Dario per Franca

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

dario_fo_franca_rame.jpg

di Dario Fo

"Franca ed io abbiamo scritto quasi sempre i testi del nostro teatro insieme. Io mi prendevo l’onere di mettere giù la trama quindi gliela illustravo e lei proponeva le varianti, spesso li recitavamo a soggetto, all’improvvisa, come si dice... Questo era il metodo preferito ma non sempre funzionava. Si discuteva anche ferocemente, si buttava tutto all’aria e si ricominciava da capo. In verità mi trovavo a dover riscrivere di nuovo il testo da solo. Poi lo si discuteva con più calma e si giungeva ad una versione che funzionasse e che andasse bene a tutt’e due.
Anche Franca è stata l’autrice unica di alcuni testi. Ci sono opere, come per esempio “Parliamo di donne”, che furono stese da lei completamente a mia insaputa. Quando mi ha dato da leggere questa commedia già ultimata sono rimasto un po’ perplesso... e seccato! Ma come ti permetti?!? No, scherzavo...
Io ho proposto qualche variante ma di fatto si trattava di un’opera del tutto personale.
Pochi lo sanno ma la gran parte degli spettacoli che trattavano di questioni prettamente femminili è stata Franca ad averli scritti, elaborati e poi li ha recitati al completo spesso anche da sola. E io mi sono trovato a collaborare solo per la messa in scena.
Vi dirò di più: testi quali Mistero Buffo e Morte Accidentale di un Anarchico - che io avevo realizzato come autore unico - hanno avuto grande successo anche all’estero con centinaia di allestimenti dall’America all’Oriente, per non parlare dell’Europa.
Ma dei nostri lavori quello che ha battuto tutti i record di messa in scena è Coppia Aperta, Quasi Spalancata che è stato replicato con diverse regie per più di 700 edizioni nel mondo. Ebbene l’autrice unica di questo testo è Franca. L’ho sempre tenuto nascosto!
C’è in particolare un lavoro o meglio, un monologo, che Franca ha recitato solo qualche volta quest’anno, e di cui bisogna che io vi parli perché è fortemente pertinente alla situazione a dir poco drammatica che io sto in questi giorni vivendo.
Da tempo Franca aveva scoperto l’esistenza di alcuni testi apocrifi dell’Antico Testamento nei quali la Genesi è raccontata in termini e linguaggio molto diversi da quelli cosiddetti canonici.
Attenti, non sto parlando dei Vangeli apocrifi, ma dell’Antico Testamento... Apocrifo!
Ebbene da uno di questi testi Franca ha tratto un racconto che vi voglio far conoscere, quasi in anteprima. Eccovelo!
Siamo nel Paradiso terrestre. Dio ha creato alberi, fiumi, foreste animali e anche l’uomo. O meglio il primo essere umano ad essere forgiato non è Adamo ma Eva, la femmina! Che viene al mondo non tratta dalla costola d’Adamo ma modellata dal Creatore in un’argilla fine e delicata. Un pezzo unico, poi le dà la vita e la parola. Il tutto “prima” di creare Adamo; tant’è che girando qua e là nel paradiso Eva si lamenta che... della sua razza si ritrovi ad essere l’unica, mentre tutti gli altri animali si trovano già accoppiati e addirittura in branco. Ma poi eccola incontrare finalmente il suo “maschio”, Adamo, che la guarda preoccupato e sospettoso. Eva vuol provocarlo e inizia intorno a lui una strana danza fatta di salti, capriole e grida da selvatica... quasi un gioco che Adamo non apprezza, anzi prova timore per come agisce quella creatura... al punto che fugge nella foresta a nascondersi e sparisce; ma viene il momento in cui il Creatore vuole parlare ad entrambe le sue creature, umane. Manda un Arcangelo a cercarli. Quello li trova e poi li accompagna dinnanzi a Dio in persona.
L’Eterno li osserva e poi si compiace: “Mica male! mi siete riusciti... E dire che non ero neanche in giornata... ! Voi non lo sapete perché ancora non ve l’ho detto ma entrambi siete i proprietari assoluti di questo Eden! E sta a voi decidere cosa farne e come viverci. Ecco la chiave. E gliela getta. Vedete, qui ci sono due alberi magnifici (e li indica), uno – quello di sinistra – dà frutti copiosi e dal sapore cangiante. Questi frutti, se li mangiate, faranno di voi due esseri eterni. Sì, mi rendo conto che ho pronunciato una parola che per voi non ha significato: eternità... Significa che avrete la stessa proprietà che hanno gli angeli e gli arcangeli, vivrete per sempre, appunto in eterno! A differenza degli altri animali non avrete prole, perché, essendo eterni, che interesse avreste di riprodurvi e generare uomini e donne come voi, della vostra razza? L’altro albero invece produce semplici mele, nutrienti e di buon sapore. Ma attenti a voi, non vi consiglio di cibarvene! E sapete perché? Perché non creano l’eternità... ma in compenso, devo essere sincero, grazie a loro scoprirete la conoscenza, la sapienza e anche il dubbio.
Ancora vi indurranno a creare a vostra volta strumenti di lavoro e perfino macchine come la ruota e il mulino a vento e ad acqua. No, non ho tempo di spiegarvi come si faccia, arrangiatevi da voi. ... tutto quello che scoprirete; e ancora queste mele, mangiandole, vi produrranno il desiderio di abbracciarvi l’un l’altro e di amarvi... non solo, ma grazie a quell’amplesso, vi riuscirà di far nascere nuove creature come voi e popolare questo mondo. Però attenti, alla fine ognuno di voi morirà e tornerà ad essere polvere e fango. Gli stessi da cui siete nati.
Pensateci con calma, mi darete la risposta fra qualche giorno. Addio.

No. Non c’è bisogno di attendere, Padre Nostro! – grida subito Eva – Per quanto mi riguarda io ho già deciso, personalmente scelgo il secondo albero, quello delle mele. S devo essere sincera, Dio non offenderti, a me dell’eternità non interessa più di tanto, invece l’idea di conoscere, sapere, aver dubbi, mi gusta assai! Non parliamo poi del fatto di potermi abbracciare a questo maschio che mi hai regalato. Mi piace!!! Da subito ho sentito il suo richiamo e mi è venuto un gran desiderio di cingermi, oh che bella parola ho scoperto cingermi!, cingermi con lui e farci... come si dice?! Ah, farci l’amore! So già che questo amplesso sarà la fine del mondo! E ti dirò che, appresso, il fatto che mi toccherà morire davanti a tutto quello che ci offri in cambio: la possibilità di scoprire e conoscere vivendo... mi va bene anche quello. Pur di avere conoscenza, coscienza, dubbi e provare amore... ben venga anche la morte!
Il Padreterno è deluso e irato quindi si rivolge ad Adamo e gli chiede con durezza: “E tu? ...che decisione avresti preso? Parlo con te, Adamo sveglia! Preferisci l’eterno o l’amore col principio e la fine?” E Adamo quasi sottovoce risponde: “ Ho qualche dubbio ma sono molto curioso di scoprire questo mistero dell’amore anche se poi c’è la fine"." Dario Fo

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • ORESTE NARDON 4 anni fa mostra
    ma chi se ne frega ! una rossa in meno !
  • Stefano A. Utente certificato 4 anni fa mostra
    Per bontà d'animo, ma solo per bontà, stendiamo un velo pietoso sui pensieri e le opere politiche della signora Rame. Non ti curar di loro ma guarda e passa.
  • maurizio cetra 4 anni fa mostra
    Lettera aperta x DARIO FO Caro Dario ti scrivo queste poche righe per esprimerti la mia vicinanza per la morte della tua amata moglie. Io non sono mai stato un tuo estimatore ma difronte alla morte mi tolgo sempre il cappello. Per te lo sò, sono un'emerito sconosciuto,e non credo che un semplice mio commento ti possa far aprire gli occhi , non tanto sul movimento 5 stelle , ma sul comportamento estremamente contraddittorio e antidemocratico di Grillo. Credo che tu debba fare una riflessione su chi stai appoggiando, dato che tanti altri come te (Mastrangeli , Bonino,Gabanelli,Rodotà e molti ancora)dopo aver tentato di costruire qualcosa insieme al m5s, sono stati non solo scaricati, ma anche poi insultati dal Super Santone di questo assurdo movimento privato. Pur non avendo mai avuto idee vicine alle tue e a quelle di tua moglie Franca, so benissimo che non vi sono mai piaciuti comportamenti dittatoriali o atteggiamenti di onnipotenza in generale, e quindi non capisco perchè continui a perseguire questo strano appoggio se pure morale al movimento. Credo che Franca (pensiero personale) adesso dall'alto non rifarebbe più l'errore di dar fiducia a chi questa fiducia (vedendo gli ultimi fatti e tutte le relative contraddizioni) non se la merita! Con rinnovata vicinanza serenità
    • Paola S. Utente certificato 4 anni fa mostra
      ... un bel tacer mai scritto fu.
    • carla capponi 4 anni fa mostra
      non ti sembra un tantinello inopportuno ed insensibile postare una schifezza del genere? Neanche di fronte alla morte vi tappate la bocca? Ti sembra un post di contenuto politico o di appoggio al M5S? Per cortesia un po' di rispetto, per l'uomo, per l'artista e per i sentimenti altrui.
    • Toto A. Milano 4 anni fa mostra
      Anche in questo caso ti rinnovo il VAFFANCULO, ricordati che sei anche un gran COGLIONE !!!!! Cordialità
    • Maurizio CEFA' Utente certificato 4 anni fa mostra
      A MAURI' T'HO' CERCATO ANDO' STAVIIII GRANDE MAURI' MITICOOOOOOOO SENTI NPO' QUANNO C'ANNAMO aaaAAH RAI? A MAURI' PERO' PARLA' DEQQUI'DE STE' COSE NUN VA BBENE ANNAMO DELLA' DAJE
  • Angelo Maria Vernocchi Utente certificato 4 anni fa mostra
    JESOLO. Ci sono gli steward, ma non le hostess. Non siamo in aereo, ma sulla spiaggia di Jesolo dove tra i 50 giovani che faranno informazione e controllo sulla spiaggia, per il secondo anno consecutivo, mancheranno le quote rosa. «Gli islamici non ascoltano, per loro cultura, le donne quando danno ordini o anche solo consigli», ha spiegato, «pertanto non sono state assunte, al di là dell'aspetto e dell'impatto positivo che potevano avere per il servizio. Si erano create situazioni di pericolo se non di violenza nei loro confronti e così quest'anno non ne avremo in spiaggia». Farà discutere questa scelta, anche se effettivamente le poche ragazze, tre, che c'erano lo scorso anno avevano affrontato delle difficoltà abbastanza serie, subito offese, addirittura bersaglio di sputi. fate, fate , tifate per far entrare sti barbari, che dopo sapranno loro dove mettervi la costituzione e i diritti oltre ad indicarvi la direzione della mecca quando in ginocchio su un tappeto dovrete alzare il sedere verso l'alto.....
  • Angelo Maria Vernocchi Utente certificato 4 anni fa mostra
    CULTURA NORDAFRICANA Benevento. Si presenta alla reception e dice: «potete dare una mano a mia moglie?». Lo sposino se ne va e la scena che si presenta agli addetti della prestigiosa struttura alberghiera che ospitava la prima notte di nozze di una coppia casertana, è sconcertante. Sul letto la giovane donna malridotta e picchiata selvaggiamente. L'appartamento di lusso prenotato dalla coppia, praticamente devastato. Perfino i mobili sono danneggiati gravemente. Come se nella stanza ci fosse stata un'incursione. E' ovvio che lo sposo, ora, dovrà dare più di una spiegazione essendo stato l'ultimo a lasciare la stanza. Pare che si sia giustificato in maniera risibile: lei l'avrebbe chiamato con il nome di un altro durante l'amore.
    • harry haller Utente certificato 4 anni fa mostra
      smettila di scrivere qui minchiate varie: non è proprio il caso.
  • Angelo Maria Vernocchi Utente certificato 4 anni fa mostra
    Scandalo a Caserta, mozzarella di bufala alla brucellosi venduta sul mercato A rischio consumatori e dipendenti Inchiesta del Corpo Forestale dello Stato. Raggirati i controlli sanitari. Caserta - Mozzarella prodotta da bufale malate di brucellosi e immessa regolarmente sul mercato. Una verità choc che emerge dall'inchiesta condotta dal Corpo Forestale dello Stato in provincia di Caserta MA ALLORA AAVEVA RAGIONE BOSSI QUANDO DICEVA DI PRENDERE IL SUD E REGALARLO AL NORDAFRICA!!!
    • Filippo M. Utente certificato 4 anni fa mostra
      Capisco la tua giusta indignazione ma non dopo un post così per piacere. Grazie
  • maurizio cetra 4 anni fa mostra
    Credo che prima o poi Grillo andrà a litigare anche con Dario Fo. Franca non ha mai amato i regimi e le censure! serenità
  • La casta sono pure Rodotà e Gabanelli.... Rodotà e Utente certificato 4 anni fa mostra
    Sta a senti zio.. L' Eden è la riproposizione dell'utero materno.. E leggi Sigismondo leggi.. E desisti da sta nostalgia dell'utero materno
  • Erik Maulbertsch Utente certificato 4 anni fa mostra
    "DEMOCRAZIA" GIUDAICA IN GERMANIA.... Ecco delle ben tristi notizie a proposito dell’internato Horst Mahler, il celebre avvocato tedesco incarcerato per il suo revisionismo del cosidetto olocau$to ebraico, dal 25 febbraio 2009 per più di 12 (dodici) anni (egli avrà 85 anni alla sua liberazione). Qui di seguito il testo di una lettera che Mahler ha scritto ad uno dei suoi fratelli ( Elzbieta è il nome di battesimo della Signora Mahler) . Olodogma Brandeburgo, 21 aprile 2013 Caro XXX, qualche rigo su questo foglio per dirti che sono con te con il pensiero per il tuo compleanno. Il mio tentativo di ottenere il diritto di visita per te e YYY per il 24 di questo mese è risultato vano. La padrona (la direzione del carcere, ndr) di questa casa di propria iniziativa ha dimezzato il numero delle mie visite. Invece di un colloquio a settimana – conformemente al regolamento interno – io non ho ormai più diritto che a 2 visite di un’ora ciascuna al mese. Il contingente del mese d’aprile è già stato esaurito con le visite di Ursula Haverbeck (01.04) e di Elzbieta (19.04). Una denuncia dettagliata e giuridicamente fondata contro questo logorio è stata rigettata con una sola frase da quella stessa donna: “La denuncia è infondata”. Delle istanze che sono in attesa di giudizio sono state depositate contro il diniego ripetuto “di ammorbidimenti” (permessi o uscite condizionali, passeggiate) e contro la revoca dell’autorizzazione d’utilizzare un computer. Sto per deporne una terza dinanzi al tribunale contro questa riduzione illegale del numero di visite. Relativamente alle mie possibilità di conservarmi integro nel corpo e nella spirito, non ho mai conosciuto peggiori condizioni di carcerazione di quelle attuali. Prima – in un “ambiente chiuso” – avevo diritto a tre colloqui al mese e ogni due mesi ad una visita supplementare non sorvegliata di lunga durata (3 ore) di Elzbieta. Se considero obiettivamente la realtà, cioè che il Consiglio costituzionale ha respinto la mia denu
    • mario45 massini Utente certificato 4 anni fa mostra
      Interessante figura Horst Mahler, che da rivoluzionario comunista della Raf ora è divenuto un nazista convinto. Forse è più giusto un soggiorno in un manicomio.
    • Erik Maulbertsch Utente certificato 4 anni fa mostra
      ORA, Crimi e gli ALTRI del M5S in Parlamento, stanno per FIRMARE la LEGGE LIBERTICIDA ANTICOSTITUZIONALE CHE INCARCEREREBBE la GENTE QUI DA NOI COME IN GERMANIA....GLIELO HA SPIEGATO NESSUNO, A GRILLO?
    • Erik Maulbertsch Utente certificato 4 anni fa mostra
      Se considero obiettivamente la realtà, cioè che il Consiglio costituzionale ha respinto la mia denuncia in appello (senza spiegazioni), crepare in prigione è diventata ora un’opzione. Non posso più scrivere. Non posso in particolare avere una corrispondenza continua. Dal momento che non posso classificare i miei documenti e conservarli nella mia cella. Perché dovrei prestarmi a tutto ciò più a lungo? Solo il pensiero che non ho il diritto di lasciare Elzbieta completamente sola mi dà ancora qualche forza. Con affetto Tuo fratello
  • La casta sono pure Rodotà e Gabanelli.... Rodotà e Utente certificato 4 anni fa mostra
    Ma chi cazzo è Eva ? EVa Kant, quella de Diabolik ? In principio fu il Verbo.. La Parola... Du' palle !! Sto Fo è come li preti.. BLABLABLABLABLABLA.. Pe' rincojoni er popolino popolano e popolare cojone
  • La casta sono pure Rodotà e Gabanelli.... Rodotà e Utente certificato 4 anni fa mostra
    Ma chi cazzo è Adamo ? Quello che cantava "La notte" ? http://www.youtube.com/watch?v=J1yZI3vyBSs Sto Fo è come li preti.. BLABLABLABLABLABLA.. Pe' rincojoni er popolino popolano e popolare cojone
  • La casta sono pure Rodotà e Gabanelli.... Rodotà e Utente certificato 4 anni fa mostra
    Dario Fo e Franca Rame, ma pure Crozza e Benigni, ma pure Grillo (?): il buffone di corte, uno o più individui che parlano male del ricco e del potente, pagati dal ricco e dal potente, per far sfogare i sudditi sottomessi, che subiscono ogni giorno ingiustizie e soperchierie, e diminuire in questo modo il loro rancore ed il loro risentimento.
  • La casta sono pure Rodotà e Gabanelli.... Rodotà e Utente certificato 4 anni fa mostra
    Il poliziotto, il prete e il buffone di corte. Burattini del potere economico, pagati dal potere economico. Botte, prediche e battute come strumento di conservazione dello status quo, in cui pochissimi possiedono tutto e decidono della vita di tutti. La società ingiusta è una società in cui la ricchezza è distribuita in modo diseguale tra i suoi componenti: pochi individui possiedono tutta la ricchezza e tutti gli altri nessuna. In una società del genere accade ovviamente che pochissimi individui hanno in mano tutto il potere e decidono della vita di tutti gli altri. E' ovvio e naturale che una tale società crea tensioni, nel senso che nessun individuo, tra quelli che non possiedono nulla,, è disposto ad accettare pacificamente una situazione del genere, e vi saranno continui tentativi di mutarla. Quei pochissimi che possiedono tutta la ricchezza e tutto il potere si trovano dunque inevitabilmente e necessariamente a dover gestire questa situazione di tensione, costretti a trovare degli strumenti per controllarla, allo scopo di tutelare e mantenere la propria condizione di privilegio. Lo strumento iniziale, il più semplice, il più immediato è ovviamente la violenza, la repressione: chi ha tutti i soldi, non potendo operare da solo quella repressione, usa una parte dei suoi soldi per pagare un certo numero di suoi simili allo scopo di reprimere tutti gli altri. I soldati, le forze dell'ordine, l'esercito, i carabinieri. LA VIOLENZA. QUESTO E' IL LAVORO DEL PRIMO BURATTINO DEL POTERE: IL POLIZIOTTO. Ma chi ha tutti i soldi e tutto il potere si rende conto ben presto che quella forma di controllo sociale, di mantenimento di una società ingiusta, è troppo dispendiosa e, nel contempo, troppo visibile ed appariscente, ed ha il difetto di provocare ancora più violenza. CONTINUA NELLA DISCUSSIONE
    • La casta sono pure Rodotà e Gabanelli.... Rodotà e Utente certificato 4 anni fa mostra
      Essi continuano a covare giustamente rancore e risentimento nei confronti di chi possiede tutto, e, possedendo tutto, possiede anche le loro vite, e continuano ad essere animati dal desiderio di cambiare lo status quo di una società ingiusta in cui pochissimi indiivdui possiedono tutto. A questo punto compare perciò la terza figura: il buffone di corte, uno o più individui che parlano male del ricco e del potente, pagati dal ricco e dal potente, per far sfogare i sudditi sottomessi, che subiscono ogni giorno ingiustizie e soperchierie, e diminuire in questo modo il loro rancore ed il loro risentimento. Chiamo buffone di corte il terzo burattino del potere per far capire la sua funzione, facendo riferimento al buffone di corte tradizionale, che prendeva in giro il re davanti ai sudditi, ma viveva a corte e mangiava a corte, precisando poi che questo ruolo, nella società odierna, può essere svolto non solo dal comico o da quello che fa satira, ma anche da un intellettuale o da un giornalista et similia. LO SFOGO. QUESTO E' IL LAVORO DEL TERZO BURATTINO DEL POTERE: IL BUFFONE DI CORTE.
    • La casta sono pure Rodotà e Gabanelli.... Rodotà e Utente certificato 4 anni fa mostra
      A quel punto nasce la religione che imventa l'amore tra gli uomini, un dio e la vita eterna: si inventa innanzitutto l’ esistenza di un interesse reale di ogni esemplare della specie Homo Sapiens per tutti gli altri, per poi dire che chi governa lo fa perchè è animato da questo interesse nei confronti dei suoi simili, chiamato "amore", e vuole il loro bene, per coprire la realtà di un governo del tutto finalizzato a mantenere la propria ricchezza ed a tutelare i propri interessi. Poi si aggiunge un dio, un essere soprannaturale che opportunamente sollecitato con rituali e preghiere, aiuta e provvede, e che dopo la morte, in una fantomatica vita eterna, anch'essa inventata, provvederà a punire i ricchi ed i potenti che non ameranno i propri simili e non saranno giusti ed a premiare invece i poveri sudditi giusti. Su queste premesse deliranti si costruisce lo strumento necessario: le prediche dei preti sulla vera giustizia non è di questa Terra, e che dunque bisogna rassegnarsi e perdonare l’ ingiustizia, in attesa di un dio che dopo la morte riporterà la giustizia. L'INCANTAMENTO. QUESTO E' IL LAVORO DEL SECONDO BURATTINO DEL POTERE: IL PRETE. Ma la gravità dell'ingiustizia sociale, della squilibrata distribuzione di ricchezza è talmente evidente e talmente clamorosa che alcuni degli esemplari della specie Homo Sapiens che non possiedono nulla, alcuni dei sudditi sottomessi che debbono subire tutte le ingiustizie del potere, continuano a vederla nonostante l'azione del poliziotto e del prete, perchè non sono del tutto annichiliti nè dall'azione violenta e repressiva del poliziotto, nà dall'azione di incantamento del prete, che predica rassegnazione e perdono.
  • La casta sono pure Rodotà e Gabanelli.... Rodotà e Utente certificato 4 anni fa mostra
    Si vabbè... Dario Fo e FRanca Rame da cinquant'anni stanno dalla parte dei poveri contro i ricchi, per una maggiore giustizia. Negli ultmi cinquant'anno i ricchi sono diventati sempre di meno e sempre più ricchi, tra cui anche Dario Fo e Franca Rame, e i poveri sono divantati sempre di più e sempre più poveri. Che ce sta de nuovo ? Pure i uffoni di corte prendevano per il culo il re pagati da re per far sfogare il popolo..
  • Crociato Padano 4 anni fa mostra
    JESOLO COME KABUL I COMUNISTI NON ASSUMONO BAGNINI DONNA PER NON TURBARE GLI ISLAMICI IN SPIAGGIA! Grave episodio di discriminazione sessuale a Jesolo. In vista dell’estate 2013 nessuna donna potrà lavorare come beach steward. La sicurezza in spiaggia dovrà essere garantita da soli uomini in quanto gli immigrati islamici non accettano di essere rimproverati da donne. E’ stato Renato Cattai, presidente di Federconsorzi, associazione che raggruppa i gestori dell’arenile jesolano, a darne notizia. «Nel 2012 le ragazze hanno svolto benissimo il loro compito - afferma Cattai - ma abbiamo rilevato che in vari casi sono state motivo di tensione con gli immigrati e non certo per colpa delle operatrici». Il motivo? La diversa considerazione della donna nella religione musulmana. «Abbiamo riscontrato che il musulmano non tollera di essere rimproverato da una donna, la considera un’offesa, si agita, risponde in malo modo, creando situazioni di tensione. E così abbiamo deciso di impiegare solo maschi». L’odio degli immigrati islamici verso le donne ha causato diverse aggressioni nel corso dell’estate 2012. Un ambulante aveva ad esempio preso a schiaffi una steward, colpevole di averlo invitato ad uscire dalla concessione. LA BOLDRINI QUESTA VOLTA NON HA NIENTE DA DIRE? QUESTA VOLTA NON SI DIFENDONO LE DONNE, VERO? In un paese civile e democratico gli immigrati devono rispettare le leggi, le usanze e la cultura del popolo che li ospita. Nell'Italia distrutta dal buonismo comunista accade il contrario, gli autoctoni cambiano le proprie leggi e i propri comportamenti sulla base della "cultura" degli immigrati. Si parla tanto di femminicidio, ma si ignora che la violenza è destinata a crescere con l'immigrazione islamica, non compatibile con la tutela delle donne, anche dal punto di vista culturale come dimostrato dal caso in questione. RICORDATE IL CASINO CHE I COMUNISTI FECERO PER L'ISLAMICA LICENZIATA PERCHE' PORTAVA IL VELO OGGI INVECE TUTTI I MEDIA TACCIONO!
    • paolo biglia Utente certificato 4 anni fa mostra
      ..protezione dell'incolumità delle donne? necessità di caricare qualche esagitato di legnate all'occorrenza? vedi un pò tu..a me pare che i comunisti abbiano ragioni condivisibili. Non trovi sciocco padano?
    • Lenin Nicolaj (che fare) Utente certificato 4 anni fa mostra
      ma infatti il comunismo mica fà portare il velo alle donne ! ... quindi è solo un problema di tipo religioso da cui lo stesso esula completamente! MA QUANDO UN COGLIONE DI CROCIATO XENOFOBO LO CAPIRA', SARA' TROPPO TARDI!
  • giulio valdinoci Utente certificato 4 anni fa mostra
    OGNI GRANDE UOMO HA AL SUO FIANCO UNA GRANDE DONNA. Tolgo le doverose maiuscole (usate per PERSONE MAIUSCOLE) e passo ai problemi quotidiani. Quirinarie 15/4/2013: 1° Gabanelli 2° Strada 3° Rodotà 30/5/2013: "un ottuagenario miracolato dalla Rete, sbrinato di fresco dal mausoleo dove era stato confinato dai suoi" (3° classificato) 26/5/2013: "per quanto accaduto nella trasmissione Tv Report, il M5S chiederà comunque conto e giustizia, sia in sede di diritto di replica sia in sede parlamentare, riservando eventuali azioni anche in ambito giudiziario" nel frattempo è diventata GABBAnelli(1° classificata) Prima di tutto un avvertimento: Gino stai attento. Poi una riflessione: o si capiva poco prima o si capisce poco adesso. O non era giusto osannare prima o non è giusto demonizzare adesso. Infine un invito (ragioniamoci sopra) bisogna sapere dialogare e diffidare del pensiero unico.
  • alparpago 4 anni fa mostra
    @Staff ho finito gli indirizzi mail, mi e' rimasto questo, vogliamo sbloccarli ogni due tre anni? Grazie.
  • alessandro fanelli Utente certificato 4 anni fa mostra
    Il M5s si sa, è sempre stato sotto il tiro incrociato da parte dei Media, dei partiti e della “elite” intellettuale italiana. Questo però non gli ha impedito di crescere e di arrivare nel suo momento migliore al 27%. Il vero problema infatti non sono gli avversari politici e i media, ma i NEMICI interni. A riguardare i sondaggi, nuovi e vecchi, ci si accorge che il calo di consensi avviene solo ed esclusivamente in coincidenza delle sparate dei “dissidenti”. Prima fu Tavolazzi (andate a rivedere i sondaggi del periodo), poi Salsi e Favia, poi i “liberi pensatori” che votarono Grasso alla presidenza del Senato, oggi sono quelli della “diaria” e dell’accordo col PD. Per non parlare poi di chi rilascia interviste nelle quali prende continuamente le distanze da Grillo e Casaleggio, a voler dimostrare la sua “vitalità”, che si manifesta però solo nel dissenso e non nell’azione politica e nell’apporto di NUOVE idee. Dunque, Grillo e C. si fanno il mazzo e rischiano tutto per ridare vita ai morti (elettori e “commentatori” del Movimento compresi) e questi fighetti senza idee remano nella direzione opposta. Come ho già detto una volta, questi eletti sono portavoce del loro Ego più che del Movimento.
  • Kopliclos 4 anni fa mostra
    _ cazzo un altro voto in meno _ pero' poverina almeno si e' finalmente liberata di un vecchio logorroico scassacazzi :) ciao franca
  • giglio 4 anni fa mostra
    BEPPE LE PERSONE NON SI OFFENDONO, BISOGNA ATTACCARLE SUI CONTENUTI E NON ATTACCARE LA PERSONA. ALL’INIZIO ANDAVA BENE PER ATTIRARE L’ATTENZIONE DELLA GENTE MA ALLA LUNGA DIVENTA UN BUMERANG. BENE ORA PASSIAMO AI CONTENUTI: BEPPE LA RETE NON BASTA PIU'. BEPPE MIA MADRE AD ESEMPIO VEDE TUTTI I GIORNI IL PROGRAMMA DI BARBARA DURSO E, INFLUENZATA DALLO STESSO, NON TI DICO COSA DICE MIA MADRE DI TE .... EH! OGNI VOLTA DEVO STARE LI' A DISCUTERE PER FARLA CAPIRE COSA FA O VUOLE FARE IL M5S. CHISSA' QUANTI CASI COSI' E CHISSA' QUANTI COME ME SI SONO GIA' STUFATI DI FAR CAPIRE QUAL'E' LA REALTA'. BEPPE LA GRAN PARTE DELLA GENTE NON E' A CONOSCENZA DI TUTTE LE PROPOSTE FATTE DAL M5S E CHE SISTEMATICAMENTE VENGONO E VERRANNO BOCCIATE DAL PARLAMENTO. NON VEDI CHE IN TV E SULLA STAMPA C'E' UNA CAMPAGNA DENIGRATORIA QUOTIDIANA. COSI' IL M5S E' DESTINATO A SPEGNERSI UN PO' ALLA VOLTA. BISOGNA ANDARE NEI PROGRAMMI CHE VEDE LA GENTE E DIRE COSA STA SUCCEDENDO. BEPPE LA RETE NON BASTA PIU'. BEPPE LA RETE NON BASTA PIU'. BEPPE LA RETE NON BASTA PIU'. BEPPE LA RETE NON BASTA PIU'. BEPPE LA RETE NON BASTA PIU'. BEPPE LA RETE NON BASTA PIU'. BEPPE LA RETE NON BASTA PIU'. BEPPE LA RETE NON BASTA PIU'. BEPPE LA RETE NON BASTA PIU'. BEPPE LA RETE NON BASTA PIU'. BEPPE LA RETE NON BASTA PIU'. BEPPE LA RETE NON BASTA PIU'. BEPPE LA RETE NON BASTA PIU'. BEPPE LA RETE NON BASTA PIU'. BEPPE LA RETE NON BASTA PIU'. BEPPE LA RETE NON BASTA PIU'. BEPPE LA RETE NON BASTA PIU'. BEPPE LA RETE NON BASTA PIU'. BEPPE LA RETE NON BASTA PIU'. BEPPE LA RETE NON BASTA PIU'. BEPPE LA RETE NON BASTA PIU'. BEPPE LA RETE NON BASTA PIU'. BEPPE LA RETE NON BASTA PIU'. BEPPE LA RETE NON BASTA PIU'. BEPPE LA RETE NON BASTA PIU'. BEPPE LA RETE NON BASTA PIU'. BEPPE LA RETE NON BASTA PIU'. BEPPE LA RETE NON BASTA PIU'. BEPPE LA RETE NON BASTA PIU'. BEPPE LA RETE NON BASTA PIU'. BEPPE LA RETE NON BASTA PIU'. BEPPE LA RETE NON BASTA PIU'. BEPPE LA RETE NON BASTA PIU'.
    • alberto m. Utente certificato 4 anni fa mostra
      non è che se come un bimbominkia ripete il concetto tremila volte allora è nel giusto sua madre fa parte di quella categoria di irrecuperabili cronici e mai vedrete uno del m5s da barbara d'urso quel truffaldino di mastrangeli ne sa qualcosa
    • VALERIO DONNINI Utente certificato 4 anni fa mostra
      Credi che in tv ti fanno dire quello che pensi tu ?
    • Luca S. Utente certificato 4 anni fa mostra
      Non credi anche tu di aver sbagliato post?
  • Domeniro 4 anni fa mostra
    CHE VERGOGNOSA STRUMENTALIZZAZIONE!!!
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus