Il grande cuore degli italiani

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

Vedere tante persone, tra cui molti giovani, in fila per donare il sangue all'Ospedale San Camillo De Lellis di Rieti ed in tanti altri ospedali romani ci fa capire che il grosso cuore degli italiani non tradisce mai.

Ecco l'elenco dei centri trasfusionali romani dove poter donare il sangue:
- ASL Roma 1 – San Filippo Neri - Via Giovanni Martinotti, 20
- Asl Roma 1 – Santo Spitito - Borgo Santo Spirito, 3
- Policlinico Gemelli - Largo Agostino Gemelli, 8
- San Camillo - Circonvallazione Gianicolense, 87
- Ifo - Via Elio Chianesi, 53
- Ospedale Grassi - Via Gian Carlo Passeroni, 28.

La Protezione civile ricorda che sono attivi i seguenti numeri verdi: Contact center della Protezione civile nazionale 800840840; Sala operativa della Protezione civile Lazio 803 555.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • perotto 1 anno fa
    Urgente finanzia prestito: frucco.cristian.0973@gmail.com Ciao Sono un privato, azionista di banca e direttore di molte imprese del posto. Sono un Madre nel mondo degli affari. dispongo di un capitale molto importante. Siete anche un privato, onesto e di buona moralit. In seguito alla nostra intervista con uno dei miei consulenti finanziari, abbiamo deciso di accordare prestiti che vanno da 5.000 a 1.000.000 per aiutare privati che non hanno purtroppo accesso alle banche con le loro condizioni difficili da riempire. Se avete un progetto affidabile che richiede un prestito, e che non disporte di mezzi per la sua messa per strada, io si prega di contattarlo per vedere insieme come collaborare e permettere la realizzazione di questo progetto al pi presto. avete crediti a rimborsare, in questo caso potete prendere un prestito che potr risolvere pi rapidamente i vostri problemi sia con la vostra banca o anche con societa. Sono di nazionalit francese residenza in italia societa del mio prestito si trova nella citt di verona. Siete alla ricerca di un prestito o di o di riavviare le vostre attiviti ose avete un bisogno di un prestito rapido all'indirizzo e-mail seguente: frucco.cristian.0973@gmail.com NB: la fornitura della vostra carta d'identità o il vostro passaporto con il vostro indirizzo domiciliare è obbligatorio, astenersi se non siete seri pena d'azione giudiziaria. Cordiali Saluti..
  • satour a. Utente certificato 1 anno fa
    offerta di prestito tra privato urgente contattare ci ha l indirizzo: (satourandre@gmail.com) offerta di prestito di più 1.000€ a 20.000.000€ condizione molto accessibile se siete interessate contattare ci ha l indirizzo: anna.satourandre@gmail.com
  • Alex 1 anno fa
    ...più dabbia che cemento..per non parlare di assenza quasi totale di acciaio
  • Fabio T. Utente certificato 1 anno fa
    .
  • Fabio T. Utente certificato 1 anno fa
    @
  • Angelo Fornaro 1 anno fa
    Sì , è così, li si vede il cuore di tutti noi ITALIANI , IMMENSO .
  • romaniko48 1 anno fa
    chissà se i 'professionisti' della ricostruzione, quella confraternita mafiosa molto vicina ai ns sgovernanti, staranno festeggiando in qualche località nascosta a riparo da occhi indiscreti. Festeggiano molto meno i 'professionisti' dell'akkoglienza, altra confraternita mafiosa molto vicina all'algerino half ano (mezzo c.u.l.o., per gli amici) già - per i nostri scampati ci saranno pochissime risorse e tantameno alberghi a 3-4 stelle come per altri finti scampati, qualche tenda o giù di lì in terre dove lo zero termometrico è alle porte! Disturba poi assai il crollo della scuola appena ristrutturata in versione anti sismica, un'altra 'magnata de sordi' per i soliti professionisti amici degli amici, come anche la concentrazione di vittime nell'hotel roma che esercitava apparentemente senza obblighi anti-sismici! Possibile? O fu ristrutturato dalla stessa banda di professionisti della scuola? di fronte a tali situazioni, cosa può il grande cuore degli italiani? Siamo stufi di contare vittime ed essere solo oggetto di dati statistici!!!
  • Marco Torquato 1 anno fa
    Oggi, dopo aver letto di molte iniziative promosse per raccogliere fondi utili ad alleviare le sofferenze di quanti sono stati colpiti da questa tragedia, vorrei fare qualcosa, che sostanzialmente per chi lavora e campa di questo significa purtroppo soltanto poter fare una donazione. Condivido l'appello di Piero Baroli: non c'è nessun'altro di cui mi fidi di più del MoVimento 5 Stelle - al quale sono iscritto da quattro anni -per questa attività di raccolta ed utilizzo fondi. Sarebbe bello se nei prossimi giorni si potesse leggere sul blog qualche indicazione al riguardo sia per gli iscritti che per gli altri.
  • Salvatore Nunzio Sambataro Utente certificato 1 anno fa
    Dovremmo piantarla con questi centri storici cosi' come sono stati percepiti, se tu comune vuoi che la mia casa nel centro del paesello esternamente rimanga come è, mi devi almeno consentire che io faccia la mia bella ristrutturazione a regola d'arte con i nuovi materiali e con le nuove tecnologie messi a disposizione dalle industrie, o in taluni casi ove i proprietari non hanno le forze per potere ristrutturare per mancanza di fondi, i comuni dovrebbero andare in aiuto per fargli ottenere quei fondi attraverso dei mutui a basso costo di interessi, non intestardirsi a mantenere il ( CENTRO STORICO ) cosi' come è senza manutenzione alcuna, solo perché fa bello, perché sono costruzioni che hanno resistito alla guerra, sono argomenti senza senso, o si ristruttura come Dio comanda, o si buttano giù le catapecchie, non c'è soluzione a questo, è inutile piangere dopo per le soluzioni che avremmo potuto adottare prima !
    • GIANNI SOLIA Utente certificato 1 anno fa
      Sono d'accordo. I vincoli sui centri storici sono serviti soltanto a rovinare i centri stessi, a parte gli interventi e le schifezze fatte in modo impunito dai notabili e dagli amici degli amici locali.
  • Renato Prota 1 anno fa
    Questa è l'Italia a cui mi onoro di appartenere, quell'Italia troppo spesso dimenticata dai ciarlatani che hanno la presunzione di definirsi POLITICI, Boldrini , Napolitano, Prodi, Monti,quanti di costoro stanno già in prima fila con mostrando solidarietà e costernazione, teneteli lontani da chi soffre e dagli uomini veri, quelli che si dannano per poter salvare dalle macerie eventuali superstiti, senza godere di alcun riconoscimento e visibilità, ed è a loro che va il nostro profondo ringraziemento.
  • Piero Baroli 1 anno fa
    Sono vicino con la preghiera alle popolazioni colpite dal terremoto, sollecito iniziativa raccolta aiuti da parte M5S (così ci possiamo fidare ed avere resoconti puntuali ed affidabili) evidenzio intervento ad Agorà rai3 del sindaco di Aquila Massimo Cilento che fra le altre proposte che condivido sostiene la necessità di istituire un registro sullo stato degli immobili con revisioni periodiche obbligatorie come per le auto. È sottinteso che ciò sia possibile a condizione di un grande efficientamento della Pa;. Ma con il rafforzamento del M5S Credo sia possibile.
  • Enrico Chionne 1 anno fa
    Non penso che Amatrice abbia bisogno di conferenze stampa,e di sentir parlare il presidente del consiglio in queste situazioni si deve solo fare,agire e dare fondi per far in modo ad ognuno di ricostruirsi la loro casa e mi auguro che non finisca come in Abruzzo.....
    • Salvatore Nunzio Sambataro Utente certificato 1 anno fa
      sono d'accordo sul fatto che non è il momento di fare proclami, ma mi trovo totalmente contrario sui fondi che lo stato dovrebbe destinare per la ricostruzione delle case, a me lo stato non ha mai costruito nessuna casa e non mi ha mai elargito nulla, anzi sono in affitto e sotto sfratto, non capisco per quale motivo devo contribuire a che qualcun'altro si costruisca casa con il mio aiuto, scusa ma questa cosa va oltre ogni logica, e ancora: non condivido questa forma di raccolta fondi attraverso gli sms o telefonate a determinati numeri, sappiamo benissimo che di quei soldi per la maggior quota se ne perderanno le tracce, almeno che vengano raccolti in un fondo gestito da qualcuno dei nostri a 5S. Grazie
    • Stelvio M. Utente certificato 1 anno fa
      Bravo, sono perfettamente d'accordo
  • Claudio Barros Castro 1 anno fa
    Solo una domanda tecnica: è possibile/utile donare sangue anche in altri ospedali d'Italia? Grazie
  • stellario delacqua 1 anno fa
    sono, anchio comosso, ma bisogna pensare che paesi come questi,nella nostra Italia sono molti ,quindi e tempo, che il governo, faccia,il suo dovere le soluzioni,ci sono x mettere,in sicurezza questi edifici ,che anno più DI UN SECOLO i sistemi di consolidamento,ormai sono a livello stellare e solo questione di volontà POLITICA ovviamente conpetente
  • Oreste Grani 1 anno fa
    Dal Polesine (la mia famiglia prese in casa una ragazza rimasta sola) passando per Firenze dove io stessi mi recai per salvare libri, ricordando il Vajont, il Friiuli, il Belice, l'Irpinia, l'Aquila, l'Emilia-Romagna e mille altri episodi mai sono mancati gli italiani. Sempre, le classi dirigenti che la partitocrazia, passato l'immediato dopoguerra, ha sempre generato. Aspettiamoli al varco perché i mostri non ci faranno mancare anche questa volta di mostrarci il peggio di loro. Che nessun dorma. Oreste Grani/Leo Rugens
  • walter tiani Utente certificato 1 anno fa
    mi chiedo....e gli ospiti che abbiamo non donano il sangue, sanno solo pretendere..............
    • Giovanni F. 1 anno fa
      Azz e si pure e Napule.
    • Marcello Michenzi (gaporion) Utente certificato 1 anno fa
      Taci che fai più bella figura.
    • Marcello Michenzi (gaporion) Utente certificato 1 anno fa
      Taci, fai più bella figura
  • Massimo Stefani 1 anno fa
    Speriamo che tra questi volontari qualcuno diventi donatore fisso. Di sangue c'è sempre bisogno.
  • umberto maggetti 1 anno fa
    e' cosi'. Adesso si da il sangue. e quanto puo servire. Poi dobbiamo verificare, al di la' delle frasi ad effetto del Premier, che si tirino fuori presto tutti quelli che stanno ancora sotto: e' questo il vero problema o sono loro che saranno lasciati soli. Poi verificheremo la voglia delle popolazioni di ricostruire i borghi: comunque il ricordo dei balconi che crollano da soli o delle risate dei palazzinari corrotti al telefono per il terremoto non riesco a dimenticarli.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus