Zingaretti e quel silenzio davanti ai giudici

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Roberta Lombardi

Non voglio entrare nei meriti del nuovo caso giudiziario che sembrerebbe coinvolgere il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, perché innanzitutto non è mia competenza farlo e perché sarà la Procura di Roma a valutare se vi sono gli elementi per aprire un’altra indagine nei suoi confronti, dopo quella (archiviata) che lo vide già coinvolto in “Mafia Capitale” per corruzione e turbativa d’asta. Ma sì, ritengo invece importante rilevare in questo caso un vulnus di natura politica, che riguarda il principio di etica e trasparenza che ogni rappresentante dei cittadini dovrebbe seguire con costanza, sempre.

A mio modo di vedere il punto politicamente cruciale, stando ai fatti, è che Zingaretti quel principio lo ha violato, più di una volta, avvalendosi della facoltà di non rispondere davanti ai giudici, come evidenziato dagli stessi magistrati nella sentenza, salvo trovarsi poi costretto a rispondere in un secondo momento, dando una versione dei fatti che ora è anche al vaglio della Procura perché considerata dal Tribunale di Roma non convincente.

Per Zingaretti ho dunque una domanda, una semplice domanda: perché si rifiutò di rispondere ai giudici che lo volevano interrogare durante l’inchiesta Mondo di Mezzo? Era una sua facoltà in termini di legge, ma se era così certo di essere estraneo ad ogni coinvolgimento, allora perché scelse il silenzio, complicando peraltro il lavoro della magistratura in un momento delicatissimo per Roma e per il Lazio?

Ricordo bene il suo slogan nella scorsa campagna elettorale “Immagina, una Regione trasparente perché non ha niente da nascondere". Poi i fatti, tuttavia, ci hanno mostrato e ci stanno mostrando qualcos’altro...

Noi intanto continuiamo a lavorare sodo, nei prossimi giorni chiuderò gli incontri con i nostri portavoce sui territori delle province laziali. Stiamo affrontando temi importantissimi come la sanità e il lavoro e stiamo studiando una riorganizzazione della struttura regionale che sia volta a combattere la corruzione e a garantire trasparenza e legalità.
Stiamo scrivendo una bella storia e ne siamo orgogliosi. #LaNostraRegioneDiVita

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • anaelle poux 2 mesi fa
    Ciao Signora e Signore. Si ha la ricerca di finanziamento per sia rilanciare le vostre attività sia per la realizzazione di un progetto , o acquistare un appartamento o anche di soddisfare le esigenze dei bambini, ma ahimè la banca ti chiede di condizioni che si sono in grado di riempire. Niente più preoccupazioni per voi io sono un individuo che fornisce prestiti che vanno da 1000 € a 2500 000 € a tutte le persone in grado di soddisfare i propri impegni. Inoltre, il tasso di interesse è del 3% all'anno. O hai bisogno di soldi per altri motivi personali , non esitate a contattarmi per ulteriori informazioni prestito di denaro contatto e-mail :anaellpoux@yahoo.com
  • LUIGI GIULIANI 2 mesi fa
    Sono un Vostro elettore. Con il Suo aiuto, vorrei che sia fatta giustizia nei confronti dei famigliari di disabili gravi e gravissimi, licenziati da assistenti dei propri cari per effetto dello scempio attuato dalla Giunta Zingaretti con la Delibera Regionale n.223 del 3/05/2016. La delibera è contro i nostri diritti, sanciti dalle leggi dello Stato, ma di fatto ignorati dalla Regione. Grazie!
  • Clesippo Geganio Utente certificato 2 mesi fa
    fatelo arrestare da Montalbano :-) :-)
  • terenzio eleuteri Utente certificato 2 mesi fa
    E' la faccia giusta.....secondo il PD ???
  • cristina cassetti 2 mesi fa
    devo confessare che la Lombardi all'inizio mi era antipatica. Oggi, per onestà, devo riconoscere che il mio istinto si sbagliava, perchè questa donna sta portando avanti il programma del M5S nelle intenzioni e nei fatti con impegno, intelligenza e coerenza. Certo, poteva evitare di sbandierare la sua avversione nei confronti delle scelte iniziali della Raggi, ma essendo donna, la comprendo, come comprendo la Raggi che all'inizio è stata un po' ingenua, ma poi ha capito benissimo cosa doveva fare, ha chiesto scusa e ora tutti noi le riconosciamo che sta lavorando per la città in modo esemplare pur in un mare di difficoltà checchè ne scrivano e dicano falsamente i media. Siamo altrettanto sicuri che, qualora fosse eletta a presidente della regione Lazio, anche la Lombardi lo farà più che degnamente. Così sono stata molto felice di vederle insieme sul palco di Ostia, superando da persone intelligenti le difficoltà iniziali nel loro rapporto personale e impegnarsi insieme a lavorare per il bene dei cittadini romani e laziali.
  • Fausto Servello 2 mesi fa
    a proposito di regione Lazio, all'Ospedale S. Camillo di Roma, da oltre un mese, e nessuno ne parla, al reparto oculistica il servizio di Misurazione del Campo visivo non funziona per mancata manutenzione della macchina a causa di dissidi tra la ditta responsabile della manutenzione e l'amministrazione dell'ospedale, cioè la regione Lazio. Siamo al 5 novembre 2017. Il 2 ottobre scorso dovevo fare il test prenotato fin dal mese di maggio; il 1 ottobre sono stato informato che il servizio era stato sospeso e sono stato invitato a chiamare dopo 10 giorni. Ogni 10 giorni sto telefonando; il servizio è ancora sospeso; la ditta della manutenzione non ha ancora ritirato il pezzo rotto da sostituire. Non ci sono previsioni su quando il servizio potrà ripartire. Forza Zingaretti: la sanità nel Lazio non potrebbe andare meglio
  • oreste giudice 2 mesi fa
    Ciao Roberta!!! non hai scritto una parola furi posto!! condivido e andiamo avanti
  • Agostino Nigretti Utente certificato 2 mesi fa
    La governance della Colonia Italia è la classica ciliegina sulla torta per spacciare la dittatura globalizzata, come democrazia. Preso atto che le elezioni hanno dimostrato che servono solo ad illudere i creduloni pecoroni e alla fine è sempre la stessa musica, i Grandi Maestri Burattinai avrebbero potuto evitarle e destinare i fondi al business dell'accoglienza per accelerare la sostituzione del popolo italiano. Anche i più deficienti hanno capito che siamo governati da una dittatura globalizzata, gestita direttamente dai padroni del mondo tramite: "America, Inghilterra, Israele, Vaticano" tramite l'Impero UE & Nato. Nella vita non si deve credere a ...niente, Dio è solo un simbolo immaginario e Cristo, Maometto, Confucio, Budda sono degli idoli umani, usati dai predicatori di turno per imbonire tramite gli allucinogeni effimeri valori dei vari credo. Per vivere in serenità, salute e godersi il Paradiso terrestre si deve prendere esempio dai politici che governano la Colonia Italia e le varie Colonie Europee aggregate sotto l'Ombrello spacciato per Democrazia UE. Per il popolo italiano non ci sono più speranze per un domani migliore, perché è destinato a scomparire per far posto alla nuova razza di colore.
  • FABRIZIO P. Utente certificato 2 mesi fa
    .. Cè PURE 1 SILENZIO STAMPA ...interessante ..tv zero tituli ..anzi ieri ho visto 1 veloce sottopancia su sky ...sparito in pochi muniti e silenzio totale sul resto ...gia' è grillo che controlla l informazione ...
  • Maria 2 mesi fa
    Roberta, soltanto un invito, quello di restare sempre uniti, comunque la vediate sulle diverse questioni che vi si apriranno davanti. La richiesta che vi rivolgiamo è una sola: non litigate su divergenze di carattere personale. La gente vuole che parliate un solo linguaggio e che facciate UNIONE. Non c'è altro modo per sottrarsi alla morsa della piovra che, mentre aspetta chi vince le elezioni, vi sta già selezionando, uno per uno, studiando i vostri pregi e difetti personali, i vostri punti deboli, per colpire e screditarvi. "Conoscere per deliberare" vale anche per le mafie. La sfida, pertanto, è quella di rimanere uniti. Se ci riuscirete, potrete scrivere una bella pagina di storia per questo Paese.
  • Claudiog 2 mesi fa
    So per certo che la camorra alle ultime elezioni regionali in Campania del 2015 ha votato per il PD!Quindi la MAFIA è ovunque e non concepisco l'accettare il Rosatellum da parte di Mattarella!A me dispiace pensare questo,ma vuoi vedere che Pier Santi Mattarella faceva parte già di questo sistema Politico corruttivo mafioso?
    • andrea a44 Utente certificato 2 mesi fa
      vuoi vedere che chai azziccato in pienu?
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus