTINAU FAR ACQUA ALVISE
  • Don Rigoberto Lopez Utente certificato 4 anni fa
    È' solo la sinistra italiana che sostiene da venti anni che l'immobilismo italiano e' causato da Berlusconi. Non è vero, oppure lo è solo in parte.
    • FABIO B. Utente certificato 4 anni fa
      il primo responsabile dei disastri e' il tappo pregiuducato- gli altri sono complici quindi colpevoli certamente anche loro- ma lo sfacelo l'ha creato lui e c'ha goduto
  • marco carlini 4 anni fa
    Chi vogliono mettere al comando gli americani questa volta qui da noi? Maggioranza assoluta al m5s?
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus